26 January 2012

Monti piace solo al Palazzo e ai sondaggisti

C'è qualcosa di molto strano nella fotografia televisiva che percepiamo del non eletto governo Monti. Si direbbe che nonostante il salasso di tasse e l'impoverimento degli Italiani, l'attacco all'esistenza di professioni e  mestieri, gli spot pubblicitari dove ci fanno quotidianamente passare per parassiti,evasori e ladri,  i proclami che sembrano invitarci a fare la spia verso chi non rilascia lo scontrino del caffé su modello Stasi, costui possa godere ancora di ampio credito e fiducia. E se non ci crediamo, arrivano le cifre di Mannheimer  da Vespa con la sua dannata lavagnetta luminosa o di Nando Pagnoncelli a Ballarò a dirci che sì, che nonostante la manovra Salva-Italia e Cresci-Italia (entrambe Ammazza Italia) il suo indice di gradimento è quasi al 50%. Idem sulle grandi testate nazionali.  Peccato però che la fotografia del paese reale sia un'altra. Non si è mai visto tante categorie del mondo del lavoro scendere in scioperi ad oltranza come da quando c'è lui: tassisti, autotrasportatori, camionisti, gestori delle pompe di benzina, avvocati, notai, forse anche commercialisti... E non bastassero questi c'è il Movimento dei Forconi che si era già distinto in Sardegna che ora paralizza la Sicilia e si allarga alla Penisola. Come minimo occorre dire che c'è un gap: piace in tv presso i sondaggisti, piace in Parlamento ai politici (ex governo, opposizione, centristi, Idv, Sel, con eccezione della Lega) che si sono volontariamente fatti da parte per "lasciarlo lavorare", piace alle cancellerie Ue, alla Merkel, Sarkò e pure a Cameron. Ma una cosa è certa: non piace affatto alle sue vittime che sono gli Italiani. Quelli il cui benessere è  il risultato del loro darsi da fare. Insomma, quelli che, per dirla senza eufemismi,  si fanno un mazzo così.
Queste citate categorie sanno perfettamente che le parole sono una cosa (liberalizzazioni), ma i fatti sono un'altra: espropri e subordinazioni alle grandi multinazionali. E lo avvertono a pelle. Il resto degli Italiani, lo verifica nella busta paga e nella pensione. Lo verifica nella vita che è costretta a fare giorno per giorno. 
In quell'Italia che è sempre stato il paese degli scioperi organizzati dalla Trimurti i quali non si sono mai fatti scrupolo di "prendere in ostaggio" i cittadini con pesanti disagi, non è mai venuto in mente a nessuno di avviare "la precettazione".  Perché? perché quel tipo di scioperi erano perfettamente funzionali ai disegni governativi. Ora invece che le categorie rischiano la loro stessa esistenza, di che si parla? Tié: ma di precettazione. 
Ancora sul Movimento dei Forconi. E' da parecchio che esiste e che si è già reso visibile in manifestazioni a Roma contro Equitalia, nello zittificio mediatico più assordante. In Sicilia stanno lottando duramente e ora di che si parla? Ma di infiltrazioni "fasciste" da parte di Forza Nuova, di infiltrazioni "comuniste" e ovviamente di "infiltrazioni mafiose". Intanto l'Italia è paralizzata dagli autotrasportatori che rivendicano (e giustamente) non benefit o prebende ministeriali, ma il ribasso dei prezzi delle accise a livelli di paese nordeuropei, dato che siamo i soli ad avere le più elevate tariffe di carburante. 
E ora arrivano pure  i pescatori da tutta Italia. Lottano contro quel  caro gasolio  che impedisce ai loro pescherecci di prendere il largo. Da tempo lamentano l'iniquità delle leggi Ue contro la "paranza" ovvero quella frittura mista che non si può più pescare perché non omologata ai dettami di Bruxelles. Lottano contro gli Euroburocrati ottusi che li costringono a tenere un "diario di bordo" e una sorta di patente a punti a  seconda dei pesci che pigliano  trasformandoli in poveri travet, e contro le Banche che non concedono prestiti all'industria ittica. Per tutta risposta, si sono presi una gragnuola di randellate nelle costole dalla polizia messa lì dalla Cancellieri per difendere i terminator non eletti. Questo il filmato. 
Monti è inseguito da tutte le categorie lavorative possibili e immaginabili, più inferocite che mai. E come si vede dalla vignetta di Gianelli, non gli resta che ripararsi... in Banca, la sua chiesa.




87 comments:

Johnny88 said...

Debbo dire che in questi giorni ho avuto il piacere di rileggermi qualche pagina orwelliana. Dire che è profetico è dir poco.

Angelo D'Amore said...

un aumento di 500 notai, 5000 farmacisti, qualche distributore sel-service in piu (dopo aver aumentato il prezzo alla pompa), un maggior numero di licenze taxi, di certo non puo' sollevare le sorti del paese.
il problema della protesta pero' e' piu' complesso. non essendo un governo politico, ma una tecnocrazia autodeterminatasi, non da elementi di compromesso e mediazione. prima c'era un leader che divideva, oggi ce ne e' un altro che unisce. nella protesta.

Nessie said...

Angelo, e vuoi vedere che sarà proprio Monti a unire il Sud e il Nord, sempre nel segno della protesta? paradosso dei paradossi, perfino la Padania ha scritto che si unisce al movimento dei Forconi siciliani e sardi.
Del resto sono riusciti a distruggere l'agricoltura al Sud, come al Centro come al Nord, grazie all'eurocrazia.

Nessie said...

Sì Johnny, lui e Wells ("La guerra dei mondi") sono stati profetici anche perché quegli ambientini li conoscevano bene.

Maria Luisa said...

aggiungi anche i medici sul piede di guerra...
Maria Luisa

Nessie said...

Non c'è che dire: è altamente popolare. Ma i media (a parte i vignettisti) non lo sanno.

Anonymous said...

Monti sfila 30 miliardi dagli enti locali:

http://www.ilgiornale.it/interni/il_premier_sfila_30_miliardi_sindaci_e_comincia_fine_federalismo/26-01-2012/articolo-id=568792-page=0-comments=1

Sareth said...

"porta a porta" lo seguo pochissimo, come del resto tutta la tv. posso dire che vespa è migliore di altri: qualche volta le domandine scomode le pone.
invece, ho avuto modo di captare alcune frasi negli interventi di ieri al parlamento. eccetto un leghista, gli altri parevano dipendere - vita e carriera - completamente da monti e dalla ue. non sono un esperto in alcuno di questi argomenti, ma qui prendono proprio per i fondelli, ovvero cercano con me, cittadino, di offrirmi uno scambio secondo loro favorevole. parlo di _presunto_ e _futuro_ benessere economico in funzione della libertà personale. cose visibili solo nei regimi.
la libertà è la vita stessa delle persone: offrono il suicidio assistito in compensazione di un fantomatico "star bene". tutti a dire che è indispensabile essere nella ue, pena disastri di ogni tipo. non credo esista qualcosa di peggiore che essere privi della propria libertà. se questo è il "new deal" dei nostri tempi, meglio scendere e andare a piedi. per questo è tutto un agire diabolico, prima ingannano, poi ti ammazzano.

