08 February 2013

Hollande, agendista speciale del NWO




Tout le monde est pays. E una volta tanto i proverbi uniscono i popoli, tenuto conto che anche da noi si dice che tutto il mondo è paese. Hollande, salutato dalle sinistre come il nuovo riformatore dell'economia nonché  il riparatore della crisi finanziaria, sembra in realtà occupato in ben altre "priorità". Prelevo dal blog Euro holocaust  di Lif, questo post che dà notizia, relativa ai ritocchini che Monsieur Le Président  vuole effettuare sulla Costituzione francese (ciascuno ha i suoi resettatori e sbianchettatori notturni di statuti nazionali, a quanto pare).
Hollande vuole eliminare la parola "razza" dalla Costituzione:
il multietnicismo non ammette le diversità.
Come promesso in campagna elettorale nel 2012, afferma di essere pronto a cambiare la Costituzione francese, in maniera da eliminare il riferimento alla razza.
Nella Costituzione d'Oltralpe, nel primo articolo si afferma l'uguaglianza della legge indipendentemente dalle origini, dalla razza e dalla religione, rispettando qualunque credo.
Con Hollande rischia di sparire il riferimento alla razza e, con esso, per quanto possa essere problematico tale termine, sparirà anche il riferimento alla differenza tra genti. Le sole "origine" e "religione" non bastano, infatti, a dar conto di quegli insiemi di differenze fenotipiche, caratteriali, culturali, politiche, ecc., che sono stati e sono i diversi popoli.
Le sole "origine" e "religione" sembrano sottolineare solo gli accidenti della vita degli individui e le loro scelte, non il succedersi delle generazioni e il loro essere radicate in luoghi e modi di vita. Una Costituzione, perciò, a misura di una società, pur dicendosi "multietnica", in cui le diversità non sono ufficialmente gradite (prime fra tutte, ovviamente, quelle autoctone).
Vers la suppression du mot «race» dans la Constitution (Anne Rovan, Le Figaro, 31 gennaio 2013):
La réforme constitutionnelle, que l'Élysée souhaite voir adopter avant l'été, prévoit la suppression du mot «race», qui figure dans l'article 1er de la Constitution, qui stipule: «La France est une République indivisible, laïque, démocratique et sociale. Elle assure l'égalité devant la loi de tous les citoyens sans distinction d'origine, de race ou de religion. Elle respecte toutes les croyances. Son organisation est décentralisée.»
La suppression du terme «race» «figure dans le projet de texte qui fait l'objet des consultations que le premier ministre va engager» avec les présidents des groupes parlementaires, affirme au Figaro un conseiller du président de la République.
Durant sa campagne, François Hollande avait pris cet engagement. «Il n'y a pas de place dans la République pour la race. Et c'est pourquoi je demanderai au lendemain de la présidentielle au Parlement de supprimer le mot “race”de notre Constitution», avait déclaré en mars 2012 le candidat socialiste, lors d'un meeting consacré à l'outre-mer à Paris.


Non bastasse tutto ciò, Hollande ha tenuto duro sul matrimonio omosessuale, una norma laicista costruita allo scopo di scardinare quel che resta della famiglia. Perché la famiglia è ovunque così messa a dura prova? Famiglia significa identità, ereditarietà genetica,  nonché  passaggio di proprietà; famiglia significa sostegno morale, trasmissione di valori, sussidiarietà e welfare naturale.  Curiosamente però, nel paese più anticlericale d'Europa, è riuscito, suo malgrado, nel miracolo di trascinare in piazza movimenti pro-famiglia come nessun altro dei suoi predecessori.
In questa Ue di Euro-strozzini e di affamatori di popoli, le "false libertà" (che poi sono licenze e null'altro), vanno di pari passo alle vere prigioni. La guerra in Mali, il matrimonio omosessuale e la cancellazione della parola "razze" dalla costituzione della République secondo il dettato ONU, servono  oltre a quanto già asserito, anche a distrarre l'opinione pubblica dalla catastrofe economica. Come ben riportato in questa intervista.
 
Hollande si riconferma un celere postino, un miserrimo Pony Express dell'Agenda del Nuovo Ordine Mondiale, perciò alla fin fine, la sua rivoluzione ça n'ira pas.  

118 comments:

MAR said...

Ricordiamo che il più grande francese era un Italiano,mi riferisco al Corso Napoleone(di lunghissima discendenza toscana)....E la loro più grande regina,altra Italiana,Caterina dei Medici
Ma che ti aspettavi,in un Paese,dove,recentemente,il penultimo presidente era figlio di un ungherese(e ora vuole scappare via,in altro luogo, perché le tasse in Francia, che peraltro ha messo lui sono troppo alte) e l'ultimo dal nome(Hollande)ci richiama una origine probabilmente fiamminga?
Mi auguro che(col tuo tradizionalismo) non ti aspettavi, addirittura, un po' di rispetto per le differenze razziali, tradizionali e religiose anche tra le due componenti,la celtica a sud,la germanica a nord,che tanto litigiosamente hanno dovuto convivere per secoli(forse millenni)fino ad ora,quasi sempre sotto un monarca straniero,Romano, tedesco,spagnolo o austriaco.
Loro non hanno problemi,sono "liberi,fratelli,uguali"...siamo noi,invece,che pur prendendoci in giro per i nostri difetti,,in fondo in fondo in fondo siamo e rimaniamo orgogliosi di essere italiani...mammoni,che non amiamo le novità imposteci dall'estero.Ciao MAR

Nessie said...

Scusa MAR, ma sinceramente non capisco il senso del tuo commento. Io non mi aspetto e non mi aspettavo un bel niente, dato che la storia della Francia, credo di conoscerla un po'.
Poi è chiaro che in quanto a problemi, noi Italiani siamo messi ancora peggio.
Ma, di grazia, mi è consentito nel mio blog, allargare di tanto in tanto lo sguardo in casa d'altri? E l'hai letta l'etichetta del post? Se non l'hai letta te la leggo io: ESTERI.

Inoltre quel che succede Oltralpe, data la vicinanza, non fa che anticipare quel che può accadere anche da noi. Dopotutto mai come nel NWO (ammesso che tu sappia cos'è) tout le monde est pays.

Huxley said...

"tout le monde est pays", guarda caso oltremanica un leader 'conservatore' sta promuovendo le unioni gay.
C'è da scommettere che sarà in cima alle priorità del prossimo governo italico, assieme a patrimoniali, privatizzazioni, riforme del welfare e cittadinanza agli immigrati.
Hollande, Cameron, Monti, Bersani; il teatro dei pupi che intrattengono il popolo pagante.

Nessie said...

Huxley, vale anche per i conservatori americani. Te la ricordi la figlia lesbica di Dick Cheney?

Segui la truffa economica e i brogli dell'eurozona e avrai sempre più libertà sessuali. A gabbie sociali, libertà sessuali e applicazioni onusiane cosiddette "gender". Obama, durante l'insediamento del suo mandato si è rivolto ai "fratelli gay", promettendo diritti su diritti.

Bersani con s-Vendola ha già promesso che la madre di tutti i bisogni delle masse, sarà il matrimonio omosex. Per il resto ti possono pure pignorare la casa, tracciare il conto dal parruchiere, costringerti a tenere l'auto in garage per via del caro-benzina, ecc.

Nessie said...

Per ciò che concerne la Costituzione francese, viene ritoccata secondo il dettato ONU che ha relegato il termine "razza" alla zoologia e zootecnia, per non apparire "discriminatori":

http://it.wikipedia.org/wiki/Razza

"Razza viene più opportunamente sostituito, in senso tecnico, da "tipi umani", "etnie" o "popolazioni". Nessuno di questi termini comprende, né ragionevolmente potrebbe, un'accezione associata, in passato o anche nel presente, a scopi discriminatori".

Insomma, siamo in presenza di un fenomeno di daltonismo di massa creato ad hoc. Tu i colori e le some di altri popoli e razze umane (pardon, tipi) li vedi, ma devi far finta di non vederli.

MAR said...

Cara Nessie,ti facevo forse,più acculturata anche in materia(esoterica),perché come scrivi dimostri una "ottima" intelligenza,cultura e un gran coraggio."Peccato",scoprire, una cultura un po' commerciale,da "scaffali" di libreria,dove si inculcano opinioni(per sviare più che educare),ma accuratamente non si svelano le verità,che poi sono quelle che occulte ai più,determinano poi,per gradini discendenti,i comportamenti delle forze e personaggi che determinano i destini dei popoli e del mondo intero...Il tutto per lo stabilirsi di un Nuovo Ordine Mondiale, ma che sa tanto(troppo) di "antico",perché chi lo vuole stabilire ci lavora da millenni.
Il senso del mio commento,facile,anzi banale...peccato che non ho preso la precauzione di essere terra terra,ma sono salito di un gradino...per un primo livello di"iniziazione".
Sono "pienamente" d'accordo con te,sul fastidio della proposta di Hollande di eliminare il concetto di razza,che appare,oltre che in Francia,anche nella nosra costituzione...e su tutti i libri scientifici di antropologia, etnologia, medicina genetica(e nessuno si "offende") ...
Sono "pienamente d'accordo con te che ,che appiattire(scientificamenre) tutti i volatili nella stessafamiglia(gallinacei,passeracei,falchi,aquile e avvoltoi)è molto facile.
Con gli umani( come diceva il Poeta ..."dal dì che nozze,tribunali ed are")le cose sono molto più difficili da conciliare,perché,la cultura e le tradizioni hanno determinato in popoli di razze diverse, stili di vita(e mentalità) differenti e determinanti,ai quali "siamo" affezionati.
Col mio commento,intendevo solo esprimere una mia opinione, rifacendomi al mostro mitologico(l'Idra dalle cento teste di cui una sola è l'importante,perché vitale e "pensante"...le altre se tagliate rinascono)ma anche in quest in supporto al tuo articolo.
Una organizzazione che vuole "imporre" un assetto ugualitario nel mondo,deve essere dovunque presente,ma dov'è la "testa" pensante?Forse nel Paese confinante,dove sono partiti dall'illuminismo alla rivoluzione americana,francese, e Napoleone,tutti i movimenti egualitari...ecco perché, sempre d'accordo con te, non mi stupivo che questa "uscita" venisse dai nostri vicini di casa(conoscendo la loro storia).
Non mi rimproverare se sono stato prolisso,al più non pubblicare il commento.Ciao Mar

Josh said...

uh mamma sto personaggio (Hollande) non lo sopporto proprio.

