13 December 2012

Un nipotino di nome Spread



E' proprio vero che le colpe dei nonni ricadono sui nipoti. L'ha detto lui, Mario Monti in persona. E noi ci crediamo.  In questi giorni nonno Mariuccio è andato all'asilo a prelevare il suo nipotino. E in una botta di arterie precoci si è messo a raccontare a "Uno mattina" ad uno dei soliti conduttori stuoini (Franco De Mare) che suo nipote quando sente in tv parlare di spread, dice: "Mamma ...nonno, ma quello sono io". Infatti pare che i compagnucci birichini dell'asilo lo abbiano sopranominato Spread. C'è da giurarci che i vivaci  ragazzini già  memori della Fornero e del suo choosy, lo chiameranno amichevolmente Spready.
Pare già di sentirli: "Spready Spready! giochiamo a guardie e ladri?". Ma allora lo Spread non è vero che è tutto un "imbroglio" se perfino l'innocente nipotino di nonno Mario si chiama così.  Significa che è entrato  già nell'immaginario popolare. Come le fiabe...C'era una volta...lo spread..
I grani di saggezza di Nonno Mariuccio, però,  non finiscono qui.  In detta intervista, c'è stata poi quell'altra memorabile battuta sulla Grecia. O meglio, sul "destino greco" che sarebbe toccato all'Italia se non fosse intervenuto tempestivamente LUI. Poi aggiunge che è pretenzioso  che mentre ci salva dal finire a Patrasso, ci si aspetti anche la crescita.
Ma come, Nonno? Non sei stato tu a dire pochi mesi fa che l'euro è una grande risorsa e che questo si poteva constatare proprio a partire dalla Grecia? Ora dovremmo farti pure un monumento perché non ci hai trascinato nelle sponde dell'Ellade?
 I casi sono due: o Monti è in preda all' Alzheimer galoppante; oppure ci piglia "lucidamente" per i fondelli.

Ed ecco i due filmati in sequenza: quello pro Grecia laddove l'euro sarebbe stata la panacea a tutti  suoi mali. 


 E quello citato,  tratto dalla trasmissione Uno Mattina dove dichiara di essere stato il  nostro  Salvatore dal baratro greco. Poi, per fare il piacione,  si mette a fare la battuta sul nipotino.

Dopo averli esaminati entrambi viene solo da augurare al Grigiocrate di tornarsene quanto prima all'asilo ad accompagnare il nipotino Spready. Magari già che è lì, si prenoti per sé, un posticino alla Baggina altrimenti detta Pio Albergo Trivulzio. Chissà mai che non passi alla storia col nomignolo di nonno IMU.  Sì, quello che portava a spasso suo nipote Spread.  

68 comments:

Massimo said...

Monti è stato gonfiato come un tacchino proprio dai giornalisti zerbini. Basta leggere gli articoli e gli editoriali di quasi tutti i quotidiani italiani, inclusi quelli una volta di Centro Destra come il Carlino. Tutti inginocchiati davanti a lui. Tutti a fare gli interessi della Germania che, non a caso, ci ha indicato in Monti il premier gradito, come una volta i ragnanti indicavano il loro candidato papa. In subordine andrebbe bene anche Bersani, passato dalla sudditanza da Mosca a quella di Bruxelles, longa manus della egemonia tedesca.

Nessie said...

Tutto vero. Ma quando poi si leggono dei nani come Brunetta dichiarare nel proprio blog che "serve più Europa" allora cascano davvero le braccia. Leggi un po' qui:

http://www.tocque-ville.it/LinkEsterno.aspx?id=3348655

Se siamo in questa condizioni è proprio perché siamo incravattati e incaprettati dentro il Moloch Ue. Ma qualcuno finge di non accorgersene ancora.


Anonymous said...

Sì, ci pigliano brutalmente per i fondelli, perchè non c'era nessun baratro e Monti ha mentito tanto per commissariare le istituzioni:

http://www.byoblu.com/post/2012/12/12/Non-cera-nessun-baratro.aspx#continue

zeta

Nessie said...

Si sapeve zeta. Ma qui abbiamo una gabbia di pazzi con lo scolapasta rovesciato in testa (Berlusconi in primis con la sua trovata di Monti a guida dello schieramento "moderato") che invece di darci una mano, ci mandano sempre di più in malora.
Nonno Mario, non ha certo bisogno di lui, per continuare a delinquere ai ns. danni.

Huxley said...

Dubito che 'Addams' Monti (l'unico della celebre famiglia che non far idere, ma piangere) sia rincoglionito, piuttosto sa benissimo che qualsiasi sua idiozia (compresi i contrordini) verrà propalata dai media servi come verità indiscutibile e riconosciuta come tale dalla massa beota.
Qunto ai nick del nipotino credo che evolverà, da spread a swap per poi diventare hedge(fund) in età matura. :-)

Nessie said...

Sì Huxley, ma se hai messo in raffronto i due filmati, quello in cui "Addams" Monti esordisce dicendo che oggi stiamo assistendo al "grande successo dell'Euro" e che la smagliante riprova si ha in Grecia, e quell'altro dove dice che ha salvato l'Italia dal "destino greco", come minimo c'è da chiamare subito l'ambulanza e la camicia di forza, con la diagnosi di schizofrenia paranoide.

Che poi siano dei pazzi lucidi, sono d'accordo con te e per comprendere questa gentaglia non basta l'OSSIMORO di "lucida pazzia".

Resta il servilismo leccazampe er lecca qualcos'altro, di chi lo intervista. Quel DI Mare, non è capace a fargli le pulci sui due filmati incongruenti come più modestamente sta facendo la sottoscritta? Eppure non ci vuole una scienza giornalistica...

Huxley said...

Cara Nessie, pochi si accorgono di queste eclatanti schizofrenie, quando però parlo con la vicina, questa non fa altro che citare Piero Angela e adesso sono in chat con un amico per cui l'unico problema dell'Italia è il ritorno in campo del Berlusca.. Io sono letteralmente esausto di ripetere le stesse cose ai muri.
Monti ha salvato l'talia e bisogna seguire le direttive della troika e così ci salveremo, CONTENTI ?!?

