26 November 2010

Tutti in fregola sui tetti

Di Pietro sorride soddisfatto: "Ahhh! Mo' ce l'ho fatta pure io"

Il cantautore Antonello Venditti pensa di fare un concertino sui tetti: tutta pubblicità


Vendola ha più diritto al tetto degli altri dato che l'hanno paragonato a Gatto Silvestro
Bersani è stato il primo a dare il buon esempio facendo da apripista. Dopotutto si è laureato con 110 e lode




Ci sono tetti di sinistra e tetti di "destra", arrampicatori di sinistra e arrampicatori di "destra". Come Fabio Granata del Fli-fli.


  
 Hanno chiesto al regista Dino Risi come mai avesse abbandonato la commedia all'italiana. Rispose lapidario che la comicità si era trasferita dallo schermo al Palazzo della Politica. Ecco dunque i Nuovi Mostri. Risi è morto, ma  a G. Romero, noto regista di popolari horror non mancheranno comprimari da scritturare. Votereste gente simile?

60 comments:

marshall said...

Nessie,
Fabio Granata, è uno di quei quattro arrampicatori, e la faccia ce l'ha proprio tutta. Non ricordo più dove l'ho visto "arrampicarsi", ma so che interpretò assai bene quella parte, tanto da farmi slambiccare dalle risate per le assurdità che stava dicendo, l'onorevole dei miei ... . Adesso che ci penso bene, mi sembra che seduta al suo fianco c'era quella gran bellezza della tua "cara amica".
Per quanto riguarda Tonino 'o trebbiatore di Bisaccia, il grande "amico" di Sarcastycon, aspettiamo il rientro di costui, e sono certo che ne ricaverà una vignetta sontuosa da archiviare, come è mio solito fare.

Nessie said...

Sì Marsh, è lui. Arrampicatore in tutti i sensi dato che il suo neopartitucolo dispone di molti sponsor. Hai commentato da me in perfetto sincronismo, mentre commentavo da te sull'affaire Finmeccanica.

marshall said...

E Venditti che ci sta a fare? Deve lanciare qualche nuovo cd e la tv non gli basta più? Ormai l'è vecc anca lù, son passati anche per lui i tempi del sessantotto, quando lanciò quel pezzo che, da ragazzino, lo rese alquanto famoso (non ricordo più il titolo: qualcuno m'aiuti!).

Nessie said...

E' lì per ricordare: "Formidabili quegli anni", dato che è sempre stato di sinistra e soffre di nostalgie sessantottare.
Quale canzone? Roma Capoccia? La notte prima degli esami? Nata sotto il segno dei Pesci? Lilli? Sara?

Non riesce a piacermene una...

marshall said...

Nessie,
caspita! sei una musichiera! Ti ringrazio per la bella sfilza di titoli, forse era Lilli o qualcos'altro? Bò.
Che mi ricordo di certo di lui è che era uno scapestrato ribelle; proprio un degno sessantottino, quindi, a quel che ho inteso! E con questa notizia m'è andato parecchio, ma parecchio giù di giri anche lui.

Eleonora said...

Magari mi sbaglio ma la riforma Gelmini non è molto simile alla riforma che voleva attuare (e poi non ce l'ha fatta) l'ex ministro Mussi? Non ricordo tutto 'sto casino in quel periodo.

Marsh, Venditti era lì perchè non vuole che la cultura muoia.

Nessie said...

Hai ragione Ele. Purtroppo certe riforme vengono pilotate dalla Ue (Cameron docet). Ma se invece di Gelmini-Tremonti recassero la firma Fioroni-Bersani, tutta questa cagnara non ci sarebbe stata.Questo è certo.

Marsh, segui i notiziari finanziari perché mi sa che in questi prossimi giorni ne sentiremo delle belle.

Nessie said...

PS: Granata la sua scalata su FLI l'ha già lanciata :-). Finalmente da Eleonora ho letto un bell'articoletto dell'Occidentale su chi finanzia il FLI-Fini.

http://www.loccidentale.it/articolo/nella+lunga+campagna+di+fini+a+farla+da+padroni+sono+i+padrini.0099169

Angelo D'Amore said...

a breve anche silvio ci andra' per dimostrare, quando sara' scippato del suo governo. lui pero', a differenza degli altri, sul tetto si calera' dall'alto del suo elicottero.

