03 October 2011

Se lo dice il Sole, allora è Britannia 2

C'era una volta un piccolo grande naviglio di reale schiatta, il Britannia. Correva l'anno 1992 e quel panfilo reale si trovava a navigare nelle acque al largo di Civitavecchia. Da lì, nacquero i propositi di (s)vendere molto del nostro patrimonio industriale, propositi messi poi in atto nei modi che sappiamo.   
E quei pochi coraggiosi che ne parlavano sul web, nel silenzio assoluto della stampa, si beccavano pure la nomina di "complottisti" e "cospirazionisti". Termini che francamente mi hanno sempre fatto sorridere, tenuto conto che per chi ha studiato un po' di storia,   i complotti di una nazione ai danni di un'altra e le cospirazioni politiche di una classe sociale o di un gruppo politico, rispetto ad altri sono sempre stati all'ordine del giorno. Così va la Storia.... Perciò non vedo le ragioni per rifilare comode lettere scarlatte.

 Dunque ricapitoliamo. Ora corre l'anno 2011, esattamente 19 anni dopo. Quasi un ventennio dopo, salta fuori un articolo del Sole 24 ore, il quotidiano della Confindustria e cosa scrive?  Leggete voi stessi:  Tremonti sdogana il piano Britannia 2.  del 13 settembre scorso. Confesso che a suo tempo questo articolo m'era sfuggito. Ma se lo scrive il Sole, dev'essere vero. Anzi... chiaro come il Sole.

Caspita, ma allora il Britannia esiste! E  quei coraggiosi complottisti hanno detto il vero, tant'è  che ora si replica sullo stesso  soggetto. Se lo chiede anche il blog APPUNTIAMO.

Resta da capire una cosa: perché quelli del Sole  ora escono così allo scoperto. E allora azzardo tre ipotesi:
  • Si sentono ormai inattaccabili perciò  fanno gli smargiassi e parlano chiaro
  • Si vuole legare il nome di Tremonti a una solenne nuova iniquità per bruciarlo e toglierlo dalla scena.
  • E' in atto una guerra tra consorterie: quelle legate alla Ue contro quelle legate ad ambienti d'Oltreatlantico, laddove Tremonti apparterrebbe alle prime.
Altro non saprei dire. Dirò solo che si replica la svendita all'incanto del nostro Paese, pezzo per pezzo. E allora ecco l'EVENTO: patrimonio immobiliare, utilities locali, allertando per l'uopo Comuni e Regioni, Il tutto  sotto la supervisione delle principali banche commerciali e d'affari nazionali (si fa per dire). Ma soprattutto internazionali . Non ultime, le compagnie di assicurazioni.  Il nobile scopo? L'abbattimento  (l'ennesimo) del debito pubblico. Beato a chi ci crede!

36 comments:

Massimo said...

Il principio è giusto. Qualunque famiglia indebitata vende i propri beni. Il problema da porsi è chi e come esegue la vendita.

Sareth said...

ieri c'è stato uno speciale del tg1 in merito alla crisi odierna.

ospiti principali il rettore di oxford(?) e giuliano amato.

si potrebbe coniare lo slogan della trasmissione con quanto uscito dalle loro bocche: crisi dell'eurozona non crisi dell'euro.
vabè.

se non lo avete visto meglio per voi: avrebbe causato una cirrosi epatica. personalmente, dopo dieci minuti ho abbandonato.
nonostante questo, qualche estratto lo voglio ricordare, specie di giuliano amato (dall'alto della sua cattedra con relative maxi pensioni placcate [e non solo] oro), il quale gongolava dal poter perorare la causa europea. a sentirle, cose dell'altro mondo.

scuola: esaltati dal fatto che gli studenti europei utilizzassero (ora e sempre più) testi o contenuti comuni.
_a casa mia si chiama indottrinamento._

immigrazione: al via la procedura de "accogliamoli tutti", sono bisognosi, disperati, una risorsa importante etc. si spende meno integrandoli che tentando di espellerli.
_insomma le solite balle che raccontano da due decenni._

identità: accusata di fomentare astio e razzismo nei confronti degli immigrati. causa prima della mancata integrazione e nemico del "sogno schengen" (da abbattere in sostanza). basta così? macchè, sempre l'identità è accusata di incrinare la coesione europea tanto da stimolare decisioni unilaterali ed indipendenti da bruxelles (l'attacco francese alla libia) citando unicamente fatti negativi.

