07 September 2013

Mosse e contromosse di Putin




La Russia sa di essere ancora una potenza di un certo rispetto, ma di aver perso il ruolo di superpotenza egemone che aveva durante il periodo della Guerra Fredda. Putin è il più attivo difensore del regime di Assad e come è noto, ha sfidato gli Usa a presentare le prove della responsabilità di Damasco nell'attacco chimico del 21 agosto. Prove che a tutt'oggi mancano all'appello. Ha aumentato la presenza di navi russe davanti alla Siria, dove Mosca ha i suoi porti di attracco. Putin sa che la rinuncia ad uno sbocco al mare, (specie se un mare strategico come il Mediterraneo) significa regredire come potenza di spicco. Tuttavia è fuori dubbio che la Russia è tornata ad essere strategica in questo conflitto.
Putin e Obama durante questo G20 sembravano due "separati in casa". Una formale e glaciale stretta di mano all'inizio, eppoi entrambi fermi nelle loro posizioni. Alla fine il tanto atteso colloquio riservato finale tra i due c'è stato, ma non ne è sortito un granché. Permane il muro contro muro, nonostante che la maggioranza degli stati sfavorevoli ad un attacco militare della Siria,  avrebbe dovuto ammorbidire le posizioni di Obama.



"La Russia è convinta che, al di là della questione armi chimiche, gli Stati Uniti stiano sbagliando completamente strategia, rimuovendo i vari dittatori che fino a ieri assicuravano una certa stabilità nella regione. Gli insorti siriani sono sempre più infiltrati dagli estremisti musulmani, dice Putin dando del bugiardo al segretario di Stato John Kerry. Yurij Sheglovin, un esperto dell’istituto del Medio Oriente, va oltre: «La democrazia nelle odierne realtà del mondo islamico apre la strada verso il potere a degli Hitler musulmani». Allora tanto meglio tenersi i vari Saddam, Gheddafi e Assad. Ma a questo punto che bisogna fare? Già, perché questo è uno dei grossi problemi che la Russia ha e che l’Occidente non sembra voler tenere in conto: una vasta area musulmana all’interno del suo territorio. La vittoria di estremisti islamici in Siria sarebbe un pessimo segnale per il Daghestan e per la Cecenia appena «pacificata».Infine c’è l’avversione di fondo di Mosca, come di Pechino, a qualsiasi intervento per imporre la democrazia all’interno di altri Paesi. Entrambi pensano che un’America particolarmente forte non ci penserebbe due volte a mettere nel mirino anche Mosca o Pechino". (articolo di Fabrizio Dragosei Corriere della sera di venerdi 6 settembre attraverso Liberazione).

Su altri fronti, Putin ha lavorato per tutti questi giorni  e con un certo successo, per allargare la coalizione contraria all'intervento armato: le dichiarazioni della Ue, della Cina, di altri importanti paesi emergenti, l'intervento di Papa Francesco che il portavoce di Putin ha prontamente (e astutamente) inserito tra gli interventi favorevoli a una "soluzione politica" da parte del piccolo stato del Vaticano.
L'asilo politico ad Edward Snowden è stata un'altra mossa putiniana abilissima per mettere a fuoco le contraddizioni di chi si definisce "nazione democratica", mossa  mal digerita dalla Casa Bianca. Si dice che a S. Pietroburgo, nella splendida dimora zarista, fatta restaurare espressamente da Putin, sia andato in onda un vero e proprio duello a distanza tra lui Obama. Ma il premier russo non ha perso tempo nel condannare l'eventuale attacco alla Siria, come una grave violazione del diritto internazionale, aggiungendo pure che per tutti i paesi emergenti, avrà ripercussioni negative, per l'economia mondiale. Il resto è cronaca di queste ore: 11 paesi condannano Damasco anche  senza prove relative alle armi chimiche, e Putin parla apertamente di aiutare ancora la Siria in caso di aggressione militare.


