09 November 2012

Di porcata in porcata

 
 
 
La chiamano già la legge ad Grillum o lodo Grillo. Comunque sia, siamo alla solita porcata che non si può nemmeno più latinizzare nel nobile porcellum. Troppa grazia! La verità è che l'ascesa del M5S ha messo in allarme la casta, la quale è corsa subito ai ripari. E come al solito non mancano "le pistole fumanti" di simili misfatti, dato che di questo si tratta. Ecco cosa afferma il senatore Elio Lannutti indipendente nella lista Idv, autore del libro "La repubblica delle Banche" e che ha assistito alle riunioni della Commissione Affari Costituzionali. Le voci  captate all'interno della casta dei politici sono di questo tipo : "Noi pensavamo di aumentare dal 4% al 5% la soglia per accedere al Parlamento, quando abbiamo iniziato questa legge per, diciamo, fare uno sbarramento anti Grillo”, o anche “Attualmente invece poiché l’area di voto di Grillo è intorno al 30% ci dobbiamo attrezzare per evitare quanto più possibile che Grillo possa andare al governo". In ogni caso, per chi volesse saperne di più,  sul post "Porci senza ali" di Grillo, c'è un video del sen. Lannutti, che reca la sua testimonianza.
 
Ora chiedo a chiunque di voi, comunque la si pensi, comunque si voti o ci si astenga dal votare, se è giusto che per "blindare" Grillo, si blindi la democrazia e si ingannino gli Italiani con una legge elettorale che fa sembrare una sciccheria la vecchia "legge Porcata".  Col 42, 5 %, non ci sarà nessun reale vincitore e un'unica probabalità che è già una certezza : preparare e concimare (non fatemi scrivere con che materia organica) il terreno, ai prossimi "tecnici" di turno. O creare un'ammucchiata indecente di politicastri supini e proni ai Trattati Ue, ai "mercati finanziari" e alla Troika.
 

Di porcata in porcata, passo a questa pregressa, ma di cui vale la pena di rinfrescare la memoria. Tra amici di blog, ci si reca spesso a far visita, sovente con reciproco e mutuo beneficio. E sul blog "Dalla parte del Torto" dell'amico Johnny Doe, mi imbatto in questo filmato dell'ex assistente personale della bonanima di Enrico Mattei, Benito Livigni. Se avete la pazienza di ascoltare la testimonianza di Livigni, descrive con dovizia di particolari, il rapace Banchetto tra il '90 e il  '92, allorché tutta la nostra bella economia pubblica  cadde, grazie al liquidatore Mario Draghi aiutato da Ciampi e Amato, negli artigli degli avvoltoi di JP. Morgan, Merryl Linch e Goldman Sachs. Fu vera mattanza che trasformò la nostra industria in disjecta membra. E  purtroppo continua...

 
Ultima e più recente porcata, eppoi chiudo. Martin Schulz (passato alla cronaca come il kapò) presidente del parlamento Ue, è stato insignito del titolo di cavaliere di Gran Croce da Napolitano, il quale non pago di aver fatto il Caligola della situazione avendo insignito senatore a vita Monti, primo passo per imporcelo quale capo (abusivo) di governo,  ora vuole conferirci pure un Cavalier-kapò di una Ue affamatrice di popoli. Siamo alla strategia dello sfregio, del disprezzo per il nostro popolo e della provocazione permanente. Per stanotte, che è già domani,  ho finito.

59 comments:

Massimo said...

Secondo me non è una percentuale contro Grillo, ma contro Bersani. Infatti Bersani ha sclerato appena ne è stato informato. Quanto al kapò, è uno dei tanti che ha fatto carriera grazie al Cavaliere, senza il quale sarebbe stato quello è: uno zero.

Nessie said...

Diciamo che la paura della "deriva populista" , come la chiamano, sta facendo novanta ed è in cima ai pensieri di Napolitano e di Monti.
Poi è chiaro, che se i sondaggi danno favorito Bersani e il suo partito tra i vincitori, è evidente che i piddini sclerino e non siano contenti del pasticcio del "non vincente" e del "non governante".

In ogni caso, io sarei per le cose chiare e distinte, comunque vada, piuttosto che per un pastrocchio da cui salta fuori un Monti bis o una Coalizione pro Monti.
Non mi piace questa espressione, ma chi governa ci "dovrebbe mettere direttamente la faccia".

Il Kapò Schulz, non a caso, l'hanno fatto Cavaliere, per fare un dispetto a chi c'era prima :-). Sembra ed è una provocazione.

Huxley said...

Il processo di decadimento accellera, elites di puzzoni che si scambiano premi in una orgia autoreferenziale, politicastri che obbediscono all'istinto primario di salvarsi la poltrona sotto il sacro deretano, mentre l'argenteria scompare e si arriva a 'ipotizzare' soluzioni tipo questa:

(A proposito di porcate)

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-11-08/finmeccanica-orsi-test-conti-064218.shtml?uuid=Ab7YP40G

«L'ambasciatore americano a Roma David Thorne potrebbe essere un ottimo presidente di Finmeccanica»

Nessie said...

