17 April 2011

Gastone e Paperino

Come ho detto fin dall'inizio, la mossa di Maroni di regalare i permessi semestrali di soggiorno per "motivi umanitari" a tunisini privi di veri documenti di riconoscimento oltre a non essermi piaciuta,  la trovo profondamente inefficace. Capisco che quella dell'emergenza immigrazione sia una castagna bollente, ma non è girandola ai vicini di casa che ne verremo a capo, poiché con le furberie ci si limita,  per l'appunto, a fare  i "furbetti del quartierino", ma non si va molto lontano. Inoltre non si potrà più usare il medesimo espediente, quando ci sarà la prossima e imminente ondata che preme dalla Libia già alle nostre porte.
  • Non mi è piaciuta la mossa "comunista" di Maroni (che tra l'altro è un ex sessantottino che suonava in una boy band di provincia) di distribuire per tutto il territorio italiano, creando 10, 100, 10000 Lampeduse e focolai di protesta (legittima) di cittadini autoctoni, e di rivolta (illegittima) di tunisini clandestini (finiamola con questa solfa ideologica  dei "migranti").
  • Non mi è piaciuto l'escamotage della concessione del permesso di soggiorno, per scaricare il fardello sui francesi,  antipaticissimi finché si vuole, ma strapieni a loro volta di immigrati dai 4 angoli del pianeta, e con una Costa Azzurra, diventata ormai Costa Nera.
  •  Da ultimo, più sistemiamo immigrati trovando anche degli escamotage  creativi e "furbetti", più diamo loro un pessimo messaggio: quello in cui è possibile sbarcare in Italia, perchè intanto noi siamo i più fessi d'Europa e qui è possibile quel che altrove non si può fare.

Il governo faccia propria l'opinione della maggioranza degli Italiani che in questo momento ne ha le cosiddette piene, e non sia né il governo dell'ONU né quello del Vaticano et similia.
Poniamo pure l'ipotesi più ottimista che i popoli africani vogliano andare in Francia o in Germania, e non si vogliano fermare da noi. A noi non ne torna comunque indietro proprio niente di buono, perché diventeremmo terra di pascolo e di transumanza infinita. E dove passa il pascolo, non cresce più un filo d'erba, tanto per rimanere in metafora. Ma purtroppo, data la già visibile conta dei danni, non è solo metafora. I primi svantaggi concreti si riscontrano nel turismo: dove c'è transito migratorio, la gente non ci va a fare le vacanze, poiché il turismo (una delle nostre principali risorse) vive innanzitutto d' immagine. Le zone adiacenti a Ventimiglia come Sanremo, Bordighera, Ospedaletti e altre perle rivierasche, saranno le prime a registrare un pesante calo del turismo, finché dura questa emergenza. Ecco perché non dobbiamo farne entrare più.
E invece da Genova, da sempre zoccolo duro e uso capione del più arrogante sinistrese, partono i cosiddetti "treni della dignità" con avvocati pro migrantes, ong & rossa compagnia. Col risultato di farci bloccare i treni alla frontiera dai francesi.
Ministro Maroni, che effetto le fa dover tirare acqua al mulino della sinistra? Ma davvero vogliamo porci al cospetto dell'Europa del Nord, come  i "nuovi ascari" dell'immigrazionismo?Avremmo contro i partiti identitari d'Europa, per chi non ci avesse ancora pensato.
Finora l'Italia si è comportata con la Francia con la sindrome Paperino, il cugino meno fortunato che cerca  per ripicca di farla pagare ad ongi costo, all'antipatico cuginastro Gastone. Quel che forse è difficile da afferrare ai più,  è che, un domani potrebbe toccare a noi la stessa sorte dei francesi. Voglio dire che se dovessimo fare il muso duro e respingerli tutti al mittente senza SE e senza MA, ci  sono già così tanti immigrati nordafricani in tutta Italia che potrebbero ricattarci e prenderci in ostaggio con sommosse da periferie italiane, da mettere a ferro e fuoco, sul modello "banlieue" francese. E come dice un'antica e saggia strategia militare, quando il nemico lo si ha già in casa, si è già persa in partenza la propria battaglia.

54 comments:

Anonymous said...

Qualche link in tema, Nessie.

Il primo sulla percentuale degli italiani favorevoli ad uscire dall’UE.

http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=17-04-2011&pdfIndex=72

È incoraggiante, ma sappiamo che nessuno darà loro ascolto, come nessuno si preoccupò di consultarli quando si trattò di approvare le ultime, disastrose tappe verso l’integrazione (Maastricht, Euro, Lisbona). Perché questo patrimonio non vada disperso in mille rivoli di sterile mugugno, urge – anche da noi – la nascita di un movimento politico fortemente antieuropeista. Cosa più facile a dirsi che a farsi, d’accordo, ma che pure va fatta, prima o poi (meglio prima, possibilmente).