Frattanto, il New York Times ha  deciso di pubblicare foto e video choc dei ribelli legati ad Al Qaeda durante una spietata esecuzione nei confronti dei soldati di Assad. Queste foto cadono nel pieno del dibattito del Congresso  in corso,  circa l'opportunità di attaccare la Siria.


Per Putin, è tutto grasso che cola. 





48 comments:

Josh said...

ottimo pezzo e al punto giusto della questione.

Senza contare che i "ribelli" antiSiria, cioè Al Qaeda foraggiata da Arabia Saudita e Obama, cioè quelli con cui ci dovremmo alleare noi (...) fanno anche questo, massacrano cristinai, monasteri, interi villaggi cristiani:

http://voxnews.info/2013/09/06/siria-villaggio-cristiano-interamente-massacrato-dai-ribelli/

Chi ci dice che tra poco non lo faranno anche qui??

Tra gli assassini "ribelli"/Al Qaeda dei soldati siriani compare anche un islamico/"nuovo italiano"

http://www.statopotenza.eu/8756/il-terrorismo-in-siria-dei-nuovi-italiani

qui riporta che che aveva anche frequentazioni nel PD

http://voxnews.info/2013/09/06/siria-islamico-con-frequentazioni-nel-pd-partecipa-a-esecuzione-sommaria/

Nessie said...

Grazie Josh. Ho dato un'occhiata ai link e mi chiedo cosa accadrebbe da noi se Letterberg dovesse schierarsi in modo ancora più ottusamente fideistico con Obama di quanto non abbia già fatto.
Ci tocca pure rimpiangere i parlamentari della tanto vituperata Prima Repubblica che in fatto di diplomazia estera, sapevano mantenere buoni rapporti col mondo arabo senza farsi invadere.
Qui altre prove che sono stati i sauditi ad armare la mano dei cosiddetti "ribelli" (o insorti, come predica la correctness) dotandoli di armi chimiche:

http://www.rischiocalcolato.it/2013/09/sono-stati-i-sauditi-mosca-risponde-di-maurizio-blondet.html

Anonymous said...

Obama Barak, ahi me, la corona
su la tua fronte già è sfiorita.
razziar vuoi popoli per toglier la vita,
con vil e si forte menzogna , su la fronte prona.
La tua stupidità umana si fa universale,
come il frutto maturo. Grande e ardita,
non sa piegarsi e desistere; ferita,
non geme; assai colpisce, assai fa male.
Dileguan le tue ultime barbarie,
Vietnam,Kossovo,Iraq,Libia Afghanistan ;
seguirà altra turpe mission sara' l'Iran
le chiami arabe primavere,missioni umanitarie .
Odo altra guerra, vedo altro bagliore.
Vedo in occhi fraterni ardere vive
solamente speranze di pace fattive
no lacrime ed odio,no guerre del mondo sol disonore!

Nessie said...

Sei sempre tu, o anonimo Vate? :-)

Anonymous said...

Si sono proprio io il Vate
per mancanza titolo e nome scusate
Volevo titolar queste Obamate
che pur Don Pampurio ha vietate!
Questo pazzo fara' sol uno scempio
e chiede pur a nazion sostegno
per autorizzar con altro esempio
il suo folle e criminal ingegno!
Marcia indietro deve fare
lo chiedon tutti pur Pampurio papa
basta! non può ancor continuare
a dimostrar la testa sua di rapa!!

Saluti dal Vate!

Anonymous said...

