03 October 2008

Il razzismo dell'antirazzismo, una nuova caccia alle streghe

Ieri sera in tv ad Anno Zero Gad Lerner ha insultato con un livore inaudito Daniela Santanché e il sindaco Tosi di Verona. Non perdeva occasione di irridere, deridere, fare del sarcasmo gratuito, sminuire, disprezzare e insultare ma soprattutto di interrompere di continuo, gli interventi dei due ospiti in studio. Se i due ospiti si fossero comportati così con lui, avrebbe con ogni probabilità invocato vittimisticamente i pogrom. Santoro dal canto suo, è furbo, perfidamente furbo. Ha invitato la Santanché perché sa che ora è un "cane sciolto" e che non ha più un suo partito. E in Italia chi non è aggregato ad una qualche "casa politica" è più vulnerabile e può essere facilmente sansebastianizzato. Incoraggiato da ciò, un ospite facente parte del pubblico l'ha insultata pesantemente, ragion per cui Santoro si è deciso, alla fine, a espellerlo per non farsi cadere, quel che resta della sua faccia. Lerner "il maccartista dell'antirazzismo militante" era di un'arroganza davvero insopportabile ed è arrivato perfino a tacciare di "razzismo" i milanesi perché hanno fatto sloggiare le preghiere islamiche sul marciapiede sotto casa loro in Viale Jenner. E' inaudito! Voglio altresì richiamare l'attenzione su come in questi giorni i media esasperino le notizie relative alle aggressioni sugli extracomunitari e su come, viceversa, le minimizzino mettendo sordina e silenziatore con numerosi distinguo, quando trattasi di crimini e delitti a matrice multietnica a danno degli autoctoni .



Non dimentichiamo questi martiri d'Europa e d'Italia che possiamo già annoverare tra le vittime dei delitti multikulti di un' Italia e di un'Europa che forse spariranno:



.





  • Gorgo al Monticano di Treviso 2007 - Picchiati e torturati barbaramente fino alla morte, con atti di incredibile efferatezza i due coniugi, Lucia Comin, 60 anni, e il marito Guido Pellicciardi, 67, all'interno della dependance attigua a villa Durante, da una banda di criminali, che avrebbe anche violentato la donna con una sbarra d'acciaio prima di finirla. I due omicidi sono l'albanese trentacinquenne Naim Stafa e Alim Bogdaneanu, rumeno di 21 anni.



  • Perugia 2007 – Una giovane americana Meredith viene assassinata e accusato dell'omicidio è l'ivoriano Rudy Hermann Guedé insieme ad Amanda Knox e a Raffaele Sollecito.



  • Bologna 2007 - Una studentessa di 24 anni scesa in strada per buttare la spazzatura, è stata bloccata da due uomini, nordafricani, che con un coltello l'hanno minacciata e costretta a salire in macchina e violentata a turno.



  • Tor di Quinto (Roma) Ottobre 2007 – La signora Giovanna Reggiani mentre rientrava a casa, è stata assalita, violentata e torturata a colpi di pietre fino alla morte. Poi è stata gettata in un fosso da un 24 enne di etnia rom a nome Malat .



  • Landriano (Pavia) 2008 - Italiano 47enne, si reca in farmacia per acquistare medicinali per il figlio appena dimesso dall'ospedale e subisce una violenta e selvaggia aggressione ad opera di tre nordafricani, che lo rapinano e massacrano con una mazza da baseball mandandolo all'ospedale dopo avergli rotto la vertebra cervicale (nessuno dice che potrebbe restare paralizzato).



  • Ascoli Piceno - Un rom di etnia romena a nome Marc Ahmetovic, ubriaco al volante e senza patente, travolge e uccide quattro ragazzi marchigiani minorenni.

  • Milano - Capodanno 2008. Madre e figlia si sono trovati circondati da nigeriani in Piazza Castello che approfittando della confusione volevano violentarle, buttandole per terra e stringendole d'assedio tutt'intorno.






  • Mi fermo qui, ma state certi che i bollettini della paura quotidiana che avvengono nelle nostre città non più nostre, che ci costringono a sopportare e a tacere, saranno da me puntualmente aggiornati e registrati. Io non dimentico. Non dobbiamo lasciarci intimidire da questi mirati attacchi mediatici che rappresentano un'istigazione al suicidio da parte di noi italiani, manco fossimo degli inutili lemmings.










    56 comments:

    kaminito said...

    Eccome mi sono accorta di come i tg. strombazzano le notizie di attacchi agli extracomunitari. Alcuni giorni fa Tg3 ha dato come prima notizia l'aggressione a Parma di quel ragazzino nero da parte dei vigili urbani, nonostante le cose più importanti che stanno succedendo. E' anche questo un modo sottile per dare addosso a questo governo

    Kaminito

    marshall said...

    Su questi due non ci perdo più tempo; mi attengo al "chi li conosce, li evita". Quanto a quello spettatore supersfacciato (non ho visto il programma, mi attengo al tuo resoconto), avrebbero dovuto cacciarlo da subito.
    Poi ripasso a leggere l'elenco delle vittime.
    Ciao.

    Massimo said...

    Ovviamente Santoro non lo guardo, da un pezzo e mi auguro che nella nuova Rai non ci sia posto per lui.
    Ma non dubito che i talebani del "politicamente corretto" aggrediscano a testa bassa chi ancora li contrasta. Del resto sono gli stessi che sembrano tarantolati se sentono qualcuno chiamare negro un negro, ma poi si divertono a chiamare Berlusconi "nano pelato" o il Papa "Pastore Tedesco" ...

    Nessie said...

    Ciao Kaminito è un po' che non passi da queste parti :-) Tutto bene? quella del "razzismo" è sempre un modo per prendersi dalla porta di servizio, quella che si è persa da quella principale: cioè le elezioni.

    Marsh, l'elenco delle vittime è ancora niente rispetto a quanto c'è stato in questi ultimi anni. Ma stai tranquillo, che ora ogni giorno tengo un'attenta registrazione anche dei trafiletti di cronaca locale. Perchè inutile negare che quando ci sono rapinati, malmenati stuprati e ìcc. noi autoctoni finiamo nei trafiletti locali, da tanto questi sono diventati fatti di routine.

    Nessie said...

    Già Massimo, loro si permettono di minacciare con le pistole nelle vignette, di dare sprezzantemente del nano al Berlusca e a Brunetta, di chiamare in tv gli ospiti per tirare addosso uova marce e insulti eppoi applicano pure il "correttismo politico". Ma quale? Come ho già detto da te, questo è terrorismo verbale e terminologico.