Ho letto l'ingarbugliatissimo articolo del Sole che mi hai messo. Grazie Huxley, ma la morale di tutta questa lurida facenda è il proseguimento del Banchetto rapace del '92. Se non l'hai ancora fatto, guarda il video di Benito Livigni, assitente di Matteri che ha messo Johnny:

http://www.stavrogin2.com/2012/11/benito-li-vign-iassistente-d.html

Con l'aggravante che ora i nostri padroni d'Oltreoceano si mettono direttamente alla testa di Finmeccanica. Ma che ci vuoi fare se nella notte di elezioni alcuni nostri concittadini facevano corona intorno all'ambasciatore Thorne, con le bandierine a stelle e strisce e il ritrattini di Obama!...

Di porcate ce ne sono così tante, che faccio fatica a tenere il conto, limitandomi a tre.

roby said...

@@ Massimo


Secondo me, se dovesse essere rieletto Bersani, non gli fa un baffo ai poteri forti. Direi il contrario. Non è per questo e non è per lui che vogliono la legge detta 'ad grillum'. La legge o lodo che dir si voglia la fanno perché temono in parlamento una forza anti-euro. Magari sarà debole debolissima, ma se vogliono fare un rferendum anti-euro, basta solo questo a scompaginare i giochi di Monti e i suoi.

Nessie said...

Anch'io sono scettica su Bersani, Roby.

La verità è che per sbarrare le porte alla "deriva populista" (come dice il due Monti-Bella Napoli), devono sacrificare Bersani e il Pd. Ecco perché lui adesso sclera.

Non dimentichiamo poi un'altra cosa importante. Monti ha proposto una riunione intereuropea di capi di governo per studiare le strategie anti-euroscettici.

Anonymous said...

Elio Lannutti, fondatore dell’Adusbef, una delle più autorevoli associazioni di tutela dei consumatori specializzata nel settore bancario, finanziario e assicurativo, è ormai pubblicamente riconosciuto come il paladino dei risparmiatori.

La recensione de La repubblica delle Banche qui:

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la_repubblica_delle_banche.php

zeta

Aldo said...

Tra persone serie (dovrei forse dire oneste), una modifica della legge elettorale nel corso della campagna elettorale non sarebbe neppure presa in considerazione. Un Capo dello Stato come si deve non permetterebbe mai una cosa del genere, ma il capo di chissà quale stato (comunque sia, sicuramente in pessimo stato) napolitano se ne fa addirittura promotore. Di golpe in golpe, nell'attesa che la natura faccia il suo corso e ce ne liberi alla svelta. Ho già una bottiglia di brachetto pronta col suo nome scritto a pennarello sull'etichetta. E' vino buono, non vedo l'ora di poter stappare per un bel brindisi alla liberazione.

Anonymous said...

Nessie visto che si parla di porcate, vorrei farti notare questa notizia:

http://icebergfinanza.finanza.com/2012/11/09/fuori-subito-da-questa-europa/

E avanti con "ci vuole piu' europa",

Paoletto

Nessie said...

Grazie per la recensione, Zeta. Era uno di quei libri che mi ero ripromessa di leggere, perché consigliato da Ida Magli. Ma poi mi faccio del cattivo sangue.

Nessie said...

Voi piemontesi di vini ve ne intendete, Aldo. Ma mi sa che per quella bottiglia dovrai aspettare un bel po'. Ti ricordi quel che diceva Andreotti sul potere?

Ebbene credo che lo stesso effetto di Gerovital lo faccia per Napolitano.
E' iniziato l'operazione Cannibal e come ha scritto Huxley, i politicastri obbediscono all'istinto primario di salvarsi la poltrona sotto le loro sacre terga, mentre l'argenteria scompare e si arriva a soluzioni estreme. Una sconcezza!

Nessie said...

Grazie Paoletto, leggo spesso Iceberg finanza, e il diniego della Ue ai terremotati dell'Emilia, la dice lunga sulla loro indole: a noi i vostri soldi nel Fondo salva stati (in realtà salva-banche), in cambio se avete delle calamità come i terremoti sono caxxi vostri. POrcate su porcate...

Anonymous said...

Anche la migliore legge elettorale applicata dai peggiori può comunque solo portare al peggio. Il più scontento, comprensibilmente, sembra Bersani con il PD dato al 30%. In ogni caso nella nostra fintissima "democrazia" dove il vero potere è FUORI dal parlamento il problema è marginale.
Nei mesi scorsi devo dire di aver provato un certo interesse per il movim 5 S che supponevo alternativo all'attuale sistema, poi seguito meglio su internet/You Tube sembra solo la versione (se possibile) ancora più forcaiola e tricoteuse del PD/SEL senza altre sostanziali distinzioni dai suddetti, amore estremo per le tasse e avversione per i diritti civili compresi. E poi per esempio: dopo un anno di ferreo governo Monti/Finanza internazionale per loro, gratta gratta, il pericolo è ancora Berlusconi. Ma per favore!
Scarth

Nessie said...

Scarth, non sono qui a magnificare il movimento 5 stelle e anch'io mi tengo i miei dubbi su Grillo. Ma comunque la si pensi, questa legge è un assoluto imbroglio e va cambiata. Non esiste che per il timore di una New Entry, si vada a sostenere una porcheria dove non ci sono né vincitori né vinti. E' contrarissimo a tutte le più elementari regole democratiche. E' questo il nocciolo del problema. Ma la verità è che siamo arrivati ad un punto di deterioramento tale, che preferiscono applicare il "Muoia Sansone con tutti i filistei", piuttosto che vedere un vincitore che non siano loro stessi.
Perché se l'attuale castaccia politica si mette a fare un altro anno di ABC o di altro Trio Monnezza (o quartetto o altra Coalizione) dietro le terga dei "tecnici" continuando a percepire lauti emolumenti per il lavoro che non fa, e per la facciaccia che non ci mette, il popolo li andrà a snidare e li appenderà a un chiodo come capretti. Perfino Tremonti che è persona pacata, l'ha lasciato intendere a Porta a POrta.

