14 April 2008

Col senno di poi

A proposito di elezioni, come si può ben vedere ho tenuto un low profile, parlando d'altro fino all'ultimo. Non ho messo banner. Non ho rotto gli zebedei a nessuno su come avrei votato per mezzo di endorsement, con dichiarazioni da curva sud o post logorroici sfornati ogni due per tre. Votare o non votare? Questo era il problema del mio "last minute". Poi mi sono detta che è meglio sbagliare votando piuttosto che essere infallibili non votando. Ho votato per la Lega, perché ritengo la questione immigrazionista e la sicurezza che ne deriva, la madre di tutte le questioni.
Perché vivo al Nord e qui in queste regioni, provincie e comuni la Lega amministra bene, con senso pratico e con grande responsabilità. Non mi è piaciuta la campagna della Santanché (volgarissima contro Berlusconi) e nemmeno una destra che se la prende di più con chi non è ancora al potere, piuttosto che con chi c'è appena stato. Che imita la sinistra nel frazionismo e nelle lotte intestine. Non mi piace la destra sociale e assistenziale, redistributiva (che rassomiglia tanto alla sinistra), di Fiore (in tv parlava come Ferrando, il trotzkista); e nemmeno quella nostalgica di Storace. Dove li si piglia i quattrini per il welfare e la redistribuzione se non c'è produttività?
La Lega ha mostrato di avere un'identità forte, di aver sopportato anche provocazioni avvelenate che hanno tentato di vanificarne l'operato pragmatico fin qui attuato (legge sulla legittima difesa di Castelli, il voto contro l'indulto) e oggi viene premiata dagli Italiani. I lanciatori di pallottole P38 di professione e delle sedie di ferro contro Ferrara non hanno avuto nulla di meglio che criticare i "fucili" sparati a salve da Bossi. Ma il peggio è che questo è venuto anche dai blogger di destra, che hanno mostrato molte pruderies con la stessa puzza sotto il naso della sinistra snob, nei confronti dei "bifolchi del Nord". Parlo anche di razzismo apertamente antinordico di qualche blogger "sudista". Oggi la Lega cresce anche al Sud (in particolare in Sicilia) e questo vuole dire che si candida a essere un partito nazionale. Personalmente, sono abbastanza colta di mio da sopportare questi simpatici "bifolchi". Adesso comincia il bello e occorre darsi da fare per evitare inciuci e compromessi al ribasso.

48 comments:

paoletto said...

Nessie anch'io sono rimasto indeciso fino all'ultimo poi partendo da un ragionamento simile ho dato il voto alla Lega. Certo, qui in Romagna abbiamo solo un comune governato da un sindaco leghista, ho voluto premiare l'attivismo della Lega che nel cdx e' quella che piu' si sente sui temi caldi della sicurezza e dell'immigrazione selvaggia.
Mi auguro che ora la Lega faccia valere il proprio peso e non tradisca la fiducia che in tanti gli abbiamo consegnato.

Nessie said...

Ciao Paoletto, era un po' che non ci sentivamo. Indicazioni di voto non mi sono sentita di darne, ma quando ho visto i media che cercavano pure di rifilare la patacca avvelenata del terrorista comunista Sandalo di Prima linea proprio alla Lega, allora le ho dato man forte con il mio voto. E' il colmo dei colmi: gente che ha versato sangue per tutti questi decenni con gli anni di piombo e che fa parte dell'album di famiglia di sinistra, che viene attribuita con imperdonabile leggerezza mediatica al centrodestra.

Lea said...

Heila Nessie! ^^
Guarda... io sono abbastanza contenta per come sono andate le cose. Innanzitutto sono felice che non abbia vinto la sinistra, e su questo non ci piove. Certamente non mi piace il PDL, ma concordo con te nel dire che della Lega ci si può fidare. Non per nulla, dopo aver votato la Destra per camera e senato, ho scelto proprio la Lega per il comune di Udine, la provincia e la regione. Perchè la Lega è un partito davvero in gamba quando si tratta di governare "localmente". Mi dispiace che si sia andata ad immischiare nel PDL, ma speriamo che non finisca con le mani legate e che, anzi, riesca a pilotare un po' quei due individui. Voglio essere ottimista :P

Anonymous said...

Dopo un sacco di tempo voglio commentare anch'io (ti seguo sempre ma non commento mai, sorry) ed oggi posso dire di essere un leghista 'un pò meno amareggiato'. Speriamo bene, anche se i blogghers sinistri già parlano di 'regime', di 'fine dell'Italia', di 'opposizione dura', di 'scendere in piazza', di 'andarsene dall'Italia'e altre amenità simili... (basta vedere i commenti sul blog di Travaglio, li ho letti giusto per farmi un'idea). Quindi dico, speriamo bene, che ci lascino governare senza troppi patemi, ma ne dubito...