Nessie said...

Che t'aggia a di' Angelo? Se ti piacciono tanto, accatateville!

Vanda said...

Dovremo riformulare la frase" Tutti giù per terra" con "Tutti giù dal tetto!" Ancora meglio "Tutti giù dalla Rupe Tarpea"!

Massimo said...

Granata NON è di Destra. Tutti quelli che si sono arrampicati sui tetti oltrepassando il limite del ridicolo sono sinistrati. :-)

marshall said...

Nessie,
ho letto il bell'articoletto che m'hai consigliato, e sto pensando di crearci un post.
A proposito di fregola per la scalata ai tetti, sai se su quello ci è salito anche Luca Barbareschi? perchè sai, scrissi bene di lui quando andò a Tv Talk, ma su di lui mi calò la sua mannaia Siro, il quale mi mise in guardia su quanto fosse infido falso e dissimulatore Barbareschi. Ora, a distanza di tre anni, devo dire che Siro ebbe ragione. In effetti, anche dall'attore ho sentito discorsi ambigui e da arrampicatore di specchi, per cui non mi stupirei se avesse dato anche lui la scalata a quel tetto, il tetto della "notorietà".

p.s.
peccato non sia ancora rientrato Sartcastycon. Sai quante esilaranti vignette gli ispirerebbero quelle scene da rincitrulliti citrulli!

marmando said...

Il fatto che tutti questi arrampicatori non vengano semplicemete buttati di sotto, palesa la fazosità politica della manifestazione studentesca.

Anonymous said...

Nessie ti invito a leggere questo articolo di Veneziani, con gustosissimi e fantasiosi calembours finali.

http://www.ilgiornale.it/interni/si_piazza_riforma_piu_radicale/27-11-2010/articolo-id=489689-page=0-comments=1

(no caste)

Nessie said...

Letto No caste. Spassosissimo! certo che Gianbecchino con tutti quei sodali come La Morte e Della Vedova, è un programma :-)).

Nessie said...

Massimo, sapevo che ci saresti cascato:-) Se hai notato la parola "destra" era virgolettata. Inoltre, mai sottovalutare il nemico: questi non si limitano a scippare il simbolo PDL come vuol fare Bocchino. La loro battaglia "futura" (e non futurista) sarà quella di mostrare che la vera "destra" europea non può che essere immigrazionista, multikulti, pro matrimoni gay ed eutanasista. Perciò stai in campana.

Nessie said...

Vanda, magari!

Marmando, benvenuto nel club dei Malpensanti.

Caro Marsh, stavolta Sarc non può aggiungere niente alle vignette che non si siano già fatti da soli :-). Le fotografie sono già caricature di se stessi.

Anonymous said...

Eh sì, Nessie, quel Gianbecchino presidente della camera ardente con la sua corte è un vero spasso…
Ma anche le futuribili sigle dell’UDC. E quel “Lutto Continuo” più rivelatore che mai…
Questa destra sinistrata è talmente “nuova” e “futurista” da essere solo una sinistra in ritardo di quarant’anni… infatti ha appena scoperto il sessantotto.
Soltanto che “allora” poteva avere un senso, ma adesso…
(no caste)

marshall said...

Fuori tema.

E'cché, Nessie,
vuoi imparare il napoletano, con quell' "accattateville"?
Se ti interessa qualche lezione di elementi basilari del napoletano, te la potrei dare anch'io, oppure c'è giusto Massimo, qui sopra, che con quel ritrovamento del Facite ammuina dei tempi del prode Prodi ci fece tanto sollazzare
"e chi nun tiene nient'a ffà,
s'aremeni a'cca e a 'll'à".

A parte le risate per quell'episodio legato al governo Prodi, proprio in quell'occasione scopersi che il napoletano è una grande lingua, senzaltro superiore al milanese (non me ne vogliano i miei conterranei!): vedi, tra le altre opere, le significative poesie di Totò, tra le quali "A livella", che sono grandi pennellate d'autore.

marshall said...