Il secondo riguarda un’intervista a Ida Magli, alla quale – ogni tanto – qualcuno si degna di dare voce.

http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=17-04-2011&pdfIndex=73

Nota il tono di sufficienza di quell’idiota di Antonio Castro, che degrada al rango di “provocazioni” i suoi serissimi libri e definisce i clandestini come “poveracci” o “esercito di disperati”.

Il terzo è per Francis, il Mulo parlante, che ha ragliato l’intenzione di “alleggerire” le nostre missioni militari.

http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=17-04-2011&pdfIndex=8

Dall’articolo si capisce che non lo fa per sua iniziativa e, del resto, nessuno avrebbe mai osato sperarlo.
Si comincia dalle “guerre dell’Ulivo”, naturalmente, mentre della più dispendiosa e sanguinosa di tutte – quella impostaci dal petroliere texano – nemmeno a parlarne…

L’ultimo link è per il nostro “cugino” Nanoleone, la cui guerra rischia di finire in barzelletta per mancanza di… materia prima.

http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=17-04-2011&pdfIndex=14

In attesa che i francesi gli infilino in testa una cappello di carta di giornale e lo portino al manicomio, potrebbe rivolgersi ad Israele che lo rifornirà ben volentieri, visto che – per contratto – deve consumare un tot numero di bombe all’anno e negli ultimi tempi quei dispettosi di palestinesi non le hanno dato occasione di “smaltire”…
(no caste)

Nessie said...

Letti, grazie No caste. E mi fa immensamente piacere che anche la Magli sia della mia idea contro Maroni, quando ha detto che in Italia, nulla è più definitivo di un permesso "temporaneo". Ci pigliano per idioti?!?
Inoltre come hai potuto tu stesso notare nella percentuale del 50% che hanno gradito la mossa "maronita" ci sono dentro i votanti di sinistra, mentre a destra il Bobo continua a non piacere.
Idiota sì, quel Castro che le ha fatto l'intervista. Quaanto alla Lega che avrebbe detto - secondo il castropensiero - di "sparare" non è vero un bel niente. Per ora la Lega spara solo cazzate e si è accodata, suo malgrado, al buonismo solidarista universale. Castelli, questa affermazione l'ha fatto in tutt'altro contesto, che io ho ascoltato con grande attenzione. Ha detto a Porta a pOrta che per il momento non c'è nessuno blocco navale e che non si spara. Ma che poi se andiamo avanti così, non si sa che piega potrebbe prendere. Chi invece HA SPARATO contro di noi uccidendo a suo tempo nostri pescatori e sequestrando i nostri motopescherecci di Mazzara del Vallo, sono stati proprio i tunisini. I quali , come ha sottolineato la stessa MAGLI, alle loro acque territoriali ci tengono eccome. A differenza di noi!

Nessie said...

PS: hai sentito della sinistra e dei "treni della dignità" con gli avvocati "rossi" per intrufolare di sfroso i tunisini? Ben gli sta a quell'idiota di Maroni, se ora non ci sarà più un partito "identitario" europeo, in grado di stringere alleanza con la Lega. Che ci mettiamo a fare ora? gli "spalloni" dei clandestini?

Massimo said...

Non è piaciuta neppure a me. E anche io sono per il respingimento e la pulizia interna con retate ed espulsioni. Ma tra il dire e il fare c'è in mezzo un mare di resistenze e di enti nazionali ed internazionali che strillerebbero come checche isteriche non appena l'Italia assumesse, da sola, un atteggiamento energico. Non conoscendo quali elementi hanno in mano Maroni e Berlusconi non posso fare altro che confidare nel loro buon senso. Sanno benissimo che il loro elettorato vuole gli immigrati fuori dalle scatole e se non agiscono in tal senso ci sarà un perchè. Anche perchè dobbiamo sempre tenere a mente che gli altri sarebbero peggio.

Nessie said...

La verità la sai già da te Massimo, e non c'è bisogno che io te la ripeta. I poteri mondialisti ci fanno scegliere tra il cencio e lo straccio, e non vogliono che vada al governo una vera destra identitaria. Il derby (truccato) che si gioca è il seguente:
a) centrosinistra: porte spalancate agli immigrati.

b) centrodestra: porte semiaperte.

Risultato? quel che vediamo.


SE e QUANDO arriverà una vera destra, provvederanno a fare arrivare un incidente automobilistico, o aereo, o dinamitardo, o per mano del solito un pazzo fanatico, il leader in questione. Chiaro no?

Anonymous said...