Perciò, meglio un cattivo vincitore legittimamente eletto, che l'attuale limbo (infernale) di golpisti.

Anonymous said...

Nessie, abbiamo visto che in Parlamento e nel Paese si possono avere maggioranze schiaccianti e a decidere e comandare e a buttare a mare sono altri non eletti che stanno fuori, magari anche fuori dai confini. Per me il gioco è taroccato ancor prima di iniziare. Sono comunque d'accordo che in Parlamento è meglio che ci vada chi più e meglio si oppone alla truffa mascherata, qualunque (e dico proprio qualunque) colore e provenianza/passato abbia.
Scarth

Nessie said...

PS: "Perciò, meglio un cattivo vincitore legittimamente eletto, che l'attuale limbo (infernale) di golpisti".

Oltretutto siamo già in sospensione dalla democrazia e se fossimo un popolo con le palle, non dovremmo nemmeno tollerare un giorno di più, di essere commissariati.

Nessie said...

Scarth, sai bene che non sopravaluto il giochino "democratico" delle elezioni e anche l'America ha i suoi guai, facendo scegliere gli Americani tra la Coca cola e la Pepsi. Tutte le democrazie occidentali sono in gravi crisi.

Ma avere la faccia come il didietro di mettersi a inventare brogli al tavolino , come quelli che ha raccontato Elio Lannutti nel video che ho linkato con affermazioni molto gravi del tipo "Attualmente invece poiché l’area di voto di Grillo è intorno al 30% ci dobbiamo attrezzare per evitare quanto più possibile che Grillo possa andare al governo", è una porcata nella porcata.

Senza contare Schifo-Schifani e altre affermazioni gravi come questa:

"Ce la sto mettendo tutta e ce la facciamo, altrimenti Grillo dal 30 va all'80 per cento". Lo dice il presidente del Senato, Renato Schifani, intervistato da Fiorello a margine di una visita all'associazione Andrea Tudisco che ospita bambini oncologici e le loro famiglie. "Io credo - spiega il primo inquilino di palazzo Madama - che il mio ottimismo si trasformerà a breve in certezza. Vedo notevoli margini che ci lasciano pensare che a breve si arrivi a un'ampia intesa tra le forze politiche".

Beh, penso che possa bastare. Non ho voglia di aprire il dizionario delle parolacce.

Anonymous said...

Nessie, quelli del PDL non li calcolo più nemmeno talmente sono fulminati e finiti.
Resta il fatto che, come ho sentito in un video su You Tube con esponenti vari del mv 5 st, se avessero l'80% dicono cose come "Mettiamo una patrimoniale" e "diamo i soldi alla scuola pubblica" o "siamo favorevoli all'immigrazione"
Forte! Allora perchè non votare PD/SEL/UDC? Oppure perchè non tenersi Monti che è la stessa cosa del PD/SEL/UDC o chi per essi?
Scarth
PS: per mantenerci in tema del premiato Schultz nel nostro parlamento avremmo bisogno di 500 Nigel Farage. Purtroppo non ci sono neanche in imitazione.
Scarth

Josh said...

Nel frattempo l'UE decide che l'ER,
anche se è tra le prime contribuenti nazionali e la maggior regalatrice di beni e inventrice di consenso (immotivato) all'Ue,
dicevo la stessa UE decide che,
se nel caso di altri terremoti ha dato fondi,
A TE invece non li da.

Però tu, anche se terremotato, devi lo stesso pagare le stesse rate miliardarie del Fondo Salvastati/Salva_Banche private degli altri Stati.

Una porcata nuova ogni 5 minuti, altro che....

Nessie said...

Scarth, non voglio difendere il M5S, ma sappi che è un movimento e non un partito e che c'è dentro tutto e il suo contrario. Ci sono quelli che non sopportano l'immigrazione e pure quelli che la caldeggiano. Invece dovrebbe interessarti, eccome, quel fulminato di Angelino Jolie che ora si sta riavvicinando a Fini. Ovvero Gianfuffa. E questa è la fine.

Ora ti mando le dichiarazioni di Schifani e dimmi tu se queste sono le dichiarazioni "super partes" della seconda carica istituzionale dello stato. Ovvero il Presidente del Senato:

http://www.repubblica.it/politica/2012/11/09/news/schifani_su_legge_elettorale-46245709/

Scusa, non vorrei sembrare insistente, ma queste sono dichiarazioni da GALERA.

Nessie said...

Ohhhh! Ogni tanto ci onori della tua presenza, caro Josh. Ero rimasta al tuo "vado a comprare le sigarette" :-)

"ho letto il pezzo e dopo lo commento per bene,
anche se ricordo ne parlammo proprio qui già all'indomani del fatto" (caso Kaczynski).

Poi mi fai un OT su Tonino o' Zappatore candidato a presidente da Grillo, e io per accontentarti, faccio un post sul caso Di Pietro, ma beato a chi ti ha visto. Ora vedo che ti svegli con l'Emilia-Romagna.

Eh sì, questi Eurocrati qua mica scherzano: a noi le calamità "naturali". A loro i nostri FIOR fior di soldi. E sono miliarducci. Finché non usciremo da questa trappola per topi, altro che porcate ogni 5 minuti....!
Ciao

Josh said...

eh sì lo so Nessie, ma sono un po' incasinato:-)

Nessie said...

