21 December 2009

Il Natale ritrovato


Ogni anno mi dico che non devo raccogliere le provocazioni delle cattive maestre a cui è andato in pappa il cervello. Purtroppo la scuola è diventata sempre più la scuola degli idioti e anche quest'anno non mancano manifestazioni di tenebre dello spirito che parlano di festa delle luci, denominazione grigia e  neutra per non  menzionare il Natale, presso  i soliti alunni extracomunitari. E' accaduto a Cremona il 12 dicembre scorso . Leggere qui.
 - Oh guarda Cicci bello, ora ti metto in mano una candelina e fai il giro del corridoio della scuola per festeggiare la festa dei commercianti occidentali che, guarda caso, cade in dicembre e illumina  a giorno le nostre città anche di notte. I quali in fatto di luminarie in questi giorni dovrebbero ricevere il  Gran Premio Vitello d'Oro, l'unico dio che ci è permesso adorare. Altro che Sol Invictus degli antichi Romani, tirati in ballo per camuffare! Questa è, infatti, la verità: mischiando i popoli di diverse culture e religioni, si crede di poter giungere ad una coabitazione che ne scolori le peculiarità, i riti e le tradizioni, le religioni e i miti, lasciando in vista soltanto uno strano comodo grigio: quello più gradito al consumismo e ai commerci.
Ogni popolo onori i suoi riti senza contaminazioni di sorta. Gli Ebrei si tengano il loro Chanukka,  i Cristiani si tengano il loro Natale il 25 dicembre, gli Ortodossi festeggino il loro Natale il 7 gennaio. Ma soprattutto che la si smetta di fare dell'Italia un ridicolo bazar multietnico e multiconfessionale azzerando le nostre radici nella vana pretesa di compiacere tutti. Che sono cristiane, piaccia o meno. E di cui non dobbiamo vergognarcene.

Natale vuol dire Natività di NS Gesù Cristo, per chi non lo avesse ancora capito. E anche se non si è credenti si dovrebbe rispettare almeno la genesi e l'etimologia della parola.  E' una forma di cultura anche questa.  Il Natale protestante è più legato alla tradizione celtico-pagana dell'albero principio di vita, mentre nella tradizione cattolica si allestiscono i presepi artigianali, anche se oramai alberi e presepi si mettono assieme. E fin qui ci possiamo stare, visto che pur sempre di Cristiani trattasi. Gli Islamici hanno altre ricorrenza che nulla hanno a che fare con la Natività. Che ogni confessione si tenga i propri  riti , le proprie usanze e le proprie specificità e a scuola,  non inventetevi dei  sincretismi  cretini di comodo. O meglio dei sincretinismi.

Lascio il blog per qualche giorno con questo inequivocabile dipinto di Lorenzo Lotto sulla nascita dell'Agnello di Dio. E' un'immagine tenera e   innocente quella del Bambinello che accarezza l'agnellino. C'è un che di morbido e di caldo in questa scena, basata su un modo di dipingere che è intimamente legato all'estasi della trascendenza.  Nello sfondo della mangiatoia, una sagoma di bue e d'asinello con la luce radente che penetra da una piccola finestra. Buon Natale a tutti !

41 comments:

sarcastycon said...

Auguri Nessie
ne abbiamo proprio bisogno!
Sarc.

Anonymous said...

Io nel mio piccolo qualcosa l'ho fatto: ogni anno mettevo qualche decoro in tema ai vetri delle finestre; abito a piano terra perciò chi passava poteva vederlo. Ed ogni anno era quello che trovavo: Babbi Natali, Alberi Di Natale, ecc. Quest'anno ho voluto una natività. Bè, non ci crederai quanto ho girato per trovane una. Infine ho trovato qualcosa in un negozio di casalinghi. Ed ora ho il mio bel Presepe nei vetri delle finestre. Auguroni di tutto anche a te.

Kaminito.

galerius said...

Mi è capitato di ricevere dei "seasonal greetings" da una signora americana, che me l'avrà spedito certamente con le migliori intenzioni. Ho risposto con un evidenziato Merry Christmas...