Prima di tutto siamo alle solite, i crimini sono giustificati se lo fanno paesi amici o alleati dell'America, se li fanno altri, bisogna intervenire. Secondo punto, nessuno difende Assad, ma l chi sono i famosi ribelli? Per lo più sono gruppi armati integralisti membri e alleati di Al Qaeda, non proprio della bella gente insomma. Inoltre, il padre di Assad ha fatto crimini ben peggiori del figlio e all'Occidente non è mai interessato na mazza!. Vado ora a ipotizzare una teoria. Gli Stati Uniti dal 2020 saranno autonomi dal punto di vista energetico, il vicino oriente non è più assolutamente strategico dal punto di vista economico per loro, è invece determinante per le economie dei loro competitor: Russia, Cina e Unione Europea. L'obiettivo primario Usa negli ultimi anni sembra proprio quello di garantire l'instabilità totale dell'area araba, dimostrato dalla Libia (ora paese devastato da bande di integralisti), e l'Egitto con la scelta di sostenere gli integralisti di Morsi (poi operazione fallita per il ritorno dei militari, unica garanzia di laicità). Con questa politica gli Usa vanno a colpire gli interessi economici dei loro avversari. A questo punto possiamo affrontare altri temi. Per esempio: quando Bush attaccò l'Iraq con scuse ridicole ecc ecc distruggendo un paese che da un decennio è devastato, aveva comunque un piano, un'idea di cosa fare, anche se poi fallito. Obama non ha idea di cosa fare. Dice di voler attaccare e colpire il regime, però non vuole deporre Assad perché sa che i ribelli sono integralisti e che questo non sarebbe mai accettato dagli americani. Inetto perché non sa muoversi, non convince nessuno e ha agito male su tutta la linea. Infine, domanda che mi pongo : perché Assad che stava vincendo su tutta la linea, stava stroncando i ribelli, avrebbe dovuto usare il gas? Perché attirare la guerra su di sé? A chi conviene davvero tutta questa scena? Non certo ad Assad! Questa è un analisi descritta da un laureato in storia,(non che io non sappia scriver di meglio) che ha preparato la tesi di laurea proprio sulla Siria..e che condivido al 100% come se l'avessi scritta io!! Cordialità IL Vate

Nessie said...

Vate, chi sarebbe questo "laureato in storia"? ovviamente concordo fino alle virgole con quanto scritto.
Vergognoso poi il fatto che Obama abbia già deciso di attaccare a prescindere sia dalle prove delle armi chimiche che dai risultati del Congresso. Al G20 ha dichiarato che non ci sono i tempi tecnici per aspettare le soluzioni dell'ONU. E' evidente che i suoi padroni di riferimento gli hanno dato ORDINI DI SCUDERIA.

Eleonora said...

E, parlando di destabilizzazione dell'area araba, ecco quello che sta succedendo in libia dopo il massacro perpetrato da onu, l'abbronzato e la ue: http://notizie.it.msn.com/topnews/libia-crisi-petroliferano-luce-e-acqua

e mi pare eh? che la libia fino ad un anno fa, non aveva grossi problemi come li ha ora.

Nessie said...

Grazie Ele, sapevo del fatto che ora la Libia da grande paese produttore di petrolio, si umilia a fare le code alle pompe di benzina e a importarne. Ma questi fottutissimi predoni questo fanno: distruggere le economie e le risorse dei paesi siano essi emergenti che occidentali con economie consolidate com'erano fino a pochissimo tempo fa, le nostre europee.

Che l'inferno si sprofondi Obama e chi lo dirige!

Anonymous said...

Un amico...trovato nel grande Web,certo però che il Pasquino del tuo blog e' molto più satirico e pungente ...preferisco la statua con cui la Vanda m'ha ingessato e marmorizzato! Ciao IL Vate

Nessie said...

@ Aldo, se ci segue. Questo Roberto Quaglia di comedonChisciotte, è lo stesso dei tuoi due racconti? Leggi questo suo articolo sull'intervento in Siria: è lungo ma merita...

http://www.comedonchisciotte.org/site/index.php

Anonymous said...

Direttamente dalla fonte. Analisi lucida come non mai (e mai mi sarei immaginato di ricorrere a queste fonti):

http://cprf.ru/2013/09/the-east-is-trigging-yet-another-catastrophe-in-the-middle-east/#more-709

Scarth

Nessie said...

Scarth, sottolineo questa frase-chiave.

"L'obiettivo è quello di sostituire il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite da parte della NATO - un blocco militare aggressivo.