E qui c'è anche il celebre Venditti con la sigaretta in mano: altro cattivo esempio da "non" fare imitare!

Anonymous said...

Un’altra sequenza fotografica del bestiario tettaiolo…

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=33170:arrampicatori&catid=83:free&Itemid=100021

È corredato da un articolo della Perini pieno di rimpianti per l’ “occasione mancata” nel ’68, a conferma di quanto ho scritto sopra: sinistrati in ritardo di quarant’anni.
A lei ricordo che fu Almirante, allora vice segretario del MSI, ad ordinare a Caradonna di portare i suoi Volontari Nazionali alla Sapienza. E che fu lui in persona a guidare le “operazioni di sgombero”.

Quanto al commento di Blondet, aggiungo solo che - modestamente - vado scrivendo da anni che il Giancoso può essere al massimo considerato un tattico, ma è (come D’Alema) un pessimo stratega…
(no caste)

PS:
Nota il rimbrotto del Corriere della Pera…

Anonymous said...

E' certo che la "cagnara" si scatena solo perchè c'è al governo Berlusconi. Con i Salotti al potere fila tutto liscio come si è sempre visto: nessun articolo, nessun Annozero, nessuna manifestazione, nessuna commento dall'estero ecc ecc.
Sai Nessie prima di finire il tuo articolo, vedendo quelle foto, ho pensato anch'io ai "NUOVI MOSTRI".
Ridono sulle macerie che loro stessi hanno creato. Che schifo.
Scarth
P.S. : ho visto che, come riportano Libero e Giornale, al Governo sta venendo il leggero sospetto che ci sia un "complotto, alla faccia del tempismo: sono in ritardo di quasi dieci anni. Ma una volta preso atto che possono fare visto non possono nemmeno fare affidamento sugli apparati statali?

Nessie said...

Scarth, finalmente si svegliano alcuni giornali (pochi, per la verità). Hai letto questo pezzo?

http://www.ilgiornale.it/interni/governo_strategia_colpire_litalia_la_nuova_frontiera_guerra_fredda/27-11-2010/articolo-id=489697-page=0-comments=1

Qualcosa bolle in pentola se quel che scriviamo noi da tempo, ora lo scrive qualche giornale. Ma questo sarà il tema del mio prossimo post.

Per ora c'è l'OPA sui tetti :-)

Nessie said...

Mi fa piacere che la foto dello Zombie arrampicante col sigaro tra i denti, faccia il giro del web, caro No caste. A volte vale più un'immagine che cento parole pe ridicolizzare certi personaggi. Certo che anche Granata sul tetto che per non essere da meno, si riduce a fare il sinistro tra gli studenti di Architettura è patetico.

Nessie said...

Marsh,quella dell'ammuina della marina borbonica la sapevo anch'io.

Anonymous said...

Ciao Nessie, grazie per aver richiamato l'attenzione su quell'articolo di Foa ( purtroppo sono in arretrato con le letture). Articolo spettacolare che farà incrementare le attività per la chiusura del Giornale.
Ciao!
Scarth

Nessie said...

E non è tutto. Tenete d'occhio anche il suo blog, Scarth

http://blog.ilgiornale.it/foa/

C'è un dibattito vivace e interessante che ci fa sentire un po' meno soli, dato che credevo che solo qua dentro si osasse parlare di certa roba.

marshall said...

Nessie,
m'è venuta un'idea.
Siccome il miliardo in più per la scuola è stato dato (ovviamente tagliando altre voci di spesa), e siccome non ci sono più altre risorse disponibili (se non aumentando le tasse), propongo a quegli arrampicatori-scalatori di tetti di aprire - tra tutti i loro elettori, adepti, seguaci, simpatizzanti e quant'altro - una colletta per la scuola. Vedrai che saran tutti lì gongolanti di piacere a sborsar quattrini per la "giusta causa della scuola" (oggi c'è stata anche la Susanna Camusso che chiede risposte o sciopero: risposte a che?), così come han fatto i cari condomini del mio palazzo ai quali non è andato nemmeno bene di pagare 10 euro all'anno per sei anni per installare un servoscala del costo finale di 3200 euro per essere usato da disabili ecc. Sai cosa han risposto al disabile?: se non gli va bene se ne può andare.
DEVI SAPERE CHE IN QUEL PALAZZO SON QUASI TUTTI DI SINISTRA.