Anonymous said...

Si è stabilita una nuova moda, per la quale ogni personalità politica o istituzionale deve condire i suoi discorsi con inesorabili denunce dello strapotere della finanza globale, che, da "servizio nei confronti della produzione", è diventata scopo in sé e funzione primaria. Una volta pronunciata l'astratta denuncia, si può tornare tranquillamente ad obbedire alle banche.
Il caso più clamoroso di questa schizofrenia, è dato dalla questione dell'inserimento dell'obbligo del pareggio di bilancio nella Costituzione. Strano che nessun costituzionalista abbia sentito il bisogno di chiarire che una tale norma è di per sé incostituzionale, poiché uno Stato che accetti di trasformare il pareggio di bilancio da scelta politica in norma vincolante, si consegna in ostaggio ai propri creditori. Tanto vale affermare chiaramente che la sovranità appartiene alle banche.
http://www.vocidallastrada.com/2012/01/la-nigeria-goldman-sachs.html#more
"La crescita pensata per sostenere il debito è una cura apparente..."
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2011/07/leconomia-povera-di-luigi-copertino-la.html

Josh said...

Proprio così, Monti piace solo ai sondaggisti:

l'altra sera su "Ballarò", che di solito NOn vedo, ma facendo un tour per canali mi è capitato,
c'era il solito sondaggista ISTAT a dire che:
era sì in calo adesso forse un pochino l'amore per "supermario",
però ovviamente SE si fosse andati al voto, quasi il 60% avrebbe votato supermario..
insomma la "democrazia" eu-usa bancaria apolide è .....salva! :-(
non serve nemmeno andare a votare, stavolta ce lo dice anche il sondaggio istat a ballarò,
tanto avremmo votato al 60% esattamente i "tecnici" (alta "caratura" eh) che sono al governo ora col supermario in testa,
tant'è mo' allora risparmiarci il voto,
loro sanno, DA PRIMA, le nostre intenzioni di voto, e cos'è meglio per noi,
così glieli mettono su da soli gli 'eletti' (o servi degli stessi....

che roba

Josh said...

p.s. quoto il commento e l'articolo linkato da Marco, e leggetelo pure...

Monti sfila 30 miliardi dagli enti locali:

http://www.ilgiornale.it/interni/il_premier_sfila_30_miliardi_sindaci_e_comincia_fine_federalismo/26-01-2012/articolo-id=568792-page=0-comments=1

no, come dire, alla faccia di quello spot ossessivo che dice che paghi, ripaghi e strapaghi e prima o poi ciò che hai pagato si trasforma nei fantomatici "servizi".
Io direi piuttosto "servizietti" (in senso hardcore posteriore contro di noi)...

come palese dall'art. linkato tutto quel che paghiamo non verrà mai rinvestito in servizi pro cittadinanza, ma annegato o nella ue, o nella BCE, o in bankitalia o altro, ma mai reinvestito per i cittadini (dipinti tra l'altro TUTTI come evasori e spreconi, e insultati quotidianamente da una rete "pubblica" strapagata ancora una volta da noi)

nel frattempo, visto che Monti & co non piacciono, si sta procedendo a prelievi forzosi di stima...inventando premi autoreferenziali:
Draghi premiato in questi giorni, Napolitano premiato tra pochi giorni.

Il consenso, quando si può, lo si crea.
E Quando proprio non c'è,
allora il consenso lo inventano di sana pianta autopremiandosi.

Nessie said...

Guarda Sareth, io lascerei perdere anche Vespa, i suoi ridicoli plastici a proposito dei quali vale la pena di citare il modellino del Concordia appoggiato sul fianco in studio. E' un insulto a quei poveracci che ci hanno rimesso la pelle, questo suo becero sensazionalismo. Poi comunque la deve piantare di invitare sempre quel Mannheimer con la sua ridicola lavagnetta che strabuzza gli occhi e fa lo spiritoso, mentre dice che gli Italiani amano questo governo, SI, NO, POCO, un po' ...Anche queste pasquinate fanno parte della grande Bisca Finanziaria.
I sondaggisti sono questo: gli zelanti lacché della Bisca.

Nessie said...

Sì Marco ormai anche i servi più incalliti della Finanza parlano male della finanza ed è un pessimo segno di trasformismo. Leggerò Copertino.

Nessie said...

Josh, quello a cui assistiamo in questi giorni è il GAP tra il Palazzo (e i media mainstream) e il resto del Paese. Non dobbiamo pensare che il loro apparato di propaganda metta a segno dei risultati. In caso contrario, non ci sarebbe l'ondata e la sollevazione di scioperi e blocchi che vediamo.

Vale la pena di ricordare, che prima la Trimurti si inventava uno sciopero ad ogni pisciatina di pollo, pur di andare contro il governo Berlusconi. Ora invece sta in disparte e critica le proteste che - a detta sua - danneggiano gli utenti.
Ma guarda un po'...Dove non può estendere la longa manus, piovono critiche e riprovazioni.

Nessie said...

HO letto Josh. Ma non lo ha messo Marco, a mio avviso. Comunque l'ho letto con interesse perché mostra a chiare lettere che costoro mentono spudoratamente e che la fòla delle tasse che si trasformano in servizi per la collettività è una solenne baggianata. In realtà tutto finisce nel mare magno dei circuiti finanziari. Quei 30 miliardi se li papperà Bankitalia, che come già sappiamo, non è più italiana da un bel pezzo.

Nessie said...

Josh, a proposito di consenso "inventato" guarda qua sullo ius soli. Ci sono zelanti amministratori che pur di compiacere Napolitano (laurea honoris causa) si inventano di dare lo ius soli, anche se non c'è ancora la legge. E' accaduto a Pesaro:

http://www.ilgiornale.it/interni/pesaro_anticipa_ius_soliper_compiacere_napolitanocittadinanza_figli_stranieri/legge-giorgio_napolitano-figli-cittadinanza_onoraria-immigrazione/26-01-2012/articolo-id=568954-page=0-comments=1

Eleonora said...

Le marche, mia cara Nessie, si sa, da sempre sono antifa/proimmigrazione e comuniste marce. Chiudono stabilimenti importanti, si lasciano marcire porti e aereoporti, manca ogni genere di infrastruttura (grande e piccola), mancano i trasporti, manca il lavoro MA quando si tratta di accogliere a braccia aperte tutto il terzomondo, ahhhh, se lo si fa volentieri. Alla facciaccia dei disoccupati marchigiani e di chi le tasse le paga per davvero. Ma quanto sono felici adesso i pesaresi. Il loro bravo sindaco ha fatto loro un gran regalo... e le coscienze continuano a dormire.

Demata said...

