08 April 2013

Il ruolo delle rivoluzioni internettiane




Ecco la rete dei Grillini. La struttura piramidale su cui sono stati progettati
i sistemi di controllo delle masse come Blog e Forum.
 
 

Il World Wide Web (nome di origine inglese), in sigla WWW, più spesso abbreviato in Web,anche conosciuto come Grande Ragnatela Mondiale, è un servizio di Internet consistente in un insieme vastissimo di contenuti multimediali e di servizi accessibili a tutti o ad una parte selezionata degli utenti di InternetSpesso assumiamo certe sigle e acronimi dimenticandone la loro denominazione (e funzione) mondialista. Questo articolo prelevato dal sito Etleboro, ci spiega la natura delle rivoluzioni e rivolte colorate internettiane, chi le promuove e a chi giovano. Ovviamente rientra in questo novero anche il recente grillismo. Non siamo più al todo logo ma al todo avatar. Si pensi ad esempio al V del Vaffan Day a 5 stelle. Un V rossa che emerge anche dalla parola moVimento. Non siamo più al medium come mezzo di comunicazione di massa, ma al mezzo-fine in sé e per sè. Al medium-message al di là del contenuto. Credo che questo pezzo fornisca un'ottima riflessione di quanto stiamo vivendo, dei mezzi informatici adottati che stanno diventando per noi, invasivi come comuni elettrodomestici. Ma anche delle trappole ivi nascoste. Le potenti oligarchie finanziarie ci inoculano il veleno ed esse stesse ci danno l'antidoto. Il loro.






Resterà una vana illusione la tanto attesa rivoluzione che il cosiddetto ‘movimento del web’ ha previsto, lasciando dietro di sé terra bruciata e delusione in chi ha creduto di poter cambiare il sistema. Questa osservazione non vuole essere un’espressione politica, bensì solo l’amara constatazione scaturita dall’analisi della manipolazione demagogica che è stata effettuata sulle masse, grazie agli efficienti strumenti forniti dal web. Tutto sembra facile, campagne elettorali e conferenze mondiali in streaming senza alcun dispendio di denaro pubblico, comunicazione trasparente e partecipazione collettiva. Un miraggio che diventa realtà, se si pensa che il costo della politica si aggira intorno a 1-2 miliardi di euro. Ma quello che può sembrare un’utopica realtà, alla portata di tutti e a costo zero, si rivela un’arma a doppio taglio, consegnando nelle mani dei ‘nuovi Banchieri’ le chiavi per comprendere e quindi raggirare l’elettorato italiano. L’entità che infatti si annida dietro questo movimento, non è il frutto di un complotto degli Illuminati o del Nuovo Ordine Mondiale, non è una lobby petrolifera o del nucleare.

Il fenomeno del grillismo è davvero il prodotto del Web, e quindi delle lobbies della cybernetica, dell’open source e delle multinazionali dell’informatica. Google, You Tube, Yahoo, Facebook, Skype, ecc., sono i nuovi banchieri, che non avranno bisogno di petrolio perché è cambiato il controvalore economico. "La crisi è proprio questo, è l’ingresso della cybernetica nella produzione reale, la distruzione del controvalore numerario di oro e valuta, per far posto all’unità di valore intellettuale cibernetico, che può essere il click dei banner, il download e il numero delle ricerche: questi saranno i parametri che misureranno le nostre prestazioni intellettive, la compravendita di servizi e merci, e la stessa visibilità sociale" ( Da Etleboro, “ISP e informazioni: banche centrali e moneta del futuro”, 17 dic 2008).

Società come You Tube e Facebook, forniscono in maniera gratuita gli strumenti , per far sì che si vengano a creare dei movimenti spontanei che possano utilizzarli per comunicare. Anche se non si condividono i metodi e gli applicativi imposti, con il tempo non si potrà fare a meno di loro, entrando inevitabilmente negli usi e costumi quotidiani. Non è necessario essere d'accordo con loro, ma impongono che tu gli dia fiducia, anche se loro non si fidano di te. Dovremmo cominciare a fare un po’ di conti, e quantificare il costo ipotetico da sostenere per far riecheggiare nell’etere il suo Tsunami Tour in diretta streaming in HD, con migliaia di utenti collegati in tutto il mondo. L’effetto domino è stato simile a quanto accaduto con la Primavera Araba e i movimenti di Occupy , dove tutto è stato organizzato attraverso blogger e attivisti anonimi, sapientemente addestrati per diffondere idee e simboli sintetici di false rivoluzioni. Il tutto amplificato dall’accreditamento dei media internazionali, che hanno presentato al mondo “il volto della resistenza al regime”, consacrando loro il ruolo di opposizione ufficiale ai poteri da abbattere. Nella realtà, le rivoluzione amare del “Game Over” di Egitto, Libia, Tunisia e Algeria non hanno fatto che riportare la bandiera di Al quaeda nel Nord Africa, fanatici tagliagole e violentatori, che hanno preso il posto di quella che era chiamata democrazia del web (Da Etleboro, "I mercenari della democrazia", 7 ago 2012 - "Un'arma di distruzione di massa digitale, 23 giu 2011 - "La rete di Soros che finanzia il crimine invisibile", 10 mar 2011)

Oggi si è caduti invece nel ridicolo, e si vuole presentare delle società private come un simbolo di garanzia democratica. E pensare che fu proprio la IBM a vendere alla Germania Nazista i sistemi per catalogare gli ebrei, creando le prime macchine di calcolo dei dati, mentre oggi i Mormoni battezzano i morti per ampliare gli adepti che "discendono dalla setta", grazie alla più grande catalogazione delle anagrafi di oltre 100 paesi, grazie ad un imbroglio informatico. Le società cibernetiche si sono già appropriate dell'esperienza delle sette, e stanno studiando sistemi che consentiranno di aggiornare un profilo anche da morto, manomettendo la vita storica degli esseri umani. Non è altro che business, che va oltre lo Stato, con un piano strategico che porterà ad accumulare soldi e ricchezza, grazie ad un patrimonio inestimabile. "Le masse occidentali infatti credono di avere un potere e dei diritti, ma è così solo in apparenza: con il tempo le loro prerogative sono passate nelle mani di speculatori, delle holding dell’informazione. Questi, tramite il loro potere di comunicazione, muovono le masse facendo leva sui loro consumi. Gli "invisibili" - come chiameremo le entità economiche che gestiscono questo sistema vitale - hanno capito che, nutrendoci con dei beni materiali e culturali medio-bassi, possiamo essere manipolati mediante un piccolo slogan e dei discorsi politici. Le masse, utilizzando Twitter e Facebook, non fanno altro che alimentare i potenti fornendo loro le proprie informazioni. Tali meccanismi ci fanno capire come "emigrano" gli interessi delle grandi multinazionali verso il consumo e le risorse da sfruttare" (Da Etleboro, "La macchina pensante", 11 dic 2008) .