Nessie said...

A chi lo dici! Non so più in che musica cantarle queste semplici verità. C'è più di mezza Italiettuccia che dà retta alle sirene piddine. E' la discrepanza tra i pochi ragionevoli della rete e i pecoroni (tanti) della realtà delle meste Pecorarie coi due euri in mano. Quelli lì, dàlli pure per persi. La musica che si cantano, ballano e suonano tra di loro è sempre quella: Berlusconi qua, Berlusconi là, è lui che ci ha portato alla catastrofe economica, ecc. ecc.
Non diranno mai nulla contro Monti, nonostante costui abbia costretto milioni di italiani a vendere perfino i gioiellini di famiglia della prima Comunione per pagare l’IMU, nonostante li costringa a tenere l'auto in garage e a pedalare in bicicletta, o a fare la spesa a carrello semivuoto. E mi fermo qua perché MOnti-list sarebbe interminabile.

E' un'antropologia (sub)umana a parte, quella di cui si parla, e non si sveglierebbero nemmeno a tirargli bombe a grappolo sopra le loro case, credimi....
Posso solo dirti che in tutto questo rincoglionimento collettivo, c'è il DOGMA (anzi, la religione) dell'"antifascismo traslato": basta trasferire il ventennio fascista sul Berlusca ed ecco che scatta il neurone pavloviano di queste bestiacce prive di cervello. Bau! Bau!
Non so se mi sono spiegata.

Josh said...

@Nessie:

"E' un'antropologia (sub)umana a parte, quella di cui si parla, e non si sveglierebbero nemmeno a tirargli bombe a grappolo sopra le loro case, credimi....
Posso solo dirti che in tutto questo rincoglionimento collettivo, c'è il DOGMA (anzi, la religione) dell'"antifascismo traslato": basta trasferire il ventennio fascista sul Berlusca ed ecco che scatta il neurone pavloviano di queste bestiacce prive di cervello. Bau! Bau!"

Quoto:-)) e sei stata buona

E non sai ancora cosa stanno organizzando i decerebrati:
La Costituzione a puntate, secondo loro, in RAI, "Spiegata" dal maligno Benigni.

Perchè, per antrrare in zona euro non è stata violata la Costituzione?
Perchè quando la mumma napulitana dice che a decidere i governi devono essere i mercati,
non è violata la Costituzione?
Perchè quando si paga per un bene già tuo, la casa, una ipertassa alienante (e aspetta che abbiano finito la rivalutazione catastale negli anni a venire) non è violare il diritto umano alla casa(non alla proprietà, nella Costituzione non c'è, visto CHI erano i "padri" fondatori) non è contro la Costituzione?

ebbene, avrai spiegata la Costituzione da Beningni, e saprai anche perchè se c'è Berlusconi o uno di destra, la violi solo per il fatto d'esistere,
metre se c'è un banchiere o un sinistrato decerebrato, più o meno venduto, anche se la viola, non la viola.
Ti spiegherà anche perchè se un uomo ha un'amante (ammesso che l'abbia) è contro la Costituzione, ma se 2 uomini trombano, nella Costituzione non c'è scritto, ma poi c'è anche scritto che fanno sempre bene.
Perchè Benigni ...è.

E noi sempre tanto orgoglioni di pagare il canone.

ma va, vaaaaaa dove dico io, veh

Huxley said...

Il prossimo nipotino di Montimer lo chiameranno 'trading' (delle banche):

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/13/tobin-tax-e-soldi-a-mps-lultimo-regalo-del-governo-monti-alle-banche/444665/

Johnny88 said...

Spedire all'ospizio "nonno spread" ? Magari, se tutto va bene ce lo ritroveremo al Colle a pontificare pro domo troi(k)a. E se anche non andasse al Colle rimarra' comunque sul posto piu' fisso di tutti. Senatore a vita. Finche' morte non lo separi dalla pubblica poltrona

Nessie said...

Josh, sono arcistufa di pagare il canone tv per constatare che è sempre più egemonizzata da questi squallidi giullari di REGIME. In primis, Saviano con quella faccia da pallido stramoscio, il jolly joker Benigni, Fazio che strazio e la volgarissima e trivialissima rana gracidante Littizzetto. Il giullare rosso delle case del Popolo Benigni mi ha talmente rotto, che come sento nominare al TG Roberto Begn..... mi scatta il riflesso pavloviano anche a me e spengo seduta stante disgustata e nauseata, la tv.

Tutto le violazioni alla "Più bella del Mondo" come la chiama questo cialtrone prezzolato di Radio Vacca, sono ancora poche. La più stuprata del mondo, dovrebbero chiamarla, per chi ha ancora un pizzico di sale nella zucca.
A cominciare dal Mes e del Fiscal Compact che per far passare, hanno dovuto fare come i ladri: sbianchettare e modificare la Costituzione di notte, per poi chiamare i servi a celebrarla di giorno. Ma il tosco Giullarone sgangherato zampetta e zompa leccando i piedi a Napolitano proprio perché è in combutta in questa congrega di disonesti.

Nessie said...

Huxley, riassumiamo il nome del nipotino di Monti: Spread, per gli amici Spready, Swap per gli amici Swapy; Hedge fund, e ora Trading per gli amici Trad.
Tranquillo, prima di Natale ci confezioneranno un'altra porcata. L'ennesima.
Piccoli nipoti crescono...

Nessie said...

Evvabbè...lasciami sognare JOhnny88! :-)
Sognare per ora non paga tasse. Per ora.

Anonymous said...

Ieri sera nell'altro articolo non avevamo ancora finito di commentare la situazione che "B" ha ribaltato e riconfuso di nuovo tutto candidando Monti. Davvero robe da scolapasta in testa (o da pistola alla tempia). Siamo alle prese con una DITTATURA a tutti gli effetti e l'alternativa e tra kapo' spietati ed efficentissimi e debolissimi confusionari da primato. Il tutto col contorno di una docile massa rimbambita e completamente indottrinata. Ciò mentre continuo a vedere e sentire Bersani atteggiarsi e pavoneggiarsi a presidente del consiglio.
Cos'è? "Nightmare before Christmas"?
Scarth

PS: mi sono imbattuto in questa trasmissione. Può servire a lenire lo spirito dei tempi che viviamo:

http://93.62.165.62/rplpod/audio.asp?FormName=Tree&category_id=40

Anonymous said...