PS: INisisto sulle dichiarazioni inique di Schifani. Le leggi elettorali si fanno per i cittadini, non contro un cittadino (che sia un comico, un pagliaccio o altro) che si vuole candidare. Vergogna! Per me, un Presidente del Senato che ragiona in questo modo, dovrebbe finire in galera.

Anonymous said...

Letto il link, e la notiziola su Fini-Alfano: tutte e due le cose tolgono ogni possibile eventuale dubbio sul fu PDL, per conto mio già da mesi cancellato dalla lista.
La mia stella polare su chi votare è: "Chi più ostacolerà in parlamento concretamente L'Or Signori?". Accompagnata da un preventivo "nessun voto a chi ha sostenuto Lorsignori (anche senza saperlo)".
Sul mv 5 s non è molto rassicurante che dentro ci sia tutto e il contrario di tutto: come si fa a sapere chi va in parlamento? Chi è contro i Poteri Forti? O chi sta con loro?
Scarth

Nessie said...

Scarth,

"Sul mv 5 s non è molto rassicurante che dentro ci sia tutto e il contrario di tutto: come si fa a sapere chi va in parlamento? "

E' il problema di tutti i movimenti e del movimentismo in sé. Io so che quando Grillo osò riportare sul suo blog alcune idee di Ida Magli in materia di immigrazione, di confini necessari alla nazione ecc. a sanzionarlo furono proprio i suoi internauti.
D'altro canto la partitocrazia è arrivata a un punto, che per forza di cose ha preso piede il movimentismo, il quale a sua volta ha tutti i limiti che sappiamo.

Nessie said...

PS: Raccomando a tutti di vedere questa sera "l'ULtima Parola" su Rai 2 alle 23,30. Lì c'è quel blogger, Claudio Messora di byoblu, davvero bravo. E' una delle poche trasmissioni dove si parla dei temi trattati qui, pur coi suoi limiti dovuti alla Rai e a tutti i vari compromessi con la tv.

Anonymous said...

Già Nessie, il punto è che i movimenti (e le persone) che mi piacerebbero non sono qui geograficamente o temporalmente.
E la storia di votare turandosi il naso non mi entusiasma affatto.
Scarth

Nessie said...

I movimenti (compreso quello di Grillo) nascono sempre sulle ceneri della partitocrazia e del suo disfacimento.
Il problema di una legge schifosamente (e schifanianamente) ambigua come quella che la casta si appresta a varare, vale anche e soprattutto per forze anti-euro (tipo Forza Nuova)che si volessero candidare. Diciamo che stanno preparando la "blindatura" preventiva.

Anonymous said...

Forse Nessie i giochi che ci sovrastano sono così grandi che ogni cosa, movimento, entusiasmo nostrano sembra vano, ininfluente.
Nel bene o nel male avremmo bisogno di gente, generazioni e tempre che non ci sono più temo. E forse nemmeno quelle basterebbero visto la fine che hanno fatto.
Scarth

Nessie said...

Stasera in tv nel programma L'ultima Parola, le tempre le ho viste perciò ci sono. Industriali di Pordenone che hanno denunciato le Banche per Usura e anatocismo.
Un pensionato che si è incatenato davanti a una banche e che è riuscito a sputtanarli in tv.Pescatori analfabeti che hanno denunciato la Ue per le clausole e i diari di bordo coi nomi dei pesci in latino.

Scarth, nel mio piccolo sono sette anni che mi faccio il mazzo su questi discorsi. Potrei chiudere baracche e burattini, fregarmene, farmi dei viaggetti e andarmene a spasso, invece che leggere libri pizzosi. E invece insisto, come insisti tu, come insistono e resistono molti altri. Perciò vuol dire che le tempre ci sono. Notte!

Angelo D'Amore said...

intanto l'europa non da i soldi ai terremotati dell'emilia. per la legge elttorale, dobbiamo essere onesti: il piu' colpito e' il pd, primo partito al momento che a sua volta, non potra' governare. hanno avuto paura di dare il 10-15% al primo partito per timore di grillo. chi ha proposto questa legge sa che l'unico modo per sopravvivere, altro che europa. il danno lo abbiamo costruito da soli a casa nostra. sappiamo chi sono i colpevoli, i cittadini si regolino di conseguenza...

Anonymous said...

Ciao Nessie, la tua opera è assolutamente meritoria. Per fortuna, per grande fortuna, nel disinteresse e rimbambimento generali, c'è ancora qualcosa di degno su internet. Ma il punto è proprio quello: c'è internet ma la politica, quella che dovrebbe rappresentare poi il mondo virtuale e qualche bell'esempio di mondo reale come quelli che hai citato invece è dispersa, assente o peggio, traditrice.
Noi avremmo bisogno di gente come Mattei di cui in questi giorni ricorreva l'anniversario della fine mai chiarita (guarda caso) invece ci ritroviamo i Bruto, i Giuda, i Maramaldi, le Marie Antoniette alle brioches e i Kapò che sappiamo; nel campionario dell'orrido nostrano non manca nessuno. Poi oltre e prima di questo intanto il gioco sarebbe comunque truccato da potenti manine più o meno visibili all'opera dietro alle quinte.
Scarth

Nessie said...

