26 January 2009

Berlusconi, non ne faccia entrare più!


Berlusconi, si sa, ha un vizio: è un battutaro e non si trattiene. Quella battuta da vecchietto che si sente molto spiritoso, io, come donna, non la trovo così offensiva. Più che altro la trovo insulsa e scema. Se dovessimo mettere un soldato per ogni bella ragazza italiana - dice - non basterebbero i soldati. Veltroni che è un beghino da sagrestia "rossa" insorge e fa il "femministo": "Ha offeso le donne" .

Come donna italiana, lo ripeto, non mi sento offesa per la battuta, e il signor Veltroni non deve parlare a nome delle donne, considerato quanto è avvenuto anche sotto la sua municipalità. Come cittadina mi sento invece sfiduciata e profondamente amareggiata, nei confronti di questo governo, che peraltro ho pure votato. Il che è anche peggio. Come si fa a a dire che uno stupro con 5 energumeni stranieri incappucciati che pigliano le piccozze, sfondano i vetri di un'auto parcheggiata in un prato dove si appartano le coppiette, abusano della ragazza e malmenano il fidanzato infilandolo nel bagagliaio come uno straccio inservibile, come si fa a dire fesserie come quella che una cosa simile può sempre capitare nella vita, manco fosse un leggero incidente di percorso? E perchè invece non parla dell'allargamento dell'area di Schengen, dogma mai rimesso in questione?
E' un'idiozia da imbonitori di mobili Aiazzone (quello che invitava gli Italiani "graditi ospiti a pranzo e a cena" a casa sua). Ma davvero pensa che basti continuare a piazzare dei militari per le città per ovviare al problema stupri, rapine, furti, aggressioni, e mattanze varie? Noi Italiani (parlo al plurale , sulla base dello scontento che sento in giro e anche nei commenti esacerbati che fioccano ai quotidiani), non vogliamo uno stato di polizia coi blindati, che fatalmente restringerebbero anche le nostre libertà, per colpa degli "altri". Vogliamo che il nostro Paese torni ad essere quello che abbiamo conosciuto. Non vogliamo cedere pezzi di territorio (Lampedusa) a Gheddafi e all'Africa, ma vogliamo che si trovi il mezzo per respingere l'onda anomala umana che dall'Africa approda alle nostre coste.
Berlusconi, ci dica che razza di patti ha fatto col Beduino Gheddafi e perchè questi patti non funzionano e le navi-carretta arrivano anche in inverno, mentre invece, i denari promessi al colonello , quelli sì, li dovrà scucire, prelevandoli dalle nostre tasche. Non vogliamo che altri disperati delle carrette arrivino qui. Lo sappiamo già a memoria che NON tutti sono qui per rubare, delinquere, spacciare o stuprare. Perciò non vogliamo sentirci ripetere l'eteno ritornello buonista che "non bisogna generalizzare". E' semplicemente che non vogliamo più traslochi dall'Africa e dall'Asia qui da noi. E' chiaro?
Si può sapere come si fa a non generalizzare, quando poi generalmente prevalgono loro su di noi, già ora in numerosi quartieri? Basta dare un'occhiata anche solo nelle aule scolastiche per vedere che ci sono classi composte in larga maggioranza di ragazzi stranieri. E se anche fossero i più meritevoli del mondo, non è giusto che il nostro paese smarrisca la sua identità culturale, demografico-antropologica e sociale. Cos'è? razzismo anche questo?

Le parole che vogliamo sentirci dire sono: "State tranquilli, li fermeremo. Non ne faremo entrare più: con le buone o con le cattive". E invece no. E invece tutte le alchimie si studiano (ora c'è lo spot elettorale di altri 30.000 soldati in più per le strade), fuorché optare per la via più ovvia, quella del muso duro e magari di imitare il suo collega Zapatero, (si legga l'articolo di M.G. Maglie). Ci dicano almeno perché l'Olanda ora può respingere gli immigrati al mittente e noi NO. Perché la Francia ha rimpatriato i rom in Romania e altri paesi balcanici col pretesto del "rimpatrio umanitario" e noi NO. Se questo governo inciamperà e fallirà sul tema immigrazione e sicurezza, sappia che non avrà altre occasioni per essere eletto. Perchè è su questi due temi di base che gli Italiani lo hanno principalmente votato. Perciò meno ciance ridanciane in tv e più fatti. Governo avvisato mezzo salvato!

