17 October 2012

Dall'interno (i Rubagalline) e dall'estero (operazione Stabilo2)







Ci sono due argomenti della scena politica che vorrei trattare. Apparentemente sono slegati, perciò mi comporterò un po' come quello slogan del pago uno e piglio due fustini. Cioè due temi per uno stesso post.

Il primo riguarda i Rubagalline a capo delle Regioni e tutto lo spazio che in questo periodo le trasmissioni tv e la stampa continuano a darvi, sbattendo mostri regionali in prima pagina. Prelevo pertanto,  dal blog comedonchisciotte, l'articolo "Perché  tutti questi casi di corruzione scoperti  proprio adesso"

"Se anche voi credete che in politica nulla accade così per caso (in realtà questa legge vale anche per le altre questioni), allora forse qualcuno di voi si sarà chiesto perchè i vari casi di corruzione affiorano proprio in questi giorni.

Nel senso che come mai i vari casi sulle regioni, iniziati dalla regione Lazio dell'ormai famoso Fiorito, si stanno moltiplicando proprio ora, proprio in questi giorni, e ad esempio non sono stati portati alla luce 6 mesi prima". (...)

E ancora:

Con la prima Tangentopoli vennero spazzati via i partiti tradizionali e la vecchia classe politica; non che quei politici in particolare non se lo fossero meritati, per carità, ma sicuramente, come poi lasciano pensare "i dubbi incontri" che di Pietro stesso ammette di aver avuto con l'allora ambasciatore Usa in Italia, quel sistematico avvicendamento della "vecchia politica" con quella nuova, che come vediamo oggi non è più onesta, cambiò molto l'Italia soprattutto in certe questioni inerenti alla sua indipendenza relativa in Economia e Politica Estera.

Oggi, a mio avviso, siamo davanti ad un "ricorso" storico con le stesse caratteristiche. Qualcuno dietro le quinte usa la sempre esistente corruzione del sistema politico italiano per favorire la salita al potere del suo uomo, in questo caso Monti.

 
Le oligarchie finanziarie non tollerano che ci sia un'Italia autonomista che è in grado di decidere lei la spesa pubblica degli enti locali. Lo stesso localismo, municipalismo, e regionalismo sono concetti  e realtà da smantellare in fretta  appannaggio di una forte centralizzazione proveniente dall'Eurocrazia di Bruxelles. Ecco dunque a chi servono i Rubagalline. Con ciò, non voglio difendere né la corruzione, né il malcostume. Ma fare i moralisti per poi finire nelle fauci degli usurai  e nel tritacarne del MES e del Fiscal Compact, significa saltare direttamente nella brace senza nemmeno passare per la padella.
 Approfitto di quest'occasione per deplorare vivamente l'atteggiamento falsamente moralistico di Maroni, nonché la sua slealtà nei confronti di Formigoni. Maroni, che da grande vorrebbe fare il "governatore della Lombardia", si candida sempre più a fare il Fini della Lega. Cioè, il sabotatore interno di un partito che è nato don Chisciotte e che sta collassando sempre più in veste di Sancho Panza. Forse Maroni, non ha ben capito che aria tira. Cioè, la lotta senza quartiere al "populismo", ad ogni ipotesi federalista (sì, proprio quella leghista) e contro la Bella Italia dalle Cento Città, che poi è parte integrante della nostra cultura, da parte delle oligarchie finanziarie  centralizzatrici e catalizzatrici. O forse sì, l'ha capito e sta facendo il loro gioco.

