03 April 2013

Gruppo di famiglia in Eurotower

Confesso che riprendo a bloggare a fatica. Il perché è semplice: siamo ancora in situazione di stallo e Napolitano fa il furbo. Un troppo furbo presidente dimissionario. Più che una sorpresa dell'uovo di Pasqua, la sua trovata dei dieci saggi sembra un Pesce d'Aprile prolungato. Ma come si fa a cincischiare e a tracheggiare in questo modo osceno con dieci presunti Sherpa di che cosa? poi sopra tutto cosa salta fuori dalla crapa pelata dell'Uomo del Colle? Toh, Monti 2 la Vendetta. Dopotutto lui è sempre lì e va avanti...
"Siamo al diritto costituzionale creativo. Per ora ci eravamo abituati solo all’abuso di potere, regolarmente commesso da quando, col colpo di Stato del 16 novembre 2011, l’Italia fu consegnata nelle sciagurate mani della massoneria e della finanza pirata, nominando Presidente del Consiglio il mediocre killer Mario Loden Monti. Ora si dà anche sfogo alla creatività che, al di là degli scherzi, configura un nuovo grave abuso di potere". Il fatto che il Presidente della Repubblica nomini una “commissione” di dieci persone (lasciamo stare, per favore, la squallida piaggeria di chi si affretta a parlare di “saggi”) che in sostanza dovranno preparare un programma di governo, ordinconto Presidente della Repubblica, non è previsto da alcuna norma costituzionale. La costituzione prevede solo che il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri. L’elaborazione di un programma da parte del Presidente della Repubblica (o da parte di persone da lui designate, il che non cambia, visto che agiscono per suo ordine) oltretutto fa a pugni con la norma (art. 89 e 90 Costituzione) che prevede l’irresponsabilità del Presidente della Repubblica. (La sorpresa dell'Uovo di Pasqua di Paolo Deotto - Riscossa cristiana)
"La prerogativa della irresponsabilità trova la sua ragione in un principio fondamentale in una repubblica non presidenziale, quale è l’Italia: l’indirizzo politico spetta al Governo, tant’è vero che la responsabilità degli atti firmati dal Presidente della Repubblica viene assunta dal Ministro proponente (art. 89 Costituzione)."

Ma al di là di tante sottigliezze costituzionali di detto articolo testé linkato,  rimane un fatto: comandano i cosiddetti mercati finanziari ed è pur sempre a loro che dobbiamo piegarci. La vera notizia è la telefonata di Draghi a Napolitano, il quale deve avergli detto di correre a bordo e non abbandonare il timone fino a prossima rielezione presidenziale, ora messa addirittura in calendario, in prima istanza rispetto allo stesso governo.
Al di là dell'osceno balletto di questi giorni parla chiaro la fotografia che ho messo sopra: i cittadini votano, ma il loro voto è commissariato e precettato da politici incapaci di ribellarsi al gruppo di Famiglia in un Interno di Torre made in Bruxelles. Eccoli lassù i loschi figuri, mentre i partiti si piegano al loro volere e fingono di litigare con inutili  estenuanti camarille.

73 comments:

aladino said...

Cara Nessie, sei stata fin troppo delicata in questo post. A pensarci bene cosa sta succedendo ?

Il reiterato golpe di king george passa come l'acqua cheta che corrode i ponti. Questo silenzioso e passivo comportamendo dei cittadini Italiani è spaventoso. Stanno crollando, non solo i ponti, crollano i pilastri delle nostre Istituzioni. In primis la c. d. Costituzione più bella del mondo. A conferma di questo i sinistri ci giocano come vogliono loro. E' bella sì ma, per giocare.

D'altronde fino a quando i cittadini elettori votano con la pancia, dimenticando di avere un cuore, un cervello ed un'anima, non ci saranno soluzioni diverse.

Vediamo le reazioni dei capataz, prima del voto i piddini parlavano in modo trionfale di: abbiamo il governo (.......abbiamo una banca). I stellini parlavano di: rivoluzione e tutti a casa, ora sono in aspettativa sulle barricate. I pidiellini, riuscito il miracolo di essere ancora vivi, chiedono governi di larghe intese piene di convergenze parallele e giuramenti sulla non sfiducia. La ciliegina (spero sia un pesce d'aprile) imbarcano la frignero. Sono proprio masochisti. Dovrebbero mettersi in riva al fiume ed aspettare i cadaveri, altro non possono fare.

Per ciò che riguarda il governo prossimo venturo, bisogna dire a questi sciammanati tutti: vi abbiamo votato (bene o male) ora governate. Volenti o nolenti. Piacenti o spiacenti. Sono caxxi vostri. Che si ricordino che queste possono essere le ultime elezioni. Volenti o nolenti. Piacenti o spiacenti. I prossimi governanti verranno indicati apertamente da Bruxelles, mettendoci di fatto in TSO (trattamento sanitario obbligatorio), microchip compreso.

Non spero più nel risveglio degli Italiani. Un de profundis. Amen.

Cangrande said...

Indovina indovinello..... copio/incollo: quando e da chi è stato scritto ??? (il VERO motivo di questi figuri al potere...):

***********************************

“ ..... circonderemo il nostro governo con un vero esercito di economisti. questo è il motivo per cui si insegna principalmente agli ebrei la scienza dell’economia. saremo circondati da migliaia di banchieri, di commercianti e, cosa ancora più importante, di milionarii, perché, in realtà, ogni cosa sarà decisa dal danaro. nel frattempo, fintanto che non sarà prudente riempire gli incarichi di governo con i nostri fratelli giudei, affideremo i posti importanti a individui la cui fama e il cui carattere siano così cattivi da scavare un abisso fra essi e la nazione, ed anche a gente di tal risma, che abbia timore di finire in galera se ci disobbedirà. e tutto questo allo scopo di obbligare costoro a difendere i nostri interessi finché abbiano fiato in corpo.

...Ogni prestito dimostra la debolezza del governo e la sua incapacità a comprendere i suoi diritti. Ogni prestito, come la spada di Damocle, pende sulla testa dei governanti, che invece di prelevare certe somme direttamente dalla nazione per mezzo di una tassazione temporanea, vanno dai nostri banchieri col cappello in mano.

I prestiti all’estero sono come sanguisughe che non si possono distaccare dal corpo del governo, finché non cascano da sé, o finché il governo non riesce a sbarazzarsene.
Ma i governi dei Gentili non desiderano di togliersi di dosso queste sanguisughe; al contrario ne aumentano il numero, ed è perciò che il loro Stato è destinato a morire dissanguato e per colpa loro.

Perché, cosa è un prestito all’estero se non un sanguisugo?

Un prestito è una emissione di carta governativa che implica l’impegno di pagare un interesse ammontante ad una certa percentuale della somma totale di denaro preso in prestito.

Se un prestito è al cinque per cento, in venti anni il governo avrà inutilmente pagato una somma equivalente a quella del prestito per coprirne la percentuale.
In 40 anni avrà pagato due volte ed in 60 anni tre volte la somma iniziale, ma il prestito resterà sempre un debito non pagato.

Da questo calcolo è evidente che simili prestiti, dato l’attuale sistema di tassazione (1901), toglieranno fino l’ultimo centesimo al povero contribuente per pagare gl’interessi ai capitalisti stranieri, dai quali lo Stato ha preso in prestito il denaro invece di raccogliere dalla nazione, per mezzo di tasse, la somma necessaria libera di interessi.