il pubblico composto da gente importante, v.i.p., della politica, dell'economia, della diplomazia, dell'università, manco un pinco pallino qualunque, ovviamente.
direte: è un dibattito, serve gente preparata, colta, istruita. vi rispondo di no, semplicemente perchè non esisteva una voce contraria, "fuori dal coro", che andasse contro il politicamente corretto o mettesse in dubbio la necessità e la maestosità del sogno europeo. _capito che dibattito? nemmeno ci trovassimo nel periodo fascista._

questo è quello che ho notato mentre giocavo a Red Orchestra 2. gnek

Sareth said...

p.s. il tutto mentre è in corso il tentativo di un golpe bianco nel nostro amato paese. vabè

nessie, riesci ad unire i due post?

Sareth said...

certo che vorrei sapere come possono arrogarsi il diritto di vendere il patrimonio pubblico senza una consultazione. non è roba loro. almeno eviterebbero la figura dei ladri.

Sareth said...

ah! dimenticavo...
il professore si è lagnato della lagnanza nostra per via di certe fritture di cipolla che impestano i condomini...

Anonymous said...

Salvate il soldato...inglese
http://icebergfinanza.splinder.com/post/25617625/salvate-il-soldato-inglese
Europa Infranta, Sogni Infranti
http://ilporticodipinto.it/content/europa-infranta-sogni-infranti

Huxley said...

Il partito dei venditori è numeroso e trasversale:

http://www.ilfoglio.it/soloqui/10582

Naturalmente quel furbastro di ferrara dice (giustamente) di non vendere Eni,Enel,Finmeccanica, Poste, ma è proprio a questi a cui puntano le locuste dell'alta finanza.
Poi qualcuno mi dovrebbe spiegare a cosa serve la vendita senza l'abbattimento dei costi catastrofici del nostro stato, in capo a poco tempo ci ritroveremmo nella medesima situazione.

Anonymous said...

La ripetizione degli sconquassi e del pandemonio creati in Afghanistan è al lavoro nel continente africano.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=9077

Anonymous said...

Ma cero che è tutto vero, Nessie, solo i complici o i prezzolati possono negarlo. O i mentecatti alla Travaglio, che vedono macchinazioni ovunque tranne dove ci sono…
La cosa, anche se organizzata dagli “Invisibili” avvenne sotto gli occhi di tutti. Ne scrissero quotidiani e riviste, e non solo la sfigatissima Italia Settimanale di Veneziani, anche Panorama.

Prelevo due articoli (2 e 3 giugno 1992) dall’archivio del Corriere.
Il Corriere della Sera, non il Corriere dei Complottisti Irriducibili…

http://archiviostorico.corriere.it/1992/giugno/02/convegno_sul_Britannia_sponsor_Regina_co_0_92060218751.shtml

http://archiviostorico.corriere.it/1992/giugno/03/Inglesi_cattedra_privatizzazioni_fate_come_co_0_92060319034.shtml

Nei giorni seguenti ci furono le interrogazioni parlamentari di Pillitteri e Bottini (PSI), Tiscar (DC), Fagni (PRC) e Parlato (MSI), che ne presentò addirittura tre, rimaste tutte senza risposta.

Mario Dracula, che salì a bordo come Direttore generale del Tesoro (ma in realtà a stipendio di Goldman Sachs), ebbe a lamentarsi che PSI, PRI e ampi settori della DC non avrebbero mai permesso la liquidazione dell’IRI. Lo rassicurarono prima di farlo scendere.
Infatti, Di Pietro era già in azione e i suoi legami con l’Agenzia Kroll (la CIA di Wall Street) sono acclarati, benché lui cerchi di far sparire tracce e foto compromettenti.

È tutto vero, tutto documentato, tutto alla luce del… Sole…
(no caste)

Nessie said...

Massimo, non iscriverti idealmente al partito delle Locuste con questo tipo di ragionamenti su "principi". Intanto visto che vuoi sapere il CHI e il COME io ti propongo anche il PERCHE'.

