22 March 2007

La pagina disonorevole di un governo da dimenticare

Andiamo agli esteri. Ma pure lì, c'è da mettersi le mani nei capelli. Pagare quegli stessi terroristi talebani che poi useranno i tuoi denari per ritorcerli contro i nostri soldati è sempre stata una pessima idea. Lo scrissi in occasione delle due Simone, della Sgrena, di Clementina Cantoni (la più dignitosa delle quattro) - tutti ostaggi rapiti sotto il governo Berlusconi. Ma almeno non era in discussione l'alleanza Nato, e le scelte di campo occidentali del precedente governo. Non erano in discussione le regole di ingaggio dei nostri soldati che trovavano nel ministro Martino, un po' di decoro. Ora invece la faccenda è assai grave. Si è esautorato un ministro della Difesa che non brilla certo per carisma e per "physique du role", Arturo Parisi, ma che è pur sempre ministro della Difesa. Si sono incarcerati gli 007 del Sismi, mentre quelli attuali, sono stati messi da parte per accontentare Gino Strada, che ha preteso "mani libere".
Fassino se ne viene fuori con la peregrina proposta di un tavolo negoziale aperto ai talebani, manco fossero uno "stato sovrano" riconosciuto, e non già dei tagliagole suddivisi in tribù ed etnie.Quegli stessi che hanno brutalmente sgozzato e decapitato come un quarto di bue da macelleria, il povero autista Said Agha, la cui moglie ha abortito per lo choc. Cinque di questi fior fior di tagliagole sono stati scarcerati in cambio di Mastrogiacomo e sui siti islamici adesso si ulula alla vittoria come per una partita di calcio: 5 a 1. Quanto al giornalista di Repubblica, ha rilasciato da subito improvvide dichiarazioni sui talebani come gente "motivata", e " molto religiosa". Mai, come in questi casi, il silenzio è d'oro ed è bene tacere, invece di farci ricordare con atteggiamenti da campione reduce da una vittoria olimpionica, che la sua scarcerazione è costata:
1) denari; 2) farabutti tagliagole liberati; 3) il sacrificio umano di un poveretto di cui la sinistra razzista se ne impipa saldamente l(l'autista Agha); 4) aspri contrasti e freddezza nei confronti degli Alleati (non solo americani, come vorrebbe certa propaganda).
Che potevano dire e fare gli americani in guerra contro i talebani dall'11/)? Dire "Up with Massimo"? Nossignore, hanno detto fuori dai denti quel che pensano di noi. E lo hanno fatto con la chiarezza che gli è propria . Sostenuti dai britannici che hanno avuto molti soldati in prima linea, morti per dare a questo Occidente un po' di quella dignità e fierezza che la nostra classe politica calpesta. Anche la Germania per voce della Merkel, ha detto chiaro e tondo che lei, con questa canaglia fatta di decapitatori non tratta (pur avendo due ostaggi nelle loro mani).

Ma qualche parola voglio spenderla soprattutto per questo nostro governo. Hanno fatto - in nome di non si sa quale "concertazione - una raccolta parlamentare di ex terroristi, di no global, di espropriatori proletari (Francesco Caruso, Daniele Farina, l'ex Prima Linea Sergio D'Elia, segretario alla Camera, Roberto Del Bello, aiutante portaborse di un rifondarolo, ecc) . Che cosa credevano? Di costituire impunemente un simile caravanserraglio trasferito agli Esteri dove anglo-americani e talebani avrebbero dovuto sedere allo stesso tavolo all''insegna dell' embrassons-nous?

