15 July 2013

Gratta, perdi e crepa





Stato biscazziere, si dice perfino troppo frequentemente. Sì, ma intanto nessuno fa nulla. In ogni manovra economica aumentano giochi d'azzardo, lotterie, gratta e vinci, ruote della fortuna, lotto, superenalotto, lotto istantaneo e altri giochi da casinò domestico. Inoltre ci pensa pure Internet a intrattenere piacevolmente trasferendo Montecarlo o Las Vegas direttamente nelle stanze domestiche, a colpi di clic e di mouse. Attenzione, si avverte: Il gioco può dare dipendenza. Bella forza! L'attore cinematografico Pierce Brosnan è diventato pure testimonial di Las Vegas Club di Lottomatica, un gioco on line. 

Nell’era multimediale la figura del giocatore d’azzardo subisce una "evoluzione": prima era facilmente individuabile, “segregato” nei luoghi a lui deputati, ora chiunque sia in possesso di un pc collegato a internet e di una carta di credito può diventare un giocatore compulsivo. Il gioco on-line è estremamente pericoloso da questo punto di vista, perché nella solitudine della propria casa il giocatore non ha freni, né inibitori né pratici: ha infatti la possibilità di accedere al gioco sempre, senza incorrere nello sguardo giudicante altrui.
Pierce Brosnan, l'attore interprete di 007, testimonial di Las Vegas club



Va detto che tra i molteplici tipi di esproprio messi in circolazione mediante una crisi progettata al tavolino e promossa per l'uopo (tasse, balzelli, rincari d'ogni tipo, compro oro che si trovano - guarda caso - negli stessi paraggi di Equitalia e che servono a razziare perfino i ricordi del battesimo, cresima e comunione) spiccano anche i giochi d'azzardo. Il fatto del giovane diciannovenne che si è gettato nel vuoto per poi andare a schiantarsi sugli scogli, accaduto a Barano d'Ischia riporta clamorosamente alla ribalta un fatto cruciale: il gioco è una sovratassa sulla povertà, una nuova droga per poveracci per meglio espropriarli definitivamente del poco rimasto nelle loro tasche.


Un tempo il giocatore era un riccone in vena di dissipazione.
Ce lo racconta la letteratura con il famoso romanzo di Dostoevskij svoltosi a Baden Baden (Roulettenburg nella finzione romanzesca de "Il giocatore"). Chi gioca in teoria,  è colui che ha da spendere, da fare la bella vita, andando a donne e sperperando champagne a profusione, anche se poi a furia di scialare cade in rovina. Ora invece c'è la democrazia e allora la dissipazione è alla portata di tutti, anche per chi in miseria già ci vive. O per chi ha malapena una pensioncina modesta per la propria sussistenza. Serve a poco certo moralismo d'accatto contro i novelli improvvisati giocatori. Meglio sarebbe indirizzare le proprie reprimende verso chi autorizza a installare slot machines e macchine mangia-soldi per ogni dove. E non si salva nemmeno più il fatidico baretto di provincia dove si consumava un cappuccino, una brioche o qualche innocuo aperitivo, coi pensionati che giocavano a tre sette imprecando contro "il governo ladro". Oramai qualsiasi esercizio commerciale si è attrezzato per estorcere più quattrini possibile col gioco, mettendo bene in vista cartelli come questo: In questa Tabaccheria sono stati vinti 30. 000 euro la scorsa settimana.


Siamo al Bagarino delle Illusioni come il Campo dei Miracoli della fiaba di Pinocchio: tu mi dai i tuoi zecchini d'oro e io ti garantisco una bella pianta con tante monete luccicanti. De te fabula narratur , ma pochi lo ammettono e ne ricordano l'epilogo.



Alla sottoscritta è capitata poi la singolare situazione di vedersi offrire come resto per una spesa effettuata, qualche "gratta e vinci" alla cassa del bar dell'AutoGrill sull'autostrada.


Cassiera: "Invece che 4 euro, vuole per caso 2 gratta e vinci?"