Buon Natale anche a te, cara Nessie, e a tutti i tuoi lettori.

Nessie said...

Galerius, nell'azienda di mio cognato si confezionano gadget regalo con quella scritta lì di cui parli tu. Ed è anni che lo scrivo che qui sul blog, che questi sono i regalucci della globalizzazione. Ma non credo che riusciranno a farla così franca.

Nessie said...

Ciao Sarc, trascorri un sereno Natale. Però stiamo un po' a guardare cosa accadrà domani a Montecitorio ;-)

Kaminito, la nostra storia dell'arte dal Medio Evo in su è piena zeppa di esempi di sublimi Natività. Sul sito di Sarcastycon c'è il Beato Angelico, per fare uno dei tanti esempi illustri:
http://sarcastycon3.wordpress.com/

Ma a quanto pare il mercato preferisce Babbo Natale e la Coca Cola :-(

Bisquì said...

Buon Natale a te cara Nessie :)

Anonymous said...

Buon Natale, Nessie, e speriamo bene per domani. Si, come hai scritto nell'altro post, siamo nelle mani del Signore, ma permettimi, visto che le nostre radici sono anche greco-romane, siamo anche nelle mani del Genius Loci, lo spirito, il protettore della Nazione. E che gli anglosassoni, nella loro follia, si augurino pure, tra loro, "Buona festa delle luci o della stagione", e via sragionando. Del resto, nei paesi dell'Est comunisti, c'era Babbo Gelo. Noi continueremo ad augurarci "Buon Natale" e caramelle e carbone continuerà a portarli, ai bambini italiani, una simpatica vecchina, la nostra Befana. Come ha scritto un frequentatore del tuo blog, non ce ne andremo in silenzio. Paola.

Johnny doe said...

Sincretinismo è il termine esatto abbinato a democretineria.Ma non erano loro che esaltavano la diversità,o si riferivanono solo a lesbiche,gay,trans e a loro?
Noi andiamo in capo al mondo per una quindicina di giorni,dove il Natale ha ancora senso e per respirare aria pura,dopo gli ammorbamenti degli ultimi mesi.
Ciao Nessie,ci sentiamo in gennaio.
Passa feste serene!

johnny

Nessie said...

Paola, se è per questo nel periodo della Rivoluzione bolscevica si festeggiava "la festa della derisione del Natale" e le chiese ortodosse durante i furori iconoclasti della rivoluzione vennero distrutte. Cose che sembrano lontane, ma nel Kossovo attuale i Serbi subiscono il solito sfregio nei loro templi, dagli islamici.
Per ciò che riguarda il Genius loci, non saranno di certo i nostri politici a preservarcelo, tenuto conto che non sembrano affezionati che alle loro ricche prebende. Sono i popoli che devono custodirlo con forza . Cmq speriamo in un miracolo. Perchè qui solo un miracolo può salvarci. Auguroni di sereno Natale anche a te e grazie per i tuoi interessanti interventi.

Nessie said...

Bisqui, Buon Natale a te e alla tua famiglia. Ho risposto nel post più sotto, sulla cittadinanza.

Johnny allora divertiti, rilassati e trascorri serene Festività natalizie.
Sì, credo che di "sincretinismi", non ne abbiamo più bisogno :-)
Abbiamo già toccato il fondo e anche oggi si parla di un'ennesima scuola che priva degli addobbi e delle decorazioni 97 bambini, per far contenti alcuni alunni islamici. Roba da neurodeliri!
E queste, sarebbero insegnanti "democratiche".

Massimo said...

Buon Natale !

PRESS said...

Buon Natale anche a te Nessie, nella tradizione cristiana in cui io e te ci riconosciamo e della quale non ci vergognamo. hai ragione se un giorno dovremo andarcene non sarà fatto in silenzio!

Elly said...

Buon Natale di cuore, Nessie.

E Buon Natale a tutti!

Anonymous said...

Ciao Nessie, buon Santo Natale a te e a tutti i gentili partecipanti alle discussioni.
Cerchiamo di conservare un animo sereno e pacifico anche in questi tempi venefici.
Scarth

Nessie said...