"eliminare il riferimento alla razza."

il post spiega bene.
Ma anche per entrare nella loro logica apparente (non dico tanto la sostanza reale di ciò che sta accadendo),
una società multietnica non è tale, multi + etnica, perchè ci sono tante etnie?
allora se elimina il riferimento alla razza, anzi lo si vieta come anticostituzionale,
è razzista anche dire "multietnico" perchè il vocabolo presuppone molte+razze?

guarda sembra uno scioglilingua, ma è un perfetto esempio dei calembour della follia di questi qui.

Nessie said...

Guarda MAR, "cultura commerciale da scaffali in libreria", è un'emerita idiozia. Ancora uno di questi sproloqui con uso improprio del virgolettato, e banno. Non ho bisogno del tuo rating. Poi andare a cercare il paese dove risiede la testa pensante dell'"assetto egualitario", mi pare una ricerca che non mena a nulla di buono. No, non sono dedita agli esoterismi e non mi interessano.

Nessie said...

Stiamo vivendo l'universo dello scolapasta capovolto in testa, Josh. Inutile cercarci un senso, se non voler creare individui imbecilli, ipocriti e pure daltonici.
Trovano il cadavere di un africano, lo portano all'obitorio, cosa dicono? Di che razza è?

Purtroppo le due cose (quella del matrimonio omosessuale e quella dello sbianchettamento della costituzione) sono collegate. Se non c'è famiglia, non c'è stirpe di discendenza, non c'è identità, concetto di appartenenza ed è più facile accettare il melting pot universale.

Josh said...

dal post:

"Perché la famiglia è ovunque così messa a dura prova? Famiglia significa identità, ereditarietà genetica, nonché passaggio di proprietà; famiglia significa sostegno morale, trasmissione di valori, sussidiarietà e welfare naturale."

Tutto vero!
e soprattutto famiglia, nell'Europa dei Mercati, significa passaggio di proprietà e patrimonio mobile e immobiliare da espropriare.

prima della discesa di Monti, il Terminator delle famiglie italiane con l'ipertassazione,
c'era la sinistra che con Franceschini e Gargamellabersani proponeva di rinunciare alle proprietà, andare in giro per l'Europa a cercare lavori "flessibili" 1 mese in una città, 1 mese in un'altra,
e proponeva prospettive assurde (regalare la casa al Comune e lasciare l'eredità allo Stato, anche in presenza di figli e parenti stretti)
e altri frammenti da manicomio dell'ideologia sinistrata moltiplicata per mondialismo e bancarismo più becero.

Non li conoscessimo questi qui!

Josh said...

Nell'UE degli affamatori di popoli, le "libertà" tanto sventolate certo che sono solo "licenze", fatte passare per rivoluzioni epocali.

ma si fa anche presto a fare i conti....

La vera prigione è proprio l'implosione economica coatta. Non avremo moneta, non avremo casa, lavoro, pensione, possibilità d'acquisto di beni di prima necessità, nè eredità.

Però gli omosessuali si potranno sposare.

Evvai! che consolazione....

Aladino said...

Cara NESSIE, fai bene a tener ben alta l'attenzione verso Oltralpe. Ci hanno "regalato" il 68 che ha portato più danni che vantaggi. Sempre in nome della libertà. Ad alcuni italiani contestare il sessantottismo contestatore è bestemmia da trogloditi.

Ebbene, sono felice di esserlo e mi tengo i valori della vita inculcati e trasmessi dalla mia famiglia.

Oggi, dobbiamo stare all'erta in tutte le direzioni. Di hollandinuzzi ne abbiamo anche in casa. Purtroppo. ciaoooooooooo.

MAR said...

Vedo che tra i libri preferiti citi"le affinità elettive",e che avrai letto sicuramente "più" di una volta.
Possibile che non ti sei "accorta"(forse non hai letto la prefazione),che è una delle tante opere a sfondo "alchilmista" di Goete(tra le più oscure)...Quattro elementi che si sciolgono e si associano...
Molte altre opere di Goete p.e. i tre Faust(incluso l'urfaust) sono anche esse a livello esoterico(a sfondo alchemico o massonico).
E tu mi dici che non ti interessi e non ne capisci di esoterismo?....Confessa,o ogni tanto ami prenddere in giro qualcuno o dici bugie sulle tue conoscenze...o ti sono antipatico.Questa non me la pubblichi di sicuro,Ciao Mar

Josh said...

aggiungo che come arma di distrAzione di massa, le iniziative di Hollande alla lunga saranno un po' poco...se si va fino in fondo al concetto di Francia in bancarotta:

http://www.rischiocalcolato.it/2013/02/la-francia-e-in-bancarotta.html

Nessie said...

Mar, è l'ultimo intervento di cui disponi. Che gli frega ai lettori se leggo "Le affinità elettive" di Goethe, con l'argomento che stiamo trattando? MI pigli per troglodita? Quasi tre quarti della cultura che respiriamo è massonica. E allora? dovrei rinunciare a istruirmi per questo? Non dovrei leggere più le poesie di Carducci, perché il suo Nobel fu sponsorizzato dalla Massoneria? Non dovrei ascoltare Mozart perché le sue opere musicali sono zeppe di riferimenti massonici? Non dovrei leggere Goethe o dovrei ignorare altri autori dell'Illuminismo francese?
Beh, temo che tu non abbia capito una cippa, perciò...marsc! Alla larga.

Un mio amico diceva che eri un troll, mentre la sottoscritta ti ha voluto dare un'apertura di credito.
Immeritata.

Nessie said...

Josh, "La vera prigione è proprio l'implosione economica coatta. Non avremo moneta, non avremo casa, lavoro, pensione, possibilità d'acquisto di beni di prima necessità, nè eredità".

Evidentemente ne stanno studiando tante, che hanno bisogno di inventarsi nuove trappole repressive, nuovi paletti e nuovi trabocchetti. Ad esempio: il reato di omofobia. O il reato di razzismo se quei colori delle varie razze umane (pardon, "tipi), li vedi per come sono e magari non fai finta di essere daltonico.

Ricordo inoltre che in Francia esiste la legge FABIUS-GAYSSOT che è l'equivalente della nostra legge Mancino, se non addirittura peggiore.

Nessie said...

Ecco qui, su wiki francese, un compendio esaustivo di tale legge controversa e liberticida:

http://fr.wikipedia.org/wiki/Loi_Gayssot

Certo che li conosciamo questa qua delle "false libertà" e delle "vere prigioni"; e sono uguali dappertutto e trasversali agli schieramenti.

Nessie said...

Aladino, parli di hollandinuzzi? Beh, la tendenza Ue e attualmente anche Usa, è quella lì, fabiana e socialisteggiante: da Hollande a Bersani-sVendola, passando per i socialisti democratici in Germania (SPD).
Per non dire di Obama e delle sue denuncette-burla a Standard & Poor.
Ci vuol altro, cari miei!

Il 1968 è stato una data di non ritorno per il NWO: dalla concezione della scuola alla famiglia da distruggere; dalla rivoluzione sessuale, alla libertà di droga ecc.

E parliamo di 45 anni fa, cioè di quasi mezzo secolo orsono!

Nessie said...

Però non è partito come comunemente si crede dalla Francia.

La prima esplosione avvenne nel 1964 all'Università di Berkeley in California. Quello europeo fu un effetto di trascinamento. Come vedi il laboratorio statunitense è sempre il primo a dare i "buoni esempi".

geccorbett said...

cara Nessie....è la globalizzazione..bellezza tu certamente sai ke il crogiolo o mortaio già presente negli USA necessita anche di piccoli formali sacrifici...per continuare a pestare e diluire.saluti.

MAR said...

Il mio commento,sui tuoi libri preferiti era di "stupore",hai letto e riletto e rileggi un libro di Goethe,tanto da tenerlo a portata di mano,che forse lo stesso Goethe nel rileggerlo in tarda età non ne capiva più il significato nascosto.Il mio voleva essere un complimento perché tu invece lo hai capito.P.S.attenzione all'uso di termini stranieri di "slang",vai a vedere cosa può anche significare se applicato fuori internet...se vuoi possiamo fare pace.Ciao MAR

Nessie said...

Attieniti strettamente al topic e non divagare. Circa le letture, sono affari miei.

Massimo said...

Ho sentito anche io dell'eliminazione della parola "razza". Un fondamentalismo linguistico che ha già fatto molte vittime (negro, spazzino, bidello, minorato, bocciato/respinto ...).
Quando l'opera sarà compiuta la vecchia, molle, corrotta, deviata, pervertita europa cadrà come una pera marcia nelle mani delle nuove e più solide popolazioni che premono ai nostri confini e in molti esemplari sono già dentro di essi. Come accadde a Bisanzio ...

Nessie said...

Ce n'è una riga di queste demenzialità , Massimo. E "diversamente abile", "non vedente", "non udente" dove li metti?

L'ultima che ho sentito sfiora il grottesco: "diversamente giovane", perché dire a un vecchio che è vecchio, sarebbe offensivo. Altro che Bisanzio!

Aladino said...

Cara NESSIE, conosco l'origine sessantottina, nata nei campus USA.

Il problema degli Italiani è: siamo passati da influenzare la cultura mondiale a copia-incolla le cretinate fatte da altri. Che desolazione.

Possiamo conosolarci pensando che i migliori cervelli Italiani sono andati all'estero per lavorare e prendere premi Nobel. Che desolazione. ciaoooooooo.

johnny doe said...

Quest'altroi burattino politico,tanto simile ai nostri,si occupa di queste cose perchè nulla ha fatto per fronteggiare la crisi che ormai tocca pure la Francia.Anche lui tasse...
Ieri Il Ministro francese del Lavoro, Michel Sapin, ha ammesso che il paese è “totalmente in bancarotta”.
Le notizie inaspettate sono arrivate durante una intervista radiofonica a RADIO J del 28 gennaio 2013 , e ha messo in stato di shock i leaders del business del Paese. “C’è uno stato ma è totalmente in bancarotta,” ha detto Mr Sapin.