Nessie said...

Peccato Lea che tu abbia buttato via gli altri due voti, dato che non hanno raggiunto lo sbarramento. Ti parrà strano, ma a decidermi pro Lega è stata proprio la Santanché con quelle sue due pessime battute: la prima a Berlusconi sul "a lui non gliela do". Roba da fuori di testa, per chi si candida a fare la leader accreditata. La seconda contro i "fucili" a salve di Bossi. Fino a quando si scandalizza la sinistra, posso anche capirlo. Ma che lo faccia lei...
La novità della Lega è che è un partito "territoriale e identitario". e non solo localistico. In questo senso non è né di dx né di sx e può piacere anche in Emilia Romagna dove si fanno moschee a gogò; come pure in Sicilia dove ci sono sbarchi di clandestini, con lampedusani incazzati. Ciao.

Nessie said...

Anonimo leghista amaraggiato, non ti curare dei blogger sinistri. Dopotutto fanno il loro mestiere di sinistronzi. A me hanno preoccupato di più certi commenti beccati dai blogger mal-destri.
Ora si tratta di non tradire la fiducia che in tanti hanno consegnato alla Lega. Ma dentro la coalizione, avrà, grazia a questa forza, le mani meno legate. Così si spera. Stasera Castelli ha già detto che sull'immigrazione e la riforma federale non transigeranno.

Orpheus said...

Cara Nessie, dire che sono felice é poco.
Sono galvanizzata dalla vincita del PdL e della Lega, e la disfatta assoluta e ignominiosa della sinistra radicale.
Quest'ultima é una grande vittoria.
Quanto ai blogger anche da me una cretina si è attaccata ai "fucili" di Bossi, non sanno perdere...
Per il resto sai che la pendo come te, e infatti ho votato Lega anch'io...
Ciao e buonanotte Mary

Nessie said...

Buonanotte Mary, grazie e speriamo che da domani ci siano giorni migliori per il nostro paese e per tutti.

hellstrike said...

Hai scritto un gran bel pezzo !
Complimenti ! Avessi il tuo talento scriverei pure io più spesso.

Ma io ho il brutto difetto di scaldarmi in fretta, un po come Bossi e certe volte le sparo grosse.

Ma .. alla fine come tu (molto intelligentemente) fai notare, contano i fatti (vetrine spaccate) e non le parole (i fucili a elastico) ...

Qualcuno dovrà riflettere per forza. Perchè l'esito di queste elezioni non parla appena di vincitori e vinti.

Si sente aria di nuovo, (no non quel "nuovo" che tanto acclamava Uolter):

Abbiamo un parlamento ripulito dalle forze che da sempre fanno struzione al progresso del paese, nel nome di individui che rappresentano una virgola nel mare della collettività.

Abbiamo ORA la possibilità di ricominciare da Zero .. no purtroppo da sotto Zero grazie a Prodi e ai suoi sopracitati colleghi.

Se il PD saprà davvero prendere l'occasione al volo e capire che ora è necessario lavorare nell'interesse del Paese.
L'Italia tornerà a fiorire e in particolare il Nord Italia comincierà forse a sentirsi meno oppresso da quella mano romana che da troppi anni ruba le uova nel pollaio altrui.

Un caro saluto .. e buona notte.

http://ilpizzino.blogspot.com said...

Io mi auguro che la tua chiosa non riguardasse solo il sottoscritto, perchè significherebbe che ci sono altri bloggers "sudisti" che tu leggi e ciò potrebbe portare a scompensi di cistifelia. Come te ero indeciso se andare a votare o meno, poi l'irruzione della Destra sullo scenario politico e la brillante campagna elettorale della Santanchè - tutt'altro che volgare e nostalgica, anzi per me, amante del futurismo, è stata di pura avanguardia! - mi hanno indotto a sosteere un movimento che raccogliesse la protesta.
Purtroppo la miopia italiana hanno finito per premiare il duopolio Berlusconi/Veltroni, più altri 2 partiti di matrice meticcia quali lega e di pietro. In questo contesto l'Udc si è trovata, addirittura, ad essere l'unica opposizione in cui confidare.
Tanto più che La c.d Lega Sud non è altro che un Udeur mascherato e l'asse con Bossi mi lascia perplesso ancora di più: una volta almeno i leghisti non si alleavano con i democristiani. Naturalmente considero la modifica dell'art 52 del cp sulla legittima difesa (che non è una legge!) che tu hai citato un mostro giuridico perchè elimina l'attualità e la proporzionalità della reazione all'offesa, ma tu sei libera di pensarla diversamente; in fondo siamo tutti un po' sceriffi. Certo è che comunque mi fa piacere di averti convinto ad appoggiare un partito la cui ragione sociale è nella xenofobia e nella proliferazione di enti inutili. Se permetti, a questo punto, preferisco mille volte "la destra nostalgica", anche per resistere ad un annessione che, con il prossimo governo, sarà completa.