Alla faccia della solidarietà di sinistra!
E credi che se van su loro, le cose tanto da loro auspicate per l'Italia - compreso anche ancora più soldi per le scuole - ci saranno?
Oh poveri illusi!!

marshall said...

Ho letto l'ultimo articolo di Marcello Foa e, anche alla luce di quanto sta scritto, mi chiedo cosa possano fare questi quattro saltimbanchi della mutua, scalatori assaltatori di tetti: buffoncelli, patetico-esilaranti citrulli.
Ah poveri noi!

Nessie said...

Hai fatto bene, Marsh a ricordare quell'episodio autobiografico del tuo condominio, così chi passa di qui si rende conto di questi ipocriti sepolcri imbiancati della solidarietà del Menga. Quella che si urla nelle piazze, quella dei diritti universali dei popoli, ma che poi si è incapaci di fare con il proprio vicino di casa.

Ma certo che no, il miracolo dei pani e dei pesci, con questi chiari di luna globali, non lo può fare nessuno.

Anonymous said...

Anche a me, Nessie, fa piacere constatare l’effetto moltiplicatore del web…
Il web è importante, e non per niente c’è chi trama per imbrigliarlo…
Fra qualche giorno, probabilmente, ci ritroveremo a commentare le rivelazioni di Wikileaks. Non sono ancora uscite, ma il solo annuncio ha già messo in fibrillazione i governi di mezzo mondo.

Circa un mese fa mi son trovato a dibattere con un ragazzo che, a un certo punto, ha incominciato a parlarmi del signoraggio bancario (a me…). Dopo averlo ascoltato gli ho chiesto dove avesse appreso le sue nozioni. Mi ha risposto: «Da Internet». Ne sono rimasto favorevolmente colpito, e gli ho spiegato quello che ancora non sapeva…
Disponiamo di uno strumento potentissimo (finché ce lo lasceranno) col quale possiamo far in modo che le idee che finora hanno camminato con le zampe delle formiche, incomincino a galoppare con quelle dei cavalli.
Dipende da noi.
(no caste)

Nessie said...

La nostra consapevolezza aumenta, è vero, ma non fermerà di certo i pescecani voraci già all'opera per papparsi il prelibato boccone Italia. Ovviamente parlare di complotti internazionali da parte del Berlusca e di Frattini, è considerata roba da paranoici maniaci ossessivi perfino dai cronisti di quella stampa che avrebbe invece interesse ad approfondire e a divulgare le verità nascoste (caso Mentana vs. Frattini docet). Intanto ti copioincollo un commento che ho trovato sul blog di Foa circa wikileaks:

"Attention, please!
Sono in dirittura d’arrivo le balle stellari di WikiLeaks (= sito whistles – lie) che ci riguarderanno molto da vicino (in quanto italiani) .
Ho appurato che le pantegane di Soros sono già all’opera (in internet) per fungere da cassa di risonanza.
Domando:
« Mister Cass Sunstein, non è che lei ne sappia qualcosa?»

Postilla:
Cass Sunstein è stato nominato dal Senato americano come capo “dell’ esoterico ufficio” OIRA (= Office of Information and Regulatory Affairs) che opera all’interno della Casa Bianca.".

Mi piacerebbe sapere se in queste indiscrezioni da "pantegane" che stanno per arrivare, si parlerà anche di tutti gli aiutoni che ha finora ricevuto Fini dalla Casa Bianca e dalla sua amica Nancy Pelosi.

Anonymous said...

