09 December 2008

TGV, un treno strettamente...sorvegliato

Ma non dovevano non esserci più "zone franche" a Milano secondo le rassicurazione del sindaco Letizia Moratti? Qui siamo sempre di più alle promesse da marinaio, esattamente come la faccenda della "tolleranza zero" di Alemanno per i campi nomadi a Roma. Milano è stata protagonista durante il week-end di S. Ambrogio, conosciuto in tutta Italia come "ponte dell'Immacolata", di fatti ricattatori e incresciosi come la Fiera degli Oh Bej , oh Bej nei quali gli abusivi (in buona parte extracomunitari) hanno cinto d'assedio la città per proclamare il loro diritto a esserci e ad esporre la loro mercanzia (abusiva) con le loro bancarelle (abusive), pena il blocco della circolazione. Vedere il post Non porgiamo l'altra guancia sul tema.


In aggiunta a ciò, c'è la faccenda dei treni "strettamente sorvegliati". Si pagano le pattuglie della polizia o dei carabinieri, si allerta l'esercito in Stazione Centrale per che cosa, caro ministro dell'Interno? Per lasciar correre, evidentemente. Mentre ero via fuori città, l'amica Vanda mi invia un'email con l'inquietante link del Corriere della Sera (di cui prego di guardare la sequenza delle foto interne) in cui si dichiare che il TGV Milano-Parigi, treno francese ad alta velocità e di superlusso, è in realtà un ostello per clochards, tossici, clandestini, punkabbestia, una sorta di corte dei miracoli su ruote e rotaie, dove durante la sosta in stazione, stranieri e italiani si contendono il diritto ad allungarsi sui sedili per dormire, a prendere d'assalto le cucine e a servirsi del forno a micro-onde. Naturalmente al mattino i compartimenti sono ridotti a dei porcili e il personale addetto alle pulizie deve tribolare non poco per ripristinare un minimo di decenza e di decoro. Ma la disinfezione e disinfestazione sono una cosa, le pulizie sommarie puramente di facciata, sono un'altra. Morale: l'ignaro passeggero viene turlupinato nel prezzo del biglietto su un servizio nato declassato, a rischio batteri d'ogni tipo, e a rischio imminente degrado e fatiscenza. Un tempo i derelitti si acquartieravano dietro a Notre Dame di Parigi, descritti da Victor Hugo nell'omonimo romanzo. Ora invece si sono modernizzati sull'alta velocità della Stazione Centrale. La Moratti dorme, la polizia gioca alle tre scimmiette (non vedo, non sento e non parlo) e i passeggeri paganti sono sempre più vessati da pesanti rincari e da norme restrittive. Che valgono, ovviamente, sempre e solo per loro. Ci vuole tanto a chiudere con le chiavi inglesi i compartimenti durante la sosta in stazione? O anche la Polizia ferroviaria è stata debitamente istruita a chiudere un occhio (e anche l'altro) dal solito malvagio buonista cardinal Tettamanzi?

35 comments:

sarcastycon said...

Nessie
vedo che siamo in perfetta sintonia coi post...
E' una vergogna che la capitale del nord sia in mano a persone così poco qualificate come la moratti e tettamanzi,cmq anche maroni ha le sue colpe....quando si dice tolleranza zero deve essere zero, a costo di far cadere la giunta di Milano!!!
ciao
sarc.

Nessie said...

Giusto e sacrosanto. Cosa la si paga a fare la polizia coi furgoncini a elettricità che si sposta da un angolo all'altro della Stazione Centrale? E per vedere cosa? e per controllare che cosa? Maroni DEVE fare in modo che le forze dell'ordine, facciano rispettare la legalità. E basta.

Anonymous said...

Inviamo valanghe di email di protesta alla Polfer e al Sindaco Moratti per dire loro che fanno pena e che ci costringeranno a non pigliare più un treno.
Pier Dante

Nessie said...

Guarda, io di email di protesta, di petizioni on line, ne ho firmate tante che mi fa quasi male la mano. Penso che se non andiamo direttamente sotto palazzo Marino a fare casino o a presidiare direttamente i treni "incustoditi" in Centrale non se ne viene a capo.

Starsandbars/Vandeaitaliana said...