Perché si permette alla famiglia Italia di indebitarsi, pur sapendo che il Debito è inesigibile e inestinguibile. Mai sentito parlare di Debt Economy, su cui si basa il NWO?

Nessie said...

No, Sareth, non posso unire i due post perché il modulo non accetta commenti troppo lunghi.

Cmq di quella trasmissione che dici ne ho visto un pezzetto ma poi ho cambiato subito canale, per le ragioni che dici: erano tutti di l'ORO.

Nessie said...

Che era tutto vero lo sapevo già No caste e conosco gli articoli linkati. Il mio quesito è un altro: perché ora il Sole parla con disinvoltura di Britannia2 riferito a Tremonti mentre su Dracula-Draghi se ne stette zitto. Da lì, le mie tre ipotesi. Per quale propendi?

Sareth said...

non vorrei sentirmi complottista insieme a voi...per me è valida una quarta ipotesi: questa racchiude le tre enunciate ed attua ciò che è in corso da tempo, ovvero l'instaurazione formale di un "Nouveau Régime".

Anonymous said...

britannie
http://www.movisol.org/draghi1.htm
http://www.movisol.org/11news180.htm

Nessie said...

Huxley, ho visto in Ferrara in tv a Radio Londra dove suggerisce agli Italiani la cartolina da spedire a Berlusconi con la scritta: "VENDERE, VENDERE; VENDRE".
Ne avesse mai azzeccata una... Quando si muove lui, vuole quasi sempre dire che siamo alla canna del gas. Mai vista tanta pletorica intelligenza al servizio dell'Idiozia.
Avrei voluto rispondergli di cominciare lui a vendersi le sue pachidermiche terga. Ma quelle - temo - se le è già vendute da un pezzo.

"Poi qualcuno mi dovrebbe spiegare a cosa serve la vendita senza l'abbattimento dei costi catastrofici del nostro stato, in capo a poco tempo ci ritroveremmo nella medesima situazione".

E' evidente che quello degli stati eternamente indebitati è proprio quanto si vuole (Debt Economy).
Se non c'è debito, lo si deve creare surrettiziamente (missioni all'estero, aiuti che non andranno mai alla povera Grecia o ad altri stati indebitati, ma alle banche in esposizione colà da quelle parti, e così via...).

Anonymous said...

Demolizione controllata economia > nwo
http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/demolizione_economia_2011.htm

Anonymous said...

Naturalmente il promemoria non era rivolto direttamente a te, Nessie, ma ai pochi che ancora nutrissero qualche dubbio…

Le tue ipotesi non si escludono a vicenda, ma a mio parere si completano.
È certo che l’or signori hanno abbandonato anche quel poco di ritegno mostrato venti anni or sono. Oggi si sentono molto più sicuri, avendo di fronte una classe politica docile docile.
Conosciamo i propositi dei vari Crosetto. Cazzola, qualche settimana fa su QN è arrivato a tessere l’elogio dell’operato di Amato nel ’92. È tutta gente che non ha certo bisogno di essere “convinta”, né con le buone né con le cattive.

Tremonti si comporta, al solito, come un “agente doppio”.
Fu tra quelli che parlarono della svendita organizzata sul Britannia (pur essendo stato tra gli invitati) mentre ora sembra ansioso di voler completare l’opera.
Non è amato dal sistema bancario del quale (al contrario di altri) non è una diretta emanazione e anzi, nei primi mesi di questo governo riservò dure critiche alle banche, negando loro quei benefici che i suoi colleghi stranieri elargirono con manica fin troppo larga. Però adesso pare essersi messo di buzzo buono per recuperare terreno…
Se non è ancora passato al “lato oscuro” di certo vi è prossimo.

Recentemente è stata pubblicata una lista di infiltrati della Goldman Sachs nell’amministrazione Obama (tra i quali figura lo stesso presidente…). È una risposta a quanti si chiesero come mai Lehman Brothers fosse stata lasciata fallire e Goldman rifornita con vagoni di dollari.
GS ha messo in piedi una struttura, denominata Hamilton Project, che è in realtà un “pensatoio” neo-con e neo-liberal. L’alta finanza non ha patria né colore politico, e oggi è arrivata ad infiltrare suoi uomini dappertutto. Anche per questo non ha più alcun bisogno di mascherare i suoi piani, perché sa che non troverà ostacoli sul suo cammino.
(no caste)

Aldo said...