"No grazie, il resto in moneta prego".


Questo ci dà la misura del fino a che punto si sono spinti con la ludopatia di massa. Ovvio che poi rovinarsi al gioco fa cadere la vittima, nella menzogna, nella dissimulazione, nella frode e nel furto e in altri illeciti, arrivando perfino a spezzare i vincoli familiari. Non è inconsueto vedere giovani indebitati al gioco, rubare dei preziosi a madri, nonne o zie per poi correre a venderseli in cambio di pochi spiccioli di banconote, indovinate dove? Dai Compro ORO, un vero e proprio franchising di farabutti usurai al soldo delle banche che spalancano con cupidigia i loro caveaux per trasformare in lingotti tutto il rastrellato aureo. Non per nulla, misfatto chiama misfatto. 


Si priva lo scalpellino della pietra, 

il tessitore del telaio 
CON USURA 

la lana non giunge al mercato 

e le pecore non rendono 

peggio della peste è l'usura,...

46 comments:

Massimo said...

Giocare la schedina o una colonna del superenalotto non fa male, anzi porta quel non so che di speranza, di attesa, di emozione che anche il gioco può dare. Dissipare i propri risparmi nel tentativo, con una mano vincente, di ribaltare la propria vita è invece azzardo. Chi si indebita, chi gioca senza freni, perde. Sicuramente. E se vincesse perderebbe tutto in una seconda mano. Ma sono tutte persone adulte. Sanno a cosa vanno incontro ma pensano di essere migliori o più fortunate. L'ubris viene, come sempre, punita.

Nessie said...

Adulti mica tanto. Uno che ha da poco passato i 18 anni come il ragazzo suicida che è andato a fracassarsi contro gli scogli è "adulto" da un anno.
Poi comunque mi aspettavo una critica, visto che ce l'hai tanto contro lo stato, proprio sullo stato "biscazziere" e sulla pervasività della ludopatia e delle macchine mangia-soldi dappertutto. E' evidente che l'eccesso di occasioni fa l'uomo non solo ladro, ma anche giocatore d'azzardo.

E ad ogni manovra economica per rastrellare soldi, aumentano i "creativi" di nuovi giochi d'azzardo. E' come spacciare droga, caro mio. Per mettersi in pace la coscienza, si potrebbe dire: "Fate pure, o spacciatori, tanto io non mi drogo".

roby said...

Il problema non è giocare la schedina di tanto in tanto. E nemmeno quello di grattare di tanto in tanto due euretti di gratta e vinci. Il prblema dei problemi è che nei piani di predazione e di spoliazione dei popoli c'è anche il gioco, la droga, la delinquenza allogena che rapina le case, più le manovre economiche che sono già state più volte applicate sulle nostre sempre più misere finanze. Vogliono SOLDI, i nostri. E ogni mezzo lecito o illecito per ottenerli va sempre bene.

Nessie said...

Bingo Roby! Nei piani di usurocrazia internazionale ci sono anche le potenti holdings del gioco.
Impossibile, in caso contrario, vedere tutto questo proliferare di scommesse, di ludomania e ludofilia che è riuscita a conquistare strati della popolazione un tempo risparmiosi come i pensionati anziani.

Josh said...

Tra i vari episodi da citare, anche in tv da un po', sul tardi,
mandano una specie di reality USA doppiato con voci suadenti, con dei tizi_personaggioni molto caratterizzati con aria da vincenti, abiti stravaganti, modo di fare strafottente fatto passare per "vincente", occhiali scuri la notte (sicuramente attori) sempre più strani, che giocano soldi veri a poker. A volte vanno ospiti anche vip, per es. calciatori.
Cosa che trovo immorale.....Già con quello che li pagano per il loro sport, ora pure ti invitano a giocarti tutto a poker.
Partite e programma che dura ore, 'na palla.

Ovviamente invitano poi a fare lo stesso con il poker online.

