09 October 2011

Giù le mani dalle case degli Italiani!

Questa è una rapina. Pertanto prego tutti i blogger che transitano da queste parti, di non limitarsi a linkare questo post con la notizia ivi inclusa, ma di copiaincollare e  diffondere, quale che sia il loro orientamento politico. Il ragioniere di stato Monorchio di concerto con l'altro  "esperto" Salerno Aletta, hanno messo a punto un modo per raggirare l'odiosa "patrimoniale" attaccando direttamente il patrimonio abitativo  privato degli Italiani:  cioè le loro case, frutto di risparmi, rinunce e sacrifici. Come dire che per evitare la padella, occorre buttarsi  direttamente sulla brace ardente.
Gli Italiani sono le caute e previdenti formichine che all'85% dispongono della casetta di proprietà? E allora tié!..  un bel braccio alzato a forma di manico d'ombrello a chi si è fatto le sue quattro mura senza andare in vacanza per qualche annetto.  La notizia era trapelata su Milano Finanza. Poi ripresa e aspramente criticata dal prof. Marco Della Luna, in ben due post del suo sito, gentilmente segnalati dall'amico Silvio. Ora pare che dai siti specialistici in economia e finanza sia diventata di dominio ufficiale. Ieri l'ANSA ha lanciato il siluro, ed eccolo:

"Un'ipoteca sul 10% del patrimonio privato al posto di una tassa patrimoniale. Con l'obiettivo di ridurre il costo del debito pubblico prevedendo, in parallelo, un piccolo ''bonus'' ai proprietari che si trasformeranno in questo modo garanti di parte del debito. L'ipotesi, che al momento e' solo un'idea, e' arrivata sul tavolo del primo confronto avviato al ministero dello Sviluppo con i ministri del Pdl. ''Una proposta tra tante'', spiega una fonte del dicastero ...".
"Ma a presentarla e' stato l'ex ragioniere generale dello Stato Andrea Monorchio, che l'ha elaborata assieme all'esperto Guido Salerno. E, con le sue suggestioni, trova comunque favorevole qualche rappresentante di governo. Un'ipoteca sul 10% del valore delle case private: l'idea non e' di bolscevichi che puntano a nazionalizzare la proprieta' privata. Ma, elaborata da Monorchio e Salerno, e' stata presentata gia' alla Fondazione Ugo La Malfa e, pur nella sua complessita' tecnica, avrebbe lo scopo di evitare la temuta patrimoniale. Gia', perche' lo scopo e' sempre lo stesso: recuperare risorse per ridurre le tasse e favorire investimenti e sviluppo. Cosi' che, ora che anche l'ipotesi condono sembra tramontare, non manca chi ritiene che la proposta dell'ex ragioniere possa prendere quota, diventare piu' che percorribile...".

Ovviamente quando ci sono delle rapine in atto di questa portata non possono che essere bipartisan (infatti c'è interesse alla proposta anche dall'opposizione). Bipartisan,  una parola che fa rizzare i capelli in testa, poiché significa che siamo ai ladri di Pisa -  quelli che ogni notte andavano a rubare insieme in perfetto accordo e di giorno litigavano per spartirsi il bottino.
Il progetto per scivolare così arditamente sulle news, significa che è da tempo stato pensato e ripensato nei dettagli.  Per dirla  in soldoni, gli Italiani si sono messi sulle spalle un bel mutuo ipotecario, pagando la Banca due volte il valore della casa, per 10, 15 anni e in cambio il governo ringrazia. Come? emettendo titoli di stato sulla base delle case degli Italiani "a garanzia" e "copertura" del debito. Ci hanno forse chiesto qualcosa prima di fare simili scellerate proposte con i nostri averi?
Ma andiamo avanti:
"Tecnicamente la proposta - secondo i proponenti che hanno gia' elaborato anche un testo normativo - potrebbe essere realizzata solo dal momento del pareggio di bilancio e prevede che 'il patrimonio immobiliare privato' sul quale non gravano gia' garanzie ipotecarie, possa essere ''prestato'', in piccola quota (il 10%), per una garanzia allo Stato sul debito ventennale contratto con la Bce, con titoli di serie speciale denominati ''Mobilitazione del patrimonio immobiliare privato'' e ''Bonus ai proprietari garanti''. In questo modo il prestito non sarebbe collegato all'andamento del mercato. Attualmente il patrimonio abitativo, secondo dati Bankitalia, vale circa 4.832 miliardi che, escludendo quello ipotecato, scende a circa 4.500 miliardi".
T'è capì? Il nostro patrimonio abitativo è alto, ergo Bankitalia (attraverso i suoi camerieri politici)  ce lo preleva. Ovviamente c'è pure il rischio che su questa bella "porcata" (questa sì, altro che porcellum) venga posta la fiducia. Così, chi s'è visto s'è visto.
E ancora:
"Prevedere un'ipoteca - che in alcune ipotesi sarebbe volontaria
(sic: mi piacerebbe conoscere quanti gonzi aderisconoggoonzi aderiscono) e in altre obbligatoria - del 10%, significa per lo Stato poter contrarre 450 miliardi di debito pubblico a un tasso ridotto, con un risparmio di almeno due punti percentuali che favorirebbe lo Sviluppo. L'obiettivo sarebbe anche quello di stabilizzare il debito pubblico, riducendo la quota in mano a investitori esteri (che ora e' appena sotto il 50%) e quindi da possibili speculazioni. Ma l'ipotesi, che e' stata sintetizzata anche in un testo normativo di 10 articoli, deve ancora superare il vaglio collegiale, che poi e' il nuovo metodo avviato dal ministro Romani che ha portato sul suo tavolo molte proposte, tutte ancora da vagliare".

Questa nomenklatura politica si comporta spudoratamente, come suggerisce Marco Della Luna, come quei capi-tribù africani che vendevano i loro sudditi e quelli delle tribù vicine per ottenere armi dai negrieri con le quali continuare a  garantirsi il loro potere.

Altri articoli correlati :
http://marcodellaluna.info/sito/?p=662 Titolo : Fermate Monorchio Aletta
http://marcodellaluna.info/sito/?p=665 - Titolo : Monorchio e Aletta: dalla libertà alla forzosità

Wall street Italia  Titolo: Idea bloscevica: niente patrimoniale ma ipotece sul 10% sul valore della case

80 comments:

Josh said...

tutto spiegato molto bene, avevamo già seguito insieme da Marco della Luna.

Che andassero a farsi fottere!

Nei prossimi giorni ritorno ovviamente,
per scrivere insulti più articolati, a sti ladri.

Nessie said...

Ma...hai già letto tutto, Josh? Che velocità!

Eleonora said...

Bella questa: "in alcuni casi potrebbe essere volontaria e in altri obbligatoria"... SE uno non vuole aderire, che fanno, lo obbligano lo stesso? E per chi sarebbe l'ipoteca volontaria? Per uno che è proprietario dieci case? Mentre diventa obbligatoria per il poveraccio che ha pagato il mutuo ventennale?

Giovanni said...

Ohibò, e io che pensavo che il muro di Berlino fosse caduto 22 anni fa e invece guarda qui. Ma non erano quelli contro i comunisti al governo, anzi quelli così ossessionati dai comunisti che davan del bolscevico a chiunque osasse criticarli? E io che pensavo d'aver votato un governo di centro-destra invece mi ritrovo con dei novelli bolscevichi.

Josh said...

sai com'è, essendo coinvolto come proprietario...
E come ti accennavo, da Della Luna avevo seguito in tempo reale, dopo la segnalazione di Silvio l'altra settimana.
Il fatto che anche l'Ansa ne parli, e da astrazione folle sia diventata proposta folle reale...bah

chi sarebbe poi l'idiota che aderisce all'ipoteca dei suoi beni strapagati e stratassati volontariamente?

se erano immobili ereditati ci ha pagato sopra (e anche parecchio, dipende in che anni), se li ha acquistati oltre all'acquisto faticosissimo operato con denaro già enormemente tassato sul lavoro, ci ha aggiunto il pagamento di altre tasse, l'ici, il costoso mantenimento degli immobili,
se sono affittati già ci paga anche le imposte salate per la locazione.
Una gran porcata.

istituirei la ghigliottina.

Quante volte ancora dobbiamo ripagare cose già pagate e già ipertassate?

questo sistema è da rifare da zero.
Uscire dalle pretese della BCE e dei nostri servi governanti.

