09 May 2007

Boselli: l'insuccesso gli ha dato alla testa

Ricordate Zelig di Woody Allen? Chissà perchè a me Boselli, ha sempre ricordato Leonard Zelig nella scena in cui lo davano per missing ma poi lo ritrovano mimetizzato e sparuto in mezzo ad un raduno di nazi intorno a Hitler, alla ricerca dell'identità perduta. E che là - in mezzo ad un' adunata oceanica dove berciavano all'unisono Heil ! - non potrà mai riavere. Ieri sera a Porta a Porta faceva pure lo spiritoso con Tremonti. Boselli e Pannella: ovvero le disgrazie non vengono mai sole. Siccome sanno entrambi di avere percentuali da prefisso telefonico, hanno pensato bene di mettere insieme le loro forze nella lista dei Rosapugnettari: ma uniti si perde. E ci si porta pure sfiga. E alle ultime elezioni, infatti, hanno suddiviso i prefissi, litigando pure. Ora il prode Boselli-Zelig ci riprova con l'ennesima camaleontica metamorfosi: andare più a sinistra dei DS e sfidare i vescovi in singolar rosapugnace tenzone. Extra ecclesiam nulla salus, caro Boselli. Ci hanno provato prima di te i comunisti atei in URSS, in Polonia e pure in Italia. E non ci sono riusciti.

Poi - secondo il più disinvolto e sfacciato trasformismo sinistro - il prode Enrico si fa premura di offrire la sua solidarietà all'arcivescovo Bagnasco per la stella a cinque punte BR sulle cattedrali e il proiettile inviatogli nella busta. Sai quanto gliene importa a Bagnasco di ricevere la solidarietà pelosa di simili falsoni...Infatti in occasione del Family Day di piazza S.Giovanni, il trio Lescano Pannella-Boselli-Bonino intendono promuovere un controFamily a dir poco rosaripugnante sul piano della democrazia. Hanno già avuto il Gay Pride, hanno già avuto la manifestazione pro-Dico con la Pollastrini, e ora a Piazza Navona faranno il giorno del vino e delle rose.. Soprattutto del vino. Roba da etilici...in canna!

(NessieCorsivo)

10 comments:

textman said...
This comment has been removed by the author.
Nessie said...

Text, mi è arrivato due volte il tuo commento. Siccome era un doppione, uno l'ho accettato, l'altro l'ho rifiutato, ma vedo che è comparsa la scritta che è stato eliminato dall'autore. Sei stato tu, per caso?

Anonymous said...

In effetti di tutti i laicisti seguaci del Nihil Boselli è senza ombra di dubbio il più patetico. Il suo problema è che, a differenza delle altre, molte, figure patetiche ancora in circolazione, lui non riesce mai a farmi ridere. Il vuoto dei suoi tentativi di ragionamento è più fastidioso di una coda di tre ore allo sportello dell'INPS. Bisogna che qualcuno glielo dica. E soprattutto che Vespa, Lerner e Ferrara comincino a dare al suo 0,7% la visibilità che gli spetta, che per i miei gusti sarebbe già troppa. Textman

Monica said...

Strano personaggio lo Zelig (carina!), un mix di atteggiamento della spocchia di Rutelli e la saccenza di D'Alema (suo incubo perdurante)

E' un ibrido praticamente.

Come ibride sono le idee dell'odierno SDI, poco riformista e nulla socialdemocratico.
Un partito che nasce dalle ceneri di altri partiti non potrà mai brillare di luce propria.

Ciao cara Nessie

Nessie said...

Textman, Nihil Boselli è proprio carina. E il bello è che per la legge sulla par condicio (legge aberrante) sono costretti ad ospitare gli Zero-virgola, per ogni dove.

Il loro bon ton democratico li porterà ad okkupare la piazza proprio nel giorno del Family Day, che mi auguro sia numeroso, cara Monica. E loro lì in piazza Navona a farsi le pere. Del resto Boselli, pare proprio quel che in LIguria chiamano "Giuanin delle pere". Che sarebbe il bruco. Ciaoù.

gabbianourlante said...

hai ragione da vendere ho postato anche io sul tema.... ciao!

Nessie said...

Gabbiano, ora vengo a leggerti. Qualcuno mi sa dare il link del Family Day e di come verrà organizzato?

Orpheus said...

Ciao Nessie:-)
Ho visto un pezzetto di puntata di PaP con il duo Boselli-Bindi. Indigeribili e petulanti, non solo ma anche maleducati e siccome avevano poche frecce al loro arco, non facevano altro che interrompere.
Fastidiosi come due pulci...
Mi domando, ma come ha fatto Boselli ad arrivare lì?
E' essere più vacuo e insulso che mai sia stato "partorito" dalla politica italiana.
Dopo 20 minuti me ne sono andata a letto, nemmeno Tremonti ce la faceva a parlare con quelle due "ciattelle
Non so se hai seguito la polemica fra la Bindi e la Bonino e Ferrero, che hanno sentenziato che non sarebbero andati alla "Conferenza sulla famiglia" che la Bindi ha promosso per parlare, appunto dei problemi della famiglia, se NON saranno invitate le associazioni gay.
Mi domando ma mo' sti' gay non che ce li troviamo anche in mezzo al letto...che cavolo c'entrano con la famiglia????!
(Sul manifesto c'è raffigurata una famiglia composta da MADRE incinta, PADRE e due bambini, cosa c'incastrano i gay?)
Ciao mary

Nessie said...

Mary, non so più se fanno pena o se suscitano disgusto. Leggi più sopra, dove i radicali scoccheranno il bonus FS per il Family day, dei cattolici. Sabato a Roma ci sarò anch'io, è quasi un obbligo morale. Poi ti riferisco...Ciaoù!,

Orpheus said...

Fai benissimo ad andare a Roma, ci verrei anch'io se potessi...
Spero che sarete tantissimi, sul resoconto ci conto:-)
Ciao mary