Angelo, l'ho già scritto nel mio commento dell'1.21 Pm. Il gioco è questo e vedo che lo sai già anche tu: per sbarrare l'accesso a Grillo devono sacrificare Bersani e il Pd.

Dell'Europa come sai, ne penso tutto il male possibile e ai guai nostrani ci aggiunge pure i suoi. La faccenda dei fondi negati ai terremotati, ne è la dimostrazione.

Qui, uno scenario di quanto sta avvenendo nella vicina Grecia dopo le misure di austerità imposta dalla Ue :

http://crisis.blogosfere.it/2012/11/crisi-grecia-definitivamente-cinesizzati.html

Nessie said...

Scarth, se fossi millenarista direi che siamo finiti negli artigli del demonio, visto anche il panorama internazionale. Chi ha fede, può provare a pregare e a raccomandarsi l'anima al Signore.

Anonymous said...

Sono assolutamente d'accordo Nessie.
Nel frattempo per ristorarmi ho visto su You Tube gli interventi di Barnard all'Ultima Parola di ieri. E' sempre un gran sollazzo vederlo mandare all'aria la propaganda di regime.
Scarth

SILVIO said...

Vorrei dare il mio contributo alla discussione.
Premetto che giudico aberrante ogni cospirazione finalizzata ad inficiare il voto popolare, mutando di corsa le regole elettorali per neutralizzare l'avversario politico di turno che venga percepito come probabile vincente.

Anche l'UE la pensa così, avendo in passato espresso ufficialmente la propria contrarietà a qualsiasi riforma delle legge elettorale varata a meno di un anno prima della tornata elettorale.
Pertanto, mi fanno ancor più ribrezzo personaggi come Napolitano, Schifani e Casini che gridano « L'Europa lo vuole!» quando vogliono scavare la fossa al Popolo italiano, salvo poi ignorare le direttive europee quando gli interessi politici delle loro greppie sono in mortale pericolo.

Però - visto che la presunta vittima del complotto sarebbe Beppe Grillo - non sento di indignarmi più di tanto, al punto da augurarmi che quel complotto riesca onde risparmiare agli elettori italiani “grillini” l'ennesima disillusione (che sarebbe similare a quella provata dagli elettori di Forza Italia e dintorni dopo lo “prisencolinensinainciusol” di Silvio Berlusconi).

Nel post precedente di Nessie (Il caso Di Pietro e tutti contro tutti) ho riportato la conclusione scientifica dello studioso olandese Joël van der Reijden circa l'esistenza di due consorterie dell'élite anglo-americana, l'un contro l'altra armate.

Oggi, prevale nettamente su scala globale occidentale l'élite anglo-americana Liberal, mentre Beppe Grillo è appoggiato dal “Club 1001”, cioè dalla perdente fazione britannica dell'élite anglo-americana conservatrice.

Ergo. È lecito bastonare il Grillo senza colpo ferire.

Comunque vada, al Popolo italiano non ne verrebbe alcunché di positivo per cui riaffermo:

Al momento, chi va a votare inquina e rovina te e la tua famiglia. Digli di smettere»

Nessie said...

Ciao Silvio, per chi si fosse messo in contatto ora troverà nel dettaglio la mappa delle 4 consorterie , nel tuo commento delle 3, 36 PM del post sottostante.

Lo slogan parodia del fumo che citi sul voto mi piace, ma la verità è che faranno in modo da rendere comunque inutile lo strumento e l'esecizio delle elezioni. Se vanno su i tecnici BIS, infatti, possono anche chiudere il parlamento. Intanto per quel che serve... E anche questo ammetterai che è un grosso problema di rappresentatività democratica. Noi non abbiamo più solo una crisi economica, ma politica e istituzionale.

Temo che lo step successivo sia l'assalto al Palazzo, dovuto all'esasperazione collettiva. Ma... E se anche questo fosse proprio quel che vogliono L'Or Signori?

Nessie said...

PS: C'è comunque una seconda cosa che mi fa venire i brividi e mi suscita disgusto. Schifìo-Schifani ha fatto la dichiarazione che ha fatto, molto probabilmente imbeccato da Napolitano.

Quanto a quest'ultimo, sono quasi certa che sarebbe pronto a sacrificare i suoi pur di non far accedere altre nuove forze politiche nell'agone.Perciò il mio ribrezzo per l'uomo del Colle aumenta.
E questo lo dico indipendentemente da Grillo.

roby said...

Sono d'accordo con SILVIO a proposito di Grillo. Se lui e Casaleggio sono arrivati fin qui, vuol dire che c'è l' ombra di qualche "manina" lontana.
Volendo ripassare il nostro passato prossimo, anche la Lega di Miglio promossa e spinta dalla Fondazione Agnelli e Forza Italia, sono state a loro modo le nostre rivoluzioni colorate. Tutte pilotate. Sarò pessimista ma è così

Anonymous said...