Nella storia un tempo per i traditori c'era la pena di morte.
Non è tradimento verso i cittadini questo?
E nel trattato di Lisbona non c'è la pena di morte contemplata contro le insurrezioni?
bene.
Ripaghiamoli con la stessa moneta.
Inizio anche a pensare che fare fuori, letteralmente uccidere, i fautori di questi sistemi non sia peccato nè vero reato, ma solo una parvenza di iniziale liberazione.
Non c'è evidentemente alcun altro modo di ristabilire una qualsivoglia di equità, e mi prendo tranquillamente la responsabilità di quanto scritto. Questi delinquenti meritano la morte per tradimento. Amen.

Nessie said...

Eleonora, bisogna fermarli, perché questi pazzi furiosi sono pericolosissimi. E hanno dimostrato che mentre i cittadini sanno saggiamente risparmiare, questi criminali, si danno alla pazza gioia per poi cercare di rifarsi sui sacrifici degli Italiani, come se le loro case fossero un bottino di una guerra. Peggio delle locuste: dove passano non cresce più un chicco di grano.

Eleonora said...

Avessi saputo... sarei andata in affitto, altrochè appartamentino di proprietà pagato col sangue. Peggio, molto peggio dei comunisti. Davvero. Anche io pensavo di aver votato per il centrodestra.

Nessie said...

Giovanni, all'inizio ho pensato anch'io al bolscevismo, come prima analogia che mi è venuta in mente. POi ho ripensato che il comunismo ti obbligava alla promiscuità con altre famiglie, ma almeno al proletariato non toglieva il necessario.
Questi invece sognano di togliere perfino il necessario per darlo ai Banchieri. Tutto ciò può spiegarsi solo con l'ossimoro "capital-comunismo".
Lenin diceva "Tutto il potere ai Soviet", mentre questi ignobili servitori dicono "Tutto il potere ai banchieri".
Perchè è lì che finirebbero le nostre case, se dovesse passare una simile nefanda proposta. Quello che propone il duo Monorchio-Aletta è l'emissione di ignobili "derivati". Sulla proprietà altrui. Ci sono gli estremi per una denuncia.

Anonymous said...

terrei presente anche analisi di
d'Orlando (specialmente il primo punto)
http://www.asianews.it/notizie-it/Per-uscire-dalla-crisi.-Qualche-suggerimento-22696.html
m

Nessie said...

Quello che propone d'Orlando (uscita dall'Euro, ripristino della Lira, emissione di dazi ecc.) è musica per le mie orecchie, ma è un progetto a lungo termine.
Ma ora come fermare questi due malfattori che vorrebbero emettere una sorta di derivati con le nostre case? Dobbiamo tempestare la Ragioneria di Stato con email a non finire. E scoraggiarli dal farne un disegno di legge. Qualcuno di preoccupi si fornire l'email del ragioniere di stato. Che ovviamente continuerà a lavorare nel sottobosco per il governo. Nessuno dei ministri OSA mettere il nome ad una simile nequizia, perché sa cosa gli aspetterebbe. Perciò mandano in avanscoperta i loro due mezzemaniche. Per vedere l'effetto che fa.

Nessie said...

Josh, calma e gesso. I cattivi pensieri vengono a tutti. Ma come sai già, esiste anche una guerra mediatica. E quando si fa passare sull'ANSA una simile notizia, potrebbe voler dire che vogliono anche fare un ballon d'essai, per tastare il terreno, e magari far passare una proposta meno iniqua, ma su quella falsariga. Della serie, spaventiamoli con l'esproprio delle case, così sarà più facile fargli accettare una "patrimoniale".

Nessie said...

Oppure ce n'è un'altra: scoraggiare i BENI RIFUGIO. E il mattone in Italia è sempre stato il Numero 1 dei beni rifugio. In Francia hanno scoraggiato la vendita dell'oro, costringendo i cittadini a non comprarne più di 500 kg, 'sti bastardi.
Lo vedi da te, che il mercatismo crea una sorta di dittatura? Alla fine chi può fare e disfare come vuole sono solo le oligarchie finanziarie. Per tutti gli altri invece ci sono i ceppi ai piedi.

Massimo said...

Avevo letto di questa follia, ma non credo che troverà ascolto. In ogni caso meglio prevenire e quindi condivido il contenuto del post.

Nessie said...

Ah.... meno male, Massimo! Noi elettori di centrodestra ci caratterizziamo dai sinistri proprio per non portare il cervello all'ammasso. Non troverà ascolto, ma intanto c'è chi ci prova. E certe bestialità non si dovrebbero neppure pensare.

SILVIO said...

Prima di entrare nel vivo del topic, segnalo l’ultimo commento di Marco Della Luna.
Pur essendo positivista (in quanto avvocato), si è lasciato andare, delineando cupi scenari da “The Day After”.
Non riesco a capirne il perché.
Eppure ritengo di avere qualche facoltà di premonizione...
Al presente, mi sembrano discorsi troppo prematuri.
Link:
http://marcodellaluna.info/sito/?p=688

Nessie said...

Grazie mille. Non l'ho letto ancora tutto, ma le mie personali "facoltà di premonizione" vanno più nel suo senso da The day after di Della Luna, che sul tuo per me eccesso di ottimismo circa il turbocapitalismo predatorio e la sua imminente fine, caro Silvio.
Quando i mostri sono feriti, prima di tirare le cuoia generano sempre disastri. A dopo.

Anonymous said...

vedo comincia essere segnalato nei siti economici (ad esempio
http://mercatoliberonews.blogspot.com/ )
forse sarebbe opportuno anche qua:
http://www.giuliotremonti.it/email/
m

ps
http://icebergfinanza.splinder.com/post/25646755/italia-sell-germany-and-buy-italy
http://icebergfinanza.splinder.com/post/25627824/la-famiglia-speranza-fondamentale

Sareth said...

concordo con chi dice che è l'intero sistema da rifare, ma ciò è impossibile finchè al potere restano le stesse conbriccole.
il sistema intero è fraudolento, e se ne può uscire soltanto con un ribaltamento popolare.
costoro sono ladri e strozzini al pari degli evasori.
la casa è l'ultimo rifugio per i risparmi famigliari, anche se ormai avere una casa di proprietà fuori dal modello condominiale, è divenuto impossibile per via dei costi enormi. una casa di questo tipo non costa meno di 250.000 €. ditemi voi come si può fare un mutuo. se a questo aggiungiamo le tasse che si pagano su un bene fondamentale e mantenuto dagli stessi acquirenti (manutenzione e ristrutturazione non li paga lo stato), il tutto diviene un attacco al motore principale della società: la famiglia. sono decenni che si attuano politiche contro codesta istituzione, eppure nessuno dice qualcosa. tutti a ravanare i maroni sul pisello di berlusconi e le gnocche che vi girano attorno. ogni giorno sento parlare "dei problemi degli italiani", ma sono solo parole al vento, a questi non frega una ceppa, ecco la prova.
ci lamentiamo di coloro che sono incollati alla poltrona politica, ma esiste anche la poltrona mediatica. infatti detengono una responsabilità maggiore della controparte politica: non informano, non denunciano.
ribadisco quanto detto precedentemente: è uno scenario da impero romano nei suoi ultimi istanti.

Huxley said...

Qual'è stata il primo provvedimento del (nuovo) governo Belga? appioppare alla popolazione 180 miliardi di euro di debiti di Dexia.

Prima l'esproprio dei nostri beni, liquidi o illiquidi, poi anche noi diventeremo proprietà delle banche.
Già adesso in alcuni stati dei civilissimi Usa chi contrae debiti finisce in galera.

Nessie said...

Sareth, certo che sarebbe tutto da rifare. Ma se aspetti che la combriccola dei manigoldi lasci spontaneamente i loro privilegi, allora aspetta e spera...

No - e insisto - questo scenario da The Day After non rassomiglia affatto alla fine dell'Impero Romano, ma piuttosto alla calamità biblica delle locuste. Poi ciascuno è libero di farsi le sue raffigurazioni mentali, ma i banksters e le loro cricche di malfattori, i loro lacché politici non ci azzeccano proprio per niente con l'Impero romano.


Huxley, prendere in ostaggio le persone e trattarli da eterni debitori(cioè schiavi) è una mossa da capi-tribù, come quella descritta da Della LUna. Allora, è il caso di dire, Bokassa for President, altro che civiltà "occidentale"! In questo caso i negrieri sarebbe il duo Merkel-Sarkò che parla di "ricapitalizzazione" delle loro banche a spese di tutti.