Condivido pienamente.
http://demata.wordpress.com/2012/01/26/bagnasco-il-cardinale-che-tifa-monti/

Massimo said...

I sondaggisti dovranno ricredersi perchè se adesso gli apprezzamenti sono "quasi" al 50%, quando cominceremo a pagere le tasse di Monti, quanti cambieranno idea in quel "quasi" 50% ?

Nessie said...

Ele, le Marche sono una regione deliziosa (una delle mie preferite), perché oltre ad avere un bellissimo paesaggio e tante città d'arte, c'è un'eccellente cucina. Purtroppo, ha in comune con la Toscana (altra regione splendida) delle gran teste di banana (per non dire di peggio) come amministratori. E queste iniziative ne sono la riprova.

Nessie said...

Grazie per il link Demata. Passa a trovarci quando vuoi. Ah già, le tonache porporate, è vero. Monti piace pure a quei falsoni lì.

Nessie said...

Io dei numeri, delle percentuali e delle statistiche dei sondaggisti, caro Massimo, me ne strainfischio. Sono un po' come le agenzie di rating: parti integranti della "Bisca Finanziaria". Folle è il politico che rincorre i sondaggisti, allontanandosi dai cittadini veri.

Maria Luisa said...

effetto Monti e della liberalizzazione dei farmaci?un mio amico, 54 anno, informatore farmaceutico (non sto a dire la ditta, ma "grossa"), da oggi è in cassa integrazione a 0 ore e con lui altri 300 dipendenti.Anche loro avranno votato sì nel sondaggio?
Maria Luisa

Nessie said...

Mi piacerebbe proprio saperlo M.Luisa. Se sì, avrà tutto il tempo di pentirsene.

Aldo said...

Alzi la mano chi, tra i presenti, è mai stato realmente interpellato per uno qualsiasi di questi sondaggi. Dato che non vedo mani alzate (sarei pronto a scommetterci cinque euro), fate un rapido calcolo tenendo conto che nell'inevitabile banda grigia costituita da paroline illeggibili in fondo allo schermo durante l'esposizione dei sondaggi di Ballarò o di altre trasmissioni similari.
Con fermo-immagine, zoom e la vecchia lente di mio nonno son riuscito a leggere che il campione interpellato contava poco più di 1000 persone.
1.000 : 61.000.000 = x : 100 , ovvero hanno interpellato, ammesso che sia vero, lo 0,0016% del totale di chi vive in Italia. Miseria, che campione "scientifico"! E comunque, se mi interpellassero si beccherebbero solo un astioso «Va' a quel paese, [segue insulto a piacere]!».

P.S. La calcolatrice, abbinata agli occhi aperti e al cervello, è uno strumento di comprensione del reale assai più efficace di qualsiasi tg, giornale o "approfondimento" preconfezionato. Pubblicizzatela tra amici e conoscenti. Regalatene a Natale e per i compleanni.

Nessie said...

"Con fermo-immagine, zoom e la vecchia lente di mio nonno son riuscito a leggere che il campione interpellato contava poco più di 1000 persone".

Aldo, vedo che funziona la lente di tuo nonno!
Hai capito che razza di campionatura scientifica?!?

Per fortuna io non me ne sono mai bevuto uno di questi risultati. Basta solo vedere in che modo idiota sono poste le domande...

Pecos Bill said...

Sui sondaggi:
1000 soggetti se campionati opportunamente danno risultati attendibili.
Ma quelli che ci propinano, sono costruiti per lo più a tavolino per orientare l'elettorato.
Ricordo le ultime due tornate elettorali (politiche): la quasi totalità delle agenzie di sondaggi erano d'accordo a dare il Berlusca perdente (2006) o pareggiante (2008), sbagliando clamorosamente.
Ora, è statisticamente impossibile che tutti sbaglino e tutti nello stesso verso. La realtà era ( ed è tuttora) un cartello di soggetti che dicono tutti la stessa cosa,
ovvero.... BALLE !

p.s.
il napoletano ne ha fatto un'altra: ha dato il cavalierato al soggetto che aveva pagato il conto mensa degli extracomunitari di Adro.
una istigazione a delinquere; però se sei autoctono e non paghi 60€ all'inps vieni incarcerato (successo a Trento l'anno scorso)

Nessie said...

Sui sondaggi e i sondaggisti, sfondi una porta spalancata, Pecos Bill. Questi signori sono solo dei volgari manipolatori del CONSENSO.

Sul PS poi non ne parliamo. Il napoletano è un altro pezzo di quella dittatura del consenso che ci viene imposta per l'appunto dal Washington Consensus. E non è un bisticcio di parole.

Anonymous said...

buongiorno nessie, grazie per il post, è poco ma è pur sempre qualcosa nel mare di omertà in cui sembra sprofondare il paese. il punto per me è molto terra terra, noi italiani siamo un popolo ingenuo, perchè fondamentalmente ci basterebbe la garanzia per 3/4 cose. per questo siamo anche facilmente manipolabili e volubili, e alla fine che ci frega, è proprio quella tendenza ad illuderci che spesso è alimentata da quella gran capacità di adattamento che sotto sotto abbiamo, e che per contro ci immobilizza. ps: ma non possiamo fare qualcosa di concreto anzichè impegnare il tempo in internet? scusa, non è il massimo paventare la possibilità di un idea e non averne una, ma quanto meno passatemi il buon proposito. che ne dici? cosa si potrebbe fare?? Shad*

Anonymous said...

scusami ho lasciato per implicito che il mare di omertà, naturalmente, è di quelli che non appartengono alle categorie interessate dai provvedimenti; di chi prima sbraitava per ogni cosa e adesso prova a buttarli sotto il naso l'evidenza dei fatti, cioè come ad esempio abbia inciso un certo tipo di condotta nel determinare la crisi di governo prima e la speculazione finanziaria poi; o di chi più molto più genericamente lascia che ogni cosa scivoli loro addosso "perchè tanto, sono tutti uguali, la vita è breve, ecc" - per questo mi chiedevo cosa si può fare di più, per coinvolgere o far capire, quando per contro questa reticenza a prendere atto delle cose è dura e perpetua nel tempo. spero di essere stato chiaro, non mi piace essere frainteso. grazie. ciao, buona giornata. Shad*

Anonymous said...

Il sacco d’Italia
di Attilio Foliero
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=42185

Ogni qual volta una nazione europea torna alle sue origini, storia, cultura e tradizioni, si ritrova immediatamente addomesticata da forze “democratiche” (?) esterne, che soffocano le aspirazioni nazionali nel mondo affinché la gente si conformi alle predilezioni della finanza globale. Gli eventi ungheresi d’inizio 2012 forniscono un vivido esempio di questo schema.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=9770

m

Nessie said...

Caro Shadow, l'internet è evidente che è solo uno strumento informativo e bisogna pigliarlo per quel che vale e per la funzione che ha. Non sono poche tuttavia, le proteste VERE che si danno appuntamente attraverso i gruppi di Facebook, come quest'ultima dei Forconi, che si vuole delegittimare sul nascere, con la scusa delle "infiltrazioni mafiose".