Fin tanto che i prestiti erano interni, i Gentili non facevano che trasferire il denaro dalle tasche dei poveri in quelle dei ricchi; ma da quando riuscimmo, corrompendo chi di ragione, a far sostituire prestiti all’estero a quelli all’interno, tutte le ricchezze degli Stati affluirono nelle nostre casseforti, e tutti i Gentili principiarono a pagarci ciò che si può chiamare tributo.

A causa della loro trascuratezza nella scienza del governo, o a causa della corruzione dei loro ministri, o della loro ignoranza in fatto di finanza, i sovrani gentili hanno reso i loro paesi debitori delle nostre banche ad un punto tale, che non potranno mai redimere le loro ipoteche. ...."

Huxley said...

La foto è perfetta, non sò perchè mi ricorda un gruppo di gerarchi nazisti mentre progettano la soluzione finale...

p.s. Cosa è andata a fare (realmente) la delegazione di grilletti dall'ambasciatore Usa?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/02/m5s-incontrano-lambasciatore-statunitense-thorne/549669/

Magari per 'decidere' quale 'pilota automatico' siederà sul colle nel prossimo settennato?

Nessie said...

Aladino, la democrazia vuol dire possibilità di scelta. Ma la verità è che il rito del voto è perfettamente inutile, in quanto non c'è SCELTA. Tutti i partiti ubbidiscono alla fotografia di cui sopra. E guai a non farlo: l'ostracismo è garantito.

Le ribellioni e le proteste sono tarocche e pilotate ad hoc. e i grillini chiamati a rapporto dall'Ambasciatore americano David Thorne ne sono la dimostrazione.

Cangrande, il detto rapporto che hai copiaincollato è stato pubblicato infinite volte da Yahuwah sul blog di Foa.

Nessie said...

Huxley, la Lagarde nella foto sempra un travestito :-). Intanto l'impresario di pompe funebri Mario Monti sta sempre in postazione per conto loro.

Non per attribuirmi qualche merito (ne farei volentieri a meno) ma quando tu e Johnny mi davate dell'eccessivamente scettica e pessimista sui grillini, devo dire che purtroppo ci ho preso.
Le uniche proteste consentite sono quelle che passa il convento. Ovvero, la Casa Bianca.
Lo ripeto: vincere di queste scommesse mi sconforta non poco.
Sì, il pilota automatico deve essere innestato anche per l'elezione presidenziale.

aladino said...

Cara Nessie, OK per la possibilità di scelta. Se cambiamento ci sarà non sarà soft. Per forza di cose ci sarà una evoluzione delle coscienze, per arrivare alla rivoluzione. Queste si fanno con la pancia vuota. Ci stiamo arrivando.

D'altronde voglio morire in piedi e combattendo. Agli ignavi la possibilità di morire di inedia.

Mi auguro che questo ridicolo spettacolo offerto dai politicuzzi, diventi la goccia che farà traboccare il vaso. Va bene imbecilli ma gli Italiani (ed il trio Lescano in Parlamento ne è a conoscenza) hanno (ingenuamente)offerto loro l'ultima possibilità. Faranno anche loro la fine dei Casini, dei Fini, Mastella, Di Pietro, eccc.... Speriamo presto. ciaooooooo.

Cangrande said...

...repetita juvant....

Mar said...

I 10 Saggi....(non seggi addizionali)
Poveracci(hanno tutta la mia solidarietà,nel compito affidatogli)...."ma" per risolvere i problemi Italiani..... I Saggi serviranno a poco.
Per salvarci dalla morsa della peggiore feccia finanziaria e paranoica transnazionale,che ci sta dissanguando...togliendoci tutto...anche la nostra identità...i Saggi ci possono solo infondere la "rassegnazione".
Contro questi incalliti(e internazionali) banditi,ci vuole o una sollevazione popolare...o degli Italiani purosangue,che però conoscono bene i "loro" metodi.... per combatterli ad armi pari.
Nei due casi siamo perdenti in partenza:
-Se I nostri eserciti di difesa,sono costituiti da "formazioni" di grillini e sinistri democratici...per evitare un'inutile strage,meglio una subitanea resa..risprmiandoci inutili vittime,spesso, inconsapevoli.-
-Se in un confronto tra"pari "...e cioè tra Marpioni della stessa razza....schieriamo i nostri rubagalline....è come(per chi se ne intende) organizzare un incontro tra un buon peso massimo e un mediocre peso mosca..."pochi secondi di conbattimento"....C'è l'aggravante che spesso l'incontro è truccato e il nostro "campione"(si fa per dire)ha preso la mazzetta per perdere.
La vedo brutta:Ciao Mar

Nessie said...

Mar, grillini e sinistra sono in pratica la stessa cosa. L'unico "pluralismo" consentita è all'interno della sinistra stessa e delle sue molteplici eresie. A chi sarebbe venuto in mente di candidare Gino Strada (o Zagrebelski) for President se non al gruppuscolame de sinistra?
Beppe Grullo potrà essere stato votato anche da qualche inavvertito elettore deluso dalla Lega o dal PdL, ma la sua base è di sinistra. E le sue candidature presidenziali lo testimoniano.

Massimo said...

Triste è il balletto dei rimborsi dei debiti dello stato alle imprese. Prima danno i numeri, poi rinviano aspettando il benestare da Bruxelles. Ciononostante abbiamo ancora la pancia troppo piena per poter reagire come dovremmo. Per ora.

Nessie said...

Massimo, in compenso per la TARES stanno già lustrando gli artigli acuminati. Finché non si racconta la verità (che trattasi di tasse ESPROPRIATIVE che mai andranno a ripianare il bilancio ma che finiranno nel cesso) saremo ripetutamente angariati e soggiogati.

aladino said...

A proposito dei seggi addizionali, pardon dovevo dire "saggi", le notizie che trapelano sono: a) trovare un accordo per eleggere un presidente comunista, b) trovare un accordo sulla formazione di un governo che escluda il centro destra comunque, arrivando ad accordi variabili e variegati per b1) legge capestro conflitto d'interesse b2) ineleggibilità del Berlusca b3) arresto immediato dl Berlusca in qualche modo, c) rinvio pagamento creditori della PA d) nuove risorse c1) Tares, ritocco irpef, nuova tabella risarcimenti assicurazioni (= meno 60%)..................

Ma, king george non aveva detto che NON si sarebbero occupati di politica e che, si sarebbero impegnati per il rilancio dell'economia ?

Sta a vedere che ci contano balle. Non me lo sarei mai aspettato. ciaooooo.

Nessie said...

Aladino, in ogni caso, i figli di ottima ...ehm ..."damigella di corte" come Napolitano, restano tali fino all'ultimo respiro.

Ripeto: la vera notizia è la telefonata di Draghi a Napolitano con relative dritte di scuderia, il contenuto della quale, non lo sapremo mai.

Anonymous said...

Il golpe napoletano:

http://www.italianiliberi.it//Edito13/giorgio-napolitano-un-uomo-accecato-dal-potere.html

Zeta

Nessie said...

Letto il pezzo della Magli su Napolitano, grazie. Su quest'ultimo sono d'accordo. Sui precedenti articoli pro Grillo, invece no.

aladino said...

Letto il pezzo della Magli su Napolitano, grazie.

Il Grullo vuol fare il governo ? cosa aspetta di dare l'incarico al Grullo ?

Bersani non aveva i numeri, però ha dato i numeri, prendendo per il cu.. tutti gli Italiani.

Grillo non ha i numeri, vuole dare i numeri ? Lo faccia !!!

Fini ha un posto nella panchina del parco degli acefali. Auguri.

johnny doe said...