Nessie anche io sono persuaso che dietro possa esserci una manovra, rafforzato in questa convinzione dalla facilità con cui certi “ambienti” super protetti vengono violati e notizie super segrete rese di dominio pubblico (neppure i nostri sgangherati servizi lasciano trapelare nulla).
Ho citato l’episodio come esempio della potenza della Rete: il solo annuncio di rivelazioni è bastato a mettere in agitazione parecchia gente…

Poi leggeremo le “notizie”. Ma per quanto mi riguarda so fin da ora che non saranno sufficienti a farmi cambiare le idee che mi sono fatto sulla guerra in Iraq e il suo corollario.
Temo piuttosto che si prenda la palla al balzo per dare un giro di vite al Web. Sarebbe un danno soprattutto per le voci libere e indipendenti, poiché “loro” continuerebbero comunque a disporre delle corazzate dell’informazione. Mentre noi dovremmo tornare al volantinaggio…
(no caste)

Nessie said...

Il web conviene a tutti indistintamente, per ora. E darvi un giro di vite significherebbe non assecondare quelle logiche commerciali per cui è nato.
Temo che l'operazione sia ancora più sosfisticata. E cioè a forza di frullare fango su fango anche per le inezie, si crea un mare magnum in cui diventerà impossibile discernere il vero dal falso, la bufala gonfiata, dalle verità oggettive.
In altre parole, di ogni cosa è possibile anche il suo contrario.

marshall said...

Nessie,
ho utilizzato la foto di Venditti per il mio post.
Mi scuso e ti ringrazio per il permesso che mi sono arrogato.
Ciao

Nessie said...

Ma figurati Marsh. Le foto circolavano già sul web e io non ne sono di certo depositaria del copyright. Web volant.

marshall said...

Nessie,
pausa per me di straripanti risate; ottime per la razione giornaliera consigliata dalla medicina ufficiale contemporanea: ridere fa bene alla salute, mette in moto oltre 50 muscoli facciali, e attiva la circolazione sanguigna facendo pompare più vigorosamente il cuore. Cominciavo a sentire la mancanza delle vignette di Sarcastycon, ma qui vedo che tu l'hai superato in verve satirico-umoristica: mi avvedo solo ora delle didascalie delle foto e non ho potuto fare a meno di espellere roboanti risate nel leggerle. Sprizzanti inesauribile ilarità la prima, la terza, e la quarta. E comunque dò il massimo voto di apprezzamento alla terza e soprattutto alla quarta, quest'ultime inesplicabilmente micce di esplosioni di risate!
Complimenti, sai anche generare momenti di alta ilarità!!

Anonymous said...

Sulle "rivelazioni" di Wik... sospetto un pacco regalo in arrivo per una quantità di motivi:
1.E' stata creata proprio dagli organi istituzionali USA una risonanza mondiale preventiva.
2.Ma quanto è stato facile trafugare tutto quel materiale da posti inaccessibili ma che stranamente diventano accessibili ad intermittenza...
3.Gli americani non hanno fatto nulla per impedire la divulgazione, anzi tutto il contrario.
4.Usando questo metodo si fa credere implicitamente che tutto quanto sarà pubblicato è automaticamente vero.
5.Gli USA possono per esempio colpire e distruggere il nostro Berlusca ed il nostro governo senza metterci la faccia ma recitando addirittura la parte delle vittime.
6.Si può essere certi che questa "fuga di notizie" nuocerà a chi è inviso agli USA ma non agli USA stessi. E questa è la cosa più strana.
Avremo modo di riparlarne temo.
Scarth

Nessie said...

Caro Marsh, in attesa dell'uragano wikileaks (un ignobile dossieraggio fatto dalle pantegane di Soros) e dell'affaire Finmeccanica e le sue ripercussioni, si ride per non piangere.

Nessie said...

Scarth, i tuoi sei punti sono tutti condivisibilissimi. Lunedi o magari anche stasera, aggiorno il blog perché come dice Agatha Christie, tre e passa coincidenze fanno un piano. Ma chi parla di piani, strategie e complotti è paranoico. Chi li mette in atto invece, nella più assoluta segretezza e con l'arroganza del potere, invece è un dio che merita venerazione. A questo siamo ridotti, per colpa di una sinistra lacché e servile e della "pseudodestra" finiota, creata ad arte per scippare la sovranità del voto.

CloseTheDoor said...

Scusate, ma solo Berlusconi sarebbe danneggiato da wikileaks - o come cavolo si scrive? Se proprio di manovra si trattasse, mi pare che il 'pesce grosso' sia Putin (ed eventualmente il petrolio da cui l'Italia dipende).

