06 July 2010

La sovietizzazione degli USA

Apprendo dal blog di Marcello Foa che in America hanno appena approvato la legge per spegnere Internet. Si legga  tutto qui per chi non ci crede. La notizia in lingua originale qui. Obama forse si è distratto o se era presente durante il passaggio al Senato, dormiva. In ogni caso, chi tace acconsente. Se qualcuno si fa ancora l'idea che l'Alleato nonché Stato-guida del cosiddetto Occidente sia ancora il paladino dei diritti, è bene che ci ripensi. Aborrisco poi l'idea di avere per principio uno Stato-guida, termine che mi ricorda gli scellerati periodi dell'Urss coi paesi satelliti. L'Europa rischia la satellizzazione allo stato Moloch atlantico. L'America si sta sovietizzando e penso (e spero) che gli Americani farebbero bene a  cominciare a oliare quei fucili che il secondo Emendamento consente (beati loro!) di detenere nelle loro abitazioni, prima che sia troppo tardi.
Intanto si spera bene che alla Camera il provvedimento in oggetto venga fermato. In caso contrario, sarebbe un altro passo ignominioso verso quella dittatura del Pensiero Unico globale che è già in atto.

Qui da noi non ce la passiamo meglio. Apprendo dal citato blog di Foa, da Giova  e da Massimo, che il  blog Il Legno Storto è stato colpito dalla repressione giudiziaria per una querela di 100.000 Euro da parte di Pier Camillo Davigo. Sul blog di Giova, l'intero testo della lettera dei gestori di Legno Storto Antonio Passaniti e Marco Cavallotti.  Questi piccoli giornali on line, blog e siti si basano sul volontariato e non dispongono di somme elevate di denaro per far fronte a simili attacchi.  Ovviamente in questo caso, non ci saranno cortei da parte della Federazione Nazionale della Stampa, non si parlerà di diritto d'espressione conculcato né tanto meno, di violazioni all' art. 21 della Costituzione.  
Solidarietà al Legno Storto e giù le mani dalla rete.

21 comments:

Massimo said...

Disturbiamo se pensiamo con la nostra testa e diffondiamo le nostre idee con i mezzi che il progresso ci ha messo a disposizione ? Evidentemente, sì. Quindi vuol dire che abbiamo ragione ... e noi scriviamo di idee e proposte, non di massaggi e massaggiatrici ... ;-)

sarcastycon said...

Nessie
bentornata!
Le notizie dal mondo e dall'Italia sono sempre peggiori...
Se Silvio molla, non capisco perchè non lo faccia, e continui a perdere tempo con questa mandria di stupidi che c'è in Italia,piuttosto che starsene al mare circondato da odalische, come farei al suo posto, siamo fregati.
Dopo di lui il diluvio.
Rimangono solo politicanti vanesi, gente inutile, presuntuosa e, sopratutto,incapace, sia a dx che a sx. Perchè se a sx dalemallah e a dx(?) fini, vengono considerati i più "intelligenti" figuriamoci gli altri...

In Usa quando eleggono presidenti democratici è quasi sempre una tragedia,speriamo per tutti che alle prossime elezioni di mezzo termine,mi sembra che siano il prossimo ottobre,perdano la maggioranza al senato e possibilmente anche alla camera.
Certamente sarebbe un freno per quell'incapace di Obama che sta stravolgendo in peggio il suo paese.Cmq i giornali lo stanno attaccando,non ricordo quale, ha scritto che è "il primo presidente donna...."
nel senso di femminuccia, perchè se gli americani avessero eletto una donna vera, non la cornutaccia,probabilmente, le cose in america sarebbero andate meglio ed anche da noi.

Il secondo emendamento ci vorrebbe anche in Italia....
ciao
Sarc.

Nessie said...

Sì Massimo, disturbiamo. Ma la beffa atroce è che poi si va a esportare la democrazia nei paesi totalitari pensando di avere qualcosa da insegnare, senza però aver fatto prima repulisti a casa nostra.
Inoltre viene pure il sospetto che questi mezzi tecnologici che il progresso ci mette a disposizione siano un'immensa banca dati per il Big Brother universale.

Nessie said...

Ciao Sarc.
Pur avendo la maggioranza del Paese, temo che i paletti che verranno posti sul percorso di questo governo, non saranno pochi. Chissà se regge da qui a settembre.