Massimo said...

A me è sembrata squallida e volgare la campagna del "partito di centro, moderato e liberale" con la supplica all'ultimo momento, e si è visto come si sia trattato solo di fuffa propagandistica. Mi auguro che La Destra mantenga il punto e parta dal milione di voti ottenuti, dai relativi rimborsi elettorali, per ricostruire una Destra italia che faccia una opposizione molto dura al governo liberalcentrino, presentandosi autonomamente in ogni prossima occasione elettorale, senza accorrere in soccorso dei pidiellini, a cominciare dall'eventuale ballottaggio di Roma ... :-)

Josh redivivo said...

Nonostante i miei recenti casini non posso non pensare a te, Nessie, specie oggi, sai com'è, l'unità di spirito:)) Olè!...la novità politica è un'ottima notizia, che mi solleva, è andata meglio di come mi aspettassi. Certo, come osservate, anche in E/R la Lega avrebbe molto da dire, e spero qualcosa stia cambiando anche qui quando si voterà per Comuni, Province etc...sono felice della disfatta delle sinistre estreme con il loro filoislamismo, i senza se e senza ma, le amicizie con Hamas, la loro becera convinzione che l'unico problema dell'Italia sia la ...'laicità'..., la loro assente politica sociale per gli italiani, il loro essere gauche au caviar sempre assente dai veri problemi e sempre a menarla su temi astrusi che non interessano a nessuno mentre l'Italia va a picco, a Sud con Napoli, a Nord con Milano/Malpensa/Alitalia, mi hanno fatto diventare allergico a qualunque concetto sinistro ridotto oggi solo a laicità/moschee/rotonde/coop/culturealtrui/
mi sfilano davanti agli occhi tutti gli scempi sinistri di questi anni, e i rospi ingoiati. Sono d'accordo Nessie sulla critica che scrivi alla Santanchè, ma nonostante i suoi errori, mi dispiace immensamente per lei. Ora speriamo bene. All'anonimo che dice che i sinistri iniziano a dire "scendiamo in piazza e andiamocene dall'Italia"
non mi preoccuperei, anzi, quale migliore occasione, 'accomodatevi, andatevene pure dall'Italia', 'Yes, they CAN go away', staremo tutti meglio, tiè.
Un abbraccio.
:)

Anonymous said...

Mi sento di destra, sono di Roma e avrei votato Lega se solo ci fosse stato il simbolo. Il mio voto è andato al PDL, convinto che la Lega farà bene !

Quoto in tutto il tuo post :)

Ciao!


Lorenzo

nuovopatriota said...

Vittoria!!!

SPADA ALZATA!

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

Nessie said...

Hellstrike, onore alle armi anche dei vinti. Veltroni ha avuto, se non altro il coraggio, diliberarsi della solita zavorra ultrà, pacifinta e da centri sociali. Credo che metterà il fieno in cascina per la prossima tornata. Tra 5 anni. Del resto non era facile cancellare le tracce unte e bisunte del Mortadella

Nessie said...

Caro Pizzino, a Lampedusa ad aiutare i lampedusani contro le navi-carretta dei clandestini c'era la Lega. E da lì è partito il suo proselitismo di quel che tu chiami azione "xenofoba" da una parte; e azione clientelare verso il Sud, dall'altra. Vedo che in fatto di svillaneggiamento non sei secondo alla sinistra. Se hai qualche idea migliore per porre un freno all'immigrazionismo selvaggio, faccelo sapere. Temo che in queste ore, la cistefellea sia un problema tuo.
Vengo alla Santanché. Perdere tempo a parlare male dei propri ex colleghi di partito, anziché cercare di mettere fieno in cascina, non paga. E non piace agli Italiani. Tra lei e Storace, hanno riesumato l'aria dei lunghi coltelli del convegno di Verona. Roba stantìa.

Nessie said...