E' andata male. E D'Alema, se ne deve tornare a Gallipoli con le pive nel sacco. Cercherà di scaricare tutta la colpa su Fassino, e quasi certamente litigheranno tra loro. Potrà sempre consolarsi prendendo il largo con l'Icarus, la barca a vela.
Ma per fortuna, esistono ancora nazioni che hanno una dignità. Noi, con un governo come quello di Prodi, più che dentro la Nato, siamo quasi pronti per aderire alla Lega Araba.
Un consiglio all' opposizione della CdL, sempre più in stato comatoso e ridotta ad ameba. Voti NO al Senato, per il rifinanziamento della missione afgana . Con regole di ingaggio ridicole e umilianti come queste, i nostri poveri soldati sono lì a farsi impallinare come piccioni. E se questo governo ricadrà, George e Condi, di sicuro ringraziano . Moltissimi tra noi Italiani, pure.

38 comments:

liberaliperisraele said...

Nessie te lo copio e lo linko

Nessie said...

Grazie Liberale! Ciao :-)

Monica said...

E' sempre difficile decidere quando c'è in gioco una vita.

Credo però che vadano evitati trionfalismi per il salvataggio di Mastrogiacomo anche se capisco che essi si giustificano col fatto che la coscienza di D'Alema non addebiterà la propria responsanilità i futuri morti per mano dei talebani liberati.

Allo stesso modo, come tu dici, in cui nessuno ha pensato, più di tanto, all'afghano ucciso.
Probabilmente il Governo spera che quei morti non saranno italiani.
E così la maggioranza sarà salva.

Un bacione

paoletto said...

Nessie, riguardo al rifinaziamento mi pare la Lega sia stata quella piu' lungimirante fin dal suo voto alla camera. La sua mozione metterebbe in serio pericolo la sopravvivenza del circo e a quanto pare anche FI e AN, probabilmente spiazzati dall'iniziativa leghista della prima ora, si accodino al treno adducendo come pretesto le mutate condizioni.
Ora va bene l'orgoglio, ma di fronte ad un governo delirante il bene supremo e' la salvaguardia dello Stato e il buon senso viene prima di tutto.
Quindi onore alla Lega che diventa il traino dell'opposizione.
Su l'UDC non mi soffermo sprecando epidermide sui tasti
Quanto al comportamento del governo e' tutto molto anni 70 frik and drugy, infatti per riuscire ad intravvedere equilibrio e' consigliabile l'assunzione di massicce dosi di stupefacenti.
Ed ecco scoperto anche cosa si cela dietro la Turco, ovvero "rincoglionitevi cosi non baderete allo scempio", un po' come in Mediterraneo, arriva il Turco, li fa' "fumare" e gli sottrae tutto.
Tutto studiato e ampiamente documentato da loro stessi.

Bisquì said...

Un post da guerriera!

Occidentale said...

Mai come ora ho auspicato che un governo cadesse in fretta.
A destra ci saranno ladri, incompetenti, sciovinisti etc etc ma qui nell'attuale governo ci sono soltanto malati di mente:se non vanno a casa al piu' presto non so che altro potranno combinare di irreparabile.Mastrogiacomo libero ok, ma a quale prezzo?
D'Alema e l'altro ministro, bellamente ignorati da Gino Strada e company, farebbero bene a dimettersi o ad andare dal chirurgo plastico per farsi cambiare i connotati prima di ripresentarsi in pubblico.
Buona serata a Nessie e a chi naviga nel Loch in ore notturne

Nessie said...

Occidentale, Monica:
il prezzo della scarcerazione di Mastrogiacomo è nella "lista della spesa" che ho appena fatto nel post.
Fermo restante che occorre salvare una vita umana, è necessario che questi reporter si diano una calmata e rispettino le zone off limits di guerra. Mastrogiacomo è entrato in zona proprio due giorni prima della controffensiva talebana, e non poteve non sapere.
Paoletto, è necessario che la CdL voti NO al rifinanziamento e spedisca a casa quel che resta di questo governo. La Casa Bianca ci sta già dando una mano...
Grazie Bisquì :-)

Zamax said...