Di fatti, mentre la democrazia costruita nei secoli dall’umanità è basata sulla fiducia, questi sistemi piramidali – come Facebook, Twitter - consentono un tracciamento di fondo ed automatico, perché ognuno inserisce la propria informazione, fornendo alla società che ne detiene la proprietà e i codici sorgente l’accesso ad un’immensa banca di dati. Attraverso l’analisi semantica, le società di gestione dei dati tracciano i profili degli individui e quindi di intere società: preferenze nei consumi, interessi intellettuali, ma anche frustrazioni, sentimenti, desideri. Una preziosa risorsa, insomma, per creare delle campagne elettorali perfette, sincronizzate e perfettamente aderenti alle prospettive degli utenti (Da Etleboro, "Facebook e il mondo degli inutili", 29 dic 2008).

Ed in effetti la parola “utilizzatore” e non “cittadino” è più adeguata per definire queste masse informi che popolano forum e blog, accaniti sostenitori di Youporn, scansafatiche e segaioli, che hanno creato il loro alter ego sdoppiato di ipocrisia in Facebook. Tuttavia, questa onda anomala che si vuole provocare può funzionare forse in America, dove le persone sono ridotte al minimo storico di civiltà educativa, non conosco neanche più i sentimenti, si amano attraverso un PC e si nutrono di chimica. Creare dei movimenti di frustrati e di disperati, dei movimenti di cloni di individui mobbizzati dal lavoro, rischia di degenerare in una società come la nostra in “esercito di kamikaze”, e qualcuno dovrà prendersi delle responsabilità.
Ogni pseudo rivoluzione architettata si chiama shock di civilizzazione, e serve quando la bolla sta per scoppiare, e dare l’impressione di cambiamento. Tutto questo è controllato, schematizzato e ben definito, ecco perché non ci crediamo.

Quando si vuol far credere che "è la società civile che sceglie", e che la democrazia diretta ti porta al potere facilmente, è lì che bisogna riflettere. Anni fa ci chiamarono complottisti, perché parlavamo della crisi moderna causata dall’ingresso non regolamentato della cybernetica nei nostri sistemi industriali. Abbiamo avuto il coraggio di resistere, tra il male e il bene, tra il Bianco e il Nero, ma pochissimi ci hanno capito. Purtroppo l'ignoranza dei cittadini deve confrontarsi con il mondo reale, e vedremo solo allora se Facebook darà la soluzione. Lasciate quindi tastiera e Ipad, riaprite i libri nelle biblioteche, e leggerete la vera scienza.

Da Ci chiamarono complottisti  a cura di Etleboro

 
 
 


55 comments:

Massimo said...

Il sistema assemblearistico grilino (pensiamo anche alla sua "proposta" di far funzionare il parlamento anche senza governo) sembra la versione del duemila di quella "oclocrazia" che Polibio indicava come la degenerazione della democrazia e prodromo, nella teoria dell'anaciclosi, della monarchia ... purchè non si debba attendere troppo ... :-)

Nessie said...

Ah, è vero. Tu poi ce l'hai sempre con questa "oclocrazia" :-). Ma se guardi bene, Massimo, pure nel '68 c'era l'assemblearismo col leader carismatico di turno. Capanna è venuto da lì. Idem Adriano Sofri e vari altri leader che poi, guarda caso, andarono ad occupare posti ragguardevoli nei media.

Huxley said...

Nessie, se tutti lasciano le tastiere quelli come me finiscono a dormire sotto i ponti :)
Battute a parte, io posso solo osservare che 'la rete' è uno strumento (o almeno devrebbe esserlo) utile in tanti campi, ad esempio per far comunicare persone anche lontane a costi bassi (vedi e-mail o skype), oppure per renderti disponibili informazioni che prima richiedevano tempo e sforzi assai superiori.
Per quanto riguarda i social network, nessuno ti costringe ad aprire un account su Facebook o Twitter (io non li ho e mi guardo bene dal farlo); il loro succeso mi pare duvuto alle smanie esibizionistiche-narcisistiche delle persone, che dovrebbero sapere di essere osservate anche da certi occhi 'non disinteressati'.

Sempre per quanto riguarda la tecnologia, credo che leggere un libro da un e-book reader anzichè dal supporto cartaceo non sia un delitto, io faccio entrambe le cose e quando, per esempio sono su di un mezzo pubblico, apprezzo molto la prima soluzione, che ti consente di avere una libreria al peso di pochi grammi.

Quanto al tracciamento dei dati hai perfettamente ragione, è uno scandalo degno dei tempi (bui) che stiamo vivendo; nei browser più moderni sono state inserite funzionalità per disabilitare il tracciamento, ma dubito che il problema venga risolto così facilmente.

Nessie said...

Gesù Cristo diceva: "NOn ripetete parole". Perciò mi perdonerà se sono costretta a ripetermi. Nessuno parla di ritornare alla capanne o ai piccioni viaggiatori per comunicare, Huxley. Se hai letto bene il titolo è di rivoluzioni internettiane internazionalizzate che si parla. Non ho detto che se fai l'informatico devi andare a dormire sotto i ponti, rinunciando al tuo lavoro.

Quanto alle varie rivoluzioni colorate (quelle baltiche, quelle mediorientali e l'attuale grillina) la loro estrema rapidità è la cifra per capire la loro inconsistenza nonché il loro grado di fasullagine.
Nel commento delle 6: 28 che ho fatto (post "Gruppo di famiglia in Eurotower) ho fatto un esempio quotidiano. Se un gruppo di abitanti di un quartiere bolognese non riesce a mettersi d'accordo per un'azione comune di NON pagare l'IMU (o almeno di ridurne l'importo), figuriamoci se è in grado di trovare via Internet una coesione per buttare giù il governo.

Concludendo: i rapporti umani si costruiscono de visu e dal vivo. Le scorciatoie virtuali non sono possibili. E' questo il senso della mia polemica.

Aldo said...

La tua non è una polemica, è una oggettivissima e correttissima osservazione. Internet, e a monte gli elaboratori elettronici, sono strumenti potenti e preziosi. Il problema sta nel fatto che quegli strumenti, come sempre, finiscono nelle mani sbagliate e vengono usati per scopi ben diversi da quelli dichiarati in origine. Il problema sono quelle mani, che andrebbero tagliate senza troppi complimenti. E' che sono mani armate e fanno parte di organismi che di "umano" hanno ben poco...

Nessie said...

Aldo, se nel pacchetto del cosiddetto "progresso" ci sono ottime medicine salvavita, ma anche le bombe a grappolo, io non posso dire: "scelgo le medicine e scarto le bombe". POiché fanno parte del solito "pacchetto". Prendere o lasciare.

Nessie said...

Per inciso: non so chi sia esattamente questa ong di Etleboro. Potrebbero essere degli altri fake tutt'altro che patriottici e identitari, che però hanno interesse a fingere di esserlo :-).

POiché d'ogni cosa occorre farci sempre la TARA.
Ma se dovessi linkare solo i siti che rientrano perfettamente nella mia visione del mondo, rimarrei con ogni probabilità senza links.

Senza contare che anche l'eccesso di scetticismo e di pessimismo ad oltranza è provocato e voluto ad hoc per demoralizzare le masse.

