01 October 2008

Se uccidere Brunetta non è reato

Rieccoci alle "quote rosa". Il nuovo direttore dell'Unità Concita Di Gregorio (nella foto piccola) non ha perso tempo per mostrare quanto sono brave, belle, buone e dolci le donne ai posti di comando. Tanto gentile e tanto onesta appare Madama la Concita nel salutare i suoi nuovi lettori. La famigerata vignetta comparsa sul suo giornale che circola già per il web dal titolo Guerre giuste, per dirla con gli stessi termini espliciti di Fausto Carioti, fa proprio schifo. Il tragico è che non fa neppure ridere. Inoltre conferma ancora una volta - se mai ce ne fosse bisogno in questo paese - che alla "peggio gioventù" non c'è mai fondo. E' dedicata al povero Renato Brunetta il quale, secondo questo genio della grafica (un tal Mauro Biani) , DEVE morire. Con buona pace per i fannulloni. Va detto che Brunetta vive sotto scorta da parecchi anni (ancor prima della sua nomina a ministro della Pubblica Amministrazione) , come potete leggere nel pezzo di Carioti, e che dopo il prof. Marco Biagi è stato anche lui uno dei candidati nel mirino delle BR (quelle che i media si ostinano a chiamare "nuove" ma che puzzano sempre di vecchio piombo comunista) .


C'era già in questi giorni, un inquietante antefatto da parte del teppista Caruso, il quale aveva minacciato che se le riforme di questo governo dovessero andare in porto, ad un imprecisato qualcuno potrebbe toccare la sorte di venir "gambizzato" E che non se ne abbia a male, visto che se l'è cercata.
In aggiunta a ciò, lo squallido Vauro, nel tentativo di correggere l'errore del "compagno-vignettista-che-sbaglia" ha peggiorato la situazione, con un'altra vignetta su quello stesso filone. Matitisti a delinquere, lui e il suo compare d' Unità in quota rosa.

22 comments:

Anonymous said...

Non si riesce a sapere in base a quale "democrazia" ci dobbiamo tenere degli emeriti delinquenti che ricattano i ministri di un governo legittimamente eletto, mettendo a repentaglio il bene più prezioso che è la vita umana. Eppoi c'è pure Veltroni vittimista e piagnucoloso che parla di governo bullista. Ma che guardi che razza di opposizione delinquenziale c'è attorno a lui piuttosto, invece di fare la donnicciola. Perfino con le pistole sulle vignette. Matitisti a delinquere, hai proprio detto bene Nessie. Ciao
Eudora

Josh said...

ecco, appunto, schifo.

Massimo said...

A simili individui tutto è concesso, poi sono gli stessi che strologano perchè i Vigili Urbani usano metodi decisi per ridurre all'impotenza uno che scappa invece di esibire i documenti. E poichè si tratta di un negro, ne montano un caso nazionale ... ;-)

Nessie said...

Grazie Eudora. Veltronzo (io lo chiamo da tempo così) , sta solo scaldando il motore per la sua manifestazione del 25 ottobre, dove certamente non disdegnerà avere al suo fianco la feccia qui nominata, purchè faccia numero. E già che ci siamo, se avessimo una magistratura degna di questo nome ,a uno scellerato teppista come Caruso che parla di possibili "gambizzati" (fonte il Corriere) dovrebbe subito fermarlo e interrogarlo. Preventivamente, come persona interessata a CERTI fatti.

Sì, Josh è un vero schifo. Oltretutto questo mentecatto disegna pure da cani. Gli fa eco l'altro cagnaccio Vauro.

Nessie said...

Caro Massimo, ormai è chiaro che le istituzioni non ci salveranno da questo sfasciame e l'episodio del vigile urbano con l'africano del Ghana lo dimostra. .
Giova qui ricordare che nel giro di pochissimo tempo abbiamo avuto, di converso, due episodi inquietanti nell'ambito della cosiddetta "satira a delinquere": quello di Sabina Guzzanti (di cui al mio post qui http://sauraplesio.blogspot.com/2008/09/nessuna-solidariet-alloca-crudele.html),
e ora questi due mentecatti senza cervello e senza cuore.
Tu chiamala se vuoi "libertà d'espressione".

Josh said...

Hai ragione, la vignetta è anche disegnata male. Non si scherza su questi temi, le minacce di morte. Brunetta era già sotto scorta da tempo. Non vale dire ' è solo un disegno' sapendo a chi è legata la sinistra, che non si sa mai. E mi pare che certi legami con 'sparanti' sinistri facciano parte di un presente molto troppo recente. Farci anche una vignetta sembra una fatwa malaugurante o una sorta di 'indicazione'.