Sì, Nessie, ho letto da qualche parte dei cosiddetti “treni della dignità” e dei compagni avvocati, che a me ricordano quelli del Soccorso Rosso (e probabilmente sono gli stessi, salvo eccezioni dovute a motivi anagrafici). Ma non potrebbero nulla, senza il decisivo appoggio di una Magistratura che rifiuta di applicare le leggi vigenti. Basterebbe questo a sciogliere un Ordine in aperta rivolta contro i legittimi poteri dello Stato (Esecutivo e Legislativo), altro che “golpe”…

Non ho visto quella puntata di Porta a Porta, ma mi fido ciecamente della tua parola.
Castelli non è mai stato un “falco”, pur essendo un abilissimo polemista, e non credo si sia espresso nei termini che gli vengono rimproverati. E se anche lo avesse fatto, non ci sarebbe niente di scandaloso: Zapatero ha sparato; e perfino il Cagasotto, in un raro momento di lucidità, squittì che bisognava sparare sugli scafisti.
I confini si difendono con le armi, se gli “altri” non vogliono sentir ragioni. Lo tengano a mente i patriottardi dell’ultima ora, che appena un mese fa celebravano intabarrati nel Tricolore.
(no caste)

PS:
Massimo: Malta, Spagna e tutti gli altri non temono gli strilli altrui. Come mai?

Nessie said...

Errata corrige: nel commento a Massimo volevo dire "al leader in questione". Ricordo addirittura un intero governo di destra identitaria, polacco rasato al suolo di recente, con a capo Lech Kaczinsky e con la ministra della Sanità Ewa Kopacz, colei che si rifiutò di fare acquistare i vaccini della cosiddetta "suina" al governo polacco.

Nessie said...

No caste, traduci :-) : il Cagasotto sarebbe Casini? ogni volta mi sembra di leggere i Malavoglia del Verga, ciascuno col suo soprannome :-).

Le frasi di Castelli, sembrano dette per suscitare scandalo presso le anime belle e far emergere i "poliziotti del pensiero", prima ancora che si passi alle vie di fatto. LO ripeto: nessuno ha detto un "beh" quando i nostri pescatori italiani furono uccisi dai tunisini, perché andarono a guadagnarsi un pezzo di pane in acque non loro. Brutti ipocriti e pezzenti che non sono altro! Parlo della sinistra, naturalmente.

Eleonora said...

Ma figurati se ascoltano l'elettorato. Poco ci manca che le nostre navi vadano a prenderli direttamente sulle spiaggie africane. Più passano i giorni e più mi convinco che anche questo governo è malato dal midollo. Dulcis infundo... secondo Tremonti (anche se ho visto che sei passata da me) dice che gli extracomunitari in italia lavorano tutti... bhe, se il lavoro è anche spaccio, prostituzione, rapine, violenze e associazioni a delinquere, ha ragione. Ma farsi qualche bicchiere in meno e andare più in giro a guardarsi intorno, gli aprirebbe un pò gli occhi. Perchè il mio uomo lavora anche la domenica (sai, senza sussidi è difficile arrivare a fine mese lavorando solo 5 giorni la settimana) perchè fa un lavoro molto modesto e non pretende di stare dietro ad una scrivania e io, come già detto, accetterei qualsiasi lavoro, se solo ci fosse per me.

Nessie said...

Hai tutte le ragioni del mondo a lamentarti della sparata "antiitaliana" di Tremonti. E ti rispondo qui, quel che ho già detto da te:

Tremonti, di cui da un po' di tempo ho imparato a diffidare,nonostante la sua intelligenza, ha preso dritte fresche di scuderia dai suoi comparuzzi dell'Aspen Institute, una consorteria massonica di cui lui è presidente. Quando si dice il caso, eh?
Nulla è per caso.

Eleonora said...

Per ora comunque sto lavoricchiando. Non so fino a quando ma va bene così. Ecco perchè rispondo sempre in ritardo nel mio blog.

Nessie said...

Meglio che niente, Ele. Il discorso di Tremonti è assai ambiguo, perché non tiene conto di alcune cose essenziali:

1) in un paese civile è normale che il figlio di un muratore voglia fare il medico o l'avvocato. Questa si chiama "promozione sociale". E allora Tremonti dovrebbe spiegare perché negli anni '60 e '70 c'è stata un'incentivazione al tanto decantato "diritto allo studio" e alla corsa al diploma e alla laurea.

2) Tremonti non dice: di quanti falegnami abbiamo bisogno? e carpentieri? e muratori? e imbianchini? e idraulici? E' in grado di fare una stima tra apertura delle frontiere verso i flussi migratori e il fabbisogno REALE di mano d'opera in Italia?

3) perché Sacconi suo collega del Welfare ha parlato addirittura di 100.000 immigrati da inserire, se solo 25.000 tunisini stanno provocando il caos che vediamo?

marshall said...

Nessie,
tra le altre cose, bisogna vedeve da chi vengono emessi quei documenti.

Ho fatto una piccola indagine con un pubblico ufficiale fuori servizio, e pare che di fatti del genere, come quello narrato IN QUESTO POST ne stiano venendo a galla parecchi.

Che Dio ci salvi da quella che si preannuncerebbe come un'ondata di potenziali imbrogli!

