01 December 2008

Evvabene, metteteci tutti in galera!



In questi ultimi giorni l'ANSA e i principali organi di stampa hanno diramato la notizia sul Provvedimento proveniente da Bruxelles dell' eurocommissario alla "giustizia" (sic!) Jacques Barrot che prevede da 1 a 3 anni di galera per:


"Coloro che incitano pubblicamente e intenzionalmente alla violenza e all'odio, anche attraverso la disseminazione o la distribuzione di trattati, foto o altro materiale diretto contro un gruppo di persone o un membro di tale gruppo definito in base alla razza, al colore, alla religione, discendenza o origini nazionali o etniche".


"La 'decisione quadro' dell'Ue si applica anche a chi condona o nega atti di genocidio, crimini contro l'umanità e crimini di guerra, in base alla definizione della Corte penale internazionale e del tribunale di Norimberga. I governi nazionali hanno due anni di tempo per tradurre il provvedimento nelle loro legislazioni nazionali, disponendo di un certo margine di flessibilità": "Razzismo e xenofobia non hanno luogo in Europa, né dovrebbero averlo in nessun altra parte del mondo". Eccetera.
E giù con la pappardella edificante sul dialogo e la comprensione tra i popoli ecc. ecc.

Per chi non lo avesse ancora capito questo è il leviatano imposto dal Trattato di Lisbona. Quello che fece scrivere a Ida Magli già nel 21 luglio scorso: "Inaugurazione della dittatura". Da oggi quindi è ufficiale: il Codice Rocco di mussoliniana memoria, sarà una carezza in confronto alle più vaste norme liberticide del Trattato europeo. E che dire dell'Europol e del suo mandato d'arresto "europeo"? Dell'autorizzazione a perseguire mal definiti crimini come "razzismo" e "xenofobia"? per crimini del genere non c'è una definizione precisa e di fatto rientrerà in questa categoria, qualsiasi forma di dissenso. Non si consoli chi pensa che ci restano i blog, perché presto faremo la fine dei blogger della Cina e dell'Iran con...altri "più democratici" mezzi di...persuasione-dissuasione.

Infatti, contestualmente a ciò, vediamo che la destra e la sinistra che non vanno mai d'accordo su niente stanno per accordarsi sullo scannamento dell'unico coniglio sparuto rimasto in giro senza protezione: i blog. Demiurgo di quest'operazione bipartisan è stato, Ricardo Franco Levi del PD, già sottosegretario di Prodi nel precedente governo. Il quale approfittando che un po' dei suoi correligionari si sono spostati con disinvoltura da sinistra (Alessandro Ruben della ADL, già autore del deprecabile ddl Mastella) a destra, adesso riprova a far digerire la pasticca della legge ammazzablog. Il deputato genovese Roberto Cassinelli del PdL ha sottratto i blog dall'obbligo di iscrizione a essere considerati testata o "prodotti editoriali veri e propri", applicando l'art 21 della Costituzione. Ma temo che sia poca cosa, rispetto al più vasto e forcaiolo progetto "europeo".

Chi ha scritto sulla blogosfera che questa è un'operazione di sinistra o non ha capito o finge di non capire. L'Internet libero conviene tanto al popolo di destra che a quello di sinistra. E del resto lo si era già visto quando ci fu la sollevazione "di (e da) sinistra" anti-Levi capeggiata da Grillo. E anche adesso Beppe Grillo continua a raccogliere firme e adesioni sulla legge che da cancella-blogger, sarebbe la "fottiblogger". Cioè il suo sito, ma non solo. Altri siti sono nella sua situazione e ragionare con una logica di schieramento del tipo "Fino a quando trattasi di Grillo chissenefrega" è pericoloso e sbagliato in questo frangente, anche se la sottoscritta è lontanissima dalle sue idee. Tuttavia, la rete libera conviene a tutti: al popolo di destra come a quello di sinistra. Viceversa, una rete sequestrata è una forma di moderno liberticidio. Chi diffama o usa termini che ledono la dignità degli uomini può facilmente essere rintracciato con l' IP dalla polizia postale. Ma perchè allora mettere le mani su Internet?