E ce pure il rischio di ritrovarci il prete falso e untuioso criminale di Prodi... non deve passare....rinuncio alla cittadinanza...
Dopo un mese che il grande stratega di Bettola tiene in ostaggio il paese con la sua tiritera che nessuno ascolta,ancora ieri se ne viene con lo stesso mantra del cambiamento...s'è visto quale!
I dieci saggi,come già detto,a me sembrano solo dieci seggi....
La Kostituzione? E' meglio che lasciamo perdere....

Nessie said...

Come sai, non sono mai stata una cantatrice della nostra Costituzione che al contrario di quanto afferma quel guitto da quattro soldi di Benigni, non è affatto "la più bella del mondo". Ma con Bella Napoli siamo arrivati all'arbitrio assoluto e alla carta straccia del nostro statuto. Non mi riesce di capire come mai i media ce lo descrivano SERVILMENTE come il più grande presidente della nostra storia. O meglio, lo si capisce fin troppo bene. La polifonia è sempre la stessa: salvare l'Eurogulag e le oligarchie eurocratiche.

SILVIO said...

Dovrebbe essere pronta ad esplodere la bomba OffshoreLeaks.

Trattasi di un dossier informatico di 260 gigabyte (contenente 2,5 milioni di documenti) inerente alle ricchezze che 130 mila personaggi provenienti da 170 Stati (oligarchi, despoti, trafficanti di armi, speculatori finanziari, truffatori, politici, celebrità, ecc. ecc.) occultarono - nel corso degli ultimi 30 anni - nei caveau di compiacenti paradisi fiscali (Isole Vergini Britanniche, Isole Cook, ecc. ecc.) con la complicità di uomini di paglia, notai, commercialisti, avvocati e grandi banche come Deutsche Bank, UBS, Credit-Suisse .....

Tale dossier è stato raccolto - dopo un lavoro di ricerca durato 15 mesi – da un team di 86 giornalisti appartenenti alla squadra investigativa dell'ICIJ ( The International Consortium of Investigative Journalists) con sede a Washington.

http://www.icij.org/offshore

Ho parlato “al condizionale” (scrivendo “dovrebbe esplodere”) perché sinora sono trapelati nomi noti ma appartenenti alle ultime file della platea.
Quando invece appariranno quelli altisonanti dei loggioni “Massimi Predatori Criminali”, mi riterrò soddisfatto e plaudirò allo scoop.

Josh said...

siamo arrivati a un punto che passa quasi la voglia di scrivere....

Mar said...

A tre giorni dall'insediamento....nemmeno un "assaggino"dal comitato di emergenza...dei 10 Saggi.
Nella loro saggezza devono aver(velocemente) studiato e imparato da Grillo sia i metodi.... che i vecchi slogans riesumati e trasmessi da secondarie TV....come.... "Taci il nemico ti ascolta".
Un mio amico che ci "prende" dice,che nelle prossime(che significa pure vicinissime)elezioni... i "Grilletti"....cambieranno il loro logotipo(cinque stelle con una bella V maiuscola in mezzo,che sta per "vincere")in quello più consono delle tre scimmiette(non vedo,non sento ,non parlo)......cinque stelle richiama troppo i"Ratings"dati agli alberghi,ristoranti,osterie...insomma tutti posti dove si "mangia" bene...o male...E di questi tempi è meglio non smuovere riflessi condizionati sull'argomento.
Quindi...per evitare di dire sciocchezze(subito smentite dai loro pastori)...è meglio,per le pecore, Tacere..."Ma"mentre è vero che chi tace non dice niente...,è pure vero che i "furbi" sanno bene che chi "tace acconsente".....alle manovre segrete in atto.
Ed è così,che temo ci ritroveremo....un primo cittadino gradito solo ad una minoranza.....un governo con presidi ortopedici per stare per un po' in piedi(per qualche leggina "contra" personam)....ed una ingloriosa fine alla "greca" o alla cipriota"......che tanto felici farà i banchieri teutonici & Co,(e i loro consanguinei anglosassoni).Confermo....La vedo brutta.Ciao Mar

Nessie said...

Sì Silvio, qualcosa della notizia è già trapelato ai TG e in questo articolo sulla Stampa tramite dago:


http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/vi-mancava-un-super-scandalo-dalla-francia-arriva-offshore-leaks-53530.htm

Nessie said...

Josh, oltretutto con questo eterno giochino del VERO e del FALSO (le famose true lies internettiane)alla fin fine porteranno la gente a disinteressarsi di tutto.

Mar, ho visto ieri sera il loro ideologo grillino Paolo Becchi. A sentirlo è solo roba da far rizzare i capelli in testa e a vederlo ha la faccia di un vecchio comunistone trotzkista. Quando sarà chiaro alla maggioranza dei creduloni che hanno abboccato al pacco, che questa è vecchia sbobba comunista riciclata in salsa green e decrescitista?

SILVIO said...

Perché non crederei a OffshoreLeaks se non saltassero fuori i nomi di quelle 7-8 ricchissime persone che gestiscono il mondo (a detta dell'esorcista padre Gabriele Amorth) ?

È facile rispondere.
Ricordate Vladimir Lenin ?
In Eurotower pare l'abbiano riesumato. Lo dimostra la rapina effettuata a Cipro.
Presto, il fatto criminoso potrebbe ripetersi in Lussemburgo, Malta, Spagna Portogallo, Italia...con la confisca dei depositi dei privati a beneficio dei grandi banksters, possessori del debito pubblico sovrano.

Ce l'ha indirettamente confermato anche l'influentissimo think tank ”I I F” (= Institute of International Finance) nel suo “Euro Briefing: The Post Solidarity Era” .
E allora, in che consisterebbe la “fregatura OffshoreLeaks”, in assenza dei nomi che contano ?
È lapalissiana la conclusione.
Verrebbe data in pasto ai boccaloni l'immagine di un novello Lenin che tuona : « Expropriate Soros!»

http://4.bp.blogspot.com/-Jmb4pSkt5NQ/TpqYIUBWAiI/AAAAAAAAQUQ/WjCbg-BrKM0/s1600/lenin1.jpg

Ma « Expropriate Soros!» è chiaramente in linguaggio NewsPeak.
Per cui andrebbe interpretato come « Expropriate Todos!»
Pertanto, Soros non verrà mai espropriato.
Caso mai, sarà Soros ad espropriare tutti noi.

SILVIO said...

Viste le ferali notizie che provengono dai reali decisori del destino europeo, vien davvero in salita occuparsi dei nanerottoli italiani, impegnati in farse degne del peggiore avanspettacolo per puro interesse personale o di cosca.
La colpa maggiore va addebitata a chi li ha votati.
Sono ancora basito. Ma come è possibile che decine di milioni di elettori siano andati al seggio per esprimere la loro preferenza verso liste di rinnegati e traditori ?
Eppure è successo. Ecco cosa vuol dire essere disinformati e non avere consapevolezza della terribile vicenda storica che viviamo....
Quei nanerottoli son tutte marionette agli ordini di potenti burattinai. Non ce n'è uno che si salvi.
Tra gli italiani, Mario Draghi nanerottolo non è . Anzi, è un cervello di un certo spessore a differenza dell'androide Mario Monti.
Entrambi educati dai Gesuiti (anche Fidel Castro lo fu. Lo sapevate?), soltanto Mario Draghi detiene attualmente un potere internazionale degno di questo nome.
Recentemente, ha parlato del futuro dell'Europa durante un convegno organizzato dalla (gesuitica) Accademica Cattolica di Monaco di Baviera.
Siccome il suo intervento è stato molto lungo, prima di postarlo integralmente vorrei l'OK di Nessie.
Personalmente, credo che valga la pena conoscerlo in tutti i suoi aspetti, senza estrapolazioni e censure parziali.

johnny doe said...