    Caro Sauro, capisco la tua incazzatura ma vedi di moderare l'eloquio perché poi sono io che vado nelle grane col blog. Magari per apologia di nazifascismo (realtà che come sai non mi appartiene) o anche "antisemitismo". Lerner, piaccia o meno vive in Italia dall'età di tre anni quando si trasferì proprio a Milano. La sua violenza verbale è tipica del gruppuscolo fiancheggiatore dei terroristi che fu Lotta Continua dove ebbe una lunga militanza.
    E oggi la Santanché lo attacca proprio su questo con santa ragione Ecco il copiaincolla:

    "Ieri sera da Gad Lerner ho ricevuto una violenza pari al suo passato politico". Daniela Santanche', all'indomani della trasmissione 'Annozero' non usa mezzi termini per denunciare quanto accaduto durante una pausa pubblicitaria del programma ad opera di due extracomunitari che l'hanno aggredita verbalmente per le sue affermazioni in trasmissione. Secondo l'ex candidata premier "quello che e' avvenuto e' una cosa molto grave e Gad Lerner ha fatto di tutto per alzare il livello dello scontro e anche dell'ascolto. Questo e' estremamente pericoloso, soprattutto per i giovani. Tant'e che dopo poco...mi e' arrivata una raffica di insulti irripetibili". Ma oltre all'indignazione, la Santanche' si dice anche molto stupita. "Da sempre combatto razzismo, xenofobia e antisemitismo. E aggiungo che sono stata una delle poche donne in Italia a fare battaglie per le donne musulmane. Invece cosa mi e' accaduto? Che sono stata oggetto di razzismo di ritorno, cioe' al contrario". Quanto all'immigrazione, la Santanche' ribadisce le sue posizioni e conferma il suo decisionismo per chi non si attiene alle regole. "Io sto da sempre dalla parte degli immigrati regolari che hanno un lavoro e rispettano le nostre leggi. Ma sui clandestini - spiega - ho posizioni molto chiare e nette: le cose vanno affrontate con fermezza, altrimenti continuano a venire perche' sanno che in Italia restano impuniti. E questo non e' ammissibile". (AGI) - Roma, 3 ott. -

    Nessie said...

    Sul fatto che alla gogna mediatica di Santoro e dei suoi pasdaran (Travaglio e Lerner) la Danielona e il sindaco di Verona Tosi non avrebbero dovuto partecipare, sono completamente d'accordo. Se queste trasmissioni venissero boicottate a dovere , forse ci sarebbe meno mattanza mediatica. Perché inutile nascondere che questa è anche una guerra, da parte di chi sappiamo, condotta con altri mezzi. La prossima volta mi asterrò anch'io dal guardarla. Ne va di mezzo la salute del mio fegato, dopotutto.

    Lif said...

    1) Stanno facendo un chiasso per la parola "negro" (perchè il punto di molti di questi fatti strombazzati sembra essere questo), ma molta meno attenzione viene rivolta alla crisi finanziaria e a cosa può esserci dietro o a cosa può portare. E questo e già un punto fondamentale da rilevare.
    2) Inoltre, ovviamente, ricordiamo tutti gli altri fatti che danno il quadro del vero degrado in Italia, ma vengono meno "gridati", come i sette morti sul lavoro degli ultimi due giorni, oppure la brutale aggressioni di un mendicante zingaro contro una signora italia a Padova:

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Nega-l-elemosina-donna-pestata-a-sangue/2043269/6

    Elly said...

    Veltroni che addirittura paragona Berlusconi a Mussolini. E che ti devo dire, magari fosse... se ora in italia esistesse un governo fascista, nessuno di questi sedicenti "santoni" (ultramiliardari tra l'altro) starebbero in tv a sproloquiare, nessuno di loro potrebbe scrivere idiozie sui giornali nazionali, nessuno di loro potrebbe aprire bocca, da nessuna parte e anzi, per loro ci sarebbe anche un confino. Peccato che tutto questo non c'è. Peccato che adesso ci sia un governo centrista più che fascista e razzista.

    Sono daccordo con il Sauro, ovviamente. Ora non basterebbe più l'autoritarismo.

    E sul fatto che esponenti di questo governo vanno in tv e non dovrebbero andare, diciamo che... se non si presentano, non ci sarebbe contraddittorio, no? Nessie, concordo con te. Dovrebbero boicottarli tutti certi pessimi programmi.

    Nessie said...

    Grazie Lif, d'ora in poi dobbiamo impegnarci a tenere un dossier di tutti questi fatti che accadono nelle nostre città eppoi magari impegnarci pure a girarli nelle Redazioni dei principali quotidiani ogni qualvolta salta fuori la fòla degli "italiani razzisti". Ricordo, semmai ce ne fosse ancora bisogno che siamo noi che veniami INVASI e che sono gli altri ad essere INVASORI. Riporto ai lettori e visitari di questo blog il primo capoverso:

    "Non ha voluto dargli i soldi. Ed è stata picchiata a sangue mentre «attendeva il verde» all’incrocio fra via Sarpi e viale Codalunga. Questo il pomeriggio di terrore vissuto da Tiziana Zanella, una donna di 53 anni, colpita e sfregiata nell’orecchio da un mendicante bulgaro di 47 anni, che si è alterato solo perché la donna si è ribellata ai suoi insulti. Tiziana Zanella, bancaria a Rubano ma residente in città, è andata in ospedale per farsi medicare. I sanitari le hanno dato tre punti al lobo destro: l’uomo, infatti, le ha strappato l’orecchino, oltre a tirarle pugni in faccia e sulla schiena. Guarirà in otto giorni. Questa mattina Tiziana Zanella andrà in questura per sporgere denuncia. Ma intanto non riesce a sbollire la rabbia. Rabbia per essere stata aggredita e insultata per strada" (continua sul link).

    E adesso mettiamo sotto il muso a questi ipocriti filistei e manipolatori di realtà cosa succede davvero chez-nous.

    Nessie said...

    Errata corrige: visitatori, e non visitari.

    Elly, il trucco è vecchio come il cucco: si urla al fascio o alla xenofobia per avere poi il pretesto di smantellare. A me la cosa che fa più paura è il cinismo, la falsità e la spregiudicatezza di questa gente: ieri sera Santoro era in collegamento con un mucchio di nigeriani clandestini di Castelvoltruno che sbandieravano il foglio di via alle telecamere: tutti clandestini, ma tutti appoggiati dal "salernitano della rivoluzione permanente". E invece di vergognarsene mostravano il loro status di illegali davanti alle telecamere. :-(

    kaminito said...

    Si, d'accordo, boicottare certi programmi; ma come si fa? Diceva quella famosa aria d'opera:"La calunnia è un venticello..", e anche se noi boicottiamo certe trasmissioni questi messaggi, queste insinuazioni, queste accuse, arrivano comunque. Tra i miei parenti c'è chi ha preso ormai a Vangelo il "primo libro" di Travaglio. E da quelle posizioni non lo sposti nemmeno col cric. Quindi quando c'è Santoro tutto quello che sentono trangugiano. Impossibile ragionare, perchè se osi un "ma...", un "se...", ti dicono che sei str..., che se fascista, ecc. ecc.

    Nessie said...

    Kaminito (che poi sei Kaminita, se non erro), la sottoscritta fa lunghi periodi senza vedere Santoro. E francamente non mi manca affatto. Ieri ho voluto espressamente guardarlo perché sapevo che avrebbe utilizzato la faccenda del ragazzo del Gana picchiato a Parma (puntualmente invitato in studio) e dei nigeriani di Castelvolturno. C'è una fascia della sx molto spregiudicata che ci butterà addosso lotte tribali come quelle che si sono già viste a MI e ho voluto rendermene conto personalmente, per studiare il da farsi. E secondo me è bene rinfrescare la memoria di tutti i martiri d'Italia che abbiamo già perso. Sarà macabro, ma ora mi faccio un dossier da schiaffare in faccia a qualcuno. Detto ciò, non aumenta certo la mia cultura vedere certe trasmissioni all'insegna dell'ipocrisia finto-buona per gli "altri" e dell'odio per "noi stessi".

    loveportofino said...