30 comments:

Anonymous said...

Ciao Nessie, capisco e condivido lo sconforto. Secondo me la chiave di tutto è data dal nostro ordinamento giudiziario e dalle sue applicazioni pratiche che consentono la libera circolazione di migliaia se non decine di migliaia di delinquenti recidivi già arrestati sul fatto decine di volte e con fedine penali chilometriche. E nonostante decine di precedenti lasciati completamente liberi dal suddetto ordinamento.
Purtroppo è stato ampiamente dimostrato che il sistema giudiziario non si può toccare e su questo i nostri politici fresconi, cioè quelli del centrodestra, dovrebbero seriamente riflettere se non altro per capire che nonostante le elezioni non detengono alcun potere effettivo ma solo gli avanzi.
Scarthorse

Massimo said...

Speriamo Berlusconi ti dia ascolto. Per la sua gloria futura e per il nostro interesse presente e futuro.

Orpheus said...

Cara Nessie le cose che vuoi tu, le vogliamo tutti é ovvio...ma non possiamo chiedere a questo governo che in meno di un anno risolva problemi, molteplici, gravi e di vecchia data.
Per me questo governo si sta muovendo bene, sta cercando di fare un cambio di rotta (che dev'essere di 360°) su più fronti: legislativo (e molte leggi sono passate), culturale e sociale. E sta mandando un segnale chiaro e forte: l'Italia non é più il Bengodi dei criminali del mondo. Anche l'impiego dei 30.000 soldati, é tutto fuorchè uno spot demagogico: il conttrollo delle Stato del territorio é la prima misura deterrente per qualsiasi crimine. E chi ha una mezza idea di venire qui a fare i propri comodi, con lo Stato presente, la cambia.
Ottimo anche la fermezza sul centro di identificazione ed espulsione: "Per questa ragione ha fatto bene il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, che ha deciso di trattenere qui tutti gli immigrati sbarcati nelle ultime settimane, in attesa dell’identificazione e del rimpatrio coatto."
Approvato già dal Consiglio dei ministri.

Ovvio non é che un'impresa così titanica può essere portata a termine in sei mesi. E' assurdo pretenderlo.
Intanto speriamo che Maroni riesca a rispedire a casa loro i 1200 tunisini...sarebbe già una vittoria, con la magistratura che abbiamo, l'Europa che grazie ai Governi di sinistra è convinta che l'Italia continuerà ad essere la "discarica" europea, la stampa politically correct, che grida al razzismo un giorno si e l'altro anche, l'opposizione sempre pronta ad aizzare folle per cavalcare le proteste...
Non é poco lavorare come sta facendo questo governo con simili bastoni fra le ruote...
Ciao Mary

Nessie said...

Caro Scart, sappiamo bene che il sistema giudiziario fa la sua parte con le scarcerazioni facili, ma che dire del flusso migratorio triplicato perfino rispetto a quello dell'orrido Mortadella?
E che dire del silenzio su Schengen causa di tutti i criminali dell'Est che vengono qui?

Nessie said...

Massimo, sì, la speranza è l'ultima a morire e io questa lettera la spedirò perfino al buon Palmieri di FI che mi riempie di newletters sugli spot governativi.

Nessie said...