Josh said...

@Eleonora che citi: "in alcuni casi (l'ipoteca delle abitazioni) potrebbe essere volontaria e in altri obbligatoria"... SE uno non vuole aderire, che fanno, lo obbligano lo stesso?"

sì, lo possono obbligare d'imperio. Ma se vai a leggere con pazienza tutto quanto scritto da Della Luna al suo sito linkato, prima nella nebulosità della proposta originale si parla di 'ipoteca forzosa'.
Poco dopo non si affronta più il tema da parte degli ideatori della stronxata, ma anche nel caso che non sia ipoteca forzosa, aggiustano il tiro rendendolo un obbligo meno evidente, per es. caricando i possessori di immobili di tasse talmente esose e non pagabili, da costringerli di fatto a cedere 'in ipoteca' (o latrocinio) allo 'stato' la propria già strapagata proprietà.
Si chiama esproprio.
Il punto è che se l'ente che l'ha ipotecata è insolvente, o coloro che hanno comprato i 'derivati' dalla speculazione sulla tua casa volessero avere indietro i soldi, tu perdi la casa, o una parte di essa.

Elly "E per chi sarebbe l'ipoteca volontaria? Per uno che è proprietario dieci case? Mentre diventa obbligatoria per il poveraccio che ha pagato il mutuo ventennale?"

data l'assurdita della notizia non c'è limite al peggio. Ma in uno stato di diritto dove fosse rispettata la proprietà privata, anche se avessi 10 case legittimamente pagate, sarebbe lo stesso giusto che restassero mie, non che ne dovessi cedere il 10% di ciascuna.
Cmq per come formulata finora, pare si desideri applicare la 'norma' a ogni abitazione di proprietà, sia la stessa unica in cui si risiede, o molte affittate per chi le ha. L'unico discrimine per l'applicazione della scempiaggine è che (tante o poche o l'unica che uno abbia) non sia/siano già ipotecate.

Nessie said...

Giustissime puntualizzazioni, Josh. E occorre dire che per come viene formulata questa proposta oscena e indecente (col solito linguaggio paludoso della burocrazia di stato al servizio degli espropriatori banchieri)se Della LUna non ce l'avesse tradotta per noi, io stessa non ci avrei fatto caso e sarebbe passata del tutto inosservata. Come spesso ci fanno passare inosservate tutte quelle notizie che assumono un'importanza vitale, depistandoci sul pornogossip.

A proposito del quale, tanto per rispondere a Sareth qundo parla di Bunga bunga e di "gnocche" dico anche che in tempi pericolosi per la nostra sopravvivenza, un povero deficiente di premier che si diletta a tutt'altre faccende invece di preoccuparsi del benessere dei suoi cittadini che rischiano di precipitare nella miseria, si mette praticamente alla berlina da sé.

In altre parole, se le va a cercare, le grane. E' ora di finirla con le "indulgenze plenarie".

Josh said...

infatti Nessie,
non se ne può più di questi che festeggiano come nulla fosse e che continuano a dire "w la gnocca", e la gente ci si esalta pure,
mentre a noi cittadini,
o il governo stesso, o la sua passività, o la collaborazione sporca con lo strozzinaggio Ue combina questi disastri.
La gnocca chi ce l'ha a disposizione se la goda, non siamo in terza elementare, stiamo parlando del nostro futuro qui
e anche sto "premier" ha rotto.

SILVIO said...

NON CI PROVATE, VI POTRESTE FAR MALE... MOLTO MALE ! – Parte 1 (di 4)
«Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori...».
Questa supplica (contenuta nel “Padre nostro” cristiano) è una delle istantanee più probanti della capacità umana di mentire.
Quante volte l’uomo ha benignamente rimesso il debito ai propri debitori? Quasi mai, credo.
Tranne che nell’antica Mesopotamia ove l’avvento del nuovo re veniva salutato con la remissione totale di tutti i debiti.
A tale consuetudine si sono (a modo loro) ispirati gli economisti del “Boston Consulting Group” per redigere “Back to Mesopotamia”, ultima pietra miliare del capitalismo predatorio dottrinario.
Strabilianti sono le tesi in esso contenute. Vediamole succintamente, tenendo conto che potrebbero riguardarci molto da vicino (come esporrò nei post successivi).
Secondo BCG, il mondo ha sviluppato oltre 20 mila miliardi di dollari in più rispetto al “debito sostenibile” (che dovrebbe essere normalmente pari al 180% del PIL, dopo aver sommato i debiti pubblici a quelli privati).
Per eliminare tale eccesso debitorio, è necessario ristrutturare il debito globale espropriando il patrimonio immobiliare e mobiliare dei privati in varia misura (a seconda degli Stati) ed in maniera tale che il rapporto debito pubblico/PIL si stabilizzi al 60% (che poi verrebbe strettamente monitorato).
Tanto per fare degli esempi, ai cittadini italiani dovrebbe essere espropriato il 24% delle loro proprietà, a quelli francesi il 19%, ai tedeschi l’11%, ai greci il 47%, agli spagnoli il 56%, ai portoghesi il 57%.
Ovviamente, i beneficiari delle predette espropriazioni sarebbero gli attuali detentori del debito pubblico (banche, assicurazioni, fondi pensione, ecc.).
Va da sé che a tale esproprio si dovrebbero accompagnare sia le imposte e tasse col consueto carico fiscale sia le liberalizzazioni professionali sia le privatizzazioni del patrimonio pubblico.
Al prossimo post.
[continua....]

SILVIO said...

NON CI PROVATE, VI POTRESTE FAR MALE... MOLTO MALE ! – Parte 2 (di 4)
Nel sabba infernale delle privatizzazioni ha mostrato tutta la sua rapace maestria la “Roland Berger Strategy Consultants”.
In Grecia (ad esempio) ha predisposto la seguente lista delle proprietà pubbliche da privatizzare:
1) Terreni demaniali = 25 miliardi di euro
2) Asset immobiliari = 10 miliardi di euro
3) Aeroporto di Atene = stima non quantificata
4) Autostrade = stima non quantificata
5) Hellenic Petroleum = 5 miliardi di euro
6) Greek Organisation Of Football Prognostics = 1428 milioni di euro
7) Pubblic Power Corporation = 1 miliardo di euro
8) National Bank of Greece = 810 milioni di euro
9) Hellenic Telecommunication Organization = 640 milioni di euro
10) Porto del Pireo = 368 milioni di euro
11) Società Idrica di Atene = 318 milioni di euro
12) Hellenic PostBank = 266 milioni di euro
13) Porto di Salonicco = 140 milioni di euro
14) Quota in Piraeus Bank = 13 milioni di euro.
Tali proprietà verrebbero ascritte al patrimonio della società veicolo EFSF, con sede in Lussemburgo (provate ad indovinare chi c’è dietro!...)
In cambio, la Grecia riceverebbe liquidità (in carta straccia) pari a 125 miliardi di euro.
E l’Italia?
[continua...]

Aldo said...

Che differenza concreta c'è tra chi dovesse implementare una roba simile e quei gruppi di slavi che ti entrano in casa la notte, ti legano a una sedia, ti massacrano di botte e se ne vanno dopo averti rapinato alla grande? La differenza c'è eccome: questi sono una cosca organizzatissima e potente, dalla quale è assai più difficile difendersi che dagli slavi di cui sopra. Questi fanno incarcerare, manganellare, gassare, sparare.

Comincio a mettere in atto una mini-reazione, ben consapevole che non servirà a nulla: da oggi parteciperò a OGNI sciopero che verrà proposto, spendendo i miei risparmi per compensare le giornate di paga perse. Fottuti per fottuti, meglio spenderli così, i risparmi. Se non altro si dà qualche (piccolo) grattacapo anche a chi sta "sopra" e, pur non facendo nulla di concreto in prima persona, si alimenta un clima di supporto popolare a eventuali frange di attivisti (leggi: di disperati) provenienti "dal basso". Insomma, quello che ci si racconta che accadde nel caso della cosiddetta "Resistenza". Certe cose occorre ricordarle anche quando non fa comodo, miei cari dirigenti. State cavalcando una tigre piuttosto unghiuta, anche se non sono io.

SILVIO said...