Vengo al secondo punto. Corre sul web (da Libero, a dagospia a Effedieffe) la notizia che la Svizzera è più al corrente di noi "pezzenti dell'Eurozona" che prima o poi l'Euro schiatterà e che pertanto avranno il loro bel daffare a tenere a freno legioni di poveracci privati di diritti civili e umani, oltre che di risorse per la sussistenza. L'operazione si chiama Stabilo 2 e ne dà notizia il quotidiano svizzero-tedesco der Sonnentag:

La firma in calce è quella della Svizzera, che ha lanciato una serie di esercitazioni militari per rispondere all'instabilità sociale e civile in Europa che potrebbe scatenarsi con l'acuirsi della crisi (o la fine) della moneta unica. L'operazione è stata annunciata in settembre e l'obiettivo è quello di testare la rapidità con la quale l'esercito possa rispondere in caso di diramazione delle proteste e dei flussi migratori. La Svizzera, per inciso, non è membro dell'Unione Europea e, ovviamente, della zona euro, e si prepara nel migliore dei modi possibile per respingere l'attacco degli "straccioni" della moneta unica. (continua)



Vero o no (ma io credo di sì, perché gli svizzeri oltre ad essere ben informati sanno essere ben organizzati) c'è chi si prepara a fronteggiare il peggio, chi invece continua ad ammanirci con favolette criminali sulla bontà e l'ineluttabilità dell'euro, tanto per continuare a tenerci incaprettati.

39 comments:

Martino said...

Concordo perfettamente, soprattutto sul termine "straccioni dell'euro" e sul fatto che certi scandali sono stati ben spalmati durante il Governo Monti in parte per distrarci dalle porcate compiute da questo Governo e in parte per screditare la classe politica (soprattutto di centrodestra) in vista delle prossime elezioni.

Nessie said...

Ciao Martino-Jester. Lo hanno praticamente eliminato dal panorama politico il centrodestra con grande giubilo della "gioiosa macchina da guerra" piddina che ora si sente padrona del gioco.
Il motivo è semplice: la finanza tra servi e più servi, sceglie sempre i secondi. E Bersani e i suoi appartengono alla seconda categoria.

Anonymous said...

Chissà se in questi scandali c'entra De Benedetti e Repubblica che in Lombardia ha potenti interessi sanitari e cliniche private:

http://www.ilgiornale.it/news/interni/formigoni-chiss-se-attacchi-repubblica-centra-che-de-846438.html

zeta

Massimo said...

Della Svizzera avevo sentito dire anche io.
Su Maroni mi sono espresso chiaramente nel tuo stesso senso.
Sull'attacco alle regioni (di Centro Destra, perchè nessuno chiede le dimissioni di Errani e Vendola pur indagati) ho un'altra idea. I consiglieri regionali partecipano, anche se con quote minimali, all'elezione del prossimo presidente della repubblica. Con un parlamento diviso a metà (elezioni di Segni, Saragat o Leone, ad esempio) potrebbero spostare la bilancia. Finora la maggioranza sarebbe stata di Centro Destra. Ma hanno eliminato quattro regioni a maggioranza di Centro Destra: Molise, Sicilia (anche se è vero che Lombardo in corso d'opera aveva fatto il salto della quaglia e si era alleato con la sinistra),Lazio e Lombardia. Sperano di acquisire qualche altro grande elettore per continuare la serie dei presidenti faziosi (Pertini, Scalfaro, Ciampi, Napolitano con l'unica eccezione del defunto Cossiga a mezzo tra i primi due dell'elenco).

Aldo said...

Guarda caso, l'emersione delle porcherie regionali ha preceduto di poche settimane il "recupero" da parte dello stato centrale di alcune competenze precedentemente decentrate (ovviamente solo quelle strategiche, mentre quelle "dispendiose" [sanità e istruzione in testa] e "inutili" sono state lasciate di competenza regionale). Sicuramente è una coincidenza, così come è stata una coincidenza la campagna d'odio contro i dipendenti pubblici fannulloni che ha preceduto di un paio d'anni i tagli e i controtagli ai quali ho già fatto cenno.

L'intenzione è quella di prenderci per il culo, e il brutto è che in tanti ci cascano.

Nessie said...

Come no?!? Cherchez l'homme...caro zeta. E mi sa che nonno Carletto "lo svizzero", dopo aver concorso a far fuori il Berlusca per regalarci Monti, ora cacci fuori il Formiga per "privatizzare" ad oltranza la sanità lombarda. A pensar male, ecc. ecc.

Nessie said...

