23 July 2012

Mes e Fiscal Compact: trombati e contenti



Alzi la mano chi ha visto una coraggiosa campagna di stampa informativa  prima che venissero approvati il MES (o ESM che dir si voglia) e  il Fiscal Compact. Alzi la mano chi ha letto una qualche riga che almeno spiegasse agli Italiani (a misfatto avvenuto) a cosa vanno incontro con queste due  nefandezze. Quali sono per noi gli svantaggi e la totale perdita di sovranità legata al bilancio, non più effettuato in ambito nazionale, ma imposto a livello sovrannazionale, dopo aver modificato in silenzio e nottetempo, perfino la nostra Costituzione allo scopo di averci le mani libere. Come i ladri. Si replica dunque lo stesso scenario già andato in onda il 23 luglio 2008 col Trattato di Lisbona. Gli Italiani, tutti al mare, mentre le due camere ratificarono  nel silenzio più assoluto della stampa, un trattato di svendita della nostra patria potestà. Ma si sa, i malfattori non vanno in vacanza. E ora, ecco  il bis.
Laddove c'è stato qualche tentativo parziale da parte  di alcuni giornali (Libero e Panorama), Monti si è affrettato a minacciare che certa stampa farebbe salire lo spread.  E' ormai ufficiale: abbiamo il ricattatore del XXI secolo. Se Mussolini diceva "taci il nemico ti ascolta", Monti ha perfezionato in modo subdolo la dittatura del terzo millennio: "Taci ché sale lo spread ed è colpa tua". L'ottimismo obbligatorio e coattivo è diventata la nuova medicina degli oligarchi: vietato dubitare della bontà della loro cura. Ma l'affermazione  più disgustosa l'ha fatta Enzo Moavero Milanesi, ministro delle politiche Ue, non appena è stato ratificato il MES e il Fiscal Compact: "Siamo davanti  a un importantissimo passaggio nel percorso di costruzione europea con nuove e sostanziali cessioni di sovranità". "Credo di poter dire che forte azione dell'Italia nella realizazzione di questi Trattati viene oggi riconosciuta da tutti nella comunità internazionale, senza con questo volerci auto-attribuire meriti particolari".  Ma va là? !? Qui, su Wall Street Italia, il resto delle sue dichiarazioni.
E così ci siamo distinti come i più zelanti servi tra i  27 trombati d'Europa. Non solo prendiamo i fischi per applausi, ma Monti e i suoi giannizzeri come Moavero, si prendono pure le briga di fare da apripista agli altri recalcitranti Paesi.  E' il caso di dire, trombati e contenti.

PS: Per un'analisi dettagliata  capitolo per capitolo e articolo per articolo sul MES (Meccanismo di Stabilità Economica) , rimando al post N. 62 dell'amico Silvio del 19 luglio 11: 20 sul blog di Marcello Foa nel topic

Altri articoli di approfondimento sul tema:

20 comments:

Angelo D'Amore said...

i media tradizionali, da destra a sinistra, asserviti e narcotizzati dal potere politico a sua volta assoggettato dai diktat europei non ne hanno per niente parlato, tranne che in qualche riga riportata a centro di testata. io la vicenda l'avevo appresa tramite rete, oggi ahime',unica fonte di sapere cristallino, nello specifico dal blog bioblu.
sara' un'agonia lenta e progressiva ed il peggio deve ancora venire.
saluti!

Nessie said...

Angelo indovina un po' di chi sono in mano le testate ammiraglie Corriere, Repubblica, Stampa? Nelle stesse di quelli che ci hanno portato a questo sfacelo. Ovvio che lo zittificio sia un concerto silenzioso molto ben orchestrato. La sottoscritta di queste cose ha sempre parlato anche quando non eravamo ancora con l'acqua alla gola come siamo ora, a rischio di sentirsi dare della "complottista".
Anch'io consulto byoblu. Saluti anche a te.

Aldo said...

Nessie: "Ovvio che lo zittificio sia un concerto silenzioso molto ben orchestrato."

Nessie said...