Buon Natale Massimo!

Press, Buon Natale, ma
prima di congedarci, ascolta il dibattito parlamentare domani alla Camera sulla cittadinanza.
Poi vai a leggere questo link:
http://www.tocqueville.it/LinkEsterno.aspx?id=2704302

Negare il Natale a 97 bambini per accontentarne tre, ti sembra un atto di buona didattica?

Buon Natale di cuore anche a te, cara Elly. Vai via? Io sono già su in montagna dove fiocca a gogò.

Nessie said...

Scart, hai ragione, la vera sfida è mantenere un minimo di serenità in questi tempi venefici.
Un santo e sereno Natale a te e ai tuoi cari.

sarcastycon said...

Nessie
non sono molto d'accordo su la tua interpretazione del sol invictus,è una polisemia pertanto compatibile con più religioni in più epoche.Credo che papa Liberio stabilisse la Natività proprio in quella data 25 dicembre (dall'anno 354 d.c.),perchè si era ancora vicini all'Editto di Milano del 313d.c. e difficilmente le feste vengono abolite....non dimentichiamo che in quei giorni si festaggiavano, nella antica Roma, anche i saturnali.Quindi, secondo me, prima una sovrapposizione di "feste" per poi sostituire il paganesimo, pur non abolendo le usanze "festive" acquisite dal popolo. La scelta di un'altra data, avrebbe, quasi certamente, prolungato le abitudini pagane.Pertanto il sol invictus servì anche a questo, si potrebbe dire real politik.
Ovviamente da un'angolazione teologica la differenza è sostanziale.
ciao
Sarc.

Maria Luisa said...

tanti aguri di un sereno e Santo Natale.
Maria Luisa

Anonymous said...

Buon Natale, Nessie, a te e ai tuoi gentili ospiti.

Stella

Nessie said...

Sarc, stai decontestualizzando la mia critica alla scuola così come è concepita oggi secondo le circolari ONU, Unicef e dalle organizzazioni mondialiste. Come mai che tu e io siamo cresciuti con il culto della letterina di Natale e con altre tradizioni e oggi invece le maestrine della penna rossa stanno facendo pia opera di demolizione? Chiediti perchè.
Non è il caso di andare a recuperare tanti nozioni sapienziali con queste somare che a quanto pare, non sanno nemmeno riconoscere un calendario gregoriano. La mania della modifica ad ogni costo ha intaccato perfino i cantici con Gesù che deve essere sostituito con "virtù" per non turbare gli extracomunitari.
Per le nozioni di antropologia culturale avremo tempo di riparlarne. RI-Auguri

Josh said...

Tanti Cari Auguri, Nessie :)
A te e famiglia.
Ben lontani dal gran premio Vitello d'Oro.

Anonymous said...

Grazie Nessie! Auguri di Buon Natale anche a te!
Nicoletta

Nessie said...

Josh, vedo che hai afferrato il concetto ;-).
Auguri di Buon Natale anche a te e famiglia.

Nicoletta, contraccambio di cuore.

Nessie said...

Auguri di Buon Natale anche a Stella e a Maria Luisa.

sarcastycon said...

Nessie
la mia era solo una puntualizzazione storica riferentesi a fatti e simboli lontani nel tempo e cmq sono sicuro che i muslim non accetterebbero di stare sotto la cappella del sol invictus..
Sul fine del tuo post sono d'accordo e considero quelle maestrine come amebe microcefale e per di più in perfetta malafede.
In quanto a questo andazzo, imposto degli enti non solo inutili, ma soprattutto dannosi,come quelli da te citati, bisogna opporsi, purtroppo la sx e la ex dx sono accomunate dalla voglia di distruggere la ns. Civiltà e tutto fa brodo, si dice da noi, anche mistificare i simboli del Natale.
ciao
Sarc.

Nessie said...