NON CI PROVATE, VI POTRESTE FAR MALE... MOLTO MALE ! – Parte 3 (di 4)
E l’Italia?
È (apparentemente) difficile individuarne quale brace covi sotto la cenere. I burattini politici son tutti abbottonati nonché prontissimi (in presenza di domande scottanti) a rifugiarsi nei loro bizantinismi verbali (con cui hanno sempre - sino ad ora - “fottuto” gli italiani) .
Ma qualcosa di importante è già trapelato ad opera di “figuranti” di 2.a e 3.a fila.
Nella fattispecie, a mezzo del mai troppo detestato Giuliano Amato che (il 22 dicembre 2010 sul Corsera) si espresse a favore dell’ineluttabilità della patrimoniale onde abbattere l’elevato debito pubblico.
In seguito, gli fece eco Salvatore Tutino (esponente del Centro Europa ricerche) che ipotizzò un rastrellamento di 620 miliardi di euro di ricchezza privata da conseguire scegliendo una delle seguenti opzioni:
1) Imporre la patrimoniale (aliquota del 16%) soltanto ai 2,4 milioni di famiglie italiane detentrici del 45% della ricchezza familiare totale (Si tratta di unità familiari con un patrimonio medio pari a 1.549 milioni di euro e, in ogni caso, non inferiore a 529 mila Euro: dati Bankitalia 2009).
2) Oppure, tassare tutte le famiglie italiane applicando le seguenti aliquote:
- 0% per i primi 100 mila euro di patrimonio;
- 4% per la quota compresa fra 100 e 200 mila euro;
- 8% per la quota di imponibile compresa fra 200 e 300 mila euro;
- 12% per imponibili ulteriori.
A Tutino obiettò Pellegrino Capaldo (ordinario di Economia aziendale all’università “La Sapienza” di Roma) che, senza perifrasi, introdusse il concetto di privatizzazione del debito lanciando l’idea di “un'imposta straordinaria sulle plusvalenze immobiliari” (= esproprio) oscillante tra il 5% ed il 20% del valore corrente dell’immobile (vedi “Boston Consulting Group”).
Ad essere favorevoli alla patrimoniale furono in tanti (anche se molti tacquero): Veltroni, Luigi Abete (presidente di Assonime), Stefano Micossi (presidente di Cir), Cgil e Cisl (favorevoli ma solo per le grandi ricchezze).
Contrario: Berlusconi (che sogna ancora Reagan e la Thatcher).
E Tremonti?
Non si è espresso. Forse perché troppo indaffarato a ricostruire la Cassa Depositi e Prestiti ed a progettare il “Britannia 2” ?
[continua...]

Eleonora said...

No, è che io ho fatto quel paio di domande perchè ovviamente sono molto molto pessimista. E le domande le ho fatte perchè ancora non avevo letto quei link di della luna.

@Josh, non è che ce l'ho coi pluriproprietari eh? E' che faccio una piccola differenziazione. A noi (il mio uomo e me) il mutuo per l'appartamento dove viviamo, ci è costato... come dire, tanto sangue e tante rinuncie.

Resta il fatto che la proposta va oltre ogni limite di imbecillità e di regime totalitario.

Nicoletta said...

Se non gli si chiudono i rubinetti a questi pazzi furiosi, fra un po' ci chiederanno pure l'oro di famiglia. In mancanza, va bene pure l'argento.

Ti copio/incollo da me

johnny doe said...

va beh...una cazzata tra le tante...Monorchio é pure quello dell'altra pensata sui blogs...questi ormai son fuori di testa...nei manicomi c'è gente migliore..

Comunque,mi gioco le parti basse che finirà nel cassonetto,ma nel caso succedesse,sarebbe il momento buono per far fuori finalmente e fisicamente un buon numero di questi cazzoni,pur da eunuco.

Nessie said...

Silvio, ho letto la lista degli assetti messi in svendita in Grecia. Questi giocano con pezzi di cartaccia fatta colorare nelle Filippine. Ma in cambio, pretendono cose vere: industrie, monumenti pubblici, isole, fari, case private ecc. No, che non ci provino!

Nessie said...

"Nella fattispecie, a mezzo del mai troppo detestato Giuliano Amato che (il 22 dicembre 2010 sul Corsera) si espresse a favore dell’ineluttabilità della patrimoniale onde abbattere l’elevato debito pubblico".

Questo vecchio topo succhiasangue non è mai abbaastanza vecchio per continuare a farci del male.

Quanto a Tremonti dovrebbe solo vergognarsi: prima toglie l'ICI perché dice demagogicamente che la casa è un diritto degli italiani, poi mobilita Monorchio. Piuttosto che un'ipoteca forzosa, allora meglio l'ICI. Schifosi, tutti quanti!

Nessie said...

Esatto Ele, oltre a ogni ogni limite di imbecillità e di regime totalitario.

Ma a quanto pare, non c'è limite all'imbecillità e al masochismo. E mentre mi chiedevo chi sarebbero stati quei poveri "gonzi" che si sarebbero offerti volontari per una simile proposta, ravanando per blog amici, ne è appena saltato fuori uno.

Nessie said...

Grazie Nicoletta, ho appena visto da te.

Johnny, io non la prenderei così sotto gamba dopo aver letto i "progettini" di l'OR signori, messi cortesemente a disposizione dall'amico Silvio, che è sempre molto bene informato. Magari non sarà questa che andrà in porto, ma è certo che ne inventeranno un'altra non inferiore. Ormai, per chi non l'avesse ancora capito, siamo situati su di un piano inclinato.

Eleonora said...

Quei gonzi che volontariamente farebbero una ipoteca sulla propria casa, è perchè non hanno alcun problema ad arrivare a fine mese o non sanno cosa significa accendere ed estinguere un mutuo. E mi dispiace, io il mio debito con la banca l'ho saldato. Mi chiedono l'ici mi va anche bene ma l'ipoteca proprio no. E comunque, i gonzi volontari ancora non hanno capito che non bastano tutte le tasse del mondo a risanare il debito. Il debito non si potrà mai risanare.

Nessie said...

@Aldo: "che differenza concreta c'è tra chi dovesse implementare una roba simile e quei gruppi di slavi che ti entrano in casa la notte, ti legano a una sedia, ti massacrano di botte e se ne vanno dopo averti rapinato alla grande? La differenza c'è eccome: questi sono una cosca organizzatissima e potente, dalla quale è assai più difficile difendersi che dagli slavi di cui sopra. Questi fanno incarcerare, manganellare, gassare, sparare".

Esatto Aldo. Dal ladri extracomunitari ti puoi difendere con qualche schioppettata, se disponi di un'arma di difesa. Certo, poi devi fare la tua Via Crucis in tribunale di un paese ignobile, che non contempla nemmeno la "legittima difesa" nel suo ordinamento. Ma comunque, vada per le attenuanti.

Gli scioperi sono l'unica arma in mano di chi lavora. Per chi ha un lavoro. Purtroppo sei troppo acuto e intelligente per non sapere che la Trimurti sindacale, è letteralmente nelle loro mani. Ne è addirittura uno strumento. Perciò, gli "scioperati" sappiano che anche chi guida un corteo, un'occupazione, una manifestazione, non è un amico.
Cmq qualcosa si dovrà ben fare.

Nessie said...

No, no, Ele: non si tratta affatto di un riccone, ma proviene da ceti popolari. Non posso dirti il nome del blog che ospita uno di questi "gonzi", ma le "sorpresine" non finiscono mai. Si vede che le crisi fanno emergere il peggio degli esseri umani. Una cosa è certa: la paura fa 90.

Comunque dici bene: il Debito è inesigibile e inestinguibile. E questo lo sanno anche i bambini, ma evidentemente c'è chi non lo vuole capire e si illude di brutto.

johnny doe said...

Postato sul nostro blogs e su 4 gruppi di Facebook.

Nessie said...

Grazie Johnny, più siamo numerosi a far barriera meglio è. Non sopravvaluto il web, ma almeno saranno costretti a dar conto di una simile proposta. Non è vero che tale notizia è una bufala come è stato scritto da qualche scettico. Purtroppo, tutto quel che sembra una patacca oscena, alla fine diventa vero. Mentre le cose vere, le fanno passare per bufale o paranoie che passano per la zucca di qualcuno. E' questo l'eterno giochetto del mondo dell'informazione.

Le fonti in cui è reperibile ufficialmente la proposta sono Milano Finanza, e l'ANSA: ergo vuole dire che stanno confabulando ai ns. danni.

Per parte mia, ho spedito mailing list ad amici increduli.

SILVIO said...