Se non fosse finta, mera propaganda, l'idea della secessione (intesa come opportunità di frammentare un pachiderma ingestibile anche solo per le sue dimensioni) mi parrebbe ottima. In qualsiasi famiglia (ovvero in un piccolo contesto in cui tutti si conoscono e possono agire gli uni sugli altri) il membro scialacquone che rischia di mettere nei guai l'intero nucleo verrebbe immediatamente neutralizzato. In qualsiasi ambito sociale che conti persone a milioni, o anche solo a centinaia di migliaia, ciò non è possibile. Frammentare potrebbe essere un ottimo primo passo per riprendersi in concreto il controllo sulle dirigenze (e le dirigenze, sapendolo, non giungeranno mai a proporre un piano reale di frammentazione). Diversamente ciascuno di noi è solo un numero insignificante, una frazione dal valore quasi nullo.

Nessie said...

Vero No caste, in fondo quando ho fatto questa suddivisione in tre punti, circa le ragioni per cui il Sole 24 ore ora chiama le cose col "loro nome", pensavo fossero pertinenti tutti e tre.

Quanto a G & S, temo che l'avidità e la fretta siano due pessime compagne di viaggio. Si vedrà, ma mi sa che qualcosa accadrà e che i loro piani potrebbero non andare in porto. O almeno, lo spero.

Nessie said...

Aldo, per "pachiderma ingestibile" intendi lo Stato o la Ue?

In ogni caso, la frammentazione è una strategia difensivista ma con poco futuro, rispetto alla dottrina del "too big to fail", che è quasi l'applicazione finanziaria della dottrina hitleriana dello "spazio vitale".

Senza contare che secessioni e separatismi, sono stati incoraggiati dagli apolidi della finanza per disgregare gli stati allo scopo di papparsi i vari bocconcini. Le due repubblichette che oggi compongono la ex Cecoslovacchia sono ingloriosamente finite col sottoscrivere il Trattato di Lisbona entrando nella Ue.
La Serbia è stata volutamente scorporata e amputata del Kossovo, a cui gli Usa hanno concesso la secessione unilaterale, proclamandolo stato "indipendente".
Indipendente sì, ma solo dalla Serbia, e con una bella base militare americana in casa (la base di Camp Bondsteel).

E' una faccenda da analizzare meglio, in tutte le sue spigolature.

Anonymous said...

E' fatta: elezioni nell'aprile del 2012. Il referendum fa precipitare tutto
http://affaritaliani.libero.it/politica/elezioni_primavera031011.html

(per me son tutti matti)

Aldo said...

Nessie: «Aldo, per "pachiderma ingestibile" intendi lo Stato o la Ue? »

Intendo entrambi, ovviamente con proporzioni diverse. La UE è afflitta da un gigantismo molto più grave, quindi è ancor meno gestibile dell'Italia e allontana ancor più il comune cittadino dalla possibilità di difendersi dalle dirigenze. Già l'Italia è comunque una entità dalla popolazione troppo enorme per poter garantire quel controllo ad ogni cittadino. E ne vediamo le conseguenze.

Quando citi gli "apolidi della finanza", a mio modo di vedere e secondo la mia terminologia, non fai nient'altro che citare una parte delle dirigenze, azzarderei a dire quella peggiore (perché neppure formalmente sotto il controllo dei comuni cittadini). Quelli dovrebbero essere i primi dirigenti da controllare a vista e, all'occorrenza, da "visitare" di persona. Ma come si fa, se non si sa neppure dove stanno e se dispongono di apparati pressoché impenetrabili? Non sono l'ipotetico sindaco del paesino che citavo, quelli!

Nessie said...

"Quelli dovrebbero essere i primi dirigenti da controllare a vista e, all'occorrenza, da "visitare" di persona".

Mi pare un bel po' ingenuo, caro Aldo. Sarà più facile, allo stato attuale, che siano loro a controllare noi.
Basta vedere i giovani del movimento "Occupy Wall street": te li hanno presi e intrappolati in 700 dentro una grossa rete e ammanettati tutti come deliquenti.