Massimo, questa faccenda dei presidenti della Repubblica eletti dai consiglieri regionali, non la sapevo. Tutto può essere e anche questa è un ipotesi in più da aggiungere sul piatto della bilancia, visto che nel 2013 Bella Napoli va a casa. E comunque non è "un'altra idea" in contrasto con la mia su a chi giova (cui prodest) lo sconquasso regionale, ma un'ipotesi in più.

In ogni caso, benvenuto anche tu nel Club dei Dietrologi malpensanti :-)

Nessie said...

Aldo, anche la tua è un'altra importante considerazione. Come sai già, agli enti locali non danno più trasferimenti da parte dello Stato. Calcola pure che sono stati costretti dai trattati europei, ad accettare consistenti fette di privatizzazione al loro interno e anche ad accettare la "finanza creativa" (ovvero i tossici "derivati"). E allora capirai da te, che questa è un'opera di "demolizione controllata" delle regioni.

Anonymous said...

Ciao Nessie, per la regola delle "tre coincidenze" che fanno una prova è un po' troppo difficile e fantascientifico credere che tutto ciò accada per caso.
Facciamo una scommessa su chi si si farà la grande abbuffata, nel silenziamento da regime, alla fine dell'operazione?
Poi magari, tra una decina d'anni, qualche "ambasciatore" o chi per esso dirà che, toh, c'era stata una manina come già visto e dichiarato su La Stampa nei mesi scorsi... Silenziato anche quello e ci sarebbe stato da da rovesciare il tavolo.
Su Maroni, come sai, sottoscrivo in pieno.
Ah! Naturalmente quei colossali babbei del fu PDL, come sempre, non hanno la minima capacità di denuncia e reazione. Si staranno ancora chiedendo cosa sta capitando, le Belle Addormentate.
Scarth

Nessie said...

"Ah! Naturalmente quei colossali babbei del fu PDL, come sempre, non hanno la minima capacità di denuncia e reazione. Si staranno ancora chiedendo cosa sta capitando, le Belle Addormentate".

Belle addormentate? Ma sono dei bolliti, dei fusi, caro Scarth. Alfano poi ha portato una jella nera. Da quando c'è lui è riuscito a mandare a ramengo un partito di maggioranza. Ora voglio proprio vedere con che faccia rotta si presenterà al suo elettorato dopo che ha ceduto e capitolato su tutta la linea: 1) ha dato oltre 50 fiducie a Monti e fa parte del Trio Monnezza insieme a B e a C 2) tratta con Casini per la faccenda del PPE 3) Consiglia alla Polverini di sloggiare per il bene di non si sa bene che cosa 4) predica la destituzione di Formigoni a favore di Maroni. Morale: un perfetto idiota incapace.

Nessie said...

OT x Aldo: Aldo, sei riuscito a visionare il filmato di Alan Watt che ti ho messo nel post precedente? Che ne pensi?

Se riesci, guarda anche questo a proposito di chi vuole gli scandali delle regioni e a chi giovano:

http://www.byoblu.com/post/2012/10/13/Alberto-Bagnai-contro-tutti.aspx

Aldo said...

Sì, riesco a vederlo. Ho anche visto che è un filmato "ponderoso" in quattro parti. Sicuramente non lo guarderò "on line". Appena potrò lo scaricherò per guardarmelo con calma, perché mi dà l'idea d'essere una di quelle cosucce da centellinare a piccole dosi, per capirci davvero qualcosa.

Nessie said...

Io ne ho visionato solo due puntate (on line) ma ti assicuro che mi sono state sufficienti per capire l'andazzo.
E l'andazzo va in quel verso lì...

johnny doe said...

Sulla vicenda Svizzera non commento neppure,perchè sul problema immigrazione i lor signori mai hanno capito una mazza,o forse capivano anche troppo....e ci siamo intesi.
Dove poi ci sono anche fessi come quelli di Nessuno tocchi Caino,c'è poco da sperare.