Se per quello, che dire dei cani dei punkabbestia che di notte spadroneggiano in Via Torino ? Via Torinooo, due passi dal Duomo. E come ho appena postato,sbranano i gatti e terrorizzano i passanti.
Vabbè che i Cuore dei Milanesi è grande,che abbiamo il cuore in mano...

Ma abbiamo anche 2 cosine spappolate....
Se poi uno sciopa...

Proverbio Milanese:

Chi è tre volte buono, l' è un c*****n !(sapete che non scrivo parolacce !)

Nessie said...

Sei stato chiaro :-) Enough is enough. L'ho già scritto: bei tempi quelli dove almeno se li tenevano i diaconi delle cattedrali nelle loro Corti dei Miracoli. Da inviarli tutti in massa al Tetta, che ama tanto la carità. A spese altrui.

marshall said...

Nessie,
A leggere questo post, e i suoi commenti, m'accorgo di essere rimasto molto indietro, nei ricordi su Milano: la bella Milano d'un tempo, devo ora aggiungere!
Da ragazzo, con gli amici, quante volte siamo andati in Centrale per ammirare quella nave che c'era nell'ampio salone dirimpettaio ai due grandi accessi verso i quasi trenta binari; e a quel tempo (ma non è passata un'eternità, stò parlando di "ieri") vi si poteva accedere liberamente: ciò che facevamo; e ci divertivamo a veder partire e arrivare i treni.
Qualche tempo dopo, aprirono pure quel supermercato self service giù da basso e m'azzardai ad andarci qualche volta con la famiglia. Ma già li, brutte facce vi s'aggiravano, finchè decidemmo di non andarci più: i tempi stavano inesorabilmente cambiando, fino al degrado definitivo che descrivi tu in questo post.
Ora, m'accontento di scrutare la sua volta dalle finestre di casa mia, nelle giornate limpide, e non m'accorgo di quel degrado che le sta sotto.
Ciao.

Nessie said...

Mah... la vedo dura caro Marsh, per el nost Milàn. Non si fa in tempo a tamponare un'emergenza che ne subentra un'altra.
La tendenza generale è la fuga dalle città. Basta vedere tutti i cartelli VENDESI. Nella città, l'inferno. E non solo per Milano vale tutto ciò.

Giano said...

Giusto sfogo, Nessie. Dove è finita la tolleranza zero? E tutte le promesse di blocco dell'immigrazione clandestina? A Lampedusa continuano ad arrivare a gruppi di 300. Come se non bastassero questi, hanno approvato un decreto flussi per altri 150.000. Non bastavano quelli che ci sono già? Berlusconi affermava che per garantire il diritto allo studio, durante le proteste anti Gelmini, avrebbe mandato le forze dell'ordine nelle scuole. Decisione sacrosanta. Li hai visti tu i poliziotti nelle scuole? No, tanto è vero che un centinaio di cialtroni rivoluzionari di professione, che si fanno passare per studenti, hanno perfino bloccato l'inaugurazione dell'anno accademico alla Sapienza. Che facciamo adesso? Ce la prendiamo col governo di destra? Ma se nemmeno questi mantengono le promesse, a chi dobbiamo invocarci? Sant'Ambrogio? San Gennaro? Boh...quasi quasi finirò per non credere nemmeno a me stesso. Coraggio...

Nessie said...

Giano, ma questo non è uno sfogo di chi ci ha qualche strana paturnia, purtroppo. Come vedi ci sono tanto di fotografie e di link a testimoniare i fatti. Queste cose succedono tutti i giorni nell'indifferenza generale. Poi magari i controllori del treno sono capaci di fare un mucchio di moine, di veti e di controveti a un paio di anziane signore passeggere di prima classe che avevano un minuscolo e pulitissimo cagnolino yourkshire dentro il "trasportino" contenitore, solo perché il suddetto non era omologato secondo le norme europee del 70 cm per 30. E si mettono pure a misurarlo. A questo punto di idiozia siamo arrivati. Ho assistito personalmente a questa scena durante uno dei miei frequenti spostamenti. Considera che ai clandestini e "portoghesi" senza biglietto non sono capaci di farsi valere. Sembra quasi che in questo Paese solo l'illegalità, la prepotenza e l'arroganza siano premiate.

Orpheus said...