Anonymous said...

secondo me bisogna considerare in tutti i discorsi la densità di popolazione estremamente elevata (visto che, per fortuna, in cima ai monti non si può abitare) che c'e' in Italia, più elevata a parer mio che quella in Francia. Comunque l'Europa è sovrapopolata e si sa benissimo che oltre una certa densità aumenta l'aggressività 8a prescindere da autoctoni o meno) ...se poi naturalmente lew culture sono diverse comincia una reciproca insofferenza. Inoltre c' è anche un discorso di sostenibilità del territorio. Athena

Nessie said...

Pienamente d'accordo Athena. Dell'impatto sull'ambiente non ne parla nessuno. Così abbiamo degli ambientalisti del Menga che mentre si preoccupano di salvare l'ultima foca monaca, o l'ultima tartaruga marina, nulla fanno per il problema demografico da te accennato. Per ripulire Lampedusa dall'accumulo di escrementi e di rifiuti accumulatisi durante la permanenza dei tunisini, non basta un intero esercito. E umiliare i nostri soldati a fare gli spazzini e i raccoglitori di escrementi, invece di pattugliare le coste, è quanto di più mortificante ci sia.

Anonymous said...

Si tratta sempre di lui, Nessie: il Caghetta dei nostri incubi (dei miei, per lo meno). Altrimenti noto come Cagoja, il Sub, Fini(to), il “Vuoto riempito di nulla” (questa è mia), lo Sheridan dei poveri, ecc.
Pronunciò quella frase all’epoca in cui, per giustificare lo stipendio, co-firmava leggi scritte da altri, come oggi firma libri scritti da altri senza neppure leggerli…

Condivido la tua opinione su Tremonti.
È il miglior ministro di questo governo (l’ho già scritto e non ritratto). Ho letto e apprezzato il suo ultimo libro, elaborato in anticipo rispetto all’inizio della grande crisi. Mi è piaciuto quando ha posto dure condizioni alle banche per accedere ai fondi statali, al contrario dei suoi colleghi esteri che invece hanno distribuito denari a man bassa. È stata musica per le mie orecchie sentirlo dire, ospite al Tg 1, «dalla crisi si esce con più Stato e più decisamente», o quando – ad un meeting di Cl – parlò di partecipazione dei lavoratori agli utili d’impresa, dopo avere invitato gli “esperti” in economia a fare silenzio per qualche mese, essendosi dimostrati incapaci di prevedere la crisi.
Poi me lo ritrovo Presidente dell’Aspen Italia, a parlare ed agire come uno di “l’oro”.
Sembra diventato il Jekyll/Hyde della nostra politica, e la cosa mi piace sempre meno…
(no caste)

Nessie said...

Devi sapere, no Caste, che anche Casini voleva sparare sugli scafisti. Che coraggio, per Pierfurby!

johnny doe said...

I treni della dignità,le biennali della democrazia,il se non ora quando,il corpo dignitoso delle donne....ma quando la finiranno con ste caszzate fantozziane?

Nessie said...

Ecco bravo Johnny, ti do uno spunto per il tuo prossimo post: un bestiario luogocomunista e terzomondista.

Nessie said...

PS: No caste, Tremonti dice di non vedere motivi per bloccare l'immigrazione. Gliene do subito uno io: le ultime quattro righe del mio post.
Più ce ne mettiamo in casa, più rischiamo di essere ostaggio delle loro violenze. Se poche migliaia hanno ridotto in quel modo la nave Excelsior, è il caso di dire che stiamo per imbarcare acqua e andare a fondo tutti.

Nessie said...

Marshall, "potenziale imbroglio", dici?


Ma lo sai che prima di imbarcarsi su navi-carretta che costano 1500 euro, quando ne esistono di regolari di linea a non più di 350 euro (dove però devi essere registrato) questi fanno il falò dei documenti?

Il Jester said...

Ti adoro! :-) Ottimo punto di vista!

Anonymous said...

non so se è già stato postato...

http://www.stampalibera.com/?p=25368#more-25368

e qui un link tratto dai commenti

http://affaritaliani.libero.it/cronache/immigrati_maroni150411.html

sareth

Anonymous said...

so che andate pazzi per tettamanzi...

http://www.ilgiornale.it/interni/lultima_tettamanzi_lomelia_ad_personam/18-04-2011/articolo-id=518078-page=0-comments=1

effettivamente ha sbragato, per tre ragioni.
la prima consiste nel compito di istruire i fedeli nella fede senza incaponirsi nella politica, nella cronaca o in altro.
è un errore catechetico.
la seconda è quella di non considerare il reale pericolo che si cela dietro le continue ondate migratorie, quindi ue & affini, di sicuro non vicini alla chiesa.
terzo, è un errore che esponenti importanti quali vescovi e cardinali compiono di tanto in tanto, appoggiando un movimento, una persona o un partito. è dalla fine dell'urss che vaticano e cei non danno indicazioni nette, si limitano (e non è poco) ad invitare i fedeli nel scegliere chi in primo luogo rispetta i valori non negoziabili (e tutto ciò che ne segue).