Ma a parte questa funzione, la vera capacità di incidere nella vita d'ogni giorno dipende da noi, dal territorio vero, dagli amici reali (e non virtuali), dal livello di consapevolezza che si ha.
Soprattutto, dobbiamo impegnarci per ricostruire le "piccole comunità territoriali". Qui su questo blog è già emerso qualche consiglio spicciolo che posso ripetere (continua)

Nessie said...

1) Evitare la grande distribuzione degli outlet e limitare la spesa ortofrutticola ai supermercati, privilegiando la compra-vendita diretta dai contadini (per i prodotti agricoli) e dagli allevatori (per carni, latte e prodotti caseari).

2) Meno strada fanno i prodotti alimentari e meno sono inquinati. Meglio se si può disporre di un orto o di un terrazzo per coltivare il necessario, in proprio.

3) Non comprare tessile proveniente dalla Cina e dai cosiddetti paesi emergenti. Comprare pochi capi d'abbigliamento ma italiani. Idem per le scarpe.

4)Non farsi manipolare troppo il cervello dai media mainstream ed evitare accuratamente i talk show politicizzati con relativi sondaggisti secondo l'esempio dell'attuale post.

Poi ci sono altri consigli più "duri" e "spartani" legati ad un eventuale stato di necessità (speriamo di no). Ma comunque eccoti il link nel post successivo (continua).

Nessie said...

Eccoti il link Shad:

http://marcodellaluna.info/sito/2011/10/09/fuga-dal-cimiteuro/

Visita anche gli altri file di Della Luna e ci troverai materiale interessante.

@ Grazie Marco. Folliero fa sempre importanti rivelazioni.

Aldo said...

Nessie: «infiltrazioni mafiose»

Ritengo che la mafia avrebbe tanto da insegnare, in tema di metodi, a chi è riuscito a trovare il coraggio per passare dai mugugni ai fatti. Scontrarsi frontalmente con le istituzioni, "armate di polizia" e assai meglio organizzate di qualsiasi "protestante" più o meno fai-da-te, è un autogol talmente palese da lasciarmi perplesso, molto perplesso. Ricordare (come sa fare molto bene la mafia) che le istituzioni sono entità astratte che si concretizzano nelle persone che le incarnano potrebbe forse essere un primo passo per rendere più efficaci le proteste, salvando nel contempo qualche cranio ingenuo e magari pure innocente. Da parte delle cosiddette "persone comuni", me compreso, un valore aggiunto potrebbe essere invece la totale, pertinace omertà. Un muro di condiscendente copertura (qualche nostalgico potrebbe parlare di "fiancheggiamento") simile a quello che, ci raccontano, pare abbia contribuito a rendere possibili le azioni dei partigiani d'una sessantina ed oltre d'anni fa. Non è detta che gli eroi debbano per forza essere solo quelli che altri han deciso di ammannirci fin da bambini tramite i libri di storia.

Se son stato troppo ermetico, rileggi. Son certo che hai gli strumenti per capire, anche se sto solo parlando a vanvera, da "persona comune", appunto. Io non sono un eroe.

Nessie said...

Credo di aver capito, l'intenzionalità del tuo discorso. E per fare un esempio pratico, poniamo Equitalia: accade che se viene a espropriare un poveraccio isolato, è facile che questi usurai strozzini abbiano la meglio. Se invece il poveraccio ha una comunità di altri agricoltori vicini che lo difendono (modello Scampia, tanto per fare un esempio non propriamente pulito), ha qualche probabilità in più di cavarsela e di mettere in fuga i pignoratori.

Nessie said...

OT: a proposito, Aldo. Come mai secondo te, hanno fatto il blitz contro i No Tav, alle 6 del mattino e soprattutto, perché quanto è accaduto nel giugno scorso in Val Susa è stato sanzionato rigidamente solo ora con l'arresto (ne hanno catturati 30, tra i quali qualche ex BR) che siamo nell'anno nuovo, e da un governo non eletto?

Qui il link dell'accaduto:

http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/01/26/news/blitz_all_alba_contro_i_no_tav_trenta_arresti_in_mezza_italia-28779152/

Aldo said...

Mmm... Nessie, rileggi. Non è quel che volevo dire nel mio primo commento. E non leggere solo quel che c'è scritto. Capirai che non posso mettermi qui a essere più esplicito - anche se sto parlando in astratto, qualche buontempone potrebbe pensare a chissà quale cellula sovversiva all'opera.

Sull'attentato pseudo-giuridico portato ai danni dei "protestanti" no-tav (dei quali conosco solo marginalmente la sventura) la mia opinione è che si tratti di un atto dimostrativo di intimidazione. Se non erro, infatti, sono stati arrestati personaggi secondari nel panorama della resistenza locale. Per questo, dall'esterno, ritengo che l'obiettivo non siano gli arrestati, ma la massa degli altri, quella dei "fiancheggiatori". Ecco, in operazioni come questa vedi all'opera la mentalità mafiosa: creare il vuoto intorno a chi protesta colpendo non il gruppo o i "capetti" del movimento, ma degli individui "a caso" per lasciare intendere che chiunque partecipi anche marginalmente alla protesta potrebbe essere colpito. Roba tipo le "decimazioni" di un'epoca passata, insomma.

Anche in questo caso, non sono certo d'essermi espresso al meglio, ma non mi voglio sbilanciare oltre su un tema che conosco solo per sentito dire e neppure tanto a fondo.

Rimane il fatto che di mega-opere come la TAV non sento proprio il bisogno. Anzi, le considero peggio d'un cancro e mi piacerebbe se qualcuno scoprisse una cura efficace. Non ritengo efficace passare periodicamente come masochisti agnelli sacrificali sotto ai manganelli delle forze di polizia schierate.

Nessie said...

Mmmh...troppo ermetico ed elusivo per i miei gusti, Aldo.(parlo del primo post). E' evidente che anche gli eroi "si sporcano le mani", se è questo che vuoi dire a proposito di partigiani e resistenza. E che al di là della retorica e dell'agiografia ogni alleanza non è mai "pulita".

Sul secondo invece, io credo l'esatto contrario di quel che pensi tu nel merito del "colpirne uno per educarne cento". Intendiamoci, può anche essere come dici e anche questo ci può stare. Ma aver inviato la Digos a fare retate di buon mattino nei confronti di un ex Br (Ferrari) di questi tempi (tempi di proteste e di roghi contro un governo palesemente affamatore e illiberale) vuole dire una cosa: disattivare sul nascere gli "agitatori di professione". Non si sa mai da che parte della barricata te li potresti ritrovare. Mi convince di più questa seconda ipotesi.
Quanto alle "grandi opere" volute dalla Ue come Tav e ponte di Messina, sfondi una porta aperta. Rappresentano ancora una volta una nuova mappatura del NWO e della libera circolazione delle merci, dei capitali e degli uomini.