Se questo è permesso che accada, non un solo paese al mondo sarà in grado di sentirsi al sicuro, con i pretesti per scatenare un'aggressione essere forgiata ormai fuori praticamente nulla".

D'accordissimo con Zyuganov . L'informazione è "relativista" per sua natura. Non sono obbligata a sposarmi con l'ideologia che c'è dietro, ma con le informazioni che mi dà e con le prese di posizione relative a questa che considero una GRAVE provocazione internazionale basata sulla menzogna.

Anonymous said...

A proposito di fretta a voler fare subito questa guerra....che ci stupisce un po' tutti.
Non dimentichiamo....che ormai,sono "tantissimi" convinti,che stiamo vivendo in tempi "Apocalittici"(da ultimi giorni)....con azioni,eventi,risultati... e tempi ben definiti.
Fatti un giretto per il WEB....e vedrai che le modalità, possibili, per stabilire il NWO...sono "parecchie"...e tutte diverse tra loro...e tra queste quelle a sfondo biblico.
Forse Obama ha fretta,perché chi vuole questa guerra,lo costringe a stare entro certi tempi...."propizi"....
Sembrerebbe(da come si muove) non oltre la fine di Settembre.Forse una ricognizione nelle" grandi festività settembrine",delle varie culture, in giro per il mondo e "nell'area"...potrebbe aiutare a spiegare il perché della fretta.
Fantasia(troppa) o realtà?...C'è chi crede alla fortuna,chi alla jella...chi a qualche cosa di "più".
Mi è tornata in testa questa idea.... da un ricordo sulle letture in rete delle recensioni di alcuni libri scritti dal Blondet circa 10 anni fà....tra i quali....."I fanatici dell'Apocalisse"...."Chi comanda in America?".
Non solo a Roma Ovidio(2000 anni fà) scrisse" i Fasti",dividendo il calendario in giorni(e mesi) fortunati(fas).....o Jellati(ne-fas)...Forse anche nel 2000,c'è chi interpretando e seguendo alla lettera testi antichi "crede" fermamente in queste cose....Bada non sto parlando di banali oroscopi....ma di radicate convinzioni.....
E forse potrebbe non essere neppure casuale la scelta di sabato 7....."dopo" le 8 della "sera"...per la "preghiera" di Papa Francesco......Ciao Mar

Johnny88 said...

Il Congresso non autorizzerà l'intervento, sono già 224 i deputati che si sono dichiarati contro, sei in più della maggioranza assoluta, mentre solo 35 si sono finora dichiarati a favore. L'opinione pubblica americana, e i vertici dell'esercito, sono contrarissimi. I "conteggi" dei media americani sono abbastanza chiari, Obama al Congresso sarà impallinato. La cosa curiosa è che Obama è veramente "ecumenico" è riuscito nella non facile impresa di unire i bianchi del sud e i neri, tutti e due voteranno contro questa guerra assurda. Un vero "pacificatore". Perfino il Washington Post e il New York Times, solitamente massimi megafoni di Obama, ne stan prendendo le distanze. Non so se Obama ignorerà il parere del Congresso, ma credo che il re ormai sia nudo.

Nessie said...

Mar, non ti fissare troppo con "pane e massoneria" :-). Ma è evidente che la simbologia per questi signori conta. E pure la numerologia legata alla Cabala. Del resto chi frequenta questi ambienti non disdegna gli esoterismi che magari a molti di noi fanno ridere. L'Agenda è evidente che sia fatta di giorni e di scadenze ad hoc. Del resto, a testimoniarlo è la data del golpe tecno-finanziario che ha portato al potere Monti senza essere stato eletto nella data palindroma del 11/11/2011 a cui dedicai un post:

http://sauraplesio.blogspot.it/2012/11/11112011-fu-golpe-tecno-finanziario.html

Niente di più facile che i conflitti debbano esplodere in date stabilite da L'Or Signori. E' la "magia del fare".

Nessie said...