Sui rubagalline é troppo scoperrto il giochetto del 92.Sempre con tempismo perfetto e pre- elettorale.Che facevano prima i signori magistrati: dormivano? Prima o poi bisognerà pure smantellare anche quest'altra casta indecente.Un paese che consente di farsi condizionare politicamente dalla magistratura,é un paese da quarto mondo,e a nulla serve la scusa di una classe politica altrettanto indecente per surrogare la Politica.Ora se ne stanno buoni buoni,senza tante dichiarazioni o esternazioni continue,come qualche tempo fa,in modo da non esser coinvolti nella vergogna che invade il paese.Ma ne avrebbero ben donde pure loro!
Credo che come nel 92 stiano preparando la strada a qualcuno,l'azione é troppo mirata,si direbbe ancora una volta la sinistra,ma non si può mai dire che succederà.Anche allora ci fu una sorpresa....
D'altronde ,a conforto della mia tesi,pure la Severino afferma che ci troviamo di fronte ad un'altra tangentopoli....
Queste vicende del teatrino politico servono pure a deviare l'attenzione su altri e ben più importanti problemi,di cui meno se ne parla é meglio é per i burattini che ci governano.
Ma comunque vadano le elezioni,ci ritroveremo sempre sotto il tallone degli usurai.

Nessie said...

JOhnny, i paragoni col '92 e con Mani pulite e Tangentopoli, ormai si sprecano. Allora la Magistratura fu il braccio armato degli speculatori che vollero mandare a picco la lira con una loro quinta colonna governativa (Amato) che li accontentò prelevando direttamente dai nostri conti correnti. In quell'occasione furono svenduti tutti i nostri migliori assetti industriali con la scusa delle "privatizzazioni".

Oggi la solfa non è cambiata se non in peggio e quell'aumento in più di IVA che ci hanno rifilato, è stato sotto dettatura del FMI.

Se hai ascoltato il video della brava Monia Benini, lei lo spiega:

http://ilpuntotv.blogspot.it/

Dici bene, permettere alla casta dei togati di fare politica, è regredire al quarto mondo. Loro desertificano e la IIIa Repubblica Bancaria avanza.

Anonymous said...

Forse Maroni, non ha ben capito che aria tira.
al contrario , l' ex-avvocato della Avon e' stato messo li (le inchieste giudizirie sono sempre "mirate"...)proprio per eliminare dalla lega i suoi ultimi residui "populistici".

Ora non e' che lo zombie di quel ciarlatano di bossi potesse far qualcosa di realmente "populista " ma evidentemente " la manina di oltreoceano" ha voluto eliminare anche il minimo rischio.

Politicamente parlando la lega e' morta con l'ictus del suo fondatore il quale pero' ha la colpa di aver selezionato l'attuale gruppo dirigente di opportunisti senza alcuna capacita' politica .

Daltra parte pero' come poteva la lega continuare a sostenere un affarista senza scrupoli impastato di mafia, una volta che i suoi "affari" e i suoi "contatti" erano stati "opportunamente" resi pubblici ?

In queste condizioni non si puo salvare la lombardia insieme al " sistema formigoni ", percio' la colpa di maroni non e' quella di aver "tradito" l' impudente formigoni ma di non aver piu' alcuna politica antisistema.

Nessie said...

Anonimo, è gradita una firmettina o un nick, per favore.

Nessie said...

PS: inoltre io sono garantista fino al terzo grado di giudizio, perciò ne riparliamo. Per ora non assolvo e non condanno. Specie come è in uso fare nel nostro paese, sotto i riflettori mediatici.

Johnny88 said...

Concordo sulla "giustizia ad orologeria" e sul fatto che questo sia fatto solo per riuscire a tenere Monti al potere. Classe politica screditata=Monti forever! Crederò all'imparzialità dei togati quando vedrò Toscana ed Emilia Romagna, dove governa lo stesso identico partito da 65 anni, messe a ferro e fuoco come la Lombardia.