Huxley said...

Cara Nessie, di Monti e servitù varia non ne voglio neanche parlare;tra l'altro tu e gli altri avete già sviscerato il problema abbondantemente.
Come già detto l'attacco alla libertà è globale e si sta focalizzando su internet:

http://www.geekissimo.com/2012/01/27/paesi-europei-aderiscono-acta-dopo-sopa-pipa-liberta-internet-rischio/

Spero non lo consideri troppo OT, ma occorre parlare di queste porcherie, silenziate come tutto il resto.

Nessie said...

Ma no Huxley, randellate in testa come quelle date al pescatore con la faccia sanguinante e silenziatore in Internet, fanno sempre parte del pacchetto.

Leggi anche questo a proposito di prigionia e di gulag:

http://www.italianiliberi.it//Edito11/fuga-dalla-ue.html

Huxley said...

Letto Nessie, il totalitarismo infarcito di ingegneria sociale (la strage dei kulaki, tanto per rimanere in tema) incombe su di noi.
Il problema è che oramai è rimasto solo internet come mezzo di denuncia, non si sa ancora per quanto tempo.

Nessie said...

Huxley, gli uomini si sono sempre riuniti in tutte le circostanze. La libertà di associazione anche nelle epoche in cui è stata negata, se la sono sempre presa. E forse non tutto il male verrebbe per nuocere, dal momento che Internet allarga la conoscenza, ma poi impedisce di riunirsi dal vivo. Questi lo sanno benissimo, per questo sono scettica sul fatto che possano eliminare la rete o limitarla. Quando non esisteva la rete le rivolte si sprecavano.

Anonymous said...

La capacità (extraparlamentare) di manipolazione della realtà, come dimostrano i fatti, è di gran lunga più influente di qualsiasi meccanismo democratico. In stile perfettamente orwelliano come diceva Johnny88 all'inizio.
Attenzione che questa capacità manifestata dalla combinazione tra corazzate mediatiche dei poteri forti e qualche colpo ad effetto ed arte al momento giusto può catturare tutto l'elettorato che serve aggiungendo al danno anche la beffa. Quante volte l'abbiamo visto in questi anni?
La buona notizia è che al Governo mancano 100 voti rispetto alle prime votazioni.
Mi auguro che ci sia una fuga in massa di parlamentari dell'impresentabile ex/fu PDL per creare qualche nuovo gruppo parlamentare. Una operazione FLI al contrario.
Scarth
PS: a me Maroni sembra (e sembrava) un "Fini" in incognito.

Nessie said...

Ciao Scarth, è un po' che non ti si vede. Sì lo so, di male in peggio. E stasera l'Androide surgelato pareva il salvatore della patria, invece che del cimit-euro, illustrando la sua fase 3.

Mah... io non conterei troppo sulla fronda del PdL. Ricorda che se spediscono a casa l'Androide staccandogli la spina, sarà anche la fine del loro emolumento e relativi benefits.

Johnny88 said...

La fronda del PDL? Se conosco i pessimi soggetti che popolano quel surrogato di partito (non che gli altri sian meglio ma il PDL è proprio qualcosa di indecente all'ennesima potenza) probabilmente han solo il mutuo da pagare e fan la voce grossa perché Papi Silvio sganci. Se avessero sul serio le palle all'androide la fiducia non l'avrebbero mai data.

PS

Sui tagli agli enti locali, guarda, oggettivamente in buona parte dei casi son soldi buttati al vento, specie al di sotto di una certa latitudine. Mi basta vedere la mia cara sindaca rossa come li butta per cui se ne ha meno da spendere io non mi dolgo, significa che ne ha di meno da buttare per parate multietniche per l'integrazione,convegni sull'importanza dell'immigrazione, direttori generali del personale col passaporto terronico a 250mila euro di stipendio annui, assunzione di gente a gogò in comune con tanto di condanna dalla corte dei conti per eccesso di personale etc. etc.

Nessie said...

Sulla prima parte del tuo intervento, la penso esattamente come te.
Circa il post scriptum, è senz'altro vero quel che dici (specie per comuni e regioni rosse) ma - tranquillo! - se tagliano fondi agli enti locali, questi si rifaranno direttamente su di noi poveri cittadini polli, angariandoci con qualche trovatina.

Anonymous said...

L'inconsistenza, superficialità e impreparazione del fu-PDL è cosa che ci è toccato constatare di continuo purtroppo.
Mi auguro solo che tra le centinaia di parlamentari del fu-PDL ce ne sia almeno qualcuno che possa staccarsi e mettersi all'opposizione. Oggi su Libero c'era un articolo sugli scontenti del PDL.
Possibile che nessuno sia in grado di catalizzare e rappresentare degnamente malcontento ed avversione verso questo governo?
Basterebbe che lo scarto di voti a sostegno di Monti diventasse minimo.
Scarth
P.S. : ma intanto chi si potrà fidare a votare ancora PDL in futuro?

Nessie said...

Scarth, il PdL è un partito opportunista e a caccia di benefit e di prebende.Non c'è nessuno là dentro che mi ispiri fiducia e che mi piaccia, te lo dico con tutta sincerità. Non è gente - e l'ha dimostrato - che ha una spinta ideale.
Temo che dopo questi terminators ci sia un punto di non ritorno e che il quadro politico verrà buttato per aria. Anche se ancora non si vedono nuove leadership all'orizzonte.

Anonymous said...

Sai Nessie è preoccupante e pericoloso per la libertà il fatto che la maggioranza delle persone in quanto a consapevolezza non vada oltre al generico mugugno accettando poi per buono quello che viene propinato dalle solite due o tre corazzate mediatiche indottrinanti.
E' il classico sistema con cui si sono imposte tutte le dittaturee e si sono commessi tutto gli scempi.
Alla fine non voteranno e saranno anche contenti di non farlo.
Scarth

Nessie said...

Scarth, sai, la geografia delle proteste cambia e cambierà sempre più. E analogamente non è detto che nel giro di poco tempo non saltino fuori nuove forze politiche.

Quanto al "generico mugugno" non mi pare che le categorie che si stanno muovendo in queste ore si limitino ai brontolii, a quanto vedo. Ogni giorno ce n'è uno. Oggi ad esempio gli avvocati si sono incerottati davanti al CSM ai togati con l'ermellino e alla ministra (focomelica) dell'In-Giustizia.

johnny doe said...

E' imn atto la più grande truffa mediatica dai tempi del dr.Goebbels.
Già ne avevamo avuto un abbondante antipasto nell'aggressione alla Libia,ora siamo a vicende che rasentano il grottesco e il ridicolo.
Ogni giorno che passa è sempre più evidente la caratura di cartone di questo squallido personaggio che non fa che artatamente compiacersi dei danni che provoca ed accreditarsi come presunto salvatore.col beneplacito di media veramente giunti all'ultimo stadio della vergogna.
devo dire che anche la classe politica,salvo rare eccezioni,sembra una torma di topi chiusa nella tana parlamentare a rosicchiare il proprio formaggio di bottega,appoggiando questo sfascio della nazione.Ricordiamoci quando chiederanno i voti...
Stendo pure un velo pietoso su quel vecchio rottame del colle,ormai disposto a firmare qulsiasi marchetta pur di crogiolarsi al titolodi re.