Massimo, di che segno sei? Se sei del Capricorno è inutile discutere, perchè muro e non muro cozzi e dirocchi ugualmente :-). Ti ricordo che prima della Santanché "ti innamorasti" della Brambilla, ottenendo un mio commento scettico sul tuo blog: non è una cima. E sono rimasta della stessa idea. Tu invece, ti innamori e ti disinnamori dei "gadget" politici con troppa frequenza. Ti ricordo anche che fino a pochi mesi fa scrivevi post apologetici sul Berlusca come ora fai con Storace (scripta manent). E allora ti dirò cosa ne penso della Santanché secondo la mia sensibilità femminile. E' solo un "gadget" politico e la vostra agiografia è del tutto fuori luogo. Finge di fare la "sciura perbene" ma poi scende a livello di lavandaia con la Mussolini. Perde più tempo a sputtanare gli altri ex colleghi di partito, che a crearsi un vero posto al sole per sé. Infelice poi, quella battutaccia diretta a Berlusconi ("tanto a lui non gliela do") e anche la battuta protofemminista della "donna orizzontale". Quel tonno del Berlusca avrà tutti i difetti possibili, ma di donne candidate nel suo partito non ne ha mai fatte mancare. A cominciare da Letizia Moratti, Ombretta Colli e la stessa Brambilla. E nel '94 perfino quella gallina rinsecchita della Bonino, che grazia a lui, divenne Commissario europeo. Per tutta riconoscenza quella gallina sputò veleno addosso al suo benefattore e nella legislazione successiva passò con Prodi. Poveretta, con la sinistra, dovrà accontentarsi di uno strapuntino. Se ci sarà, questa volta...

A proposito del duo Pannella-Bonino. Storace in un'intervista ad Aldo Cazzullo sul Corriere disse che lui mandava avanti Daniela comportandosi un po' come Pannella con la Bonino. E' un paralellismo che porta jella. E difatti...

Nessie said...

JOoooosh! Bentornato! :-) pensavo giusto a te nel mio ultimo post del Giardino su Cime tempestose. E speravo anche in un tuo ritorno, perchè i tuoi commenti hanno davvero lasciato il segno. Pensa che c'è una mia amica-lettrice che mi chiede sempre di te.A che punto sei coi tuoi problemi?Spero in via di risolvimento.
Certo che mi dispiace per la Santanché. Ma errare humanum est. Perseverare è diabolico. E i suoi supporter qui presenti, dovrebbero farglielo notare nei loro post, invece di incoronarla coma la Madonna del Pilar o passare a devozioni sudamericane come facevano i descamiciados con Evita Peron. E' tempo di drizzare le antenne e di stare coi piedi per terra.
Anch'io sono contenta per gli arcobalenisti...svaniti nell'etere. Speriamo non si arruolino in qualche partito armato. A presto, spero, caro amico.

gabbianourlante said...

un parlamento senza falce e martelli, non s'era mai visto!
sarà la volta buona che diventiamo un paese normale? grande Silviaccio

un caro saluto e un abbraccio

Nessie said...

Grazie mille, Lorenzo.

Patriota, hai festeggiato la notte scorsa? Allora adesso riposati (il riposo del crociato :-)).

Nessie said...

Gabbiano, a dire la verità avevano cominciato a togliersi i ferrivecchi agricoli da soli. Nel vano tentativo di poter sopravvivere attraverso i 7 colori dell'iride. E il trasformismo, non paga quasi mai. Ciao, un abbraccio.

Lo PseudoSauro said...

Vedremo. Io non sono cosi' sicuro che chi ha votato per il PDL abbia capito come questo sia cambiato, ma ammetto che la Lega e' ancora una garanzia, anche se va notato che con gli attuali numeri, il PDL potrebbe farne benissimo a meno, e secondo me lo fara'. Sara' sul piano dei fatti concreti che la nuova distribuzione politica si potra' misurare. Nel caso non funzionasse, non ci sara' un'ulteriore possibilita' e si dovra' tornare al primo dopoguerra. Al contrario di cio' che appare, non credo che ci troviamo di fronte ad un sistema politico piu' stabile e l'uscita di destra e sinistra dal Parlamento non le interpreterei come un fatto di cui non preoccuparsi. Una falsita' su tutte e' proprio presentare il PDL come una destra eil PD come una sinistra, mentre sono entrambi un centro. Basta leggere i rispettivi programmi per accorgersi che dicono entrambi le stesse cose: mercato libero ed altre quisquilie, mentre questo sta saltando per aria e ci portera' a dover fronteggiare problemi fin'ora inimmaginabili.

Josh said...