Quelli (i banksters) non scherzano e dispongono pure di chi fa il lavoro sporco per loro.

JOHNNY DOE said...

Sono d'accordo con Sareth,ci sono esperti prezzolati o incapaci che non é possibile seguire più di tre minuti...idem su sky,i cui lettori di notizie sui giornali sono di una faziosità incredibile,nonostante facciano di tutto per nasconderlo.
Tutte e tre le ipotesi di Nessie sono plausibili,si vedrà maglio dagli sviluppi la più probabile.
I topi ritornano,Prodi,Amato...ora anche Ferrara col vendere,vendere...a proposito ,attenzione a Finmeccanica,stanno spogliandola...

Sento anche quel fesso di Bersani dire" la BCE ha ragione..."poveretto.
Ma possibile che non ci sia nessun straccio di politico che osi mandare a quel paese tutti questi esperti,la BCE,l'Europa dei giullari...?

Diserzione in massa dalle urne...

Aldo said...

Non sono ingenuo, Nessie. Infatti se leggi bene si capisce che ho espresso una specie di "sogno nel cassetto" che riconosco già da me come irrealizzabile.

Nessie said...

Sì Johnny, a volte ritornano. Anche perché non sono mai spariti dalla scena. Con quel bischero di Bunga che insigna Amato alla Treccani, anche quando avrebbe potuto toglierselo definitivamente dalle palle.

Bersani è penoso perché stasera invocava il "Governo Denim" - quello che avrebbe dovuto fare quel che gli ordinavano Draghi e Trichet senza bisogno di farselo chiedere. Ti rendi conto che opzioni politiche abbiamo? Servi al governo e più servi all'opposizione.

Anonymous said...

Grecia, borse giù e Wall Street occupata
(ed il pietoso spettacolo della televisione italiana)
http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/10/grecia-borse-giu-e-wall-street-occupata.html

Servi dell'Impero
di Marco Tarchi
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=40442

m

Anonymous said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Anonymous said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Sareth said...

per cortesia anonimo, firmati in qualche modo. non è piacevole discutere con qualcuno senza vederlo in volto.

Nessie said...

In volto, caro Sareth, sarà ben difficile vedersi sul web, ma almeno l'educazione di degnarsi di mettersi un nickname. Non so quante volte l'ho già scritto e ripetuto, ma vedo che la cocciutaggine e la reiterazione la fanno da padroni, perciò i commenti non firmati ora li cancello :-(

Pitocco said...

Purtroppo, nostro malgrado, stiamo vivendo in una porcilaia che non assomiglia nemmeno lontanamente a quelle reali.
Il nostro Draghi insiste sull'allungamento dell'età pensionabile e su altre misure che tra lui e Trichet si sono scambiate all'inizio di agosto. Italia commissariata, ovvero Italia in mano ai soliti ladri, grassatori e ruffiani da 4 soldi.
Purtroppo, l'italiano è assente, troppo indaffarato a giocherellare con il suo cellulare o a mangiare scatole enormi di lassativi (è così che insegnano alla tv, vero?) e mentre seduto al cesso con il suo telefonino si troverà la casa svuotata dai ladri...
Che paese di M....a!!!

Nessie said...

Il Draghi è tutto fuorchè "nostro", caro Pitocco (complimenti per il nick:-). Semmai è il l'ORO. Un aguzzino che vorrebbe far lavorare la gente anche dopo morta e che è pronto a sostituirla con nuovi schiavi africani. L'Italia è commissariata, perché come già detto in altro post, ci dibattiamo tra servi (il governo) e più servi della BCE (la cosiddetta opposizione). E finora non si vede all'orizzonte ancora nessuno e nulla che possa toglierci da questo pantano.
Il cellulare è diventato invasivo, ma mai come l'oppio delle partite di pallone.

Aldo said...

Nessie: «Il cellulare è diventato invasivo, ma mai come l'oppio delle partite di pallone.»

Tra i due la competizione è aperta e il risultato incerto.

Nessie said...

Sì Aldo, una bella lotta davvero!

Anonymous said...

alla fine, sul debito pubblico italiano chi lo detiene perderà un -45%
http://mercatoliberonews.blogspot.com/2011/10/vendi-tutti-i-btp-cct-e-bot.html

m