Su Maroni concordo in parte. Secondo me ha sbagliato a far cadere la giunta... ora. Doveva farlo mesi fa e doveva farlo non per gli avvisi di garanzia ma perché il PDL (Partito Dei Lombrichi) ha fatto il ribaltone appoggiando Monti. Ragion per cui se avesse detto "Se il PDL appoggia Monti cadono TUTTE le giunte locali" allora sarebbe stato un ragionamento politico legittimo, così è una pugnalata alle spalle condita da opportunismo (facciam finta di non conoscerlo dopo che ci siamo andati a braccetto per 12 anni).

Formigoni viene preso perché unico personaggio in grado di prendere le redini del fronte conservatore dopo la dipartita di Berluconi.

Nessie said...

Pienamante d'accordo. Ricostruirsi la verginità perduta dopo 12 anni da parte di Maroni, è un'operazione ridicola e poco credibile. Senza contare che la sindrome del topo (o dei topi) che fuggono quando la barca affonda non gli recherà nulla di buono, come personaggio. Maroni è e rimarrà un omiciattolo della politica. Dopo Bossi, il diluvio...

No non c'è bisogno inoltre di aggiungere che Comunione e Fatturazione, sarà anche una lobby, che però - guarda caso - viene attaccata duramente con tutte le corazzate possibili dal re dei lobbisti per antonomasia, "lo svizzero" De Benedetti , padrone di parecchie cliniche private e di parecchie ditte di lavori pubblici. Quando rimase a becco asciutto durante la ricostruzione del terremoto de L'Aquila, fu Cossiga (che era una vecchia volpe) a suggerire al Berlusca di non lasciarlo troppo a becco asciutto, perché gliel'avrebbe fatta pagare. E difatti i suoi guai e quelli di Bertolaso, iniziarono proprio dopo il terremoto. Quando si dice il caso...

Nessie said...

PS: "Formigoni viene preso perché unico personaggio in grado di prendere le redini del fronte conservatore dopo la dipartita di Berluconi".

Formigoni ha una forte personalità (poi, per carità, si può anche criticare fino a domattina), ma quello che osservi Johnny ("prendere le redini del fronte conservatore") è più che vero. Gli oligarchi adorano gli omiciattoli e le mezze figure facilmente intercambiabili come birilli. Inoltre per chi ha ottima memoria, Formigoni ruppe non poco le uova nel paniere ai tempi della guerra del golfo (sia la prima di Bush padre, che la seconda di Bush figlio), dicendo che la morte di Saddam avrebbe creato lo scompiglio perché il dittatore iracheno sapeva essere tollerante coi cristiani caldei e aveva un ministro caldeo (Tarek Aziz) nella sua compagine governativa. Qualcuno dalla memoria lunga (neocon e Israele) non ha gradito le sue posizioni pro-Saddam, ed è andato entrato subito nella black list.

Anonymous said...

cara nessie ,
allora facciamo il " sovranista" formigoni "santo subito" ? :-)

in realta' qui si sta parlando di un gaglioffo POLITICO. Quello che "opportunamente" la magggistratura ci ha disvelato , magari non avra' riscontri giudiziarii ( se il " celeste" se ne va non e' necessario "ammazzarlo" ), ma il suo impatto POLITICO c' e' tutto. C'e' o non c' e un sistema chiamato " comunione e fatturazione ? c' era o non c'era un assessore in mano alla ndrangheta?

Non si deve attribuire a formigoni il merito di una "migliore" amministrazione lombarda laddove questo deriva solo dal fatto che i lombardi sono solo migliori a farsi amministrare da chi passa.(.Anche in germania est il comunismo stava quasi per funzionare :-))

Quindi io credo che la giunta sia precipitata proprio per l' imprentitudine di formigoni che si crede un duce "indispensabile". Se questo e' vero adesso lo vedremo.

ws

Anonymous said...