Ecco, visto che siamo tutti giustamente incattiviti con gli scalcagnati attori di questa nauseabonda sceneggiata, non sarebbe anche il caso, dico io, di frugare dietro le quinte e prendere per il bavero gli augusti sponsor di questa ebbra banda di vili capetti bolscevichi? Dico, per esempio ciuffetto Montezemolo e palla di biliardo Mieli? Barbapapà Scalfari e il Padre, il Figlio & lo Spirito Santo del sistema bancario italico, Sua Cattoadulta Trinità Bazoli?

Anonymous said...

Ciao Nessie, condivido il tuo sgomento ( e sto probabilmente usando un eufemismo ). Le cose più meschine sono stata l'abbandono degli afghani che lavoravano per gli italiani, la mancanza di considerazione nei confronti dei loro familiari e la rivoltante esultanza all'aeroporto a decapitazione avvenuta, con quello che era toccato alla vedova.
Di fronte all'atteggiamento spregiudicato, doppio e ambiguo dimostrato dal nostro governo gli altri occidentali in campo penso abbiano, giustamente, serie riserve e preoccupazioni sugli ordini che il governo può aver impartito al contingente italiano in Afghanistan. E sulle conseguenze che tali ordini possono avere sulla conduzione delle operazioni Alleate.
A questo punto non avendo alcuna garanzia su cosa si vada a finanziare ed essendo stata estromessa da qualsiasi informazione e azione bipartisan l'opposizione l'obbligo è votare contro. Che si prendano tutta la responsdabilita e che tutto ricada su di loro.

Nessie said...

Anonimo, vedo che insisti con la mancanza del fatidico nick :-) e mi dispiace perché se sei lo stesso anonimo del post precedente, vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda.
Come ho già scritto, la sinistra ha usato "razzisticamente" due pesi e due misure e la vita del povero autista afgano, evidentemente, vale assai meno di quella di Mastrogiacomo se si son prodigati in festeggiamentiper il rimpatrio dell'eroe. Beh, se lo potevano risparmiare. C'è di più. Doppiopesismo anche per la legge italiana sui sequestri, dove ai familiari del rapito si bloccano tassativamente i beni, per impedire di foraggiare la mafia, la 'ndrangheta e l'anonima sarda. Di schifo in schifo! Se la CdL avesse un minimo di attributi si prenderebbe la responsabilità di votare contro una missione già abortita sul nascere. E pazienza se si trova a sabotarla insieme ai rifondaroli e agli ultrà: sono i paradossi di chi sta all'opposizione, non nuovi nella politica.

Nessie said...

Zamax , sottoscrivo sugli "scalcagnati attori di questa nauseabonda sceneggiata". Come pure sugli "augusti sponsor" di questa banda di bolscevichi. Voglio però darti una buona notizietta. Dove non arriva la seria politica estera, ci arriva Vallettopoli, e pare che il Budda Paolo Mieli, sia ai ferri corti col suo CdR per aver comprato e tenuto nascoste le foto di Sircana, aiutando di fatto Prodi e il suo governo. Se il Budda di Via Solferino dovesse essere costretto alle dimissioni per queste ragioni, sarebbe il caso di dire che le vie del Signore sono infinite. Perfino quelle che portano alla prostituzione coi travestiti :-)

Cittadino perplesso said...