Sarc, il mondo della scuola lo conosco bene e le scrivanie dei capi d'Istituto (presidi e direttori didattici) pullulano di progetti futili e demenziali da parte di organismi come quelli citati che non hanno nemmeno bisogno di passare al vaglio della Gelmini. Ho conosciuto una di queste maestre troppo elementari, Watson, che passava l'intero suo tempo a far fare recite Unicef all'insegna del volemose bene universale ai bambini invece di espletare un minimo di programma e di fornire delle vere nozioni. Ecco come si coltivano poi dei futuri microcefali.
Pensa che ce n'è stata addirittura una (finita poi anche sulla stampa) che ha fatto interpretare la fiaba di Biancaneve con la protagonista in veste di Biancaneve-prostituta col principe azzurro gay.

Angelo D'Amore said...

mi fa piacere apprendere che il "partenopeo" presepe, sia diventato a detta della lega...simbolo di unita' nazionale e di comprovata tradizione storico-culturale del nostro paese.
io sul natale ho postato in maniera un po' differente.
saluti affettuosi e tantissimi auguri!!!

gio88 said...

Tanti auguri anche a te Nessie

Nessie said...

Angelo te piace o' preseppe? :-)Auguri di Buon Natale anch a te.

Ciao Gio e auguroni. Speriamo tutti in anno migliore.

Anonymous said...

Auguri Nessie. A te e ai frequentatori del tuo blog.
Visto il topic, ho deciso di postare anche da te la mia “Letterina di Natale”, confidando di non incorrere – almeno qui - nella censura di qualche sepolcro imbiancato…

Buon Natale.
A chi celebrerà la nascita di Gesù, di Mithra o del Sole Invitto
E a chi festeggerà anche solo “per dispetto”.
E “per dispetto”, mangerà carne di maiale e berrà spumante
Ricordando chi e perché si batté a Lepanto.
Buon Natale a chi lavora molto e si diverte con poco.
A chi non aspetta tempo per aiutare un amico.
A chi si arricchisce se divide, e s’impoverisce se moltiplica.
A chi è costretto a salire sui tetti per difendere un’esistenza
Calpestata da usurocrati senza decenza.
A chi pretende che il politico non sia il cameriere del banchiere
Come disse un visionario che denunciò il peccato contro natura
Avendone in cambio dodici anni di manicomio criminale.
Buon Natale a chi combatte il signoraggio della Banca Centrale
In mano ai privati.
E Buon Natale ai nostri Soldati
Che tengono alto il nome di un paese indegno di loro.
Buon Natale al Presidente, che si faccia meno generoso e più prudente.
A chi ha capito che Fini è solo una marca di tortellini
E che Casini vuol dire proprio… quello (in nomen omen).
Buon Natale a chi restituirebbe volentieri lo Zappatore all’agricoltura
E la Jena alla savana.
A chi infilerebbe Sant’oro nel cesso e tirerebbe la catena.
E a chi accetta che anche un moderato possa incazzarsi, prima o poi.
Buon Natale a chi ha resistito.
A chi non ha piegato.
A chi ha lottato e non se ne è pentito.
A chi è caduto mille volte e mille volte si è rialzato.
A chi si tiene in piedi tra le rovine.
Buon Natale a tutti voi
Le radici profonde non gelano mai.
(no caste)

Nessie said...

Grazie No caste e benvenuto nel blog. Conto di averti ancora tra i miei amici frequentatori, visto l'acume dei tuoi interventi. Conoscevo già questa spassosa "letterina" per averla già letta da Lontana. Stasera ho visto una pazza scagliarsi contro il papa durante la messa di mezzanotte. Non si è sicuri nemmmeno più nelle cattedrali. Buon Natale e serene festività.

Anonymous said...

Hai ragione Nessie. L'unica parola che mi viene di fronte ad una simile profanazione è: scoraggiante. Non ne ho altre.
E dire che non mi mancano...
(no caste)

ClaudioLXXXI said...

Nessie, un felice e Santo Natale a te ed ai tuoi cari.

sarcastycon said...

Nessie
mi sembra che anche in Vat. i servizi di sicurezza abbiano fatto una pessima figura...
Quando ho visto tutto quel trambusto,francamente ho pensato al peggio.
Ciao
Sarc.