C'è addirittura un canale tv: poker 24 ore su 24

http://www.pokeritalia24.it/

il primo canale televisivo dedicato al poker "sportivo" in onda sul canale 222 di Sky e sul 59 del digitale terrestre.

Adesso giocarsi i risparmi o la ludopatia è uno "sport".

cfr:

http://www.pokerfactor.org/

http://www.italiapokerclub.com/poker-in-tv/

Pokeritalia 24 è il 2ndo canale "sportivo" più seguito.

C'è anche Italia 1 di notte. Dice che è poker sport o poker spettacolo. Ma per me la morale è sempre quella.

Josh said...

dal post

"....compro oro che si trovano - guarda caso - negli stessi paraggi di Equitalia e che servono a razziare perfino i ricordi del battesimo, cresima e comunione..."

già, orrendo.

Aggiungo che è vomitevole, viscida e sinistra pure questa pubblicità.

https://www.youtube.com/watch?v=qL1XW-D5Sos

"avevo delle....'cianfrusaglie d'oro' le ho vendute e mi sono preso la tv"

Da quando vendersi i preziosi è buon segno, e l'oro una "cianfrusaglia"?

Siamo al condizionamento mentale.

Josh said...

ce n'è un'altra:

https://www.youtube.com/watch?v=pgZ9TbocgcQ

vende l'orologio d'oro (la cosiddetta "cianfrusaglia") per regalare ciarpame digitale, tablet & co (fatti in Cina e rimarchiati qui, che tra 6 mesi costeranno la metà e saranno sostituiti da nuovi modelli più...."performanti"), ai nipoti, ma con indosso probabilmente un maglione di Missoni.

Della serie: piegatevi al gioco usurocrate. Ma va, va....

Nessie said...

Pozzetto e figlio è semplicemente demenziale in questo spot sull'oro Cash.
Ne ho vista un'altra ancora peggiore: lui e il figlio che vanno in crociera, grazie agli usurai.

Josh, poi ci sono episodi di microcriminalità familiare molto noti, come figli o nipoti che portano via i ricordi dei familiari per andare a saldare i debiti al gioco: una porcheria nelle porcheria. Figurati un po' sostrarre beni durevoli come l'oro per poi avere carta straccia di cui sono perfino incapaci di tenersi in tasca.

Nessie said...

Già, c'è anche il poker on line. C'è gente che si lamenta di avere familiari drogati che non appena arrivano a casa, si mettono subito a giocare a carte. Da soli, of course.
E non basta dire che intanto trattasi tutti di "adulti". Perchè sono degli "adulti" anche quelli della pornografia on line o peggio della pedopornografia.

Se vogliamo essere onesti è proprio la non etica del "fa quel che vuoi" ad averci condotto a questi punti di manipolazione mentale.

Anonymous said...

Questo è un vecchio articolo del 2011 ma pur sempre importante per capire che molte di queste holdings del gioco d'azzardo hanno sede nei paradisi fiscali. E che lo stato le rinnova le concessioni, pur sapendo che provengono dai lidi off shore :

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/05/08/news/inchiesta_azzardo-15935482/

Zeta

Nessie said...

Bella questa! A noi ci vengono a tracciare se compriamo un paio di scarpe, ci controllano il contante (mille e non più mille), in compenso i pirati delle Antille e di altri paradisi off shore in combutta con governi delinquenziali, hanno diritto di rapina e di salasso di vecchi, giovani, pensionati, casalinghe ecc. E non basta risucchiare come vampiri tutto quel che hanno...Può accadere che ne vada di mezzo perfino la vita dei più deboli, come nel caso del povero ragazzo di Barano d'Ischia.

aladino said...

Grande Ezra Pound. Grande Nessie.

Bisogna aggiungere che i Big del Gioco vanno a distribuire i contributi direttamente in Parlamento.

Inoltre il colonnello della GDF che ha incastrato (con prove documentate) i Big evasori, uno solo deve 98 MLD/€ all'Erario). Incassi ZERO (Inequitalia se ci sei batti un colpo). Colmo dell'ironia hanno costretto alle dimissioni il colonnello.