Josh said...

post che sottoscrivo dal principio alla fine. (dopo riprendo una cosa nel post sottostante).

dici Nessie
"Se un gruppo di abitanti di un quartiere bolognese non riesce a mettersi d'accordo per un'azione comune di NON pagare l'IMU (o almeno di ridurne l'importo), figuriamoci se è in grado di trovare via Internet una coesione per buttare giù il governo."

Tutto vero. La "democrazzzia" del web in realtà non esiste, o per lo meno non come la si intende comunemente. Le "unioni" tra persone,
per esperienza, vita, lavoro, opinioni, scelte concrete in vista di un obiettivo comune si fanno de visu.

E da noi per quella questione nessuno si ribella realmente, se non singoli scontenti, ma nè il web nè nella realtà si riesce a cambiare nulla.

Preso atto del fallimento del web per aggregare verso l'azione (in questo caso, un gruppo anti-esosità IMU),
giusto per concludere l'argomento, de visu nemmeno si riesce da noi perchè:
Uno dei Comuni più cari d'Italia e più "astratti" e nullafacenti si regge ancora per
_appoggio ideologico di oltre il 50% dei cittadini, per pura ideologia (ed età);
_le clientele fortissime tra assicurazioni rosse, banche rosse, coop rosse, cooperative e annessi e connessi che su questa situazione si esosità fiscale ci mangiano sopra
(e con loro gli affari che vi ruotano intorno, le consulenze, gli appalti....)
_molta gente che tuttora vuole pagare l'IMu anche molto aumentata (pure pensionati che non hanno parenti in amministrazione) convinti che le Tasse sono sempre e solo per il nostro bene, anche davanti al fallimento Monte Fiaschi.

Davanti a cose del genere non conta nè l'aggregazione web (di solito fallimentare o sottoposta alla fenomenologia ci cui sopra) nè l'aggregazione dal vivo,
finchè ci dobbiamo scontrare con gente che immolerebbe la madre, la figlia o la nipote ai voleri strozzini europeisti o di "Partito".

Nessie said...

Josh, ho letto anche sullo stesso tema, il tuo commento nel post precedente sull'Eurotower.

Quel che anche qua dentro si fatica a voler capire ( e che io mi sto stufando di ripetere) è che è stata scardinata la coesione socio-territoriale che ti permette di riconoscerti in una VERA comunità di persone. In compenso ci mettono in mano il balocco High Tech dove puoi "condividere" (chissà cosa, come e dove) e dove alla comunità di cittadini, si sostituisce la "community" virtuale. Ma intanto l'IMU, la Tares, la Tarsu e altre rapine restano lì.

Quelli che... non riescono a trovare quater amici veri e che la sera cenano da soli con 2.500 amici virtuali, smanettando sul mouse...Oh yeah - canterebbe Jannacci, se fosse ancora vivo.

Josh said...

La coesione nella comunità di un territorio doveva essere data da condizioni di vita comuni, vicinanza, condivisione di problemi, l'identità stirpe.

Da 70 anni la lotta contro l'identità, la stirpe, la gens è stata violenta, perchè legata al sangue e all'appartenenza.

Basti pensare alla smania di cancellazione di ius soli e ius sanguinis, come fatto recente più eclatante.
O alla stessa Europa verso gli stati membri con la "sempre progressiva cessione di parti di sovranità". Che è anche (cessione di) proprietà, identità e appartenza. Fino a cedere, di fatto l'aria che respiri.

Su queste già avvenute distruzioni, prima di tutto nell'interiorità e nel senso comune della gente,
si situa il web, con la falsa vicinanza.
Sì certo sul web si diffondono anche cose sapide (solo talvolta eh), ma manca la fisicità e la territorialità.

Il punto è che la territorialità non manca solo sul web, ma anche...sul territorio! E' questa la doppia rovina.

Se da una "comunità" (che non è una..."community") mancano ( e ormai di fatto mancano) idee condivise, storia e origini condivise (c'è stata una riappropriazione violenta della memoria collettiva da parte di alcuni "gruppi" e sue "opportune" correzioni multiple, + il politically correct), la famiglia è distrutta come idea dall'ideologia, battaglia ormai 70-40ennale, la religione per carità,
queste sono tutte coordinate che dovevano essere comuni e creare unità (quindi anche possibilità reale di unirsi contro i soprusi) già distrutte.

Su una realtà del genere, il web è solo la ciliegina sulla loro torta, quasi inutile a fini migliorativi. Se va bene ci sfoghiamo un po'. Quando va bene cresciamo un po' in consapevolezza. A volte prendiamo cantonate, ma nel frattempo lasciamo per bene tracce di ogni nostro passaggio a uso e consumo di lorsignori.


Nessie said...

Senza contare che proprio perché lasciamo tracce sui nostri gusti, disgusti, idee e opinioni, prima o poi non potremo nemmeno arrivare a sfogarci con la tastiera come è avvenuto ad altri blogger che predicavano idee scomode e politicamente non allineate, come è avvenuto a quei ragazzi che sulla pagina di FB si sono permessi di criticare Napolitano.

Ma allora (e forse solo allora) da un Male (la censura dell'Internet) nascerà un Bene, perché almeno la gente riprenderà a riunirsi umanamente, come è sempre avvenuto.

Josh said...

sì ho capito veh....
è che dovevo ancora finire di rispondere, passavo dal caso particolare al generale....

La coesione socio-territoriale che ti permette di riconoscerti in una VERA comunità di persone in effetti non c'è più.

L'idea stessa di comunità con almeno qualcosa di condiviso è stata distrutta goccia a goccia con strategie note, a partire dalla scuola fino all'università.
DAl dopoguerra. Poi ha avuto un picco col 68. Ci aggiungiamo il 76-77, e di lì nessuno più si è ripreso.

Aggiungerci tecnologia e informatizzazione non risolve infatti nulla.
E sul balocco hi tech non si deve neanche più "condividere", magari,
ma "share" ...eh beh :-) che mondo

Assolutamente: l'IMU, la Tares, la Tarsu e altre rapine restano lì.
Non c'è verso di scansarle.

E in più partecipando a parte almeno della vita web ci siamo schedati da soli in pensieri, parole, opere (e spese) e omissioni, gusti, predilezioni...
fino a lasciare di noi un ritratto anche dell'interiorità facilmente ricostruibile.
Cosa un tempo assolutamente impensabile.

Una vecchia pubblicità dei cellulari Omnitel suggeriva:
"E' tutto intorno a te"

...faceva pensare come che il mondo fosse ai tuoi piedi.
In realtà eri tu che ti eri messo alla mercè del mondo con non solo i dati personali, ma anche i dati interiori universalmente in chiaro.

Quando nel post sottostante scrivevi che il vero microchip, al di là del contestato Verichip, era questo essere attaccati già a queste macchine (prima dell'altra futura) è una grande verità.
Ci hanno diviso e sterilizzato il cervello: e infatti un'azione vera e comune, condivisa contro almeno le megatasse, non la si vede da nessuna parte.

Potenza del web.
ma presto il PD con aggregato Monte Fiaschi annunciano che faranno una manifestazione "contro la povertà".
eh beh....




Nessie said...