I saggi....Onida,vittima della telefonata di una finta Hack,ha ammesso che sta facendo un lavoro inutile....se lo dice lui,ci crediamo...
Ormai siamo al vaudeville.al grand guignol da sagra della porchetta....ogni insulto a questa cricca generale di balordi è sempre troppo poco

johnny doe said...

Silvio....d'accordo sul pecorame votante,ma non su draghi...che non sarà un nanerottolo,ma certo buon rappresentante della cricca usuraia europea...e per questo ancor più pericoloso...

Nessie said...

Eccome se ce lo ricordiamo Vladimir Ulianov detto Lenin. E la cosa più paradossale, caro Silvio, è che a parlare di "mossa sovietica" sia stato uno che da quel regime proviene, come Putin.
La faccenda degli "scandali pilotati" serve sempre a L'Or signori per quanto hai detto: espropriarci tutti in nome della MORALIZZAZIONE GLOBALE. Scenario déjà vu.
Circa il discorso di Draghi, bene sarebbe se ne facessi un résumé di quelle parti che più interessano al topic. Anche perché:

1) Viaggio con una connessione a carbon fossile.

2) Domani non potrò essere presente sul pc.

Nessie said...

Johnny, ho sentito la terribile gaffe di ONida. Questi prezzolati qua, sono stati reclutati per il tracheggio. E ora uno di loro ce lo ha detto.

Rileggi meglio quanto scrive Silvio su Draghi, perché dice esattamente il contrario di quel che hai capito.

"Tra gli italiani, Mario Draghi nanerottolo non è . Anzi, è un cervello di un certo spessore a differenza dell'androide Mario Monti.
Entrambi educati dai Gesuiti (anche Fidel Castro lo fu. Lo sapevate?), soltanto Mario Draghi detiene attualmente un potere internazionale degno di questo nome"...
Beh, non mi pare che gli abbia dato del "nanerottolo". Ciò non toglie che proprio per questo è anche più pericoloso.

Johnny88 said...

Bentornata dalle vacanze. Che dire, siamo in una repubblica presidenziale e non ce ne siamo accorti. Napo capo Orso da Budapest s'atteggia come fosse Hollande o Obama, senza aver mai preso il becco d'un voto e senza averne facoltà. Ma al peggio par non esserci mai limite visto che al vecchio comunista col pannolone potrebbe subentrare la Bonino. L'ha proposto la Carfagna che conferma per l'ennesima volta d'avere il cervello grande quanto un gheriglio di noce.

Mar said...

UN parere personale al commento sopra di Silvio
"La colpa maggiore va addebitata a chi li ha votati"....Alziamo un po' il tiro...
Se UNO(o qualcuno) volesse comandare una Nazione,si organizzerebbe"democraticamente" così....Il sistema si chiama "dell'alternanza democratica"
-Utilizziamo la contrapposizione tra fazioni(opportunamente pompate)naturalmente presenti nelle sociètà....Tradizionalisti versus Progressisti.
Peschiamo da un vivaio ben curato(dall'alto) negli anni.... dei Candidati(futuri parlamentari),educati e cresciuti....per servire,"l'illuminato" Padrone,e non il popolo bue....che va solo guidato.(Platone diceva nella Repubblica,che per far mangiare gli asini,bisogna portarceli addirittura a bastonate)
Rotoliamoli alla libera scelta degli elettori,come possibili salvatori della Patria.
Chi vince vince,il risultato,per chi COMANDA, non cambia....perche,buona parte di chi governerà è al servizio di "Mammona" e non del popolo che continuerà a soffrire.
Supponiamo che vinca la Destra,(60%),questi governanti scorticheranno,nella loro legislazione, tutti e non manterranno le promesse "fatte" ai Destri.....una parte dei Destri(20%)delusi si sposteranno perciò a Sinistra,dove i sinistri sono ancora più incazzati....
Morale alla prossima elezione vinceranno i Sinistri,per lo spostamento dei delusi destri(40+20%)....e ricomincia un "nuovo" ciclo.....per deludere i sinistri più deboli,oltre che continuare a scorticare tutti.
Ripeto(il pendolo degli elettori,ben organizzata,una volta a destra e poi a sinistra) si chiama "Il Regime dell'Alternanza Democratica"dove i Padroni sono "sempre" gli stessi,la servitù costituita dai governanti cambia(punendone qualcuno più fesso o più sprovveduto)...e..il Popolo scorticato rimane "sempre" lo stesso.
Quelli che vanno a votare in questo banchetto del gioco delle tre carte,dove sono tutti compari,tranne chi perde..".il popolo sovrano"apparentemente è libero di scegliere,ma solo per candidati preconfezionati dall'alto.Ciao Mar

Nessie said...

Johnny88, ho sentito della Carfagna ("quote rosa") che sponsorizza la Bonino ex mammana praticatrice di aborti.

Le alternative fin qui sentite sono una peggio dell'altra (Gino Strada, Zagrebelski il forkaiolo, il Topo rosicans Amatus ( consigliere Deutsche Bank), il Mortadella. Insomma, abbiamoo uno stockaggio di opzioni.

Aldo said...

E' già un po' che la democrazia è latitante... Ricordo quando Bertinotti (buono, quello!),allora ancora sindacalista, ebbe a dire che in Italia sussistono le forme della democrazia, ma ne è assente la sostanza. Se non erro sono passati tanti, tanti annetti.

A proposito: la democrazia è mai esistita? E ancora, è davvero una forma d'organizzazione sociale possibile (con i numeri ai quali viene "applicata")? Io mi son fatto la chiara e convinta idea che l'unica forma sociale realmente mai applicata dai membri della specie umana da quando ha cominciato a consorziarsi in nuclei di poco più d'un paio di centinaia di persone sia l'oligarchia. Probabilmente è l'unica forma praticabile in quel contesto per la nostra specie.

Insomma, proprio un bel pensierino di quelli allegri per riprendere carichi d'entusiasmo dopo l'interruzione pasquale.

Aldo said...

Non ricordo se frequenti questo blog. Nel dubbio, ti segnalo questo affilato articoletto.

Aldo said...

Anche questo, anche se aggiorna raramente, non è male (a mio umile avviso).

SILVIO said...

@ Johnny Doe
La sintesi meta-comunicativa è talvolta foriera di fraintendimenti. Chiarisco subito: su Draghi, la pensiamo allo stesso modo. Tuttavia, occorre fare dei “distinguo”.
Il bestiario comprende numerose specie di bestie nocive. I seguenti aggettivi qualificheranno esattamente le due varietà che si attagliano al caso nostro:
a) Politicante : = “Stupido, incapace, menzognero e dedito al conseguimento dell'interesse personale”
b) Oligarca : = “Intelligente, capace, dogmatico e determinato ai fini del conseguimento dell'interesse elitario”

La prima “bestia” la riconosci (solitamente) come tale quando ormai è troppo tardi per rimediare.
Come è capitato in una favoletta a quella rana che - fiduciosa - si mise in groppa uno scorpione per traghettarlo al di là del fiume.
Giunti in mezzo al guado, lo scorpione non seppe trattenere il proprio istinto e punse la “benefattrice”.
Risultato: affogarono entrambi.
Ogni riferimento al “Trattato di Lisbona + annessi e connessi” e alle sue conseguenze sul popolo e sui suoi rinnegati rappresentanti parlamentari è pienamente accettato ed atteso.