Grazie Nessie. (OT pers.: Ho iniziato a scrivere qualcosa sul post di Praz e su quello pasquale, piano piano mi metto in pari. I problemi… non ti voglio tediare, va così così, tutto un cambio di vita non desiderato, e anche una scomparsa: ci vuole tempo. Ma da persona concreta bisogna ricominciare, recuperare lucidità, e da persona di fede bisogna anche adoperare l’immeritato dono per affrontare cose che non dipendono dalla nostra volontà.)
Mi mancano le tue chiavi di lettura, le tue agnizioni visionarie, ma anche le spiritosaggini come questa che scrivi sul gadget elettorale Santanchè, ora incoronata dai fans come la Madonna del Pilar:D
Grazie a te, gentile amica.

Nessie said...

Buongiorno, o Sauro! Come ho già scritto, meglio sbagliare votando, che essere infallibili non votando.
Hai optato per la tua splendida infallibilità? :-).
Direi proprio di no, che con gli attuali numeri il PDL senza la golden share della Lega, avrebbe invece moltissime difficoltà. Specie al Senato dove si riavrebbero la manfrine del cade-non cade. Il voto plebiscitario alla Lega (anche al centrosud) è la dimostrazione che si vuole dare un watch-dog a Berlusconi e a Fini.

Nessie said...

Josh, ohé ma quanto onore con quelle "agnizioni visonarie"! :-)
Ho letto il tuo commento su Praz nel Giardino. Lo sai che a Roma ho visitato proprio di recente la sua casa museale?
La verità di certe mie spiritosaggini nasce dal temperamento italiano che sembra un po' quello di Lucio Smentisco. Te lo ricordi quel personaggio di Striscia interpretato da Bracardi che prima adorava un leader politico eppoi lo pigliava a sberleffi e scornazzate? Qui Lucio, a voi Smentisco. Della serie, qui lo dico e qui lo nego.

nuovopatriota said...

Naturalmente si che ho festeggiato. Ma non posso riposare; ora comincia il periodo di osservazione del nuovo governo!
Per quanto riguarda la tua certezza sui numeri della Lega, mi pare palese.
Gli italiani volevano due cose prima di tutto: sicurezza e lotta all'immigrazionismo ed ai clandestini.
La Lega è il partito che più di chiunque altro ha messo ai primi posti queste necessità!

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

Anonymous said...

Cara Nessie,
per una volta possiamo esultare entrando nel Loch! Tu dirai che non è lecito cantare vittoria troppo presto ma che ci posso fare?Sapere che Pegoraro Scanio e BeRtinotti e l'odiatissimo Diliberto sono fuori dai giochi, e quindi non potranno nuocere alla nazione, a me sembra una notizia da giubilo!Ma ve lo immaginate?Bevtinotti che non potvà pvonunciave la sua fvase pvefevita "Sevve un passaggio pev andave a vedeve la pavtita?"(Cito dal libro "La Casta" dove si parla dei passaggi aerei che l' (in)Fausto nazionale offriva ad amici e conoscenti sugli aerei di Stato)Non lo vedremo più tanto spesso in tv-spero- ad ostentare le sue scarpe di pelle umana (fabbricate con cuoio italiano però, dei cittadini a cui hanno tentato ti togliere la pelle negli ultimi due anni).
Mi auguro che i campani non si limitino alla cancellazione dalla vita politica, e che per Pegoraro Scanio pensino seriamente alla deportazione, ad esempio in Siberia settentrionale dove, ecologista convinto se non convincente, potrà dedicarsi full time alla contemplazione della natura, e smetterà di rompere le palle a tutti noi italiani,come ha fatto per anni e anni.
La Lega ha avuto un grande successo perché-lo sappiamo- i demeriti delle sinistratissime sinistre nostrane erano tali e tanti che anche uno scettico come il sottoscritto che ha sempre avuto la massima disistima del 99% dei politici italiani, alla fine obtorto collo ha dovuto scegliere il partito e i candidati che presentavano un minimo di coerenza nei programmi che si sono scelti.Infatti ho votato Lega, per i motivi che hai illustrato tu in maniera molto chiara.
Pensa che oggi dove lavoro si brindava con flute di Taittinger...Non alla destra vincente, o non solo, ma alla definitiva estinzione della sinistra arcobaleno e di altri gruppi di idioti che volevano imporci la follia delle loro scelte politiche antiitaliane.
Un saluto da un festante Occidentale

Nessie said...

Non ho pubblicato il post del signor Carmine Crocco per due ragioni: la campagna elettorale è finita e gli insulti li dia a sua madre o a sua sorella.

Nessie said...

Okay Patriota, osserveremo e pungoleremo questo governo e gli ricorderemo di ottimizzare il nostro voto.
Allora Occidentale, hai brindato coi flute al lavoro? Massì unpo' di rinnovata fiducia non guasta. Intanto, peggio di come è già andata col vecchio governo non potrà più riandare. Si spera. E la speranza è sempre una buona cosa. Ciao e a presto.