NOn ti resta che affidarti al Casaleggio di turno, che magari sia in grado di organizzare una "piattaforma internettiana" di protesta per l'autoriduzione dell'IMU, visto che una decina o ventina di condomini riuscirebbero solo a litigare.

Poi i vari gruppuscoli internettiani (o internati da manicomio, dipende dai punti di vista) si guardano tutti in cagnesco l'un l'altro perché ciascheduno pretende farsi paladino della "purezza rivoluzionaria". Pensa a Barnard che spara a palle incatenate contro tutto e tutti, ma intanto è sempre lì.

Mammamia come siam conciati! Ah beh, sì beh...

Huxley said...

----- Messaggio privato, da non pubblicare -----
Nessie, la tua posizione mi è chiara, come spero lo sia anche la mia ed è manifesto che in questo caso divergono notevolmente; succede e non è detto che nessuna delle due sia corretta.
Postando su internet mi è capitato di sentirmi dare del comunista, del berluscones e persino dell'infame, in quest'ultimo caso perchè avevo osato criticare proprio il berlusca.
'Tardo di comprendonio' è la prima volta, lo metto nel cestino assieme al resto e seguo l'esempio degli altri casi, saluto e mi congedo.
Si può essere d'accordo sul 98% delle questioni, ma se non esiste rispetto sul 2% rimanente, allora
è meglio lasciare perdere.
Stammi bene

Josh said...

Su Etleboro ci sono spesso notazioni d'interesse.
Ne estraggo una dal post che dovrebbe farci riflettere anche più a vasto raggio.

"La crisi è proprio questo, è l’ingresso della cybernetica nella produzione reale, la distruzione del controvalore numerario di oro e valuta, per far posto all’unità di valore intellettuale cibernetico, che può essere il click dei banner, il download e il numero delle ricerche: questi saranno i parametri che misureranno le nostre prestazioni intellettive, la compravendita di servizi e merci, e la stessa visibilità sociale"

certo, se seguiamo il ragionamento siamo portati a dire che il tutto è genericamente vero, ma dobbiamo approfondire la prima parte dell'assunto in cui io credo particolarmente.

Un aspetto della crisi, come dice, ma anche un aspetto del cambio epocale non costruttivo che viviamo è il virtuale messo al posto del reale, questa sostituzione impropria, una strana dottrina dello scambio,
anche nell'economia e nella creazione di beni, come nella promozione sociale delle persone.

Il passaggio dalla produzione reale (di qualunque cosa) a quella virtuale è speculare alla distruzione del controvalore reale di oro e valuta cui viene sostituita l'astrazione cyber/immagine virtuale della cosa.

Pochi i settori in cui questo non avviene...avviene nella moneta, nel "sapere" ...giusto per acqua e cibo ancora non siamo riusciti a renderli del tutto virtuali e cyber.
(...) Siamo di nuovo al ribaltamento di valori e valenze tra res e signa, tra la cosa in sè e il suo simbolo evanescente e virtuale.

E' una china molto pericolosa in cui i beni tangibili sono sostituiti dalla loro icona, lasciandoci in mano un pugno di mosche (anche dei nostri conti correnti, ovviamente).

altro che "è tutto intorno a te". Il guaio è che non è più tangibile nulla, e in seconda istanza soprattutto che non è più davvero tuo.

Questa fuga impropria di attributi dal reale al virtuale è un gioco perverso che si risolve sempre in un esproprio, in una sottrazione (di bene, di valore, di realtà).

Nessie said...

Huxley, ho controllato e passato in rassegna tutti i commenti da me espressi. Ma il termine "tardo di comprendonio" non vi compare proprio.
Tuttalpiù ho usato la locuzione "quel che si fatica a comprendere". E comunque se volevi un pretesto per allontanarti (padronissimo di farlo) non si virgoletta surrettiziamente quanto io non ho espresso, tanto per dare la stura a una polemica che non esiste circa i dissensi e le etichette che avrei usato (né "infame" né "berluscone" né "comunista" nè "duro di comprendonio"). Ma anche questo fraintendimento, evidentemente, fa parte di quella comunicazione virtuale di cui se ne elogiano gli strepitosi effetti.

Per il resto, sei libero di regolarti come più ti aggrada.

Nessie said...

Josh "Siamo di nuovo al ribaltamento di valori e valenze tra res e signa, tra la cosa in sè e il suo simbolo evanescente e virtuale.

E' una china molto pericolosa in cui i beni tangibili sono sostituiti dalla loro icona, lasciandoci in mano un pugno di mosche (anche dei nostri conti correnti, ovviamente)".

Certo che sì. Già la spesa di plastica (carta di credito) ne è un cruciale passaggio. Se a questo aggiungi anche le carte prepagate che molte famiglie usano per i giovani che vanno in università, anche questo è un balzo in avanti verso questo wonderful world sempre più "astratto". Poi c'è il credito telefonico e perfino la possibilità di ricaricare " a debito". Insomma ce n'è una riga. Altro che "relativismo" come diceva il buon Ratzinger! Qui siamo all'atomismo di Democrito.

Tu guarda anche le relazioni cosiddette amichevoli internettiane. Non ci si conosce affatto, eppure si litiga stolidamente, ci si piglia, ci si attovaglia, ci si lascia curuccucù e bye bye. Il tutto virtualmente. Sta diventando un perfetto scemenziaio nel quale ci siamo tutti dentro.

Intanto i vecchietti dovranno andare a pagare la consulenza perché in nome dell'elettronica, il CUD cartaceo non arriva. Ti arriva un pezzo della tua password, ma poi l'altro pezzo te lo mandano per posta per via della privacy. Vien fatto di sbellicarsi dalle risate: la privacy, quella che non esiste nemmeno più nel tuo risparmio bancario.

Josh said...

Prima di passare ai tanti punti toccati dal post, secondo me si possono rivedere ancora altre tue considerazioni che rimangono vere, sullo sfondo, ma...sine qua non.

Su Internet abbiamo trovato fake, e gli "uno, nessuno, centomila", matti vari e frustrati.
Informazione, baggianate e anche controinformazione fatta meglio per ragionare e capire,
ma pure una uguale se non maggiore dose di pattume.

MA è pattume anche una notizia vera, o 10-100 link, che mancano di contesto, che mancano cioè di situare un fatto nella sua esatta portata all'interno di un contesto vero e sicuro.

Che da internet, siano per es. Grillo o anche Barnard o Byoblu, parta una rivoluzione vera e sentita è davvero sciocco.....anche se ci fosse una sollevazione sarebbe manipolata.

Se non altro da quegli stessi gruppi che sono i proprietari dei motori di ricerca o ospitano le piattaforme blog e portali.
Mica sono neutri i signori dietro Twitter, gli Yahoo, i Fessbuk, ma anche Google e che so Myspace, e così tutti gli altri.

Penso che questo rimanga una cosa da meditare e quantificare bene, prima di sperticarsi in surplus di fiducia.

ma non è per fare i sospettosi, basta vedere le già accadute "rivoluzioni colorate" in altri paesi, con propaggini anche qui, palesemente imboccate, studiate a tavolino, false, sospinte da spin doctors telecomandati.
Che magari si abbarbicavano a un malcontento più che reale.
Rivoluzioni fallimentari per di più. MO compreso.