La seconda “bestia” la riconosci quasi subito.
E impari a temerla, stando in campana e osservandola attentamente.
Essa non si comporterà mai come lo scorpione della favoletta perché non vuole ucciderti ma sottometterti senza condizioni. Ciò a conferma della sua insaziabile sete di onnipotenza.
Risultato: anche le formiche - se si incazzano e se hanno il tempo per organizzarsi – possono uccidere l'onnipotente scorpione, dopo averne studiato le mosse ed averlo attaccato in massa.
Conclusione. Applichiamo la seguente regola: "De minimis non curat praetor".
--------
nb: Il "praetor" siamo noi, quali appartenenti al vessato Popolo sovrano.

SILVIO said...

@ Nessie
Anche con te (come con Johnny Doe) non sono stato chiaro sin dall'inizio.
Intendevo pubblicare integralmente l'intervento di Mario Draghi non tanto per i contenuti (che, bene o male, sono conosciuti) ma quanto per la forma “NewsPeak” con cui i predetti contenuti sono stati confezionati.
Sarebbe stato un ottimo “caso di scuola”, evidente a tutti.
Sarà per un'altra volta.

Nessie said...

La democrazia, caro Aldo, è la forma di governo più idoneo a favorire speculazione finanziaria, usurocrazia, corporationcracy, Jungle capitalism ecc. ecc. Il pretesto? La famosa "libertà di mercato".
In ogni caso, non ti è mai data una volta per tutte e occorre ogni volta vigilare contro tutte le degenerazioni oligarchiche testé menzionate.
Conosco il blog di Cedolin, ma non il secondo. Grazie.

Nessie said...

Sì Silvio, alla prossima occasione, tra pochi minuti dovrò partire e fino a questa sera non apro il pc.
Bisognerebbe tenere a mente la lista delle celebrità gesuitiche. E forse scopriremmo che il linguaggio newspeak ha a che fare con i loro insegnamenti e dettami.

Josh said...

a proposito di newspeak

http://www.ilgiornale.it/news/interni/far-piacere-boldrini-ladnkronos-cancella-parola-clandestini-903675.html

SILVIO said...

Meno 38 giorni e poi King Giorgio perderà la corona e scenderà da cavallo, recando felicità e giubilo nel cuore di milioni di italiani angosciati, depauperati e a rischio di schiavitù.
La sua dipartita somministra l'estrema unzione al trittico presidenziale infausto, battezzato da Oscar Luigi Scalfaro e cresimato da Carlo Azeglio Ciampi.

Sorgerà l'alba di nuova era ? Mah...dal lupanare politico romano giungono segnali tutt'altro che rassicuranti. Parlasi addirittura di candidare la bilderberger Emma Bonino, che è la “Laura Boldrini” in versione di “allampanata e rinsecchita carampana”.
Emma Bonino, presidente della Repubblica? Proprio vero. Al peggio non c'è mai limite.
E nel web c'è anche chi la sponsorizza pure, pubblicando sondaggi tarocchi, che “più tarocchi non si può”.
Trattasi di quel giornalismo-spazzatura che - dopo avere ingolfato le edicole di invenduto - si è trasferito con armi e bagagli nella blogosfera, infestandola e ammorbandola col suo puzzo nauseabondo. (Ma farà poca strada.... )

In ogni caso, devo stare in allerta. Dal marciume cerebrale ed etico dei politicanti c'è da aspettarsi di tutto. Persino che la fistola presidenziale “Bonino” si materializzi.
E, prima che ciò avvenga, dovrò sparare a palle incatenate. Perché poi non potrò più farlo.
In proposito, l'han ben capito ora quei bravi ragazzi di Firenze e di Treviso che – dopo avere espresso su Facebook il loro odio verso Napolitano – rischiano una condanna da 1 a 5 anni di prigione per vilipendio del capo dello Stato (articolo 278 del Codice di procedura Penale) .
A quei bravi ragazzi, porgo tutta la mia solidarietà. Per quanto a poco possa servire.

Nessie said...

Sì, Josh, è tanto che questa mordacchia è in auge per le redazioni, grazie a lei. "Migrante" è un termine da non usare mai perché mistificante e imposto dall'ONU. Lo si può usare al massimo per le varietà di volatili.

Nessie said...

Silvio, anche la mia e la nostra solidarietà. Ma ierisera Giulietto Chiesa all'Ultima Parola, in tv, ha espresso i soliti concetti su Napolitano. La differenza la fa il numero. Se tutti lo pensano e lo dicono, sarà una bella impresa denunciare tutti. Certo, io eviterei l'insulto gratuito.

aladino said...

Caro Silvio,
tu sprizzi godimento per la prossima dipartita del peggior presidente delle repubblica mai avuto. Mi unisco alla tua goduria ed alla solidarietà per quei ragazzi.

Ma, e sottolineo ma, questo parlamento appena eletto (?) si unirà ai grandi elettori per nominare il nuovo presidente che sarà peggio di napolitano che, era peggio di O.L.S. che, era peggio di ciampi, e via discorrendo. Seguendo il logico tracciato avremo il peggio del peggio che ci sia in circolazione. Sul nome mi sono espresso da tempo. Ho scommesso tanti di quei caffè che morirò di caffeinite.

Arriviamo al dunque: tutto bloccato per assenza di un governo quindi, tutti fanno le belle statuine. Sono falsi, incapaci e incompetenti. Lo dicono costituzionalisti, con stridor di unghie sul vetro.

a) Un presidente prorogatio che firma quanto deciso dal parlamento c'è. Tanto è vero che continua a fare pirlate di continuo a nostre spese.
b) un capo (sic) dello stato che controfirma quanto deciso dal parlamento c'è.
c) i parlamerluzzi non riescono a nominare i presidenti di commissione. Chisssssenefrega, comunque propongo un metodo: tre punti secchi a tressette.

Ordunque facciano alcune leggine:
1) si ritorna alla legge elettorale del 1948, con indicazione del presidente della repubblica.
2) Bonifica delle malefiche leggi liberticide, con addebito ai responsabili politici delle malefatte, previo sequestro dei beni fino alla settima generazione da parte di equitalia.
3) Libertà assoluta ed indipendente dei cittadini che desiderano ridisegnare il territorio (cancellando regioni, province e comuni, enti sanguisughe inutili compresi. Tornare ai mandamenti locali, liberi ed indipendenti.

Facile vero ? ciaoooooooooo.

SILVIO said...

@ Aladino
Non male le tue proposte di nuova architettura costituzionale.
Bisognerebbe però lavorarci sopra, dando loro forma e piglio adeguati.

Aldo said...

Vorrei chiosare quel che ha scritto Aladino ricordando che Grillo si è lamentato a profusione per la sua legge di iniziativo popolare mai discussa per anni dal parlamento (minuscolo). Orbene, in questi giorni immagino che tutti siate rimasti assordati dalle insistenti richieste dei rappresentanti 5 Stelle per discutere al più presto detta legge... Eppure a sentire la campagna elettorale pare che tra i parlamentari d'ogni schieramento quelli ansiosi di approvarne i punti siano una maggioranza senza opposizioni degne di nota. Allora, che facciamo? C'è un po' di Alzheimer, in giro? Eppure quelli del 5 Stelle sono, comparativamente e mediamente, parlamentari più giovani dei colleghi...

P.S. Scrivo questa cosa qui perché, come saprete, sul blog 5 Stelle l'accesso è inibito a meno di presentare documentazione di identità autentica fino alla quinta generazione antecedente.

SILVIO said...

Mi spiace ritornarci ma le cattive notizie se ne impipano delle regole del galateo relative al “buon fine settimana”.

Massima allerta sui depositi bancari e postali e beni valutari equipollenti!