A proposito di trasmissioni manipolatrici di regime sulla TV di stato, ve lo ricordate l'osservatorio di Pavia? Quello che cronometrava i secondi del centrodestra Lega nelle trasmissioni? Ecco ora che i loro amichetti occupano tutto è sparito e non cronometra più nulla.
In pratica la fotocopia delle "indipendenti ONG" globali e le "spontanee rivoluzioni" che abbiamo visto all'opera a scardinar nazioni. Tutto FINTO!
Scarth

Nessie said...

Scarth, proprio nel post precedente ho parlato di atomizzazione della politica e del tutti contro tutti. Anche in un partitucolo di 4 gatti miserabile ci dev'essere almeno tre correnti. Ma la mia idea è che tutto questo sia voluto e perseguito. Ovvio, possiamo dire che i soggetti politici da scolapasta di cui si parla ci mettano già molto del loro da sé. Ma creare disaffezione, disgusto e distacco dalla politica è il primo mezzo per rendere più stabile le cariche istituzionali ai banchieri in primis.
Chissà come se la ridono i banksters di questo scenario nonsense da Cantatrice calva di Jonesco! E tutto ciò alla fin fine è molto triste.

Nessie said...

Non so nulla della trasmissione che citi sull'Osservatorio di Pavia. So solo che la tendenza è fare piazza pulita e okkupare da parte dei post-compagnucci, anche il settore dell'effimero nazional popolare. Vedi ad esempio, pure Sanremo, una vetrina prossima ventura per accreditare la loro "popolarità". Del Menga, of course.

SILVIO said...

Scarth.
ha i centrato la piaga su cui conficcare il tuo coltello.

I blogger francesi ridono di noi, chiedendosi come mai gli eredi dell'Impero romano abbiano portato il loro cervello all'ammasso al punto da non capire che trattasi di farsesca Commedia all'Italiana piglia-per-i-fondelli onde richiamare gli elettori alle urne e depistarli dalle vere emergenze
http://liesidotorg.wordpress.com/2012/12/11/la-comedia-del-arte/commedia_dellarte/

Il birraio Mario Monti si è dimesso perché così è stato deciso nel meeting di Bilderberg avvenuto all'Hotel de Russie di Roma il 13 novembre 2012.
I motivi ? Legittimare col voto popolare il futuro governo PD, che darà il colpo di grazia agli Italiani grazie al voto dei loro supporter dai cervelli marci.

E Berlusconi ? Ha capito che rischia la galera e il collasso del suo impero mediatico, per cui è pronto a tutto, anche ai proclami subito dopo smentiti e poi riproposti in nuove vesti.

E Maroni? É di Varese come lo è Monti. Trai due c'è sempre stata un'affettuosa “corrispondenza di amorosi sensi” . Non a caso, Monti affermò che il Maroni sarebbe stato un ottimo Ministro dell'Interno, se ci fossero state le condizioni politiche.

Su tutti gli altri zombies politici è inutile spender parola, meno che per Grillo.

Se non fosse per Gaia e per Gianroberto Casaleggio, sarei quasi tentato di aiutarlo nella sua raccolta di firme.
Anche se è un comico che risiede nella mefistofelica Lugano.

Nessie said...

Bellissimo il dipinto "La commedia dell'Arte", Silvio. E del tutto rappresentativo della commedia nonsense che stiamo vivendo.

Ho appreso dal blog di Grillo che non ci sarebbe la tempistica giusta per raccogliere le firme e partecipare alle elezioni :


http://www.beppegrillo.it/2012/12/il_m5s_non_deve_partecipare_alle_elezioni.html#commenti

Lui dice che l'anticipazione a febbraio è stata fatta apposta.

SILVIO said...

Il fatto che mi sconcerta (Nessie) è che l'americano Paul Krugman (economista premio Nobel nonché influente esponente del NWO/Liberal) abbia dato prova di essere più patriota europeo e italiano di quanto non lo siano le depravate marionette politiche che ci governano, in Italia e nell'UE.

Per rendersene conto, basta leggere quanto ha scritto nel suo blog sui deliri dell'UE e di Monti:
http://krugman.blogs.nytimes.com/2011/12/14/mario-and-the-confidence-fairy/
http://krugman.blogs.nytimes.com/2012/12/11/bleeding-europe/
http://krugman.blogs.nytimes.com/2011/11/13/the-correct-pronunciation-of-ec-is-eek/

Gli euro-tiranni sono psicopatici da bloccare con ogni mezzo. Persino, ricorrendo alle maledizioni da inviare a loro per mezzo di riti esoterici.

Qualcuno ha scritto che l'odio generato da vittime esasperate è un potente fluido che si propaga e colpisce i carnefici annientandoli.

Visto che abbiamo nulla da perdere, sarebbe il caso di provarci....non si sa mai....

Anonymous said...

Già Silvio, credo anch'io il quadro generale sia quello. Su Maroni, ambiguo su parecchi aspetti, come già detto altre volte sembra il Fini della Lega.
E il fatto che certi ambienti lo esaltino come ottimo ministro la dice lunghissima sulle appartenenze reali.
Scarth

Nessie said...

Sì Silvio, avevo letto questo articolo di Krugman. Se non altro non lustra i piedi ai nani di Bruxelles come fanno i pupazzi di casa nostra. E pure Pritchard (tradotto da Carmen the Sister) si meraviglia di quanto la pecora sia disposta a lasciarsi tosare senza ribellarsi, ribadendo che avremmo tutto da guadagnarci a uscire dall'Euro. Insomma tutti dicono che dobbiamo uscire, tranne quei farabutti che ci sgovernano e che ci incaprettano per conto terzi.