l'impressione generica che posso trarne è che il cardinale non conosca bene il problema. è un pò troppo facile richiamare al doveroso aiuto che dobbiamo fornire, ma di sicuro non possiamo permetterci di abbassare i pantaloni. mi sembra che l'italia paghi già la sua quota all'onu (vorrei sapere in quanto consiste) e questi è responsabile tramite la sua struttura di essere a tutt'oggi incapace di far rispettare le leggi, di difendere la democrazia, di aiutare i popoli che versano nella fame, di impedirne lo sviluppo...

a questo aggiungiamo che il popolo italiano è fortemente altruista, pesantemente impegnato nel volontariato, per cui un'omelia simile sembra veramente fuori luogo.

sareth

Giovanni said...

Beh, lo sfortunato Paperino di notte si mette calzamaglia e mantello e si trasforma nell'intrepido vendicatore mascherato. Chissà che prima o poi anche il Paperino italiano non decida a diventare Paperinik :D :)

Nessie said...

Grazie Jester, troppo buono! :-)

Sareth, mi vuoi proprio far venire un attacco di bile nella settimana santa? Beh, allora parlami di Tettamanzi. A proposito, quand'è che lo rottamerete?

Purtroppo gli Italiani col loro proverbiale "altruismo" non aumenteranno le loro possibilità di sopravvivenza. In casi di disgrazia, infatti se la cavano meglio gli egoisti. Non sarà molto cristiano dirlo, ma è la verità.

Nessie said...

Giovanni, il mantello nero e la maschera non fa lo Zorro :-). Spero che la Lega dopo questa vittoria dei partiti identitari del Nord-Europa, non intenda fare il servo sciocco della sinistra e dei centri sociali. Una mossa così tragica come il permesso semestrale ai tunisini avrebbe giusto potuto inventarsela qualche Soccorso Rosso. Che difatti ha subito colto la palla al balzo per andare sui treni GE-Nizza a fare un po' di caciara.

Anonymous said...

"
Sareth, mi vuoi proprio far venire un attacco di bile nella settimana santa? Beh, allora parlami di Tettamanzi. A proposito, quand'è che lo rottamerete? "

so che vi piace e che appena potete lo prendete a freccette...
io ho solo anticipato i tempi :)

sareth

Josh said...

@Sareth su tettamanzi:

"...unire legalità e la sicurezza con l’accoglienza e il sostegno alla fragilità..."

sì è proprio ora che questa parte della chiesa, serva dell'Eu e dell'Onu e di mondialisti-speculatori vari, spenga definitivamente le trasmissioni.

Peccato che della fragilità degli italiani senza casa, senza soldi o senza lavoro non si occupi MAI nessuno, meno che mai la Chiesa, tutta intenta a far venire extracomunitari preferibilmente islamici. Smettano almeno di romperci, cristianamente parlando, s'intende, incapaci come sono di occuparsi dei propri concittadini, prima di quelli altrui ed esteri.
Il mio 'sostegno' se lo sognano.

Nessie said...

Per inciso Josh, gli extracomunitari ormai in chiesa li mettono a dire Messa. Pare che la vocazione sacerdotale sia in disuso e allora che si fa? Lo si chiama da "fuori". E dato che ho un certo gusto per la buona forma linguistica, sentire un prete che parla italiano come una vacca spagnola, fa sì che io mi sia definitivamente allontanata da quei luoghi. Non si pretende il Latino (che sarebbe comunque più liturgico), ma almeno l'Italiano, perbacco.
Tralascio poi su certe chiese che ormai sembrano case del popolo.

Huxley said...

Ieri c'stata l'assoluzione cum laude della banda Bassotti: Morgan Stanley, Bank of America, Citi e Deutsche Bank.

Com'era quella battutona, "La legge è uguale per tutti", ma per alcuni è più uguale che per altri.

Anonymous said...