Si legga l'articolo di Foa pubblicato su nostro blog,e si vedrà quali sciagurati effetti dei trucchi di monti quel vecchio rimbambito firma.

Molti mesi fa,in piena bufera antiberlusconiana,insistevamo sul fatto che presto tutti quei monoliti eterediretti si sarebbero accorti di quale sarebbe stato il vero regime.Ora che ci siamo dentro da capo a piedi,i coglionazzi paiono spariti,o semplicemente collusi,a dimostrare l'animo del servo che sempre hanno avuto.Mala tempora....

Huxley said...

Nessie, immagino tu abbia letto l'ultima geniale trovata del dinamico duo Monti-Passera.
Per chi non lo sapesse, lo Stato intende trasferire azioni e partecipazioni di aziende pubbliche (di quelle sane naturalmente) alla Cassa depositi e prestiti; in questo modo farebbe cassa e abbatterebbe il debito pubblico.
La Cassa depositi e prestiti è posseduta al 70% dallo Stato e al 30% da fondazioni bancarie; dunque lo Stato vende a se stesso e fa… un altro regalo alle banche.
Una sorta di privatizzazione 'interna', in cui le banche si ritroverebbero a possedere il 30% delle partecipazioni pubbliche di Eni, Enel, Finmeccanica e tutto il resto.

http://www.corriere.it/economia/12_gennaio_23/una-societa-per-ridurre-il-debito-massimo-mucchetti_f196edd6-458a-11e1-9389-b1111b488a17.shtml

Anonymous said...

il pdl ha francamente deluso, era nato con una spinta liberale ed è morto sotto una pressione socialista. la lega non era compatibile in questo contesto, ha solo cavalcato l'onda dell'opportunismo e questa è la stessa canzone con lo stesso ballo di sempre. avrebbe potuto affinare il potere del linguaggio anzichè farsi risucchiare dalla sua rozza inclinazione fagocitante delle masse esprimendosi come dei contadini dalle scarpe grosse e dai cervelli non molto fini. lo dimostra la considerazione che la lega ha da parte di chi tende ad essere un facile bersaglio della forma e non della sostanza, ma francamente se la lega è tracotante di boria, il pd è zeppo di meschinità e ipocrisie, proprio quelli aspetti che contribuiscono a rendere la politica uno strumento sbagliato nella mani di chi se ne appropria. Beh, Berlusconi....non ho parole, alcune attenuanti dovrebbero esserli concesse ma senza andare troppo oltre. mentre fa specie vedere come la politica ha questa tendenza ad arginare la buona influenza di gente come Maroni.

Josh said...

cara Nessie, avevo letto le tue risposte sopra, ma c'è ben poco da aggiungere, purtroppo....

Assolutamente, prima i sindacati si inventavano scioperi per ogni sciocchezza, pur di essere contro il gov. Berlusconi. Adesso niente e critica le proteste. Del tutto inutili, e consentanei invece al "progresso mondiale".

letto degli zelanti "marchigiani napulitaniani" che cedono di loro iniziativa ius soli per far piacere alle entità mondialiste. Presto si arriverà all'alienazione del nostro stesso tetto.

Non a caso in questi giorni poi si sono sentite robe irripetibili da parte di Napolitano & Monti & co, vere perversioni mentali: che l'euro è democratico (sic), che l'attuale Europa siffatta è granzia contro i totalitarismi (sic) e garanzia di democrazia,
perchè il male sono le proprietà private indivise, il male è l'identità, il male è lo stato nazionale,
ma il bene sarebbe l'annegamento in un aperturismo urbis et orbis senza le garanzie e i paletti degli stati nazionali....che a parer loro genererebbe financo stragi, solo per il fatto d'esser stato nazionale.

L'Europa invece con le sue alto"carate" leggi e annegamento nel globalismo, sarebbe garanzia di democrazia, anche in età di fallimento e crisi..così i "paletti" te li mettono non gli stati di diritto (dipinti come dittature trapassate) ma le banche con la loro maravigliosa cpontinua et semper progressiva opera pia di libertà.
C'è bisogno di dir altro?

Nessie said...

Sì mala tempora se di fronte a questo cumulo, di iniquità nessuno reagisce Johnny. Però ripeto a te quel che ho già detto a Scarth: la geografia delle proteste cambia e cambierà sempre di più e sfuggirà all'egemonia dei pompieri-piromani della Trimurti.
L'articolo di Foa l'ho già letto, e pure quello recente su Tremonti che ora si improvvisa saggista anti mondialista. Sinceramente non me la bevo.

Nessie said...

Ho letto l'articolo di Mucchetti sul Corriere, Huxley, ma ti confesso che con tutti i passaggi e i maneggi vari, mi ha mandato il cervello in confusione e ci ho capito ben poco.
L'unica cosa che ho capito è che le solite banche faranno parte del bottino di stato, come hai ben sintetizzato tu. E' un vero schifo.

Anonimo, mettiti un nick come è d'uso in questo blog.

Nessie said...

Josh, la Ue ce ne prepara una dietro l'altra (Fiscal Compact, MES, Eurogendfor, Fondo salva stati ecc.) e mi spiace solo che per ora la coscienza anti-Europea ce l'abbiano solo le categorie interessate che abbiamo visto agitarsi in questi giorni. Ma io non dispero...Tempo al tempo.

Anonymous said...

Il ritorno allo standard aureo è imminente
http://neovitruvian.wordpress.com/2012/01/28/il-ritorno-allo-standard-aureo-e-imminente/

quetione che andrebbe verificata (ma che abbiano in testa un programma hollywooddiano lo temo).
Ps il sito indicato offre traduzioni, ci sono anche diversi articoli che non condivido.m

Anonymous said...

“Il Comunismo New Age: Il Programma Zeitgeist”
http://novoordo.blogspot.com/search?updated-max=2011-06-19T21:54:00%2B02:00&max-results=11

novoordo sito valido, invece nwo-truth...lo ritengo per la maggior parte un sito spazzatura (ma qualche buona traduzione come questa c'è)

Guénon:

http://santaruina.it/etat-desprit
http://santaruina.it/Dal-Materialismo-al-Neospiritualismo
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=40302
http://www.gianfrancobertagni.it/Autori/reneguenon.htm

m

Anonymous said...

La tecnocrazia (punto di incontro della sovversione) - Louis Daménie
http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4805
m

Anonymous said...

ciao nessie. scusa l'anonimo ero io. ps: a titolo informativo quelli di Altroconsumo, hanno accolto quello che sta facendo il governo come una manna dal cielo. sul loro sito è data la possibilità di firmare una petizione a favore. Shad*

Nessie said...