    Brava Nessie! Pure io ieri sera ho guardato l'ignobile trasmissione, nonostante di solito la eviti come la peste. Ma ho fatto di meglio. Ho esortato anche mio figlio (diciottenne) a guardarla, dicendo che, vivendo noi in questa nazione, sarebbe stato di sicuro meglio prestare orecchie e massima attenzione. Non solo sapevo già (come tutti noi) in che toni sarebbe stata impostata...ma sapevo alla perfezione la litania che il ragazzo si sarebbe trovato ad ascoltare oggi in classe, durante l'ora di quella sessantottina col cervello devastato dalle canne e dall'ideologia che è la sua "prof" di italiano!!

    Immancabile, puntuale come un orologio svizzero, li ha messi sotto, "...perchè bisogna guardare certe trasmissioni, molto ben fatte, con la partecipazione di GRANDI INTELLETTUALI (!!) come Gad Lerner e Travaglio. Perchè ci sono questi gravissimi episodi di razzismo, perchè QUESTO E' IL RAZZISMO e loro lo hanno spiegato bene ...ecc ecc"

    Ora, a parte il fatto che a me il fegato rischia davvero di scoppiare, perchè il nervoso che mi faccio è il triplo del vostro.... mi trovo a voler ringraziare quelli che, nonostante tutto, scelgono di parteciparvi comunque, di andare anche alla gogna, se serve. E serve, Eccome se serve...

    Mio figlio, che stupido non è e anche lui sarebbe stato in grado di anticiparmi le parole della partigiana pagata dallo stato, per lo meno è stato in grado di confortarmi con queste parole: sì va bè mamma, la trasmissione non è una brutta trasmissione, non ce ne sono molte decenti di approfondimento....è un pò tanto di parte, ma è guardabile, (io ero preoccupatissima) O MEGLIO, lo sarà finchè continueranno ad invitare anche quelli della parte opposta, come ieri sera. Scusa, ma la Santanchè e Tosi ne sono usciti benissimo, mi sono piaciuti da matti.

    Queste sono soddisfazioni che mi depurano persino il fegato ;-)

    Professori comunisti: TIE'.

    Questo è il mio contributo, al momento. Crescere un anti-comunista anti-buonismo peloso, e soprattutto, un Patriota ;-)

    Dimenticavo, Lerner è uno schifo che cammina.

    Simone said...

    Il signor Lerner è tenutario di un blog da lui chiamato:''il blog del bastardo''(SE LO DICE DA SOLO CHE COSA è,E NE PARE MOLTO ORGOGLIOSO)che invito tutti a visitare,per non perdervi la liason d'amore tra lui e bondi in cui elogia bondi e dice che se n'è innamorato...ma...permettetemi un STOCCATA bipartisan Dio li fa e poi li accoppia.

    Nessie said...

    Eppure, cara Love, questi ottusi non hanno ancora capito che lavorano per il buon successo della campagna elettorale altrui. E già successo. La gente non ne può più di questo squallore.

    Simone, grazie per la chicca. Visiterò per curiosità quel blog :-)

    Lo PseudoSauro said...

    Capisco, comunque mi sfugge il criterio secondo cui il tizio sarebbe cittadino italiano.

    Jus sanguinis: il figlio di genitori italiani e' italiano anche se nato all'estero.

    Jus loci: il figlio acquisisce la cittadinanza del luogo in cui e' nato.

    Matrimoni misti: vale la paternita'.

    Se uno nasce in Libano (li' c'e' lo jus sanguinis) da cittadini stranieri, in virtu' di quale magia diventa cittadino italiano?

    Io, povero imbecille, posso risiedere anche vent'anni a Milano, ma rimarrei straniero comunque. Devo rivolgermi al rabbinato per ovviare all'inconveniente?

    Tutto questo per dire che il precedente per cui ci ritroviamo "cittadini italiani" come quelli di Castelvolturno e' esattamente lo stesso. Prima toccava pochi privilegiati, anime errabonde e perseguitate da cattivoni con i baffetti, mentre ora vale anche per i papua della Nuova Guinea. Anche loro possono essere "cittadini italiani" se lo richiedono. Ma te la figuri un'Italia cosi' tra solo vent'anni?
    Nella Costituzione c'e' ancora lo jus sanguinis e l'acquisizione della cittadinanza per altre vie e' considerata fatto del tutto eccezionale. Potrebbe sembrare un puntiglio inutile, ma e' proprio questo che fara' la differenza fra qualche annetto, quando finiremo come i serbi in Kosovo e senza nemmeno una Serbia nella quale scappare.

    Hanno tanto invocata la guerra civile ed ora saranno accontentati. Ma con gl'interessi per quella precedente.

    P.S.
    a me risulta che la Santanche' sia stata visitata in studio da due uomini di colore che le hanno dato della zoccola. Poi sembrava che uno dei due le volesse chiedere scusa, e si e' beccata della zoccola un'altra volta. Proprio una cima non e'. Figurati se li querela... sono tutte pappe molle. Devono andare fino in fondo, non fare la gara a chi e' piu' aperto. La gente non vede l'ora di sentirne' uno che dice le cose come devono essere senza peli sulla lingua, ovvero:

    l'Italia e' degli italiani. Tutti gli altri sono ospiti. Per diventare cittadino italiano bisogna essere figlio di italiani o aver acquisito meriti eccezionali. Chi varca il confine clandestinamente va in galera e poi viene riaccompagnato al confine stesso. Le FA servono in Italia per vigilare sulle frontiere, non per esportare le cineserie altrui, vuotare l'immondizia o sedare le risse tra allogeni. La bassa manovalanza deve necessariamente essere reclutata tra i cittadini italiani. La presenza dei cittadini stranieri in Italia non puo' superare una percentuale prefissata.

    Questo bisogna dire e questo bisogna fare. Vedrai che "destra e sinistra"... ti votano pure le anguille di Comacchio. Il guaio e' che ci vuole fegato, oltre che intelligenza e capacita' organizzativa.

    Anna said...

    Se penso che vogliono mettere un dipietrista alla presidenza del cda della rai (se ho capito bene) tremo al pensiero di cosa potrebbe combinare.
    I vari Santoro e simili sarebbero certamente i benvenuti e le voci libere sarebbero mortificate...

    Nessie said...

    Anna, parli forse di Leoluca Orlando? Mammamia! (nel senso della canzoncina degli Abba, oltre che per lo spavento).
    Un rissoso piantagrane demagogo arruffapopolo alla Tonino di Bisaccia.

    Nessie said...

    Ma su Sauro, non sosfistichiamo. Abbiamo lo ius sanguinis ma dopo un cospicuo numero di anni, si può prendere la cittadinanza italiana. Prima erano tanti gli anni per ottenerla. Mettiamo, come la Svizzera per fare un esempio, dove a Mina ci sono voluti quasi vent'anni. Con la Bossi-Fini sono 10. Quando riaandranno al potere le sinistre, basta uno sbarco, mettere i piedi al suolo italico e zac...."sono italiano".