O come i fondi UE spesi per mettere in giro spammatori-disturbatori mandati a elogiare a forza l'EurOOpa in quei siti euroscettici.
Internet è anche un'arma.

Da noi grillo & Patti Smith/casaleggio ne sono un altro esempio: ma che fanno poi realmente? che significano? E' un'altra rivoluzione tarocca! Non corrispondono nemmeno al tutto e contrario di tutto enunciato fin da subito: no euro/si euro; no massoni/sì massoni...
Ma è evidentissimo che la maggior parte del tutto è strafalso, si contraddicono nella stessa giornata! Altro che "bobbolo del uebbe".

Immagino che ci sia chi ci vive sopra, al web, è ovvio, e si risenta.
Ma non vediamo taumaturgia dove non c'è miracolo, suvvia.

Nessie said...

Facciamo un po' di cronistoria sulle rivoluzione italiane finora subite? MANI PULITE (Clean Hands) e il Popolo dei Fax. Pensiamoci, o meglio, ripensiamoci sopra.

Il bianco era allora il colore egemone. Guanti bianchi, palloncini bianchi, striscioni bianchi davanti a Palazzo Marino di MI. Poi il Fax era allora, quel che oggi è il web. Eppure i media ci fecero credere che fosse un "fenomeno di massa". A ripensarci, quante persone in casa disponevano di un fax? Ecco un'altra bella taroccata mediatica. Poi l'Uomo della Provvidenza Di Pietro, non è servito più e allora prima gli si confeziona lo scandaletto giusto al momento giusto, poi la debacle elettorale... INFINE può pure tornare a fare o' Zappatore.

Ora arrivano i Grillini e il problema più importante per quelle due facce da grandi intelligentoni di Crimi e dalla Lombardi, qual è? L'ineleggibilità di Silvio Berlusconi e il conflitto di interessi.

Intanto leggo qui, che iniziano fronde e risse interne. Come? Via InFernet naturalmente:

http://www.corriere.it/politica/13_aprile_08/movimento-cinque-stelle-lombardi-annuncia-occupazione-del-parlamento_139d8488-a05e-11e2-b85a-0540f7c490c5.shtml

Ma va' là?!?

Domani si annuncia un'occupazione parlamentare. Non so tu, ma io di questo fasullame ne ho piene le cosiddette...

Nessie said...

Ah..dimenticavo il look di Grillo davanti al Quirinale:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/i-grillini-si-svegliano-occupiamo-le-camere-tutti-votino-lineleggibilit-di-berlusconi-e-dei-53761.htm

Non ti ricorda Ceausescu? :-) Tale quale...

Mar said...

Una opinione personale,a sostegno,ma nello stesso tempo in contrasto,con il pessimismo mostrato in questi ultimi commenti da Nessie(per cercare di farla "ritornare" ottimista).
Rimaniamo nel tema di "creare"una opinione pubblica corretta,usando Internet.
E' vero.......Marpioni dai mezzi economici/psicologici ricchissimi,possono manipolare,in siti "acchiappamosche",una buona parte dei lettori dei vari Bloggers....caratterizzati da intelligenza non brillante e cultura da "stadio"....Questi andando a votare danno origine a fenomeni "passegeri"come il "grillismo".....ma è tutta gente col fiato corto,che dura poco, e facilmente "rimanipolabile".
Invece vediamo i successi che questo sito,e altri similari hanno ottenuto in una "mutazione" stabile della visione della vita,nei suoi lettori,e fra i loro conoscenti...Troppi ormai sanno che
-La crisi(sempre ugualmente ricorrente nella storia) è primariamente colpa di gruppi di avidi,paranoici che mirano(senza successo) al dominio del mondo,accentrando tutte le ricchezze...e cercando di creare una informe massa di servi della gleba.
-L'interfaccia tra i pretendenti padroni e i destinati servi....cioè la "classe politica" è al servizio degli strozzini e non del popolo....e sono i veri e unici colpevoli della formazione dei debiti pubblici,di cui ne giovano i loro mandanti.
-Le agenzie di Rating,sono vecchie baldracche,al soldo,degli usurai,che con l'aiuto di nostri consanguinei compari,svalutano il valore delle nostre aziende,per permetterne l'acquisto da strozzinaggio, da parte dei commercianti di denaro.
-il popolo bue...mediocre...colto e quello illuminato è assolto,perché quello che spreca è molto di meno di quello che consuma e lautamente paga con le tasse.
Cara Nessie ti pare poco tutto ciò,il Popolo sà(anche attraverso questi blogs) che è strozzato,e per questo è imbufalito....Una buona notizia letta su questi blogs...dà molti frutti....come il seme(evangelico)che cade in un buon terreno,e frutta(parlandone con gli altri)per cento volte...o il granello di senape da cui nascerà un enorme albero per dare rifugio a tanti uccelli del cielo.
La lotta è appena cominciata....ma penso che ormai i cani sono stufi di farsi succhiare il sangue dalle pulci....e se si riesce ad essere.... ed arrivare(nel mondo) tutti d'accordo,forse ritornerà,come profetizzato da tutte le culture,da sempre...una nuova età dell'oro(non il NWO) dove i (famelici)ricchi non avranno spazio.
Il mio è un invito a non mollare...da bambino mi convinsero,che le "forze del male non prevarranno".....e ho speranze che gli usurai ,ormai nudi,stanno seriamente preoccupandosi anche loro del loro insicuro futuro.Ciao Mar

Josh said...

ah ah Grillo-Ceausescu...c'ha davvero qualcosa! Grillescu
:-)

a me fa morire anche questa,
Crimi e Lombardi versione "American Gothic" di Grant Wood:-))

http://www.dagospia.com/mediagallery/dago_fotogallery-79802/451586.htm

qui invece l'originale del famoso pittore:
http://it.wikipedia.org/wiki/American_Gothic_%28dipinto%29

un po' di gossip....
oh ma Crimi ha 2 anni meno di me, sembra più vecchio di mio padre!

Josh said...

già, anche io sono stufo del fasullame, non se ne può veramente più.
A domani..ce n'è da dire:-))

Josh said...

p.s.
da domani Crimi e M5S: "commissioni ombra"

uh mamma ancora il "governo ombra"!...ti ricorda qualcosa?

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/04/08/M5S-Crimi-domani-commissioni-ombra-_8519286.html

Nessie said...

Grazie Mar, mi piace questa immagine delle pulci

"La lotta è appena cominciata....ma penso che ormai i cani sono stufi di farsi succhiare il sangue dalle pulci...." :-).

Senza voler fare di più né di meno, questa non è che una piccola finestra.

Nessie said...

American Gothic? Gentile quelli di dagospia. Sembrano addirittura i Freaks di Tod Browning :-).

Crimi poi che fa il Morfeo ronf- ronf mentre dà a Napolitano del Morfeo (magari lo fosse, farebbe meno danni!) è da manuale.

Nessie said...