In terza e ultima istanza c'è anche la questione dei gay e dei trans appena ringalluzziti dall'Isola del Famosi, con la vittoria di Luxuria. Mettiamo anche loro nel pacchetto-sorpresa e cominciamo ad approntare il reato di "omofobia". Fini che deve depurarsi dalla sua nomea di ex MSI non sa più come fare per genuflettersi e far sapere che è diventato "un sincero democratico, liberale e progressista" a 24 carati. E allora vuoi scommettere che tra "i mali assoluti" salterà fuori anche quel reato d'omofobia che si sta approntando in commissioni bipartisan? Pare che Fini abbia affidato a una tale Paola Concia del PD, l'incarico di stendere un progettino per l'uopo.
Evvabene allora: metteteci tutti in galera! ma non potrete soffocare i nostri pensieri e i nostri sentimenti. Se i blog e l'Internet verranno attaccati useremo altri mezzi per comunicare. Ma lo zittificio globale, potete scordarvelo, perché non lo riavrete più. Questo è certo. Non si possono far rientrare i buoi nella stalla dopo aver loro spalancato le porte.

36 comments:

Lo PseudoSauro said...

Lo stavo aspettando... per la verita' alcuni reati di opinione (vedi "negazionismo") venivano gia' repressi in molte nazioni Ue, ma con questa bella trovata, associata al mandato d'arresto europeo, puo' capitare che un italiano venga denunciato, chesso', in Germania (puta caso...), li' estradato, giudicato e presumibilmente condannato alla detenzione nelle (non piu' patrie) galere.

Di fatto, ogni critica al progetto ideologico (direi che e' ormai chiaro come sia tale, non foss'altro che per la recessione vigente) immigrazionista, viene equiparato al "negazionismo", l'altro spauracchio post IIa GM.

Come hai ben riportato la fonte e' ancora la Corte di Norimberga, pertanto e' ufficiale che l'Europa ha persa la guerra per sempre.

La "destra" e la "sinistra" sono le due macchiette della "democrazia". La pseudo-riabilitazione del ex MSI, non e' avvenuta, anzi, gli eredi si sono "modernizzati" abiurando il loro scomodo passato: quello che non passa mai. Insomma: siamo ancora in guerra contro il "nazifascismo". Grottesco.

Nessie said...

Cos'hai sentito? Il richiamo della foresta?
Nell'articolo di Repubblica di cui ho riportato i passi è ben spiegata la faccenda di Norimberga. Praticamente siamo inchiodati al passato che non passa. Anche chi come la sottoscritta proviene da famiglia antifascista con tanto di zio deportato in campo di concentramento.
Ieri è uscito un pezzo da neurodeliri del filosofo damerino tombeur des femmes Bernard-Henri Lévy sul solito corserva: "Perché una legge contro i negazionisti". Gli vengono bene pure quegli Armeni di cui proprio loro negavano la parola "genocidio" in sede ONU. Se lo trovi leggilo. Intanto equiparare i reati d'opinione al negazionismo è l'ennesima trovata forkaiola. E il mandato d'arresto europeo è un modo per ripristinare i lager.

Lo PseudoSauro said...

Gia'. Sara' che vivo un po' tipo il barone rampante... :-)

Ovvio che anche gli armeni ora vadano bene. Se no come fai a costringere gente che con i genocidi classici non ha mai avuto niente a che fare? La parola d'ordine e' "condivisione": per non dire "comunismo" che non va piu' di moda. Basta cambiare la parolina che cambia anche il significato.

I lager non vanno piu' di moda nel "mondo libero" :-) prima si concentrava, mentre oggi si distribuisce: e' piu' pratico e meno rischioso. Uno lo mettono a Spandau e l'altro a Goeteborg; hai un bel voglia a girare per liberarli tutti. Il lager vero e' quello della mente, ma a questo dovremmo essere gia' abituati, con tutte le balle che dobbiamo credere a forza. Cambia solo l'ufficialita': ora e' chiaro come siamo stati "liberati" ed e' altrettanto chiaro che se non ci liberiamo da soli non lo fara' nessuno per conto nostro.

Nessie said...

Ne ho trovato uno (meno recente) sullo stesso argomento di link di BHL sul tema:
http://archiviostorico.corriere.it/2007/gennaio/29/Genocidio_Armeno_Difendo_Memoria_contro_co_9_070129301.shtml
Cmq il pezzo di ieri non si distacca di molto.
Già la "condivisione" e le alleanze. Peccato che i genocidi della storia del '900 non sia in grado manco lui di sapere quanti sono. A questo punto, andiamo un po' più indietro nel tempo e rivendichiamo il massacro della Vandea, così allarghiamo il campo delle memorie imposte.

Lo PseudoSauro said...

BHL e' sconfortante, ma ultimamente mi stanno urtando anche i suoi colleghi che prima erano simpatici. Sono grave?