Cioe' non credo che l'Italia sia COSI importante nello scacchiere internazionale, quanto noi vogliamo credere.

CloseTheDoor said...

Vorrei rispondere brevemente a chi parlava della tentata riforma Mussi : credo anche io che quell'ipotesi di riforma non avrebbe suscitato lo stesso vespaio, per una semplice ragione: i contenuti sarebbero stati leggermente diversi. Cioe' a fronte di direttive europee che impongono di far entrare i finanziatori privati nei CdA delle università, la Gelmini ha colto la palla al balzo per escludere in toto i professori universitari dal CdA stesso. Dubito che Mussi avrebbe fatto altrettanto, essendo professore universitario.
Segnalo anche che, guardando la cosa dall'interno - la sottoscritta lavora all'università - il "putiferio" di cui si parla non c'è proprio. Cioe' ci sono i ricercatori che protestano perché vanno ad esaurimento (oltre che in esaurimento) e tentano il blocco della didattica, ma non hanno raccolto praticamente nessuna forma di solidarietà da parte dei professoria ssociati e ordinari, che sembrano incapaci di qualunque ccordinamento, ed evidentemente appagati del fatto che la potente riduzione di stipendio avviata da Tremonti, in proporzione a loro si applicherà molto meno.

Augh! Ho detto.

Nessie said...

No di certo. Non sarebbe solo Berlusconi il danneggiato. Ma per quanto tu pensi che l'Italia non conti un tubo nello scacchiere internazionale, è pur sempre una testa di ponte sul Mediterraneo che l'America non molla e non mollerà MAI. Inoltre ha un ruolo-chiave nella Nato e nelle sue basi. E ancora, ti consiglio di leggere (visto che sei una. grande lettrice) il libro "Confessioni di un sicario dell'economia" di John Perkins, un libro-testimonianza agghiacciante su come si costruisce l'impero globale americano e su cosa succede se appena appena c'è qualche "alleato" che vuol fare di testa propria:

"un sicario dell'economia è un professionista il cui lavoro consiste nel convincere paesi strategicamente importanti per il suo datore di lavoro (spesso gli USA) a contrarre significativi impegni finanziari con la Banca Mondiale, con l'agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID)e con altre organizzazioni umanitarie.

I prestiti che questi organi internazionali si vedono richiedere vengono giustificati in base a straordinarie previsioni di sviluppo economico, spesso inventate, che vengono stilate dagli stessi sicari.

In base al contratto degli impegni finanziari, i prestiti vengono poi reinvestiti in opere pubbliche commissionate a multinazionali del mondo occidentale, e nel rimpinguare le casse delle poche famiglie che detengono il potere reale delle risorse naturali del paese protagonista.

I problemi per la nazione sorgono quando si tratta di ripagare il debito verso le associazioni di credito internazionali" (vedere wikipedia e altre recensioni del libro): http://it.wikipedia.org/wiki/Confessioni_di_un_sicario_dell'economia

Per quanto possa non piacerti Berlusconi, non c'è dubbio che managerialmente parlando abbia voluto fare di TESTA PROPRIA (Putin e Southstream, Gheddafi e anche alcuni accordi energetici separati col Montenegro).
A Enrico Mattei, l'autonomia imprenditoriale non è stata perdonata. A Berlusconi nemmeno.
Scenari déjà vu di cui parla esaustivamente il libro che ti ho consigliato.

Nessie said...

No di certo. Non sarebbe solo Berlusconi il danneggiato. Ma per quanto tu pensi che l'Italia non conti un tubo nello scacchiere internazionale, è pur sempre una testa di ponte sul Mediterraneo che l'America non molla e non mollerà MAI. Inoltre ha un ruolo-chiave nella Nato e nelle sue basi. E ancora, ti consiglio di leggere (visto che sei una. grande lettrice) il libro "Confessioni di un sicario dell'economia" di John Perkins, un libro-testimonianza agghiacciante su come si costruisce l'impero globale americano e su cosa succede se appena appena c'è qualche "alleato" che vuol fare di testa propria:

"un sicario dell'economia è un professionista il cui lavoro consiste nel convincere paesi strategicamente importanti per il suo datore di lavoro (spesso gli USA) a contrarre significativi impegni finanziari con la Banca Mondiale, con l'agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID)e con altre organizzazioni umanitarie.