Non solo il "governo ombra" mi ricorda qualcosa di molto molto dèjà vu, ma c'è anche "la Cosa". Ovvero il loro streaming che guarda caso, porta il nome della "cosa" di Achille Occhetto . Più Grillescou col pastrano da dittatore rumeno :-)

Sì,se Crimi è il nuovo che avanza ...Insomma lui e quella bionda che si sente una diva del muto, sarebbero due teen agers.

Anonymous said...

Vittorio Sermonti, il dantista, su Internet:


http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/meno-benigni-pi-sermonti-internet-tecnologie-belliche-che-non-potendo-essere-utilizzate-in-una-53779.htm

Z

Josh said...

@Zeta....

vero quel che Sermonti
dice su internet...

MA la sua è tutt'un'altra scuola da quelle di oggi, che alcuni di noi, forse per ultimi, hanno potuto fortunatamente conoscere e frequentare,
quella per cui Dante andava sondato in tutti gli aspetti grazie al genio critico di Gianfranco Contini, l'Arte penetrata grazie a Roberto Longhi, e il Latino grazie a Paratore;-) come il Greco con Gentili...

altro che Benigni o anche il Grullo con l'internet

Josh said...

Tornando al post con ordine:
sì internet ci siamo molto abituati ad usarlo...ma la struttura piramidale è una realtà, e contiene anche sistemi di controllo delle masse. Molti dei suoi "riti" in fondo non sono che questo.

Il World Wide Web WWW ha chiaro già dall'origine l'aspetto mondialista, non tanto solo perchè cita la parola World, ma perchè collega pressochè tutto il mondo, mirando a una sorta di intercettazione globale.

Certo che Grillo prima i pc li distruggeva in piazza a mazzate, e ora magna e beve dal web eh....

Josh said...

La cosiddetta Primavera Araba (tra le tante primavere tarocche, e subito il PD che diceva che avremmo avuto bisogno di una primavera araba pure noi,...che bestialità)
e i vari Occupy (ora anche MTV ha programmini di video cretini che però si chiamano Occupy...ma non c'entrano nulla, sloganismo a perdere)
in effetti molto era stato mosso, decantato, sobillato e ossessionato dal web, da misteriosi attivisti....

ma sono state rivoluzioni false. Cosa che però anche i media di maggior riscontro come tv e giornali ci hanno rivelato solo fino a un certo punto, perchè anche loro si sono accodati a idolatrare "il bobbolo del uebbe".

"..da internet la Resistenza!" e altre taroccaggini del genere.

Egitto, Libia, Tunisia e Algeria hanno adesso Al Qaeda.

Non mi pare una rivoluzione molto liberatoria....Come dimostrazione di rivoluzioni tarocche non mi par poco una bella osservazione del Nord Africa e dintorni post "rivoluzionario".
E pensare che il PD ci augurava la stessa sorte, quindi Al Qaeda anche qui. Magari la Boldrini ci riesce....

Oltre al web quei popoli si sollevarono "per la democrazzzia" (in parte) e in parte perchè certi banchieri avevano distrutto o per lo meno giocato con la loro moneta locale....Il web in quel caso è stata un'altra arma di disturbo e condizionamento nelle mani dei soliti creatori di opinione pro domo sua.

Josh said...

Il passaggio da "cittadino" a "utilizzatore/utente" è senz'altro inquietante.
Il passaggio semantico contiene una forma di spersonalizzazione e di passività,
perchè se il cittadino sembra un'entità completa (ancorchè spolpata di ogni avere ormai), l'utente utilizzatore è solo un fruitore di servizi, che gli vendono o prestano dei privati padroni del vapore.

Se già questa struttura malefica è presente per tutto il web, ne fa parte, nei servizi come pure i nostri blog, forum...il peggio si è raggiunto con Facebook (con la questione dati personali e seguirsi ora per ora) e peggio con twitter, la riduzione della complessità del pensiero e della coscienza ad un tweet, un cinguettìo del nulla.





Josh said...

gironzolando per il web ho trovato pure una dicitura siffatta:

"venite da noi su Twitter per avere un Egitto democratico"

Ah sì?
Non ho nemmeno approfondito.
Ma davvero c'è chi crede che basta scrivere 2 insulsaggini brevi su Twitter per avere, per es., l'Egitto democratico?

Sempre che poi il problema unico dell'Egitto sia solo la "democrazia" in sè (...)

Nessie said...

Josh, Benigni dovrebbero cacciarlo dalla Rai a pedate. Continua a perdere audience, il suo è il programma meno visto e continuano a farlo lavorare coi nostri soldi. Il suo Dante è un boiata pazzesca da case del POpolo.

Grillescou si portava interi computer con grosso monitor e martelli per poi fare la sua pupazzata in piazza di devastarli. Ora invece, metterebbe su streaming anche le pisciate che fa al WC. Quando si dice, la coerenza! Era un idiota prima col suo luddismo contro la demonizzazione delle macchine, è rimasto un idiota adesso. Ma come ho scritto, il grillismo è l'altra faccia del montismo. Non ci fossero stati Monti e gli androidi telecomandati, non avremmo avuto né lui né Casaleggio.

Nessie said...

Sulle rivoluzioni tarocche arabe. E pensare che Napolitano ai tempi (che poi è ieri) della bella imprese libica che cacciò il rais, si mise a strologare di "Nuovo Risorgimento libico"! Si ma quale?

Qui sull'Espresso attraverso dagospia trovo un'altra utile riflessione su Infernet dello scienziato bielo russo Evgenij Morozov :

http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/infernet-cadere-in-una-rete-disumana-che-impedisce-di-sbagliare-53809.htm

"Un Moloch dotato di leggi sue proprie, affini a quelle di natura, e le cui parole d'ordine sono trasparenza, apertura, condivisione, partecipazione, disintermediazione."

Credo che valga la pena di leggerlo tutto, perché allarga il discorso. In particolare mi soffermerei su questo termine della "disintermediazione", perché come sai, è quanto vogliono fare non solo nella politica (la scusa aurea della casta da mandare tutta a casa), ma anche nell'ambito della scuola e dell'Università (la digitalizzazione del sapere di cui abbiamo già parlato nell'articolo di Matteo D'Amico di Effedieffe).

Nessie said...

"Dopo aver chiamato la prima ideologia (c'è sempre una risposta esatta) «soluzionismo» e la seconda (la Rete è sempre la risposta) «Internet-centrismo», Morozov mostra che perfino quei dogmi apparentemente innocui vanno messi in questione. Perché, in certi casi, «possono ridurre il processo democratico a finzione», scrive. E la corsa a farne il massimo utilizzo nella gestione della cosa pubblica o nella nostra vita di tutti i giorni potrebbe rivelarsi «proibitivamente costosa nel lungo periodo».

Il prezzo, argomenta Morozov, è niente meno che la nostra stessa umanità. Perché al cuore del combinato disposto delle due ideologie che ci impediscono di fare una buona storia della tecnologia, e soprattutto di usarla al meglio per promuovere riforme reali e non di facciata, c'è una volontà di perfezione che atterrisce, soprattutto per la mancanza di spirito critico con cui viene affrontata."

(ancora Evgenj Morozov).

Nessie said...