NON CI PROVATE, VI POTRESTE FAR MALE... MOLTO MALE ! – Parte 4 (di 4)
Tutino e Pellegrino Capaldo non furono i soli ad esprimersi.
In effetti, negli ultimi due anni il reparto “Macelleria Sociale” è stato affollato da tanti “dottor Mengele”, bramosi di contribuire alla cura “ammazza-cavallo”. Eccone alcuni nomi:
Giuseppe Pennisi - Giorgio La Malfa - Paolo Savona - Andrea Monorchio - Guido Salerno Aletta -
E il governo italiano? Il 29 settembre scorso presentò (assente Berlusconi) il fondo-taglia-debito con l’obiettivo di “creare ricchezza” dal patrimonio pubblico (valutato 1.815 miliardi di euro).
Va da sé che il “creare ricchezza” è il solito eufemismo ruffiano assimilabile alla presa per i fondelli patita dagli italiani durante le privatizzazioni degli anni ’90.
Privatizzazioni inaugurate dal “ladro notturno” Giuliano Amato e da Carlo Azeglio Ciampi (tra le varie cose funeste che ci ha riservato, vanta anche tale record: ogni mese del suo premierato 1993-1994 costò agli italiani più di 13 miliardi di euro di nuovo debito) e poi proseguite da Lamberto Dini, Romano Prodi e Massimo D’Alema.
Privatizzazioni che non valsero a sanare il debito pubblico (il rapporto debito/PIL schizzò dal 94,7% del 1990 al 121,8% del 1995 ed al 109,2% del 2000) ma ad abbattere la classe medio-bassa, a deindustrializzare l’Italia e renderla succube della speculazione, ad ingrassare gli oligopoli francesi/ americani/ inglesi/ olandesi ed a introdurre precariato e nuove povertà.
Cosa succederà ora?
Il “fondo-taglia-debito governativo” (che prevede di rastrellare subito 700 miliardi di euro dalle quattro aree pubbliche Crediti/ Immobili/ Concessioni/ Partecipazioni) passerà all’esame del CNEL per dar luogo ad un disegno di legge che indi verrà esaminato dal Consiglio dei Ministri e dal Parlamento.
Nelle more di tali approvazioni, è altrettanto verosimile che le grifagne proposte di privatizzazioni del debito (= esproprio della proprietà privata volontario o forzoso) non passino inascoltate.
Staremo a vedere, con occhi (ed orecchie) ben spalancati.
Poi, per tempo, ci faremo sentire.

Maria Luisa said...

postato su FB

Anonymous said...

Così il patto Merkel - Sarkozy affonda l'europa. M. B.
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/10/11/FINANZA-Cosi-il-patto-Merkel-Sarkozy-affonda-l-Europa/213129
m

Nessie said...

Grazie Maria Luisa, ciao.

Marco, il duo Bonnie and Clide è già all'opera da tempo. E Sarkò sta già facendo prove tecniche di moneta elettonica via cellulare.

Nessie said...

SILVIO - "Staremo a vedere, con occhi (ed orecchie) ben spalancati.
Poi, per tempo, ci faremo sentire".

Sì, ma occcorre farsi sentire prima di essere espropriati. E prima che vadano a regime le leggi che giustificano il Grande Esproprio. Altrimenti diventa il gesto del povero disperato (si veda lo scenario greco) cornuto e mazziato. Oltre ad avere tutte le ragioni di questo mondo si beccano pure fior di manganellate e di gas.
L'Oro hanno inventato le "guerre preventive" e sta dunque a noi mettere in atto strategie di resistenza e di ribellione "preventiva".
Altrimenti è come chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati.

SILVIO said...

Nessie, ho l’abitudine di non fasciarmi la testa prima di essermela rotta né di farmi prendere dal panico.
Ad esempio, mi risulta che la proposta Monorchio-Aletta sia stata accantonata dalle segrete stanze perché risulterebbe risibile e impraticabile l’eventuale escussione da parte della BCE (in caso di default sovrano).
Piuttosto, è da tener d’occhio lo zelante e pasticcione ministro Romani con le sue uscite kamikaze...
Che altro vuoi che faccia? Se avessi un esercito a disposizione, ne farei sicuramente buon uso ma non ce l’ho. Pertanto non mi resta che dare l’allarme con buon anticipo.
Sicuramente non sottoscriverei il seguente odierno appello di “Mercato Libero News” (che riporto integralmente, refusi compresi) in quanto originato dalla pancia e non dalla mente:
[continua....]

SILVIO said...

QUANDO CE VO’...CE VO’- “Mercato Libero News”- Parte prima
« SAI CHE TI DICO PAOLO ... CHE SIAMO PIU' ITALIANI NOI DI MOLTI CHE SI DEFINISCONO TALI! CI SI ARRABBIA, SI LOTTA, SI PARLA E SI URLA SOLO QUANDO AD UNA "COSA" CI TIENI REALMENTE ... IN QUESTA GUERRA INFAME, PERCHE' NON PALESE, SIAMO TUTTI NOI PARTIGIANI ... E DECIDIAMO DI TROVARCI, DI PARLARE, DI TROVARE SOLUZIONI PER UN DOMANI ... CI RIFUGIAMO IN MONTAGNA ( SVIZZERA&NON SOLO ) ... CI CONFRONTIAMO, ANCHE N MANIERA ACCESA, TUTTI CONSAPEVOLI DI QUEL CHE SI GIOCA SULLA NOSTRA PELLE ... E DEI NOSTRI FIGLI E/O NIPOTI ....
CAZZO LEGGETE QUESTO FOTTUTO ARTICOLO!!! MERCATO LIBERO HA AVUTO RAGIONE DA 15 MESI : TEDESCHI E FRANCESI BASTARDI DEVONO FALLIRE!
SCUSATE LE PAROLACCE IN QUESTO ARTICOLO MA QUANDO CI VOGLIONO......LA RABBIA DI QUESTI GIORNI NON MI FA STARE PACATO
LA RABBIA CONTRO COLORO CHE OSANNANO FRANCIA E GERMANIA E NON CAPISCONO CHE IL LORO SUCCESSO SI BASA SULLA NOSTRA DEBOLEZZA
LA RABBIA CONTRO COLORO CHE OSANNANO L'ITALIA CHE NON CAPISCONO CHE LA POLITICA IL SISTEMA BANCARIO E L'IMPRENDITORIA ITALIANA SI STANNO PRENDENDO GIOCO DELLA POPOLAZIONE
LA RABBIA CONTRO COLORO CHE VANNO IN PIAZZA A PROTESTARE, E NON CAPISCONO CHE FANNO IL GIOCO DEI POTENTI
LA RABBIA NEL VEDERE LA MANCANZA DI INTELLIGENZA, DI CULTURA ECONOMICA DI ISTRUZIONE E DELLA VOGLIA DI CAPIRE, LA MANCANZA DELLA CONSAPEVOLEZZA DA PARTE DELLA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIOTI!
La posizione di Mercato Libero SU QUESTA MERDOSA CRISI la conoscete molto bene da oltre 15 mesi.
LA GERMANIA E LA FRANCIA usano DA ANNI, l'Europa per rafforzare le loro economie e la supremazia sulle economie dei PIIGS. (CON L'aiuto di Obama e Cameron e le agenzie di rating insieme alla stampa internazionale)
Ci sfruttano, ci sodomizzano, ci schiavizzano.....le nostre aziende perdono terreno o vengono vendute a loro o ..chiudono. Il troppo debito non ci permette di essere competitivi e non possiamo svalutare.
La nostra politica è composta DA PERSONAGGI INCAPACI sia a destra e a sinistra o PERSONE CHE NE TRAGGONO UN VANTAGGIO PERSONALE (per la serie FRANCIA O GERMANIA purchè se magna).
E QUINDI NON CAPISCO TUTTI COLORO CHE CERCANO DI DIFENDERE QUESTA ITALIA E LA NOSTRA ECONOMIA..E MAGARI IL NOSTRO SISTEMA BANCARIO...anche blogger oramai definibili "partigiani a tutti i costi"!
PARTIGIANI CHE SONO POI MORTI...PER NULLA...ASSOLUTAMENTE PER NULLA!!! anzi, no per permettere ad alcuni di guadagnare molti soldi e alle famiglie dei morti di soffrire e passare le domeniche al cimitero....
RIDICOLO RIDICOLO RIDICOLO, SEMPLICEMENTE RIDICOLO!!!
e per chi ancora ha un po di dubbi si legga quest'articolo..VENDI TUTTI I BTP E I BOT ENTRO FINE ANNO!!! DA COBRAF ma poi vada oltre e vada a leggere lo studio della BOSTON CONSULTING GROUP O IL REPORT DELLA BIS (bank of international settlement)
[continua....]