Onestamente parlando, non riesco a togliermi dalla mente la scena dell'arrivo all'aeroporto del neo liberato ex ostaggio. Abbigliamento casual politicamente caratterizzante, bello paffuto e pimpante, quasi che, invece di un periodo di prigionia tra le inospitali montagne afghane, provenisse da un viaggio per diporto in qualche località turistica, con relative intemperanze alimentari.
Sul suo viso, nessuna traccia di almeno uno di quei terrificanti colpi alla testa, uno dei quali, sulla fronte, gli avrebbe riempito di sangue due terzi del volto, dall a fronte alla base del naso: neppure un cerottino, neppure di quelli minuscoli. E una ferita della gravità dichiarata ha sicuramente una prognosi superiore ai 15 giorni e lascia, come minimo, una cicatrice deturpante. E dubito che nella spartana semplicità dei covi talibani vi sia spazio per una sala operatoria per interventi di alta chirurgia estetica. Anche a volerlo ammettere per assurdo, la guarigione è superiore e il temerario giornalista avrebbe dovuto avere come minimo garza e cerotto. A dire il vero, quel colore rosso che illuminava la parte alta del suo volto, dava piuttosto la sensazione di un difetto d'illuminazione, dovuto alle condizioni non ottimali di ripresa, e mi ha sorpreso non poco, quando chi lo ha intervistato gli ha quasi suggerito che la sua faccia fosse sporca di sangue.
Per il resto è stato talmente vigoroso da non permettersi neppure di riposarsi, sostenendo il peso di interviste, colloqui ecc, fino alla mattina, senza neppure riposarsi, e quindi recarsi direttamente a lavorare in redazione, dove ha abbandonato l'espressione di gioioso tripudio, per riprendere un certo cipiglio truce.
Il dubbio che sorge è: ma è stato veramente rapito, oppure è andato lui appositamente, da quei guerriglieri? (nel qual caso, la dimostrazione di crudeltà di cui è stato vittima l'autista trucidato, sarebbe parte di una ostentazione di feroce determinazione)
Se fosse vera la seconda ipotesi, si aprono delle ipotesi veramente inquietanti.
Spero di sbagliarmi, ma lascio comunque a voi il trarre le conclusioni.

Nessie said...

Cittadino, condivido le tue stesse "perplessità" e andavo ponendomi i tuoi stessi dubbi. Viso levigato, abbronzatura caraibica, qualche chilo in più, nessuna cicatrice né ematoma. Ma soprattutto, tanta, troppa esibizione di allegria. Ma qui, c'è poco da ridere e da stare allegri...

Unedame said...

É un fatto disgustoso, come tutto quello che fa questo governo. Leggendoti mi sono venuti in mente tutti quelli che combattono senza le regole vili che hanno imposto ai soldati italiani. Non ne ho sentito parlare alla mia televisione, Credo che ci faro' un post ispirandomi al tuo vigoroso, e pensando ai doldati canadesi
Ciao!

Anonymous said...

Post bellissimo e profondamente condiviso, anche, e soprattutto sullo stato comatoso del cdx...Speriamo si sveglino anche perchè se non lo fanno subito non lo potranno fare più, temo. Ti faccio un piccolo esempio dello stato del cdx: a Verona, la mia città, notoriamente, orgogliosamente e storicamente di dx, tra qualche settimana si vota per il Sindaco (attualmente un co...ne di csx che ha fatto solo piste ciclabili e niente altro, in quanto ostaggio della sx estrema e dei Verdi...). Considera che il co...ne di cui sopra è il primo sindaco di sx a Verona da 50 anni!!Beh, il cdx non si è ancora deciso sul nome del candidato Sindaco da presentare...a poche settimane dal voto; e rischiamo di perdere anche questa volta per le nostre divisioni interne!!! Ti rendi conto, mutate mutandis è come a livello nazionale: sono in coma!! E noi liberali chi dovremmo votare???
Comunque brava Nessie!!
Roberto- VR -

Anonymous said...

Insisto che io lunedi vado in manifestazione con lo striscione ANDATE A CASA,MALEDETTI COGLIONI.

Magari mi ci sta anche uno con VI VENISSE UN CANCRO. Perche' a questi cretini arroganti pomposi ladri e disfattisti auguro ben piu' di una malattia,senza se e senza ma.

Il terzo recitera' BERLUSCONI,SVEGLIA!!! E REGALA VERONICA A BENIGNI!

Stella

Anonymous said...

ps.
Post PERFETTO,bravissima.

Stella

Elly said...

Condivido i tuoi pensieri. Che altro aggiungere? Niente. E' una vergogna.

Anonymous said...