Allo stato dell'arte, due autorevoli segnali confermano che l'oligarchia europea - criminale e bolscevica - stia procedendo verso la confisca dei risparmi privati:

1) La mega-banca olandese ABN-AMRO (quella del decantato “Conto Arancione”: tanto per intenderci) confisca i metalli preziosi depositati dai clienti, tramutandoli in moneta-fiat da rivendicare all'uopo, secondo i regolamenti vigenti.

2) Federico Ghizzoni (CEO di Unicredit Banca e membro di Bilderberg) ha annunciato a Vienna: « ACCETTABILE LA CONFISCA DEI RISPARMI PER SALVARE LE BANCHE »

Il mefitico puzzle predatorio si sta dunque completando.
Che alcuno si lamenti dopo, per non essere stato avvisato.

Mar said...

A proposito di ripensamenti che stiamo vedendo in questi giorni,nei vari schieramenti politici...
In una biografia di Napolitano(Wikipedia)leggo che all'università era iscritto al GUF(gioventù italiana fascista),così come lo era,da giovane, Ingrao(che,leggo, ha pure scritto una mediocre poesia per "Lui",in occasione dell'inaugurazione di Littoria)e pure Moro,che più sveglio lo fregava sempre alle Universiadi(Littoriali)....Pasolini giovane(iscritto al GIL e GUF),"dicono" scrivesse per la rivista della Biennale di Venezia,e Moravia(alias Pincherle/DeMarsanich)era figlio del "Podestà" fascista di Trieste e nipote della sorella del cofondatore del MSI...Non parliamo delle voci sicuramente false del comico ex volontario repubblichino.....e se andiamo ai "quadretti" di famiglia ne troviamo,oggi, tanti(fra i 70/80enni).... col nome di Romano ....con fratelli di nome Vittorio...e in molti altri casi con sorella di nome Edda...tipica famiglia "ortodossa "del ventennio...che dava ai figli i nomi dei figli di "Lui".
E' vero che nella vita si può cambiare.....perché ci si può "sbagliare"(anche se 3 o addirittura 4 cambi,mi sembrano "decisamente" troppi)...noto solo un frequenza molto più alta di ripensamenti,in personaggi che si dedicano alla politica...e alle arti meno nobili,incluso il palcoscenico....piuttosto che alle "normali" professioni,o mestieri....Ciao Mar

Nessie said...

Aldo, sul blog di Grillo puoi commentare anche con commenti non certificati, se è per questo. Il problema è che tutto poi finisce nel mare magno dell'indistinzione. Anche le contestazioni che in questi ultimi tempi sembrano molte.
Io da quando so che ogni clic gli frutta dei bei soldoni (si vedano le inchieste del Sole 24h e di Panorama), evito di andarci. Non mi va di ingrassare le tasche sue e di Casaleggio.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-08/giro-affari-blog-grillo-160323.shtml?uuid=AbCEIEcH

http://www.davidecasati.com/

Nessie said...

Silvio, ho letto il pezzo su Dago stamattina a proposito di Unicredit. Sapevamo che Cipro era vicina, ma non si pensava che la soluzione cipriota fosse così velocemente adottata. Questi qua fanno proprio schifo e meriterebbero l'IMPICCAGIONE istantanea.

Nessie said...

Mar, checché se ne dicesse, "fascisti" lo sono stati tutti. I personaggi che citi, lo sono stati per un periodo della loro vita. POi la loro vocazione totalitaria li ha portati a virare dallo Zenith al Nadir. Cioè al comunismo.
Sempre la vocazione "totalitaria" dei comunisti li porta ad abbracciare il neoliberismo finanziario e mercatista. Fanno tutti schifo certo; ma loro un po' di più. Anche a sentirli parlare nei dibattiti tv sono sempre quelli che difendono l'euroGulag, le rapine delle patrimoniali, l'Europa e i suoi trattati capestro. E' nel loro DNA. PUnto.

johnny doe said...

Beh,sarò io che son tardo,ma

"Tra gli italiani, Mario Draghi nanerottolo non è . Anzi, è un cervello di un certo spessore a differenza dell'androide Mario Monti"

non riesco proprio a capire che voglia dire il contrario...se poi è ironico,ci vuole un interprete...

johnny doe said...

ORMAI DOPO MESI,PER NON DIRE ANNI,DI POSTS,COMMENTI ALLA FARSA DA REPUBBLICA BANANIERA CHE STIAMO VIVENDO,NON SAPREI CHE ALTRO AGGIUNGERE.
OGNI FATTO RICONDUCE SEMPRE ALL'INCREDULITÀ CHE UN POPOLO DEGNO DI TAL NOME NON RIESCA A RIBELLARSI,PUR NELLE FORME CHE CREDE,E ASSISTA QUASI IMPASSIBILE ALLO SFASCIO DEL SUO PAESE.
CAPISCO TUTTE LE POSSIBILI OBIEZIONI OGGETTIVE,LE DIFFICOLTÀ,LE VARIE SITUAZIONI CHE POTREBBERO IMPEDIRE UNA RIBELLIONE VERA,MA NON VEDO ALTRA VIA DI USCITA.
E QUI NON SI PARLA SOLO DI CETI MENO ABBIENTI,MA ANCHE DI IMPRESE,FAMIGLIE DEL CETO MEDIO... CHE SENTONO SULLA LORO PELLE GLI EFFETTI DI QUESTA DEMENZA IN CUI CI HANNO CACCIATO
SE IL COSÌ DETTO POPOLO NON HA QUESTA FORZA O VOGLIA,È INUTILE...NON NE USCIREMO MAI... SE LASCIAMO CHE I DEMENTI CHE CI GOVERNANO DORMANO SONNI TRANQUILLI.

johnny doe said...

ANCORA NON BASTA?

Lasciate perdere gli utili idioti del sistema,i Travaglio,i Santoro,i Flores...che ancora pensano che il nostro problema sia l'ineleggibilità del nano o altre simili cazzate ...
SIAMO UNA COLONIA degli strozzini europei che ci stanno distruggendo,con un sistema politico,economico,sociale e istituzionale decrepito e allo sfascio,che sta offrendo uno spettacolo indegno di presunti saggi e della sua agonia,servo ed incapace di agire per gli interessi nazionali,con suicidi a ripetizione,con una parodia di sindacati inebetiti e con una totale disinformazione su quanto sta accadendo da parte di media asserviti al potere usuraio....
Ed è incredibile che tutto questo non susciti una rivolta popolare generale...altro che votare!

Nessie said...

Lo scrivi in lettere maiuscole sperando che io non abbia capito?!?

Giusto Johnny, sono annate di post, e magari non ti viene in mente che l'Internet l'abbiano inventato apposta per farci scrivere e non farci agire? Che sia una specie di ammortizzatore di rivolte che potrebbero essere assai più muscolari?
Fino a quando ce lo ripetiamo io, te e pochi altri...

SILVIO said...

Allarme rosso !
Quegli hijos de puta dell'Eurotower stan facendo davvero sul serio circa la confisca dei nostri risparmi.
Su input di Wolfgang Schäuble, il “pazzoide in carrozzella” più pericoloso d'Europa, verrà diramata presto una direttiva europea in tal senso.
L'ha confermato oggi il commissario europeo agli Affari Monetari Olli Rehn nel corso di un'intervista concessa all'emittente di stato finlandese YLE .
Tenere soldi in banca equivarrà (da oggi in poi) a darli in mano a rapinatori professionisti istituzionali, all'ennesima potenza e senza alcun pudore: non lo si dimentichi.
Mi rifiuto inoltre di credere (come affermato da Olli Rehn) che i depositi inferiori a 100 mila euro siano al sicuro. Non sono nato ieri.
Infine, occhio alle banconote celate “sotto il materasso” .
Vi sono applicati microchip facilmente localizzabili, a meno che il loro contenitore non sia di piombo.