Il problema dei senza tetto non é un problema nato ora, né di facile soluzione.
Vivo a Milano dal 1983 e già allora la Stazione Centrale era il ricovero dei senzatetto.
Esistono e lasciarli morire di freddo per la strada non mi sembra la soluzione migliore.
Che può fare la polizia sloggiarli da lì per mandarli a crepare a -6?
A parte che non mi sembra molto umano, ve la immaginate la campagna mediatica contro le Forze dell'Ordine e lo Stato "borghese e fascista" che perseguita i più derelitti?
Quindi?
Sono d'accordo non é giusto che sporchino e occupino treni e quant'altro, ma dovrebbero esserci dei centri per loro, dove poterli portare quando beccati su TGV o posti analoghi.
Le soluzioni sulla carta ci sarebbero:
1-rimpatriare i clandestini
2-Per drogati e affini strutture di recupero, con ricovero OBBLIGATORIO
3-anziani, malati di mente ecc (e io ne vedo tanti a chiedere l'elemosina) strutture civili, e non porcili sovraffollati dove regna la legge del più forte.
Si potrebbe fare, basterebbe CHIUDERE E SMETTERLA DI SOVVENZIONARE (costa ogni anno milioni di euro) I CAMPI NOMADI, per accudire degnamente i nostri senzatetto, in modo da evitare anche disagi ai cittadini (in via Fabio Filzi, ne ho visti dormire nei portoni)
I campi nomadi sono focolai di delinquenza, dove il 99,9% di chi vi risiede commette qualcosa d’illegale. Non solo non sono poveri (a volte sono ricchi), fanno una vita che piace loro e che comporta vivere nel degrado. Lo facciano MA NON A SPESE nostre, e non nel “nostro giardino”.
Qui ci vuole il pugno di ferro e la tolleranza zero, ma credete che la Ue ce lo permetterà?
Infine il pacchetto sicurezza qualcosa ha fatto, ma il problema non è solo arrestare i delinquenti, ma farli rimanere in cella, cosa che ormai, grazie alla giustizia italiana e ai soliti magistrati politicizzati è diventato quasi impossibile.
Una buona riforma della Giustizia, è più impellente di qualsiasi altra cosa.
Infine la destra non avrà raggiunto chissà quali risultati, per ora, ma almeno è portatrice di una cultura della legalità e a FAVORE di noi italiani, non è nemmeno un anno che è su, prima di dargli addosso aspetto la fine del mandato. La sinistra invece ha la cultura dell’’illegalità e decisamente anti-italiana…in ogni caso bisogna sempre optare per il male minore.
Ciao mary

Starsandbars/Vandeaitaliana said...

Marshall e Nessie.

Io,a Milano ci lavoro solo;sono 15 anni che son scappato,abitavo a due passi dal negozio, in Via Anfiteatro. Attraversavo la strada, ed ero all' Arena, cento metri indietro, ed ero in Brera.
Poi il Matrimonio, la Figlia e la decisione di dire addio alla Mia Città che tanto mi ha dato e tanto amo.
Quanto alla Centrale, essendo pendolare, mi son cuccato pure l' aereo in diretta nel Pirellone, con relativi vetri rotti della tettoia quasi in testa:uscivo dalla Metro.

Chiamai Massimo in diretta, ed accusai subito Bin Laden...

Nessie said...

...e invece non era Bin Laden, ma un tal Fasulo. Che più fasullo non si può :-) Il quale andò a schiantarsi contro il Pirellone con il suo velivolo. Lo ricordo anch'io quel giorno. E mi raccontarono che a MI alcuni arabi, convinti che fosse il loro protettore alzarono pure le due dita in segno di vittoria.
Vivo in Lombardia ma un bel po' lontano dalla metropoli, quasi al confine svizzero. Però credimi Stars, anche le piccole e medie cittadelle, un tempo degli autentici paradisetti, stanno cominciando sempre più a degradarsi a causa dei flussi migratori incontrollati.

Nessie said...