Johnny, ho sentito sui vertici militari. Speriamo che il Congresso si metta di traverso, anche se sappiamo bene che il Dio Pecunia per prezzolare gli indecisi, funziona sempre.

Questi signori della Casa Bianca ci devono alcune spiegazioni, dato che nessuno di noi è così pirla da continuare a bere delle frescacce: si rendono conto che sostenere i cosiddetti "insorti" significa in realtà sostenere quella feccia terrorista quaedista per la quale hanno scatenato ben due guerre? In Afghanistan e in Iraq?

A questo punto, se si comportano così siamo autorizzati a credere che l'11/9 è stato un colpo di stato e che il terrorismo non c'entrava una benemerita mazza.
O se c'entrava, è perché erano prezzolati da loro stessi per scatenare quel pandemonio che ci ha portati al punto in cui siamo.

Nessie said...

PS: Inoltre la legge statunitense non obbliga i presidenti americani ad avere il consenso del Congresso. Devono solo notificare l'ordine entro 48 ore dall'inizio dell'intervento militare. Purtroppo!

johnny doe said...

Intanto,per quanto riguarda il problema musulmano,questa è la posizione di Putin,molto chiara:
“Chi non vuole parlare russo e rispettare leggi russe può tranquillamente andarsene da qualche altra parte. La Russia non ha bisogno di queste minoranze e non abbiamo intenzione di cambiare le nostre leggi per loro”
Il presidente russo, ha indirizzato alla Duma (il Parlamento russo) un discorso riguardante le tensioni con alcune minoranze:
"In Russia vivono i russi. Qualsiasi mino­ranza, da qualsiasi luogo, se vuole vivere in Russia, per lavorare e mangiare in Russia, dovrebbe parlare russo, e dovrebbe rispet­tare le leggi russe.
Se preferiscono la legge della Sharia, allora noi li consigliamo di an­darsene in quei Paesi dove questa è la legge dello Stato. La Russia non ha bisogno di minoranze. Le minoranze hanno bisogno della Russia, e noi non concederemo loro privilegi speciali, o provare a cambiare le nostre leggi per soddisfare i loro desideri: non importa quanto forte urleranno ‘ discr­i-minazione".

Nessie said...

GRANDE UOMO! :-) Avevo appena letto da Johnny Doe. Questo si chiama parlare chiaro! Alla faccia di quegli imbecilli che ululano sempre alla "discriminazione", sapendo di mentire e di fare solo i loro comodacci

johnny doe said...

Quanto alla questione geostrategica,la posizione di privilegio,di gendarme occidentale Usa poteva essere giustificata durante la guerra fredda,quando l'URSS poteva essere una minaccia mondiale.Caduto il muro,non si vedono minacce mondiali pari all'impero sovietico,il ruolo Usa quindi è molto ridimensionato,ciononostante pretende ancora di essere il signore della guerra e il gendarme sul mondo intero.e' ovvio che non si tratta più di interesse generale,ma di una furba copertura per i propri interessi.A questo,giustamente Putin non ci sta,non può lasciare campo libero ad ogni iniziativa di guerra americana,tanto più fondata su sempre più probabili menzogne.in fin dei conti la Russia è ancora una potenza più che regionale.
Si è parlato in varie sedi,anche americane,di multilateralismo,e cioè una pari dignità di certe potenze al tavolo delle decisioni generali,ma l'unilateralismo Usa impedisce questo raccordo,anche in temi economici.Si devono mettere in testa che la seconda guerra mondiale è finita,che il muro è crollato...e che non possono più essere i padroni del mondo.

Anonymous said...

Le asserzioni di Mar non son per niente da trascurare ..interessanti e significative...(per chi ci crede).Alcuni commenti sul blog di Johnny Doe di Tony e Tonino riferiti all'Apocalisse li ho trovati molto "calzanti" visti i tempi al di la di ogni lor ragionevole dubbio in proposito. Interessante pure il link sottoesposto che ho trovato nel web! Certo son argomenti da prender con le pinze e dovute cautele...però devo convenire con Mar che esiste ultimamente questo "trend" apocalittico in tutte le salse che turba ma anche affascina! Saluti Il Vate, http://www.ticinolive.ch/2013/09/05/guerra-in-siria-annunciatrice-dellapocalisse/

Nessie said...