W L'Italia.

N.B.: un pò OT. La Kyenge per dare lo ius soli ai clandestini, vuole togliere la cittadinanza Italiana a chi è nato all'Estero.

W L'Egitto. W la Kyenge. ciao.

Nessie said...

Grazie Aladino. E bisogna anche aggiungere che Messere Bunga con questi mascalzoni pirati delle Antille aveva il conto aperto. E' stato proprio lui il primo a fare incetta di lotterie, lottomatic, giuochi e giochini d'ogni tipo e altre porcherie, sotto i suoi governi. E continua...

Nessie said...

Lo stato latita (anzi, è complice) ma pare che ci stiano pensando i cittadini a fare "operazione Bar puliti" . Dalle slot machines, ovviamente :

"A Pavia è nata la prima mappa italiana dei bar «liberati» dai videopoker (online c'è l'elenco di tutti i locali della città nei quali i gestori si sono rifiutati di installare macchinette preferendo, invece, offrire passatempi alternativi)".

http://www.huffingtonpost.it/giuliana-proietti/il-gioco-dazzardo-in-italia-fra-business-e-patologia_b_3188420.html

Preiti, quello che ha sparato ai carabinieri davanti a Montecitorio, era uno di questi personaggi compulsivi.

Josh said...

Un tempo i giocatori erano solo quei delle bische e dei casinò,
o i parkinsoniani sotto cura con dopamina, che interferisce in alcuni con i centri cerebrali connessi al vizio (gioco, ipersessualità).

http://www.mainfatti.it/farmaci/Asl-denunciata-vizio-del-gioco-tra-effetti-farmaci-Parkinson_033624033.htm

http://www.viareggino.com/news/2008/11/03/perde-un-capitale-al-gioco-e-l-effetto-collaterale-di-un-farmaco-contro-il-parkinson/5033/1/

http://www.parkinsonroma.it/blog/static.php?page=static081111-101428

Il punto è che adesso quello che era un disturbo di alcuni parkinsoniani in trattamento con levodopa,
sta diventando una piaga sociale anche per chi non ha quella malattia e non prende quei farmaci.

Nessie said...

Josh, si impara ogni giorno qualcosa. Questa faccenda dei farmaci che curano il Parkinson ma che danno per effetti collaterali la dipendenza al gioco, mi era del tutto nuova. Tutto ciò, sta a dimostrare però la mia tesi iniziale. Qui non è questione di "Hybris" né di essere adulti né di "sapere a cosa vanno incontro". Ma di droghe e di stimoli manipolativi. E le droghe vanno fermate.

Josh said...

@Nessie...."si impara ogni giorno qualcosa"

...abbiamo un tale campionario di anziani qui che tra uno e l'altro conosciamo direttamente una marea di medicine, sintomi, effetti collaterali.....

Josh said...

Su Etleboro c'è questo pezzo sugli stessi temi:

http://etleboro.blogspot.it/2008/11/i-parkinsoniani-e-i-farmaci-intervista.html

e a lato si legge anche:

"L'arma delle multinazionali contro i popoli sovrani.

Corporation, gruppi politici e media utilizzano moderne tecniche di NEUROMARKETING per plasmare e manipolare le scelte e le decisioni dei cittadini.

I progetti di ricerca per il parkinson e l'alzheimer sono state per molto tempo la copertura per le sperimentazioni illegali sulle reazioni neurali alle caratteristiche dei prodotti.

Una volta individuata la chiave d'accesso ai desideri dei consumatori, il controllo dei consumatori è divenuto uno strumento di successo."

C'è da pensare.
Noi avendo e avendo avuto in famiglia sia alzheimer sia parkinson e avendo visto gli effetti di alcune sostanze, ci poniamo la stessa domanda.

Nessie said...

Mamma mia! letto, grazie Josh. Siamo ingannati e manipolati dalla mattina alla sera. E ogni occasione è buona per estorcerci quattrini. Tutti quanti ci usano come bancomat per spillarci denari, anche per curarci. Ma a quanto pare, è una CURA che funziona solo per loro.