Già Nessie, di fatto la mossa della Lega consegna con assoluta certezza la Lombardia al PD e ai suoi soci in affari. E' un caso? E' un caso che tutto sia stato preceduto dall'eliminazione di Bossi?
In questo periodo ho seguito più volte Radio Padania, a parte il compiacimento per aver fatto fuori Formigoni con la certezza di fregargli gli elettori, il massimo dell'analisi politica prevalente è: "Hanno detto che è colpevole! Impicchiamolo!" Pronti! Via!. Roba da forcaiolismo da Far West insomma. Non la minima analisi, il minimo approfondimento, il minino interrogarsi. Solo fugacemente affiora qualche dubbio su casualità, circostanze e coincidenze dell'intera faccenda. Peraltro anche nel fu PDL i dubbi non affiorano: ma lì si sa che sono tonti e gonzi di natura e li do per definitivamente persi e finiti.
Scarth

Anonymous said...

E poi sono anch'io d'accordo con Johnny88. Formigoni sarebbe stato per molti motivi un ottimo, grande successore di Berlusconi. E questo aggiunge un'altra coincidenza.

Nessie said...

Scusa ws rispondo a te, quello che ho già risposto all'anonimo che non si firma (sempre ammesso che quell'anonimo non sia tu) eppoi non ho voglia di ripetermi ancora ulteriormente su questo tema. Io aspetto i tre gradi di giudizio anche per Jack lo Squartatore. Figuriamoci se non lo faccio per Formigoni (lo feci anche per Craxi e pure per Berlusconi). I tuoi giudizi sul gaglioffo, valli a fare in piazza anche tu, magari lanciando monetine e sputi davanti al Pirellone. Punto.

Inoltre mi pare di avere già analizzato ampiamente nel post, che fine faranno e in mano a CHI andranno le Regioni. Nelle mani di quella che con un eufemismo soft viene chiamata "la comunità finanziaria", sulla quale vedo che stai zitto e mosca.

Nessie said...

Molte persone intelligenti, votarono per la Lega turandosi il naso su tutto il resto, solo perché pareva la più dura nei confronti dell'immigrazione. E oggettivamente siamo invasi. Ora col senno di poi (dato che anch'io sono stata un'elettrice leghista) voglio dirti in tutta sincerità, caro Scarth, che dagli IGNORANTI e BIFOLCHI non c'è mai niente di buono da aspettarsi, e prima o poi la loro beceraggine salta fuori e copre tutto il resto.

Dici bene: "Non la minima analisi, il minimo approfondimento, il minino interrogarsi. Solo fugacemente affiora qualche dubbio su casualità, circostanze e coincidenze dell'intera faccenda."

Con l'avidità di volere fare incetta di quei voti del PdL , non andranno molto lontano i leghisti. Né nell'immediato né nel lungo periodo.

Nessie said...

Inoltre ripeterò e userò come disclaimer quanto afferma l'ottimo Claudio Messora nel suo videoblog Byoblu, a un lettore che lo mena e lo remena con la corruzione.


"Senti: nessuno dice che la mafia e la corruzione sono una balla. Ma i 60 miliardi di liquidità delle mafie e i 60 della corruzione non c'entrano niente con le lenzuolate di informazioni fotocopia con cui tempestano quotidianamente le edicole, ovvero gli sprechi delle regioni (solo per citare l'ultimo argomento). I gruppi regionali costano 65 milioni di euro. Punto. Disdicevolissimo sprecarli. Ma prima di affrontare quello, affrontiamo il tema dei 40/50 miliardi all'anno del Fiscal Compact e dei 125 (di cui 15di anticipi già pagati) miliardi del MES.


Più chiaro di così non so come dirlo".

Anonymous said...

Già Nessie, i Signori dei Salotti sono specialisti nel lanciare attraverso i loro tirapiedi mediatici delle caccie ai presunti untori pro-tempore per poi attuare indisturbati le loro strategie.
Come nel caso degli evasori o delle spese regionali. Lasciando completamente indisturbata la improduttiva, costosissima e privilegiata Pubblica Amministrazione dove per esempio a differenza (discriminazione) dei privati non possono essere licenziati e nemmeno vi sono controlli seri e veri sulla produttività e assenze dal posto di lavoro come appunto avviene nel privato.
Scarth

Nessie said...