Johnny, il problema dell'"unilateralismo" Usa è relativo. Sappiamo bene chi c'è dietro agli Usa, nelle varie lobby come l'Aipac che agiscono dietro ai fantocci presidenziali. Ma se li nomini ti arriva la Mancino.Oppure, dove non questa c'è, fai la fine di quei professori americani che per averne descritto la pressione esercitata, non hanno potuto nemmeno fare pubblicità al loro libro, peraltro vendutissimo in Usa.

Nessie said...

Sospetto notturno N.2. Non è che Mar e il Vate siano la stessa persona? Hanno perfino lo stesso stile di scrittura (a parte i versi in rima) :-)

johnny doe said...

Certo,al di sopra dell'unilateralismo geopolitico evidente e di livello inferiore (che non può più essere giustificato per i motivi che esponevo),sappiamo bene che c'è la lobby mondialista che più volte si è anche espressa in questo senso.
Diciamo che questi due uniliteralismi di grado diverso,alla fine combaciano in un unico disegno.La padronanza del mondo...che non può che essere una sciagura per gli altri,e a cui bisogna sempre opporsi.

Nessie said...

Libro consigliato per l'uopo, se hai un po ' di tempo

La Israel Lobby di Mearsheimer e Walt:

http://it.wikipedia.org/wiki/La_Israel_lobby_e_la_politica_estera_americana

Lì c'è spiegato una cosa che dovrebbe consolarci (mal comune mezzo gaudio) ma che in realtà è sconfortante: che anche le amministrazioni presidenziali americane ricevono ordini di scuderia e non sono libere di rispettare gli affari interni del popolo americano.

Anonymous said...

Bel sospetto! E anche se fosse? non troverei niente da ridire. In ogni caso ,cara Nessie, con un lavoro da indovino o maga (non certo come Maga-Magò-l'Annunziata che in meno di mezzora e' già impresentabile) a quest'ora saresti alla fame! O perlomeno questa,di certo, non l'hai azzeccata!...Saluti a Te e anche a Mar...IL Vate

Nessie said...

Facciamo Amelia Fattucchiera che ammalia :-). Però che strano, sia Mar che il Vate, usano spesso i puntolini di sospensione...;-)

Anonymous said...

In grammatica alla voce principale Interpunzione, segue segni grafici e segue quindi "puntini di sospensione!..(dovrebbero essere sempre tre..ma sia io che Mar abbondiamo..tanto non costano niente!)Essi esprimono una pausa più lunga del punto fermo. Possono essere introdotti sia alla fine che nel corso di una frase per indicare un'incertezza o una reticenza o per tradurre nello scritto certi fenomeni tipici del parlato(esitszioni,balbettii,affanno,ecc.).Posti in fondo alla battuta di un dialogo,possono anche indicare una brusca interruzione da parte dell'interlocutore.Infine i tre puntini tra parentesi (tonde o quadre) indicano non un'intonazione ma una lacuna di testo. Tutto questo a suffragio della Boldrini,che anziché scaricar da noi immigrati clandestini..insegni prima a loro a rispettar i puntini!(Noi non abbiamo la Costituzione più bella del mondo che calpestano ogni giorno-pareggio di bilancio e ora difesa art.38- ma la lingua si e guai a chi ce la storpia..immigrati compresi! Ciao Il Vate.

Nessie said...

VateMar,basta con gli OT! Altrimenti ti mando a ramengo a te e alla Boldrini.

Anonymous said...

Un buon articolo di geopolitica sul ruolo della Russia anche se in parte è superato dai recenti sviluppi qui:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12289

Z

Nessie said...