Elly said...

Io avevo detto che avrei votato in modo disgiunto. E l'ho fatto. Uno dei miei due voti è andato alla Lega. E posso solo gioire per il risultato. Ora c'è da farsi un didietro così e speriamo che il nuovo governo ce la metta tutta pur di tirarci fuori da questo caos. E ci credo ancora.

sendo said...

Ciao,

Concordo pienamente con quello che hai scritto nel post.
Io per esempio sono da sempre berlusconiano, ma ho deciso di dare tutta la mia fiducia al partito di Bossi.
Mi sono anche avvicinato al partito e ho cercato di conoscere tutto quel che potevo sulla storia del movimento, le sue posizioni, e i risultati ottenuti come amministratori.

Tutto ciò mi ha fatto innamorare della lega nord, e come me tantissime altre persone che scelgono la lega non per protesta come tutti i media ripetono stupidamente, ma per la loro concretezza, la loro vicinanza alla gente ed ai suoi problemi, per la loro schiettezza e coerenza.
Ho riscoperto inoltre un senso di appartenenza per la mia terra che penso mi legherà a vita al movimento.

scusa la spatafiata

Nessie said...

Elly, all'inizio anch'io volevo disgiungere. Ma poi solo all'idea di rivivere il Nightmare già vissuto col duo Prodi-TPS-AMATO magari in salsa veltroniana e in falso rimodernato, ho congiunto. E "legato". :-)

Sendo, è per l'appunto questo senso di appartenenza alla propria terra che dovrebbe essere concepito al Nord, come al Sud, a Est come a Ovest. In poche parole, padroni a casa nostra.

Aldo said...

A proposito della questione migratoria, già nelle dichiarazioni post-voto compariva frequente il richiamo alla lotta all'immigrazione. Con preoccupante, metodico, insistente attributo di "clandestina". Se conosco la lingua, ciò significa che la lotta non sarà all'immigrazione in sè, ma all'immigrazione al di fuori delle leggi e delle quote.

Per quanto riguarda le leggi, ricordiamo che uno dei primi interventi del passato governo Berlusconi, complice la Lega (che io pure avevo votato, illuso dal non aver posto sufficiente attenzione alla formulazione degli slogan), fu la sciagurata sanatoria che portò alla regolarizzazione di centinaia di migliaia di clandestini. Da quel momento quelle centinaia di migliaia di clandestini cessarono di essere tali, pur non cambiando di una virgola la loro quantità né la loro ingombrante (ingombro fisico, alla lettera, senza razzismo di sorta) presenza sul territorio. Temo che assisteremo presto ad una replica.

Per quanto riguarda le quote, viste le richieste del mondo degli affari (che richiede un surplus di mano d'opera a buon mercato per abbattere il costo del lavoro tenendo bassi i salari con l'arma del ricatto), non mi risulta che il precedente governo Berlusconi, complice la Lega, le abbia ridotte significativamente, né che le abbia fatte rispettare in modo particolarmente ferreo. Temo che anche questa volta aumentare le quote sarà una delle tecniche impiegate per combattere, a suon di statistiche, l'ingresso dei "clandestini" nel nostro territorio: tutti dentro, ma coi documenti in regola. Non funziona: trecentomila persone in più rimangono trecentomila persone in più, anche coi documenti in regola.

Staremo a vedere. Spero d'aver torto marcio: per una volta reagirei alla grassa figuraccia con un radioso sorriso.

Josh said...

A proposito di 'padroni a casa nostra', l'osservazione locale di stamattina. Cofferati anche se sosteneva che avrebbe governato 10 anni, già 1 settimana fa diceva che porterà a termine solo i primi 5, che scadono tra 1 anno credo, perchè si trasferirà a Genova dalla compagna per stare con lei e il figlio piccolo. Quindi lascia Bologna. Ma nonostante questo, anche se lascia, e nonostante il risultato elettorale nazionale, invece di fare una politica contenuta per il poco tempo che rimane, ha dichiarato che la moschea dell'Ucoii a Bologna si farà, vuole lasciare questa grande riforma, e dice la Lega a Bologna non attacca. Non bastano le altre 6 moschee della città. I sinistrati non si arrendono nemmeno davanti alla realtà, nemmeno davanti alla sconfitta. Sono nauseato.