Nonostante la rettifica, arrivata dopo poche ore, la gaffe è stata rilanciata dai maggiori media internazionali – compreso l’Independent – mettendo in serio imbarazzo il socialista Francois Hollande e il suo esecutivo. Un caso che si aggiunge alle polemiche sulle “super tasse per i ricchi” (a fine dicembre era stata la Corte costituzionale a bocciare la tassa del 75% sull’aliquota dei redditi maggiori al milione di euro, prevista dalla finanziaria 2103) e agli “esodi fiscali” di imprenditori
Circa i due terzi della popolazione francese crede e condivide con Mr. Sapin nel fatto che il paese sia sull’orlo del fallimento, secondo un sondaggio CSA per BFM TV.
Chiama anche in questione la politica controversa di Hollande, “tassa e spesa”.
I commenti sono arrivati mentre il Presidente Hollande cerca di migliorare la immagine della economia francese dopo la promessa di ridurre il defici del Paese, tagliando le spese di 60 miliardi di euro nei prossimi 5 anni ed aumentando le tasse di 20miliardi di euro.
Si parla anche che Nicolas Sarkozy, l’ex presidente francese, si stia preparando a trasferirsi a Londra con la moglie Carla Bruni, per ragioni economiche.
Il Primo Ministro David Cameron ha detto precedentemente che la Gran Bretagna “stenderà il tappeto rosso” per attrarre ricchi Francesi.
Pierre Moscovici, il Ministro delle Finanze francese, ha cercato di smorzare immediatamente i comemnti di Mr Sapin, dicendo che erano “inappropriati”.
Fonti
http://www.independent.co.uk
http://www.telegraph.co.uk
http://www.telegraph.co.uk
http://dionidream.wordpress.com/2013/02/01/la-francia-e-in-bancarotta-lo-ammette-il-ministro-del-lavoro-michel-sapin/


Nessie said...

Grazie Johnny, sapevo che anche la Francia se la sta passando malissimo in fatto di finanze. Niente di meglio che scatenare un po' di derby interno tra Gay e ETERO. Non sanno più come fare per dividere la popolazione.
Costoro sono dei provocatori e mestatori di professione!

Nessie said...

Aladino, il Nobel col tempo è diventato un premio svalutato in mano alle consorterie e trovo comunque una magra consolazione, quella dei nostri connazionali che praticano "la fuga dei cervelli" all'estero.

Johnny88 said...

Si dice che una volta toccato il fondo si risale. In questo caso abbiamo la dimostrazione che una volta toccato il fondo (sarkozy) non e' mica scontato che si rsalga, anzi, si puo' sempre cominciare a scavare (hollande)

Nessie said...

Quale che sia lo schieramento, li scelgono organici al progetto mondialista. Questo avviene anche in USA e in UK. E ora anche da noi e tra i Pigs. Vedi qualche differenza tra le politiche di Rajoy e quelle di Zapatero? O tra la CDU tedesca e l'SPD?

Johnny88 said...

Differenze tra le tifoserie "destra/sinistra" assai scarse direi. Cose di facciata come il derby gay/etero e poco altro. Per il resto sui grandi principi massonici condivisi sono due fotocopie

Nessie said...

Per questo li selezionano e teorizzano pure che in una vera "democrazia" non debbono esserci troppe differenze tra i due schieramenti. Tu chiamala se vuoi "omologazione". Il mondo non è mai sembrato tanto simile a un "condominio" come oggi.

Anonymous said...

cameron in england sta facendo lo stesso anche a rischio di spaccare il partito...(conservatore) è chiaro che c'è un indirizzo generale.
sta roba tossica deve passare COMUNQUE probabilmente perché se ne prevedono le successive applicazioni...
(le implicazioni di questo "principio" rischiano di essere devastanti)
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-nozze-gay-chiesa-inglese-allattacco-5731.htm
strumenti
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11438
m13
ps annunziate/aspen
http://www.santaruina.it/la-gioiosa-pantomima-ii#13603735115311&35112::resize_frame|0-0

Nessie said...

@ marco - Si è parlato poc'anzi di costituzioni nazionali resettate e sbianchettate con modifiche fatte per annullarne lo spirito di nazione. A noi Italiani, la modifica l'hanno fatta sulla legge di bilancio (non più ad opera della nazione) per imporre il Fiscal Compact e rastrellarci qualcosa come 40 miliardi l'anno.

Hollande la fa per rafforzare il multiculturalismo e il multietnicismo sì da farlo passare come una cosa ovvia e far credere ai francesi che la sua popolazione è tutta "francese"(le razze ci sono, ma guai a chi le vede).

http://www.legifrance.gouv.fr/affichTexteArticle.do?idArticle=LEGIARTI000019240997&cidTexte=LEGITEXT000006071194&dateTexte=vig

Analogo concetto-truffa è il ritocco della costituzione nei confronti del matrimonio e della famiglia regolato dal diritto e i vescovi anglicani in GB hanno ragione:

“questa legge, per la prima volta nella storia britannica, cerca nel fondo di spezzare il legame giuridico esistente tra l'istituzione del matrimonio e l'esclusività sessuale”.

Ora i sacerdoti che si rifiuteranno di celebrare nozze omosessuali per motivi di coscienza, passeranno l'anima dei guai.

Hollande ha dato il contentino dell'"obiezione di coscienza" ai sindaci dei paesi. Ma ce lo immaginiamo che casino di polemiche e di contestazioni salteranno fuori se il sindaco di St. Paul de Vence (per fare un esempio) dovesse rifiutarsi di celebrare un matrimonio omosessuale, perché contrario alle sue convinzioni ideologiche e religiose?

Mi sa che ne vedremo delle belle

Nessie said...

OT: qualcuno è in grado di dirmi perché il sito di Ida Magli www.italianiliberi.it non si vede più?

Mi compare il logo di Telecom Italia dicendo che il sito è inesistente.
Non si vedono più nemmeno i files precedenti. Chi sa, scriva qualcosa nel merito.

Anonymous said...

Nessie, molti anni fa il filosofo cattolico Augusto Del Noce suscitò un vespaio di polemiche, scrivendo che i comunisti si sarebbero presto trasformati in un grande “partito radicale di massa”. Oggi abbiamo la conferma che la sua non fu una boutade, ma una lucida profezia.
Come che ciò sia potuto avvenire, se per naturale “evoluzione” o perché pianificato a tavolino, resta il fatto che la sinistra (in generale, non solo quella comunista) ha entusiasticamente abbracciato concetti e costumi “liberali-liberisti-libertari”, un tempo considerati tipiche manifestazioni della decadenza borghese. E ovunque vada al potere si preoccupa anzitutto di imporre per legge quei disvalori, buttando alle ortiche la sua stessa… “ragione sociale”, gli ideali che l’avevano accompagnata fin dalla nascita.
I suoi avversari, dal canto loro, si fanno in quattro per dimostrare l’esattezza del vecchio detto secondo cui la destra è solo una sinistra con quaranta anni di ritardo. Si spiega così l’iniziativa di Cameron.
Intendiamoci, che i conservatori britannici siano un ricettacolo di pederasti è cosa risaputa, ma finora – almeno – avevano mostrato una certa discrezione (oltre a una buona dose di ipocrisia british). Alla quale adesso rinunciano del tutto, dimenticando perfino di essere dentro un partito, il PPE, che a chiacchiere strombazza “valori cristiani”, anche se in questo frangente non ha avuto una sola parola di biasimo.
Per non dire di un altro appartenente al PPE, il prode Messer Bunga, il quale ha dichiarato che in Italia non siamo ancora pronti per queste cose. Attenzione, non ha detto: sono leggi sbagliate, immorali o altro. No, ha detto che “noi” non siamo “ancora pronti”. Magari lo saremo tra qualche anno, dopo che le sue televisioni (e la RAI) ci avranno propinato altre “fiction”, altri “talk show”, altri “reality”, apologetici di famiglie, amori e matrimoni “diversamente normali”. Allora, adeguatamente indottrinati e avendo l’esempio dei “paesi guida” saremo pronti. E se non lo saremo, ce lo chiederà l’Europa…

Per assurdo, di fronte a tanto marciume, mi verrebbe voglia di mettermi a “tifare” per i mussulmani, se non fossi certo che l’occidente è diventato una fogna tale che finirebbe per infettare anche l’islam, come riesce ad infettare qualsiasi religione. Tranne una, l’unica che nella melma ci sguazza e ci prospera…
È certo che se i popoli europei non troveranno dentro se stessi la forza di reagire, perderemo per sempre tutto ciò che abbiamo amato e per cui ci siamo battuti.
(no caste)

Nessie said...

Ciao No caste, secondo me la bussola è Ida Magli e la sua teoria secondo cui è inutile tuonare sul derby berlusconiano contro la sinistra: "la sinistra qua, la sinistra là". Poiché la VERA SINISTRA (FABIANA E NON) è in realtà la UE. A proposito hai saputo qualcosa sul perché il suo sito non compare più e salta fuori la scheda di Telecom Italia?


Detto ciò, c'è del vero anche in quanto diceva Del Noce (padre, dato che il figlio è un Pirla), in quanto il marxismo è pur sempre una dottrina economicista e progressista. Per cui è facile fondersi coi "radicali" coi "liberisti" e coi "libertari". Dopotutto Marx da dove proviene? Ha incorporato David Ricardo , Adam Smith, Owen e altri liberal-liberisti inglesi oltre al socialismo utopista e libertario francese (St. Simon, Proudhon, Fourier) .

Poi c'è un altro fattore storico che non tutti sanno e che vale la pena di riportare. Durante il bolscevismo in Urss venne abolito il Natale ortodosso (al suo posto fecero la festa della derisione del Natale) e il matrimonio e la famiglia.
Se vai a leggere la biografia del poeta Majakovski è tutta una débauche, una promiscuità e una sregolatezza e la monogomia veniva disprezzata.

Altra cosa durante il dopoguerra italiano, i comunisti di casa nostra. Il nostro PCI sapeva di essere situato in un paese con un forte sentimento cattolico e pertanto l'operaio-tipo del Peppone, era un conservatore e un tradizionalista nei costumi.
Ma come vedi, la classe operaia si è estinta e sono venuti avanti altri "disvalori".

Nessie said...

PS: poi comunque, in relazione al dopoguerra italiano, parlo di un periodo in cui c'era ancora una nazione più o meno sovrana e in costruzione. Ora invece, tutto è più facile e via col saccheggio di tutto, tradizioni, religioni e valori, compresi.

Sui mussulmani, meglio non abbandonarsi a simili paradossi. Anche perché "la scimitarra integralista" è molto ben impugnata anche da nazioni cosiddette "civili" e "democratiche", allo scopo di infiltrare e destabilizzare. Vedasi l'attuale Egitto e Tunisia.

samuela said...

OT Informazione di servizio. Nessie, il sito di Italiani Liberi non è disponibile perchè stanno cambiando piattaforma o server, lo dicono loro stessi su Facebook. Mi ero allarmata anche io.

Anonymous said...