Su Veltronzo mi sono sfogato da Mary Orpheus, così ora che si ricollega con l'aggeggio (come ha chiamato il suo portatile che deve assomigliare al mio)magari si fa 2 risate. Tra vignettisti e quel cabarettista di Veltroni non c'è da ridere comunque. Senza dignità.
Qui se la prende anche con l'altezza di Berlusconi, e si agita perchè "il governo vuole fare male ai sindacati" (tale e quale)

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE48R0AQ20080928

nicola said...

Lo sa Veltroni cosa significa "Deriva autoritaria" e Di Pietro "Dittatura soft"?
Io penso di no.
Ma la colpa è nostra, perchè le vignette di Biani e di Vauro e le minacce di Caruso dovevano essere elevati a tormentoni in tutti i talk show televisivi.
Così se restano impuniti dalla magistratura, sarebbero almeno stati "schifati" dai cittadini.
mi risolleva del fatto che questi personaggi non siano più in Parlamento, e dall'altro mi rammarica che ora Napolitano non parla di valori costituzionali ancora non del tutto condivisi. E già, perchè per Napolitano la violenza degli ex-parlamentari di sinistra è sempre una reazione alle "provocazioni" di qualcuno e quindi sempre giustificata e, a volte, ritenuta necessaria per una sana democrazia.

Nessie said...

Josh, il bello di questi dementi che hanno rifatto il verso al giovane finlandese che ha compiuto la strage a scuola, che quando si parla di legittima difesa a casa propria sono i primi a starnazzare al Far West come oche del Campidoglio. Evidentemente l'unica arma che per loro conta è la P38. Per i cosiddetti "nemici di classe".
Ho fatto numerosi post contro il terrorismo brigatista.
Oltre Brunetta, c'è un mucchio di gente minacciata di morte:

http://sauraplesio.blogspot.com/2007/03/in-italia-molti-uomini-pubblici-vengono.html

Nessie said...

Bravo Nicola, hai colto nel segno. La cosiddetta destra dovrebbe avere più grinta nel denunciare queste canagliate che certamente non modificano una magistratura indifferente nei confronti di questa feccia, ma almeno avrebbero impatto mediatico e aumenterebbe il disgusto dei cittadini italiani onesti. Invece gliele fanno passare tutte in cavalleria. A comiciare da quel gonzo del Guardasigilli Alfano che ha tirato una ciambella di salvataggio a Sabina Guzzanti. Cosa aspettiamo? Che qualcuno venga per davvero ammazzato?

Anonymous said...

Premettiamo che la stessa risma buona e politicamente corretta ha sghignazzato a suo tempo sulla infermità del ministro Guidi nonchè sulle malattie di Berlusconi.
Mi sembra evidente che a questi della democrazia non importa esattamente un cavolo: vogliono solo la distruzione di quello che per loro è il nemico del momento come i loro progenitori stalinisti nonchè adoratori di Pol Pot e tirannelli vari.
Poi proviamo ad immaginarci cosa sarebbe successo se una simile schifezza fosse apparsa su un giornale non di sinistra: incriminazine immediata, perquisizioni in redazione, radiazione dall'albo dei giornalisti del direttore con vibrata presa di posizione della Federazione della Stampa, dibattiti a reti unificate con la schiuma alla bocca, girotondi, petizioni, banchetti nelle piazze, appelli alla UE' e all'ONU, editoriali in mondovisione nonchè copertine indignate di Economist e Famiglia Cristiana ecc. ecc.
Bè se la democrazia è a rischio lo è proprio per la loro interminabile violenza verbale, psicologica ed magari anche fisica, lo è per il loro odio inesauribile e senza limiti e lo è per la perenne occupazione di gran parte del potere istituzionale o meno a prescindere da come vadano le elezioni.
Ah ! Naturalmente ho fatto satira anch'io!
Scarthorse

Simone said...

Sono contento che l'abbiano fatta,finalmente così diventa palese il vero background della sinistra,la cafoneria,specie se romana ''de noantri'',dei ''lavoratori'' di alitalia abituati ad avere sempre il c. al caldo,la cafoneria dell'enorme esrcito di impiegati nullafacenti di ministri e ministeri mantenuti dallo stato che si sentono minacciati e ora invocano la protezione dell'amico walter...quello ie risponde ''ao,se po fa''.Cafoneria e ignoranza,più quell'orgoglio burino di un italia che è fiera della propria ignoranza e del proprio parassitismo.

sarcastycon said...

Avete sorvolato sul colpevole principe: quel tale soru proprietario de l'unità.....
io nn me lo sono dimenticato....
ciao
sarc.

Nessie said...