Cara Mary, ti rispondo qui anche in relazione a quanto mi hai già scritto sul tuo blog.
Banalizzare e sottovalutare una vicenda gravissima come quella che è avvenuta a Guidonia (i 5 energumeni stranieri addosso a una coppietta che trovasi in stato di choc) è stato un errore di comunicazione molto deprecabile da parte del nostro premier.
Forse che gli stupri "ai tempi del governo di destra" sono diventati improvvisamente meno gravi di quelli avvenuti sotto le amministrazioni e i governi di "sinistra"? Venire fuori a dire che gli stupri avvengono anche nelle dittature da parte di Berlusconi (e cioè minimizzare) invece di mostrarsi sollecito nei confronti di Alemanno che - guarda caso - è stato arringato perfino da Maroni per non aver tempestivamente provveduto agli sgombri, non mi può affatto andare bene.
Inoltre più che di soldati in più col rischio di creare uno stato di polizia (l'hai letto bene il trattato di Lisbona e tutte le ripercussioni repressive che può avere nella vita di noi cittadini, con la scusa del "terrorismo"?, io credo che avrebbe fatto assai meglio a darci qualche rassicurazione su una eventuale ridiscussione del Trattato di Schengen. Poiché la criminalità balcanica in materia di violenza sessuale è quella peggiore, abituati come sono agli "stupri etnici".
E' vero, il governo (che come sai ho io stesso votato) è in carica da sei mesi. Ma in sei mesi, bisogna avere l'onestà di ammettere che gli sbarchi sono triplicati e di chiedersi il perché. E vedo che su Gheddafi e i patti con Berlusconi, glissi via anche tu. Perché B. ha fatto i patti con Tripoli e da Tripoli bel suol d'amore continuano ad arrivare navi?
Spero che il 2009 sia l'anno dei rimpatri, e lo spero sia per il governo che per noi Italiani. IN ogni caso, la differenza tra noi liberali e i comunisti deve essere proprio questa: non mettersi le fette di prosciutto negli occhi solo perchè una certa compagine governativa la votiamo. In caso contrario saremmo dei "fedeli ad oltranza" (se non dei fanatici) e non dei cittadini elettori. Come, per parte mia, desidero essere. Un voto, non è un ATTO DI FEDE.

Anonymous said...

Sono molto scettico sull'impiego utile delle FFAA in questo ruolo (ma poi che regole hanno? Possono arrestare? Possono intervenire attivamente o fanno solo servizi di guardia?). Senza contare che daremo al mondo il messaggio che l'Italia è come l'Iraq ... Da ex EI sono contrario. Abbiamo le forze di polizia più numerose d'Europa e mi pare anche gli addetti al sistema giudiziario più numerosi d'Europa (coi relativi costi): la cosa purtroppo non pare dare maggiore sicurezza e giustizia viste le modalità attuali. Poi anche se i militari fossero 300000 non possono essere mantenuti in campo in eterno quindi si rimanderebbero solo i reati e comunque chi delinque verrebbe rimesso subito in libertà con lo stesso sistema che si usa ora. La cosa poi riguarda la criminalità nostrana non solo quella d'importazione. Se i recidivi colti sul fatto non vengono tenuti in galera per un periodo di tempo direttamente proporzionale ai reati compiuti (tipo e numero) le cose purtroppo non possono cambiare e non cambieranno per i motivi che ho detto prima, al massimo ci sarà il Gattopardo all'opera... .
Scarthorse

Nessie said...

Caro Scart,
visto che sei uno con la vista lunga e che ragioni bene, ti faccio notare la balzana idea di voler agire esclusivamente sugli effetti (i 30.000 militari in più promessi da Berlusconi) piuttosto che sulle cause dell'immigrazione fuori controllo (e cioè spedirli tutti al mittente).
Rileggi un po' quel famoso promemoria che ho messo sul web nell'agosto scorso sulle "attribuzioni" (chiamiamole così) del Trattato di Lisbona. E precisamente i punti:

7), 8) 10) 15), 16)

di questo post:

http://sauraplesio.blogspot.com/2008/08/promemoria-per-gli-italiani-sul.html

eppoi, prova a immaginare futuri possibili scenari orwelliani.
I soldati sono già qui e con la scusa che sono qui, nessuna manifestazione contro la Ue si potrà più fare visto che "gli appartenenti alle polizia ed esercito nazionali dovranno prestare giuramento di fedeltà alla unione europea e chi si rifiuterà potrà essere licenziato" e che manifestare contro Bruxelles sarà considerato reato.
Così con la scusa dell'immigrazione e dei reati a causa dei quali ci ritroviamo a dover subire danni e abusi d'ogni tipo, rischiamo pure di subire il "liberticidio" eurocratico. Come dire: mazziati e cornuti.

Anonymous said...