Cara Mary, scusa ma stavolta non posso essere d'accordo. Un conto è il problema umanitario, un altro conto è quello legalitario. Ed è pure legato alle norme più elementari di igiene e sanità. Perché è inutile negarlo, dove ci si è sdraiato un barbone (che la political correctness ci obbliga a chiamare homeless o senzatetto), tu su quella carrozza lì, non ti ci entreresti e non ci faresti sedere i tuoi figli su quel posto. Col biglietto che paghi hai il sacrosanto diritto di richiedere che non sia a rischio malattie. Perciò, bando alle ipocrisie e ai buonismi, almeno tra di noi. Perchè se un bigliettario o un controllore fanno un mazzo grosso così a una vecchietta per bene che paga tanto di regolare biglietto, solo perché tiene in braccio il suo cagnolino pulitissimo e con tutte le vaccinazioni in regola, e le fa le pulci per via del "trasportino" non omologato alle norme Ue, non capisco perché invece possono entrare sui TGV i punkabbestia di cui Giorgio ci ha dato tutti i ragguagli circa la taglia di cani che hanno, nel suo post. Le forze cosiddette dell'Ordine ci sono proprio per far rispettare l'ordine e la legalità, non per giocare alle tre scimmiette e far finta di non vedere. E se ogni volta che si devono far rispettare delle regole, ci si deve fasciare in anticipo la testa per dire "ve lo immaginate la campagna contro le forze dell'Ordime e lo stato fascista ecc. ecc. ?", allora tanto vale condannarsi all'inazione e alla sudditanza più assoluta a quanto è al di fuori delle regole condivise e civili. Perciò i vagoni ferroviari vanno chiusi a chiave fino alla partenza del treno. Inoltre, se ad un passeggero pagante è vietato usare le toilettes (per ovvie ragioni di igiene) del treno quando le vetture sono ferme, perché mai questi devono conciare i cessi come delle latrine sui binari morti?

Ammetterai inoltre che il problema dei senzatetto con tutti i clandestini che ci sono, è ormai un problema fuori controllo, dato che se prima si aveva a che fare con i clochard nostrani e magari si poteva far finta di non vedere le cose non legali, ora invece si è mescolato tutto (senzatetto nostrani e senzatetto clandestini ed extracomunitari) con conseguente rischio di ulteriore degrado e fatiscenza delle stazioni e dei treni.
Un'ultima cosa: se la Ue non ci permette di varare norme serie, Maroni e la Lega hanno il dovere sacrosanto di informare nel dettaglio i loro cittadini elettori e di dialogare con noi. Sempre che vogliano davvero vedersi rinnovare la fiducia. Perché come ricorda Giano nel suo commento, ad esempio, è stato approvato un ulteriore decreto flussi di 150.000 ingressi? ce n'era proprio bisogno?

Lo PseudoSauro said...

Era prevedibile che non sarebbe cambiato un granche' nemmeno con la Moratti. Il perche' e' semplice: questa e' la "destra" della "sinistra", non una destra normale. Che, come si sa, non puo' esistere per legge.

Quanto ai senzatetto e' sempre la solita storia del pastore. Se sono italiani hanno diritto a tutta l'assistenza in quanto cittadini. Se sono stranieri invece no. Ma siccome siamo in un sistema egualitarista... allora non si da assistenza a nessuno. Cosi' le associazioni private e religiose hanno qualcosa da fare. Ovviamente il dire che ogni immigrato costa perlomeno 15.000 euri, anche se poi finisce sotto un ponte, e' "razzista"... onde per cui lo scannamento iniziera' proprio tra i derelitti, anzi, e' gia' iniziato. Naturalmente i nostri sono quelli che hanno sempre la peggio.

Quanto ai treni... due o tre ere fa mi avevano insegnato che le FS e i servizi tramviari municipali lavoravano in regime misto. Ovvero: erano considerati tra i servizi che lo Stato doveva al cittadino per cui le eventuali perdite dovevano essere ripianate dallo Stato per statuto. Dacche' si sono accorti che questo era un provvedimento fascista... hanno "privatizzato" ed eccoci qui nel "futuro".

Se questo ti puo' consolare, e' un problema che in Europa hanno quasi tutti.

Lo PseudoSauro said...

P.S.
i barboni sui treni ci hanno sempre dormito, ma e' solo da qualche tempo che i treni sono conciati da far schifo. Chissa' perche'.

Nessie said...

Già, chissà perché eh? E oltretutto c'è un fetore insopportabile di cui i sedili sembrano impregnati in modo permanente. In ogni caso insisto: le carrozze e gli scompartimenti DEVONO ESSERE CHIUSI durante le lunghe soste notturne. Altrimenti di questo passo, che si piglino la responsabilità di far fallire tutto. L'articolo che ho linkato del Corriere è stato letto in Francia, visto che trattasi di TGV del percorso MI-PARIGI. Con quale faccia si viene poi a parlare di "alta velocità" con simili prospettive di degrado?