Anonymous said...

Dimenticate fra i giochi più gettonati il "Vinci e Gratta" che trova molti affezionati tra i pretendenti alle cariche pubbliche... dalle più banali... come le cariche circoscrizionali...alle più pregiate...come le Parlamentari.
"Vinci" un bel posto di prestigio,nelle pubbliche amministrazioni e poi "gratta" quelli che ci guadagnano a questo gioco sono tanti..basta leggere i giornali o vedere i Tg.
E' per questo che c'è la "fila" di questi giocatori.... pretendenti a voler salvare l'Italia...con libere elezioni.Ciao Mar

Nessie said...

Eppure il meccanismo d'estorsione è davvero sbalorditivo. Prima si getta la gente nell'angoscia con la perdita del lavoro, la deindustrializzazione, le tasse espropriative, i prelievi alla fonte del risparmio, balzelli e rincari pesanti d'ogni tipo. Poi si raschia ulteriormente il barile costringendo la povera gente ad affidarsi alla Dea Bendata.

La Fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede bene, eccome.

aladino said...

Mi piace la storia di togliere i video-giochi dai locali pubblici.

Hanno protestato i Big dei giochi on line ?

ciaooooooooooooo.

Nessie said...

Non te lo so dire, Aladino. So solo che un minimo di tutela per la salute mentale (e ovviamente del portafoglio) può venire solo da qualche amministratore locale di buon senso.

Josh said...

vi potete consolare con i cartoni di Sky tv dal Corano. Ebbene sì....

http://guidatv.sky.it/guidatv/programma/ragazziemusica/educational/storie-dal-corano-1%5E-tv_395248.shtml

Sergio said...

Nel condividere in pieno l'esecrazione per quest'epidemia di giochi d'azzardo riporto una notizia che dovrebbe far riflettere:
http://www.lastampa.it/2013/07/17/esteri/si-ammazza-in-per-la-star-del-poker-gXCqz2V115AZgDGU7CeaGJ/pagina.html
Che tristezza!
Un saluto

Nessie said...

Josh, gli islamici hanno tanti difetti, come sai. Ma la verità è che in quanto a usura (prestito a interesse) e gioco d'azzardo a noi cosiddetti "occidentali" (nozione i cui molteplici significati andrebbero rivisti anche alla luce di nuove geopolitiche) , a mio modesto avviso non ci batte nessuno.

Nessie said...

Sì Sergio, una vera tristezza. Siamo lemmings suicidi e in via d'estinzione. Non bastassero i suicidi a causa dell'usura di Equitalia, ora si aggiungono anche questi di natura ludopatica.

Josh said...

Nessie...sì la notizia del cartone su sky non c'entrava col post....ma mi sembrava un po' insolito che in un canale tv occidentale in lingua italiana ci sia promozione per cartoni animati di "storie edificanti dal Corano".

Tornando in tema, sull'usura e prestito a interesse in occidente hai ragione...

in compenso "Azzardo" in lingua italiana deriva dall'arabo az-zahr, che significava dado: i più antichi giochi d'azzardo si facevano utilizzando dadi e vengono da quel mondo.

Nessie said...

Sì, lo sapevo già. Anche la parola Mafia deriva dall’arabo “mahyas”, millanteria . Abbiamo diverse parole arabe nel nostro vocabolario.
E comunque a onor del vero, peggio di Las Vegas (che è riuscita a trasformare in burletta e in scommessa anche i matrimoni) temo che non ci sia nulla. Per non parlare dei British e della loro fissa sulle scommesse. Scommetterebbero anche su quante volte va al gabinetto la Regina.

Nessie said...

PS e OT: A proposito di Regina Elisabetta, il capo della chiesa anglicana, ha firmato il documento sulle nozze gay:

http://www.tempi.it/matrimonio-gay-inghilterra-regina-elisabetta-ii-firma-legge-tradito-giuramento-dio#.UefnVY1M-Yk

Anonymous said...