rendete troppo facile ciò che non vi garba.
un vescovo non rappresenta nella sua interezza la chiesa. tettamanzi può parlare quanto gli pare, chi comanda nella chiesa non è lui. lho detto prima, ci sono elementi nella chiesa che parlano come non dovrebbero, c'è momento e luogo per ogni cosa (senza considerare che anche un'eccellenza ha il diritto di dire la sua).
il problema vocazionale non è recente, per coprire le parrocchie abbiamo dovuto ricorrere ad aiuti esterni, spesso provenienti dall'africa. non ho mai avuto occasione di trovarmi in tali situazioni. anche qui un poco di pazienza serve. un tempo inviavamo missionari e ora dobbiamo chiederli.
@josh, devo obiettare su quanto affermi e in particolare sulla chiesa chee non fa nulla o non si preoccupa degli autoctoni. sei solo disinformato, la chiesa opera in silenzio, non fa campagne elettorali. la crisi vocazionale si fa sentire anche in questo ambito.
al contrario do ragione su certi elementi che hanno sposato le tesi mondialiste (non entro troppo nello specifico). vi sono sempre stati elementi interni che hanno appoggiato le mode, sia esteriormente che interiormente (giungono persino a negare punti cardini della fede). lasciami dire che non sono ben visti ne dai confratelli ne dai fedeli.
in questi casi lamento che la gerarchia è troppo morbida.
noto sempre un pò di confusione generale in materia di immigrazione. ciò è dovuto anche a persone come il tettamanzi.
faccio solo presente che i primi a dare l'allarme e a quantificare la gravità dell'ondata furono esponenti della chiesa di tripoli.
gli stessi avvisano che solo in libia vi sono circa 1/1.5 milioni di persone in attesa di imbarcarsi,
ma che le stesse partenze dalle coste interessate sono state ben poche. la chiesa è conscia - e per chiesa intendo papa, gerarchia, popolo - del reale pericolo. non si è mai nascosta dietro il paravento umanitario. il problema, o pericolo se volete, c'è tanto per noi quanto per loro.
ieri criticavo aspramente l'onu che sperpera solo denaro senza combinare di fatto nulla. sono i missionari gli unici (e per mezzo di essi la chiesa o le comunioni a cui fanno riferimento) che aiutano questi popoli nella loro terra.
chiaramente non possiamo chiedere di affondare i barconi, ma di rispedirli indietro certamente.
ancora, rendo edotti coloro che non sono a conoscenza della denuncia del vescovo di tripoli
passata in assoluto silenzio quando, dopo la risposta piuttosto dura del regime libico ai desideri del popolo e nonostante vi fossero ampi margini di trattativa, l'intervento celere della coalizione (in particolare quello francese) mandò tutto per aria. nella sostanza fù impedito (o forse ritardato appositamente) all'italia di muoversi.
infine, come ho detto poc'anzi, sebbene vi siano personaggi che fanno proprie tesi mondialiste, eurocrate e quanto altro di peggio giri al momento, tali tesi sono perlopiù antagoniste dello stesso credo cattolico.

sareth

nuovopatriota said...

Nessie siamo arrivati all'estremo della logica umana:
Invece di prendere esempio dalla Francia, e richiudere le frontiere attuando dei sani respingimenti a mare, il signor Maroni è arrivato a raggirare quel poco di giusto fatto dai francesi per costringerli ad accettare questo maremoto umano.
E tutto ciò mentre gli sbarchi proseguono.

***************************************
+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

Nessie said...

Ho sentito, caro Huxley e temo che Tanzi faccia parte di quei pesci piccoli che vanno sacrificati per salvare i pezzi da 90.

Nessie said...

Caro Sareth, io ti risponderò asciuttamente che questi miracoli della chiesa di cui parli non li ho visti, che dopo il Concilio Vaticano II la chiesa si è secolarizzata, mondializzata e indebolita. Che sul problema migratorio anche le tesi di Biffi non mi convincono, perché non era contro l'immigrazione, ma solo contro quella "islamica". Forse che i romeni che sono cristianissimi non hanno fatto anch'essi la loro parte di misfatti? Guarda, proprio l'ultimo in ordine di tempo riguarda un povero idraulico 53enne di Ventimiglia ammazzato a suon di calci e pugni per aver difeso suo figlio. E che dire di quel filippino (un'altra etnia considerata cristiana) che ha ucciso la contessa di cui era al servizio? No, guarda, è meglio lasciar perdere questi discorsi perché non sono proprio in vena di porgere l'altra guancia o come dici tu "di aver pazienza". Ne abbiamo avuta anche troppa, ed ecco come siamo conciati sempre per la paura di sembrare "razzisti": calpestati, umiliati, ammazzati, stuprati, rapinati e nel miglior dei casi ci portano via il lavoro. Amen!

Josh, se lo crede risponderà per la parte che lo riguarda.

Nessie said...

Patriota, hai focalizzato con chiarezza il problema con il quale mi affanno a scrivere in questo blog. Ovviamente mi sento rispondere la solita tesi "nel paese dei ciechi beato chi ha un occhio". Ebbene quell'unico occhio che è la Lega è stato sfondato come quello di un ciclope e MARONI sta facendo l'ascaro dell'immigrazionismo presso i francesi, che ancora hanno un po' di attributi.

Anonymous said...

@nessie, guarda che non ti do torto, anzi sono concorde.
sono tra quelli che non incolpano il vaticano secondo della pesante secolarizzazione, è un discorso a parte, ma non mi è chiaro cosa intendi per miracoli.
la tesi di biffi era valida fino ad un certo punto, ed oggi non lo è più a causa dell'immane massa che vuole arrivare. altresì bisogna pensare - cosa che certamente sarà stato fatto - sulla menzogna della ue in merito all'immigrazione, là dove garantivano che sarebbe giunto unicamente personale richiesto e specializzato.
ciò che mi racconti lo firmo e lo timbro, l'immigrazione extra-ue e intra-ue ha colpito anche me in modo quasi diretto.
un conto e dire che tettamanzi fa parte della ghenga, un altro metterci tutti dentro.

sareth

Nessie said...