Sono d'accordo sulla osservazione Nessie però pragmaticamente per quanto autoritaria e tendenzialmente repressiva la UE' molto difficilmente potrebbe avere da ridire se uno scippatore che poniamo ha scippato 100 vecchiette venisse tenuto in galera per vent'anni.
Sullo specifico problema dell'immigrazione che la UE e poteri vari vorrebbero completamente liberalizzata, che dici se si accordasse ai suddetti poteri quanto richiedono chiedendogli contemporaneamente con leggi dettagliate di ospitare e mantenere a loro spese ( e a spese dei loro numerosi supporter ) i nuovi illimitati ospiti? Pensi che avrebbero il coraggio di presentarsi davanti alla gente dicendo "noi li facciamo venire (magari li sfruttiamo anche a basso prezzo) e voi, popolino, scucite i soldi".
Secondo te il disprezzato popolino come la prenderebbe? E come prenderebbe nuove tasse imposte a questo scopo?
Scarthorse

P.S. detto tutto questo ricordiamoci sempre che storicamente ci sono stati regimi e stati che sembravano durare 10000 anni e sono invece spariti in mezza giornata... e tutto ciò senza intervento umano ;-)

Nessie said...

Il tuo PS, caro Scart, è l'unica cosa che mi lascia ben sperare: ci sono regimi che sembrano essersi dissolti in mezza giornata. E altrettanto spero anche per quello di Bruxelles. E comunque non dimenticare anche l'ipotesi della transumanza tra eserciti degli stati membri, una volta sia stato stabilito che tutti gli stati-membri sono UNA SOLA PATRIA a 12 o a 25, o 27 stelle.
Sì, l'idea di portare una di queste navi-carretta davanti ai palazzi di lOrsignori, mi piace. Ma anche costruire un bel campo nomadi dove ci sono le loro splendide magioni.

Angelo D'Amore said...

state un po' lontani dalla realta'. gli immigrati si fanno entrare per poi fare politiche sulla sicurezza.
lampedusa e' gia' libica. noi il gas lo prendiamo anche da li.
con i sistemi satellitari esistenti, si vede anche un pesciolino rosso a 30m. di profondita'. i barconi potrebbero essere fermati alla partenza, visto che berlusconi dice che c'e' collaborazione con la libia.
abbiamo votato con piacere all'allargamento ad est. oggi malfattori che marcirebbero nelle galere dei loro paesi, entrano in italia con le loro potenti automobili.
signori la politica e' finita da tempo, io l'ho capito da poco.

Nessie said...

Angelo, ma lo hai letto questo post prima di far andare la tastiera? E cosa sto dicendo?!
Si fanno entrare in massa, per poi poter avere il pretesto di fare delle politiche (restrittive a 360 gradi) sulla cosiddetta sicurezza. E' ben questo il rischio "liberticida" eurocratico: agire sugli effetti e lasciare andare alla deriva le cause.
Sì, coi sistemi radar che abbiamo vediamo anche un pesciolino rosso. Ma evidentemente i barconi sono come la serva di Totò: SERVE.

Anonymous said...

Ho sentito dire che Maroni vuole trasformare Lampedusa in un porto franco concedendogli l'extra-territorialità. Mi intendo poco di diritto internazionale, ma che vorrebbe dire? Che è più vicina all'Africa che a noi? Poi comunque questo governo è in carica da quasi 9 mesi e non da 6 come è stato scritto.
Certo sono ancora pochi, ma l'inversione di marcia in quanto a numero di flussi quotidiani, forse mi sono distratto ma non si è ancora vista. E da est non si è fatto niente per limitare i guasti di Schengen.
Luca

Nessie said...

L'ho sentita anch'io questa, Luca. Non sono nemmeno io un'esperta in diritto internazionale, ma bisognerebbe capire sei ci guadagnamo o se viceversa, ci perdiamo.
Quando le ambasciate vengono definite "extraterritoriali" è evidente che si garantiscono un salvacondotto.
Ma nel nostro caso, non vorrei volesse dire "autolimitazione del diritto di sovranità". Nel quale caso, potrebbe essere l'anticamera per diventare territorio africano.
In ogni caso, data la delicatezza del problema, ci vuole come minimo un referendum popolare, e spero vivamente che non facciano colpi di testa, di cui poi ci si potrebbe pentire.

anna said...