I prestiti che questi organi internazionali si vedono richiedere vengono giustificati in base a straordinarie previsioni di sviluppo economico, spesso inventate, che vengono stilate dagli stessi sicari.

In base al contratto degli impegni finanziari, i prestiti vengono poi reinvestiti in opere pubbliche commissionate a multinazionali del mondo occidentale, e nel rimpinguare le casse delle poche famiglie che detengono il potere reale delle risorse naturali del paese protagonista.

I problemi per la nazione sorgono quando si tratta di ripagare il debito verso le associazioni di credito internazionali" (vedere wikipedia e altre recensioni del libro): http://it.wikipedia.org/wiki/Confessioni_di_un_sicario_dell'economia

Per quanto possa non piacerti Berlusconi, non c'è dubbio che managerialmente parlando abbia voluto fare di TESTA PROPRIA (Putin e Southstream, Gheddafi e anche alcuni accordi energetici separati col Montenegro).
A Enrico Mattei, l'autonomia imprenditoriale non è stata perdonata. A Berlusconi nemmeno.
Scenari déjà vu di cui parla esaustivamente il libro che ti ho consigliato.

Nessie said...

Sulla riforma Mussi non saprei dirti perché con i SE e con i MA non si fa storia e il governo Prodi è durato troppo poco per saperne di più. E' evidente che se fai la ricercatrice universitaria, tu ne sappia più di noi.

CloseTheDoor said...

No certo non si può fare la storia con i "se".
Volevo solo dire che sono perfettamente d'accordo con te sul fatto che la UE ha una struttura antidemocratica e che le 'direttive' che fornisce sono opache, malgrado condizionino pesantemente le nostre vite. Tuttavia anche se ci sono queste direttive, gli interessi difesi dalle varie parti politiche permettono di negoziare con queste direttive, in un senso o nell'altro.

Tornando a Wikileaks, ho seguito lo speciale di Mentana. La quantità di notizie imbarazzanti e umilianti per quasi tutti i partners degli USA è tale, che personalmente mi sono fatta l'idea che ci deve essere stato un dipendente del Pentagono licenziato o mobbizzato per qualche ragione, che ha deciso di vendicarsi facendo il maggiore danno possibile alla diplomazia americana.

Sono curiosa di leggere il tuo prossimo post sull'argomento Nessie :-)

Aldo said...

C'è chi si occupa di tetti e chi preferisce le tette.

Lo so, è una battuta orrida, ma mi è venuta così, pensando che è difficile trovare altri argomenti sui quali "destra" e "sinistra" possano essere in contrapposizione al di là del livello formale.

Va be', dai, magari vi ho strappato un sorriso.

Nessie said...

Come no Aldo? Una volta tanto hai trovato un argomento bipartisan :-)

Close su wikileaks può anche essere come dici, ma secondo il mio modesto fiuto sento odore di pantegane di Soros. Poi magari potrei anche sbagliare. Saprai bene cosa sono le figure degli spin doctors, suppongo. Ovvero, gli addetti all'avvelenamento mediatico. http://it.wikipedia.org/wiki/Spin_doctor

Huxley said...

Il mio ragionamento è molto semplice su wikileaks, gli 'incidenti' veri fanno la fine delle email IPCC sul cambiamento del clima, vengono seppelliti sotto qualche tonnellata di sabbia.
Quando i media mainstream danno un così grande risalto significa che la cosa è voluta.
Gli autori e i motivi non mi sono del tutto chiari, ma sono convinto che l'Italia è solo una parte dell'obiettivo.

Anonymous said...

Nessie, dopo una prima e veloce scorsa ai documenti di Wikileaks confermo quanto ho anticipato ieri. Non c’è nulla che possa farmi cambiare giudizio sugli avvenimenti degli ultimi anni.