x Nessie: tra i motivi comunque del non successo della Destra della Santanchè non so se ci sia solo qualche battuta non di classe di Daniela, per il resto donna molto più di classe di altri: non penso che lei sia solo 'silicone' come dicono alcuni, o sia solo un gadget elettorale, della sostanza in lei c'è; hanno esagerato con la critica al Pdl, ma penso non abbiano avuto successo pieno più che altro per Storace. Il caos che coinvolse anche Storace in Lazio nelle passate legislature, anche se non è stato trovato colpevole di nulla,
ha gettato un'ombra agli occhi di alcuni elettori, ma personalmente non ce l'ho per nulla neanche con Storace, da un punto di vista elettorale queste cose purtroppo pesano.
Non così si può dire di Mastella: nelle settimane che non ho scritto, a Mastella sono stati dati dallo Stato 300.000 euro per "reinserimento sociale", dopo il battage dei giornali contro lui e la moglie. Un vero scandalo, se si pensa agli operai suicidi per mutuo o per disoccupazione.
Per il resto, non piacciono nemmeno a me le frazioni della destra e le lotte intestine, ma penso, Nessie che la destra sociale abbia o tornerà ad avere un ruolo, che vedo necessario e radicato, ma deve comprendere, come dici, che non si può rimettere in piedi un paese o addirittura pensare alla redistribuzione senza produttività.

X Pseudosauro: Lieto di leggerti. Mi auguro che il Pdl non faccia a meno della Lega. Sicuramente il Pdl non è una destra, ma un centrodestra, il Pd invece penso non sia né carne né pesce: né centro né sinistra, e solo fuffa ideologizzata. Ieri sera ho risentito Livia Turco, sono collassato per la (assenza di) logica, e ho pensato sia necessario rispolverare la pratica dell'esorcismo su grande scala.

Nessie said...

Sì Aldo ho visto anch'io questo insistere troppo sulla parola "clandestini". Che dobbo dirti? chi vivrà vedrà...

Josh, noto che quando si presenta all'orizzonte qualche faccia nuova di una qualche lista nuova, suscita immediate speranze. Vorrei ricordarti che quando la Bonino fece la sua Lista Bonino prese qualche voto. Eravamo negli anni '90. Poi tutto si smolla.

Su Cofferati e le moschee: sono dei bastardi e del parere della gente se ne infischiano. Non so se hai visto ierisera l'arroganza di quelle due carampane Bindi e Livia Turco a Porta a POrta: hanno straperso e ancora non capiscono come mai. E ancora alzano la voce pensando a quanto siano fessi gli Italiani ch enon le hanno votate.
Sulla destra cosiddetta "sociale". I sogni sono una bella cosa, ma poi muoiono all'alba. Senza profitto non può esserci vera redistribuzione. E il profitto da dove lo ricavi? E quali sono le regioni d'Italia che realizzano vera produzione? E quante sono invece quelle che campano sugli aiuti di queste?
E quanti Italiani accampano più diritti che doveri?

Lontana said...

Ciao Nessie!!!
Abbiamo vinto entrambe!
Io pero' ho voluto dare un voto all'indomabile Berlusconi per premiare la sua infaticabilita' e anche per rafforzare le probabilita' di vincere su veltroni. L'altro voto l'ho dato naturalmente alla Lega per bilanciare l'eventuale moderazione del PDL.
Sono assolutamente d'accordo con te sulla Santanché che prima mi piaceva e mi divertiva, ma che poi si é lasciata andare in modo abbastanza stupido. Secondo me si sta mangiando le mani per aver accettato di fare da prestanome a Storace.
E giubilo per la sparizione di tutti i nani che ci hanno tenuto in scacco da decenni.
Speriamo di poter veramente diventare un Paese normale...
Aaaaugh!

Nessie said...

Ciao LOnty, infierire sui perdenti non è chic.Ma con arroganza e presunzione si fanno pochi passi.Lo dico anche a quei maldestri che si avventurano qua con la stessa tracotanza dei troll di sinistra la cui vocazione principale è l'insulto e il dileggio. Non possono che aspettarsi lo stesso trattamento: essere cassati. E a proposito di ciò, non so se hai visto l'altra sera quelle due carampane della Rosi Bindi e della Turco: brutte, stronze, proterve e incapaci di capire, perché gli Italiani di loro ne hanno piene le scatole. Il che è una tragedia.

Anna said...

Ciao Nessi,
C'è davvero di che essere contenti, ma questo non significa delegare tutto a chi dovrà fare la fatica di rimettere in sesto la nostra traballante Italia.
Occorre vigilare.
Comunque non credo che la Lega rinuncerà a fare un po' di ordine in fatto di immigrazione, anche se non sarà facile chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati...
Se lo facesse tradirebbe i suoi elettori, i quali NON SONO RAZZISTI come la propaganda dei sinistri vuol far credere, sono solo realisti e cercano un po' di sicurezza nelle loro città (la fidanzata di mio figlio abita nel nord e so come vivete!).