Quanto ai governi americani di segno democratico, avrei da dirne molto anche su quello repubblicano. La verità è che siamo stati "neocoglionati". Nel senso dei neocons, tutti comunisti di matrice trotzkista messisi al servizio di Bush. Il quale era troppo rozzo e ignorante per capirlo. Senza contare che aveva un ministro del Tesoro (Henry Paulson) che faceva parte del giro delle porte girevoli. Prima era un uomo della Fed, poi suo ministro. Ma guarda un po'...Esattamente come l'attuale Tim Geithner con Obama.
Il sistema delle sliding doors americane fanno quasi sembrare Berlusconi e il suo conflitto di interessi, un ingenuo scolaretto.

Anonymous said...

Ciao Nessie, diventa sempre più evidente ciò che era più o meno celato, cioè l'avvento di un Terzo Totalitarismo dopo i primi due.
Spero di sbagliarmi, perchè se così fosse sta dimostrando di essere straordinariamente subdolo.

Nessie said...

Sei Scarth o Dionisio?
Purtroppo non possiamo che prendere atto che si tenterà di mettere la mordacchia a tutti i popoli, cercando di far saltare gli stati sovrani.

Anonymous said...

Scusa Nessie ho dimenticato di firmare, sono Scarth.

eugenio said...

In fondo non c'è poi tanto da stupirsi dato che Obama ha sempre avuto la fissa di Internet e delle guerre informatiche.
Il suo alibi di ferro è la "lotta al terrorismo internazionale". E con questo tutti buoni buoni e zitti zitti.
Bin Laden è introvabile, il mullah Omar pure ma in compenso ai cittadini americani sarà proibito esprimere opinioni sgradite.

Nessie said...

Sì Scarth ti avevo riconosciuto :-).

Vero Eugenio. La lotta al "terrorismo internazionale" è sempre un ottimo pretesto per il controllo dei mezzi di informazione. In verità se la sicurezza di un paese come gli USA, fosse alla base di tutte queste preoccupazioni si darebbe lo STOP alle immigrazioni. Ma queste invece sono come lo spettacolo. Show must gon on, perché innanzitutto c'è il PIL uber alles.

Anonymous said...

«Purtroppo non possiamo che prendere atto che si tenterà di mettere la mordacchia a tutti i popoli, cercando di far saltare gli stati sovrani».
_________

Gli stati sovrani salteranno, Nessie, oppure saranno ricondotti alla “ragione”, con le buone o con le cattive.
Nel primo caso, attraverso il “commissariamento” da parte dell’usurocrazia mondialista; nel secondo, con colpi di stato più o meno cruenti ordinati dalla medesima.
Ti consiglio questo interessante articolo

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=17101:il-problema-e-la-democrazia&catid=83:free&Itemid=100021

È un po’ lungo, ma vale la pena di essere letto per intero, note comprese.
Adesso è più chiaro il motivo per cui la costituzione europea – di fatto – concede di sparare sulla folla in tumulto.
Se prima lo sospettavamo, ora ne siamo certi…
(no caste)

Nessie said...

Sì no caste, se prima lo sospettavamo adesso ne siamo certi. Andare a esportare democrazia (possibilmente colorata) in tournée per il mondo per poi toglierla a casa nostra, mi pare una pessima idea.
L'articolo è effettivamente lunghetto e l'ho letto per sommi capi. Ma è evidente che la "democrazia rappresentativa" mostra le sue corde. Anche perché gli eletti, per poter rimanere in carica, devono essere graditi a lorsignori delle caste bancarie e del gradimento del popolo se ne fregano. In caso contrario, saltano.

Anonymous said...

Nessie, magari andassimo solo ad esportare democrazia, benché non richiesti (ma questo dettaglio pare non interessi nessuno)…
Purtroppo andiamo ad imporre, a suon di bombe, una grottesca caricatura della “nostra” democrazia, che è già di suo una presa in giro.
Recentemente in Afghanistan abbiamo “garantito” perché le elezioni fossero spudoratamente truccate da un governo corrotto e connivente con talebani e narcotrafficanti.
Agli ingenui che si chiedevano cosa stiamo a fare, da nove anni (il doppio della prima guerra mondiale), in un paese di sabbia e rocce ha risposto pochi giorni fa il Pentagono, rivelando le enormi ricchezze contenute nel suo sottosuolo. Che presumo siano state già spartite tra l’or signori i committenti, per quali quello che per tutti è stato un inferno piovuto dal cielo (l’11 settembre) si è istantaneamente trasformato in manna.
(no caste)

Nessie said...