Siamo alla fine del partitismo. La esigenza di democrazia diretta spaventa i vecchi politici,che, al solito, hanno capito in ritardo la forza dei movimenti, quello di Grillo in primis. Se passa questa legge elettorale apparentemente strampalata, li costringerà alla ammucchiata, sono d'accordo con Nessie . Che Bersani abbia sclerato quando lo ha saputo sembra inverosimile, o davvero è messo male quanto a visione dell'insieme. Sbaglierò, ma Grillo e i movimenti in questo modo li costringeranno a metterci la faccia tutti contemporaneamente o quasi, come in Sicilia. Perchè, se non ho capito male, il vincente che non ha i numeri in Parlamento per governare, dovrà per forza fare come intende Crocetta o è il caos e cade la legislatura. Quindi dovranno per forza lavorare in Parlamento e discutere provvedimento per provvedimento.. pena l'avvento di nuova e più forte democrazia dal basso, perchè ci saranno forze nuove ed attente: i governati contro i governanti, poche o nulle possibilità di inciucio e spinti da radicali e grillini, deputati e senatori staranno con il fondo schiena sulle sedie, il Parlamento comincerà ad assumere comportamenti più normali. Monti non credo ci sarà.. ha altre mire che discutere con Grillini, Bersaniani e Rutelliani e quanto altro, non me lo toglie di testa nessuno. Vedremo se, almeno un po' , sono riuscita, con la forza della immaginazione, a dare una sbirciatina al futuro !

un saluto a tutti

Marista

Nessie said...

Roby, tutto può essere e niente di più facile (per quel che contiamo in questo Paese) che anche noi siamo stati investiti da "rivoluzioni colorate pilotate" e che non ce ne siamo accorti. La notizia sulla Lega di Miglio e la Fondazione Agnelli sulle macroregioni, già circola da tempo. Ad ogni modo, anche la sfiducia e il pessimismo, sono armi gradite alle "manine lontane". Perché ci si paralizza e poi si cade nell'inazione.

Nessie said...

Ciao Marista, più che siamo alla fine del "partitismo", io credo che siamo in una pesante crisi della democrazia rappresentativa. E purtroppo, non solo in Italia, sebbene qui ci siano altri problemi.

Stasera Monti nelle sue dichiarazioni, ha detto esattamente il contrario di quello che auspichi tu: "Se serve ci sarò"...
Tu dici: "Monti non credo ci sarà.. ha altre mire che discutere con Grillini, Bersaniani e Rutelliani e quanto altro, non me lo toglie di testa nessuno. Vedremo se, almeno un po' , sono riuscita, con la forza della immaginazione, a dare una sbirciatina al futuro".

E io ti auguro che la tua "sbirciatina" vada in questa direzione, ma personalmente temo di no . Comunque staremo a vedere. Buona notte, data l'ora :-)

SILVIO said...

Non ho mai preteso di avere ragione al 100%. Anzi, sono attentissimo ad ascoltare le obiezioni degli altri interlocutori purché raziocinanti e documentati (con esclusione quindi dei “minus habens” manipolati dai meme delle varie parrocchie ideologiche, dei provocatori, dei troll e di quant'altro di similare, miserabilmente parlando).

Sono stato fregato in passato quando votai Forza Italia senza prima investigare sull'infame bluff, per cui - non desiderando ricascarci – ora non guardo mai il dito indice che mi indica la luna ma vado ad esplorare tutto il contesto, ricostruendone il background.

Ciò per evitare che quel dito indice si trasformi in un dito medio di dileggio.

Rappresentatività democratica ?
Siamo sicuri che non sia al momento un ossimoro, posto che l'agenda del NWO procede inesorabilmente?
I miei post dedicati a Marista hanno come titolo "Il cane a tre teste del Nuovo Ordine Mondiale", laddove le tre teste corrispondono a Tecnocrazia- Griglie intelligenti – Moneta globale.

Ebbene, le prime due teste si stanno lentamente materializzando. Anche in Italia (il tecnocratico Monti + i piani finanziati dall'UE per la “smart-city” e la “smart-grid”).

Rimane ancora un grosso punto interrogativo: la scelta della futura moneta globale (anche se in “pole position” vi è sempre la United Future World Currency progettata sin dal 1996 dal team del globalista italiano Sandro Sassoli).

Ed allora ? Beppe Grillo più i radicali ci salveranno ? Ma davvero?
Date uno sguardo al prossimo post (che invierò più tardi per cause di forza maggiore) e poi traetene le conclusioni.

Nessie said...

Bene, Silvio, allora in attesa del prossimo post, ti dico la mia in relazione alla tua chiosa col punto interrogativo.

Non ho mai scritto da nessuna parte che credo in Grillo e che voterò per lui. E del resto, nel mio piccolo, non sono propriamente una sprovveduta dato che anch'io, come te, ho ricevuto le mie atroci delusioni (nel mio caso, la Lega, visto che in passato l'ho votata).

In secondo luogo, spero risulti chiaro lampante e che non ci sia nemmeno bisogno di sottolinearlo che lo spirito di questo post risponde esattamente alla premessa del tuo intervento delle 4, 21:

"Premetto che giudico aberrante ogni cospirazione finalizzata ad inficiare il voto popolare, mutando di corsa le regole elettorali per neutralizzare l'avversario politico di turno che venga percepito come probabile vincente".

Poi, dato che di porcate ne ho messe tre (ma in realtà sarebbero assai di più), mi piacerebbe sapere cosa ne pensi del filmato di Benito LIvigni, assistente personale di Mattei sul bottino del '92 (porcata n.2). E anche del fatto che Napolitano ha sentito il bisogno, dopo l'orrendo Nobel dato alla Ue, di insignire del Cavalierato, un individuo (figlio di un poliziotto) che non sa manco una parola di Italiano. E fosse solo questo il suo difetto, ma kapò Schulz è quello che zittisce tutti gli interventi contrari al trattato di Lisbona durante le sedute del Parlamento Ue.



