29 December 2012

Bersani e le nuove Pecorarie

 
 
 
 
Povero Culatello Bersani nato a Bettola, eppure sotto sotto va capito! Ha oliato diligentemente gli ingranaggi della sua "gioiosa macchina da guerra" con lunghe estenuanti Pecorarie insieme a Renzi, cercando con ogni mezzo riflettori e vetrine mediatiche e ora che è a un passo dal traguardo, non ci vorebbe altro che un Rigor Mortis a rubargli la vittoria a portata di mano. Sarebbe il colmo!
E ora cosa s' inventerà Bersani di così peggio da potersi distinguere da Monti? Ha dichiarato che la sua agenda sarà la stessa di Monti con qualcosa in più. E sappiamo già cos'è quel "qualcosa in più": Pacs, matrimonio gay, ius soli per gli immigrati e loro diritto al voto nonché messa a regime della moneta elettronica con contante limitato a 50 euro.  Della serie, quando i servi cercano di superare in zelo,  i  loro padroni.
Domenica mattina inizieranno nuove Pecorarie parlamentari decembrine, alla vigilia del veglione di S. Silvestro. Ce la mettono tutta per autopromuoversi sul piano mediatico, anche al freddo e al gelo, poveracci!
Eppoi , suvvia, guardate un po' come sono altamente democratici! Questo sì, vuol dire "salire in alta politica":  candidano in primarie la  futura casta parlamentare. Non possono rottamare direttamente le brutte, antipatiche e arroganti Rosy Bindi e Livia Turco, perché sarebbe "femministicamente scorretto" farlo. E allora ricorrono alle Pecorarie di mandria e di gregge. E' il popolo ovino coi due euro in mano che lo vuole. Nel mentre, viene candidato l'ennesimo esponente del Toga Party: il procuratore Pietro Grasso, un valore aggiunto, perbacco!
Chi vota Bersani vota Monte dei Paschi (a proposito di pecore, non c'è pecora senza pascolo). Chi vota l'Agenda per Monti, vota Monte dei Paschi  pure, appena foraggiati, pasciuti e ingrassati con le nostre IMU.

Abbiamo una vasta gamma di opzioni, con l'eurocrazia, non c'è che dire


La difficile ascesa al Potere
 



 

39 comments:

Anonymous said...

A proposito di altre pecorarie "femministicamente corrette". Ieri la fiaccolata femminista davanti alla chiesa di S.Terenzo e per domenica si parla addirittura di messa in minigonna e decolleté:

http://qn.quotidiano.net/cronaca/2012/12/28/822496-manifesto-prete-lerici-donne-femminicidi-corsi-lascia-abito-talare.shtml

Zeta

Aldo said...

Premesso che non ho NULLA contro le donne e che riconosco loro completa PARITA', devo dire che vedo le "quote rosa" come una manovra assai poco paritaria. Che è, si sta cercando di ribaltare la frittata?

Nel pieno rispetto del mio concetto di parità (quello strettamente rispettoso del significato letterale del lemma) osservo che le donne che si sono dedicate alla politica da qualche decennio a questa parte hanno DIMOSTRATO che le donne al potere non sono nè meglio nè peggio degli uomini al potere. La mia conclusione è che le PERSONE, indipendentemente dal sesso, vengono selezionate dal potere per il potere in base alla loro pochezza morale e alla loro disponibilità a non avere freni dovuti al benché minimo residuo di senso etico. Le donne al potere? Io lo toglierei pure agli uomini, il potere, senza sconti!

Nessie said...

Io invece al riguardo ho un'idea ancora più radicale e politicamente scorretta della tua, Aldo. Le donne al potere, fatte salve le debite eccezioni, sono più fanatiche, zelanti, passaordini e aguzzine degli uomini. E dato che questi ultimi hanno sempre esercitato il potere, conoscono anche la nozione di Clemenza. Le donne, invece no. Ecco perché la tendenza "onusiana" è di piazzarle lì anche nell'Agenda Monti.Che poi è l'agenda della Ue. L'hai mai vista la faccia di Viviane Reding? E' quella che se la pigliava con Maroni sull'emergenza clandestini durante la rivoluzione in Tunisia.

E che dire della Fornero? una kapò del bel film di Gillo Pontecorvo ha più clemenza di lei.

Aldo said...

Be', se a dirlo sei tu che sei donna è difficile che qualcuno ti scuoi per averlo detto.