Beccati da un blitz della polizia i 5 luridi sciacalli del branco di Guidonia. Meno male! ora speriamo che in galera ci marciscano se non vogliono sfidare il linciaggio della folla e la giustizia-fai-da-te.

Anonymous said...

...sta cercando di fare un cambio di rotta (che dev'essere di 360°)

Spettacolare il cambio di rotta di 360 gradi!

Nessie said...

Sì, lo so l'hai già scritto: 360 gradi vuol dire che si torna al punto di partenza. Ma i commenti anonimi non li abilito. E' la regola.

Nessie said...

Anna, ho sentito anch'io la notizia e ovviamente sono contenta per quei due poveri ragazzi. Ora speriamo che la magistratura non rovini tutto facendo l'ammazzasentenze e che ci sia galera sicura per tutti e cinque.

Aldo said...

Nessie: "E' semplicemente che non vogliamo più traslochi dall'Africa e dall'Asia qui da noi."

Personalmente, al punto in cui siamo, ritengo che non sia [più] della provenienza che ci si dovrebbe occupare, ma del puro e semplice numero. Il territorio è ormai saturo da qualche secolo, e lo stiamo massacrando ogni giorno di più aumentando ancora e ancora il peso dell'umanità che lo calpesta.

Il territorio non conosce ideologie ma solo i limiti fisici che lo contraddistinguono. Lo sfondamento di quei limiti ci parla di grane a non finire oggi e nel futuro prossimo. Ma di questo, cosa volete che importi a gente che ha un orizzonte medio di vita residua ben inferiore ai vent'anni? (osservare, prego, l'età dei nostri dirigenti) Costoro non possono che indulgere in metodologie del tipo "mordi & fuggi".

Nella mia testa, la tua frase diventa: "E' semplicemente che non vogliamo più traslochi". Punto.

Nessie said...

Dico Africa e Asia perché purtroppo sono i due continenti le cui moltitudini transitano obbligatoriamente per il nostro povero mar Mediterraneo. Ma se vuoi, Aldo, ci aggiungo pure America Latina e pure paesi dell' Est. Così sei più contento ;-)

Bisqui said...

Ciao Bella ^^
mi è stata mandata un email con un articolo che ho subito pubblicato.

Non è farina del mio sacco ma l'argomento è strettamente inerente al tuo.

Lo leggi qui : http://diavolineri.net/ospitalieri/2009/01/27/a-president-with-balls/

Nessie said...

Bisquiiii :-)!!! Qual buon vento?
Letto, approvato e sottoscritto!
La lettura del tuo link mi ha suggerito che si potrebbe adattare la soluzione australiana che non li fa sbarcare e porta loro i viveri a bordo per il ...rimpatrio al paese di provenienza.
Un po' di viveri, ci costerebbero certamente meno delle motovedette per andarli a prelevare e tutto il resto (CPA, CPT ecc.). Ciao!

Orpheus said...

Nessie, Berlusconi fa spesso battute fuori luogo, purtroppo é un suo "vezzo", ma francamente non mi sembra che ci sia stato da parte dell'intero governo il tentativo di minimizzare nulla.
I responsabili sono già stati presi e speriamo che qualche giudice di buon cuore non li metta ai domiciliari.
Ieri sera Maroni e Alemanno erano a PaP a parlare appunto del problema immigrazione/legalità, e mi sembra che abbiano le idee ben chiare su cosa fare, ci vuole tempo.
Per esempio Alemanno ha già fatto un censimento dei campi rom di Roma e dintorni, appunto per appurare chi ha diritto a rimanere lì e chi invece può e deve essere espulso.
Parecchi campi abusivi sono stati abbattuti, gli zingari che potevano essere espulsi sono stati spediti, quelli italiani, putroppo, dobbiamo tenerceli.
Io non mi sto mettendo nessuna fetta di prosciutto sugli occhi, dico solo, che é presto per dare giudizi negativi.
E' vero che il voto non deve essere un atto di fede, ma nemmeno si può pretendere che in sei mesi tutti i problemi spariscano e gli immigrati vengano espulsi im MASSA. Cosa per altro che l'Europa non ci permetterebbe mai.
Quanto a Gheddafi, sempre ieri sera Maroni ha detto che stanno chiudendo l'accordo e che in primavera le motovedette libiche pattuglieranno le coste.
Con i musulmani le contrattazioni sono sempre lunghe e laboriose, sai benissimo anche tu come sono fatti.
Io dico solo aspettiamo e vediamo, se fra un anno saremo ancora a questo punto mi unirò con forza alle tue critiche, ma per adesso le trovo premature.
Non c'entra nulla quindi l'ATTO DI FEDE.
Ciao mary

Nessie said...