Prima di tutto mi scuso per l'involontaria omissione del nick. Il commento che inizia per "Ciao Nessie, condivido il tuo sgomento" è mio, Scarthorse. Grazie per non averlo respinto.
Vedo che la sceneggiata del rientro trionafale ha dato il voltastomaco a più d'uno ...
Questa mattina l'UDC ha comunicato che voterà comunque a favore di conseguenza il provvdimento passerà senza problemi.
Qualche esponente della fu CDL dei pochi rimasti in vita e pensanti dovrebbe darsi alla diplomazia parallela cercando contatti diretti con l'amministrazione USA e quella britannica tanto per spiegarsi e mettere le cose in chiaro.
Scarthorse

Nessie said...

Merci la Dame! Va raconter dans ton site ce qui se passe ici chez-nous. C'est sur qu'une certaine ligne de presse gauchiste, va minimiser les plusieurs erreurs/horreurs de ce gouvernement-ci. Après tout, tout le monde est pays.

Ciao e stammi bene :-)

Nessie said...

Roberto da Verona: quello che poni tu è il problema dei problemi. Non ci resta che cercare di pungolare il meno peggio. Certo che se quelli del Polo, non si svegliano nemmeno addesso che la Casa Bianca, dà loro una mano...

Stella, ok, sei stata chiara :-)

Ciao Elly e grazie!

Nessie said...

Ciao Scart, avrei dovuto riconoscerti :-)
Quello della diplomazia parallela, non è un'idea peregrina. Avrebbero dovuto fare da subito un'opposizione feroce, già con in sottosegretari delle BR e con la targa del senato intitolata a Giuliani. Invece ogni giorno siamo su un piano smepre più inclinato dove va tutto giù a rotoloni. Cos'altro deve succedere, mi chiedo io?

Lo PseudoSauro said...

Piccola correzione cuginetta (non me ne volere): la controffensiva era NATO e non dei talebani.

Quando uno va dietro alle linee nemiche (o qualcosa del genere) due giorni prima che i soldati di casa sua inizino la giostra (cosa che sapeva fino Luxuria), non si tratta solo di incoscienza. Si puo' legittimamente pensare a qualcosa di peggio.

Chi sarebbe cosi' imbecille da andare in bocca del nemico in un frangente simile? Perche' quelli ci sparano addosso, buoni o cattivi, a torto o a ragione... e chi ti spara addosso chiamasi "nemico" nel mondo reale.

In ogni caso questi eroi della libera informazione cosi' sensibili alle ragioni dell'"altro", sono tutti di sinistra e ci sono costati soldi (di tutti) e vite umane: locali, nostre e dei nostri alleati.

Sono straconvinto che se le cose fossero volte al peggio ad un ipotetico funerale nessuno avrebbe avuto il coraggio di ridere: nemmeno il pecoraio e il suo gay friend.

Questa gente riuscira' a farsi odiare, tanto ha tirata la corda.

Anonymous said...

Condivido lo sconforto di Roberto da Verona che ha tutta la mia solidarietà.
A questo punto inutile sottostare a infiniti ricatti, compromessi e continue sparate da avvinazzati. Così anche la componente residuamente vitale della CDL perde la sua identità ( e gli elettori ). Meglio lasciare andare, con un bell'aut aut, con Prodi quelli che sono già predisposti ad essere d'accordo con lui (buona parte di UDC e Lega) e adottare una linea schietta e ferma e soprattutto non più soggetta a ricatti o minacce. Si vedrà da che parte andranno gli elettori contrari all'Unione. E questo meglio farlo senza aspettare.
Scarthorse

Occidentale said...

Ciao Nessie,
leggo che all'interno del Loch tutti siamo increduli davanti alla fulminea convalescenza dell'ex ostaggio dei talebani nonché eroe di "Repubblica"...Eravamo in molti a dubitare della bontà dell'operazione di salvataggio portata a termine da...da chi? Non dal ministro degli Esteri né da quello della Difesa(incazzato nero contro D'Alema, oltre tutto).
L'analisi esauriente del Cittadinoperplesso ha fatto il resto:ora possiamo immaginare- benché in assenza di prove- che i fatti si sono svolti in modo diverso.
E che il ritorno trionfalistico dell'Eroe nasconde una realtà diversa, fatta di chissà quali calcoli politici che non ci verranno palesati.
Veramente penoso l'episodio di Mastrogiacomo che deve farsi ricordare dagli altri che ha la faccia ancora intrisa di sangue...
Buona serata agli amici del Loch e alla sua Ospite

Nessie said...