E chi ti ha messo dentro Sareth? Una cosa sono certe gerarchie, un'altra cosa sono i cattolici, galassia diffusa anche questa, ma per quanto riguarda la frequentazione di questo blog, sono i cattolici conservatori (come l'amico Josh) quelli che danno i contributi migliori. E del resto i cattosinistri o peggio, i cattocomunisti alla Bindi, qua non trovano trippa per gatti.

Pensa a don Colmegna della Caritas, che digiuna per i rom, quando certi comuni ne ordinano lo sgombro. Ma tu l'hai per caso visto digiunare quando il rom Mailat ha stuprato e ucciso a colpi di pietre la povera signora Giovanna Reggiani? Io no!

Anonymous said...

Si, il Tremonti degli ultimi tempi sembra contraddire vistosamente quello di un paio di anni fa. Temo si sia oramai trasmormato in Mister Hyde e non mi piace affatto con questi continui ostentati atti di devozione globalista e turbocapitalista.
Per rimanere in tema: ma dove li prende i soldi per mantenere e dare assistenza a questa massiccia e da lui invocata ondata di immigrazione?
Per le pensioni, l'assistenza sanitaria, per quella degli anziani, dei disabili anche gravissimi, per le opere pubbliche ecc i soldi non ci sono MAI e si riducono sempre. Invece per l'assitenza degli immigrati e per le missioni militari all'estero ci sono SEMPRE.
Su cosa comporta nella pratica quotidiana il multiculturalismo sarebbe interessante fare qualche riflessione. Un accenno: un amico ingegnere tempo fa mi diceva che in Francia con l'estinzione dei vecchi muratori francesi, che erano degli artisti, i progettisti hanno dovuto modificare il modo di costruire per renderlo accessibile alla nuova mano d'opera non qualificata straniera. In pratica sono tornati indietro in quanto a qualità. In altri campi mi viene detta la stessa cosa.

>Sareth: sono d'accordo su quanto fa la Chiesa, in silenzio, nelle missioni e nel nostro Paese. Temo però che sul versante politico contino e pesino quelle politicamente corrette e conformi della Chiesa progressista.
Scarth

Nessie said...

...ecco anche Scarthorse (tra i cattolici conservatori, di cui dicevo poc'anzi a Sareth, che danno ottimi contributi ci metto anche te).

Scarth, hai sentito l'ultima di Sacconi sui 100.000 immigrati in più da concordare con la Confindustria? E' chiaro che Tremonti ha fatto la dichiarazione che ha fatto se ci sono in ballo di queste pastoie. Lui e Sacconi (ministro del Welfare) lavorano di concerto.

Anonymous said...

Ti credo che a Konfindustria fanno comodo 100.000 altri immigrati: visto che non possono (per il momento) reintrodurre la schiavitù così se li possono sfruttare per bene, tra un ricattino e l'altro, e mettersi in tasca un bel po' di soldi in più.
Scarth

Nessie said...

Sì, ma degli altri due compari che ne dici, Scarth? parlo del duetto Tremonti-Sacconi che fanno da procacciatori di nuovi schiavi alla Konfindustria. E bada bene che noi siamo qui incazzarci per 25.000 tunisini che si sono aggirati per la Penisola fino ad andare in Francia (finalmente ce l'hanno fatta, a quanto pare), ma dei 100.000 annunciati che non vedremo? Quelli ce li rifilano in Italia e mai li vedremo. E quando li identificheremo, sarà tardi. Li troveremo "già integrati".

Josh said...

@Sareth che dici
"@josh, devo obiettare su quanto affermi e in particolare sulla chiesa che non fa nulla o non si preoccupa degli autoctoni. sei solo disinformato, la chiesa opera in silenzio, non fa campagne elettorali. la crisi vocazionale si fa sentire anche in questo ambito."

In molte parti ti ha risposto Nessie.
Per il resto ti dico no, ti sbagli tu, disinformato sei tu. La chiesa fa una vera e propria attività di sostegno totale degli extra, nascosta e palese come una campagna elettorale, MA non è ugualmente aperta per gli italiani nel bisogno: a partire dagli alloggi parrocchiali, dati tutti ad extracomunitari, e non solo perchè tutti gli italiani ne abbiano già uno.