Personalmente, però, ho subito un imprinting diverso, veramente e concretamente paritario, fin da bambino. E sono certo che sai che certe lezioni impartite da bambino ti si piantano nel cervello come le radici d'una robinia - impossibili da estirpare.

Huxley said...

Democrazia è ratificare con il voto cose decise da altri, prima toccherà ai cervelletti da due euro (non per niente si sono dati il nome di democratici), poi al pecorume italico. Personalmente mi sento più caprone e a febbraio andrò a pascolare per altri lidi. Saluti e buon 2013 (anche se i presagi sono pessimi).

Nessie said...

Il fatto grave è proprio questo: che il diritto di "legittima" critica alle donne, lo possa esercitare solo io in quanto donna, caro Aldo. Le mie esperienze di lavoro con superiori "donne" sono state pessime e confermano appieno la tesi onusiane di cui ti ho appena detto.

Nessie said...

Ci lasci Huxley? E dove andrai di bello con l'anno nuovo?
Sul concetto di democrazia come ratifica di decisioni prese altrove, sfondi una porta spalancata, come ben sai.
POi ancora un'osservazione pertinente al tema trattato : l'unico partito comunista d'Occidente che è rimasto intatto nel suo apparato, struttura e uomini ha cambiato varie volte il suo nome (PDS, Ds, e ora Pd) e - guarda caso - ha scelto di autodenirisi "democratico". Partito democratico.

Come la DDR, quella prima della caduta del Muro.

Huxley said...

Spero di essere nei caraibi, cara Nessie, dove conto di fare 'sopralluoghi' per cercarmi un nuovo posto dove vivere senza dovermi incazzare tutti i giorni, se vedrò cose che non mi piacciono potrò sempre dire che non è il paese dove sono nato.Secondo 'Mollotutto' sono già 4.293.876 gli italiani che se lo sono squagliata (residenti all'estero), essere in prossimo non mi dispiacerebbe, come ti ho già detto diverse volte :-)

SILVIO said...

Ma davvero c'è ancora qualcuno che ritiene ci sia oggi una “destra”, un “centro” e una “sinistra” ?

Ma davvero è ancora pensabile credere che le marionette nazionali abbiano carta bianca nel redigere i loro programmi elettorali ? (che poi sistematicamente tradirebbero, vista l'assenza del vincolo di mandato parlamentare nella nostra Costituzione).

Assurdo! Per sapere ciò che veramente accadrà, basterebbe connettersi ai siti ufficiali dell'Unione europea e cliccare sulle priorità dell'Agenda Ue da oggi al 2020.

Sto per partire. Quindi, auguro in anticipo a tutti un felice 2013.

Che felice lo sarà da un lato, visto che i Rothschild han preso una “mazzolata” finanziaria memorabile (sic transit gloria mundi!).

Mentre meno felice lo sarà dall'altro lato, posto che Benedetto XVI ha dato via libera al Nuovo Ordine Mondiale
http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2012/december/documents/hf_ben-xvi_spe_20121203_justpeace_it.html
rimangiandosi le sue precedenti dichiarazioni contrarie.

Ma Benedetto XVI è un poveruomo. Esattamente come noi.

Cristo è ben altra cosa.

Di nuovo: Buon Anno a tutti

Massimo said...

Bersani e Monti sono due facce della stessa medaglia. Una è più pulita, l'altra è più laida, ma remano dalla stessa parte. E fuggire, come scrive Huxley, non serva altro che ad estendere il potere di chi, prima o poi, arriverà anche là dove si cerca rifugio. Bisogna combatterli qui e adesso. Sennò non ci sarà un domani per nessuno.

Anonymous said...

il Grande Bluff della Lotta al Contante...
http://www.ilgrandebluff.info/2012/12/al-grande-bluff-della-lotta-al-contante.html#more
ps i caraibi non sono una cattiva idea..(per chi può meglio andarsene)
m13

Nessie said...

Caro Silvio, tranquillo: qui non c'è nessuno che crede che ci sia "una destra", "un centro" e "una sinistra". Nemmeno Massimo, che alla fin fine ammette che Monti e Bersani "sono due facce della stessa medaglia" (leggere suo intervento).