A favore di chi? Di questo governo? No, grazie! Per me rimarrà il peggiore della storia della nostra Repubblica.

johnny doe said...

Secondo me non esiste nessuna possibilità di salvare l'euro.sarà solo un rinviare di crisi in crisi il crollo.L'unico interrogativo é quando.
Non c'è soluzione che tenga.Credo che diversi altri che contano la pensino così,a meno di un riazzeramento generale del debito,cosa improbabile e senza contare gli aspetti politici antidemocratici.Ritengo tutti questi sacrifici inutili allo scopo.

Quanto alla protesta non potrà che allargarsi,e se le cose contunuano così,ad unificarsi in una unica azione.Ho dei dubbi che questo governo resti in carica fino al 2013,nonostante l'appecoramento di quasi tutta la classe politica.

Nessie said...

Johnny, nonostante i leccaculi di sinistra e Fabio Fazio con le sue interviste in ginocchio, il quale ha prestato la sua trasmissione a vero e proprio megafono delle brutte facce da zombies che ci s-governano, credo anch'io che sia come dici: non arriverà alla scadenza del 2013. Il problema dei problemi è l'euro e il fatto che nonostante questi salassi schiatterà, dato che è un grande schema Ponzi, basato sul nulla. E le truffe prima o poi implodono.

Sareth said...

scusate l'intervento, ma ho poco tempo, pertanto non posso leggere tutti i messaggi.

però ho notato che avete trascurato quanto sta accadendo in europa, e mi riferisco al caso ungherese. anzi, il solo fatto di non trovare ancora un thread mi stupisce.

Nessie said...

Fallo tu :-). Scusa Sareth, ma non potresti, laddove è il caso, impiegare dei termini italiani? che diavolo sarebbe il thread? Già mi va stretto il "post" figurati il thread che è un termine multifunzionale che assume un sacco di significati a seconda del contesto in cui viene impiegato (da processo, tipologia di comunicazione , a minaccia). Ti ricordo che in Italiano ci sono termini ben più specifici, circostanziati e adatti all'espressività.

L'Ungheria sarà fiaccata e piegata dalla solita cricca a suon di boicottaggio e di stretta creditizia del FMI. Per questo non ne parlo: per non incavolarmi più di quanto non lo sia già per il mio paese.

Sareth said...

lol!

scusate, ma è l'abitudine. se utilizzi termini diversi da "thread", "topic", "post" ti scambiano per straniero, o analfabeta. lo so, l'italiano è ormai obsoleto...amen.

l'ungheria è già fiaccata. e nessuno lo dice. tutti zitti. tipico esempio da "dittatura europea". anzi, non zitti, ma concordi, pure peggio. concordi, ignoranti, codardi e omertosi.
mi riferisco alla stampa nazionale.

Nessie said...

Scusa Shad, ma non ho capito cosa intendi per "critica costruttiva".
perché dovrei dare un'apertura di credito a un governo che vuole svendere quanto è rimasto della ns. sovranità?

Caro Sareth, se è per questo nessuno parla della FAME nera che si patisce in Grecia, dell'inverno dove non c'era da riscaldarsi, dei vecchi che sono crepati e del prossimo default definitivo che li porterà fuori dell'Eurozona. Non prima di averli spellati vivi, però. Ma lo sai la stampa di chi è e a chi è in mano.

Sareth said...

non esistono procedure d'uscita.
una prigione. vabè. in qualche modo si dovrà pur farlo...in mutande ma vivi.

Anonymous said...

buonasera nessie. niente dai, era una cosa cosi. shad*

Anonymous said...

Non conterei molto sulla protesta. La stampa indottrinatrice e unificata ha una capacità di silenziamento a manipolazione praticamente assolute.
Sarebbero in grado di nascondere l'atterraggio dei marziani in piazza San Pietro figuriamoci far sparire dai titoli Grecia, Ungheria, pescatori e taxisti.
Le generazioni che hanno combattuto con coscienza sociale e ideali (di qualsiasi colore) sono troppo vecchie oramai. E per il resto l'azione di rincoglionimento di massa ha fatto il suo effetto. Guardatevi attorno e contate zombie e marionette. Altrochè 1984.
Il piano di Lorsignori prosegue senza intoppi e a tappe forzate.
Scarth

Nessie said...

Mah...nulla è eterno nemmeno il Male e la Malvagità, Scarth. Il fatto che le proteste dilagano e dilagheranno sempre più è REALTA'. Il loro silenzio invece è FINZIONE. Alla fine la realtà avrà la meglio sulla finzione. E' nell'ordine delle cose.

Anonymous said...

Sai Nessie a volte penso che proprio la Grecia sia una anticipazione del futuro: azioni e reazioni.
Se anche li dove sono stati letteralmente ridotti alla fame e alla schiavitù. Nonchè privati della dignità personale e di popolo. Addirittura dopo averli ridotti in miseria li hanno costretti a comprare armamenti dai loro aguzzini. Ecco, se anche lì in Grecia, non ci sarà un risveglio, un ruggito, allora vorrà dire che siamo alla fine. Anche noi.
Scarth

Nessie said...

Scarth, scusa ma fino a quando non ci sbarazziamo di questa fottuta finta e ipocrita "democrazia" è ovvio che sia così. Mi dici in nome di quale democrazia Papandreu non ha potuto indire un referendum e l'hanno costretto ad abbandonare il suo ruolo di premier regolarmente eletto, per far largo a un banchiere centrale nonché uomo di Goldman come Papademos? Una volta messo il banchiere al governo, il resto va da sé, anche l'acquisto delle armi dei loro aguzzini. E' lì l'inghippo!

Huxley said...

Pdl è pronto a un grande corteo a Milano, per le tasse? per la crisi? naaaaa, per il processo Mills..

Ma andate a scopare il mare!

Anonymous said...

speriamo sia solo allarmismom
http://www.vocidallastrada.com/2012/01/nwo-che-cosa-sta-per-accadere.html#more

Anonymous said...

Dio ci guardi dai contribuenti inferociti perché troppo strizzati

Italia Oggi 20 gennaio 2012

Gli eventi più traumatici sono le rivolte fiscali
di Ishmael

Oggi due citazioni. La prima:

«La gran parte degli eventi traumatici della storia furono causati da rivolte fiscali. Il cittadino ha il sacrosanto diritto ad opporsi alle rapine tributarie (diritto di appello al cielo di Locke). I cittadini di una nazione si dividono in due categorie fondamentali: 1) I Consumatori di tasse (tax consumers); 2) I Pagatori di tasse (tax payers).

I primi rappresentano una minoranza composta dai parlamentari, consiglieri regionali e loro clientele, alti burocrati, vertici degli organi istituzionali, amministratori di aziende e agenzie pubbliche e para-pubbliche, di società partecipate. Il loro numero può essere stimato in un ordine di grandezza di 500.000 individui (circa l'1% dei contribuenti).