Nessie said...

No caste e Sarc, è andata bene. Pensate che la pazza svizzera ci aveva già provato l'anno prima e sempre in occasione della Messa di mezzanotte. Sì, visti i precedenti dovevano essere più accorti e tempestivi.


Grazie Claudio, contraccambio di cuore.

gabbianourlante said...

Buone Feste cara Nessie... a te ed ai tuoi cari... torneremo a leggerci nel nuovo anno. un abbraccione

Anonymous said...

Hai ragione, Nessie, è andata bene... perché ancora una volta abbiamo visto quanto sia facile raggiungere certi obiettivi, nonostante le protezioni. Molti telegiornali esteri hanno fatto seguire le immagini di Piazza del Duomo a quelle di San Pietro, rilevando il malfunzionamento della Sicurezza. Pensa cosa sarebbe successo se al posto della Maiolo ci fosse stato qualcuno armato di pistola... il Papa ucciso in "casa sua", a pochi metri dalla tomba di San Pietro, alla vigilia di Natale... altro che Nostradamus e Segreti di Fatima...
Dunque ci è andata di lusso.
Ma questo dovrebbe spronarci a tenere sempre alta la guardia e denunciare quando ravvisiamo cali di tensione nei sevizi di scorta. E sotto questo profilo il perdonismo dilagante di certo non giova... Berlusconi ha già perdonato e dal Vaticano ci fanno sapere che la "matta" andrebbe curata e non punita. Come se non si potessero fare entrambe le cose. Come se si fosse dimenticato che le pene devono essere anche di "esempio" per scoraggiare eventuali imitatori. Come se avere scritto "psicolabile" su qualche documento sanitario, o essere semplicemente riconosciuti tali dal solito "esperto", equivalesse a possedere un certificato di impunibilità. La definizione è talmente generica e i confini della materia così... "labili" (per l'appunto) che molti di noi potrebbero esserlo. Come lo erano quelli che spararono a Begin, Reagan, il Papa, i Kennedy ecc.
Ma non per questo rimasero impuniti.
(no caste)

Nessie said...

Grazie altrettanto Gabbiano e che il nuovo anno porti felicità e prosperità a tutti.

No caste, il "perdonismo universale" ci è indotto dagli organismi sovrannazionali che sappiamo. E a quanto pare, non ne è esclusa nemmeno l'America, tenuto conto che l'attentatore di Reagan venne dichiarato "non colpevole", con grande scandalo.
Inoltre ricordo che anche la cosiddetta "pazzia" non è il buio nella mente per 365 gg all'anno e che spesso si alterna a momenti di lucidità.
Perciò non deve e non può costituire un comodo alibi, come giustamente dici. In caso contrario, assisteremo a un effetto domino, per emulazione.

Anonymous said...

Sì ricordo bene la sentenza a carico di John Hickely... Suscitò un tale pandemonio che molti stati dell'Unione abolirono o rividero le loro legislazioni sull'impunibilità per incapacità di intendere e di volere. Tuttavia non credo che l'attentatore possa dire di averci guadagnato, visto che è da ormai quasi trent'anni ospite di un manicomio criminale dal quale, probabilmente, uscirà solo coi piedi in avanti...
(no caste)

Orpheus said...

Ciao Nessie...mi sembra che gli auguri ce i siamo scambiati sul mio blog...se così non é stato...te li faccio ora, anche se in ritardo.
Tanti cari auguri di Buone Feste per te e la tua famiglia...
Purtroppo qui la connessione é lentissima, una roba da età della pietra.....
Un bacio Mary

Nessie said...

Sì, Mary, ce li siamo scambiati sul tuo blog. Cmq ti rinnovo i miei migliori auspici per un nuovo anno.

No caste, il problema è sempre quello che hai detto: la certezza delle sanzioni e della pena. Che sia in manicomio o in prigione, purchè si sconti. Invece Tettamanzi ricomincia già a parlare di indulto alle carceri di S. Vittore.