Ma ammetterai una cosa: in Italia i partiti politici dall'Unità d'Italia fino alle due G.M. e dal dopoguerra a oggi, hanno avuto una loro storia e una loro dottrina, che si studia perfino nelle università (storia delle dottrine politiche). E che l'attuale Pd è il partito più reduce del bolscevismo di ogni altro in occidente. Nell'attuale Russia non è rimasta più traccia del PCUS. In Italia, viceversa, dopo Tangentopoli abbiamo ancora in piedi i vecchi reduci con intatto il loro apparato di propaganda. Abbiamo facce di palta come D'Alema e Bersani che provengono da quell'album di famiglia lì. Ovvero il nuovo che avanza sotto la bandiera della Finanza. E queste cose vanno spiegate per amore di "verità storica".

Quanto alla mazzolata che prenderanno i Rothschild (ovvero i finanziatori di tutti i partiti che fanno loro comodo finanziare) non posso esserne che lieta.

Per Benedetto XVI spiace anche a me, me lo facevo più intelligente.

Dopo Capodanno partirò di nuovo anch'io, perciò contraccambio di cuore gli Auguri di Buon Anno.

Nessie said...

"Bersani e Monti sono due facce della stessa medaglia. Una è più pulita, l'altra è più laida, ma remano dalla stessa parte".

Massimo, una è più "perbenista" e corre a battersi pure il petto in chiesa, l'altra è reduce dal Bottegone e dagli apparatchick.

Monti pulito, proprio non direi. Falsamente compito e dabbene. Ma l'aspetto non gli impedisce di fare tutti gli sfracelli che sappiamo.
Quanto a quello che asserisce ad Huxley, sono d'accordo. Ma le vie adottate dall'essere umano nei confronti dei tiranni, sono la lotta e la fuga.

Perciò non posso biasimare che cerca altrove quel futuro che gli è negato qua.

Nessie said...

Grazie Marco, sull'argomento contante conto di tornarci su.

Anonymous said...

"UE e USA stanno conducendo negoziati segreti volti alla creazione di unione economico-commerciale congiunta".
stato totalitario (l'"unione riguarda anche legislazione, sistemi controllo, polizia, esercito etc)
http://italian.ruvr.ru/2012_12_29/UE-e-USA-vogliono-creare-l-unione-economica/
m13

Anonymous said...

SILVIO said...


Ma Benedetto XVI è un poveruomo.
....
Cristo è ben altra cosa.


il " poveruomo" e' il tenutario del " marchio " .. e non credo quindi che non solo "l' azienda", ma anche il " marchio", ne potranno uscire senza danni ..
ws

Nessie said...

Ws, dovevamo vedere anche questo: un Papa tifoso di Montezemolo, Casini e Passera con l'imprimatur di Monti che fa contemporaneamente il "convitato di pietra" e il maitre de cérémonie.

Anonymous said...

"...il Cattolicesimo tornerà in pochi anni nelle catacombe. Non è pessimismo, è una realistica previsione. Ma il realismo, a quanto pare, manca a gran parte della Chiesa che forse preferisce autoconsolarsi con stantie pastorali giovanili, con l'assemblearismo diocesano e con i megaraduni. Solo, il Papa combatte..."
http://fidesetforma.blogspot.it/2012/11/la-chiesa-e-la-morte-del-conservatorismo.html
m13

Johnny88 said...

Ma la Chiesa cattolica una volta non condannava cose come l'usura o ricordo male io? No perché tutta questa vicinanza agli usurocrati delle tonache mi pare un pelino fuori da quella che è la dottrina della Chiesa. Ma magari sbaglio io.

Cangrande said...

Cara Nessie....
Permettimi una "parolaccia": che COGLIONE sono stato a non avere frequentato prima questo blog....
Apprezzato moltissimo il tuo intervento sulle donne kapò, verissimo.
Ti àuguro un buon Anno nuovo. Un caro pensiero anche al..... troppo ottimista Silvio.

Nessie said...

Grazie Cangrande, e un sincero augurio di Felice Anno nuovo anche a te.

Nessie said...

Sì Johnny, l'usura basata sul prestito a interesse e prestito su pegno veniva fortemente osteggiata e stigmatizzata dalla chiesa.

Tant'è vero che furono proprio alcuni frati come Bernardino da Feltre, a istituire i Monti di Pietà, dove era vietato il sequestro degli attrezzi di lavoro e utensili agricoli. Tutte cose che Befera si guarda bene dal fare. Equitalia applica l'aggio e l'anatocismo. Come le banche del resto.