Aldo said...

Nessie: "Il problema è che tutto poi finisce nel mare magno dell'indistinzione."

Piccolo è bello. E' una vita che lo sostengo. Tant'è che intervengo qui, dove con la "padrona di casa" si può avere un rapporto non dico personale, ma almento diretto. Dai blog massificati e massificanti, coerentemente, mi tengo debitamente alla larga.

Non siamo. Fatti. Per vivere. A milioni.

johnny doe said...

Ma no,lo scrivo così e copiandolo come l'ho postato da altri,senza particolari intenzioni,tantomeno che dubiti che tu non capisca.
Chissà,magari è proprio questo che dici lo scopo più o meno evidente di internet,d'altronde non è che abbiamo molti altri mezzi per comunicare altro dalla vulgata.Solo che ormai,anche questo lavorio sembra essere se non inutile,certamente poco incisivo sulla realtà,almeno così sembra...tanto più a chi non si metta a scrivere per sport o per passare il tempo,ma perchè ha veramente a cuore le sorti del paese in cui vive.

Nessie said...

Beh, allora Johnny ti racconterò la storia africana di quel povero negro che si è preso un sacco di randellate nelle costole. Poi malconcio pesto lo hanno trascinato in prigione. Gli africani di quel villaggio avevano l'obbligo di piantare solo colza dalle multinazionali, ma quel capo villaggio si era ribellato e voleva piantare verdura e legumi per il fabbisogno del suo villaggio. Dopo essersi preso legnate e giorni di galera, il capo villaggio è uscito e tutta la gente si è messa a cantare e a festeggiarlo. Poi sono riusciti tutti a seminare quello di cui avevano bisogno disubbidendo alle multinazionali.

Beh - mi sono detta - noi che siamo tanto istruiti il coraggio di pigliare legnate e di finire in galera ma di tener duro, non ce l'abbiamo. Cos'hanno loro più di noi?

Semplice: non hanno la tv e non hanno l'Internet. Per questo si ribellano. Capito l'antifona?

Nessie said...

Silvio : "Mi rifiuto inoltre di credere (come affermato da Olli Rehn) che i depositi inferiori a 100 mila euro siano al sicuro. Non sono nato ieri".

Neanch'io. Eppoi chi è che si tiene 100.mila euro nel c/corrente o in deposito?

Inoltre il vecchio Petrolini insegnava: tanti poveri fanno la vera ricchezza. Impossibile ripianare i debiti prelevando solo ai Nababbi

johnny doe said...

Morale,che si fa? Rinunciamo e continuiamo a seminare per le multinazionali?
Io credo invece che manchi il fegato,la voglia e la determinazioe di essere liberi in uno Stato indipendente e sovrano,tutte cose che non sono gratis,hanno un prezzo...

SILVIO said...

L'informazione di Internet che confligge col potere elitario ( mettendone a nudo macchinazioni/perversioni/ cupidigia/psicosi) serve.
Eccome!
Pur coi poveri mezzi a disposizione, ha la medesima funzione erosiva della goccia d'acqua che incide la roccia, sgretolandola.
“Loro” non se lo aspettavano che potesse nascere la contro-informazione. Ci hanno sempre considerato idioti all'ammasso senza cervello, senza dignità e senza palle.
Come i lontani nostri progenitori che, pur essendo in schiacciante maggioranza, si son fatti puntualmente metter sotto dai quattro ceffi delle élites.
Ma quelli erano altri tempi. L'analfabetismo, la superstizione e la miseria materiale e spirituale vigevano sovrani nelle folle.
Oggi, è profondamente diverso. Il servo della gleba non esiste più né potrà riapparire perché la Storia non ripete mai cicli in fotocopia.
Ed il globalismo dissennato morirà (come sono morti i similari regimi originati dalla follia di un pugno di dementi) trascinando nella sua rovina i plutocrati che ora imperversano. E “loro” intuiscono ciò.
Per questo hanno mobilitato tutta la me**a umana disponibile per invadere la blogosfera, intorbidirne le acque e confondere le menti degli anelli deboli della catena.
Ma non ci riusciranno. Il loro crollo non è poi tanto lontano...

aladino said...

Caro Silvio, prendo la palla al balzo. Di lavoro da fare ne abbiamo a iosa. Andiamo per ordine.

Dobbiamo cancellare 70 anni di cattocomunismo. La diarchia PCI-DC con l'80 % dei voti ha okkupato, non solo il possibile, ha anche inventato i postifici per parassiti. Auspicando una evoluzione intelligente e graduale, non escludo una rivoluzione, forconi inclusi.

Il primo passo doverosamente è la modifica dell'art. 67 della Costituzione che recita: Il parlamentare eletto "risponde alla Nazione". Che cavolo vuol dire ? Sveliamo gli altarini.
a) Il parlamentare NON risponde al cittadino elettore e nemmeno ai partiti,(ma i cittadini nel loro insieme formano la Nazione). Pare più un gioco con i bussolotti che un chiaro principio costituzionale. L'ipocrisia monta quando in parlamento, ove non sono ammessi i partiti, si riuniscono i gruppi. Il tutto condito dalla variabile impazzita del salto della quaglia. Non solo dei politici, bisogna aggiungere i partiti e/o coalzioni. Infatti i cattocomunisti ridotti al 25% riuniti dal nome PD (ex PCI - DC - PDS - Popolari - Ulivo - DS - Margherita, ecc....) pretendono di governare okkupando i gangli del comando. Facendo strame della Costituzione stessa con la complicità del golpista.
b) il conteggio dei voti dovrebbe essere fatto sul numero degli aventi diritto, non sui votanti. Lasciando invariato il numero dei voti necessari per la elezione, avremo automaticamente un taglio dei parlamentari.
c) In questo caso l'astensione al voto diventa importante e certamente può avere un peso determinante.
d) Applicare il divieto assoluto di cambiare in corsa (anche più volte) il "gruppo" di appartenenza. Un minimo di serietà e coerenza s'impone. Continua......... ciaooooooooo.

Nessie said...

Johnny, eppure credevo di essere stata chiara...Ma se non vuoi capire, va bene così. Intendo dire che la troppa informazione è una mediazione tra il potere e i sudditi. Se un capo-villaggio del centro Africa riesce a fare quel che noi non siamo capaci di fare, occorre interrogarsi e chiedersi perché.


Scusa Silvio, ma questa volta non condivido il tuo ottimismo su Internet. La consapevolezza rende liberi? Se è solo teorica non serve a un tubo. Finora dell'Internet se ne sono serviti solo gli oligarchi per le loro rivoluzioni colorate e tarocche. E Grillo e la grillologia casaleggia ne sono la dimostrazione.

@ Tutti- Scusate ma oggi ho voglia di godermi in santa pace la domenica perciò non riapro fino a questa sera. Temo che il nostro vero microchip si chiami cellulare e si chiami web, community, FB, twitter ecc. ecc.

In un modo o nell'altro ci tengono sempre attaccati ad una macchina, ma su questo farò un nuovo post.

SILVIO said...

@ Aladino
Bene per la prima esposizione.
Aspetto il proseguo.

SILVIO said...