Caro Scart, qui esistono categorie specifiche di "razzistoni" spregevoli che possono permettersi il lusso di dare del "nano" a Brunetta. Furio Colombo in testa, dato che lui appartiene a una minoranza religiosa molto protetta. Passata la direzione alla Concita Di Gregorio (altra minoranza protetta in quanto "donna" in quota rosa) l'escalation va su e su. E dall'insulto del "nano", passiamo alla vignetta-fatwa con tanto di pistola in mano.
Non sarà che c'è chi può permettersi ogni abuso e chi invece deve incassare (magari pallottole) e pure tacere?
E Brunetta è tra i privilegiati che ha la scorta da anni. Ma pensiamo a tutte le vittime degli anni di piombo! E a tutti quegli slogan demenziali come "uccidere un fascista non è reato", nozione estesa pure al socialista-riformista Renato Brunetta.

Nessie said...

Sarc, e Furio Colombo, ovvero Madame Verdurin, dove lo mettiamo?

Simone, ah già se po' fa'. Anche la pelle a un ministro legittimamente eletto, se po' fa' per 'sti farabutti! Ciao.

sarcastycon said...

Nessie
è vero di furio che più che un colombo mi pare un piccione...
Ma se l'editore non interviene su questi fatti significa solo una cosa: è d'accordo.
ciao
sarc.

Nessie said...

Sarc, fai una delle tue belle vignette sulla Di Gregorio neo direttrice dellì'Unità : dalla Padellaro alla brace :-)

Orpheus said...

Ciao Nessie, ho scritto anch'io sull'argomento...d'altronde é una fatto talmente grave, che se non vivessimo in un paese dove informazione e magistratura pendono a sinistra, avrebbe avuto più clamore e conseguenze penali.
Istigare all'omicidio di un ministro, lo trovo un gesto eversivo...ma siamo in Italia, quindi Concita ha bofonchiato due scuse tra i denti...e tutto é finito lì.
(Da ricordare la vignetta di Forattini, con D'Alema che sbianchettava che gli costò una condanna e il posto...ma i rossi possono, per loro la satira non vale).
Purtroppo il povero Brunetta rischia grosso.
Il nostro é un "paese senza memoria e verità", il sangue innocente versato dall'eversione rossa é stato dimenticato, ma soprattutto giustificato.
D'altronde con lo spettacolo che sta dando l'opposizione con Veltroni che arriva a dire che ha letto sull'Espresso (notare la fonte "autorevole"):
"Che a San Giuliano c'è stata una selezione tra gli operai, per fare incontrare a Berlusconi solo quelli più bassi di lui. Non so come li abbiano trovati, so però che queste cose accadono nei sistemi autoritari".
Francamente non so se piangere o ridere...purtroppo, essendo una democrazia dobbiamo sorbirci questi idioti integrali.
E' comprensibile che una sinistra così inetta non sappia contenere e neutralizzare le frange più estremiste.
Povera Italia e poveri noi.
Ciao Mary

Nessie said...

Ciao Mary, ho visto anche da te. In compenso stasera c'è quel mestatore di San Toro accompagnato e supportato dagli squallidi Lerner e Travaglio, che stanno dedicando la loro puntata all'Italia "razzista" contro i "poveri negri". Dei terroristi che stanno nelle loro file, zitti e mosca. Questa è gentaglia pericolosissima e, se fosse per me, gli toglierei l'uso della trasmissione perché quasi certamente soffieranno sul fuoco della protesta nelle banlieues italiane scagliandoci addosso i clandestini, allo scopo di fare "mucchio".
Sì, il nostro è un paese senza verità e senza memoria, e il comunismo è una sorta di nosferatu (mai morto) che non va mai in prescrizione. Alla fine ci toccherà sopportare la solita vignetta del vomitevole Vauro. :-(

Anonymous said...

Che essere indegno Vauro! Ogni volta che lo vedo e sento mi viene il voltastomaco. Solo un uomo piccolo e infame considera satira il denigrare le persone in base all’aspetto fisico. Senza parlare di tutto il resto. ciao, Nessie.
stefania

Nessie said...

Guarda, Stef, mi fanno tutti schifo: Vauro, Caruso, Santoro (stasera in tv più che mai), Lerner, la Guzzanti, Travaglio & tutta la corte dei miracoli dei "satiri" sinistronzi.

sarcastycon said...

Ho fatto del mio meglio anche se mi sembra un po' scontato...
http://sarcastycon.wordpress.com/2008/10/03/i-direttori-de-lunita/
ciao
sarc.

Nessie said...

Fantastico Sarc! Non potevi fare di meglio :-). Mi fa piacere di averti suggerito l'input su Padellaro e la Di Gregorio. Avevo preparato una padella anch'io ma non mi veniva la sovrimpressione con la sua faccia di pesce lesso :-)))