Che devo dirti Mary? Che ovviamente sono molto contenta della cattura, ma che spero che li tengano a marcire là dentro per almeno 10 anni. Lo spero tanto per quei due ragazzi e per gli Italiani.

Ieri sera ho visto anch'io Maroni e Alemanno a Porta a Porta, ma a differenza di te, ho avuto l'impressione che fossero "impediti" in qualcosa. E che non potessero dirci cosa impedisce di realizzare appieno i loro intenti. In particolare, non ho apprezzato l'impiego di poliziotti romeni, anche se servono a snidare i clandestini ecc. Ancora una volta io vedo sempre il rischio della delocalizzazione degli impieghi pubblici in agguato.
Ammetti però anche tu che le ruspe si sono messe in moto dopo i due stupri: quello di Primavalle e quello di Guidonia. Che la gente del Quartaccio lamenta che questi zingari bruciano il rame e le gomme sotto gli appartamenti.
Quanto a Schengen, la Germania ha fatto molti distinguo e gli altri stati (Spagna, Olanda e Francia) te li ho già menzionati nel mio post, in materia di immigrazione. Ad aprile è un anno giusto di questo governo, ma ammetti che ormai, ogni giorno è una corsa contro il tempo. E guarda che a scrivere queste cose non sono solo io , ma la cronista del 'Giornale' di Berlusconi Maria Giovanna Maglie, ben più accreditata di me. E se anche i cronisti del suo quotidiano di famiglia fanno il muso duro e gli mettono il pungolo sotto le chiappe, vuole dire che putroppo come paese siamo già ai tempi supplementari:
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=323971

Orpheus said...

Nessie, francamente MG Maglie non é che gode più credito di quanto ne goda tu, almeno per me.
I giornalisti sono pagati per scrivere e spesso ciò li condiziona.
Preferisco le "menti libere" come te, come me.
Sai benissimo che condivido con te molte battaglie, solo sono più paziente:-)
Devi ammettere che non esiste in Italia SOLO il problema dell'immigrazione.
E il governo ha dovuto affrontare non poche sfide, in primis ripulire Napoli.
Il pacchetto sicurezza é stato,inoltre uno "squillo di tromba" ben chiaro: BASTA illegalità,di qualsiasi natura, non solo quella extracomunitaria.
Noi abbiamo, a differenza di altri paesi europei, anche il sud, con i problemi enormi, che si porta dietro.
Abbiamo la mafia, la camorra e la n'drangheta, che non é che siano proprio seconde, alla criminalità straniera.
E per di più in certe regioni sono colluse con i politici.
Abbiamo problemi di alcool e droga, e non é che quelli ammazzati da italiani ubriachi e /o drogati siano più "felici" perché investiti da un compatriota.
Abbiamo centinaia di centri sociali pieni di teppisti pronti a menar le mani per qualsiasi "causa".
E abbiamo una sinistra che sfrutta ogni protesta locale, per aizzare la popolazione contro il governo:no-Tav, No-Da molin, No- Mose e no discariche (il risultato l'hai visto anche tu).
Il Governo sta facendo uno sforzo immane per ristabilire il CONCETTO DI LEGALITA' e di STATO che dev'essere per tutti e non solo per gli immigrati.
Concetto che a sinistra, hanno calpestato sempre e in particolar modo con l'ultimo abominevole governo Prodi(ricordi la Sala a Giuliani e amenità simili?)
Secondo me, da quanto é stato effettivo questo governo ha conseguito non pochi risultati.
Che cominciano a dare i primi frutti.
L'altro giorno leggevo che la polizia ha sgomberato a MIlano un centro sociale storico abusivo in un palazzo "okkupato".
Poco minuti fa al TG del Trentino hanno detto che hanno arrestato dei nord-africani, colpiti da mandato di espulsione, cosa possibile grazie al reato di clandestinità (votato in senato a metà gennaio e passato grazie a Maroni, nonostante ci sia messa di mezzo la Ue, la Chiesa e la sinistra).
A questo devi aggiungere l'ottimo Decreto Gelmini.
La Finanziaria (se non ricordo male triennale), i provvedimenti contro la crisi (come sempre Berlusconi si trova a governare in periodi di grave difficoltà economica a causa di "calamità". mondiali).
Ieri sera leggevo che finalmente é pronto un disegno di legge, per regolare il testamento biologico e impedire abusi su chi non può difendersi (leggi caso Englaro).
C'è in effetti una "prova del nove", che aspetta questo governo, importantissima per noi, la riforma della Giustizia, basilare per ristabilire in toto e consolidare il concetto di legalità.
Inutili le leggi severe se poi i PM fanno l'esatto contrario.Vedremo.
Vedi Nessie, io non ho votato questo governo e non sono di centro-destra solo per il problema gravissimo dell'immigrazione, ma perchè rappresenta tutta una serie di valori in cui credo.
E' per questo, che considerato quello che ha fatto (e ho riassunto a gradni linee) e quello che vuole fare, che io promuovo l'operato del governo Berlusconi.
Certo si può e si deve chiedere ulteriori sforzi, in certi specifici campi, ma rimango possibilista e soprattutto sono contenta di averlo votato...per ora;-)
Ciao Mary