Anonymous said...

OT: Nessie hai sentito di quell'operaio vicentino in fin di vita per essere stato pestato a morte da tre romeni? Ecco il link: http://www.corriere.it/cronache/08_dicembre_10/vicenza_giovane_picchiato_in_coma_b7fc4670-c6d5-11dd-a4cf-00144f02aabc.shtml
Intanto quell'Ahmetovic si è beccato solo sei anni per avere ucciso 4 ragazzi al di sotto dei 20 anni.
Speriamo che questi li tengano dentro ma non ci conto troppo, visto l'andazzo.
Padano Verace

Eleonora said...

Tra l'altro, ti devo chiedere di nuovo scusa per il mio ennesimo superamento del tuo argomento, l'avvocato di Ahmetovich avrebbe voluto chiedere l'attenuante. Sai quale? Che l'ubriachezza è tipica dell'etnia rom. No, dico, ci rendiamo conto se presentava sul serio una cosa del genere? Un cretino ubriaco ma di etnia rom, vista la sua "discendenza", può essere libero di ammazzare chiunque gli capiti davanti.

Orpheus said...

Nessie, lo so che é un problema anche legalitario.
Ma qual'é la soluzione?
Ripeto mandarli per strada a -6?
Non succederà mai (anche sorvolando sul fattore umanitario) perchè come minimo l'agente che provvede allo sgombero e fa morire un senzatetto finisce accusato di omicidio volontario con l'aggravante del razzismo.
Bisogna guardare in faccia la realtà, il mio non è solo buonismo, credimi, ma appunto realismo.
Quello che si vorrebbe, deve fare i conti con quello che si può avere.
Se hai in mano tre jack, è inutile sperare in un full, e arrabbiarsi per questo.
Tu hai ragione ad indignarti per lo sfacelo a cui siamo arrivati (anch'io mi arrabbio spesso e mi domando come siamo caduti così in basso), ma a questo punto necessitano soluzioni.
Per toglierli GIUSTAMENTE dalle stazioni e dai treni, bisogna trovare un posto dove metterli.
Il carcere serve a ben poco, visto che ci stanno si e no, 24 ore.

Sulla Moratti, non sono d'accordo, non ha la bacchetta magica e ripeto la situazione è estrema.
Ma se avesse vinto Ferrante adesso saremmo messi peggio.MOlto peggio.
Bologna con Cofferati (che non ha voluto l'esercito) è scesa di sette punti, nella qualità della vita ed è al 103 posto (l'ultimo) per la criminalità.
Insomma, sarà che a me spaventa l'idea di un nuovo governo di sinistra, o una giunta di sinistra, che non sono così critica.
Certo pungolare e chiedere di più é sempre utile.
Per esempio la Moratti ha ancora il sito?
Perchè non scriviamo una lettera di lamentele indicando vari punti (compreso questo dei TGV) e la firmiamo tutti?
Mary

Nessie said...

Padano, Elly smettetela di chiedere scuse per questo "tipo " di OT che in realtà sono perfettamente in tema con quanto tratto. Che derelitti e "migranti" siano buoni per natura ci crede solo la Chiesa. Per fortuna non sempre la dà da bere. Almeno nei romanzi d'appendice li mostravano feroci e crudeli per com'erano. La notizia di Ahmetovic l'ho sentita su un blog perché la stampa non le ha dato degna visibilità. In realtà sapeva di fare incazzare di brutto chi la leggeva a giudicare dalla marginalizzazione della notizia. Dunque un anno per ognuna delle sue vittime: sei diviso quattro che fa? E l'avvocato rivendica i diritti dell'etnia a rubare e a ubriacarsi? Spero che i rabbini la smettano di andare a benedire questi galantuomini nei loro campi nomadi, da dove peraltro si tengono a debita distanza nelle loro abitazioni.

Quanto alla classe operaia, con la sinistra va sempre più all'inferno...fino all'estinzione. Suppongo che i sindacati non facciano scioperi né cortei per questo poveraccio vicentino in coma, per mano di "migranti".
Scusate, ma ho davvero il torcibudella.

Eleonora said...

Si, la notizia nei grandi quotidiani è passata inosservata. Me l'ha segnalata in realtà mio padre che lo ha letto nel corriere adriatico (marchigiano), l'ho postata proprio ora. Se ti interessa. No, non è esattamente 6 diviso 4. Gli anni per aver ammazzato quei 4 ragazzi ne sono appena 3, gli altri 3 anni sono per un furto.