Non mi meraviglia l’ipocrisia puritana di chi mostra riprovazione per le “feste selvagge” di Berlusconi, avendo già scordato gli… studi orali di Monica Lewinsky. Né mi sorprende la diffidenza con cui il Cavaliere viene visto a causa dei suoi rapporti con Putin: ne abbiamo scritto decine di volte e dunque – per noi – non costituisce una novità.
Come, purtroppo, non deve stupirci l’uscita di Frattini, il quale – benché non richiesto – si è subito affrettato a prestare soccorso. Come il fedele cagnolino che continua a leccare la mano del padrone anche dopo essere stato preso a calci…
(no caste)

CloseTheDoor said...

Non so perche', ma di tutto quello che è emerso c'è una notizia minore che mi ha colpito più di tutte, e cioè che alla Slovenia è stato proposto di accollarsi la detenzione di terroristi incarcerati a Guantanamo... in cambio di una visita di Barack Obama. Devo dire che ho trovato poche cose così umilianti.

@ No Caste

scusa a quale 'uscita' ti riferisci?

Anonymous said...

«Faremo di tutto per aiutare l'America»

http://www.iltempo.it/2010/11/29/1220193-faremo_tutto_aiutare_america.shtml

(no caste)

CloseTheDoor said...

Ah, okay! NoCaste, hai di fronte un diplomatico !
La frase va tradotta con: "Se becchiamo il co****** che ha causato questo casino ve lo consegnamo legato mani e piedi e coperto di piume"

:-D

marshall said...

Nessie,
hai colpito nel segno.
Ma chi vuoi che ci sia dietro Wikiles, o come cavolo si chiama?
Oggi le borse europee sono state massacrate ben bene, eppure c'è stata quella bella notizia del salvataggio dell'Irlanda che, in altre occasioni, avrebbe fatto schizzare tutte le borse all'insù. E allora chi vuoi che ci sian sotto, se non i soliti grossi speculatori del calibro di Soros che si mettono a vendere grosse partite di titoli allo scoperto, sicuri che l'indomani troveranno una massa di coloro che glieli cederà per due cocomeri e un peperone, ad un prezzaccio ancor più basso di quanto i vari soros li han svenduti.
Tutto questo, ovviamente, finchè gli andrà bene, finchè troveranno la massa di ignoranti che crederanno alle panzanate e correranno a precipizio a svendergli i propri titoli.
E' sembre andata così in borsa, Nessie, è la famosa storia dei citrulli del parco buoi. Poi, all'improvviso, quando le intercettazioni di wilkiles si riveleranno per quel che sono, cioè gossip da comari, i listini si riprenderanno precipitevolmente.
Tutto questo, come sempre, alla faccia dei gonzi creduloni (ne troverai uno nel mio blog)
Ciao.

Nessie said...

Sì, appunto No caste, Frattini poteva risparmiarsi di scodinzolare e La Russa pure. Più ci trattano a calci in faccia più dovremmo ingraziarceli?

Marsh, se lo dici tu che sei un esperto di montagne russe di Borsa, ci credo. Tutti questi su e giù e queste voci che fingono di essere dal sèn sfuggite, ma che in realtà vengono messe ad hoc in circolazione, non possono che creare schizofrenie borsistiche, guarda caso.

Anonymous said...

"Sì, appunto No caste, Frattini poteva risparmiarsi di scodinzolare e La Russa pure. Più ci trattano a calci in faccia più dovremmo ingraziarceli?"
Sottoscrivo. Ma devo proprio parlare ad ogni costo? Poi che quella di Wik... sia una "fuga di notizie" non me la bevo: basta vedere l'effetto.
Scarth

Nessie said...

Huxley, è evidente che l'Italia non è l'unico obiettivo. Ma è parte di un progetto globale e mondialista dove non è ammessa nessuna mossa di autonomia.

ProEuropa said...

E sulla casta il PD si spacca. I fondi per i ricercatori? Sì sì, andiamo anche sui tetti se serve... ma non ci toccate i rimborsi "rapinati"...

http://www.ilpost.it/2010/12/01/pd-emendamento-universita-partiti-sposetti/

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/pd-chi-vota-contro-luniversita/2139401

Protestanti in piazza, intrallazzatori in Parlamento. Ma quale credibilità possono avere?!

Nessie said...

Grazie per i links Proeuropa.