Nessie, Augusto Del Noce è stato un grande filosofo cattolico (tradizionalista ma non democristiano) che in vita sua ha avuto due disgrazie: un figlio come Fabrizio e un allievo come Buttiglione… ☺

Anche io sono tornato sulla pagina di ItalianiLiberi. A me compare un avviso che dice: «Il sito che cercavi potrebbe essere momentaneamente non disponibile o non più esistente» e dopo qualche secondo vengo reindirizzato sul portale di Libero (immagino perché sono abbonato di Infostrada). Forse si tratta solo di difficoltà temporanee, ma temo che la pagina sia stata chiusa. E a questo punto bisogna augurarsi che non c’entrino eventuali problemi di salute della titolare, piuttosto avanti con l’età.
Se qualcuno tra gli amici del blog ha altre notizie potrebbe fornircele.

Circa i mussulmani, il mio era un “parlare per assurdo”, come ho premesso. Per quanto, in linea di principio, sarei disposto ad allearmi anche col diavolo pur di battere quello che considero “il” Nemico principale, so bene che con l’islam certi calcoli proprio non si possono fare…

Di Egitto e Tunisia trattammo diffusamente a suo tempo (ad esempio qui: http://sauraplesio.blogspot.it/2011/01/il-colore-e-il-profumo-delle.html ) e non ho difficoltà a ribadire quanto già scritto: gli apprendisti stregoni di Washington e i loro scagnozzi europei, col pretesto della democrazia (alla quale essi stessi non credono), sobillano rivolte convinti di poter trarre vantaggio dal caos. Gli arabi dapprima fingono di stare al gioco e poi iniziano a giocare la “loro” partita.
Chi crede di poterli strumentalizzare è un ingenuo, perché sono mossi da un “pensiero forte” che li rende impermeabili a certe lusinghe.
Chi si illude di poterli tenere a bada è fuori dal mondo, perché nessuna arma può tenere a bada un miliardo di persone.
Chi si meraviglia che gli estremisti prendono il potere nei paesi “liberati” è un idiota, perché non c’era previsione più facile di questa.
(no caste)

Aldo said...

Nessie: "L'ultima che ho sentito sfiora il grottesco: "diversamente giovane", perché dire a un vecchio che è vecchio, sarebbe offensivo."

E se fosse invece che "vecchio" si abbina a "pensione" e che "pensione" è ormai un arcaismo privo di contatto con la realtà? Un "diversamente giovane" si può impunemente schiavizzare a oltranza, laddove chi invece schiavizzasse un "vecchio" darebbe una pessima immagine di sè, alquanto impopolare.

Ah, la lingua! Che arma! Che arma!

Nessie said...

Grazie Samuela, ero anch'io preoccupata e pensavo al peggio.


No Caste, come puoi leggere nell'intervento di Samuela, stanno cambiando piattaforma al sito.

Sull'islam. Avevo capito benissimo che il tuo era un parlare per assurdo circa gli islamici. Il problema è che quando si cavalca la tigre, non puoi poi deciderne più la direzione.
Arrivo a dire che (come saprai già) la Bestia dell'Integralismo è stata creata ad hoc dalla dottrina Brzezinski ai tempi della guerra fredda con l'Urss e che furono proprio gli americani ad armare l'esercito dei mujaheddin (e bin Laden) contro i sovietici. E che di quella "bestia" se ne servono ancora cinicamente e impunemente.
Costoro diventano "il terrorismo internazionale" da sconfiggere assolutamente, o viceversa "dei preziosi alleati", a seconda dei tornaconti geostrategici.

Nessie said...

Certo che è un'arma la lingua, Aldo. E anche l'uso di eufemismi per eludere spiacevoli verità.
La prima volta che ho sentito questa imbecillità ("diversamente giovane") è stato in un programma radiofonico di intrattenimento ed era in un contesto frivolo. Ma ciò non toglie che si possa utilizzare anche nei contesti che hai menzionato.

Nessie said...

Aldo, toglimi una curiosità: era tu l'Aldo che ha commentato da Euro Holocaust? Dall'indignazione manifestata si direbbe che sia tu:

Non esito a definire questa pretesa per la quale la specie umana è esente dalla diversificazione in razze una EMERITA STRONZATA, e passatemi il francesismo, perché quella è l'espressione in assoluto più adatta a definire cose di questo genere. Cioè, come si fa a SPEGNERE IL CERVELLO e negare l'evidenza dei fatti solo perché l'ideologia impone di farlo? Abbiamo già visto tante volte fare la stessa cosa in passato su temi anche molto diversi, ogni volta con esiti catastrofici. Perché insistere ulteriormente su una via nuova ma con lo stesso metodo fallimentare e devastante? Indipendentemente dalla razza, la nostra specie deve avere dei profondi difetti nella "progettazione", perché l'esperienza dovrebbe insegnare e invece pare che non insegni un bel niente. Compulsione a ripetere? Ma quella è tipica degli alienati, per quel che ne so.

Anonymous said...

Certo, Nessie. So bene che gli americani hanno creato e armato Bin Laden, Al Qaeda e altri gruppi terroristici. E che se ne sono serviti a loro piacimento (e ancora lo fanno: vedi la Libia).
Tuttavia non li ritengo così scemi da provocare, poniamo, una “primavera araba” in Egitto per consegnarlo ai Fratelli Mussulmani. Immagino che i loro disegni fossero altri e perciò parlo di apprendisti stregoni: nel senso di chi scatena eventi che poi non è in grado di controllare.
Non considero questa un’attenuante, ma un’aggravante. Per me sono doppiamente criminali.
(no caste)

PS:
Ringrazio Samuela per la buona notizia.

Anonymous said...

Un dato di fatto è che il fronte del pensiero unico (economico e sociale ecc.) globale è compatto, mafiosamente solidale e univoco sotto ogni bandiera. E' poi così ben radicato che riesce a dettare legge anche quando formalmente perde le votazioni.
Quel che purtroppo manca del tutto è una uguale compattezza, unità e organizzazione di chi si oppone.
Poi avrete notato che il suddetto fronte sempre a dispetto delle votazioni e alla faccia della democrazia è anche in grado di stabilire chi sono i buoni che devono governare e chi i cattivi da eliminare. Infatti per esempio i governanti europei oramai sono tutti uguali tra di loro anche se fittiziamente in partiti diversi. Non avevo dubbi che questa non fosse democrazia e libertà ma i suddetti oramai non si preoccupano più nemmeno di nasconderlo probabilmente perchè sanno di avere già il potere assoluto.
Scarth


Nessie said...

@ Per inciso Aldo: se quell'Aldo sei tu e non un omonimo, sono d'accordissimo con quanto hai scritto.

@@ No caste, ai machiavellismi e cinismi di certa geostrategia non c'è alcun limite. Credo che la sintesi del discorso sul conclamato “scontro di civiltà” sia proprio l’averlo creato surrettiziamente e artificiosamente. E non darmi della complottista :-) Crollando il Muro, ponendo fine alla Guerra Fredda, bisognava trovare un nuovo Nemico, ed eccoti l’islam radicale già bell’e pronto.

Prima lo scontro era tra “mondo libero e democratico d’Occidente” e “mondo totalitario e comunista dell’Est”. Poi dopo la caduta del Muro, bisognava creare una nuova contrapposizione: Occidente contro Islam. Samuel Hungtinton e il suo famoso testo sullo “scontro”, docet.

Se n’era già fatta esperienza in Afghanistan con i mujaheddin, da usare contro la presenza dei sovietici ("atei" e i"infedeli" da sconfiggere) . Un esercito ben fanatizzato nel nome di Allah, orchestrato e diretto dai mondialisti atlantici può fare la differenza. Ma chi c’era dietro? come sai, l’amico AMERIKANO.

In altri contesti, invece, improvvisamente gli Integralisti sono diventati "buoni" e perfino "utili” . Laddove ci sono regimi autocratici laici (MUbarak, Assad di Siria, Gheddafi ecc.) bisogna DESTABILIZZARE infiltrando movimenti integralisti fanatici e teocratici.

Viceversa, laddove esiste già una teocrazia o movimenti integralisti (in Iran ad esempo) allora si espongono le bandiere della laicità e della modernità.
E questa instabilità permanente serve al mercato bellico e ai vari "piani Marshall" per la ricostruzione. Ovvero alla "demokrazia", una merce d'esportazione dell'American Dream.

Anonymous said...

Diciamo che dopo aver fatto crollare il Muro "qualcuno" ha intravisto (o pianificato) un'ottima occasione per papparsi l'intera torta (con noi dentro).
Scarth
PS: nel '79, a dicembre se non ricordo male, i Sovietici intervennero in Afghanistan perchè allarmati su cosa si stava preparando sul loro uscio di casa. Ma loro erano i cattivi. Gli si può dare torto col senno di poi? Ma loro erano i cattivi... Tra l'altro il loro intervento fu accompagnato da un enorme programma di aiuti civili fatto di ospedali, scuole, strade, ponti ecc.

Nessie said...

Scarth, sì i governati europei si caratterizzano per alcune caratteristiche essenziali comuni:

1) facce impersonali (come quella di Hollande) e incapacità di creare ogni empatia presso i cittadini che intendono servire

2) eloquio ripetitivo e burocratico sui soliti mantra (crescita, debiti che vanno onorati, più coesione e più Europa ecc.).

Del resto un Moloch fatto di burocrati non può che scegliere accondiscendenti marionette per i loro sporchi disegni.

"Quel che purtroppo manca del tutto è una uguale compattezza, unità e organizzazione di chi si oppone"

E' vero, ma è una sfida totalmente sui generis e ci vorrà del tempo per organizzare le truppe. Intanto in Francia la risposta alla legge Hollande sul matrimonio gay, è stata forte, numerosa e sentita. E non l'avrei mai immaginato.

Nessie said...

Quella dei sovietici in Afghanistan di allora è stata una propaganda che ai tempi tutti noi ci siamo bevuti. Solo il tempo ha chiarito le cose. Parzialmente direi, dato che molti altri antefatti devono saltare fuori.
Così come devono saltar fuori alcune scomode verità sulla Caduta del Muro.

Nessie said...

Intanto questi sono i risultati della Ue della Troika, tanto per non andare fuori tema:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11453

La Grecia è invasa dallo smog da fumo di legna da ardere.


Aldo said...

Nessie: "Aldo, toglimi una curiosità: era tu l'Aldo che ha commentato da Euro Holocaust?"

Sì, leggo sempre anche quel blog (e mi piace pure). Mi firmo Aldo... perché sono Aldo! :) Sono rare le situazioni in cui uso nomi di fantasia. Non vedo ragione per farlo, visto che un nome di battesimo senza un cognome dice ben poco.