Aladino said...

Sulle pecorarie, aggiungerei il cinguettio festoso main stream. Non solo rai e mediaset. Iera sera a telecepletischisinternational, davano i primi risultati, facendoli colare come il miele. Sono andatoa dormire incazzato. ciao.

P.S.: cari Nessie & Silvio dove posso aggiornarmi sulla mazzolata )

Nessie said...

Aladino, non so rispondere alla tua ultima domanda, dato che è Silvio che è al corrente della "mazzolata" circa i Rothschild. Ma ora è in viaggio e non può citare la fonte.
Ciao.

Huxley said...

@ Massimo, le rispondo telegraficamente, io già mi sento straniero in un paese dove democrazia è designare Bersani o Bindi, dove si applaude lo spionaggio dei conti correnti e l'abolizione del contante, dove l'avvenire dei giovani è già segnato.
Un numero sempre maggiore di imprenditori chiude qui e riapre in Carinzia e vari paesi dell'est.
Evidentemente sono tutti traditori..

Chiudo con una strofa di una canzone di Gaber, "io, se fossi Dio"

"Io se fossi Dio,
non mi interesserei di odio o di vendetta
e neanche di perdono
perché la lontananza è l'unica vendetta
è l'unico perdono!"

Nessie said...

Huxley, sappi che Victor Hugo, davanti alla porta della sua casa sull'isola anglo-normanna di Guernsey, ha fatto scrivere LA VIE EST EXIL. Un perché ci sarà.

http://www.tlfq.ulaval.ca/axl/europe/VictorHugo.htm


Anche le civiltà sono fatte di esilio. Questo non vuole affatto dire che chi esilia ed espatria sia meno italiano di chi resta. La faccenda dei nostri imprenditori del Nord Est in Carinzia (dove le tasse sono del 25%, rispetto all'85% messe dal governo Monti) l'ho sentita anch'io l'altro giorno in auto durante il mio rientro.
Se hai qualche link, dammelo che quando avrò tempo ci farò sopra un post. E' una vera indecenza. Ma la verità è che questa Ue è fatta di figli e figliastri. E noi Italiani apparteniamo alla seconda categoria.

Huxley said...

Ecco un link sugli imprenditori italiani in Carinzia:

http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=24441

Nessie said...

Ottimo, grazie Huxley. Poi vai a vedere i links della casa dell'esilio (dorato) di Hugo e consolàti :-):

http://www.heatheronhertravels.com/victor-hugo-hauteville-house-guernsey/

Aladino said...

Cara Nessie, sull'esodo degli imprenditori del Nord Est verso la Carinzia, ti posso raccontare un fatto vero. Anche perchè abito a 60 km. dalla Carinzia. L'azienda è stata mia Cliente nel Passato.

In un paesino della Provincia un'azienda in piena espansione, con successi e premi di qualità conquistati in Europa, chiede la concessione di allargare il PROPRIO capannone sul PROPRIO terreno con i PROPRI soldi. Comunicando anche di voler assumere altri 25 dipendenti (avendone già 50). Bene. BENEEEEE ???

Il Sindaco (donna, a proposito) con un piccolo difetto di essere catto-comunista, boccia il progetto. Non ti dico le lotte. Con un bel numero di imbecilli che sostenevano la trinariciuta.

Morale della favola. L'azienda chiudendo i battenti licenzia i propri dipendenti ( = 50 famiglie senza fonte di reddito lavorativo). Si sposta in Carinzia, in UNA settimana ottiene TUTTE le autorizzazioni, assume 100 Carinziani (che hanno paghe e condizioni che noi possiamo solo sognare). Pagherà il 25% sul reddito netto. Con fondate promesse di sovvenzionamenti molto ma, molto sostanziosi. Su semplice richiesta.

Nella speranza che il sindaco di quel paesino venga impalata nella piazza del paese stesso: faccio una considerazione piccola piccola.

Se, avendone l'occasione, l'IMPRENDITORE del Nord-Est, Nord-Ovest e Centro, isole comprese; NON si trasferisce in Carinzia e' un COGLIONE. (chiedo perdono).

Piccola ciliegina, in Austria ci sono locali, alberghi, Uffici ITALIOFILI. Ovvero è assicurata la presenza di personale che oltre a parlare, leggere e scrivere l'Italiano meglio di me stesso. Si offrono ad adempiere le pratiche amministrative (irrisorie) necessarie. ciaooooooooooo.