    Un'Italia così ce la vediamo già qui e ora e non c'è bisogno di vederla tra 20 anni, purtroppo.

    Jus è "inglese":-) Nel dizionario della lingua latina è "ius" :-).

    La faccenda della Santanché è accaduta durante la pausa pubblicitaria, perciò non posso dirti quel che non ho visto coi miei occhi né sentito con le mie orecchie, ma le cose avrebbero potuto svolgersi nel modo che dici.

    Lo PseudoSauro said...

    Absit iniuria verbis... (iniuria=ingiuria)

    O saura saccente, il sauro qui presente, qualche era fa, leggeva manoscritti e palinsesti latini direttamente dalle fonti originarie. Quindi niente dispute filologiche. E poi sarei io quello che sofistica. Magari sofistichiamo sui contenuti, piuttosto che sulle virgole. D'ora in poi non te ne lascero' scappare piu' una :-)

    Quanto alla Santanche', l'episodio citato compare in molte interviste, anche se e' facile intuire il perche' non compaia in tutte, considerata la razza degli insultatori. Se ne evince che un negro ti puo' dare pubblicamente di troia senza nulla rischiare, mentre tu non puoi chiamarlo negro, pena una denuncia. Insomma: la legge e' uguale per tutti. E allora insisto: era cosi' difficile da prevedere? Si sa che basta mettere qualunque esponente di una comunita' protetta e fargli dire quello che si vuole. Possibile che lo capisca un sauro e non lo capisca un deputato?
    Non e' la prima volta che la S si caccia in casini simili. E' masochista? Guarda che per ora questi si limitano a insultare, ma fra un po' le cose peggioreranno. Noi ci stiamo giocando la pelle e questi fanno a gara a chi e' piu' aperto. Fanno i generosi con le palanche nostre.

    Nessie said...

    PS: Il resoconto di quanto è avvenuto nella "pausa pubblicitaria" di Annozero è stato riportato qui sul Corriere:

    http://www.corriere.it/politica/08_ottobre_03/santanche_annozero_insultata_razzismo_17a69a7c-912e-11dd-9f28-00144f02aabc.shtml

    Se le cose stanno così è un vero disgusto! E quel che è peggio che oggi anche Napolitano e il Papa si preoccupano solo degli allogeni senza dire mezza parola su tutti i morti "nostri" di cui QUI nel post ho riportato solo una piccola parte. Siamo alla debacle.

    Nessie said...

    I commenti si sono incrociati. Mentre facevo una postilla, anche tu specificavi. E io pure, avendo letto le cronache sul Corriere.
    Alla Danielona Briatora non gliele ho di certo mai risparmiate e ti do ragione sul masochismo. Ma ciò non toglie che il "contesto" sia davvero allarmante. Il razzismo tribalista è tollerato, le paure degli autoctoni, invece vengono "diabolizzate". E uso di proposito il termine francese "diabolisation" perché il neologismo di "demonizzazione" è già troppo blando. (Nessie sapiens) :-)

    Starsandbars/Vandeaitaliana said...

    I soliti pennivendoli dall' Eskimo sepreverde si guardan bene da dare spazio al fatto che due negri abbiano assalito la Santanchè, come ho scritto.

    Io Santoro non lo guardo mai, ma stavolta sono contento di averlo visto, per rendermi conto che Gad Lerner è rimasto il Cattivo Maestro dei tempi di Lotta Continua.
    E per pentirmi di non averlo contestato a Milano alla presentazione del libro di Telese, "Cuori Neri". Dov' era seduto al tavolo con un buon Ignazio La Russa, un Ignazio tutto sorrisi:altro che quello dei tempi di Corso Monforte e Sanbabila...

    I comunisti non cambiano, non cambieranno mai !

    ===============

    A tener alta la bandiera, il buon Servello, che a differenza di Gasparri ed Alemanno, intervistato dalle Iene, s' è dichiarato AFASCISTA ed ANTI-antifascista.
    Per chi leggeva il Borghese,"Vecchi Fusti" e "Nuovi Fusti"...

    (il piccolo filmato delle Iene è sul blog di Storace)

    Nessie said...

    Ciao Stars! Tutta la mia solidarietà alla Santanché sperando che faccia finalmente tesoro di questa esperienza per non buttarsi più nella fossa dei leoni. Il pubblico di Santoro era fatto quasi esclusivamente di africani, perciò ti lascio dire da che parte pendevano i rapporti di forza. Io in quella giungla lì non ci sarei andata. Lerner è quello stesso individuo spregevole che mise i baffi al ritratto di Oriana Fallaci, in studio nel suo talk show, per intenderci. Si vede che credeva di essere Duchamp con la Gioconda.

    Speriamo anche che in altre trasmissioni più moderate e filtrate come POrta a Porta, a qualche politico di destra salti in mente di tenere presente la lista dei morti, rapinati e stuprati che ho testé compilato, sbattendola duramente sul muso a chi osa parlare di "razzismo".
    Ho deciso di fare frequenti aggiornamenti di questo blog, con i "bollettini della paura" su quanto accade giornalmente nelle ns. città.

    Anonymous said...

    Prima di tutto mi complimento col vostro fegato per il coraggio che avete a seguire Santoro e C. Io, forse, lo farei se mi minacciassero con la pistola. Quelli del centrodestra penso siano dei grandissimi fresconi autolesionisti a partecipare a trasmissioni così strumentalmente impostate. Oltre a farsi massacrare gli danno un avallo di pluralismo che non hanno. Farebbero meglio a darsi da fare a smascherarne menzogne ed ipocrisia in ogni sede visto che sono pagate col denaro pubblico.
    Quanto al tema specifico ho espresso qualche considerazione da Orpheus; noto poi che da qualche giorno quel misero 80% di stampa unificata, Corr., Rep., RAI ecc. e propaggini radiofoniche ha iniziato a battere la grancassa su questo tema con una puntualità impressionante e perfettamente sincronizzata col PD. Si vede che avranno fatto una riunione strategica in uno dei loro agiati salotti occulti nonchè oligarchici magari diretta da uno dei loro guru del marketing. Oppure è la dimostrazione scientifica che esiste la telepatia.
    Cos'è democrazia alla cinese?
    Scarthorse

    Nessie said...

    Essì caro Scart, mi sa proprio che hai ragione: fegato e coraggio ci vuole:-) E non è da escludersi nemmeno da parte nostra una punta di voyeurismo da von Masoch :-).

    Tuttavia l'informazione è fatta su scala seriale come le matriosce russe e si incastra una dentro l'altra. Conosco amici che non guardano mai la tv e che sono quasi più informati di me, al riguardo. Perché? perché c'è Internet, ci sono i links, i lanci di Ansa, c'è you tube e le sante immaginette formato bonsai che riproducono ad libitum quanto pensavano di essersi persi.
    Perciò ha ragione Kaminito: la calunnia è un venticello.... e l'informazione viaggia comunque ugualmente sotto altre spoglie.
    Tant'è vero che si sono TUTTE serialmente e all'unisono sincronizzate su 'sta sporca faccenda dell'Italia razzista., come tu stesso dici. Un po' come gli spot pubblicitari. Si interrompe la trasmissione, il telespettatore corre su altro canale, ma ZAC! trova un altro spot. Sincronizzato per la bisogna. Staccare la spina - diceva il vecchio Mc Luhan. Prima si poteva fare, ma ora non più.