Ecco alcuni siti di bookmakers inglesi con relativi bonus omaggio da spendersi:

http://calciostreaming.eu/SITI_SCOMMESSE_INGLESI.php

Z

Nessie said...

Mi piace perché poi regalano pure il bonus per invogliare i poveri bamba a giocare. Leggi: a perdere.
In questo link il Las Vegas club regala 300 euro.

http://www.adessogioco.net/pierce-brosnan-nel-nuovo-spot-di-vegas-club/

Josh said...

mentre impazzano gli...innocui... giochi d'azzardo...

è stata eliminata la pericolosissima Miss Italia.

Omaggio al gaycorrect?
omaggio al Fatwacorrect contro la donna discinta?
Omaggio all'anti-identitarismo (dava forse noia la dicitura -"Italia", troppo "nazionale")?

che mondo

Nessie said...

Eh certo! Vuoi mettere? E' stata Taleban Boldrini che ha fatto la sua crociata femministicamente corretta.
E perciò il primo concorso a saltare, è quello di bellezza. Qui bisogna picchiare duro e far capire che la Boldrina dal naso rifatto, non è (ancora) la Presidentessa della Repubblica.

Nessie said...

PS: Intanto Boldrini o Kyenge, ogni occasione è buona per mettere il bavaglio alla rete. Ovviamente pedofili, truffatori e giocatori d'azzardo ne saranno esentati

http://www.corriere.it/politica/13_luglio_18/polemiche-su-proposta-kyenge-legge-su-odio-controllo-social-network_3d200bc8-efaf-11e2-9090-ec9d83679667.shtml

Anonymous said...

Un commento all'articolo sopra indicato
Agli Italiani,quelli aborigeni,con papà e nonni Italiani...ormai è rimasto solo il diritto al"mugugno".
C'è chi ci vuole togliere anche questo????
Certo sono pochi,personaggi dell'ultima ora(e alcuni con poca conoscenza della psicologia nostrana) a spingere in questo senso...
Infatti i tanti politici "navigati" sanno che il mugugno,in fondo, è un buon freno a sfoghi peggiori.
Da un esame di coscienza,abbiamo poco da rimproverarci e siamo molto più brava gente di tanti altri paesi del mondo(vedi la confinante Francia)...dove il razzismo reciproco,là esistente, è sfociato in violenza...che da Noi ancora non c'è.
E' vero qualcuno(preso dalla foga) da Noi si permette battute,talvolta fesse,fuori luogo, ma che(riascoltandole)non mostrano,però, segni di rancore....tanto meno istigano all'odio reciproco.
In fondo,come ha fatto notare una trasmissione TV,accadono fatti peggiori,ai quali non si è dato peso...e pubblicità.
Un notissimo,gentiluomo,stimatissimo Leader politico,che ha studiato dai preti...ha dato del "nano" ad un suo collega bravuomo,anche'esso professore(colpevole di essere di bassa statura)....e il "nano" insultato non lo ha degnato signorilmente nemmeno,di un bel ma vai a quel Paese.
Penso che in queste uscite di battute,che ce ne sono a profusione,un buon scambio di scuse reciproche sia più che sufficiente... e specularci sopra rende tanto antipatici e sospetti,gli atteggiamenti spacciati per perbenismi.
Ma non tentassero di levare anche il "mugugno" agli Italiani già troppo provati,e scoglionati, per le forzature,e "novità", che stanno subendo....perché,allora, non è prevedibile che strada prenderebbe,la rabbia latente e lo sfogo conseguente....che ora si limita alla critica e alla satira.Ciao Mar

Maria Luisa said...

Nessie qua non si tratta di levare il diritto al mugugno, leggi qui, dagli studi sul comportamento umano al togliere le basi anatomiche e fisiologiche di risposta a determinati stimoli il passo è breve.
http://www.triesteallnews.it/index.php/scienze-a-tecnologia/4756-le-neuroscienze-del-razzismo-oggi-alla-sissa-con-il-ministro-kyenge.html

Josh said...