Il nome che ho usato è vero, così come pure l'indignazione che hai colto. Se ci fai caso c'è anche una bella quantità di disprezzo.

Nessie said...

L'ho colto, l'ho colto. Tant'è vero che il tuo commento l'ho riportato qua, perché mi pareva molto pertinente oltre che condivisibile.

"come si fa a SPEGNERE IL CERVELLO e negare l'evidenza dei fatti solo perché l'ideologia impone di farlo?"

Se ci rifletti bene questa strategia dello spegnimento di cervello viene applicata su tutto. Anche alla presunzione di colpevolezza del fisco, nei confronti degli onesti cittadini. Prima ti fanno il lavaggio al cervello col "parassita" in tv. Poi ti portano via anche le mutande. Il tutto, per nascondere i loro luridi brogli con le banche i cui debiti vengono ripagati dai "parassiti" (caso Montepaschi docet).

La mordacchia preventiva e le opinioni in manette (le nostre) servono eccome, come puoi vedere.

SILVIO said...

Normalmente, aborro il gossip e non mi garba violare la privacy, pur se trattasi di un personaggio pubblico.
Ma la seguente dichiarazione fatta da Obama il 21 gennaio scorso durante il discorso inaugurale del suo secondo insediamento presidenziale :
[ "La nostra missione non sarà completa sino a quando i nostri fratelli e sorelle gay saranno trattati come tutti gli altri in base alla legge....
http://thehill.com/video/administration/278319-president-obama-emphasizes-gay-rights-in-inauguration-speech#ixzz2KUNj2yoK ]
esclude la normalità. Ed anche Obama pare non lo sia.

Si dice infatti che sia bisex.
Il primo amore fu la sua Tata che lo accudì affettuosamente per oltre un decennio.
Si chiamava Evie / Turdi ed era un transessuale.
http://www.wnd.com/2012/03/bhos-sexually-confused-caretakers/

Wayne Madsen (un ex ufficiale della Marina collaboratore dei Servizi segreti; oggi, giornalista investigativo ed editorialista di “WMR”) si è spinto oltre, rincarando la dose senza riceverne smentite.
Secondo Madsen, Obama frequentò assiduamente un noto club per omosessuali, sito a Chicago

http://www.manscountrychicago.com/about/about.html

accompagnato da Rahm Emanuel (esponente del Partito Democratico, attuale sindaco di Chicago ed ex-Capo di gabinetto di Obama).

Sempre secondo Madsen, Obama fu l'amante di (almeno) altri 2 uomini:
1) Larry Sinclair
2) Reggie Love (il suo guardia-spalla e factotum)

http://fellowshipofminds.wordpress.com/2010/05/27/washington-insider-obama-member-of-chicago-gay-mans-club/

http://aangirfan.blogspot.it/2013/01/gay-and-depressed-leaders-obama-nixon.html

L'a-morale della storiaccia? La solita.
Cioè, l'imposizione dall'alto della lerce fallacie etiche globaliste, contro e a dispetto dello stra-grande sentire comune.

Motivo? Rivoltare l'umanità come un calzino per cancellarne identità e valori, così da renderla prona ai voleri più abietti delle élites.

Nessie said...

Ciao Silvio. Quella frase della "missione compiuta" e della "fratellanza gay", mi ha davvero scioccato, tant'è che l'ho già riportata in altre occasioni. Mi ha impressionato perché mi è sembrato un perverso reverendo Jim Jones (quello della setta nella Guyana che ha avvelenato moltitudini di idioti seguaci, con l'aranciata al veleno) in forma riveduta e corretta con altri obbiettivi.

Le insinuazioni sulla sua appartenenza a detta congrega che riporti, sinceramente non mi sorprendono affatto, visto il "wonderful world" che ci stanno cucinando.
Ma se anche non fosse vero rimarrebbe pur sempre in piedi lo SCOPO che citi in chiusura: rivoltare l'umnità come un calzino "per cancellarne identità e valori".Questo è certo.

Nessie said...

PS: aggiungo che come ben sai, la sua prima campagna elettorale (e suppongo anche la seconda) ebbe tra i "contributors" i più grandi colossi bancari:

http://www.quinews.it/2008/11/05/ecco-i-contributors-di-obama-ovvero-chi-ha-finanziato-il-neo-presidente/

Ma mi preme anche di far notare che si doveva mettere al centro del mondo un Presidente "meticcio" con lineamenti simil-egizi (il viso ovale), di incerta religione (padre nero e musulmano e madre bianca), che non lo hai mai cresciuto né allevato né educato direttamente, una donna déracinée ben descritta in questo articolo:


http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/15/news/la_vita_segreta_della_mamma_di_obama-16263958/

Obama, uomo di incerta identità, di incerta religione, di incerta sessualità, a quanto pare. E pure profeta della "società liquida" che teorizza la "non aderenza" e la "non appartenenza" a un genere sessuale. E' davvero troppo.

Anonymous said...

Anche questa. La biografia nascosta di Obama: una famiglia al servizio della CIA:


http://disinformazione.it/biografia_nascosta_obama.htm

Zeta

SILVIO said...

Non solo, Nessie.
Cosa altrettanto grave sarebbero i “rumors” (provenienti da varie fonti giornalistiche) che dipinsero Obama come individuo in preda alla depressione ed alla schizofrenia e, pertanto, farmaco / strizzacervelli - dipendente:

http://fellowshipofminds.wordpress.com/2010/10/13/wayne-madsen-reports-obama-depressed-schizophrenic/

http://fellowshipofminds.wordpress.com/2010/09/23/obama-presidency-democrats-in-crisis-says-deepthroat2/

In particolare, la schizofrenia è una malattia mentale che non si attaglierebbe di certo agli oneri e responsabilità derivanti dall'essere il N°1 della maggiore potenza bellica mondiale.
Ricordo infatti che essa causa disintegrazione del pensiero e della reattività emozionale, determinando nei soggetti colpiti allucinazioni uditive, deliri paranoidi e significativa disfunzione sociale o professionale.
Quel sospetto preoccupa assai. Tanto più oggi, vista la militarizzazione interna imposta negli Usa.
Non è un caso (difatti) che ad Obama sia stato attualmente attribuito il seguente motto:
” I have a drone ”

Nessie said...

Uhmmm!... Ha tutte le sette virtù spirituali, a quanto pare. Chissà quanti altri capi di stato malati psichici ci sono già stati (oltre ai soliti Hitler e Stalin), e non ce l'hanno mai fatto sapere...

E di Hollande, con quella faccia da Monsieur Durand qualunque, cosa ci sai dire? Non ho mai visto una faccia più impersonale di quella

Nessie said...

Grazie Zeta, conoscevo quella biografia. Bah...non so che dire, pigliamola con beneficio di inventario.

SILVIO said...

Ritorno ora “a bomba”, tralasciando un attimino il primo piano (= l'omosessualità) per passare al campo lungo.
Ciò per avere la la visione d'insieme di alcune fallacie dell'eugenetica con cui la feccia “fabiana” uccella i militonti dei partiti-fetecchia di ogni dove.
È noto che ogni fallacia ha due volti : uno dichiarato, l'altro nascosto.
Il volto “dichiarato” ha lo scopo di rendere accettabile il cambiamento, dimodoché la gente si abitui e non ponga domande scomode. Quello “nascosto” rappresenta invece lo scopo teso a facilitare il conseguimento degli obiettivi perseguiti dai predetti gaglioffi .
Eccone un'enumerazione “molto ma molto” parziale (senza illustrazione) :

1) ACCELERARE L'INIZIO DELLA PUBERTÀ CON OGNI MEZZO
2) DE-ENFATIZZARE LA FEMMINILITA CON OGNI MEZZO
3) MINIMIZZARE E DERIDERE LA MASCOLINITÀ CON OGNI MEZZO
4) RIORIENTARE LO SCOPO DEL SESSO : SESSO SENZA RIPRODUZIONE E RIPRODUZIONE SENZA SESSO
5) DE-SENSIBILIZZARE IL SESSO, TOLLERANDO E GIUSTIFICANDO I PREDATORI SESSUALI
6) FAVORIRE E LEGITTIMARE UNIVERSALMENTE L'OMOSESSUALITÀ
7) RENDERE UNIVERSALMENTE DISPONIBILE A TUTTI LA CONTRACCEZIONE
8) INCENTIVARE L'ABORTO
9) SMINUIRE L'ISTITUTO DELLA FAMIGLIA E DELLA PATRIA POTESTÀ, SINO AL LORO RIMOZIONE
10) SANCIRE L'OBBLIGO DEL PERMESSO DELLE AUTORITÀ PRIMA DI AVERE FIGLI
11) INCORAGGIARE OCCULTAMENTE L'USO DELLE DROGHE
12) RIDICOLIZZARE ED ELIMINARE LE TRADIZIONI POPOLARI
13) PROMUOVERE IL CONCETTO “CITTADINI DEL MONDO”
14) MISCELARE TUTTE LE RELIGIONI SINO ALLA LORO ELIMINAZIONE
15) LEGITTIMARE IL DIFFICILE ACCESSO ALLE CURE MEDICHE, L'EUTANASIA E LA “PILLOLA DEMISE” ONDE ELIMINARE GLI ANZIANI, GLI EMARGINATI E GLI IMPRODUTTIVI
16) DIFFONDERE IL PANICO, STABILENDO LA PERDITA DI SICUREZZA E DEI POSTI DI LAVORO
17) UTILIZZARE IL TERRORISMO COME STRUMENTO DI CONTROLLO DEI POPOLI
18) FALSIFICARE I DATI DELLA RICERCA SCIENTIFICA
19) SMANTELLARE GLI STATI-NAZIONE
20) SANCIRE L'INFERIORITÀ DELL'ESSERE UMANO RISPETTO ALL'ECOSISTEMA
.....e “tanto ma tanto” altro ancora in un crescendo di orrori luciferini...

Nessie said...

11) INCORAGGIARE OCCULTAMENTE L'USO DELLE DROGHE .

Beh, ora lo fanno palesemente e non più occultamente.

12)RIDICOLIZZARE ED ELIMINARE LE TRADIZIONI POPOLARI.

Nell'Urss del periodo bolscevico già si faceva (Natale ortodosso) non appena si insediarono "i tecnici": così si fecero chiamare Lenin e Trotzky in disprezzo e in sfregio al parlamento (la Duma). Sono utili riferimenti storici per indicare che in fondo nel NW0, nihil sub sole novi.