    Elly said...

    Eh già, ridicolo vero? Noi rischiamo le cose peggiori già dette dal Sauro, siamo razzisti se chiamiamo le cose come sono e però, se ci ammazzano gli extracomunitari, ops, no, i "migranti" disagiati, nessuno si scandalizza o dice qualcosa. Fa specie o forse no, che il papa continua a parlare di razzismo, che un presidente della repubblica continua a parlare di razzismo. E oggi, in quel di caserta, circa (dicono eh?) diecimila bravi migranti sfilano contro le mafie o camorre e contro il razzismo. Con buona pace di noi italiani cretini. No, non è razzismo, è rabbia, frustrazione, esasperazione. Ma tanto che lo dico a fare? Qui pare che siamo tutti daccordo sulla cosa. Sono i governanti che non ascoltano i nostri disagi.

    Tana said...

    Nessie, io ho visto la puntata e ne ho parlato pure sul mio blog per quanto attiene certe affermazioni del tristissimo Ruotolo, riservandomi di scrivere un post sul "razzismo".Non si fa una trasmissione in cui gli immigrati sono vergini e martiri e i leghisti e il governo sono brutti sporchi e cattivi:essi aizzano la gente boccalona che li ha votati perchè ha creduto di essere insicura , e questa gente FASCISTA come loro,si diletta a linciare la gente ..o meglio gli agnelli immigrati.Sappiamo cosa è avvenuto e avviene, specie al Nordest e sappiamo pure che quello di castelvolturno è stato un rendimento di conti.Forse ci sono andati di mezzo innocenti, forse, ma questo accade pure agli italiani ammazzati per caso es la piccola, povera Durante uccisa da killer per sbaglio.Devo, però, stigmatizzare il comportamento ISTERICO, aggressivo e gratuitamente volgare verso la Santanchè di Gad Lerner, ipocrita, mellifluo nei modi nella sua trasmissione su la7 ma scandaloso ad Annozero, dove aveva il dovere di stigmatizzare l'aggressione verbale alla Santanchè, ALMENO.Il fatto è che certa sinistra con ancora il pugno chiuso non sa come attaccare il governo che sta facendo benissimo ed è nervosa oltre ogni misura.Nota la statura morale ed intellettuale di gente come Lerner e Veltroni E dire che Lerner è ebreo: come fa un VERO ebreo ad essere Komunista così?!!!

    ReyTS said...

    Ho iniziato a guardare da poco la trasmissione sul sito della RAI, incuriosito dai vostri commenti.
    Forse sarò io ignorante o magari avrò capito male o magari non saprò far di conto, in fondo ho solo la terza media, ma qualcuno di voi potrà ragguagliarmi.
    Citano dei dati sugli sbarchi, 20.000 nel 2007, 24.000 nel 2008, in fondo campeggia un bel + 66%.
    4.000 sbarchi di differenza tra i 2 anni, se so far i conti a casa mia la differenza è del 20% non del 66%.
    A voi tornano ?

    Più guardo Travaglio, più mi sta antipatico :)

    Anonymous said...

    Nessie, l`hai colto proprio nel segno con quella mossa tipicamente sua. Mi debbo ancora una volta vergognare del mio ex concittadino di Salerno. Mamma mia che figura!!
    Ho fatto tardi a dire qualcosa appunto perche` mi ci e` voluto tanto tempo ad estricarmi da sotto il tavolo. Oh ecco...
    Hugs Liliana USA

    Nessie said...

    Elly, come ho già specificato , questa è la nuova caccia alle streghe nei confronti di chi non vuole accettare queste imposizioni crudeli di una nazione (la nostra) in VIA d'ESTINZIONE. Nessuna cultura e/o etnia sparisce volontariamente dal proprio territorio d'origine, ma quello che stanno programmando ai nostri danni è un vero e proprio etnocidio. E la commiserazione ipocrita nei confronti degli allogeni, serve a coprirlo.

    Tana, brava, visto che sei di quelle parti, poi raccontaci come è davvero andata. POi verrò a leggere. Quel Ruotolo con quella faccia da tricheco, pareva un animatore da villaggio-vacanze in Kenia. E tutti questi clandestini che invece di starsene quatti quatti,a cause della loro illegalità, si mettevano pure ad agitare il foglio di via. Stasera li ho pure visti in tv in migliaia a una manifestazione "antirazzista". E' ora che vi facciate sentire voi del Sud, su come stanno davvero le cose. Non c'è bisogno che ti ricordi la faccenda di Ponticelli e della zingara che voleva rapire la bimba di pochi mesi. Ma sui giornali stranieri, i napoletani erano "razzisti". Che palle!

    Nessie said...

    Reyts, qui non ci vogliono affatto delle lauree: gli sbarchi aumentano in maniera esponenziale da un anno all'altro, quale che sia il governo che va su. E nessuno osa fermarli, perché è chiaro che il governo è altrove. Cioè non più a casa nostra, ma a Bruxelles. E se si fanno leggi restrittive per porre uno STOP a questo sconcio, arriva la commissione Ue e te le boccia. Penso che ora ti sia chiaro...

    Lil, l'ho sorpreso mentre pontifica come un buon pretacchione della chiesa rossa :-)
    Se vuoi vedere invece una sciarada visiva costruita a suo tempo da Pseudosauro, clicca qui:

    http://sauraplesio.blogspot.com/2007/06/santoro-ha-fatto-il-giro-delle-sette.html
    E vedrai un toro con la sua faccia (San Toro). Lui con l'aureolo in testa e più sotto la scritta: IL POLLO E' SERVITO.
    E lo sai perchè? Perché un tempo faceva parte di un gruppuscolo della sinistra extraparlamentare di ispirazione marxista-leninista che si chiamava SERVIRE IL POPOLO. Ma noi studenti lo chiamavamo "Servire il pollo" per prendelo in giro :-)

    Ho avuto il piacere di rivedere la vignetta su google immagini alla voce Santoro. WOW!

    Anonymous said...

    Grazie ho visto la vignetta \e la ricordo. Pseudosauro con quella vignetta ha rovinato il toro.
    Scarthorse ha detto che ammira il fegato di quelli che guardano quel programma difatti io lo evito. L`altra sera mi son soffermata un po` ma ho dovuto cambiar canale, non ho potuto scagliar la scarpa, come volevi far tu Nessie perche` la TV e` nuova bella grande, il gioiello di Phil. Buona notte
    Liliana USA

    Lo PseudoSauro said...

    Piu' che di tori sarebbe meglio parlare di orsi, considerata la presente congiuntura internazionale. :-)

    Anche al sottoscritto, lo strombazzamento generale contro il razzismo, comincia a dare sui nervi. Il razzismo e' un dato antropologico, non culturale, e non e' colpa di nessuno se la convivenza forzata tra gruppi umani disomogenei si risolve sempre allo stesso modo. Invece di criminalizzare i razzisti, bisognerebbe criminalizzare le ideologie che esasperano il razzismo stesso. C'e' un modo sicuro per fare si' che una naturalissima funzione deputata all'autoconservazione non degeneri in violenza: adeguare le utopie (tutte) alla realta'. Quando si vuole fare il contrario si ottiene esattamente cio' che non si vorrebbe ottenere.