Per ora stiamo a guardare nella speranza che questo nuovo governo non si lasci sedurre dalle brodaglie riscaldate della sinistra.

Josh: giusto per informare said...

http://notizie.alice.it/notizie/politica/2008/04_aprile/17/comunali_neosindaco_monte_argentario_di_fede_musulmana,14574058.html

dall'ANSA:
Elez. Comunali: neosindaco Monte Argentario di fede musulmana
E' stato eletto in lista vicina a Pdl col 45,42%

(ANSA) - MONTE ARGENTARIO (GROSSETO), 17 APR - E' di fede musulmana il nuovo sindaco del Comune di Monte Argentario, sostenuto dalla lista vicina al Pdl. Si chiama Arturo Cerulli e ha abbracciato l'islam per amore, avendo sposato 20 anni fa una donna musulmana in Indonesia. La fede religiosa del candidato non ha creato problemi: i suoi concittadini lo hanno eletto sindaco con il 45,42%, contro il 32,12% del candidato della lista civica 'Per l'Argentario' e il 22,46% della lista 'Gente dell'Argentario'.

nuovopatriota said...

Qui al Nord Est, un paesino chiamato Crespadoro ha raggiunto circa il 54% di votanti leghisti. Cittadella, dal 16% è passata al 42%.
SPADA ALZATA!

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

Nessie said...

Pessime news Josh, pessime notizie. E ancora più imbecilli chi vanno a eleggere gente simile. Cominciamo bene. Anzi, male.

Grazie Patriota. Anche qui nell'alta LOmbardia è andata molto bene. Fa bene Bossi a impuntarsi per ottenere 4 ministri. E' un minimo di garanzia, viste le notizie di cui sopra.
Anna, hai detto bene: seduzioni su "brodaglie riscaldate dalla sinistra". Speriamo.

Tommaso Pellegrino said...

Nessie, credo che la scelta a favore della Lega sia ottima. Personalmente tifo PDL, ma è vero che la Lega è oggi affidabile e sempre più forza nazionale.
Se volete leggere qualche mia idea sull'esito delle elezioni, il mio blog è all'indirizzo www.tommasopellegrino.blogspot.com.
Ne possono nascere dibattiti interessanti.
Tommaso Pellegrino-Torino

Josh said...

E c'è chi, il senno di poi, dopo la sconfitta, non lo ha ancora messo insieme.
Dice sul Giornale D'Alema oggi:"Se votassero solo quelli che leggono libri e giornali non ci sarebbe partita, vinceremmo noi. Ma siccome vige il suffragio universale...".

che persona democratica a fare lo snob con i poveracci! che spessore umano e politico! Ma in linea con le carampane dell'altra sera, non ancora in grado di mettersi in discussione per il fallimento, nemmeno provarci un pochino, sarebbero gli italiani che non vi hanno capito. Ma va, va....
Qui di libri e giornali, caro D'Alema, ne abbiamo sempre letti una marea, ma, proprio per questo, non ti abbiamo mai votato: tiè!

Nessie said...

Sui Giornali è l'unica cosa su cui sono d'accordo con D'Alema: infatti la grande stampa indebitata con le Banche fa tutta outing e endorsement per loro, chissà come mai. Ovvio che lui auspichi il lettore indottrinato dalla stampa amica sua. Povero Ulema, che disgrazia per lui la democrazia del suffragio.
Vedo che il termine "carampane" (Bindi e Turco: le disgrazie non vengono mai sole) piace molto anche a te :-) , Josh.

Tommaso Pellegrino, sono già passata. Ciao.

Le Barricate said...

Carissima Nessie, quando voglio leggere qualcosa di interessante passo da qui, e credimi, anche se passo pochissimo, sei uno dei rarissimi blog che leggo e che commento, ogni tanto.
Mi unisco a te, a Lontana e a tutti (quasi) i tuoi lettori, per la soddisfazione del risultato delle elezioni. Anche se io ho voluto vedere se regalando il mio voto alla protesta, il PdL vinceva lo stesso.
...E' andata bene! Anzi, benissimo! Fffffiiiiuu... :)

Nessie said...

Grazie Ineffabile per il tuo passaggio (ancorché tardivo) al Loch.
Il bello, però, comincia adesso, con la ricostruzione di uno stato a rotoli.

Jetset - Libere Risonanze said...

Fantasticamente Nessie! Sono d'accordissimo con te. P.S: che ci fai ancora iscritto nel covo dei fascisti?

Nessie said...

Jet, ti ho già risposto sul tuo blog. Non sono più iscritta né intendo reiscrivermi a nuovi ...restauri. Ciao e grazie.