@ Scarth, su Maroni (ovvero il Fini della Lega) è da mo' che diffidiamo qua dentro. Ma ricordiamoci che il metodo degli invisibili della finanza è quello di infiltrare cavalli di Troia e correnti prezzolate allo scopo di fare implodere dall'interno. E non ci si venga a dir che trattasi di paranoie, perché è da sempre così che funziona.

Anonymous said...

E tra i "Fini della Lega" mettiamoci anche Tosi e Salvini altrettanti stimati da PD, salotti e dintorni finanziari.
Già Nessie, la manomissione dall'interno è una garanzia assoluta di riuscita, sia in grande che in piccolo: non si vede, non lascia tracce e non sporca.
Scarth

Nessie said...

E' da mo' che viene adottata questa tecnica. Un antefatto storico? Peppino Saragat.

GLi americani non si fidavano dei socialisti alla Pietro Nenni, perché a loro avviso, troppo supino e prono a Togliatti e a Mosca. E allora che fecero? Finanziarono la corrente socialdemocratica (quella che aveva il sole nascente nel simobolo) con a capo Saragat. Nel giro di poco, divenne pure Presidente della Repubblica.

Chissà come mai...

Anonymous said...

il gioco democratico
http://novoordo.blogspot.it/2012/12/il-gioco-democratico.html

Nessie said...

PS: l'episodio che ho riportato sulla corrente di Saragat, non me lo sono inventato io, ma si trova pubblicato nei due saggi storici di Massimo Teodori "Maledetti americani" e "Benedetti americani".
E Teodori è un americanista e atlantista doc. Perciò se lo dice lui...

Anonymous said...

E penso che quello sia solo il primo millimetro visibile dell'iceberg...
tutto finto, costituzione, votazioni, parlamenti, istituzioni, diritti, libertà, democrazia...tutto falso.
Scarth

Nessie said...

Ma sai Scarth, un tempo c'era la Guerra Fredda: di qui c'era il "Bene" e di là c'era il "Male".Di qua c'era l'Ovest di là c'era l'Est.
E tutto era più facile e semplice. O forse si era tutti più giovani e più creduloni, chissà... Il fatto è che bisognerebbe rivedere la Storia alla luce di quel che siamo diventati e di quel che stiamo attraversando. Senza aver paura di sentirsi etichettare come "revisionisti". Una storia che non sa rivedere se stessa, che razza di storia sarebbe mai ?

Anonymous said...

Giovani e creduloni e candidi. E' vero Nessie, e io l'ho rivista la storia. La mia storia. In quel modello io avevo creduto, il Bene e il Male. Bandiere e simboli. Noi eravamo il Bene e loro il Male.
Non era così Nessie, ora lo sappiamo. Tragicamente non era così.
L'altra sera quando andando un po' fuori argomento parlavamo della Russia ho ripensato a quel periodo, a come noi fossimo i "Buoni" e loro e quelli in torto marcio. A cosa avevo io per la testa a cosa credevo.
Ora dopo tanti anni mi sento come in quelle foto che ti ho mandato.
E col groppo alla gola rimpiango ciò che abbiamo sprecato. E guardo immagini di quel tempo scoprendo, anzi ammettendo, che quei ragazzi erano come noi come me. Per me c'è un filmato con parole che fanno male che riassume tutto e che continuo a riguardare perchè tra me e loro ora non c'è più distinzione. Li rivorrei qui ora i miei vecchi amati avversari...
Scarth

Riscusa per l'OT ma tu non innescarmi con i vecchi tempi ;-)

http://www.youtube.com/watch?v=QfvCUoqFzhk&eurl=http%3A%2F%2Fwww%2Emilitaryphotos%2Enet%2Fforums%2Fshowthread%2Ephp%3Ft%3D117915%26page%3D24&feature=player_embedded


Nessie said...

Ho visto anch'io il filmato, grazie Scarth, ma che tristezza! E quanti poveri ragazzi russi prima (e ora americani) mandati al macello.

Anonymous said...

Ora cara Nessie, tornando a cose più attuali e materiali, sembra che il PPE (ma tu lo distingui dai socialisti?) e i "leader" europei tutti abbiano rilanciato per acclamazione il proconsole Monti. Vuoi vedere che si prepara uno splendido pacco dono natalizio?
Scarth

Johnny88 said...

E adesso Monti viene sponsorizzato dal magnaccia di Hard Core in persona. Ora, ho delle riserve su Maroni ma francamente Maroni non ha votato nessuna fiducia al governo Monti, Berlusconi ne ha votate 50 e passa salvo poi svegliarsi come d'incanto e scoprire che Monti, al governo grazie a lui e ai suoi voti, è stata una sciagura. Con tutti i difetti che io stesso gli rinfaccio Maroni non ha votato una sola fiducia a Monti.

Per quel che riguarda presunti sponsor, parlo per la mia esperienza all'interno della Lega. La faccenda del "Cerchio" era purtroppo verissima. E' scattata ad orologeria? Certo, ma ciò non toglie che buona parte di quanto scritto fosse vero e che il potere nella Lega lo esercitasse un gruppo di personaggi inqualificabili. La "fronda" contro Bossi è partita dal basso ed era partita ben prima del caso mediatico. Tra i militanti il sentimento di frustrazione per il fiasco governativo, per il nepotismo di Bossi e delle Rosi Mauro e per la mala-gestione dei fondi del partito era già fortissimo prima dello scandalo che è stata semplicemente la miccia che ha fatto esplodere la polveriera. Non parlo per sentito dire, ma parlo perché in quel partito c'ho militato e so cosa si diceva all'epoca dei fatti.

Nessie said...

Scarth, cosa vuoi mai? il PPE è l'unica "non sinistra" (chiamarla destra sarebbe troppo!) concessa dagli Eurobabbei, i quali come è noto hanno lo spauracchio del "populismo". Basta dire che Barroso e la Merkel provengono da lì, e si è detto tutto. Sul pacco natalizio, ci puoi giurare.

Nessie said...

Giò, come sai anch'io pur non avendo militato direttamente nella Lega come te, li ho conosciuti per... vicinanza territoriale.