No caste, sulla dottrina trotzkista dell'esportazione della democrazia (una variante della dottrina della rivoluzione permanente di Trotzky) leggi qui:

http://www.lewrockwell.com/paul/paul110.html

in realtà si tratta di diritto di rapina e di saccheggio di materie prime. E cosiddetti neocon (che io chiamo neocoglions) ne sono l'avanguardia pazza e incosciente di questo sistema.
Leggi anche questo dal blog di Gio88:

http://gio88-giova.blogspot.com/2010/07/fermatela-e-fermate-i-neo-con.html

Anonymous said...

Letto, Nessie, e grazie per la segnalazione.
Da parte mia ti rinnovo l’invito a leggere per intero l’articolo che ho linkato, anche se lungo. Purtroppo non posso fare un copia e incolla delle sue parti più salienti, poiché quel sito – dopo l’ultimo attacco degli hackers – non ne offre più la possibilità, nemmeno agli abbonati.

I “neocoglioni” (anche in francese, come sai, “con” ha quel significato…), al pari dei loro epigoni e scimmiottatori nostrani, sono in gran parte ex comunisti o giù di lì. E hanno portato nella nuova “casa” i loro peggiori difetti, primo fra tutti quel senso di superiorità antropologica che li porta a sentirsi investiti della missione di disegnare il mondo a loro immagine e somiglianza. Cosa peraltro funzionale ai disegni di chi tira le fila: un deserto privo di differenze, uniformato, “standardizzato”, oltre ad essere più facile da dominare, è ciò che meglio risponde al loro modo di intendere la vita, l’economia, la produzione di beni ecc.
Ma una delle cose che più mi infastidisce è l’uso dell’espressione Rivoluzione Conservatrice in riferimento ai neo-con: la Konservative Revolution ha ben altri natali e ben altra storia, e in me evoca i nomi di Hugo von Hofmannstahl, Moeller van den Bruck, i fratelli Jünger, Armin Mohler, Gottfried Benn, Carl Schmitt ecc. O, per limitarmi ad un solo nome italiano, quello di Julius Evola. Come dire: il giorno e la notte…
(no caste)

Nessie said...

Grazie No caste, ottimi i riferimenti che citi sulla vera rivoluzione conservatrice. Altra classe, altra caratura.
I neocoglions invece oltre ad averci la famosa superiorità antropologica di matrice comunista, a conti fatti vorrebbero trasformare a suon di bombe il mondo in un vasto bazar multietnico il cui livellamento è dato da non valori quali il consumo delle merci e il denaro.
Non sono ottimista, ma in tutta sincerità non credo che riusciranno in fretta nei loro intenti, nonostante la fatidica data del 2012!

Vanda said...

Ciao Nessie e bentornata. Dallo scorso venerdi', dopo ben 26 anni, sono tornata a vivere in Italia.
Volevo informarti che il collegamento della pagina in inglese non funziona. Il tuo articolo m'interessa molto perche', come sai, ho la doppia cittadinanza.
Un salutone.

Nessie said...

Ciao Vanda, spero che non dovrai pentirtene. Ma intanto ormai constato che non c'è più un angolo di mondo tranquillo. Riecco il link in Inglese:

http://www.huffingtonpost.com/2010/06/25/internet-kill-switch-appr_n_625856.html

Ora vado a correggere anche lì nel post, dove effettivamente non si apriva. Ciao

Angelo D'Amore said...

di questi tempi...forse ti e' piu' facile parlare di unione sovietica.
saluti,
angelo

Nessie said...

Veramente ho parlato di "sovietizzazione" e non di unione sovietica. Non è propriamente la stessa cosa.

Elly said...

Capita a fagiolo questo post; Obama potrebbe spegnere internet e mettere un grosso bavaglio alla libertà. E l'Onu tace. L'onu decide invece di parlare del ddl italico sulle intercettazioni... ma che strano vero?

http://www.corriere.it/politica/10_luglio_13/intercettazioni-no-onu_42943a6e-8e6b-11df-864f-00144f02aabe.shtml

Nessie said...

E' da mo' che dico che il governo vero è situato "altrove". E l'ONU è tra quelle organizzazioni sovrannazionali che serve a ficcare il naso negli stati sovrani commissariati per l'uopo proprio da questi organismi. Ci delegittimano perfino i parlamenti pur di mettersi fra le palle a creare intralci d'ogni genere. Intercettare i cittadini dal grande orecchio ECHELON è BENE, ribellarsi invece è male. Viviamo un mondo capovolto, cara Elly.