Josh said...

aggiungiamo che
nientepopodimeno che papa Ratzi (il cui tesoro Vaticano è gestito dai Rothschild)
ha appena dato come riconoscimento un incarico da latinista della Pontificia al rettore dell'Università di Bologna, prof. Dionigi (bravo latinista ok, ma
europeista e premiatore indefesso di Napolitano, Monti, Draghi, Kohl, Juncker e altri simili).
Quasi che pure il papa volesse dire in prima persona, oltre all'appoggio Monti già dato da parte della CEI (appoggio al Monti bis compreso),
'ehi guardate che nel vostro giro ci sto anche io!'

...han premiato il premiatore seriale di massoni....
come dicevo, non finiscono mai ste cose, ce n'è una ogni 5 minuti, è un intero 'sistema' che è 'irreversibile'.

SILVIO said...

Nessie, la mia (garbata) obiezione non era rivolta a te ma a Marista, che citò appunto nel suo post l'ipotesi di grillini e radicali alleati contro la casta dei vecchi dinosauri mal viventi.

Dato che ci sono, apro qui la mia breve finestra sui Radicali. Il loro partito si dichiara apertamente transnazionale. Dunque: globalista per missione e vocazione.

Ergo: nemico ideologico dei seguenti Principi Fondamentali statuiti dal Diritto Pubblico Internazionale e derivati dalle norme del Trattato di Westfalia (1644-1648) (che sussistono e resistono ancora oggi) :

1)- Il principio della sovranità assoluta di uno Stato e il divieto di ingerenza straniera nei suoi affari interni.
2)- L'uguaglianza giuridica tra gli Stati per cui il più piccolo Stato ha i medesimi diritti di quello più grande, a prescindere dai rapporti di forza o debolezza, di ricchezza o povertà.
3)- L'inserimento delle suddette norme in un originario nucleo di diritto pubblico internazionale, a cui tutte le potenze europee si dichiararono obbligate.


Condivisibili, vero ? Al punto da sottoscriverli incondizionatamente donde il mio pollice verso contro i radicali e tutte le cosche globaliste.

Quanto alle 3 porcate da te denunciate, il mio sdegno è tutt'uno col tuo. Napolitano verrà ricordato come il presidente della Repubblica peggiore di tutti i tempi e non aggiungo altro per non coinvolgerti nel reato di vilipendio.
Circa la predazioni degli anni '90, rafforzo la testimonianza di Livigni col link di un articolo a firma di Fulvio Grimaldi:
http://www.sottovoce.it/cms/printart.php?id=13&area=2
Grimaldi potrà piacere o non piacere (data la sua collocazione ideologica) ma quel suo articolo merita di essere letto, analizzato e ricordato.

Martin Schulz ? Un progressista ottusangolo che sogna l'avvento del IV Reich sui Popoli europei.
Rammento che ho usato il termine progressista secondo i canoni del NewsPeak oligarchico oggi imperante (ma ben pochi si sono accorti del bidone linguistico).
Difatti, tali canoni prescrivono la manipolazione dell'opinione pubblica a mezzo della diffusione di termini che implicano il significato contrario di quello sino ad oggi sottinteso.
Esempio: si scrive “progressista” ma è da intendersi come “reazionario e antidemocratico” .
Ed ancora: si scrive “sviluppo sostenibile” ma è da leggere come “sviluppo insostenibile e degradante per tutta l'umanità, eccetto le élites”.

Nessie said...

Josh,

"han premiato il premiatore seriale di massoni....
come dicevo, non finiscono mai ste cose, ce n'è una ogni 5 minuti, è un intero 'sistema' che è 'irreversibile'".

Come si chiama (nome e cognome) il prof. Dionigi, premiatore di massoni?

Nessie said...

Silvio, sui radicali "violenti" (altro che "non violenza" e Gandi!), sai bene che con me, sfondi una porta spalancata. E' da un pezzo che li osservo e devo dire che sono stati l'avanguardia consapevole o meglio, la testa d'ariete in Italia, del mondialismo. Se ti è sfuggito questo articolo su Pannella preso dal sito di Ida Magli Italiani Liberi, leggilo:

http://www.italianiliberi.it//Edito12/cosi-il-luciferino-pannella-e-riuscito-a-rubarmi-la-vita.html

Sul linguaggio rettiliano e orwelliano che citi a proposito di Napolitano e kapò Schulz, sottoscrivo a quattro mani.Bisogna sempre leggerli in modo rovesciato.

Oggi è una tristissima data: l'11/11, funesto anniversario del golpe tecnofinanziaio 11/11/2011; perciò se devi scrivere un altro intervento, fallo prima delle 5 del pomeriggio, perché poi voglio dedicare quattro righe a questa per me mestissima ricorrenza, aggiornando con nuovo post.

Ora vado a leggere il link su Fulvio Grimaldi. A dopo...

SILVIO said...

Nessie, mi ero ripromesso di aprire una finestra anche su Beppe Grillo descrivendone la figura sin dal 2003.

Ma ora mi rendo conto che sarei stato totalmente OT.

Preferisco pertanto soprassedere, salvo ricordare a tutti i grillini in buona fede che non si accettano mai ”caramelle dagli sconosciuti ”.

Errore che feci personalmente con Forza Italia e che ancora mi rode (per essere stato gabbato, unitamente a milioni di altre persone fiduciose e per bene).

Anonymous said...