Buona idea: dalle invasioni barbariche (pardon: migrazioni dei popoli) non ce ne facciamo scappare piu' una. Spagna, Francia, Svizzera, Austria, Tunisia, Turchia, USA, GB, Polonia, Germania... chiediamo il risarcimento a tutti. Siamo stati colonizzati anche noi o e' prerogativa dei negri?

Anonymous said...

Beh, almeno sull'omosessualità ogni tanto il Vaticano si sveglia e dice qualcosa di giusto. No al reato di omofobia, in pratica. Sarebbe discriminatorio verso chi crede ancora nella famiglia. Leggete qui:
http://www.corriere.it/cronache/08_dicembre_01/vaticano_omosessualita_aborto_d7ed9566-bfae-11dd-a787-00144f02aabc.shtml
Ciao
Paolo

Nessie said...

Il problema caro Sauro sai qual è ? Che anche chi frequenta la blogosfera non vede collegati tutti questi episodi in un unico progetto. Gli "ubriachi" con le sentenze choc della magistratura, il reato di omicidio volontario ad un "pirata italiano" mentre rom, moldavi e romeni si sono beccati la beneficenza con pene inesistenti; il Provvedimento di Barrot sui reati d'opnione,il ddl Mastella del governo precedente, le intrusioni sui blog e siti on line, il reato d'omofobia eccetera, sono tutti tasselli riconducibili a uno stesso puzzle.

Nessie said...

Ho letto Paolo, grazie. Speriamo che la Chiesa tenga duro almeno su questi temi che sono di sua pertinenza. Non se ne può più di "minoranze" che dettano legge e che si fingono "oppresse" per opprimere.

Nessie said...

P.S: a proposito, questo è il link di Punto Informatico sulla proposta Cassinelli relativa ai blog. Qualcuno ci capisce qualcosa? A me sembra che siamo ancora una volta in mezzo alla farraginosità:
http://punto-informatico.it/2481209/PI/News/siti-web-registrare-nuova-proposta-legge.aspx

Massimo said...

Cercano di imbavagliarci perchè le loro idee sono deboli. Sì, speriamo che, almeno su questo tema, la Chiesa tenga botta ... ;-)

Lo PseudoSauro said...

Lo so, ma d'altronde uno diverrebbe "complottista"... che e' l'anticamera di "negazionista"... che e' assimilato a "xenofobo"... per cui finirebbe in galera da 1 a 3 anni.

Nel "mondo libero".

Quindi occhio a cosa scrivi d'ora in poi, che questi qui non vedono altro che le palanche.

La "destra"...

Come dicevo un po' di tempo fa: siamo senza rappresentanti. Questi sono mediatori nel migliore dei casi e parassiti nel peggiore.

Basterebbe una sola frase: "vorrei ma non posso", al che gli strombazzamenti sulla "democrazia", sulla "sovranita'" ed altre corbellerie non avrebbero piu' senso.

Noi vorremmo fare costi', ma non ce lo lasciano fare. Alche' tu chiedi loro: chi e' che non te lo lascia fare? Una risposta secca e il problema si dissolve.

Nessie said...

No guarda, con tutti i problemi del menga che abbiamo e con la spaventosa la crisi in atto, ho i cosiddetti girati a proposito di quel famoso coniglio sparuto, chiamato blog che pare dia tanto fastidio. Questa sì che sarebbe meschineria allo stato puro. Ma dico, non ci sono altri problemi in questo fottutissimo Paese da risolvere che farsi le paranoie su cosa si scrive sul web?
Sì Massimo le loro idee sono deboli, per non dire terminali. Ma ciò non toglie che questa Europa così com'è possa nuocere ai singoli stati membri. Trattati appunto come dei...membri :-)

Anonymous said...

Grillo però intanto, ha scelto di trasferirsi in Svizzera a Lugano. E proprio a causa del suo blog che , a detta sua, potrebbe costargli grane. C'è chi può. Ciao Nessie

Francy

Elly said...

Ecco dove andrà Grillo per non farsi oscurare il blog: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=310635

Nessie said...

Però...Tutti in Svizzera per vivere felici e tranquilli. Come Mina, Rita Pavone e altri. Si vede che anche Grillo ha fiutato l'aria che tira.
Che Dio protegga la Svizzera e che resista alla scellerata idea di entrare in Europa.

Orpheus said...