I secondi rappresentano circa il 99% dei contribuenti. L'evasione è perlopiù effetto dell'abuso del potere impositivo. La propensione media all'evasione è direttamente proporzionale alla pressione tributaria. La vera causa del deficit non è l'evasione, ma l'eccesso di spesa. La formula No Taxation without Representation è ormai inadeguata (perché i rappresentanti al Parlamento rappresentano in realtà solo i propri interessi e quelli delle proprie clientele). È necessario quindi separare il potere di spendere da quello di tassare.La proporzionalità è un principio. La progressività è un arbitrio. I governanti dovrebbero conoscere, capire, e avere sempre davanti agli occhi la Curva di Laffer e tendere alla Flat Tax» (Aldo Canovari, Liberilibri).

E la seconda:

«In Italia, la pressione tributaria è ai massimi livelli tra le nazioni civili. Le angherie tributarie, l'incomprensibilità delle norme, l'incertezza giuridica, le arbitrarie presunzioni a favore del fisco, l'inversione generalizzata dell'onere della prova a carico del contribuente pongono i cittadini alla mercé del fisco degradandoli al rango di servi della gleba.

In Italia, a fronte di una tassazione spoliatrice lo Stato non rende i servizi in nome dei quali sottrae al cittadino molto più della metà del suo reddito e confisca risparmi già tassati, per destinarli agli sperperi delle oligarchie parlamentari, burocratiche, giudiziarie, clientelari.

In Italia, attraverso una norma di recente introduzione (art. 29, D.L. n. 78/2010, e D.L. n.138/2011), gli atti di accertamento (che per più del 60% in sede contenziosa risultano infondati) daranno luogo a riscossione immediata di un terzo della maggiore imposta pretesa, pur in pendenza di ricorso, e quindi pur nella consapevolezza che nel 60% dei casi la pretesa tributaria è illegittima e il pagamento da parte del contribuente non dovuto.

In Italia, quindi, è stato reintrodotto il principio del solve et repete: un principio incivile, dispotico (…) un principio inaccettabile, micidiale sul piano etico e giuridico, che provocherà danni incalcolabili all'economia e alla sopravvivenza delle imprese. Con l'entrata in vigore di questa folle legge la situazione economica del nostro Paese, già seriamente pregiudicata, verrà ulteriormente aggravata e spinta al collasso. (…)

Pretendere, in tale assetto di rapina legalizzata, che i cittadini assolvano correttamente all'obbligo tributario, e scandalizzarsi se non lo fanno, è ipocrisia o idiozia. E, poiché è stata valicata ogni ragionevole soglia di sopportazione, potrà innescarsi in tempi brevi una vera e propria rivolta» (ibid.)

Anonymous said...

Ciò che splende
http://santaruina.it/cio-che-splende
(eggregore http://santaruina.it/Eggregore-III )m

Anonymous said...

...quel link l'avevo postato io (anche se non è una gara)
http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Nuovo-ordine-mondiale/I-PIANI-DEL-NUOVO-ORDINE-MONDIALE/

ottimo il video messo da fausto da foa
http://www.youtube.com/watch?v=dYL0EAqW_xg

sull'operzione "musicale" anni 60 vedere ad esempio
http://www.centrosangiorgio.com/rock_satanico/articoli/pagine_articoli/radici_sataniche.htm

ma siamo sempre su scelte "tecniche".. fase attuativa.. dietro c'è dell'altro, come sembrano indicare quegli scritti di guenon...
e come indica anche quella statua davanti al rockefeller center a manhattan...
http://santaruina.it/Prometeo-e-Lucifero-i-caduti
Ciao. m

Anonymous said...

ideologia (e scristianizzazione pianificata):

Pari opportunità (de che???), Fornero: "Impegno per gay e trans"

http://www.ilgiornale.it/interni/pari_opportunita_forneroimpegno_gay_e_trans/gay-omosessuali-elsa_fornero-trans-pari_opportunita/31-01-2012/articolo-id=569806-page=0-comments=1

http://www.scribd.com/doc/3195212/Identita-e-genere

In un clima generale che lo critica perché la Costitutizione, appena varata, metterebbe limiti all’aborto e all’omosessualità, il governo ungherese ha approvato una legge a difesa della famiglia tradizionale.
http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-famiglia-amnesty-international-vs-budapest-4350.htm

Il modello svedese? Da suicidio
http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-il-modello-svedeseda-suicidio-4353.htm
>
Nessuna legge degli uomini può sovvertire la legge naturale
>
http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-la-religione-laica-della-bonino-4364.htm
m

Lo PseudoSauro said...

E' un incompreso. Lui fa il bene dell'Italia. A parte gli scherzi, quelli che hanno fatto davvero qualcosa di buono per l'Italia sono finiti tutti male prima di raggiungere la vecchiaia: la nostra classe diligente si e' dunque selezionata per sopravvivere il piu' a lungo possibile. Come diceva un tale: "dopo questa guerra sopravviveranno solo gli individui peggiori. I migliori sono gia' tutti morti." Col senno di poi, e' una verita' assai poco confutabile.

Comunque, piace a Obama, alla Merkel, a Sarkozy, alla UE e all'ONU; i "mercati" lo tollerano meglio di Berlusconi: Che importa se gl'italiani non ne sono entusiasti? La democrazia e' questa, evidentemente...

P.S.
notizia ferale: un altro incompreso se n'e' ito a conversare con Ade & Persefone. I sommergibilisti direbbero: fuori uno. Attendiamo il prossimo con incrollabile fiducia nella Provvidenza. :-)

Maria Luisa said...

piace anche alle bambine di 2 anni che lo chiamano "nonno"
http://www.governo.it/GovernoInforma/dialogo/estratti.html

da leggere la seconda lettera

Maria Luisa

Nessie said...

Sì Hux ho sentito. Ma che vadan a dar via i piedi. Tucc!

Marco è tua la storia delle rivolte dovute alle tasse? Interessante ripassino :-)

Nessie said...

Ciao Sauro, oggi nevica eh? Per questo ti sei fatto vivo. Vedo che sei straziato dal dolore per la dipartita di O.l. Scalfaro.
Napolitano chiagne lacreme napuletane dietro al suo feretro. Memento mori?

Sì, le vie della Provvidenza sono infinite e non ci resta che riporre fiducia :-)

Maria Luisa, non mi dire: pure i nipotini...! Ho le glicemie che vanno alle stelle!

Anonymous said...

si, prelevato da qui
http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4883

nel frattempo la fornero pro gay..secondo l'agenda globalista...
"impegno per gay e trans" (?!)

identità e genere:
http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=17832&lan=ita

Nessuna legge degli uomini può sovvertire la legge naturale
>
http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-la-religione-laica-della-bonino-4364.htm

m

Josh said...

toh veh m'è parso di vedere uno Pseudosauro! :-))

Sì davvero, speriamo nella Provvidenza!