Nessie said...

Mary, sono fuori e rientro domenica, perciò chiedo scusa a te e agli altri lettori se i commenti rimarranno un po' in moderazione.
Penso che giocarcela a ping-pong tra una 'paziente' e un''impaziente' ( e cioè io), un'ottimista (tu) e una pessimista (io) alla fin fine lasci il tempo che trova.
Perciò penso che sia giusto continuare questo dialogo in pvt o in chat ;-).
Io non accuso specificamente nessuno, ma entrambi i due schieramenti (nonostante le differenze che citi) sono per forza di cose , tutte e due nel sistema Ue-BCE, primo passo verso quel governo mondiale e globale, destinato a smantellare le nazioni sovrane, per creare un'unica vasta area di mercato. Ora, che un brav'uomo come Maroni che è pure benintenzionato, debba correre avanti e indietro per i paesi del Magreb per convincere il governo di Tunisi a ripigliarsene indietro 1200, dagli Egiziani per rimpatriarne altri, dai libici per ricordare gli impegni presi, invece che rimanersene tranquillo al Viminale a dirigere il traffico e gli affari di casa nostra (compresa la criminalità organizzata di mafia e CAMORRa) vuole dire una cosa molto semplice: che siamo particelle di un vasto disegno mondiale dove non contiamo una benemerita mazza. E dove si deve giocare sempre al negoziato, alla contrattazione al ribasso per riuscire a fare a casa nostra anche cose che per i paesi della stessa Ue come quelli da me citati, riescono ad ottenere senza tutti questi estenuanti andirevieni e mercanteggiamenti.
Senza contare tutti i viaggi che sempre il povero Bobo deve fare in Romania per far scontare la galera di certe fecce che sappiamo a "casa loro". Ovvio che la Romania poi chieda i suoi 'qui pro quo' ;-)
Comunque mi auguro che le cose vadano come dici tu e non come purtroppo prevedo io. E questo perché al mio Paese ci tengo, e ci tengo anche molto. Ciao.

Nessie said...

Mary a proposito di Frattini leggi qui:
http://fattideuropa.splinder.com/post/19703633/Nel+bel+mezzo+di+una+crisi+che

Praticamente concede alla Tunisia di poter aumentare le quote di ingresso dei "migranti tunisini". Così Maroni vuole rimpatriare e Frattini, invece ne vuole importare: che si mettano d'accordo tra di loro.

Anonymous said...