Ma tu Scarth, guarda se Mortimer osa dimezzare gli stipendi del Trio Monnezza ABC!... Manco per le palle! I servi servono. Se anche loro dovessero subire un terzo delle angherie e soperchierie che stiamo subendo noi , staccherebbero ipso facto le loro dannate flebo a questi vampiri sanguisughe. E ti dico anche a chi Monti dà stipendi da sceicchi: a Befera (400.000 euro all'anno) e a Manganelli, che dovrà tenergli buonine buonine le piazze.

Anonymous said...

Ogni tiranno (e qui i tiranni abbondano...) ha bisogno del suo apparato intatto e contento, Nessie.
Scarth

Anonymous said...

cara nessie, ma se a te formigoni ti sembra il " piave della lombardia " personalmente io non caschero' mai piu nella trappola del " meno peggio".
E' dal 1948 che a colpi di " meno peggio" siamo arrivati qui.
ws

Nessie said...

Ma perché ti inventi le cose? io mi sono limitata a parlare del suo caso e delle inchieste della Magistratura. Quante volte ti devo ripetere che finché non vedo i famosi 3 gradi di giudizio io non condanno? Oh che palle!
Se proprio ti interessa saperlo non so neanche se mi recherò a votare proprio per non dovermi tappare ancora una volta il naso.

Sempre che poi Monti non ci faccia crepare di asfissiamento.

Anonymous said...

Nessie! Ma che non votare! Non lo sai che se non siamo entusiasticamente favorevoli a Monti, al PD, agli amici del PD, alla UE' e affaristi annessi siamo criminali da condannare a norma di Legge e Divina Costituzione! Questa è la democrazia e la libertà perbacco!
Scarth

Nessie said...

Dipende Scarth, se fanno la parata dei rejetti e degli avanzi dell'attuale partitocrazia, l'esercizio del voto (strumento utile in una vera democrazia) viene ad essere automaticamente vanificato.
E stai tranquillo che quando si decideranno a farci votare, ci sarà:

1) Una legge elettorale che favorirà le ciofeche

2) Forze in campo supine e prone all'eurocrazia e alla Troika.

Anonymous said...

Nessie, a me più che quel che si vede preoccupa quel che non si vede e che viene accuratamente nascosto. Più che la composizione del Parlamento mi preoccupa il potere extraparlamentare ed extrademocratico. Che in Italia ha dimostrato di essere il VERO Potere alla faccia delle votazioni, della libertà, della democrazia e delle vite dei cittadini.
Sto riflettendo sui criteri per le prossime votazioni (forse pseudo votazioni...):
1.Dovrà essere qualcuno che non ha NULLA a che fare ne direttamente nè indirettamente e nemmeno involontariamente con Monti, la sua politica, quella dei suoi referenti vicini o lontani, palesi od occulti che siano. E quindi dovrà essere qualcuno che farà gli interessi dei cittadini italiani e non dei suddetti Poteri.
2.Dovrà essere qualcuno con qualche possibilità di contare in Parlamento, anche fosse solo per rovesciare il banco(dell'ipocrisia).
Poi potrò aggiungerne altri di criteri.
Scarth

Nessie said...

Più o meno sono i miei criteri, Scarth. E ci aggiungo anche per me il Principe di tutti i criteri: l'uscita dall'Euro, un tabù di cui nessuna forza politica osa fiatare. Questa Ue non merita alcuna fiducia né credibilità.

Maria Luisa said...

Scusatemi l'OT, ma è vera questa notizia?
http://www.ilquotidianoweb.it/news/ultimora/351961/Il-Governo-ricorre-alla-Corte-costituzionale--contro-la-legge-sul--chilometro-zero-.html#.UCO1mqUv1hM.facebook

Maria Luisa

Nessie said...

Non lo so M. Luisa, è la prima volta che sento questa strampalata notizia.

Maria Luisa said...

mi sembra una bufala, ma ormai mi aspetto di tutto anche una tassa sulla CO2 che emettiamo respirando

Maria Luisa