Purtroppo sì, la lista degli orrori non si limita ai fatidici 20 punti. Marco mi ha già inviato parecchie volte il link di questi piani criminogeni. E un altro amico mi ha fornito un PDF che ho provveduto ad archiviare.
Comunque è bene ripetere gli obiettivi, per mostrare che ciascuno di questi presidenti omiciattoli messi in evidenza, è al servizio di tutto questo.

Anonymous said...

Il deputato belga Laurent Louis denuncia in parlamento la guerra in Mali di Hollande


http://la-dissidence.org/2013/01/19/le-depute-belge-laurent-louis-denonce-la-guerre-au-mali/

smascherando l'impostura del "terrorismo"

Z

SILVIO said...

Nessie scrive: « E di Hollande, con quella faccia da Monsieur Durand qualunque, cosa ci sai dire? Non ho mai visto una faccia più impersonale di quella... »
--------
François Hollande è:
1) Massone, appartenente al “Grande Oriente di Francia” (che si contrappone alla “Gran Loggia d'Inghilterra”).
2) Filo-sionista, come testimoniato dalla sua adesione al CRIF (= Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche in Francia) e al ”CLUB LE SIECLE”, a cui aderisce un gran numero di personaggi molto noti e influenti (esempio: Édouard de Rothschild - Antoine Bernheim - Daniel Bouton - Claude Bébéar – Jean Yves Haberer - Michel Pébereau - Dominique Strauss Kahn – Jean Claude Trichet - Jacques Attali - Pascal Lamy - Alain Minc - Thierry Breton....).
3) Atlantista, in quanto membro della fondazione ”FRENCH-AMERICAN FOUNDATION”.
4) Il 24° Presidente della Repubblica francese sin dal 15 maggio 2012, dopo essere stato appoggiato dal “Partito Socialista”, dal “Partito radicale di sinistra”, dal “Movimento repubblicano e cittadino” e dal “Movimento unitario progressista”.
5) Fervente sostenitore del matrimonio tra omosessuali e dell'adozione di figli da parte delle coppie LGBT (LGBT = Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender).
6) Tiepidissimo fautore del Trattato di Lisbona e del Meccanismo Europeo di Stabilità.
7) In possesso della laurea conseguita presso la scuola d'élite “ENA” (= “Ecole Nationale d'Administration”).
8) Benestante ma non ricchissimo (patrimonio personale = 1,17 milioni di euro).
9) Legato sentimentalmente alla giornalista Valérie Trierweiler (dopo aver troncato la precedente relazione con Ségolène Royal, da cui ha avuto 4 figli).
Faccio notare che molti esponenti dell'attuale governo francese – guidato da Jean Marc Ayrault – sono massoni del Grande Oriente di Francia.

Nessie said...

Grazie Zeta. Ho visto l'interessantissimo filmato: uomo davvero coraggioso questo Laurent Louis! Lo avessimo noi un simile parlamentare di razza capace di spiegare cosa nascondono queste "guerre al terrorimo". E come invece in altri contesti adiacenti gli stessi qaedisti si rivelano preziosi alleati. Mi sa che troveranno il sistema per avvelenargli il cibo, o trovarlo "suicidato". Ho salvato quel blog.

Nessie said...

Grazie Silvio. Sul Grande Oriente mi era noto. MOlti degli altri "crediti", invece no, a parte gli episodi di cronaca rosa sulla Sègoléne e sull'attuale "compagna" Valérie Trierweiler nonché il suo zelo per il matrimonio omosessuale.
Ti consiglio, se non l'hai ancora fatto, di guardare il filmato segnalato da Z sul deputato belga Laurent Louis e la sua requisitoria contro la guerra al Mali. Quando parla gente così mi sento rincuorata. Peccato che siano ancora troppo pochi.

Qui nevica e devo andare a spalare la neve.
Buona giornata!

roby said...

Nessie, hai letto questa? Ormai siamo circondati. Estraggo da Libero:

"bacio gay - Politicamente scorretto, si diceva. O forse correttissimo, visto da un'ottica de sinistra. Non a caso, è già stata annunciata sul palco sanremese la presenza di Stefano Olivari e Federico Novaro, la coppia di omosessuali protagonisti di un video su Repubblica Tv in cui annunciano l'intenzione di andarsi a sposare a New York perché le leggi italiane ancora non riconoscono pari diritti alle nozze gay. Naturalmente, per sostenere la loro causa, ecco che arriverà lo "scandaloso" bacio. "Nessuno di noi due è un attivista, però riteniamo sia assurdo l'anonimato che circonda i viaggi per i matrimoni gay", hanno fatto sapere attraverso Repubblica. Fazio sarà d'accordo, e intanto si lecca i baffi pensando al clamore e all share garantiti dall'effusione gay".

Anonymous said...

Kinsey, era un maniaco il guru della cultura gay
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-kinsey-era-un-maniaco-il-guru-della-cultura-gay-5781.htm

non ci sono “generi” ma solo uomini e donne
http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5425

applicati i ''Principi di Yogyakarta'' stilati da 31 ''esperti''
http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2641

dopodiché apettiamoci la legalizzazione della pedofilia, dell''eutanasia, l'infanticidio ed anche la poligamia.
m13
Chiaro che fa tutto parte di un programma, come è evidente la propaganda al seguito (indirizzata in mnassima parte all'infanzia ed agli adolescenti..mascolinizzare la donna ed effemminare il maschio).
Suiccome poi saremmo nel campo dei "diritti umani" vuoi vedere che non sia prevista una normalizzazione in chiave religiosa (magari dichiarando "omofoba" la Chiesa? ed alla fin della fiera - degli orrori - non è che sia questo l'obiettivo principale?).
Relativismo (falsa tolleranza)
http://www.alleanzacattolica.org/temi/massoneria/massoneria_cantoni.htm
un po' più da vicino..
http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=print&sid=2693
http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=print&sid=2774


Anonymous said...

Il Qatar conduce un’operazione aerea per infiltrare decine di terroristi nel Sahel
http://www.voltairenet.org/article177430.html
Mali
http://aurorasito.wordpress.com/2013/02/10/il-mali-e-la-sinistra-bellica-social-colonialista-risposta-a-samir-amin/
wahhabismo
http://aurorasito.wordpress.com/2013/02/09/origini-della-collusione-wahhabita-sionista/
m13

Anonymous said...

Benedetto XVI si dimette il 28 febbraio
http://www.asianews.it/notizie-it/Benedetto-XVI-si-dimette-il-28-febbraio-27106.html

notizia per me tragica... m13

Nessie said...

Roby, un festival nato come "nazional popolare" che univa tutta la Penisola canora, si è degradato via via fino a trasformarsi nel festival dell'Unità nonché in una succursalina mondialista, dove tutto c'entra fuorché la canzonetta.

Nauseante poi la metamorfosi dei compagnucci che da "lotta continua" si sono via via trasformati in "gaiezza continua", per la felicità dei gonzi.

Ovviamente non lo guarderò.

Nessie said...

Marco, sapevo di Kinsey, grazie.

Mi spiace per Papa Ratzinger, anche se non ero sempre d'accordo col suo pontificato. Anche perché il prossimo papa imposto dal Vaticano sarà nero o magari apertamente filo- nozze gay con tanto di outing.
Perdona il mio pessimismo, ma qua al peggio non c'è mai fondo.

SILVIO said...

@ Nessie
Conosco Laurent Louis.
É un uomo perbene, cattolico, fortemente anti-pedofilo, anti-colonialista ed anti-cosche oligarchiche (quindi, ben diverso dal farlocco Nigel Farage = occulto difensore degli interessi di London City e dell'Impero britannico).

Alla lotta contro la pedofilia è stato sensibilizzato dagli scoop fatti da Joel van der Reijden (che sta dedicandosi con tenacia quotidiana soltanto a questo filone...non so se a ragione o a torto...).

Laurent Louis è però troppo giovane (= 33 anni) e, pertanto, impulsivo e sprezzante dei pericoli che corre (le prime avvisaglie si sono già materializzate sulla sua testa...).

Dovrebbe riguardarsi meglio, coprendosi le spalle.
Per il suo e per il nostro bene.

SILVIO said...

@ Nessie
Ho l'impressione che chi ha costretto Papa Benedetto XVI alle dimissioni (...per il bene della Chiesa...) abbia fatto male i conti.

Il probabile nuovo pontefice (di cui non faccio il nome) darà loro parecchio filo da torcere....

Josh said...

Anche nella storia dell' "arte" contemporanea, provano a cambiare la sensibilità infiltrando
"certi concetti".

cfr mio breve su Artefiera 2013

http://svulazen.blogspot.it/2013/02/arti-e-artefiera-bologna.html

SILVIO said...

l ”Grande Oriente di Francia” - per bocca del fratello François Hollande - ha così commentato circa le dimissioni di papa Benedetto XVI:
« ...Tale decisione è altamente rispettabile e fa si che un nuovo papa verrà scelto...La “Republique” saluta il papa che prende questa decisione ma non farà altri commenti su qualcosa che appartiene innanzi tutto alla Chiesa. La sua è una decisione umana e una volontà che deve essere rispettata...».

Traduzione: «La “Republique” sogna che venga eletto Papa il cardinale francese Jean-Louis Pierre Tauran».
Ma anche nel giardino dei potenti capita spesso che i sogni muoiano all'alba.

Aladino said...

Cara NESSIE, Nostradamus aveva previsto anche questo. Il prossimo Papa sarà nero (vedere classifica su virgilio). E sarà l'ultimo. ciao.

Josh said...

e a proposito di date, questa dell'annuncio dimissioni papali, oggi è un altro 11 (febbraio).

Nessie said...

SILVIO:

@ Nessie
Ho l'impressione che chi ha costretto Papa Benedetto XVI alle dimissioni (...per il bene della Chiesa...) abbia fatto male i conti.

Il probabile nuovo pontefice (di cui non faccio il nome) darà loro parecchio filo da torcere.

ALADINO:

Cara NESSIE, Nostradamus aveva previsto anche questo. Il prossimo Papa sarà nero (vedere classifica su virgilio). E sarà l'ultimo. ciao.

State dicendo qualcosa che sta agli antipodi, l'uno dell'altro. Io non mi pronuncio, ma di sicuro per il momento posso osservare quanto segue:

Un Papa non è né un Presidente del Consiglio, né un Capo dello stato, ma un'autorità che ha a che fare col sacro. Sapevo di Ratzinger e della clausola che fece mettere, quando accettò l'incarico dopo la morte del suo predecessore, a proposito dello stato di salute. E la fece mettere per non finire nelle mani dei cardinali come avvenne per Wojtyla quand'era gravemente ammalato.