Sì, un buon articolo anche se superato dai fatti. Molto importante e di interesse, questo passaggio:

"Lo Stato ebraico ha replicato con un atto ancora più grave, in primo luogo rivolto ancora alla Russia, la sola potenza non occidentale che potesse averne notizia, grazie alla propria stazione radar di allarme di Armavir presso il Mar Nero: cacciabombardieri israeliani hanno infatti lanciato due missili Arrow III contro un bersaglio in mare, dalla zona centrale del Mediterrano all'area antistante le coste orientali, siriane e libanesi, del Mediterraneo, operando da una zona da tempo oggetto di imponenti esercitazioni aeree israeliane di cui clarissa.it ha dato notizia a suo tempo.

"In questo modo lo Stato ebraico ha voluto lanciare, in questo momento decisivo per la sua politica di potenza, assieme ad un monito diretto alla Russia, alcuni altri significativi messaggi: un ennesimo avvertimento all'Iran circa la propria capacità di svolgere operazioni complesse di attacco aereo su lunghe e lunghissime distanze; sul piano geo-strategico più generale, un segnale della propria raggiunta posizione di potenza militare mediterranea, in grado di operare in modo indipendente in tutta l'area. Cercando di coinvolgere gli Usa in questa operazione col fare riferimento ad un'esercitazione congiunta, subito smentita dai nordamericani, si è poi adottato un modo elegante per confermare agli Usa che Israele è oggi comunque pronto ad agire anche da solo".

E' un antefatto di cui ne va sottolineata l'importanza.

Anonymous said...

Bella riconoscenza..! dopo che mi dilungo in esauriente spiegazione ai puntini(una rinfrescata fa sempre bene) questa gentile Amalia manda pure a ramengo!Concordo per la Boldrini ,ma il Vate no perdio!...Un minimo di rispetto!...Il Vate è sempre il Vate...oltre che ospite al Blog ( se non gradito mi faccia sapere né trarro' le conseguenze) ! Eccovi un articolo in tema...e se gentilmente posso capire O.T. che vuol dire? Obama Terrorista o altro ? Grazie!http://aurorasito.wordpress.com/2013/09/08/perche-gli-usa-non-utilizza-droni-in-siria/

Josh said...

"ribelle siriano"/alqaedista/alleato di Obama e Arabia Saudita
e forse purtroppo futuro "alleato" nostro,
estrae il cuore da un soldato siriano governativo e glielo divora:

http://www.youtube.com/watch?v=RFfnxK-YGGQ

Aldo said...

Nessie: "Questo Roberto Quaglia di comedonChisciotte, è lo stesso dei tuoi due racconti?"

Sì, è lui. A volte scrive cose valide, a volte no. Però, per lo meno, trovo sempre piacevole leggerlo, per la forma se non altro.

Ad esempio non approvo quest'idea per la quale "gli Americani" sarebbero degli stupidi. "Gli Americani" sono gente come gli altri, con una percentuale di stupidi, una percentuale di geniacci e tutte le sfumature intermedie. Piuttosto, direi che le dirigenze americane (al pari delle nostre e, temo, d'ogni altra) sono fuori di testa, soffrono di delirio di onnipotenza e, per farla breve, sono parecchio ##lemma fecale##.

Avessi possibilità d'instaurare un piano eugenetico su vasta scala, con diffuse sterilizzazioni mirate in tenera età potrei estirpare il gene che ammorba la nostra specie e che produce persone coi caratteri di quelle dirigenze. Se ti devo dire, potendo scegliere preferisco stare tra stupidi piuttosto che tra ##il lemma fecale di prima##.

Aldo said...

Ho appena finito di leggere il testo di Quaglia. Questa è una delle volte in cui ha scritto cose sul senso generale delle quali trovo impossibile eccepire. E sai che quando voglio so essere capzioso anche sulle inezie.

Nessie said...

Aldo "E sai che quando voglio so essere capzioso anche sulle inezie".

Purtroppo sì lo so :-)

Nessie said...

Josh, scusa ma non mi sento di vedere quel filmato. Ce ne sono già troppi di orrori! E ne vedremo ancora delle belle.