    Fare esperimenti sociali sulla pelle della gente e' sbagliato indipendentemente dall'etichetta che si mette sull'operazione. Non e' che e' deprecabile se l'etichetta e' quella comunista, mentre e' auspicabile se e' liberale o religiosa. E' comunque la stessa cosa.

    Come gia' scritto mille volte, ormai, per fare queste cose ci vuole uno spazio fisico che in Europa non c'e'. Se qualcuno ha presente una nazione del Nuovo mondo come l'Australia, rifletta sul fatto che e' abitata da poco piu' di 21 milioni di persone. Quasi un terzo degli abitanti italiani distribuiti su di un territorio grande quasi come 'l'Europa. Eppure anche li' hanno problemi di convivenza tra sottospecie, etnie, culture diverse.

    E poi non mi riesce proprio di capire perche' "nuovi Stati" come il Kosovo possano essere composti interamente da etnia albanese, mentre qualche centinaio di km piu' in la non si puo' piu' fare. In realta' lo capisco benissimo, ma sarei curioso di sentire le giustificazioni di quelli che ritengono le due cose assolutamente normali.

    Un saluto a tutti da un sauro a mezzo servizio.

    Anonymous said...

    Cara Nessie,
    mi sono già espresso molte volte su questa perniciosa razza di pseudointellettuali o giornalisti sempre e comunque dalla parte dei diseredati presunti (ma con cachet in milioni di euro l'anno e residenze confortevolissime lontane anni luce dai tuguri superaffollati delle "vittime"che pretendono di rappresentare).Santoro non lo guardo più perché nonostante i suoi sforzi per apparire sopra le parti (tentativi patetici che lasciano il tempo che trovano)alla fine fa emergere sempre la sua vis polemica scagliata in malo modo soprattutto contro chi non la pensa come lui.E che dire di Gad Lerner?Io lo trovo odioso, brutto da vedere, con quel suo perenne ghigno obliquo,una paresi facciale che gli deturpa la faccia e rende particolarmente orrenda la sua risata da saccente che la sa più lunga di chiunque altro:donde il suo disprezzo cosmico per quasi tutti i suoi ospiti, venuti lì a farsi insultare da questo spregevole individuo.E infatti non guardo mai l'urlante Lerner dai tempi in cui bisticciò con Ferrara su La 7...Ma io come Occidentale non mi riconosco più in nessuno dei cafoni televisivi che dispongono delle capacità dialettiche di un hooligan.I miei modelli sono altri:penso alla Sophie di Le Coup de Grace,di Marguerite Yourcenar, per la quale era supremamente elegante dare ragione all'avversario in una disputa.Siamo agli antipodi rispetto a quella pescivendola sguaiatissima(e mi scuso con le pescivendole vere)che risponde al nome di Gad Lerner:un altro politically idiot da salotto, che non si sporcherebbe mai le suole delle sue scarpe firmate per frequentare i posti abituali alle vittime del razzismo (sic) nostrano che lui, bontà sua, non si stanca di difendere.
    Buona domenica da Occidentale

    Nessie said...

    Buogiorno Liliana, e buona domenica !

    Già Sauro, e non dimentichiamo di ricordare che Belgrado è stata bombardata dai "cultori dei diritti umani" per ben 78 giorni per poter impiantare questa nuova costola di etnia albanese-islamica, per poi separarla coattivamente dalla Serbia. :-(
    Sull'utopia malsana della convivenza forzosa degli allogeni mediante importazione by planes and boats and trains (era il titolo di una canzone di Bacharach), è evidente che sfondi una porta, anzi, un portone già spalancato. Che ogni utopia (dream) si trasformi in un incubo (nightmare) , non è di certo la prima volta nella storia.

    Occidentale, che devo risponderti? Che la tua descrizione di Gad Lerner, mi ha fatto rovesciare giù dalla sedia per le gran risate :-D. Semplicemente perfetta, non c'è da aggiungere altro.
    Buona domenica a te e a voi tutti.

    HD said...

    Il multiculturalismo impostoci sì è dimostrato un errore. O meglio, un errore era il discorso di chi lo riteneva il bene assoluto, una normale e inevitabile "evoluzione" della società (parallelamente al libero mercato, "naturale" pure quello). In realtà, per chi l'ha pianificato e poi imposto, usando la retorica del buonismo e dell'antirazzismo come vaselina, è stato un successo perchè è proprio questo a cui si mirava: l'indebolimento e la distruzione dei popoli fieri della loro identità, da sempre di ostacolo per il mondialismo che ci vuole "tutti uguali" nel senso di tutti schiavi!
    Quanti ancora si ostinino a non capire, a non voler indagare, e continuano anzi ad auspicare un'ulteriore mescolanza additando come mostro di turno chi a ciò si oppone più per amor proprio che per odio a priori dell'altro (ammesso che vi sia davvero), altro non sono che l'altra faccia della medaglia di quella globalizzazione che dicono di voler poi combattere!
    Quando poi si va a vedere i nomi di chi fa girare la giostra dell'economia globalizzata e quel che ne consegue, non si può non notare una sottile linea (rossa) che lega i piani alti della finanza coi piani bassi del cosiddetto antagonismo (quanti compagni antiberlusconiani sono a conoscenza del ruolo di maggiordomo di Romano Prodi presso la banca d'affari anglosassone Goldman Sachs, principale battitrice d'asta delle nostre ricchezze nazionali svendute all'estero, ruolo così ben svolto da esser ripagato con finanziamento della campagna elettorale e benevolenza della stampa britannica invece sempre ostile al cavaliere"fascista"?)
    Se per molti si può parlare di buona fede (ma fino a un certo punto) nel credere alla propaganda immigrazionista-multiculturalista, non si può certo dire lo stesso di chi godendo dell'appoggio dei media giusti ce l'ha strombazzata per anni e contiuna a farlo... loro ben sanno quel che fanno!

    Nessie said...

    Molto interessante il tuo intervento HD.
    Ma è evidente che i "no global", i disubbidienti e gli antagonisti della sinistra luddista e sfasciabankomat, siano l'altra faccia del mondialismo e della globalizzazione finanziata col debito. Quella stessa che in queste ore sta crollando con tutti i filistei.
    Non sono pochi , del resto i punti in comune nonostante l'apparente antagonismo:
    1) sono entrambi terzomondisti e "antirazzisti" d'accatto.
    2)sono entrambi multiculturalisti e multietnicisti
    3)sono entrambi universalisti e guardano con sospetto e cattiveria ogni forma di patriottismo e di spirito identitario.
    4) sono per lo sradicamento delle masse dai loro territori di appartenenza.
    Inoltre più avremo disordini in stile POrto Alegre, Seattle, Nizza ecc, più avremo Bilderberg e finanza mondiale che si autopropone come "nuovo ordine e nuova legge".
    Mi viene perfino il sospetto che no global e black bloc, siano i loro "agenti provocatori".