Qui si va verso la resettazione e riprogrammazione dell'amigdala, campi di rieducazione e riprogrammazione.

Ma è da tempo nell'aria.

Josh said...

ma scusate una domanda sul tema:

il controllo, la resettazione e la riprogrammazione dell'amigdala
vale solo per gli occidentali a cui deve esser reso accettevole a forza lasciarsi invadere e poi rubare, stuprare e ammazzare,
o
vale anche per gli allogeni che quando vedono gli occidentali li ritengono gente a cui rubare, da stuprare e ammazzare?

Non so, vorrei un chiarimento scientifico.

Anonymous said...

Mi riferisco al dotto articolo sopra segnalato,troppo dotto per le mie conoscienze in materia.
Di psicologia,ne capisco veramente poco,così pure di Neurofisiologia / Psicofisiologia....pertanto,in questo campo devo aprire le orecchie e chiudere la bocca....e cercare di capire...anche se con difficoltà.
Poi se si parla dell'"amigdala" , parte antica del cervello, sede delle funzioni emozionali(p.e. la paura) che conseguentemente stimolano la produzione di ormoni...adrenalina,dopamina,etc. ...allora debbo "doppiamente" tacere....leggere e apprendere.
Poiché sono per il"Dubito ergo sum".....non è che in questi campi d'avanguardia prendo tutto per oro colato.....mi limito a prendere atto di nuove nozioni a valle di ricerche serie, ma talvolta ancora a livello "teorie"....di cui oggi la scienza(in ogni campo) è prodiga sia ad affermare ,che poi a smentire.
Una considerazione,però,la voglio fare....siamo "fortunatamente" quasi tutti scampati,dall' essere ripresi da "belle tirate d'orecchie" o passar seri guai.....Noi della vecchia generazione.
Moltissimi adulti dei 50 milioni di Italiani hanno ancora nelle orecchie la minaccia delle loro mamme(quando piangevano troppo)...."Smettila o chiamo l'omo nero".....tipico a Roma......atteggiamento che hanno poi(irrazionalmente) ripetuto ,con i loro figli o nipotini....pe' falli stà boni.
Dopo,aver letto il dotto articolo,e su giusta segnalazione del CodaCons(Ente Consumatori),sugli aspetti potenzialmente diseducativi di linguaggi che inavvertitamente usiamo(forse da millenni).....senza immaginarne le" tragiche" conseguenze.....mi auguro(Io per primo).... che nessuno più voglia utilizzare con i suoi bambini simili diseducative minacce.Ciao Mar

Nessie said...

Mi pare ovvio che i soggetti da rieducare siamo noi. Amigdala o non amigdala. E sulla xenofilia omicida ecco un altro..."incidente" impunito ad opera di un marocchino che è andato a costituirsi su consiglio del suo imam:

http://euroholocaust.blogspot.it/2013/07/martiri-europei-beatrice-papetti.html

Nei piani di "esproprio" è presente anche l'esproprio della vita.

Anonymous said...

Dall'articolo citato leggo
"Per questa esternazione Calderoli è indagato dalla Procura di Bergamo per diffamazione aggravata dall’odio razziale in "seguito a un esposto" del Codacons, l’associazione dei consumatori".
Calderoli,ha riconosciuto,di aver detto una castroneria,così come lo riconosciamo tutti Noi...si è scusato in Parlamento,con un discorso che è sembrato sincero.
La Kienge ha accettato le scuse.... e il pubblico riconoscimento,da parte del Leghista della frase poco di "bon ton",e della gaffe tipica da "comizio padano".
Dalla Stampa,apprendiamo che tra i due diretti interessati,"sembra" che non ci siano più strascichi....50 milioni di Italiani prendono atto,che intelligentemente,per questo episodio, ha prevalso la buona volontà e l'intelligenza di entrambe le parti....e ne sono felici....Problema risolto,da non ripetersi!
Non riesco solo a capire , in che cosa specifica "i consumatori Italiani"debbano essere tutelati(come consumatori)......da una delle "tante" loro associazioni...per un caso come questo...che col "carovita" ci azzecca poco.Ciao Mar

Aldo said...