Ultime novità - Sul blog di Grillo una scienza di Mentore detto Beppe Scienza ora ritratta la faccenda della moneta elettronica dicendo che il contante è importante.
Ma va là?!? avevamo bisogno di questa scienza infusa per saperlo.

POi ancora un lancio ANSA - GRILLO, NESSUN CONTATTO CON MARINE LE PEN
(ANSA) - "Contrariamente a quanto affermato ieri durante Piazza Pulita nessuno dello staff di Beppe Grillo ha mai avuto contatti con Marine Le Pen nè intende averli". Così Beppe Grillo sul suo blog smentisce contatti con la leader francese di estrema destra che recentemente lo ha elogiato. Il leader del M5S cita poi un passaggio tratto dal suo ultimo libro nel quale condanna fascismo e nazismo".

Se la Le Pen si mette a elogiare Grillescou dal pastrano rumeno, significa che è daltonica.

Aldo said...

Sulla storia dell'usurpazione del ruolo del parlamento, però, Grillo ha ragione. Nello stesso tempo Grillo e i suoi sono ormai dirigenti a tutti gli effetti, e sai bene quale sia la mia "stima" nei confronti dei dirigenti. E' una buriana nella quale non si capisce più nulla, e anche solo farsi un'opinione che abbia una parvenza di attendibilità è quanto mai difficile. Dubito che sia un fenomeno spontaneo... ma dubito di così tante cose!

Aldo said...

L'anno a venire la digitalizzazione della scuola subirà un'accelerazione PAUROSA. Il che solleva un altro interrogativo: come mai anche in questo campo c'è d'improvviso tutta questa fretta? Nessun cane muove la coda per niente, no?

Nessie said...

Aldo, in teoria sì, in pratica no.

Mi spiego meglio. Se le commissioni parlamentari che Grillo invoca servono alle nozze gay, invocate e volute in fretta manco fossero la MADRE di tutti i problemi che affliggono, sai quanto me ne frega!

Se le commissioni parlamentari invocate da Grillo servono alla solita sòla dei conflitto di interessi berlusconiano, anche questo è l'ultimo dei miei pensieri.

L'ho chiamato Grillescou per paragonarlo al dittatore rumeno? Ma almeno quella era gente che aveva un progetto. Questo invece è un povero cialtrone che cambia idea ogni due per tre. Come è avvenuto per la moneta contante. Stante così le cose, è meglio nessun lavoro parlamentare che nuovi disastri in arrivo. E' triste ma è così.

Nessie said...

La stessa fretta puoi vederla anche nella funzione pubblica. Improvvisamente non avremo più uno statino paga, una ricevuta né un tubo di niente. Ho già fatto l'esempio del CUD che dovremo "scaricare" (una parola orribile e insopportabile) da Internet, in nome di non si sa bene quale effettivo RISPARMIO. Tutti lì inscimmiati a..."scaricare"...:-(

Josh said...

Nessie, avevo letto di Morozov, dà spunti interessanti e per me piuttosto veritieri, appena ho un attimo ci torno.

Invece su quanto sia tempestivo e lungimirante il post e i passaggi qui,
stamattina Grillescu, dopo l'Occupy Camera e Senato e le sue solite sòle, sai che dice?
"è iniziata anche per noi...la Rivoluzione Araba"

t'è capì?
un'altra sòla ancora, una dietro l'altra.
A dispetto di come (lo dicevamo poco sopra) siano andate davvero le cosidette "rivoluzioni arabe" tarocche,
lui dice in fondo che è tarocco da sè ma come credendoci, siamo alla mise en abyme del tarocco.

"Rivoluzione Araba" anche per noi, pe' tutti!
ma Vaff....

Che un posto, noto da secoli (in realtà millennj) come culla della civiltà e del diritto, che pur ha bisogno di riforme serie,
avrebbe bisogno della "Rivoluzione araba" invocata e cantata come vittoria, pur sapendo che le rivoluzioni arabe siano state una presa in giro evidente a tutto il mondo,
è il colmo sotto ogni punto di vista.

Basta col fasullame!

Josh said...

L'altro giorno m'è preso un colpo quando Marine LePen ha fatto il complimento al Grullescu. Mammamia non c'è più religione.
Quasi quasi le scrivo (alla LePen) che si svegliasse.

Sul tema digitalizzazione e CUD:
per quanto io il pc lo usi da anni, feci anche corsi etc
c'erano irregolarità per la pensione di mia madre e ci avevano rinviato al portale col codice personale di cui dici sopra, ti danno il codice d'accesso metà per email metà subito, che genera un altro codice individuale & co: magari per il Cud ora avranno semplificato (non è vero), ma assicuro che non è semplice (spesso il portale è lentissimo e ha dati incompleti, oltre che è di difficile consultazione)...alla fine un vero caos, non si risolse nulla, abbiamo dovuto fare via telefono, e alla fine siamo dovuti andare sul posto, avevano sbagliato un conteggio ma sul sito/profilo INPS di mamma dice una cosa, per telefono abbiamo trovato una tizia che dice l'opposto e congtesta tutta la situazione previdenziale, poi è arrivata una lettera INPS cartacea che dice tutt'altro e dal vivo in sede ci hanno detto un'altra cosa ancora, così alla fine tra Patronati (lunghe attese, tessere e nulla di fatto) e ovviamenmte avvocato forse scopriremo perchè mia madre non ha percepito senza motivo dichiararo 7 mesi di pensione nel ormai remoto 2010.
(!)
se doveva campare solo di quella eh?

Capito la digitalizzazione? e io compilo documenti online e pagamenti da una vita
(e tra parentesi mia madre sa usare benissimo il pc, lo usava anche per lavoro)

Nessie said...

Grillescou & "cittadini" (leggi, i mozzacolli della Rivoluzione francese) ora vengono ricevuti anche dall'Ambasciatore Tedesco. Mentre possono pignorare le pensioni dal quinto fino alla possibilità integrale (http://eleonoraemme.blogspot.it/2013/04/decreto-salva-italia.html) secondo il decreto Salva -Italia, di che cosa si preoccupano costoro? Degli omosessuali e dei trans. La MADRE dei veri problemi.

Dietro a questa astuta "priorità" c'è la volontà di sfasciare definitivamente il Pd che come sai ha una componente cattolica al proprio interno che impedisce l'accelerazione di questo progetto mondialista (la Binetti, Carra ecc. ).

Con questo Grillescou ottiene lo scopo di "ingrandirsi" pignorando parte del Pd, e nel contempo di mostrarsi servo zelante nonché postino celere del NWO e dei suoi amichetti mondialisti. T'è capì? Ma i cittadini quelli veri (non i seguaci di Ropespierre) col ciufolo che gli ridaranno gratis tutti quei voti!

Nessie said...

Sulla Le Pen. Invece ha fatto bene, ed è stata, a mio modesto parere, una mossa astuta, così lo ha costretto a uscire allo scoperto. Lui si è dichiarato un totalitario comunistoide, e questo è bene che si sappia in giro per qualche illuso che ancora si ostina a non voler capire.
Inoltre uno che vuol sottoporre a referendum fuoriuscita dall'Euro, significa che non capisce niente. L'Irlanda ne ha fatti tre di referendum e gli eurocrati gli hanno imposto quanto già sappiamo.