    Josh said...

    sul post: la trasmissione è stata una roba indecente, ne ho visto solo un pezzo, di solito la evito come la peste perchè non sopporto nè Gad Lerner nè san Toro.
    Per il bollettino di Nessie: oggi a Modena un ragazzo marocchino ha pestato il controllore perchè voleva farla franca col biglietto; e una rumena dopo aver rubato in un negozio ieri ha praticamente spinto la titolare sui binari (per fortuna non passava il treno)(verifica stasera ai tg italia 1).

    Nessie trovo geniale il paragone di noi Occidentali con i lemmings. Il commento del Sauro anche ci coglie in pieno: se si facesse quello che ha scritto in neretto, altro che anguille di Comacchio:)

    >@Tana, sulla tua ultima domanda su Lerner, come fa ad essere "comunista tanto così" sommando tutto? fai 2+2 :))<
    su hd e l'ultima risposta di Nessie: il sospetto che no global, black blok vari disubbidienti e disordinati siano legati da qualcosa di più del filo rosso con Alta Finanza è da mo che mi è venuto. I 4 punti di Nessie sono veri legami che hanno tra loro. Alta finanza, mondialismo e finta sinistra barricadera. Non parleremo nemmeno delle strane liaisons solo apparentemente opposte di alta finanza e gioco in borsa con rossi e verdi antindustralisti radical chic & co. I No global sono proprio i loro "Agent provocateur", in tutti i sensi, se vuoi anche come dire "la loro mutanda".

    Lo PseudoSauro said...

    HD e Josh dicono bene. Se la tesi pur fondata, e mai confutata a sinistra, de "il terrorismo e' sempre di Stato", era valida tempi addietro, perche' mai non dovrebbe essere valida ora? Solo che al termine "Sato" va sostituito quello indefinibile di "Mercato". Quell'entita' anonima e transanazionale per cui si denunciano i sospettosi "complottisti", non molto disposti a bersi tutte le frescacce in circolazione. Si crea un antagonismo artificioso, lo si controlla e lo si canalizza. E' una prassi antica ed efficace che e' stata usata da tutti. Ad esempio in USA, i leader neonazisti indiscussi sono israeliani e pare che in Europa sia lo stesso. Il "false flag" e' comodo per dirottare sul nemico pubblico di turno ogni azione imbarazzante. Tutto cio' obbedisce ad una vecchia regola: se il nemico non c'e' lo si inventa, e da il vantaggio di conoscere sempre per nome e cognome tutti gli antagonisti (in buona fede) e sacrificarli quando e' necessario senza rischiare di compromettere i vertici. In fin dei conti non e' una gran novita' e potrebbe spiegare perche' i terroristi islamici poterono agire pressoche' indisturbati in molte occasioni. Anche se per fare di uno scarso allievo pilota, un asso dei cieli sarebbe necessario uno sforzino ulteriore. Ma e' un fatto secondario questo, dato che le "masse" sono notoriamente di bocca buona.

    Josh: quello che ho scritto a braccio in neretto non e' il manifesto del PNF. E' scritto tutto nella Costituzione nata dall'Antifascismo ed attualmente in vigore. E' questo il fatto davvero strano.

    sarcastycon said...

    Siamo al punto di non ritorno?

    io ho bannato dalla mia vita i soliti idioti di pennivendoli e ondetvvendoli, cominciando da vespa per finire a mentana, per non parlare di santoro e Kompagni.

    o ci diamo una mossa o siamo veramente al punto di non ritorno...
    semprechè non l'abbiamo già superato

    ciao
    Sarc.

    Nessie said...

    Caro Josh, ti ringrazio per l'aggiornamento del "bollettino". Ne aggiungo uno io.

    Milano-Ore 22. Ha tentato di rapinare un phone center. POi è entrato in un kebab e, sotto la minaccia di una pistola, si è fatto consegnare un panino e una birra in Via Mac Mahon.Preso il panino, il malvivente, un 41enne tunisino pregiudicato, ha fatto esplodere due colpi di pistola prima di darsi alla fuga. L'uomo è stato intercettato e arrestato poco dopo da una volante della polizia. Vediamo ora se qualche giudice lo ferma o se lo rilascia perché ricominci daccapo a fare il "pistolero" del Far west delle paninoteche.

    A costo di diventare ripetitiva, non ci sarà giorno in cui non ne scrivo uno.

    Sauro, a dire il vero anche la sottoscritta ha dato il suo contributo alla formulazione della teoria della "strategia della provocazione" andata in onda in particolare a GE durante il G8. :-P Vecchie storie.
    E non ci vuole poi una grande scienza nel constatare che i black bloc sono l'altra faccia di quel mercatismo che credono di contestare, ma a cui sono perfettamente omologhi.
    D’altra parte, ai neomarxisti, o ai fautori della rivoluzione permanente,. profondamente delusi per il crollo del sistema del socialismo reale e per il tradimento degli ex-compagni, postcomunisti (i DS oggi PD) che per il potere hanno svenduto tutte le conquiste sociali delle sinistre - le immigrazioni in massa incutono la grande speranza per la rinascita di un nuovo proletariato. E offirerebbero altresì, il materiale umano necessario per la mai dimenticata Rivoluzione proletaria. In questo caso magari "nera e africana".
    Sulla faccenda dei "nazisti israeliani" statunitensi (quasi un ossimoro) francamente finché non vedo la pistola fumante e finché non sento qualche altra fonte accreditata oltre il solito Blondet, mi permetto di dubitare.Io sono come S. Tommaso.

    Sapevo che era la costituzione quel che era scritto in neretto. Ma che ci voi fa'...

    Nessie said...

    Sarc, tu che hai sempre la vignetta pronta, faccene una suoi nuovi "fanrazzisti". E cioè su quelli che il razzismo lo costruiscono al tavolino perché al momento sono disoccupati :-)

    Lo PseudoSauro said...

    Non ti nego il merito, ma e' come la scoperta dell'acqua calda. Nella visione manichea che ha prevalso in tutto il dopoguerra, i "buoni" non facevano queste cose, mentre in realta' la prassi adottata da tutte le parti in campo dimostrava esattamente il contrario. Personalmente, disporrei di una miriade di esempi, ma non e' questo il punto. Dovrebbe bastare il buon senso comune per spiegare come sia logicamente insostenibile una weltanschauung del genere. Il fatto stesso che molti di noi - compreso il sottoscritto - ci credessero, dimostra come l'ideologia non fosse unica prerogativa dei sovietici. Diciamo che, mano a mano che le illusioni svaniscono sotto i colpi della dura realta', ci si trova senza punti d'appoggio, il che e' oltremodo spiacevole, ma e' un inconveniente tipico della liberta' di pensiero. Non e' questo che volevamo? Il Tale diceva: "La Verita' rende liberi", ma tutto ha un prezzo.

    Quanto al leader del partito nazista USA, la spia del fatto che si tratti di un infiltrato e' l'accusa da lui stesso mossa al candidato presidenziale Ron Paul di "cripto-nazismo", di cui riporto la traduzione qui.

