21 January 2012

Ai funerali del vigile Savarino mancava Napolitano

La vicenda tragica  che ha portato alla morte del povero vigile urbano Nicolò Savarino di anni 42 investito volontariamente da un Suv a Milano con alla guida  un criminale mentre lui era fermo con la sua bicicletta nel vano tentativo di fare rispettare legge e ordine, è  tristemente nota ed è stata riassunta in questo articolo.  Ora hanno trovato il responsabile, un nomade ungherese  a nome Goico Nicolic. Ne è stata richiesta l'estradizione, ma non sappiamo se verrà messo agli arresti  e quanta galera farà visto che pare abbia 17 anni. Ma le bugie per chi delinque e compie crimini deliberati vanno messe nel conto, specie quelle relative ai dati anagrafici. 
Questa mattina  ci sono state le esequie del povero giovane vigile con i suoi vecchi genitori piegati da tanto doloroso strazio. Qui la cronaca del funerale celebrato nel Duomo di MI. 
Grande commozione da parte dei vigili urbani suoi colleghi provenienti da tutta Italia con gonfaloni di tutti i comuni, e della popolazione di Milano e dintorni che ha presenziato in massa. Erano presenti le autorità municipali tra i quali il sindaco Pisapia, quelle regionali, ma mancava il capo dello stato Giorgio Napolitano che ha scelto di non presenziare. Lui corre solo ai funerali degli stranieri. Lì, si mostra immancabilmente in prima fila. Spero che questa assenza sia stata notata dalla maggior parte degli Italiani e che ne tirino le debite conseguenze su come ci lasciano soli.


18 comments:

Eleonora said...

Già, ci ho fatto caso anche io. Nè il rosso e nè alcuno del governo attuale. Proprio una bella figura. Ma sai, gli extracomunitari sono risorse e allora, muoversi è d'obbligo.

Nessie said...

E non solo. Pure il vescovo mons. Scola, ha mandato un vicario. Perché non ha officiato egli stesso la funzione funebre?


Tutte le forze immigrazioniste si sono riunite nel non voler riconoscere la matrice ideologica di questo delitto. Ormai è acclarato, è in atto una pulizia etnica contro di noi.

Huxley said...

L'articolo 278 del codice penale mi impedisce di esprimere pienamente il mio giudizio sull'esimio signore in questione. Spero ci pensi la storia a ricordarlo degnamente per le sue azioni.
Tra l'altro ho letto da diverse parti che si pensa ad una rielezione del suddetto, cosa mai avvenuta. Ma considerando il rispetto che vige in questo periodo per il dettato costituzionale, credo che sia da considerare un'ipotesi tutt'altro che campata in aria.

Anonymous said...

La fiera delle contraddizioni di questo paese di M continua! Shad*

Nessie said...

Fiera Shad? Vorrai dire tragedia, purtroppo. Si vuole intitolare la piazza a un cambiavalute cinese (mi spiace per la figlioletta ma lui è un abusivo) ma poi si ignora la morte di un funzionario di stato come un vigile urbano UCCISO volontariamente da un delinquente straniero?

Nessie said...

Huxley, facciamo così: ti leggo nel pensiero. Spero ci pensi la storia, ma non come entità astratta, ma come uomini di ragione, di giustizia e di volontà di farla valere.

Zak said...

Te lo dico per esperienza ma quando muore un rappresentante della legge di bassa lega non importa a nessuno del cosidetto governo, ai funerali di stato viene sempre detto "servitore dello stato" e non è un modo di dire, il mio cordoglio alla famiglia dell'ennesimo caduto.

Nessie said...

Anche il mio cordoglio Zak. Questa è ormai una macabra conta delle vittime italiane del globalismo e dell'immigrazionismo che ne consegue. Crediamo di morire per la patria, ma in realtà si crepa per le banche e i loro sporchissimi interessi.

roby said...

E' una tristezza infinita Nessie. Mentre ai cinesi viene concesso l'uso della giustizia fai da te a noi non ci resta che piangere i nostri morti senza manco poterci difendere. E' questo che piace al Pulcinella nazionale?

Nessie said...

Evidentemente sì, roby.

Anonymous said...

pazzesco! e dove sono gli indignati?? ma perchè? perchè? Shad*

Nessie said...

Beh, Shad, è chiaro che gli Indignati sono diretti ideologicamente da qualcuno che ha tutto l'interesse a depistarli lontano dai ns. interessi.

Per inciso, anche il papa si occupa del capodanno cinese e del Dragone? Beh, mi spiace per i cattolici che transitano qui, ma farebbe assai meglio a occuparsi della salvezza e dell'incolumità dei nostri cittadini, innanzitutto. Ieri al funerale del povero vigile, Scola non c'era.

Massimo said...

Magari, se il guidatore del suv fosse stato un italiano e, ancora meglio, elettore della Lega o del pdl si sarebbe presentato in pompa magna, tuonando liturgicamente il suo sermoncino d'occasione ...

Nessie said...

Non solo Massimo, ma te lo immagini a parti invertite un italiano che investe un extracomunitario anche non intenzionalmente (non è stato il caso del Suv contro il vigile) che razza di vespaio avrebbe scatenato? Come minimo sarebbe sorta un'altra piazza a Milano a nome del caduto. Rassegnamoci, non contiamo più un due di coppe. Anzi, no, non rassegnamoci affatto.

Anonymous said...

i forconi..
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9739
senza un nuovo patto tra italiani non se ne esce (spettacolo penoso di tutte le istituzioni). m

Nessie said...

Grazie Marco. Monti e Napolitano ai forconi!

Aldo said...

Che dite, si "suiciderà" anche questo esimio pilota da rally o no? (sono ovviamente sarcastico)

P.S. Ricordo che stando alle "pubblicità progresso" diffuse a nostre spese il "cambiavalute cinese" in quanto assai probabilmente grande evasore fiscale dovremmo appellarlo "parassita della società". E non sono parole nostre -- siccome ci vengono dettate dall'alto credo che le si possano usare senza tema di reprimende.

Nessie said...

Non avremo mai la grazia di vedere un "parassita" del fisco con gli occhi a mandorla né con la pelle nera, nella Pubblicità "progresso". I parassiti sono solo quegli Italiani che vogliono morti. In tutti i sensi.