La penso come te. Bobo Maroni non mi è mai piaciuto, ma nonostante sia di Varese (anzi, di Lozza, un paesino del varesotto, per l'esattezza) come Monti, io non credo in un possibile accordo tra i due. Diciamo che è una mia impressione personale. POi si sa, potrei anche sbagliare.

Per il resto i dati sono quelli che hai elencato: 50 fiducie del Pdl e nessuna della Lega.

C'è un'altra cosa da aggiungere: la lega è ancora radicata nel suo territorio, sebbene abbia subito un calo di popolarità dovuta agli scandali che sappiamo.

Monti pur essendo nato nella stessa terra è vissuto come un alieno, un marziano, dalla gente di qui. E il perché è semplice: la sua formazione è sempre avvenuta altrove, nei consessi internazionalisti.

johnny doe said...

Ora anche altri insospettabili,oltre a qualche Nobel,cominciano a capire:

"Le origini di questa crisi risalgono a metà degli anni '90, quando il marco e la lira sono stati inchiodati per sempre ad un tasso di cambio fisso.
L'Italia ha così perduto progressivamente dal 30% al 40% di competitività del lavoro rispetto alla Germania.
Il coro in favore dell'uscita dall'eurozona è stato silenziato dopo la promessa di salvezza di Draghi. Cinque mesi dopo, è chiaro che la crisi è più profonda è ancora purulenta."

Questo dice oggi un autorevole quotidiano inglese.
Noi,dilettanti,lo ripetiamo insieme a molto altro da mesi.
Era chiaro per chi lavorava la sciagura nazionale monti!

Solo fuori dall'euro é la nostra salvezza.E' solo una decisione politica.
Il problema é che siamo circondati da una classe politica vergognosa,incapace di perseguire gli interessi nazionali,ma solo quelli delle loro misere botteghe e degli strozzini europei.
Servi parassiti degli usurai,invertebrati politici dediti solo all'intrallazzo e al furto !
Dovrebbero essere tutti impiccati senza processo...a cominciare dall'altra sciagura Prodi...
Ma il peggio é che il pecorame italiota correrà a votarli....voteranno in maggioranza quelli che hanno votato tutte le malefatte del burattino usuraio Monti e che continueranno sulla sua linea,come auspicato da quell'altro rottame del Colle.
Come sempre....popolo cornuto e mazziato,ti meriti tutto questo !

SILVIO said...

Mi spiace che Johnny88 ci sia rimasto un po' male.
Non era mia intenzione attaccare la Lega né tanto meno la sua base elettorale.
Quel che intendevo sottolineare è che, mentre la stra-grande maggioranza dei militanti è sempre in buona fede, lo sono molto meno i vertici dei partiti e dei movimenti.
Confermo quanto scritto circa l'amicizia e la reciproca stima personale che sussistono tra Monti e Maroni.
Posseggo un discreto archivio di molti GB e non mi sarebbe difficile recuperarne link e informazioni. Ma non mi sembra il caso.
Valga come esempio, solo il seguente dispaccio d'agenzia di Adnkronos del 9 settembre 2012:
Cernobbio (Co), 9 set. - (Adnkronos) - Il presidente del Consiglio Mario Monti, nel suo intervento conclusivo al workshop Ambrosetti a Cernobbio ringrazia i tre esponenti di partito presenti, Angelino Alfano, Enrico Letta e in particolare Roberto Maroni che, ha sottolineato avrebbe anche voluto come ministro nel suo governo. "Quando fui incaricato dal capo dello Stato di formare il nuovo governo e tenni consultazioni con tutti i partiti che erano disposti alla consultazione -ha spiegato Monti- avevo nutrito dentro di me, per un momento, l'idea che alcuni ministri del precedente governo, che avevano dato a mio personale giudizio un'ottima prova, li avrei invitati a fare parte del nostro governo. Tra questi rivolsi l'invito al ministro Maroni".
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Governo-Monti-grazie-a-Maroni-lo-avrei-voluto-come-ministro_313678241692.html

Conclusione. La Lega fu fondata da Umberto Bossi. Dopo i primi successi elettorali, venne “approcciata” per ragioni facilmente intuibili da personaggi più o meno smaccatamente ambigui .
Tra essi (sulla base delle mie notizie d'archivio) segnalo : Gianfranco Miglio (molto stimato dalla Fondazione di Gianni Agnelli, che fu un noto esponente delle più importanti cosche globaliste) , Lorenzo Facco e, appunto, Roberto Maroni.

Nessie said...

Con una piccola differenza JOhnny Doe: che il marco è stata la moneta di riferimento dell'euro stesso e che Helmut Kohl (uno dei padri fondatori dell'eurozona) parlò più volte rivolgendosi agli altri stati europei, come di Lillipuziani che avrebbe dovuto restare legati al Gulliver teutonico.

Per noi è stato un abbraccio fatale. Per Grecia e Spagna anche di più.

Nessie said...

Silvio ma quel Facco che citi non è lo stesso Facco editore del Movimento Libertario? O si tratta di un omonimo?

SILVIO said...

A proposito di vertici dei partiti che sono in malafede, i miei amici belgi mi hanno fornito link e notizie della miseranda pagliacciata che è avvenuta ieri all'Academie Royale de Belgique di Brussels, ove convennero alcuni boss del PPE prima di partecipare alla riunione del Consiglio Europeo.

Protagonisti assoluti della pagliacciata: Silvio Berlusconi e Mario Monti

Esito della pagliacciata : Il PPE ha deciso che sarà Mario Monti a guidare il Partito dei Moderati (ma che roba è ?...) nella campagna elettorale che si terrà nel 2013 in Italia. Berlusconi ne è compiaciuto. Ma Monti non ha ancora sciolto le sue riserve.