SILVIO said...

QUANDO CE VO’...CE VO’- “Mercato Libero News”- Parte seconda
Anche nello scontro per la sostituzione di Draghi si nota questa divisione. Con berlusconi che vuole Saccomanni (uomo di Draghi e della Goldman Sachs...ovvero uomo del potere europeo) in cambio del mantenimento dello scettro della politica. E tremonti che vorrebbe grilli per evitare che il patrimonio del paese non venga svenduto.
QUESTA E' LA SITUAZIONE IN CUI SI TROVA IL PAESE...(e non importa se la borsa scende o sale)
PER COLPA DI QUESTO IMMOBILISMO MERCATO LIBERO HA PENSATO DI FAR EMIGRARE I RISPARMI ...DELOCALIZZANDO LEGALMENTE TUTTI I RISPARMI !
LONTANO DA QUESTO SISTEMA DI FALLITI E DI PERDENTI NON SI PUO' CHE SENTIRSI MEGLIO.
Io non voglio nel modo piu' assoluto lasciare soldi in banche politicizzate e corrotte di questo paese di perdenti.
-La BCE, per chi non lo avesse ancora capito, CI HA COMMISSARIATI AD AGOSTO!!!
-LA FRANCIA CI HA PORTATO VIA LA LIBIA, BULGARI PARMALAT ECC ECC
-TUTTI I MESI PAGHIAMO INTERESSI MONSTER SUL DEBITO E QUESTO MENTRE LA GERMANIA E LA FRANCIA SI FINANZIANO A TASSI BASSISSIMI.
In queste ore ci siamo resi conto che l'europa che conta cercherà di RICAPITALIZZARE LE BANCHE.
I BASTARDI FRANCESI VOGLIONO UTILIZZARE I SOLDI DEL FONDO SALVASTATI (che sovvenzioniamo anche noi Italiani) PER MANTERE LA LORO FOTTUTA TRIPLA A. E CONTINUARE A PORTAR VIA QUOTE DI MERCATO A NOI. LA GERMANIA ha deciso di fotterci CON LA MERKEL NAZISTA
Il salvataggio delle banche costerà circa 200 Miliardi.
Qualcuno si domanda come mai così poco. SEMPLICE...LE BANCHE, CON 200 MILIARDI DI CAPITALE POSSONO ACQUISTARE 4000 MILIARDI DI TITOLI TOSSICI, O ASSORBIRE PIU' FACILMENTE LE PERDITE.
Infatti questa manovra voluta dalla Francia e dalla germania E' VOLTA A FAR RISTRUTTURARE I DEBITI PUBBLICI DEI PIIGS (CON PERDITE PER I PROPRIETARI DI OBBLIGAZIONI).
Il che sarebbe anche giusto..ma prima di arrivare lì...le banche tedesche e francesi si ricapitalizzano con i soldi pubblici, per poter affrontare la crisi futura dettata dalla ristrutturazione del debito di certi paesi.
Le banche italiane, invece, piene di merdosi BTP, quando avverrà la ristrutturazione, saranno obbligate a essere acquistate da grossi gruppi europei.
banche e assicurazioni italiane verranno depredate entro 18-24 mesi dalla mafia middle europea
gli idioti pensano che sarà solo il debito pubblico GRECO a essere ristrutturato. in realtà saranno ristrutturati il debito pubblico di PORTOGALLO E IRLANDA...e se l'economia entrerà in recessione..ANCHE DI SPAGNA E ITALIA.... VENDI TUTTI I BTP E I BOT ENTRO FINE ANNO!!! DA COBRAF
E inoltre.....
FRANCIA E GERMANIA VOGLIONO CAMBIARE LA GOVERNANCE...OVVERO IL TRATTATO DI MASTRICH,
OVVERO TOGLIERANNO L'ITALIA DALLA STANZA DEI BOTTONI...CI FARANNO FIRMARE LA NOSTRA CAPORETTO E I POLITICI FIRMERANNO PERCHE' VOGLIONO MANTENERE LO STATUS QUO (bastarDi) e IL LORO STIPENDIO A FINE MESE
Chi legge questo blog 15 MESI FA NON HA VOLUTO CAPIRE LA NOSTRA BATTAGLIA (pensate che sono in molti che pensano che la germania sia meglio di noi...CAZZATE CAZZATE CAZZATE...in realtà loro sono meglio di noi perchè SFRUTTANO LA NOSTRA DEBOLEZZA CON INTELLIGENZA E CATTIVERIA
MA, ED E' QUESTO IL PUNTO CHE CONTRADDISTINGUE MERCATO LIBERO:
sapendo che la Germania ci tiene per i coglioni e che se vuole ci manda a fanculo...ALLORA ABBIAMO DECISO DI SALVARE IL NOSTRO CULO...OVVERO METTERE IN PROTEZIONE I RISPARMI!!!
andare in piazza come sfigati è assolutamente inutile, ANZI E' QUELLO CHE VOGLIONO I POTERI FORTI...NON è un caso che Obama e Krugman hanno appoggiato in qualche modo OCCUPY WALL STREET. Vedremo il 15 di ottobre come le stronzissime testate giornalistiche europee e italiane tratteranno il tema di OCCUPY».
http://mercatoliberonews.blogspot.com/2011/10/quando-ce-vo-ce-vo.html

Nessie said...

Io invece prima di potermela rompere mi metto il casco. Anche per andare in bicicletta. Questione di punti di vista. In ogni caso, anche se la proposta indecente è stata accantonata "dalle segrete stanza", io di certa gentaglia non mi fido. E' pacifico ormai che ne inventeranno un'altra equivalente. Quindi il mio post rimarrà su per un po'. Non posso giocare alle montagne russe con l'informazione, la smentita della medesima e/o la riconferma sotto altre spoglie.

Anonymous said...

ITALIA: BACK TO MESOPOTAMIA?
http://icebergfinanza.splinder.com/post/25651000/italia-back-to-mesopotamia

m

Nessie said...

Inoltre sinceramente mi sfugge il senso di tutti questi post urlati in lettere maiuscole e con le parolacce presi da mercato libero.

SILVIO said...

Se dipendesse da me (Nessie), questo bel topic lo terrei perenne (a futura memoria) come elemento di dissuasione nei confronti delle canaglie in vena di inventare eventuali trappole.
Però, attenzione!
Affinchè non venga mai meno la nostra credibilità, gridiamo “Al lupo, al lupo!” soltanto quando il lupo appare.... altrimenti...
Tanto per chiosare ancora, mi par di vedere Berlusconi ed il rancido ministro Romani inserire (quatti, quatti) una mini patrimoniale nel decreto sullo sviluppo....
Quanto al post redatto e pubblicato da Mercato Libero News, hai ragione.
L’ho proposto unicamente per dimostrare quanto sia deleterio ragionare con la pancia.
Lietissimo per essere stato tuo ospite, ti saluto augurandoti un buon lavoro per il futuro.

Nessie said...

Silvio, dal momento che dipende da me, così farò. Anche perché vedo che Marco Della Luna ha fatto altrettanto, sicché vuol dire che questi viscidoni una ne pensano e cento ne fanno. Anche a livello di informazioni. Chi credi che sia CHi le fa filtrare, per poi ritirarle? O farle passare per poi depistare? O usarle come ballon d'essai per poi concentrarsi su qualcos'altro di peggiore o al massimo di equivalente?
AL LUPO al Lupo, lo gridano loro, semmai. Ed è bene che si sappia in giro. Noi, o almeno parlando per me stessa, io, non ho alcun ruolo nell'informazione. Sono loro che dispongono di spin, di falsi allarmi (che poi diventano veri sotto altre forme) e di manipolazioni.
Passa quando vuoi, sei sempre il benvenuto. Ma risparmiami la domenica, che è il giorno del Signore e si ha diritto di trascorrerla serena. Senza volerlo, tutto quel che riportiamo "dalle segrete stanze" è materia del demonio.

Josh said...

All'interno dei conteggi per la riforma del fisco,
anche i quotidiani riportano che dalla Corte dei Conti, il Pres. Luigi Giampaolino, davanti alle commissioni Finanze e Affari sociali della Camera,
nota che la riforma fiscale non è abbastanza coperta, e anche da lì si comincia a dire che "bisogna tassare i beni personali e reali".


http://qn.quotidiano.net/politica/2011/10/11/598285-corte_conti_riforma_fisco_coperta.shtml

in pratica pare di capire, beni mobili e immobili dei cittadini: cambiano contesto e parole, ma la volontà enunciata anche in questo caso va nella stessa direzione delle argomentazioni del post e commenti.