A proposito dell'articolo pseudoscientifico sulle neuro(pseudo)scienze, faccio notare questo inciso che squalifica l'intera pagina e tutto il suo contenuto: "ricerche recenti basate sul neuroimaging hanno mostrato che di fronte a fotografie di persone appartenenti a gruppi etnici diversi nel cervello di individui bianchi si attiva fortemente l'amigdala".

Urgono alcune precisazioni:

1. Lo studio è stato fatto per analizzare SOLO le reazioni dei bianchi? E perché mai?

2. Se è così, non nasconde in sè un intento razzista, un senso di spregio verso i bianchi?

3. Come è stato possibile identificare con tanta precisione dei "bianchi" da parte di chi sostiene che nell'ambito della specie umana non esistono razze?

4. Se davvero i "bianchi" avessero reazioni tanto diverse da essere statisticamente rilevabili e differenziabili, non saremmo di fronte alla dimostrazione non solo dell'esistenza (ovvia) delle razze nell'ambito della specie umana, ma anche dell'influenza della razza sui tratti comportamentali.

Questo se si vuole essere RAZIONALI ed EQUIDISTANTI, ovviamente. Ma sono certo che chi ha scritto quelle stronzate non voleva essere né l'una né l'altra cosa, avendo tesi precise e assai ideologiche da dimostrare.

Anonymous said...

Ciao Nessie, questo del gioco è un'altro dei numerosi aspetti del degrado sociale e personale indotto o spontaneo che sia. Pensavamo fosse un fenomeno da favela sudamericana ed invece eccolo qui accompagnato da altri simili. Se ci salveremo, e non lo credo, la salvezza non verrà di certo dal "popolo". I "Maiali" della attuale Fattoria degli Animali l'hanno studiata in ogni dettaglio la nostra sottomissione.
Scarth

Nessie said...

Sì, Scarth è così, i maiali della Fattoria hanno studiato una guerra contro di noi, con le più diversificate armi. Ma come si dice, in fondo al vaso di Pandora, c'è sempre una tenue speranza. Stasera aggiorno il blog. Qui fa caldo e stare al pc è quasi impossibile.

Anonymous said...

Caro Scarth
Condivido abbastanza la metafora orwelliana,fatta all'epoca, dalla Perfida Albione,riferendosi alla Russia post rivoluzione "democratica"(?)(del '18).....uomini non ce n'erano quasi più...ai posti di "comando" in maggioranza "maiali"......il popolo libero(?)...tutti schiavi dei maiali(basta vedere chi erano i loro parlamentari).
Ma noi siamo Italiani(eredi dei Romani)..."tutta n'artra parrocchia"....e malgrado quello che sta succedendo sarei un po' più ottimista....da Noi....azzardo la previsione che ..... "sues(maiali)non prevalebunt".
Sempre per seguire Orwell nella sua "metafora"... anche da Noi ci sono tanti animali.....ma ancora "moltissimi uomini"....purtroppo un discreto numero di maiali...e tanti "norcini" che manipolano i maiali,fino a renderli "irriconoscibili"...abbiamo così una nuova classe di "derivati" come p.e. Salami...Mortadelle(?)...e CapoColli(?).
La nostra santa Religione,inoltre,non ci obbliga al rispetto di tabù alimentari....e quindi.....i maiali ce li possiamo pure mangiare,anche se duri a digerire....senza fare peccato.....
Fai passare il caldo e vedrai....dopo le "irrevocabili" decisioni di settembre/ottobre.....quanti di questi maiali verranno(metaforicamente) sacrificati in salcicce dai loro stessi norcini...
Salcicce che noi ci pregeremo di gustare accompagnate da un po' di fagioli,e un bel bicchiere di vino nostrano rigorosamente DOC.....Ciao Mar