Non voglio influenzare le vostre valutazioni per cui fornisco per ora i soli link, invitando a cliccarli e a leggere/vedere/sentire :

1) Opinione sulla riunione del PPE, espressa da Carlo Magno, nick di un blogger dell'Economist tra i più servili in assoluto
http://www.economist.com/blogs/charlemagne/2012/12/italian-politics-and-europe

2) – Sommario sulla riunione del PPE redatta dal quotidiano cattolico belga L'Avenir:
http://www.lavenir.net/article/detail.aspx?articleid=DMF20121213_00244222


3) Silvio Berlusconi “cionciona” in francese alla Tv fiamminga VRT, intervistato dal giornalista Rob Heirbaut:

a) - Berlusconi: "Se il candidato sarà Monti, io non mi candiderò"
http://www.deredactie.be/cm/vrtnieuws/mediatheek/programmas/journaal/2.25642/2.25643/1.1503837

b) - Berlusconi: "Ho un sacco di attività al di fuori della politica"
http://www.deredactie.be/cm/vrtnieuws/mediatheek/programmas/terzake/2.25635/2.25636/1.1503774

c) - Silvio Berlusconi: "Ho molti progetti"
http://www.deredactie.be/cm/vrtnieuws/mediatheek/nieuws/buitenland/1.1503859

Aldo said...

Johnny: "Maroni non ha votato nessuna fiducia al governo Monti"

Il giochino del poliziotto buono e di quello cattivo paga sempre. Non credo proprio che l'opposizione della lega fosse vera opposizione, mentre son molto propenso a ritenere che si trattasse di un giochetto concordato ad arte per tenere il piede in due scarpe. Roba già vista e rivista, non ci casco più.

SILVIO said...

Nessie, trattasi dello stesso individuo.
Lorenzo Facco editore, ex-leghista, oggi libertario e altro ancora.
Se un giorno tu dovessi aprire un topic sulle varie combriccole dei teorici dell'economia, sarei ben felice di dare il mio contributo.
Soprattutto in merito alle concrete cointeressenze auree dei figliocci di Von Mises e degli gnomi “furbetti” di Lugano.

Nessie said...

Ho appena guardato il teatrino degli Gnomi che hai sparso nei vari links della stampa straniera, grazie Silvio.

A proposito di Facco, a me risulta LEONARDO Facco e non Lorenzo:

http://www.movimentolibertario.com/leonardo-facco-editore/

E' corretto?

E' possibile che abbia in mente un topic come quello che proponi sui teorici, nel quale caso, ti ringrazio per la disponibilità.

Nessie said...

Aldo, so che anche tu sei stato un elettore della Lega, non te la prendere: siamo stati tutti quanti coglionati!

SILVIO said...

È stato un refuso, Nessie.
Mi hai corretto "giusto".
Trattasi proprio di LEONARDO FACCO.
In questi giorni, la mia mente è "bombardata" da nomi, articoli, link di ogni tipo per cui - quando scrivo in fretta - mi capita qualche refuso.
Quanto al topic, disponibilissimo ad offrirtene la mia collaborazione.

Nessie said...

Sì, ma senza volerlo qui c'è uno strano giallo tra il Lorenzo e il Leonardo. Guarda questo link dell'Arena di Verona cosa scrive:


http://www.movimentolibertario.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13999:larena-di-verona-qla-vera-storia-di-umberto-di-padaniaq&catid=1:latest-news

L'autore del libro "Umberto Magno, la vera storia dell'imperatore della Padania», edizioni Aliberti, ce lo dà come Lorenzo.

POi sempre su google ti trovo che lo stesso titolo di libro "Umberto Magno" (libro contro la Lega) ha come autore Leonardo.

http://blog.alibertieditore.it/2011/02/07/umberto-magno-intervista-a-leonardo-facco-the-right-nation/

Che significa secondo te?

Possibile che all'Arena di Verona abbiano scambiato il Lorenzo con il Leonardo? Non è affatto improbabile che i giornalisti sbaglino, ma mi fa specie che usino il nome di Lorenzo.

Anonymous said...

Nella Lega sono certamente presenti istanze a noi vicine. Su Radio Padania danno spesso spazio a studiosi e commentatori come M. Della Luna e altri su quella linea.
Ben altro discorso per i nuovi vertici e sulle modalità di uscita di quelli vecchi.
I Cavalli di Troia restano immobili e celati fino a quando servono davvero ed è lì, nel momento cruciale, che si manifestano in modo devastante. Li fabbricano per quello.
Per me un Monti che vuole Maroni come suo ministro la dice più lunga di un trattato.
E' vero Maroni ha sempre votato contro ma ciò era ininfluente per le sorti del governo e quindi era un "bel gesto" senza fare danni. Se un futuro governo stile Monti dipendesse dal suo voto cosa farebbe? E in Lombardia e a Milano chi ha favorito nei fatti concreti quando è venuto il momento?
Scarth

Nessie said...

Sono d'accordo Scarth. A forze di risse interne, è saltato fuori Pisapippa. E che pippa! Ma soprattutto MIlano è diventata sempre più invivibile, modello Far West.

Anonymous said...

Già, e guarda che di fatto ha eliminato anche Formigoni. In pratica ha già regalato la Regione Lombardia al PD. Sto seguendo un po' la Lega in vista delle prossime votazioni, mi sembra che all'interno ci siano posizioni condivisibili, anche molto condivisibili visto che sono gli unici ad averle, ma poi alla fine decidono i loro capi e più precisamente Maroni. E ciò non è rassicurante vista l'ambiguità manifesta. Spero vivamente di sbagliarmi completamente.
Scarth

SILVIO said...

@ Nessie

Evidentemente “l'Arena” di Verona è rimasta vittima di un refuso simile a quello capitato a me.

Probabilmente il refuso è stato originato dall'errata associazione di nomi tra Leonardo Facco e Lorenzo Infantino, entrambi libertari appartenenti alla parrocchia wile coyote Istituto Bruno Leoni & Co.

Comunque, l'ex-leghista ed ex capo della redazione cultura del quotidiano la Padania negli anni '90, autore del libro Umberto Magno (Aliberti Editore), collaboratore di deputati leghisti a Montecitorio, profondo conoscitore del movimento lumbard ed attualmente fondatore del Movimento Libertario Italiano" CHIAMASI – senza alcun dubbio – Leonardo Facco.
http://www.lettera43.it/politica/27888/facco-vi-dico-perche-il-senatur-non-mollera-mai-silvio_breve.htm

Nessie said...