Ciao Nessie, ne ho scritto anch'io come tu sai.
La situazione é cupa, fra un paio di anni ci troveremo a fare i conti con questa legge europea, e allora il problema sollevato da Grillo, sarà secondario.
Si perchè, cmq, avremo un bavaglio anche se Cassinelli, migliorerà la legge sui blog.
Per quanto mi sprema le meningi, non so proprio cosa si possa fare per evitare tutto ciò.
Costringere i nostri governanti a non recepire le norme europee nella nostra legislazione?
E a cosa servirebbe se con il mandato europeo si può essere estradati?
E' pazzesco veramente...l'unica speranza è che la Ue si sfasci quanto prima.
Ciao mary

Angelo D'Amore said...

la politica si sta rendendo conto del nostro peso.
se ne sta rendendo conto anche l'informazione.
oggi tutte le testate giornalistiche, si sono attrezzate con una fruibilita' on line.
i nostri commenti da un lato stanno iniziando a smuovere le coscienze della casta, dall'altro stanno diventando un'informazione alternativa a quella convenzionale.
alla camera giovedì prossimo, c'e' un importante appuntamento aperto al pubblico organizzato da codice internet, dove si discutera' del nuovo rapporto tra la rete e la politica.
stiamo diventando decisivi.
anche le proiezioni delle spese per la pubblicita delle aziende per il prossimo anno, gia' registrano un calo.
gli imprenditori preferiscono pubblicizzare la propria immgine con un piu' efficace e meno costoso messaggio via web.
forse qualcuno ha deciso di ostacolarci.

sarcastycon said...

Nessie
ovviamente sono in sintonia con tutti voi,ma io ho già preso qualche precauzione...
se riesci a controllare il mio IP avrai una sorpresa...
ciao
Sarc.

Nessie said...

Mary, fra un paio d'anni dici?!? Ma guarda che siamo già entrati con grande rapidità dentro questo disastro. Non hai visto la fretta con cui hanno ratificato il Trattato tra il 23 e il 31 luglio quando tutti gli Italiani erano in ferie e manco sapevano cosa contenesse? Non hai visto che Napolitano non c'era giorno che non rimproverasse l'Irlanda, solo perché lo ha bocciato al referendum? E Sarkozy che hai cercato di farli recedere dalle loro decisioni? Non senti che un giorno sì e l'altro pure il nostro Presidente parla di Nuovo Ordine Mondiale?
E visto che sei sempre molto celere e attenta a riprendere le notizie della stampa, anche quelle a cui non si fa caso, hai visto quanto tasselli di uno stesso puzzle in questi ultimi tempi si sono avvicendati insieme?

Te li riassumo in sintesi:

- la Magistratura con sentenze forcaiole verso gli Italiani e salvacondotti con gli stranieri che si macchiano di reati gravi.
- il linguaggio soft e cifrato in codice dei giornali quando qualcuno di loro compie dei delitti efferati e come invece sbattono i mostri nostrani in prima pagina.
- la depenalizzazione del reato di clandestinità e la possibilità di ricongiungersi coi familiari
- contestualmente a ciò, l'attacco al web e alle opinioni da Bruxelles tramite quel che sai già sui presunti anni di galera
- la registrazione e schedatura dei siti e la farraginosità (voluta) riguardo ai "prodotti editoriali".
- la fretta di Sarkò nel volere una legge mondiale sui matrimoni gay (finora hanno aderito in 50 paesi, Italia compresa).
Manca l'avviso di garanzia al Vaticano. A quando?

Beh, Bonjour tristesse, con annesso Buongiorno Brigadieri che ci leggete!

Nessie said...

Altrochè se hanno deciso di ostacolarci, Angelo.
Eppoi il cosiddetto mercato ti pare possa rinunciare a cavar quattrini dall'Intenet?

No Sarc, non ci riesco. Dimmi tu da dove scrivi e magari se hai lumi da darmi per l'uopo, fallo in pvt .-) Ciao.

Lo PseudoSauro said...

Gli elettori di CDX non hanno bene afferrato di che si tratti. Tra i commenti sui giornali di riferimento si vedono commenti che lo denotano chiaramente. Mentre si nota la crescente esasperazione per la questione immigratoria che questo governo non vuole (o non puo') risolvere come da programma elettorale.

I meschinelli non capiscono che fra un po' lo "xenofobo" diventera' ipso facto "negazionista" senza nemmeno rendersene conto. Del resto anche noi la pensavamo cosi', prima di drizzare le orecchie leggendo come i "nostri alleati" intendevano l' "alleanza". Il classico shotgun marriage, meglio: o mangi la minestra o salti la finestra.