Qualche considerazione sparsa: le recenti votazioni siciliane hanno dimostrato benissimo che l'astensionismo di massa non serve a nulla.
Come cattolico trovo sconcertante l'appoggio supino e totale della Chiesa a globalismo, liberismo predatore, finte rivoluzioni devastatrici e infine anche al governo Monti.
Per Roby: la Lega di Miglio e Forza Italia erano le nostre rivoluzioni colorate... e Mani Pulite col bollo dell'ambasciatore con annessa la Gioiosa Macchina da Guerra imbarcata sul panfilo svanditore Britannia?
Scarth

Nessie said...

Ho letto il pezzo di Fulvio Grimaldi, grazie Silvio. A parte i toni accesi e apodittici, molte cose che dice sono da prendere in considerazione. Certo che già allora la situazione era inestricabile e gli attori in giuoco erano tantissimi. Non cruciarti per FI, di errori se ne fanno, ne facciamo tutti quanti. Anch'io con la Lega, che invece prese parte al giochino che sappiamo, sventolando il cappio in parlamento, ho fatto i miei.

Il profilo di (e su) Grillo, mettilo in frigo, vedrai che a breve servirà. E prima di quanto non immagini.

Nessie said...

Scarth, in attesa che Roby ripassi di qua ti dico la mia sulle presunte "rivoluzioni colorate" nostrane, che guarda caso, sono state chiamate così anche nel pezzo di Fulvio Grimaldi che ti consiglio di leggere con calma, perché è lungo e ci vuole tempo.

Questa gentaglia (parlo delle consorterie massoniche) non ha una vera fede politica, ideologie vere, se non quella del denaro, del profitto e degli affaracci loro. E allora fa come i biscazzieri e i giocatori d'azzardo: punta le sue fiches tanto sul rosso che sul nero.
Certo che sì, che sul Britannia c'erano Occhetto, la gioiosa macchina da guerra, la sinistra, Ciampi, Amato e tutto quel che dici. Ma poi giocano a dadi, li agitano ben bene, e quel che salta fuori di più conveniente lo utilizzano per la bisogna.
Poi quando vedono che la loro (o le loro) creature politiche si creano un feeling con la massa di elettori, quando cominciano a fare qualcosa di autonomo dalle loro direttive e ordini di scuderia, allora li distruggono e li buttano giù, secondo il motto "io t'ho fatto e io ti posso distruggere". E' accaduto a Craxi, a Berlusconi, a Bossi e ora a Di Pietro.
Per certi aspetti, per quanto possa apparire strano, è accaduto pure a Gold- Mortadella che l'hanno tenuto su non più di due annetti scarsi (dal maggio 2006 al gennaio 2008).

SILVIO said...

Scusa, Nessie.
Paolo Barnard scrive “criptico “ link:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=486
RENDICONTO SPESE VOSTRI SOLDI DEI DUE SUMMIT RIMINI E CAGLIARI + MOSTRO DI LOCKNESS
a) ...15.000 biglietti Nessie, il Mostro di Lockness (poi licenziato)*
b)...(postilla): * no, sul serio: su Parguez scherzavo, ma su Nessie no, davvero.


Conoscendo Barnard, ti chiedo:
« Nulla a che fare con te ?»
---------------------------------------
Post scriptum per l'amico Scarth = Prova ad immaginare un esito elettorale che registri alle elezioni politiche ed europee un astensionismo pari allo 80% > 100% degli aventi diritto al voto (in segno di rifiuto del teatrino della finta democrazia allestito per i boccaloni).
Sicuramente poi godrai dell'immensa strizza che sconvolgerà oligarchi e marionette politiche.
Perché esso sarà il preludio del sommovimento del sistema cleptocratico.

Nessie said...

No, nulla a che fare. Sono andata a vedere, ma io non c'entro proprio. E se dovessi inviare delle donazioni, sarei costretta a farlo non con nick ma con tanto di nome e cognome. Si vede che c'è (o c'era) qualche bontempone che amava chiamarsi così o lo sopranominavano in questo modo.

Nessie said...

PS: mi pare fosse tra i relatori. Sarebbe interessante sapere chi è questo (o questa) Nessie, "licenziata" :-).
Per conoscenza, ci sono nella blogosfera alcuni altri che hanno il mio nickname.

Anonymous said...

Silvio prima di tutto grazie per le varie segnalazioni, quello sull'astensione è bel dibattito in particolare in vista delle prossime votazioni.
Credo che un'astensione dell'80% otterrebbe un risulato concreto solo se fosse accompagnata, che so, da uno spiopero generale di una settimana o da manifestazioni con uguali percentuali. Se, al contrario, gli astenuti andassero poi a vedersi la partita su Sky o a mangiare tranquillamente la pizza magari anche aderendo, bandierina alla mano, ai vari riti di regime temo che nulla cambierebbe sullo stato delle cose.
Scarth

roby said...

@ @ Scarth

Non volevo certo parlare di FI e della Lega come rivoluzioni colorate nostrane in contrapposizione alle altre rivoluzioni di Tangentopoli, alle toghe rosse e al PDS di allora. Mi pare che Nessie abbia già risposto nel merito a proposito delle fiches da puntare sul rosso e sul nero. Quel periodo fu fortemente destabilizzante e lo chiamarono ""fine della I Repubblica".

Josh said...

a proposito di quella domanda,

Nessie qui l'art.

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2012/11/10/800354-dionigi-presidente-pontificia-accademia-latinita.shtml

Nessie said...

Grazie Josh, allora si chiama Ivano Dionigi.