Ah ecco, spiegato l'arcano! Dunque da qualche parte un Lorenzo c'era.

Ho letto il link che mi hai messo sulle presunte camarille di Enrico Letta con la Lega, e se prima avevo poca e nulla stima di quel bisonte strabico dell'Annunziata, adesso la ritengo una pericolosa portinaia dei poteri forti; quella che ritiene in nome di costoro, quali notizie diffondere e quali no, a seconda della (loro) opportunità politica.

Anonymous said...

Magari può interessare, qui un link a una di quelle trasmissioni in sintonia con quello che diciamo.
A un certo punto si fanno commenti molto interessanti su Monti e dintorni compresa La Fornero. Se fosse davvero quella la linea sarebbero da votare al volo.
Scarth

http://93.62.165.62/rplpod/trasmissione.asp?ad_id=7343&

Nessie said...

Ho ascoltato la trasmissione "Che aria tira", molto carina, grazie Scarth.

Per andare alle urne c'è tempo fino a febbraio e per il momento a votare non ci penso proprio. Qui nevica e ora vado a spalar neve :-).

Anonymous said...

E Tremonti si svegliò:


Tremonti poi ha attaccato l’Imu, “una tassa realmente iniqua, soprattutto sulla prima casa. Le altre tasse si possono anche modificare, per esempio l’Iva, si hanno dei margini. L’Imu invece è spietata perché non puoi farci niente, e se non hai i soldi vai davvero in enorme difficoltà. L’Imu è una follia. Quando è venuto fuori che i comuni hanno preso sette miliardi in più di Imu, vuol dire che chi manovra al Governo non ha la minima idea di cosa succede nella realtà di questo Paese. Oggi in Parlamento c’è un provvedimento sul Monte dei paschi di Siena che estrae dal bilancio pubblico 3-4 miliardi, esattamente il valore dell’Imu prima casa: in un Paese normale cosa si fa? Si toglie l’Imu sulla prima casa o si danno 4 miliardi al sistema bancario? Perché dare i soldi ai Monti dei paschi? A che titolo?


http://www.radio24.ilsole24ore.com/

zeta

Nessie said...

Grazie Zeta, Tremonti si è svegliato troppo tardi, ma la verità è pur sempre merce rara.
La faccenda di Montepaschi che risucchia come un'idrovora dal bilancio pubblico 3-4 miliardi (e cioè il malloppo dell'IMU) sono in pochi e a saperla, e nessuno a SBANDIERARLA a dovere sui giornali e nei media.

Anonymous said...

Se non sbaglio Montepaschi addirittura capitalizza solo 2 miliardi. Nel mondo comune non c'è NESSUNO che valendo 2 riesce a farsi dare 4. Non ci sono soldi per nulla pensioni, malati e ospedali compresi. Per "qualcuno" invece i soldi saltano fuori d'incanto nel silenzio generale, soprattutto della "grande stampa" (di regime). E' perchè Montepaschi è legato ai DS/PD e loro possono? Ma una volta non c'erano i conflitti di interesse? Valgono solo per gli altri?
Scarth

Nessie said...

Mi viene il vomito, Scarth. Ma possibile che non si riesca a trovare cento Pirla col sandwich che vadano davanti alle varie sedi di Nequitalia (almeno delle città principali d'Italia) con un sandwich dove c'è scritto a caratteri cubitali dove vanno i soldi del nostro sacrosanto diritto a vivere nelle nostre case? Uno non chiede manifestazioni violente, ma silenziose ed efficaci come 100, 200, 300 (giovani e forti e che non siano morti) disgraziati che vadano a informare che i ns. denari li stanno buttando alle idrovore bancarie. Ecchediamine!

Stasera guarderò l'Ultima Parola (rai2), l'unica trasmissione per cui vale la pena di pagare il canone. Vedrai che almeno lì se ne parla.

Anonymous said...

Spero che poi ci sia qualcosa in podcast per poterla vedere.
Scarth

Anonymous said...

per il commento di Johnny Doe 1.07 AM;proprio oggi Zibordi sul suo cobraf.com ha pubblicato un grande articolo "1600 lire per un marco",e spiega con tanto di numeri e grafici,non con opinioni da economista sfigato,IL GRANDE INGANNO..soltanto che..conosci quella vecchia song dei King Krimson "I TALK TO THE WIND"?..lalala..tutto fiato sprecato,ti saluto.
Metal

johnny doe said...

Già..."Quando nel 1992 il "serpente monetario" (in cui la lira era agganciata al marco) si spezzò la lira andò da 750 lire a 1.200 lire per marco e da 1.100 lire a 2.300 lire per dollaro. E allora eravamo rimasti incatenati ad un cambio fisso solo per circa cinque anni.."

Ora lo siamo da undici...

Il cambio fisso é una delle principali cause che ha affossato l'economia italiana...non potendo più svalutare quando la lira si sopravvaluta...
L'importante in economia è che il sistema tenda verso l'equilibrio,sia nel caso di troppa rivalutazione o svalutzione,gli effetti sono gli stessi.
Solo che col cambio flessibile le cose sono obbligate a riequilibrarsi dando modo ai vari paesi di gestire la propria politica valutaria per evitare prolungati disequilibrii.Quando svaluto esporto di più,ma le importazioni sono più care,viceversa quando la moneta é rivalutata oltre misura non esporto più,ma le importazioni sono meno care.Ma non può permanere una delle due situazioni,il famoso mercato tende a riequilibrarle.
Senza contare le ricadute d'altro tipo che queste situazioni hanno sul mercato interno.
Tutte queste situazioni tendono sempre quindi a riequilibrarsi nel giusto modo.
Questo col cambio flessibile...
Col cambio fisso non é possibile nessuna manovra,devi subire passivamente chi, per vari motivi che non sto qui ad analizzare nel caso Germania( ma che tutti sanno),é in posizione di privilegio.Cosa irreversibile perchè vincolata da sciagurati trattati che hai firmato e che delegano ad altri ogni tipo di decisione.
La tua economia é bloccata,non puoi manovrare nulla e ti indebiti sempre più.