Evvabbé Aldo, vedo che la butti sullo scherzoso andante musicale :-) tanto per non spararci.
Se è per questo c'è anche la famosa canzone The sound of silence, allora.

Johnny88 said...

Dato che è meglio buttarla sul ridere, sennò vien voglia di tagliarsi le vene, ogni tanto pure sul Corser(v)a c'è qualche briciolo di verità

http://www.corriere.it/foto_del_giorno/home/index_20120724.shtml#.UA5NXW1F9r8.facebook

Tornando in tema, non è tanto il pareggio di bilancio in costituzione che mi fa andare in bestia. Quello che mi fa andare in bestia è che il pareggio di bilancio ce lo impongano la Kulona, Draghi, Barroso e Van Rompi i quali tra l'altro da oggi in poi comanderanno in casa nostra come prima e più di prima. Questo si mi manda in bestia, altroché.

Nessie said...

Le due cose sono strettamente legate, Johnny, e mi sorprende che ti sfugga il collegamento. Per quale ragione Barroso si è precipitato a casa nostra a sincerarsi che tutte le forze politiche (con qualche rara eccezione) fossero favorevoli alla "modifica" (in realtà non è una modifica ma un colpo di mano) costituzionale? Proprio per essere sicuro che la Triade di cui parli possa dettare legge in materia di bilancio. Un tempo (cioè ieri) strettamente (e giustamente) nelle mani degli stati sovrani.
Ti consiglio poi di dare un'occhiata a qualche articolo del MES (magari non tutto perché è lunghissimo) per renderci conto in mano a quale superstato di polizia tributaria (e non solo) cadiamo in mano. Altro che Stasi!

Josh said...

sì ero al corrente e dal giorno dell'approvazione dello scempio per me è stata una cosa tristemente epocale.

Non ne parla nessuno.
Sembra che ne sappiamo qualcosa solo noi 6-7,
gli altri sono contenti.

bah

Nessie said...

"Sembra che ne sappiamo qualcosa solo noi 6-7,
gli altri sono contenti"

Trombati e contenti, caro Josh. Tocqueville ha messo ieri in alto in pole position questo post, modificando il titolo. Ma "trombati e contenti" è la verità sacrosanta.

Anonymous said...

Hai ragione Nessie, i malfattori non vanno mai in vacanza. Anzi, è proprio quando i galantuomini sono via che si danno maggiormente da fare per ripulire le case...

Il parlamento italiano (confermandosi per l’ennesima volta uno squallido “votificio”) ha approvato senza discussione il Fiscal Compact.
La Francia, invece, prende tempo. Mentre la Germania aspetta il pronunciamento della sua Corte costituzionale.
A ben vedere, anche da noi ci sarebbe stato motivo di dibattere, se solo avessimo dei giudici costituzionali degni di questo nome.

Infatti, l’articolo 1 della Costituzione parla chiaro: «La sovranità appartiene al popolo». Al popolo, non ai parlamentari, che la esercitano solo per delega. Di conseguenza dovrebbe essere il popolo, unico depositario della sovranità, a decidere ogni qualvolta si tratti di cederne delle parti, piccole o grandi che siano. Un parlamentare non può rinunciare a ciò che non gli “appartiene”... Qui la “delega” non è sufficiente, poiché è la “fonte” stessa del potere che viene messa in discussione, non il “modo” con cui viene esercitato.
Ce n’era abbastanza perché i nostri azzeccagarbugli in stola d’ermellino potessero sfoggiare tutto il loro sapere giuridico, sguazzando nella “materia” come rospi in una pozzanghera.
Invece niente, la Consulta non ha nulla da dire. Votificio e zittificio per una volta vanno d’accordo. Del resto è meglio non disturbare il manovratore e godersi le vacanze, tanto più che stipendi, benefit e riposo (circa nove mesi l’anno, poracci) sono assicurati e a prova di “tagli”.
Chissà se anche i colli...
(no caste)

Anonymous said...