Frattini, tempo fa, diceva anche che Gheddafi è un amico degli italiani. Come no.
Il governo tunisino non vuole ripigliarsi i suoi cittadini e quindi dobbiamo tenerceli noi. Oppure cedere ai ricatti e quindi rivedere le quote di ingresso e pagare cifre esagerate al beduino libico.
Ma scherziamo? Possibile che si debba accettare passivamente le ingerenze straniere? Degli arabi, poi!
stefania

Nessie said...

Ciao Stefania, purtroppo è così. E a fare il pieno ( e non solo quello di benzina) è stata la nostra scelleratissima politica energetica che si è protratta in questi anni per colpa di TUTTI i governi finora avvicendatisi e dello stesso referendum degli anni '80 sul nucleare, voluto da noi Italiani.
Ora per correre ai ripari e avere centrali nostre (come promesso da Scajola) ci vorranno non so quanti altri anni. Nel frattempo, lo scenario dei ricatti beduini di cui parli, va avanti...

dvracrvx said...

COCAINOMANIA EXTRACOMUNITARIA
Onde evitare pacchiane strumentalizzazioni ideologiche dei paladini dell'extracomunitarifilia, ci rifacciamo alle cronache giornalistiche dei Tg di un giorno qualsiasi, ma ben preciso ed intrinsecamente lugubre, il 2 novembre del 2008; cosìcché basterà rivedere le registrazioni di tali Tg per verificare che i contenuti refertizi di codesto scritto dvracrvxiano siano inappuntabilmente oggettivi, restando opinabili solo quelli opinionistici di chi lo scrive: su quattro incidenti automobilistici del weekend di Ognissanti, tre sono stati cagionati da extracomunitari bevuti, fumati e cocainomani, testuali parole usate dalla cronaca. Il dato che a tal proposito intendiamo analizzare non è, per una volta, quello della densità statistica oramai intollerabile di tale fenomeno criminoso; piuttosto quello dell'ipocrisia idelogica, una delle tante, che reca seco: se son davvero poveri e bisognosi, tali immigrati, come possono acquistare l'occorrente per le loro viziose prodezze? Passi per alcol e marjuana, ormai alla portata di tutti, ma gente che avrebbe fame - avrebbe..sottolineamo Noi - come può procurarsi con tanta facilità un'auto con cui correre, il carburante per farla andare e la cocaina per rendere ancor più bestiale l'ammazzarvi altri (innocenti) esseri umani? Due le possibili risposte: o non è poi così realistico questo loro bisogno di cibo, oppure sono oramai talmente tanti e ben integrati da poter offrire nelle statistiche dell'incidentistica preterintenzionale una numerosità concorrenziale a quella dei nativi; e, attraverso atti criminosi, reperire la grana con cui divertirsi e godere di ogni possibile anfratto di "occidentali piaceri" (..cocaina compresa): riportiamo fedelmente da "Leggo" del 4 nov 2008 : "..facevano strage di pneumatici, presi un romeno ed un lituano...", "..tenta stupro un russo di 25 anni...", "...prese due borseggiatrici bosniache...", "...arrestati cinque marocchini...","...un romeno ventitreeene si rifiuta di pagare il pranzo consumato nel ristorante..."; e tutto questo solo in un giorno ed in un'unica pagina: dove sono finiti quei sani criminali italiani d'una volta?
L'articolo termina qui, lasciando libere desunzioni logiche alle riflessioni di chi legge : ma ricordando a chi occupa le scuole in questi giorni per protestare contro il decreto del governo che mira a ripristinare un pò di disciplina nei luoghi deputati all'educazione civile dei giovani ed al tentare di preservarne un corretto processo d'apprendimento attraverso una "discriminazione positiva" (termini tecnici del decreto legge in questione) degli studenti extracomunitari per un loro più corretto inserimento nella vita civile del nostro paese, che il valore d'una vita umana, persino la loro, nel momento in cui non viene adeguatamente considerato per congenito deficit d'emancipazione culturale, va garantito con metodi coriacei almeno quanto coriacea è la resistenza di questi barbari a qualsiasi tentativo pacifico di insegnargli urbane maniere di vivere in società.
HELMUT LEFTBUSTER
myspace.com/dvracrvxcenacvli dvracrvx_cenacvli@yahoo.it