Quindi nell'euro non c'è nessuna speranza di ripartire...ti voglion tener dentro,anche come il cadavere Grecia, altrimenti la pacchia per certuni finisce.
Con un debito sempre al 100%,l'italia era il maggior esportatore europeo,finchè ha potuto manovrare la sua moneta,pur con tutti gli sprechi possibili.Quindi il debito,in regime di sovranità monetaria,non conta una beata mazza sull'andamento dell'economia reale.
Falliscono quelli dell'euro...vi risulta che qualche Stato,pur nella UE,ma che ha mantenuto la sua moneta sia in fallimento?

Tutto questo é elementare e c'è da meravigliarsi ad ascoltar certi economisti dei miei stivali che sostengono l'euro a spada tratta.
O sono dei deficienti totali o dei luridi prezzolati.

Nessie said...

Metal, ho letto l'articolo di Zibordi. Ma quando riporta la frase di Bersani "La mia agenda? Quella di Monti più qualcosa..." e dice di non sapere che cosa intenda per quel "qualcosa" te lo aggiungo io:

Pacs, Matrimoni gay, ius soli agli immigrati (cioè cittadinanza-lampo)) e loro diritto di voto.

Il perché te lo puoi immaginare: per potersi perpetuare sullo scranno. Se ora non sono certi di poter avere la maggioranza degli Italiani, meglio premunirsi con "l'esercito di riserva".

Eccoci serviti: tutto il peggio di MOnti, più "qualcosa". Di ancor peggio, naturalmente.

Nessie said...

@Johnny

"Tutto questo é elementare e c'è da meravigliarsi ad ascoltar certi economisti dei miei stivali che sostengono l'euro a spada tratta.
O sono dei deficienti totali o dei luridi prezzolati".

Sono dei luridi prezzolati, come sono luridi prezzolati i giornalisti che gli fanno ponti d'oro. Come sono dei luridi prezzolati tutta la classe politica dalla sinistra, alla destra, al centro-Casini a tenergli attaccato il sondino per continuare a farli delinquere ai nostri danni.

Quanto agli altri governi della Ue, è ormai chiaro che l'Italia la considerano il loro bancomatt. E guai a fallire o a uscire da questo inferno.

SILVIO said...

Ottimi i rimandi in economia di Zeta, Scarth, Johnny Doe e Metal.
Quanto a Giovanni Zibardi, chi mastica almeno un po' la materia non può non apprezzarne l'intelligenza e la sapienza teorica e pratica.
È così bravo da avere tenuto testa a Warren Mosler - scrivendo in perfetto inglese tecnico/commerciale – su importanti questioni dottrinali.
Per me, Cobraf.com è il sito economico italiano di riferimento, da cui c'è sempre qualcosa in più da apprendere.

johnny doe said...

Credo anch'io che più che ignoranti molti siano dei vergognosi prezzolati(anche se ieri mi é capitato di leggere su Libero un patetico scontro tra Mughini e Belpietro: uno individuava il problema principe della ns situazione nella Cgil,l'altro nel tagliare gli sprechi.Ora,che queste cose ci siano è vero,ma individuare in questi elementi la causa della attuale situazione,vuol dire non aver capito una mazza.E non credo che si tratti di malafede...)
Fin che non si arriva al cuore del problema sono tutte chiacchiere inutili per abbindolare i peones.

Ma come fa infatti gente come Giavazzi,Alesina.... a non capire che se esporti molto la tua valuta,essendo richiesta dagli importatori esteri per pagarti,tenderà a rivalutarsi anche dopo una svalutazione (che non é una tragedia come molti paventano,anzi otra sarebbe l'unico modo per far ripartire l'economia..) e che viceversa si deprezzerà nel caso contrario delle importazioni,mentre si rivaluterà quella del paese che tu devi pagare! Il cambio flessibile tende inevitabilmente
a riequilibrare il sistema.troppo deprezzamento e troppa rivalutazione prolungate sono egualmente un danno.
Riequilibrio dovuto ovviamente grazie alle manovre,alla regolazione,al controllo dell'autorità valutaria nazionale.
Se però ce l'hai questa autorità....

Nessie said...

Sì Johnny ho letto anch'io le due frescate di Mughini e di Belpietro che citi. Non è mai troppo tardi, lezioni per adulti analfabeti: dovresti andare a fare loro lezioni serali :-).

Del resto di queste chiacchiere sterili sul taglio degli sprechi, visti come panacea a tutti i mali, sono pieni i talk show più demenziali.
Che si debba razionalizzare la spesa pubblica è un conto. Smantellare il welfare invece proprio no. Ora ad esempio, stanno saltando trasporti, ferrovie regionali (TreNord), posti letto negli ospedali, reparti un tempo considerati all'avanguardia che si sono estinti ecc.

E' evidente che c'è dietro lo zampino della privatizzazione selvaggia e che la macchina dello stato sta perdendo i suoi pezzi più importanti .

Josh said...

riporto testualmente dal tg 3 Emilia Romagna appena sentito,
Casini ad una riunione/festa locale con l'UDC e ex membri PDL e gente FLi,
dice:

"Dopo Monti, c'è ancora Monti e sempre e solo Monti"

Siamo all' "oportet", al "necesse est".
A quanto pare è già deciso, inutile anche la vacua cerimonia elettorale, dati i toni.
Teste di minchia è dire poco

Nessie said...

Ormai s'ode a destra uno squillo di tromba (pro Monti); a sinistra risponde uno squillo (pro Monti). Noi vogliam Monti che è nostro Padre, noi vogliam Monti che è nostro re.

Ci vorebbe un'impiccagione generale per tutti questi ignobili paraculi venduti e codardi.

Nessie said...

...e senti quest'altra Josh:
I terremotati dell'Emilia dopo vane promesse pagheranno l'IMU per le case inagibili:

http://pubblicogiornale.it/politica/imu-terremotati-del-modenese-terremoto-finale-emilia/