Anche senza l'aggiunta del MES, in Italia, in quanto a regime repressivo nemmeno tanto velato non scherziamo...
Ed è anche vero che la manipolazione delle informazioni è a livelli scientificamente orwelliani.
Detto questo però è innegabile che qui in Italia siamo gli schiavi perfetti che qualsiasi schiavista vorrebbe avere. Schiavi, docili e perfettamente rimbambiti.
Scarth

Nessie said...

Scarth, il Mes è per antonomasia la sottrazione di sovranità, il superstato strozzastati e tutto quello che abbiamo finora vissuto di iniquo nell'ambito nazionale è nulla in confronto.

Nessie said...

No caste, i nostri azzeccagarbugli in stola di ermellino, come ben sai, sono il braccio armato di questa schifezza di NWO. E' inutile aspettarsi da costoro un sussulto di spirito e di orgoglio nazionale.

Anonymous said...

Sono d'accordo con Josh: della libertà, diritti e dignità importa a quattro gatti.
C'è solo una cosa peggiore e più pericolosa degli intrallazzi di Lorsignori: la mancanza di consapevolezza del "poppolo sovrano bla bla bla".
Il suddetto "poppolo sovrano" inoltre può essere comodamente acceso (e colorato) o spento a piacimento a mezzo stampa unificata globale e accessori annessi.
Scarth

Nessie said...

Scarth, quei sei o sette gatti devono andare avanti anche per quelli che dormono. E' così che ha sempre funzionato. E non per fare i missionari di chi dorme e se ne frega, ma per accrescere la nostra consapevolezza.

Nessie said...

Amici, per cortesia leggete un po' qua:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=416

Draghi sta inventando qualche altro inghippo per rinserrare la galera dell'Euro.

Anonymous said...

Ciao Nessie, articolo molto interessante.
Come comuni cittadini italiani saremo fritti in ogni caso: sia si verifichi l'ipotesi di Barnard che il suo contrario. Senza contare che chi ha creato l'attuale situazione finanziaria e politica ci ha contemporaneamente posti sotto pesantissimo ricatto: "Se non vi fate governare da chi diciamo Noi e come diciamo Noi, regalandoci tutto quello che vogliamo, vi roviniamo". In pratica hanno abolito completamente ogni residuo (già limitato) di democrazia, sovranità e diritto. Se non fosse una cosa infame e malvagia sarebbe un copolavoro assoluto di arte politica (e contemporaneamente il colpo di stato perfetto...).
Scarth

Nessie said...

E invece no, Scarth. E' semplicemente una cosa infame e malvagia. E se leggi l'intervista di Draghi su Le Monde capisci che Barnard ha mille ragioni. Ecco l'intervista di Draghi:

http://www.lemonde.fr/economie/article/2012/07/21/mario-draghi-non-l-euro-n-est-pas-en-danger_1736746_3234.html

Qui la traduzione su Repubblica:

http://www.difesa.it/Sala_Stampa/rassegna_stampa_online/Pagine/PdfNavigator.aspx?d=22-07-2012&pdfIndex=33

Ovvio che è un'intervista che va intepretata in codice, e mi pare che l'interpretazione data da Barnard sia più che plausibile.

Huxley said...

A quanto pare anche l'Erf (European Redemption Fund) verrà approvato e ratificato nei vari paesi entro Settembre.
In questo blog se n'è parlato recentemente, quindi non sto a mettere link, mi limito a coniare anche io un acronimo: FTSuP
Ovvero Finiremo Tutti Sotto un Ponte.

Nessie said...

La possibiità che il tuo acronimo faccia sortire gli effetti che hai detto, ci sono tutte, caro Hixley.
Ma più che ottimista mi sento di essere più realista del re. Quello che stanno facendo finirà col ritorcersi contro di loro. O di l'Oro, come dice No caste

D. Pelosi said...

Salve.
Esiste una petizione per Avaaz.org contro MES/ESM e Fiscal Compact.

Leggete, firmate, pubblicizzate:

http://www.avaaz.org/it/petition/Fermiamo_la_Dittatura_Economica_e_i_suoi_strumenti_MESESM_e_Fiscal_Compact/?fYCGBbb&pv=0&fb_source=message