Nessie said...

Ottimo pezzo pertinente a quanto stiamo dicendo, Josh. Siccome le notizie oltre ad essere sparate, andrebbero anche interpretate (e colgo l'occasione per ribadire che questo blog non sta "sulla notizia" né si appiattisce sulla medesima) io vedo in questo metodo PUNITIVO di tassare la rendita, la volontà miope e ottusa di cercare di scoraggiarla allo scopo di creare una sorta di uomo "déraciné", avente lo scopo di essere più che mai "consumatore". La mancanza di radici e l'infelicità e l'inquietudine dell'uomo itinerante, fruttano e fanno consumare di più.
In questo senso va visto anche il questionario sul censimento ISTAT, laddove ti chiedono se sei italiano figlio di italiani e nipote di italiani. Della serie: cittadino italiano di sangue = possidente da tassare.

Anonymous said...

Idea bolscevica: niente patrimoniale ma ipoteca sul 10% della casa
http://secure.wallstreetitalia.com/article/1234089/politica/idea-bolscevica-niente-patrimoniale-ma-ipoteca-sul-10-della-casa.aspx

m

Anonymous said...

Bilancio, maggioranza battuta.
Non passa per un voto l’articolo 1 del rendiconto 2010. Polemiche su Tremonti che non ha votato e ora è a colloquio col premier.

http://www.ilgiornale.it/interni/manovra_maggioranza_battuta_bocciato_rendiconto_bilancio/rendiconto_bilancio-manovra-maggioranza_battuta-tremonti/11-10-2011/articolo-id=551127-page=0-comments=1

m

Nessie said...

Grazie Marco. Ecco accontentati gli scettici che pensano che una simile proposta possa essere accantonata. Quando trattasi di TRUFFE non si accantona un bel tubo di niente. Riporto un passaggio:

"Come si legge sui media l'obiettivo e' recuperare risorse pSe poi lo Stato e' insolvente, allora i banchieri della BCE potranno andare a casa dei cittadini per sequestrare una cucina, un letto, dei mobili, etc."

E ovviamente la chiosa:
"Se poi lo Stato e' insolvente, allora i banchieri della BCE potranno andare a casa dei cittadini per sequestrare una cucina, un letto, dei mobili, etc."

Complimenti!

Anonymous said...

"Se poi lo Stato e' insolvente, allora i banchieri della BCE potranno andare a casa dei cittadini per sequestrare una cucina, un letto, dei mobili, etc."

E il cesso, no? Certo che non sanno più che idiozie inventarsi pur di fare cassa coi beni e coi soldi altrui.

Eugenio

Nessie said...

Domanda pertinente che mi sono posta anch'io Eugenio. Il problema è che intanto ci stiamo adattando a un clima di abusi. E questo non è sano.

Anonymous said...

Ogni giorno abbiamo sotto agli occhi l'esempio della Grecia che a forza di simili efferatezze fiscali studiate dalle più brillanti menti economiche del mondo occidentale (!!!) è di fatto stata uccisa e non solo metaforicamente. In pratica tutte le "manovre lacrime e sangue (altrui of course)" tanto care ai liberisti (con le terga altrui) e ai loro zelanti kapo' hanno sortito l'effetto esattamente contrario.
Il fatto di volerli imitare puo' voler dire solo due cose: o essere complici di un piano di saccheggio criminale globale (che è l'ipotesi più probabile) o essere completamente privi di competenze (eufemismo).
In mancanza di un movimento di opposizione e di difesa tosta alle porcate (scusate) che ci stanno propinando in dosi massicce, la cosa migliore sarebbe darsi all' "eremitaggio" autosufficiente in forma adattata ai tempi.
Scarth

Nessie said...

Ciao Scarth, all'eremitaggio ci ho pensato anch'io, ma nella società di massa non è consentito.

Prima c'è stato il confezionamento del "sogno democratico", poi l'esproprio dello stesso. Non so se sai che Equitalia (ovvero le banche) hanno sequestrato già tanti di quei beni (auto, terreni, asset ecc.) che nemmeno te lo immagini. Porcate? E' quasi un complimento per loro.
In compenso come "opposizione" abbiamo quei buffoni "indignati" coi cappelli colorati che abbiamo visto stasera in tv, capitanati da chi? Da Sabina Guzzanti. Cioè da un'altra buffona.
Ci vuole altro!

Anonymous said...

Ciao Nessie, diventare degli eremiti in senso stretto al momento è poco praticabile è vero.
Però diventarlo almeno dal punto di vista mentale per tentare di sottrarsi il più possibile all'indottrinamento/condizionamento di massa è cosa più attuabile. Da lì possono però venire delle ideuzze pratiche per affrancarsi dal giogo di lorsignori.
Poi se le cose continueranno di questo passo può darsi che saremo costretti dagli eventi a tornare anche materialmente alla terra e polli ed orti conteranno più di azioni, obbligazioni e borse varie.
Scarth

Nessie said...

Scarth, sul sito di Marco Della Luna che ho già linkato nel post in oggetto, ti copiaincollo questo commento, che è quasi un vademecum di sopravvivenza:




SOLUZIONI CONCRETE:

1) se possedete un patrimonio immobiliare inziate a svolgere operazioni di asset protection, parlatene con il vs. consulente fiscale, commercialista di fiducia, non aspettate il default…dopo e’ troppo tardi.

2) mandate i vs. figli a studiare all’estero, purtroppo non avete altre soluzioni se volete dargli un futuro migliore del vostro.

3) iniziate a ritirare il cash/liquidita’ dalla banca, senza allarmismi. Fattelo e basta. Lasciate in banca lo stretto necessario per la gestione di pagamenti bollette o costi aziendali. Non lasciate il cash in banca non aspettate di leggere il giornali per agire, allora sara’ troppo tardi

4) Investite in terreni agricoli, ora e’ il momento di stare liquidi e avere la pancia piena. Comprate la terra, oppure conservate il vs. capitale investendo in immobili nelle capitali estere stabili. Non in Italia, anche qui affidatevi al vs. consulente di fiducia fiscale/commerciale che vi sapra’ guidare verso strutture professionali all’estero. Vi consiglio di farvi accompagnare dal vs. consulente.

5) La vita continua, anche se il sistema vacilla. La vita non e’ il sistema sociale-politico-economico-finanziario. Non dimenticatevelo mai. Cercate anche di viaggiare per scoprire altre opzioni.

6) Fino alla fine del 2013 sara’ ancora molto dura, quidni cercate di risparmiare, proteggere il vostro patrimonio immobiliare e finanziario, mandate i figli all’estero e continuate a godervi la vita (non pensate troppo al sistema…cambiera’)

LordBB

Nessie said...

Leggi anche questo "Fuga dal Cimiteuro":

http://marcodellaluna.info/sito/?p=688

Ti pare esagerato?

Anonymous said...

ot (forse)

Oro ed argento:
a controllare le quotazioni di entrambi i metalli è da sempre la famiglia Rothschild, tramite società paravento che a loro fanno capo. Nella fattispecie si tratta della Goldman Sachs (GS) che controlla l’oro e la JP Morgan (JPM) che controlla l’argento. http://www.asianews.it/notizie-it/I-prezzi-dell%E2%80%99argento-e-delle-materie-prime:-si-prepara-una-nuova-crisi-21504.html

ps
ca..ate “made in USA”.
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=40607

GS ad insegnare democrazia ad afgani e libici
http://www.vocidallastrada.com/2011/10/la-nato-chiama-goldman-sachs-ad.html
m

Anonymous said...

Interessanti i consigli, che in parte sottoscrivo.
Terra agricola
Oro fisico
generi alimentari durevoli

no cash - il denaro quando saltano gli schemi arde più della paglia e comunque le piastre d'oro sono una valida alternativa immediatamente commercializzabile e scambiabile.