Nessie said...

Mary, legalitario, di sanità e di igiene. Se ti beccassi la scabbia o i pidocchi per aver fatto un viaggio in prima classe e dopo aver pagato il biglietto ad un elevato prezzo, come la metteresti?
Qui non devono cacciare nessuno. Devono solo prevenire chiudendo le carrozze. Nella stazione Cadorna già lo fanno coi treni regionali.Li ho visti coi miei occhi. E lo fanno anche con le toilette per impedirne il degrado. Non vedo perché non lo si possa fare su quelli internazionali. In Francia, stai tranquilla che, almeno questo, non lo permetterebbero.
Scusa ma, per ciò che riguarda la destra e la sinistra, io guardo ai risultati numerici. E se i numeri delle immigrazioni illegali sono identici a quelli della sinistra, quando addirittura non la superano, non vedo perché devo rinnovar loro la mia fiducia. Non c'è giorno che Fini non scassi contro la xenofobia (anche stasera al TG). E delizia delle delizie, Giovanardi ieri nel ricevere un macedone che ha tenuto nascosta la bambina, introducendola clandestinamente gli dice pure: "Avrei fatto la stessa cosa anch'io".
Intendiamoci, un ragionevole gesto di umanità si può anche fare. Ma un uomo politico non dice "lo avrei fatto anch'io". Perché è un invito palese all'illegalità diffusa da parte di chi intende invaderci.

Angelo D'Amore said...

spesso ho affermato che c'e' piu' liberta' in uno stato di polizia che in una democrazia epurata dei suoi fondamentali valori.

Nessie said...

Elly, ora vengo a vedere. E' evidente che temono le rappresaglie dei genitori delle 4 vittime. Facessero una cosa del genere a mio figlio eppoi gli dessero solo tre anni, mi allenerei nottetempo al poligono per regolare i conti da me. Qui, c'è l'aggravante che i tre anni li danno per 4 poveri adolescenti.

Angelo, specie se poi in democrazia, la polizia sta a guardare. Come spesso avviene.

Anonymous said...

A parte la retorica e il marketing politico propinati in quantità industriali la criminalità spicciola e il teppismo nella sostanza e pratica sono di fatto depenalizzati. Abbinando questo con la sciatteria, la poca voglia di lavorare, la cialtronaggine, la mancanza di preparazione, di professionalità, la disonestà diffusa, la psicopatologia burocratica e la maleducazione che sono diventati non solo dei vanti nazionali ma addirittura dei diritti acquisiti, con o senza immigrazione, direi che in quanto a degrado siamo arrivati alla canna del gas. Anzi abbiamo finito anche quello. E tutto sommato penso di essere anche ottimista.
Scarthorse

Nessie said...

Scart, sul link del Corriere che ho messo c'è pure una fotogallery in sequenza. Guardati bene quelle foto eppoi capisci perché alla povera vecchietta passeggera pagante chiedono tutte le vaccinazioni del cagnolino, misurano la cuccetta per vedere se è 75 per 35, e vogliono pure vedere il certificato di iscrizione all'anagrafe canina. Questo è un paese dove l'urbanità e la buona educazione, il pagare il biglietto regolarmente, l'obliteralo alle macchinette anche se sono scassate, l'usare le toilettes a treno in viaggio e mai da fermo, il non fumare nei vagoni dove c'è il divieto, sono tutte cose non considerate e perfino disprezzate.

Lo PseudoSauro said...

Per la verita' dacche' c'e' la "destra" l'immigrazione visibile (quella tipo Lampedusa) e' aumentata del 107%. Figuratevi con la "sinistra" cosa sarebbe.

I "barboni" che vedo io non hanno nemmeno la barba perche' sono tutti stranieri. Non so voi... ci sono i tossici autoctoni, ma a parte pochissimi, sono tutti di fuori. E non tengo conto di quelli che barboni li diventeranno nei prossimi anni... perche' la crisi ancora non ha nemmeno cominciato a manifestarsi.