    «… Sono costretto a dire la verità sul coinvolgimento di Ron Paul nel movimento nazionalista bianco. Lui e i suoi si incontrano regolarmente con membri dello Stormfront, della American Renaissance, dell’Institute for Historic Review [il gruppo dei revisionisti storici] ed altri al ristorante Tara Thai in Arlingon, Virginia… E’ un incontro che fu organizzato originariamente da Pat Buchanan… Io ho partecipato a queste cene, vi ho visto Paul e i suoi consiglieri, e sono stato invitato nei suoi uffici a Washington per discussioni politiche. Il fatto che il suo portavoce abbia definito il razzismo bianco ‘politica meschina’ e che gli attivisti bianchi ‘sprecano i loro soldi cercando di influenzare Ron Paul’ è ridicolo. Paul è un nazionalista bianco del tipo Stormfront, che ha tenuto per sé le sue idee razziali e sul giudaismo mondiale per via della sua posizione…’ ».

    Ragionevolmente, che interesse puo' avere un "nazista" a screditare un candidato presidenziale da egli stesso denunciato come vicino al suo movimento?
    Soprattutto quando trattasi di un candidato che e' riuscito a mobilitare molta parte dell'opinione pubblica USA senza l'appoggio di una sola delle lobbies che contano? Non che Paul abbia infastidito molto i candidati ufficiali, ma il porre un veto cosi' pesante sulla sua candidatura sa di fasullo lontano un miglio. Un nazista serio brucerebbe in modo cosi' stupido la possibilita' di avere un presidente USA dei suoi?

    Certo, l'idea dominante che oggi vede i nazisti stupidi e con le teste rasate ne uscirebbe rafforzata, ma non regge il paragone storico con i nazisti originali, che non erano ne' stupidi ne' rasati.

    Blondet: e' una fonte come un'altra. A volte puo' essere attendibile, altre no. Se abbiamo bisogno dell'imprimatur del tale o del tal'altro prima di leggere, che tipo di liberta' e' mai la nostra?

    Nessie said...

    Le mie sono tutte scoperte dell'acqua calda, mentre le tue sono tutte sagaci e argute considerazioni prese da dove? Da Effedieffe. Uhmmmmmmm!

    Sì, sapevo di queste accuse a Ron Paul. Ed è curioso che sia sparito così in fretta dalla scena politico-elettorale mediatica.
    Anche su TCQV c'erano molti suoi supporter che adesso non vedo più in HP. Chissà come mai.

    Lo PseudoSauro said...

    Siamo permalosetti? Anch'io mi pregio di appartenere alla gloriosa avanguardia degli scopritori dell'acqua calda. Non s'era capito?

    A parte che il denunciare una fonte essere stata presa da Effedieffe non basta per screditarla... se questo e' un modo di intendere le prerogative del "mondo libero", sono ben lieto di collocarmi altrove. Le parole devono corrispondere nella sostanza a cio' che rappresentano, pena lo scadimento in vuoti slogan.

    Comunque non c'e' solo Blondet che sostiene certe "verita'". E poi, ogni suo articolo pubblica a pie' di pagina tutte le fonti da cui si e' documentato. Ti risulta che sia una pratica comune a tutti gli altri giornalisti? Il fatto e' che a fronte di un giornalismo classico, e corredato di tutti gli ammennicoli tipici degli studi seri, si leggono solo editoriali a cui si crede solo per fede. Di questo gli va dato atto.

    Mi pare di aver scritto che non tutto cio' che si legge di B sia attendibile. Il che, per me, vale anche per Ostellino, Romano, Colombo, Pansa etc. O e' lo scrivere su di un quotidiano piuttosto che su di un altro a fare la differenza? Non e' meglio giudicare un pezzo dal contenuto piu' che dalla firma? Sarebbe pure piu' "liberale". :-)

    Nessie said...

    UHMmmmmmmmm! :-)

    Anonymous said...

    Blondet ha (aveva? Non lo leggo da una vita) il vizio di scrivere di tutto e di più senza citare le fonti, senza dare uno straccio di prova che quel che ha riportato è realmente accaduto o è stato realmente scritto/detto.
    stefania

    Lo PseudoSauro said...

    Stefania: onestamente... non e' vero. Tutti gli articoli che ho letto io riportano le note a pie' di pagina con le fonti, con la sola eccezione degli editoriali. Diciamo che e' piu' opportuno il dire che non lo si legge per non urtare la sensibilita' di alcuni "alleati" permalosi. in ogni caso della crisi economica attuale, ne ha scritto oltre 3 anni fa, e tutti gli davano del "complottista". Non sara' l'oracolo di Delfi, ma certo non e' l'imbecille che qualcuno vorrebbe che fosse.

    Qui c'e' un link al primo articolo che ho trovato sull'argomento (scritto nel 2005).

    http://www.effedieffe.com/rx.php?id=670%20&chiave=La

    Anonymous said...

    Chiedo scusa. Per scrupolo sono andata a vedere (grazie al tuo link) articoli passati e, effettivamente, ci sono sempre note di fondo. Bisognerebbe, visto la reputazione che ha in certi ambienti, andare a controllare ogni nota.
    stefania

    Josh said...

    p.s. trascorsa 1 settimana dal post, ecco che ieri sera san toro (di cui ho visto solo un pezzo) non ha perso occasione di piazzare gli sharia bond,
    di esaltare le magnifiche sorti e progressive dell'economia araba senza interesse (o meglio inferiore) e senza lucro, loro sì che sono 'senza peccato' mica come noi Occidentali, e via così...

    Nessie said...

    Visto anch'io. Non la puntata integrale che ho evitato come la peste, ma mentre facevo zapping mi sono soffermata sull'islamica che leggeva le sure coraniche e parlava di economia basata sulla sharia. Al che, ho affrettato l'operazione zapping e mi osno fermata Liza Minnelli da Vespa. Grande! Lei, sì.

    Aldo said...

    Nessie, se vai su http://scuolaviolenta.blogspot.com/ trovi una rassegna regolarmente aggiornata di notizie "a tema" (nella fattispecie, la violenza nelle scuole italiane). Visti i meritori propositi che manifesti di ergerti a memoria storica delle violenze perpetrate dai nostri "ospiti non invitati", potresti mettere in piedi qualcosa di simile su un tema specifico, magari suddividendo le notizie per tipologia, o seguendo un più semplice schema cronologico. Che ne dici? E' fattibile?

    Nessie said...

    Grazie del link. Tutto è fattibile. L'unico motivo per cui finora sono stata restia a parlare di scuola è di ragione puramente soggettiva. Avendoci insegnato per anni, ho la nausea solo a parlarne. Anzi, il vomito.

    Aldo said...

    Nessie, non intendevo un blog sulla scuola (era solo un esempio), ma uno nel quale elencare man mano che ne vieni a conoscenza le notizie sulle violenze alle quali facevi cenno.

    OT: Condivido la tua nausea nei confronti dell'ambiente scolastico (che si va deteriorando alla velocità della luce per una serie di ragioni) ma, purtroppo, non posso ancora permettermi di sputare nel piatto dove mangio. :(

    Nessie said...

    Nooooo! Lavori a scuola? Ma allora avrai senz'altro prenotato un posto in Paradiso :-). Però non ti invidio nemmeno se ti vedessi tra gli angeli e con l'aureola intorno al capo.
    Dici una sorta di bollettino delle paure metropolitane? Ci avevo pensato, ma poi a lungo andare mi deprime. Non si può sempre parlare di ciò che fa male...