In quanto al mandare i figli all'estero mi chiedo chi potrebbe permettersi di sostenere gli studi in Svizzera. States e Uk saranno colpiti (non dalla guerra) da una profonda e violenta rivolta delle classi povere. Ai figli insegnamo le antiche e perdute leggi universali tradotte nei moderni Hill, Goddard, Haanel ed altri maestri del nuovo pensiero. Solo così sopravviveremo ai demoni della guerra.
La vita continuerà ma non sarà la stessa e viaggiare sarà estremamente difficile e dovremo tener duro ben oltre il 2013 perchè se tutto andrà come previsto in quegli anni si darà avvio al conflitto.
Purtroppo siamo abituati a ragionare in termini temporali brevi e comprensibilmente non riusciamo a vedere il lungimirante e complesso percorso degli illuminati, questa è come amano simboleggiarla i signori globalisti Apocalipse Dawn (l'alba dell'apocalisse).
IO mi auguro sempre di aver preso un abbaglio.
cordialità
012

Sareth said...

012?

tra poco spariscono anche questi

:gnek

Nessie said...

Anch'io mi auguro sempre di aver preso un abbaglio, caro CO12 o 012 che dir si voglia.

Sareth, chi dovrebbero sparire? I negozi di Benetton che portano la sigla 012? :-)

Anonymous said...

Equitalia. Si accende la protesta, contro i gabellieri coi superpoteri.

http://crisis.blogosfere.it/2011/10/equitalia-si-accende-la-protesta-contro-i-gabellieri-coi-superpoteri.html

m

Nessie said...

Grazie Marco. Bosognerà occuparci seriamente anche di Equitalia che poi non sono altro che consorzi di banche pignoratrici. Ecco un altro modo singolare per trasformare i poveri cittadini di uno stato-negriero nella sottocasta dei paria, l'ultima dei gradini sociali.

Anonymous said...

Il ritorno del partito anti-italiano
di Massimo Introvigne

http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-il-ritorno-del-partito-anti-italiano-3300.htm

m

Davide said...

Ciao Saura Plesio,
ho scoperto il tuo sito grazie a Il Jester... Mi è piaciuto parecchio :))
Ci sono moltissime cose in cui concordo...
Ho cercato la tua email, ma non c'è. Per cui permettimi di scrivere qui. Poi, chiaramente, puoi anche non pubblicare il commento.
Volevo proporti uno scambio link con il mio blog di aforismi (politici, giudiziari, amorosi, saggi ecc. ecc.), sempre che ti piaccia... :) Dagli un'occhiata.
Se sei interessata, lascia un commento. ;)

Ciau

Davide

Sareth said...

personalmente manderei a farsi fottere tutti proprio come josh. l'unico problema è che l'oro non hanno problemi ma li creano a noi.

ci sono difficoltà serie. non si sa più dove sbattere il muso per trovare lavoro. le case di proprietà sono inacessibili causa prezzi esorbitanti.
i costi per l'utente finale sono in continuo aumento nonostante l'euro.
ma tutta la politica e l'energia mediatica vengono concentrate sul tam tam capace di risolvere tutto: le dimissioni del cavaliere. non c'è un cane che proponga qualcosa, destra, sinistra, centro e dintorni. niente di niente. bisogna solo fare il governo di larghe intese, i fatti nostri contano nulla.
posso riservarmi il diritto di non pagare le tasse (acqua, metano, elettricità, rifiuti) il giorno in cui perderò il lavoro? pagheranno l'oro, vero?
neanche fossimo negli u.s.a., dove il presidente eletto prima di rispondere agli elettori risponde ai finanziatori (nel nostro caso BCE, Berlino, Bruxelles). mah.
parafrasando Nietzsche, direi che la politica è morta, defunta, consumata, neanche la polvere è rimasta.

Nessie said...

Sì, volentieri Davide. Ora ti linko sul blogroll. E magari anche sull'altro mio weblog culturale "Il Giardino delle Esperidi":

http://esperidi.blogspot.com/

Che mi pare più adatto al tuo genere. Ciao

Nessie said...

Okay Sareth, arriveremo anche a questo. Quando i rubinetti sono asciutti, la gente non può certo compiere il miracolo di trasformare i sassi in oro come re Mida. Tuttalpiù i sassi e le uova marce, li può solo lanciare agli usurai.

Anonymous said...

Così la Cermania vuol "truffare" l'Europa
Mauro Bottarelli
..........
P.S. Tranquilli, comunque, l’America sta muovendosi per affrontare il peggio della crisi che ancora ci attende. Non solo ha bocciato il piano lavoro di Obama (bye bye Casa Bianca), non solo ha votato a favore della legge anti-yuan che penalizza le esportazioni cinesi (Pechino ha già minacciato la guerra commerciale e delle valute) ma, soprattutto, ha scoperto un diabolico e pericolosissimo piano terroristico orchestrato da Iran e narcos messicani (ma non si escludono complicità di Magilla Gorilla e Svicolone, oltre al fiancheggiamento logistico di Braccobaldo e Lupo de Lupis) per colpire obiettivi sauditi e israeliani negli Usa. Si scaldino i motori, Teheran è avvertita. Una bella guerra, ecco cosa ci vuole per far ripartire il sistema
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/10/13/FINANZA-1-Cosi-la-Germania-vuol-truffare-l-Europa/213680/

Patriarca di Mosca: Rivolte arabe ambigue; no all'Europa come aggressore
http://www.asianews.it/notizie-it/Patriarca-di-Mosca:-Rivolte-arabe-ambigue;-no-all'Europa-come-aggressore-22895.html

Venti di guerra e crisi economica dietro gli attacchi al Papa
di Maurizio d'Orlando
http://www.asianews.it/notizie-it/Venti-di-guerra-e-crisi-economica-dietro-gli-attacchi-al-Papa-18138.html

m

Josh said...

@Nessie, sul vademecum di sopravvivenza di LordBB...ragioniamo!

1) ok, verissimo

2) boh, un po' astratto

3) ok tutto vero

4) dove dice "Investite in terreni agricoli"
"Comprate la terra"

guardate che essendo in giro prelievi forzosi sui depositi e sulle proprietà immobiliari, per es. il progetto patrimoniale di Amato toccherebbe anche i terreni agricoli (sempre beni immobili sono)
e la per es. Monorchio Tax ipotecherebbe forzosamente anche i terreni agricoli per estrarne derivati, pignorabili, al pari degli altri immobili: si è risolto il giusto

anche investendo in immobili nelle capitali estere stabili, la proprietà immobiliare sarebbe depositata qui e quindi tassabile, non come immobile là, ma come proprietà qui. Se uno vuole avere un atto di proprietà ovviamente, ma non può certo rimanere senza.


5) interessante

Josh said...

@colzani 012 ...o insomma, come si chiama:-))

"Oro fisico"

perfetto, ottimo investimento, come i diamanti, rispetto alla valuta in carta straccia che presto uscirà pure di corso.

Ma per es. leggi come la tassazione dei depositi, tasserà anche oro e diamanti.

1)oro e diamanti si acquistano in banca, con tanto di certificati e ricevute, o presso agenzie private 'convenzionate' e se ne dichiara la proprietà

2) lo Stato lo sa che avremmo oro e diamanti, non si svaluteranno come il cimitEuro tra poco, ma tassa anche quelli, sia che li compriamo e conserviamo in banca,
sia in un luogo personale.
Ci sono atti di proprietà....

la questione è che tra Tutino, Amato, Saleno Aletta, Monorchio, Giampaolino si parla/la tendenza è di tassare beni immobili (case ma anche terreni agricoli) e mobili (soldi ma anche oro e preziosi o pietre)provati....

ed essendo dichiarati, foss'anche solo per l'atto d'acquisto, non si sfugge

per questo si diceva che le riforme del fisco, i computi tramite censimento, nuovi ticket, isee, e varia compagnia
ti conteggiano ormai anche i peli pubili: in vista di una tassazione-rapata a zero totale e capillare, su qualunque genere di possessi.

Nessie said...

Peli puberali? :-) Ho pensato anch'io a qualcosa del genere. Evidemente i quattrini è la cosa a cui tengono di più. Sennò non si darebbero tanto da fare per controllarli.

Anonymous said...

caro Josh, l'oro andrebbe acquistato in forma fisica (no eft e non da istituti) e possibilmente fuori mercato. Quando le regole saltano questa commodity rimane duttile ma solida, e soprattutto non tracciabile. I terreni secondo la Minorchio devono esser liberi da pesi e vincoli e pregiudizievole è comunque l'assenso della proprietà è conditio sine qua non. Ciò non significa che il peggioramento delle condizioni socioeconomiche non spinga a inasprimenti incostituzionali della pressione fiscale e di eventuali espropri e prestiti coatti.
Tutto è possibile e le regole stanno saltando.
cordialità
012