Tuttavia, un teologo come lui non può non sapere che un Papa non è un'autorità laica di uno stato laico. Anche se il diritto canonico consentirebbe la decisione della "revoca". Perciò è evidente che queste sono decisioni che qualcuno può aver costretto a prendere.

Nessie said...

@ Silvio su Laurent Louis. Anche a me ha fatto l'impressione di essere migliore di Nigel Farage, anche perché nel suo intervento, c'è un chiaro discorso anti-imperialista e contro le corporations . Qui altre notizie su di lui:

http://laurent-louis.be/

Quanto al Gran Maestro Hollande, mi è sembrato stranamente felice delle dimissioni di Ratzinger.
Chi è il card. Jean-Louis Pierre Tauran? Un altro card. Martini in circolazione?

Josh said...

sul piano prettamente razionale, prima di "fare i complottisti",
su B XVI, e senza voler dire nulla di sconveniente:
a me dispiace molto delle "dimissioni", (vien da chiedersi poi, tra i successori...mah)
ma è anche vero che va per gli 86 anni.
Potrebbe essere una decisione tale e quale come l'ha detta e motivata, senza null'altro sotto.
Il pontificato di Woytila gli ultimi anni a me parve una sofferenza. Con l'allungamento della vita, B XVI ha forse voluto semplicemente evitare situazioni limite?

Non mi pronuncio. Poi i miei dubbi sono anche i vostri. Dalla data....alle pressioni/costrizione, a qualche profezia da verificare.
Si vedrà.

Sicuro che...qualsiasi cosa accada l'ammaestramento in epoche critico-apocalittiche, sarebbe sempre quello di non perdersi e di ....guardare in alto.
Ma qui entriamo in ambito fede e scelte personali.

Nessie said...

Josh, sì è incredibile la ripetizione e reiterazione del numero 11 in tutti questi fatti che scombussolano il mondo.

Josh said...

@Aladino...prima di Nostradamus ci sono le profezie (controverse) di Malachia (non quello dell'AT) ma il Vescovo del XII sec.

http://www.fmboschetto.it/religione/profezie_di_Malachia.htm

cfr. in fondo:
da 112 alla fine, ma non sono propriamente riconosciute


Anonymous said...

CHE FECE..IL GRAN RIFIUTO
Francesco Colafemmina
Sliding doors


La società contemporanea ama le porte scorrevoli: si entra e si esce. Ci si sposa e ci si separa. Si concepisce e si abortisce. Ci si ammala e ci si eutanasizza. Allo stesso modo non può non ammirare un Papa che accetta e poi rinuncia. Il mandato di Dio si arresta dinanzi alla debolezza dell'uomo, perde efficacia. Si entra e si esce dalla veste bianca. La "modernità irrompe in Vaticano" titola Ezio Mauro. Ha pienamente ragione!


Vecchio Papa


Il Papa ha affermato oggi di aver visto diminuire la sua capacità di amministrare e di esercitare il proprio ministero: "ultimis mensibus in me modo tali minuitur, ut incapacitatem meam ad ministerium mihi commissum bene administrandum agnoscere debeam."
Ha in pratica denunciato la propria incapacità almeno a partire dagli ultimi mesi. Ora, questo influirà nel giudizio postumo degli atti di questo Papa. Si dirà che ha provato, ma non è riuscito. Che ha avuto buone idee ma per sua stessa ammissione non è stato in grado di governare come si deve la Chiesa. E tutti noi suoi ammiratori dovremo abdicare come lui. Anche noi siamo tutto sommato "vacanti", nel senso dialettale del termine: svuotati di significato e di speranze.


Nuovo Papa


Ancor più grave l'ammissione che oggi per governare la Chiesa serve "vigore fisico" oltre che spirituale. Dunque così delinea i tratti del nuovo Papa: dovrà essere giovane, scattante e arzillo. Difficile individuare qualcuno del genere nell'ampia schiera dei settantenni cardinali. Forse qualcuno c'è. E adesso i pii cattolici ritorneranno a rispondere: "non è affare il nostro, il Papa lo sceglie lo Spirito Santo". Sì, ma a quanto pare il Papa può scegliere anche di annullare la decisione dello Spirito Santo...


Tempi bui


Torniamo al medioevo. Certo, per la società contemporanea è medievale l'idea di un Papa decrepito e privo di adeguate facoltà mentali e di vigoria fisica. Ma tutto ciò che per i nostri contemporanei è medievale è fondamentalmente santo per i Cattolici. C'è una opposizione netta fra i due aspetti. Così il vero medioevo è quello introdotto oggi da Papa Ratzinger. Colui che ha lasciato il suo lavoro a metà, incompiuto per molti versi. E "per viltade" fa il suo gran rifiuto? Chissà... Per viltade, per ricatto, per inadeguatezza, per mille ragioni. Egli ci introduce tuttavia nel buio. Il buio di una novità che scardina le certezze, che fa dell'uomo più che del Signore l'artefice della storia. E plasma così il destino della Chiesa. Il ministro recede dal ministero. Gongola Nanni Moretti!

Petrus Romanus

L'ultimo Papa secondo San Malachia è tal "Petrus Romanus". Secondo molti si tratterebbe di un ultimo Papa di nome Pietro. Ma c'è anche chi interpreta questo personaggio come San Pietro che torna. Che vuol dire? E' la fine del mondo? Chissà! Una cometa, cattivo omen, sarà visibile in quest'anno che si preannuncia funesto. Il Nuovo Ordine Mondiale continua la sua corsa. E la Chiesa vi si arrende. Deve correre anch'essa e il Papa non ha più forza nelle gambe.

Schettino

Un'ultima annotazione per snellire il peso angosciante di questa giornata. Mi veniva in mente il Nocchiero della Chiesa che scende dalla barca di Pietro. Ed ecco una voce rimbombare: "Ma cosa fai? Torna a bordo c...!"
http://fidesetforma.blogspot.it/2013/02/che-fece-il-gran-rifiuto.html
m13
ps emmerich
http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_emmerich.htm
Jahenny
http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_jahenny.htm



Josh said...

all'anonimo del lungo post papale sopra, forse M13_Marco

prendo una tua frase "su cosa si dovrebbe pensare" e rispondo, ugualmente diretto:

dici: "Anche noi siamo tutto sommato "vacanti", nel senso dialettale del termine: svuotati di significato e di speranze."

con tutto l'affetto per B XVI,
un credente ha Gesù Cristo e nessuno glielo porta via. punto.

Nessie said...

Josh, e Marco. Ripeto: una sera a Porta a POrta da Vespa parlarono di questa clausola che il Papa volle già in anticipo allorché prese il posto di Wojtyla, circa il suo stato di salute.
Tuttavia, di tutte le opinioni riportate mi pare degna di nota quella di Colafemmina sulle "sliding doors" che ha nesso marco. In pratica è già così, è un piegarsi alle leggi della modernità.

DOMANDINA da 1 milione di punti: non è che la "democrazia" sia sbarcata in Vaticano e che vogliano quanto prima eleggere un papuccio che dura al massimo un quinquennio?
Josh, questo non è "complottismo", ma una disamina di come va il mondo.

Josh said...

avevo detto per farla corta, ma tant'è:-)

@Nessie: sopra non ho accusato nessuno di complottismo propriamente, e al contempo io stesso facevo notare l'11 come data simbolica, nel mettere assieme i fatti:-)

Sapevo della clausola (dimissioni per vecchiaia o malattia) di B XVI, da anni. Indubbiamente assistere alla sua applicazione fa un altro effetto.

Leggo spesso Colafemmina e a volte sono d'accordo con lui.

Separerei l'effetto storico del fatto dimissioni-papa, analisi del mondo-società-tempi-effetti/ VS analisi del fatto come ripercussione sulla fede personale.

Non ero d'accordo col pezzo sopra quando dice (entrando in un campo fede personale, non più valutazione di mondo e società):
"E tutti noi suoi ammiratori dovremo abdicare come lui. Anche noi siamo tutto sommato "vacanti", nel senso dialettale del termine: svuotati di significato e di speranze."

Per me è una chiave di lettura nettamente sbagliata su questo punto.
Saremo vacanti di papa, cioè di capo umano visibile in terra, ci sarà una svolta nella storia, tutto quel che si vuole,
ma non siamo vacanti di Dio Padre, di Cristo risorto nè di SS,
solo perchè se ne va un papa... altrimenti dovremmo ammettere di credere più negli uomini che in Dio e io non sono affatto strutturato così.

Anonymous said...

josh
io ho riportato l'articolo di Colafemmina e devo dirti che la penso esattamente come lui (a meno che non ci sia sotto qualcosa che non conosco)
Inoltre per un cattolico il Papa è Vicario di Cristo
(non è paragonabile a nessuna altra carica): sinceramente non capisco il tuo appunto.
http://paparatzinger6blograffaella.blogspot.it/2013/02/benedetto-xvi-lascia-il-pontificato-il.html
ps L'abdicazione di Benedetto XVI
http://www.santaruina.it/labdicazione-di-benedetto-xvi#13605926009061&82439::resize_frame|0-0
m13

Josh said...

sulla Domandina:
la Democrazia-si-fa-per-dire è sbarcata in Vaticano prima con il Modernismo nel 1903, poi con l'interpretazione delegittimante della Scrittura, con l'associare il Concilio dei Vescovi al Papa come quasi pari autorità,
con il Vat II, con l'aver dato adito e spazio ai vari Rahner (ma dubbie teorie si sentirono a mio avviso anche dallo scorso papa, per es.)..è da tanto che la democrazia è sbarcata in Vaticano...

Nessie said...

Josh - Sì, ci manca il Parlamento con la lavagna luminosa, l'emiciclo in Vaticano eppoi mi sa che è così.
Speriamo che non chiedano le "primarie" :-). Quando tra i modi di dire si dice "Non c'è più religione", si intende proprio questo: se non c'è più Dio, alla fine non c' è più legge, né costume né tradizioni, né civiltà. Piaccia o meno.

Josh said...

@Marco:

dici:
"..Colafemmina, devo dirti che la penso esattamente come lui (a meno che non ci sia sotto qualcosa che non conosco)"

Bene

M: "Inoltre per un cattolico il Papa è Vicario di Cristo
(non è paragonabile a nessuna altra carica): sinceramente non capisco il tuo appunto."

Non è un problema mio, penso di scrivere chiaramente. Nè io capisco la tua ripetizione adesso.