Insisto: con molto meno dei soldi che si spendono per ogni immigrato, questo tipo di poverta' sarebbe debellata in un anno. Previa spedizione a casa propria dei non aventi diritto. E cosi' per gli anziani etc. Se poi la smettessimo di girare il mondo con il circo Barnum dell'umanitarismo armato, potremmo fino vivere di rendita. E se poi la smettessimo di buttare soldi nei gorghi terzomondiali... ma non si puo'... perche' non si puo?

Questo governo e' l'ultima possibilita' per la "democrazia". Se fallisce non ci sara' piu' "alternanza", ma caos.

Dimenticavo: una delle attivita' storiche degli zingari e' l'usura. Ecco perche' godono di protezioni cosi' elevate.

Nessie said...

Troppi interrogativi inevasi che richiederebbero spiegazioni chilometriche per ognuno di questi, o Sauro. Dai massimi sistemi sarà utile passare ai minimi. Anzi, al "de minimis". E il mio "de minimis" mi porterà dritta, la prossima volta che passo in Centrale, a mostrarmi incazzata con la Polfer e a dire ai capitreni di chiudere le carrozze. Di più come cittadina nonché passeggera (il TGV l'ho preso giusto quest'estate per recarmi in Francia) non posso fare.
Una cosa è certa: oggi i "barboni" non hanno più la barba del vecchio clochard perché sono quasi tutti stranieri e clandestini. Poi è chiaro che in mezzo a loro ci sarà anche qualche "tossico" nostrano scappato da qualche S. Patrignano, dove te li fanno lavorare nottetempo. O da qualche Centro Asociale.

Clio said...

Roba da matti!!!!!!!!!

Vanda said...

Per me la questione principale e' l'emergenza sanitaria.
Ricordiamo l'articolo recentemente pubblicato dall'amico sito Fatti d'Europa:
http://fattideuropa.splinder.com/post/18978187/Immigrazione+e+malattie+infett

Adesso dobbiamo anche pagare il biglietto per essere contaminati da malattie epidemiche? Orpheus dice che non e' giusto farli morire per strada, io invece mi chiedo PERCHE' stanno nei vagoni dei treni? Personalmente i tossici per me possano pure stare fuori a -6 perche' tanto sono solo una calamita' per la società.
Chi non vuole viverci per strada sono sicura che sa trovare i mezzi per non finirci. Gli altri se sono malati, dovrebbero essere in strutture adeguate. Se sono alcolizzati o tossici, rimanessero fuori anche a -40! La droga e l'alcol sono una scelta, non una malattia.

Vanda said...

Se ne parlava più esplicitamente nel 1997:

http://archiviostorico.corriere.it/1997/settembre/18/Immigrati_scatta_allarme_malattie_co_0_97091813579.shtml

Oggi l'argomento e' diventato "sensibile", percio' tutti con la testa sotto la sabbia!

Nessie said...

Grazie Vanda, illuminante la tua ricerca d'archivio che risale nientemeno che al 1997, dove già c'era il rischio sanitario degli ingressi incontrollati.
Anch'io come sai la penso come te. E non vedo perché devo sembrare un "cuore di pietra" solo per normali e ovvi motivi igienico-sanitari. I tossici se la sono voluta e se vogliono curarsi ci sono le comunità terapeutiche. Ci mancherebbe solo che salgano anche sul treno a farsi la dose!
Non tocchiamo poi l'argomento strutture ospedalilere dove è EMERGENZA e chi ha pagato per generazioni i contributi sanitari deve lasciare il passo agli ultimi arrivati che dispongono delle nostre strutture sanitarie gratis et amore DEI.

Aldo said...

Quanto alle "attenuanti etniche" per ubriachezza (una emerita assurdità), allora dovrebbero concederla anche agli assassini veneti, visto esistono pure proverbi popolari che attestano l'antica propensione per l'alcol degli Italiani dell'est. E anche per i montanari di mezz'Italia, che godono di altrettanto notoria fama in merito. Qualcuno qui conosce qualche assassino veneto ubriaco il cui avvocato abbia avuto l'ardire di invocare l'"attenuante etnica"?

A suo tempo, in particolare per i meridionali d'Italia era riconosciuta dalla legge l'attenuante del "delitto d'onore", poi rimossa. Perché non reintrodurla, per coerenza coi princìpi che pare si stiano affermando?

No, gente, proprio non ci siamo...

Aldo said...

Ops... mi sa che il mio commento precedente sarebbe dovuto comparire nello spazio commenti di un altro post... scusa tanto: puoi rimediare?