Capisco il tuo stato d'animo, Nessie, ma non approvo il tuo pessimismo su Internet e te lo dimostro.
Mario Draghi - che costrinse Giorgio Napolitano a tenere le debite distanze obbligando il portavoce presidenziale Pasquale Cascella ad ammettere pubblicamente che fu Napolitano a chiamare Draghi circa l'istituzione dei “10 saggi” e non viceversa - è rimasto prima in silenzio davanti alle continue critiche internettiane dello staff di Zero Hedge, poi ha rotto gli indugi ed ha risposto direttamente, rimediando una figura davvero barbina davanti ad una platea mondiale di addetti ai lavori.
Internet serve. Eccome se serve!
In caso contrario, il pensiero unico elitario si imporrebbe “tout court” senza sprecare una sola cartuccia (dialettica).

Nessie said...

Stiamo parlando di due cose diverse, Silvio. Tu parli di controinformazione. E' evidente che in questo caso Internet serve e che dall'intricata matassa della rete può saltar fuori qualcosa di buono e di alternativo, come nell'esempio che hai fatto su Draghi e Zero Hedge. Io mi sono riallacciata a quanto ho già detto in precedenza a Johnny, sul fatto delle rivolte. Che cosa crea coesione in una comunità che occupa uno stesso territorio? Le condizioni di vita comuni, il rapporto di contiguità e di adiacenza, il condividere i soliti problemi, il provenire dallo stesso ceppo parentale (gens, tribus ecc. ecc.) Il web crea un falso rapporto di contiguità con persone che abitano come minimo in regioni diverse se non o in Paesi diversi o in continenti diversi. Avere delle idee in comune non basta, in quanto manca la fisicità e la territorialità. In altre parole, l'esserci. Che cosa crea il senso di appartenenza di una comunità? 1) Il territorio 2) la famiglia 3) la religione 4) la stessa cultura ecc. E' l'aver scardinato queste coordinate che impedisce perfino a un quartiere bolognese dove hanno aumentato l'IMU di riunirsi in quanto cittadini per opporsi a delle angherie. (mi rifierisco all'ulltimo post di JOsh sul blog Svulazen, a proposito di nuove angherie, tanto per fare un esempio concreto e palpabile).

http://svulazen.blogspot.it/2013/03/comune-di-bologna-in-rosso-e-ulteriore.html

E per paradosso, un capo-villaggio dell'Africa subsahariana, può avere un rapporto di adesione con la sua gente e il suo territorio di un gruppo di condomini del rione del Pilastro (tanto per rimanere a BO).

Non so se mi sono spiegata, ma sulla ricostruzione del nostro tessuto sociale (al di là dell'Internet) occorre tornare, perché è QUESTA la ragione del nostro mancato risveglio.

Nessie said...

Errata Corrige:
E per paradosso, un capo-villaggio dell'Africa subsahariana, può avere un rapporto di adesione più stretta con la sua gente e il suo territorio di un gruppo di condomini del rione del Pilastro (tanto per rimanere a BO).

Anonymous said...

# Aladino.
Che io ricordi, il “mandato imperativo” – questo è il nome “tecnico” – esisteva agli Stati Generali dell’Ancien régime, nella Repubblica francese durante il Terrore, alla Comune di Parigi e negli Stati socialisti. Forse oggi sopravvive in qualche Repubblica delle banane o islamica, sicuramente in nessun altro Stato del mondo.
L’art. 67 della nostra Costituzione discende “per li rami” dall’art. 41 dello Statuto albertino, pertanto non costituisce una novità e né, tanto meno, un’anomalia tutta italiana, bensì la regola in Assemblee legislative democraticamente elette.
Che poi in Italia gli eletti abusino dell’assenza del vincolo di mandato è vero, ma questo riguarda la loro (scarsa) moralità, non le leggi.

Preciso (è sempre meglio precisare, non si sa mai…) che non scrivo per puntiglio, ma solo per ricondurre le cose nel loro alveo naturale, altrimenti si rischia di far discussioni sul nulla…
(no caste)

Anonymous said...

Grillo e i suoi si preparano a occupare il Parlamento per martedi:

http://www.corriere.it/politica/13_aprile_07/occupiamo-montecitorio-movimento-5-stelle_9549b900-9fb1-11e2-bce6-d212a8ef12b1.shtml

Z

Aldo said...

Aladino: "b) il conteggio dei voti dovrebbe essere fatto sul numero degli aventi diritto, non sui votanti."

Ah! Questa mi piace, ma ho come l'impressione che non piaccia ai nostri "rappresentanti" (che però preferiscono pensare a se stessi come a "quelli che comandano"). Dunque, non se ne fa nulla.

Nessie, sulla coesione nel mondo fisico hai ragione, eccome! E, da paranoico qual sono, temo tu abbia ragione anche quando supponi che internet sia, nella sua versione di controllo sociale, null'altro che la versione aggiornata della televisione. Sul personale, devo darti una buona notizia: la settimana scorsa son stato quattro giorni senza collegarmi (e senza sentirne la necessità); ieri è capitato di nuovo. Sento e credo che capiterà sempre più spesso, ma non credo che una rondine faccia primavera.

Nessie said...

Se una rondine non fa primavera, non ce ne deve importare più di tanto, caro Aldo. Tu che ami i vasti spazi noterai che volare su un cielo sgombro non può fare che bene.
Internet è una gabbia di matti, di fake, di ologrammi, di "uno, nessuno, centomila" o di "così è se vi pare" alla Pirandello.
Credere che da lì possa partire una qualche rivoluzione vera (e non manipolata) è da stolti. Ed è questo il tema del nuovo post che ho appena abilitato. Per inteso, gli autori del post che ho testé copiaincollato, potrebbero essere degli altri fake tutt'altro che patriottici, che però hanno interesse a fingere di esserlo :-).

POiché d'ogni cosa occorre farci sempre la TARA.

Josh said...

Nessie, vero anche l'ultimo passaggio e testato sulla nostra pelle, direi.

"Che cosa crea coesione in una comunità che occupa uno stesso territorio? Le condizioni di vita comuni, il rapporto di contiguità e di adiacenza, il condividere i soliti problemi, il provenire dallo stesso ceppo parentale (gens, tribus ecc. ecc.) Il web crea un falso rapporto di contiguità con persone che abitano come minimo in regioni diverse se non o in Paesi diversi o in continenti diversi. Avere delle idee in comune non basta, in quanto manca la fisicità e la territorialità. In altre parole, l'esserci. Che cosa crea il senso di appartenenza di una comunità?
1) Il territorio
2) la famiglia
3) la religione
4) la stessa cultura ecc.

E' l'aver scardinato queste coordinate che impedisce perfino a un quartiere bolognese dove hanno aumentato l'IMU di riunirsi in quanto cittadini per opporsi a delle angherie. (mi riferisco all'ultimo post di JOsh sul blog Svulazen, a proposito di nuove angherie, tanto per fare un esempio concreto e palpabile).

http://svulazen.blogspot.it/2013/03/comune-di-bologna-in-rosso-e-ulteriore.html

E per paradosso, un capo-villaggio dell'Africa subsahariana, può avere un rapporto di adesione con la sua gente e il suo territorio di un gruppo di condomini del rione del Pilastro (tanto per rimanere a BO).

Non so se mi sono spiegata, ma sulla ricostruzione del nostro tessuto sociale (al di là dell'Internet) occorre tornare, perché è QUESTA la ragione del nostro mancato risveglio."

Lo riporto perchè basilare. E' tutto vero. Aggiungo:
La situazione politico-antropologica di Bologna aggrava ulteriormente le cose, perchè al Partito più di metà cittadini immolerebbero se stessi, la nonna, la mamma, la figlia, la nipotina.

fare olocausto della propria casa tramite tasse pare una bazzecola se è
"per il bene del partito e dell'EurOOpa".

E' gente da rinchiudere.