Nessie said...

Grazie per l'interessante testimonianza, Aladino. A proposito di fanatiche talebane come la sindachessa che citi, le futili Pecorarie non sono riuscite a spazzar via nemmeno le rosibinde. Infatti la vecchia Pulzella d'Asinalonga è stata riconfermata.

Aladino said...

NESSIEEEEEEEEE,

NON dovevi darmi questa funerea notizia a fine d'anno. Vado a bere una damigiana di cabernet per dimenticare. Un bacio. ciaooooooooooo.

Nessie said...

Purtroppo ce n'è un'altra. Un uomo intelligente come Barnard va a perorare la causa di un pretacchione comunista come Don Gallo versus Ratzinger. Se non mi piace come si è condotto finora il Papa e la sua approvazione a Monti, mi piace ancora meno il prete dei no global, dei rifondaroli durante i fatti di Genova del 2001.

Mi spiace ma Barnard, quando non parla di economia, non ci acchiappa una cippa.

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=534

Anonymous said...

gli anti sistema sono pericolosi, alcuni fanno probabilmente parte del "programma"... su barnard confermo giudizio nessie (la ex socia Milena Gabanelli su rai 3 è attiva sponsor anti contante...casaleggio associati puzza lontano un miglio..etc).
Per quanto riguarda la Chiesa una cosa è il Santo Padre altra, purtroppo, Bertone, la Cei, ravasi... (e le ed san paolo..)m13
http://fidesetforma.blogspot.it/2010/09/attacco-ratzinger-cui-prodest.html
http://fidesetforma.blogspot.it/2012/11/beweb-quelli-della-cei-si-sono-bewuti.html
http://fidesetforma.blogspot.it/2012/12/le-edizioni-san-paolo-e-il-saggio-sui.html

Anonymous said...

La testimonianza (agghiacciante) di Aladino sul trasferimento di quell'azienda in Carinzia è anche la spiegazione delle cause della nostra fine: un insieme di politica ottusa, burocrazia ancora più ottusa, parassitaria, vorace e inefficiente, condito di fanatismo politicamente corretto. Aggiungo anche che tutti questi ingredienti sono in genere accolti dagli applausi di buona parte dei nostri connazionali (che poi magari imprecano perchè l'azienda si è trasferita e rivotano in massa la sindachessa...).
In ogni caso - salvo improbabilissimi miracoli - tra un paio di mesi ci troveremo comandati da Bersani, Monti, UDC & Co. che degli ingredienti sopra citati sono i campioni mondiali.
C'è davvero da documentarsi molto seriamente su possibili fughe in Carinzia o simili...
Scarth

Johnny88 said...

La vecchia pulzella è stata riconfermata alle pecoraie com'era ovvio e naturale. Solo che lei, toscana, ha dovuto candidarsi in Calabria Saudita perché a casa sua, dove la conoscono fin troppo bene, non l'avrebbero mica confermata manco alle pecoraie. Per cui è dovuta andare in Calafrica, dove i voti si muovono a pacchetti dalla notte dei tempi... vien da ridere per non piangere.

Anonymous said...

..."Sant'Egidio"...m
http://fidesetforma.blogspot.it/2011/11/mulini-vento-e-mondialismo-al-potere.html
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/6944
http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/11/16/andrea-riccardi-ministro-una-biografia-non-autorizzata/
http://www.timmylove.altervista.org/tl/blog/riccardi.html

Anonymous said...


La vera campagna elettorale, quella per accreditarsi dove si prendono decisioni, la si fa sul Financial Times. Che ha dedicato molto spazio alle elezioni italiane. Segnaliamo questa intervista del Financial Times a Pierluigi ...Bersani...in versione maresciallo Pètain. Quello dei giorni che precedettero la formazione della repubblica collaborazionista di Vichy.
http://www.comedonchisciotte.org/site//modules.php?name=News&file=article&sid=11278
m13

Nessie said...

Ho sentito Johnny, e lo immaginavamo tutti. Sembrano i rottami impazziti di Terminator che non si riescono mai a disattivare.

Grazie per il "maresciallo Pétain" Marco :-)

Anonymous said...

http://www.youtube.com/watch?v=XsfP1VP52Tg
m13