Sui modelli di rivoluzione "arabe" sono d'accordo con te. Non avrebbe potuto scegliere denominazione più infelice e scellerata.

Nessie said...

La digitalizzazione tecnologica (e tecnocratica) è parte del problema, non la soluzione ai problemi. Con buona pace per quelli che...il progresso prima di tutto.

Monti e gli Androidi dicono che il governo risparmierà carta e spedizioni postali? No problem, aumenteranno le spese di toner e di quinterni di carta per stampanti da parte degli Italiani.

Josh said...

ah dici che l'apprezzamento della Marine LePen per grullescu sia stato una tattica? può darsi in effetti, e lo spero.

Però davvero sul momento non vi trovavo nulla per cui apprezzarlo, manco per tattica:-) ed ero rimasto male dalle affermazioni di lei.

Già, i referendum sui temi Euro e Europa (anche lì dove li hanno fatti) abbiam visto a che sono serviti, come non aver votato.
Quelli fanno sempre e comunque come gli pare.

Sì, che nuovo Grullescu sui suoi cavalli di battaglia: ineleggibilità del Berlusca
e viva i matrimoni gai,
ma dai la sento da 30 anni sta solfa piddina...

Nessie said...

Oso sperarlo, altrimenti la cosa non si spiega.

Circa la seconda parte del tuo commento, è evidente che quella grillesca altro non è che salsa rifritta piddina. In caso contrario, non sarebbero stati così trucidoni con quell'idiota di Bersani su streaming. E' quell'elettorato che vogliono e che fa loro gola. Sull'altro non ci contano molto, perché molti hanno già mangiato la foglia.

Ti racconto la mia avventura informatica sul Cud? Mi hanno finalmente inviato (via posta cartacea) la seconda parte della PW. POi faccio per aggiungerla alla prima parte datami on line e che succede? che nel frattempo la prima parte è scaduta come la mozzarella e devono darmene una nuova. Ma si può pigliare per il sedere la gente in questo modo atroce?

Aldo said...

Nessie: "Ma si può pigliare per il sedere la gente in questo modo atroce?"

Se l'han fatto vuol dire che si può. E' l'accesso all'arbitrio che deriva da un potere che, come hai osservato anche tu, è democratico nelle forme, ma assoluto nella sostanza. Del resto, ogni potere che non abbia un contropotere si fa assoluto, sempre; è un assioma del comportamento umano (supportato dall'osservazione empirica).

La "dematerializzazione" dell'avversario mi sa che è una nuova tecnica per impedire (di fatto) la contestazione -- chi prendi per il collo? Lo schermo del calcolatore?

Josh said...

Ho letto del tuo CUD, ma è così anche qui, è nella "norma".

Anche qui era scaduta, e te ne danno un'altra. Quella che avrai alla fine sarà una roba lunghissima.
E' solo il primo kafkiano passo questo.

E' per la privacy, dicono. (!)
Nel frattempo in barba alla stessa privacy controllano i nostri movimenti e spese sul Conto Corrente Agenzia delle Entrate, INPS stessa e Iniquitalia.
ma la privacy?
ah beh sì beh
c'è privacy e privacy eh

Poi c'è da pregare, fare scongiuri e dire rosari che quando entrerai nel tuo profilo, corrisponda alla tua realtà previdenziale, se no son...cavoli.

Mia madre non vuole più vedere il suo profilo sul portale INPS dopo quelle esperienze...onde evitare caos nuovi dice che nessuno in famiglia ha il pc: fa prima.

Se non è una presa in giro questa...

Visto che non voglio vedere esaurita nemmeno te, prometti che se trovi qualcosa che non va una volta entrata nel profilo, non telefonare (!no! assolutamente!) piuttosto vai da un Patronato o alla sede INPS della tua città di persona o si incasina tutto peggio de prima.

Ma nel tuo caso sicuramente una volta entrata scarichi il CUD e per stavolta vedrai saremo a posto così.
Assurdo lo è però, mannaggia a loro.

Aldo said...

(OT) Tra l'altro, sappiamo tutto sulle minchiate di Avetrana e su quella di Franzoni e compagnia ma... quanti avranno effettivamente recepito di questa bella trovata? Non più di quindici secondi tra un culo e una tetta, ier sera in coda ad un tg (non ricordo neppure quale fosse).

Nessie said...

Bella quella della "dematerializzazione" dell'avversario. Se sfasci il monitor del tuo pc, sono affari tuoi, caro Aldo. Se sfasci la banca che ti mangia i risparmi, la galera non te la toglie nemmeno il Papa. Il contante deve essere subito non solo ripristinato ma aggiornato a più di quei rinsecchiti 1000 euro che l'Androide ci ha imposti.

La digitalizzazione e tecnologizzazione è stata imposta proprio per creare "distanza" invalicabile tra noi e le élites oligarchiche, per mostrarci che con un click possono ANNIENTARCI.

Il link che riporti sul pignoramento di stipendi e pensioni oltre al quinto, l'ho già letto da Eleonora e ho già riportato il linK:

http://eleonoraemme.blogspot.it/2013/04/decreto-salva-italia.html

Ma dovrò farci un post sopra perché qui siamo alle CONFISCHE E ALLE ESTORSIONI interne ed estere (Cipro docet).

Il tutto mentre il grigliume misto in Parlamento si mette a leggere la Costituzione fino a mezzanotte.

Che ti dicevo sul todo logo e il todo avatar? Basta scrivere sui media OCCUPY SENATO, che l'illusione del cambiamento diventa una ghiotta esca per i gonzi.

Nessie said...

Josh, tua madre fa bene. Costoro fanno le inchieste di mercato e sanno che c'è ancora una buona fetta della popolazione priva di pc. Ovvero sana di mente.

Sta succedendo la solita storia del conto/corrente dove hanno obbligato i vecchietti che percepiscono "la sociale" a farsi un c/c e a non ritirare più il contante in posta. Ma una volta che ti adegui alla tecnologia e che sanno che hai un pc, sei fottuto.

PS: il CUD dopo scene fantozzesche che non ti sto a descrivere è stato finalmente "scaricato" e stampato. Ma il secondo round sarà l'IMU e il terzo, la Tares.
Senza contare che è per lo meno incivile dover pagare la consulenza in aggiunta a tutte le tasse che già paghiamo e che uno stato degno di questo nome, visto che risucchia il 52% della nostra vita, dovrebbe mandare a domicilio dei moduli prestampati senza caricarti delle difficoltà aggiuntiva di prendere appuntamenti ai patronati e Caf.

Josh said...

Nel frattempo, c'è chi vocifera addirittura di Bersani for President.

tsee della Repubblica.

no ma dico, ma dove andremo a finire?

Josh said...

Ed eccoli lì, la democrassia del uebbe:
gli hackers del PD minacciano i grillini "abbiamo le vostre mail e i vostri redditi...pubblichiamo tutto"

è internet, bellezza! :-))

http://www.ilgiornale.it/news/interni/hacker-pd-ricattano-m5s-911246.html