Senza fare tanti voli pindarici: questa linea politica nasce dalla UE > tutti i partiti italiani si riconoscono nella UE > noi siamo senza rappresentanza. Fine della "democrazia", sempre ammesso che ci sia mai stata.

Lo PseudoSauro said...

Una piccola informazione tecnica:
il cambiare IP non serve ormai a niente, considerato che le informazioni il "mondo libero" se le procura direttamente dai providers che offrono la connessione internet. Si puo' anonimizzare la navigazione, ma alla fonte risulterebbe comunque l'utenza che l'ha richiesta.

Comunque, per anonimizzare la navigazione, basta digitare "Anonymouse" nella casella di ricerca, andare al link e seguire le semplici istruzioni.

Nessie said...

Sauro, la sottoscritta con la sensibilità di cui dispone se ne rende perfettamente conto. L'unica cosa che rimane in questo sfacelo (e non credere che l'attuale crisi ammorbidirà l'apparato repressivo verso noi autoctoni, anzi...) è una debole speranza. Mancano due anni alla messa a regime di questo "habeas corpus" eurocratico e liberticida. Speriamo che nel frattempo nascano in Italia e in Europa forze molto determinate e risolute a ribellarsi. Ma deve essere un focolaio di ribellione europea e non lasciare soli gli Irlandesi: gli unici che l'hanno capita, forse perché ce l'hanno nel DNA. Non potranno ammazzarci tutti e nemmeno metterci tutti in galera.

PS: piccolo dettaglio. Magdi Allam si converte al Cattolicesimo e il CorServa non gli fa più scrivere un rigo. Ti dice niente la cosa? FOrse il partito che fonderà sarà l'ennesimo e non rappresenterà nulla di nuovo nel panorama attuale. Ma era il solo modo per esserci. Ieri sera al TG2 un suo collega della Rai gli ha chiesto: "Chi te lo fa fare?".

sarc. said...

Pseudo Sauro e Nessie
vi rispondo in pvt.
ciao

AreadiWernicke said...

Credo che tu sia LIbera di Amare alla luce del sole la persona che AMi, Io ho solo le mura della mia casa per evitare scandalizzazioni varie.

Credo che tu sia libera o sarai libera di sposarti un giorno e poter tutelare legalmente ogni bene che avrai costruito con anni di sacrifici insieme al tuo partner, Io sono al pari di un Estraneo per la Legge anche se mi prendo cura giorno per giorno del mio compagno da 5 anni.


CRedo che tu sia libera di poter gridare "frocio di merda" solo perché di senti migliore.

Credo che finalmente non si è liberi di Gridare "sporco negro bastardo" perché chi nasce con la pelle diversa dalla tua è uguale a te.

POtrei continuare e continuare, ma se non conosci cosa siano quelle leggi e chi vanno a tutelare, non credo capirai queste righe, leggerai solo il bigottismo che ti permea dalla laringe ai talloni, sprizzando la tua falsa libertà di parola vestita soltanto di discriminazione verso le minoranze che invece vanno tutelate. Ma tu non sei una minoranza, tu sei il più forte giusto e vuoi calpestare tutti giusto, in nome delle tue idee giusto? Beh, questo è criminale, questo è fare del male senza pensare, questa è mancanza di Rispetto bella e buona.

Le persone che non sanno cosa significa essere discriminati, sono sempre le prime a discriminare, ma fortunatamente credimi, la vita è sempre più maestra di tutte le parole che io ti potrò scrivere.

Cordiali Saluti

Nessie said...

Amico, sei abbondantemente OT col tema in oggetto, visto che la libertà di parola, di stampa e di espressione (anche on line) dovrebbe riguardare e interessare anche te come "persona".
Del tuo "particulare" omosessuale francamente me ne infischio, per me puoi fare quel che vuoi, ma non criminalizzare chi non la pensa come te. "Omofobia" come reato io non lo voglio nel governo mondiale dell'ONU. E comunque non voglio accettare altre provocazioni sul tema perché non è la questione dei gay che mi interessava affrontare direttamente in questo post. Ci sono altri posting che trattano direttamente il tema che ti sta a cuore sulla blogosfera. Rivolgiti li. Ricambio i saluti.

Lo PseudoSauro said...

Direi che ormai ci sono piu' poliziotti che sorvegliati nel "mondo libero" :-) Ah, quando c'era l'URSS...