Il papa è Vicario di Cristo (secondo la chiesa cattolica), nel senso di capo umano visibile,
ma Gesù Cristo in persona è attingibile da un credente anche senza papa, se no saremmo messi male:
Gesù Cristo lo puoi incontrare nel tuo cuore, nella tua vita, nei Sacramenti, in preghiera, nel Vangelo, mediante lo SS,
è una presenza Divina continua nella nostra vita, quello è Cristo, e non ha bisogno di un Vicario per essere presente davvero.

E quel Gesù Cristo non è il papa.
Ma ho una forma di misticismo mia che non ha bisogno di "alte cariche" umane.

Tu segui pure i capi visibili.

Nessie said...

Scusa Josh, se mi intrometto, ma Marco sta dicendo altre cose da quelle che dici tu. Il tuo misticismo ti potrà anche aiutare, ma quel che dice dal punto di vista politico il blog di Santaruina, mi pare un'altra cosa:
in Vaticano sta succedendo qualcosa di grosso.

E questo dal punto di vista storico ci interessa eccome.
Poi è chiaro che ciascuno ha il suo modo di credere o meno nella Chiesa o di ignorarla. Non vedo motivi di contrapposizione.

Aldo said...

Il papa... non sentirò la sua mancanza. Purtroppo ce ne sarà subito un altro. E dico questo non per spirito antireligioso, ma perché i "potenti" mi stanno sull'anima, tutti. Ma questa è una valutazione del tutto personale e priva di ricadute pratiche sullo scorrere degli eventi, per cui ora che l'ho espressa potete tranquillamente ignorarla.

Quello che invece mi chiedo senza trovare risposta (chiedo quindi il vostro aiuto) è: perché proprio ora, nelle imminenze delle elezioni in Italia? Secondo voi c'è un nesso? Se sì, quale?

Nessie said...

Aldo, secondo me se c'è un nesso è perfino auspicabile: quello di riuscire a mettere in ombra questo Circo Barnum. Stasera c'è che si rammarica perché l'uscita di scena di Ratzinger, mette sul cono d'ombra quell'altra orrenda caciara che è Sanremo, col duo Fazio-Strazio e quel cul di gallina della Littizetto.

Perciò, dato che so che non sei credente, ti dirò qualcosa di irrituale: non tutti i Papi vengono per nuocere.

Huxley said...

Non sono un granchè esperto di cose vaticane, ma vedo all'orizzonte un nuovo Paolo VI (croce e compasso)

Nessie said...

Nemmeno io, Hux, ma pessimisticamente è già così. Del resto chi credi che le abbia volute queste "dimissioni"?
Ah, hai dimenticato il grembiule.

SILVIO said...

@ Nessie
Se vuoi conoscere meglio la figura del cardinale Jean-Louis Pierre Tauran, ti invito a leggere il contenuto di tali links:

http://www.cardinalrating.com/cardinal_111__article_6140.htm

http://fidesetforma.blogspot.it/2010/03/lera-del-terzo-tempio-e-iniziata.html

http://fidesetforma.blogspot.it/2011/05/il-bnai-brith-bacchetta-e-ringrazia-il.html

Ma niente paura! Anche lui ha problemi di salute, per cui.....

Nessie said...

Grazie Silvio,ho letto. Il card. Tauran è né più né meno che un ministro Riccardi in abito talare. Bell'acquisto!

Il terzo link lo consiglio vivamente ad Huxley che dice di sentire odore di compassi e di grembiuli. Dove c'è odore, c'è buona cucina.

Anonymous said...

rimosso il kathekon: ora tutto è possibile m13
http://fidesetforma.blogspot.it/2013/02/rimosso-il-kathekon-ora-tutto-e.html
http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/volto_luciferino_occidente.htm

Anonymous said...

josh un cattolico non è un protestante ("non ha bisogno di un Vicario per essere presente davvero" chissà perché indicò Pietro... e leggerei anche mio precedente post)

Josh said...

M: buonanotte

Nessie said...

Marco firmati. E magari non con una sigla da sommergibile :-).

Per il resto a quanto ne so io, è vero: il rapporto diretto tra uomo e Dio è tipico del Protestantesimo. Ma quando i ministri della chiesa non compiono il loro dovere, allora al credente non resta che mettersi nelle mani dell'Eterno.

Per il resto chiedo a tutti di frenare le dispute teologiche tra cristiani, noti come al solito per dividersi e litigare. Attenetevi alla Polis e alla Storia.

Josh said...

@M:
vedo che continui.
"Josh un cattolico non è un protestante ("non ha bisogno di un Vicario per essere presente davvero" chissà perché indicò Pietro... e leggerei anche mio precedente post)"

Ok. Tu Aspetta a ri-incontrare Gesù Cristo nella tua vita con il prossimo papa, allora. Avrai un vuoto di qualche settimana.

Per me invece anche se un empio totale, magari usurpatore, invece, sedesse sullo scranno,
chi ha Gesù Cristo con sè, nessuno glielo toglie.

Ritengo la questione, per quel che mi riguarda, chiusa, e non voglio più essere tirato in ballo da te in questa discussione.



Aldo said...

Mmm... che vantaggio trae chi ha il timone tra le mani dall'affossare "la caciara"? Considerando che il vantaggio delle dirigenze è il mio danno, i dubbi non sono cosa secondaria. Non so, "mettere in ombra" mi sembra una motivazione piuttosto limitata, specie se si considera che stiamo parlando di chi potrebbe inondarci con le "informazioni" che più garba loro. Non è che c'è altro? Benché mi sforzi io non riesco, proprio non riesco a cogliere lo scopo di questa tempistica. Eppure i miei "sensi di ragno" (cioè la mia paranoia) mi avvisano che la scelta dei tempi non è casuale, e che c'è sotto l'ennesima fregatura.

Nessie said...

Fate i bravi! mi ricordate quei cristiani che se le davano di santa ragione dentro la Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme. D'ora in poi banno gli OT, considerandoli spamming. Di siti che parlano di questioni mistiche e religiose, abbonda il web. Perciò, andate lì.

Nessie said...

Aldo, i tuo sensi da ragno, in particolare la vista, non ti hanno portato a leggere i tre importanti links messi da Silvio.
Lì, in particolare sul terzo, ci puoi trovare qualche utile rispostina. Perciò fai di buon grado il ragno lettore.

Quel che ti ho risposto io sul cono d'ombra della circense campagna elettorale, l'ho fatto per ridere un po'.

Anonymous said...

ribadisco che a mio parere stai esprimendo concetti del protestantesimo (e credo che Colafemmina abbia fatto analisi giusta). m13
ps http://apologetica.altervista.org/
questione tra me e te chiusa.

Nessie said...

Che 2 @@! (la grafica va interpretata in chiave anatomica)

Anonymous said...

niente di strano , tutti devono attenersi ai "protocolli" ricevuti :-)

aspettate bersani ( ma anche berlusconi , grillo ect.. ect :-)) e vedrete...

ws

Aladino said...

Carissimi, conosco le varie profezie. Il problema è un altro.

Non siamo nel tempo: Morto un Papa se ne fa un altro (detto popolare).

Il Papa c'è ancora ed è vivo. Con salute cagionevole però c'è. Le "dimissioni" di un Papa non è una procedura "standard".

Vi dico la verità: la prima cosa che ho pensato è stata: L'hanno costretto.

Tutto il resto si trova nel grembo di Dio (o di Giove). Credenti o non credenti preghiamo. Le ombre al al calare sole si allungano rarefacendosi. ciao.

Josh said...

trovo il commento di ws di una stupefacente veridicità
(e in 2 righe!)

ha riassunto oltre mezzo secolo di storia

:-)

Nessie, consentimi una battutaccia

Non ho capito invece come dovrei situare l'ultimo link offertomi:

http://apologetica.altervista.org/

per curare il mio suppoosto "protestantesimo",
perchè non sarei abbastanza disperato per l'evento papale. Bisogna rendere conto anche delle proprie emozioni e visioni dell'aldiqua e dell'aldilà adesso, incredibile. Ed ero d'accordo con Colafemmina, tranne che su 1 solo punto. Chissà invece se non ero d'accordo.

Nessie said...

Ora basta Josh! Ho già parlato chiaro e non faccio eccezione neanche per te. Questa guerriciola di voler avere l'ultima parola la trovo puerile.

Nessie said...

Aladino, chissà come se la ridono e si fregano le mani, quelli il cui regno del Vitello d'oro è vicino, di tutte queste diatribe tra cristiani.

Perfino un'agnostica come la sottoscritta è costretta ad ammettere che forse è il Diavolo che ci mette lo zampino.

Anonymous said...

Davvero Nessie, credo sia in atto qualcosa di apocalittico esattamente come descritto dal Vangelo. Qualcosa di cui scorgiamo solo i frammenti. Credo che quello che è accaduto oggi non si possa spegare in termini semplicemente logici ed umani.
Speriamo sia vero anche il famoso "Non Praevalebunt".
Scarth

johnny doe said...

questi,più in la di froci e immigrati non vanno....pare un mantra comune e il problema più urgente da risolvere, mentre interi Stati sono distrutti da dementi politiche degli usurai europei...holly holly poi è il classico e inutile funzionario di partito...ma parfe che i francesi se ne stiano accorgendo di avere non un pòrfesidente della repubblica,ma di condominio...vabbè che pure il rimbambito del colle non scherza...

Nessie said...

Scarth, credo che un'istituzione che è perdurata così tanto (e quasi miracolosamente) nel tempo come la Chiesa, stia in qualche misura implodendo dal suo interno (mi riferisco al furto di documenti interni, il cosiddetto Vatileaks, alla faccenda dei preti pedofili in Irlanda, alle lotte intestine, e varie altre cose). Ma storicamente parlando non credo che siano solo queste cose, ad averla indebolita.
La Chiesa in quanto potere millenario ha avuto ingiustizie e abusi anche più forti in passato, ma stava in piedi e aveva fedeli.
Ne riparleremo in altro topic perché il discorso merita attenzione. In ogni caso, è paradossale che un pontefice che ha tanto lottato contro "il relativismo" abbia in un certo senso scelto una via "relativista" per la sua uscita di scena: il famoso passo indietro che si usa per le cariche politiche, e non per quelle religiose.

Nessie said...

Johnny, ti ringrazio per aver riportato la conversazione al topic iniziale. Purtroppo quello che tu chiami "il mantra comune", è una delle sirene che serve a far credere erroneamente, che abbiamo libertà di scelta, di determinazione ecc. La realtà nuda e cruda è quella degli usurai che distruggono gli stati abbattendoli ad uno ad uno: come birilli. E con gli stati, le genti.

Anonymous said...

M. Buonanotte!