Insegno in una scuola cattolica da anni, e ho un parente Monsignore, qualcosa da dentro l'ho vista, che ne dici....
Bene Ho avuto amici (tra l'altro cattolici e italiani)dagli anni 90 ai 00 e passa trovatisi da soli con gravi problemi economici e di lavoro e salute durati anni,
e ci ho dovuto pensare io, dalla Chiesa NIENTE DI NIENTE.
Mai.
Non dico alloggi o regalie ma nessun tipo di conforto, manco 2 lire con il pretesto di tagliare un prato....se non "prega"; gli alloggi parrocchiali invece si sdanno agli allogeni e altre regalie idem: all'italiano proprio sotto al ponte, certo la mensa Caritas non nega l'ultimo piatto di pasta ma finisce lì, niente più di questo.
Se ti basta come esperienza. Non dico oltre per riservatezza, e perchè sono anni che a spizzichi se ne parlava anche in passato qui da Saura Plesio.
Da un punto di vista dottrinale invece la deriva non è piccola, e magari fosse solo quella di Tettamanzi.

Anonymous said...

@Josh, evidentemente abbiamo esperienze diverse.

@Scarth, il mito progressita ha colpito anche noi

sanno che non c'è lavoro e si accordano su altri immigrati? mah...
quasi quasi sembra la politica di d'alema che vuole aumentare il pil importando immigrati.

p.s. ottima la sentenza sul caso parmalat :(

sareth

Anonymous said...

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=Z70JA

risponde in parte a quanto mi domandavo

sareth

Anonymous said...

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=Z6YSS

sareth

Anonymous said...

Cara Nessie, la coppia Hyde Tremonti-Sacconi disgraziatamente è perfetta: tanto valeva votare direttamente PD.
A proposito di Hyde, sentita oggi su Radio 24: si lamentava per l'oppressione fiscale cui sono sottoposte le imprese. Ma non non è lui il Ministro delle Finanze? O forse è il Dottor Jekyll ?
Scarth

Nessie said...

Sareth, sono con una connessione lenta e non mi si apre il link.


Scarth, preparati che c'è una manovra finanziaria aggiuntiva in arrivo sul primo binario. E sempre per accontentare L'OR signori.

Anonymous said...

Maroni stava per essere buttato fuori dalla Lega anni fa, per un dissidio con Bossi. E' uno senza attributi, di quei mediatori alla Chamberlain, i soliti struzzi che nascondono la testa sotto la sabbia.
All'orizzonte un Churchill non si vede manco col binocolo... per quanto siamo in una situazione così disperata che anche lui non saprebbe che pesci pigliare.
Citatemi un politico determinato, coerente, che non faccia marcia indietro... pensate a quel flagello di Dio di Frattini... hihihi
Le uniche che ogni tanto hanno il coraggio di dire, o gridare, pane al pane e vino al vino sono la Santanchè e la Mussolini...

- Andrea -

Anonymous said...

http://www.stampalibera.com/?p=25517#more-25517

sareth

Josh said...

@sareth:
così en passant, non come fonte di documentazione vera ma come caso generico, ti segnalo 2 blogs personali di cattolici (uno un sacerdote, l'altro di una signora coinvolta nella comunità) che faranno testo per se stessi, ma fino a un certo punto, per sentire il polso della situazione....
per mostrarti che non si tratta solo di Tettamanzi, o 'di una parte della chiesa' ma che c'è un vero andazzo di rimescolamento della fede cattolica con certa politica, apertura agli extra & co, divenuti dogma, tali che è come avere una visione da rifondazione comunista su scala cosmica teologica, o che fosse nella Bibbia stessa (spulcia pure, anche nei loro post degli anni scorsi, altro che 'famiglia cristiana'):

il sacerdote:
http://divano.ilcannocchiale.it/

la signora:
http://rosaspina_mia.ilcannocchiale.it/

ecco che allora non si tratta più solo di qualche monsignore stravagante, ma di un'opera di martellamento a tutti i livelli.

Anonymous said...

@nessie, non ho mai negato questo (poi andrò a leggere qualcosa sui blog). come disse il papa, c'è molta sporcizia nella chiesa. il problema è che queste persone trovano spazi ed eccessiva risonanza e nessuno dice qualcosa. succede anche nel privato, più di una volta mi hanno risposto definendomi estremista o altro che manco ricordo. la responsabilità, se esiste una fede mitizzata ed influenzata dal neopaganesimo, è in gran parte dovuta ai media. questo senza togliere le responsabilità della gerarchia. amaramente dico che si va troppo leggeri e a rilento con le punizioni e con le scomuniche. sorvolo sull'appoggio politico che talvolta si fornisce sotto elezioni. son cose che ho già scritto.

sareth

Nessie said...

Andrea, Maroni è un mollaccione che ultimamente si riempie solo la bocca di parole pretesche come "solidarietà". Se la Lega non regola i suoi conti, perderà alle prossime amministrative. Eppoi io che vivo in Padania, devo dirti che non sappiamo più dove girarci da tanti immigrati ci sono. La deterrenza? Non la vedo. Sì, Frattini è un vero flagello di Dio.

Nessie said...

Sareth, il discorso è troppo lungo. Lo rifaremo in altre sedi. Intanto, ti auguro Buona Pasqua.