Nessie said...

Sauro ti ho appena spedito in pvt la lettera di Sarc diretta anche a te (oltre che a me).
Una domandina: ma google-blogspot è una piattaforma straniera?
Di là c'è la povera Mary che è alle prese con gayezza-continua.
Inoltre ho fatto una scoperta incredibile. A perorare la causa dei gay inseriti ex abrupto nei "diritti universali" c'è il Segretario di Stato Rama Yade quella senegalese che diceva su Alice video che l'Italia non aveva ancora abbastanza immigrati dall'Africa.
Leggi qui:http://www.tocque-ville.it/LinkEsterno.asp?id=290946
Ti dice niente la cosa?

areadiwernicke said...

"Del tuo "particulare" omosessuale francamente me ne infischio, per me puoi fare quel che vuoi, ma non criminalizzare chi non la pensa come te. "Omofobia" come reato io non lo voglio nel governo mondiale dell'ONU."


Questa è la sintesi del tuo impegno sociale. Non aggiungo altro. Sarebbe in ogni modo non recepibile , o quanto meno si blocca solo al lobo occipitale visivo senza essere discriminato e compreso. Ognuno ha il suo da fare. Il tuo ha di particolare che calpesta la vita di altre persone come me. Buona continuazione.

Nessie said...

Ma siamo paranoici o che cosa? Tu della tua vita puoi fare quel che ti pare e piace: dei tuoi gusti sessuali non me ne può fregar di meno. Ma universalizzare le tue scelte sessuali a livello di diritti mondiali, se permetti non sono d'accordo. E non vorrei finire in galera solo perché mi oppongo alle similfamiglie dei Pacs o dei Dico.
Se c'è una vera democrazia (cosa di cui dubito fortemente) tu hai diritto alla tua modernità omosessuale e io, al mio conservatorismo eterosessuale. O vuoi forse che chi non è sulla tua lunghezza d'onda finisca in manette? Perchè francamente questa insistenza non la cpaisco. Hai già cazzeggiato abbondantemente sul blog di Orpheus, non avrai un'altra lunga tribuna per le tue filippiche qui.

Lo PseudoSauro said...

Eh,eh, l'hai detto. Tra le "minoranze discriminate" ci sono anche quelli che vorrebbero che diventassimo tutti come loro. In quanto alla nobilta' dell'ideale, naturalmente... che hai pensato?

Ma ci sono anche quelli che preferiscono mantenere le distanze. Che vogliono distinguersi asceticamente nell'omologazione generale.

Gli unici pirla siamo noi. A essere maggioranza non si conta un granche' in "democrazia". E allora via la democrazia e giu' di "mali assoluti", ma di quelli cattivi davvero, che ne abbiamo proprio le palle piene.

Nessie said...

Che siamo gli unici pirla puoi giurarci. E' pacifico che gli Italiani amano andare a ottemperare a un rito sempre più inutile e futile, come eleggere chi non ci aiuterà né rappresenterà. Se gli proponessero tre consultazioni all'anno una più inutile dell'altra, si metterebbero pazientemente in fila com epecore per rivotare. Per che cosa non si sa bene, visto che se abbiamo di questi "pacchetti-sorpresa" come il suddetto Provvedimento di Barrot è proprio perché abbiamo nei ns. politici, dei portieri alla Walter Zenga: mi sposto più in là e faccio segnare il goal.

Vanda said...

Non da molto ho superato i 50 e tristemente mi chiedo come saranno il resto dei miei anni in un mondo che sta velocemente precipitando verso il basso. Ancora peggiore e' il pensiero di come sarà il futuro dei miei figli.....

Nessie said...

Nessie said...
Vanda, la libertà e quella vera democrazia che ci ha permesso di crescere e prosperare a lungo piace a tutti: giovani, giovanissimi, di mezza età, più anziani. Ma temo che a soffrire di più sia proprio la gente della nostra fascia di età. Coloro i quali sono già troppo avanti negli anni si rassegnano e tiranp i remi in barca con quello che hanno già. Chi è giovane si abitua in fretta all'andazzo multikulti.
Ma sono proprio quelli che hanno conosciuto l'Italia e l'Europa del com'era e del come eravamo, che non si rassegneranno a volerle perdere.

Josh said...

"Se dici qualcosa che non offende nessuno, non hai detto niente" (Oscar Wilde)

:))

Nessie said...

E' quel che vogliono Josh: farci dire qualcosa che equivale al silenzio assoluto :-)