Nessie said...

Domani sentiremo notizie sul Congresso, ma io sinceramente non riesco a farmi illusioni :-(
Certo che fanno proprio schifo!

Anonymous said...

Notizia bomba da sbatttere in faccia a Kerry: il giornalista Quirico è tornato a casa dopo il sequestro e dichiara che Assad non ha usato armi chimiche.

http://informare.over-blog.it/article-ultima-ora-clamorosa-rivelazione-del-compagno-di-prigionia-di-quirico-assad-non-ha-usato-armi-chim-119956410.html

Nessie said...

Z ?!?

Quella faccia da suola di scarpa rinsecchita di Kerry è in giro a pretendere prove da Assad. Ma qui le figure di merda di questi assassini bugiardi si accumulano l'un l'altra:

http://www.rischiocalcolato.it/2013/09/america-ridicolizzata-davanti-al-mondo-obama-chiede-aiuto-alla-lobby-ebraica-mentre-arriva-una-testimonianza-diretta-non-e-stato-assad-ad-usare-il-gas.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogspot%2FHAzvd+%28Rischio+Calcolato%29

La dichiarazione di Quirico è un vero fulmine a ciel sereno. Spero bene per la sua vita in patria ora che racconta come è andata.

Anonymous said...

Sì Nessie. Ecco qui un altro articcolo sulla conversazione sentita da Pierre Piccinin relativa alle armi chimiche e alla responsabilità dei gruppi jihadisti

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/09/09/quirico-piccinin-racconta-cinque-mesi-prigionia-abbiamo-tentanto-fuggire/705956/

Z

Anonymous said...

Agli usa serve la guerra, e in fretta.
http://www.ilsussidiario.net/News/Denaro-Lettera/2013/9/6/FINANZA-Il-piano-della-Merkel-per-liberarsi-dell-Italia/424730/

warfare economy
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2013/9/10/SIRIA-e-BORSA-Quei-missili-mascherati-da-titoli-finanziari/425613/

Il rapporto dell’intelligence (?) dell’amministrazione Obama sulla Siria è un rimaneggiamento di quello sull’Iraq
http://aurorasito.wordpress.com/2013/09/07/il-saudita-bandar-il-chimico-dietro-gli-attacchi-chimici-siriani/
Marco

Nessie said...

Ciao Marco, sei tornato? Links interessanti, specie quello della "warfare economy" e anche quello di Arianna editrice di cui ho salvato la vignetta. Per il momento Usraele si prende una moratoria, dato che ci sono date importanti da rispettare (l'11 settembre gli gioca male coi parenti delle vittime). Ma poi sono anch'io quasi certa che torneranno all'attacco con qualche provocazione. Dovrebbero però avere la fantasia di cambiare palle e false flag, perché quelle che adducono, sono logore, fruste e decotte.

"Il linguaggio moralistico di Washington è spregevole. L’ipocrisia del governo degli Stati Uniti non conosce limiti. Condanna l’esercito siriano per l’utilizzo di bombe a grappolo, mentre gli Stati Uniti le vendono in massa all’Arabia Saudita".

Anonymous said...

Ciao, sempre più disgustato da questi ipocriti (e da tutto il resto). Marco
ps QATAR. L’assolutismo del XXI.mo secolo
http://qatarbook.wordpress.com/

Nessie said...

Non credo che Israele (insaziabile com'è sempre di guerre)si accontenterà tanto facilmente di questa soluzione russa che Obama sembrerebbe voler accettare:


http://video.corriere.it/siria-obama-la-proposta-russa-positiva/04633308-19dc-11e3-bad9-e9f14375e84c

Josh said...

nel frattempo

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2013/09/ricordiamo-i-cristiani-di-maalula.html#more

Josh said...

ecco cosa scrive papa francesco ai musulmani...

alla faccia di Malooula

http://attualita.vatican.va/sala-stampa/bollettino/2013/08/02/news/31514.html#TRADUZIONE%20IN%20LINGUA%20ITALIANA