Sauro: già. Ci fa difetto la memoria a noi italiani. E dimentichiamo in fretta la Sgrena e il povero Calipari ucciso a causa sua. Il ciondolo al collo che lei mostrava con orgoglio, regalatoel dai suoi carcerieri; le due Simone e la cassettina del buon musulmano regalatale dai carcerieri con dentro , tatno di Corano. Torsello convertito all'islam e rapito proprio per questo. E ora Mastrogiacomo.Tutti con il denominatore comune di essere ammalati di sindrome di Stoccolma. Che trapiantata in area geografica mediorientale diventa sindrome di Kabul o di Falluja.

Nessie said...

Occidentale: a proposito di conti che non tornano pare che i farabutti tagliagole liberati siano una ventina e non cinque. Ne sapremo ancora delle belle! Ma intanto questo governo degli sfracelli giornalieri si ostina a stare in piedi.
Scart, la CdL se ne deve fregare e non deve cadere nei trabocchetti pseudolegalitari che necessariamente le metterà tra i piedi la sinistra al Senato. E votare NO.
Ma qualcosa mi dice che non lo farà...

Orpheus said...

Ciao nessie, ho parlato di questa faccenda fino alla nausea...che altro dire, condivido quello che hai scritto, più o meno ho scritto anch'io le stesse cose.
Il massimo é stato raggiunto quando D'Alema ha cercato di sbolognare la responsabilità della liberazione dei 5 terroristi su Karzai ed Emergency...
Non ci resta che piangere.
La situazione è molto peggio delle più fosche previsioni...
Intanto Dadullah festeggia e chiede il rilascio di un'altro talebano per la pelle dell' interprete, che farà ora il governo afghano?
Se lo lascia morire, scoppia una rivolta (giustamente), quindi libererà un altro talebano.
Tutto questo grazie a pulcinella che spacciano per 'eminente statista'.
Ciao mary

Lo PseudoSauro said...

Scusate l'OT, ma c'e' qualcuno che sa qualcosa della manifestazione del 26 a Milano?

Perche' nessuno sa nulla, ne' di orari, ne' luoghi, ne' nulla. Sul web di FI non c'e' nulla, su quello del Comune di MI ci sono notizie vaghe circa "600 comitati promotori", ma nient'altro. Nelle sedi locali e decentrate nessuno sa niente.

Ma che cazzo ci stanno a fare nelle sedi della CDL?

Cittadino perplesso said...

Cara Mary,
se quel tipo dal baffo sornione è un eminente statista, vuol dire che la lingua nella quale stiamo scrivendo è cinese. E invece, anche se per molti pseudo compatrioti comincia a diventarlo, purtroppo per loro, è sempre la "dolce lingua del sì".

Nessie said...

Mary, Cittadino: che volete che vi risponda? che il prezzo per il rilascio di Mastrogiacome è stato elevatissimo e che non finisce più di essere pagato. A cominciare dalla menzogna dei 5 tagliagole, dove pare invece che siano addirittura una ventina. L'Ulema che scarica tutta la colpa a Karzai e Strada è un classico della sua codardia e doppiezza. Ma anche della sua nullità di ministro degli Esteri. foeura 'di ball, marsch!
OT: sapete qualcosa dell'ora della manifestazione di lunedi?

Anonymous said...

A compendio di quanto detto segnalo che su Il Foglio di ieri, in prima ora anche su internet sono stati inesorabilmente e mirabilmente documentati e smascherati i giochetti verbali e diplomatici del ministro degli esteri italiano. Mi viene poi da pensare che se nonostante tutto gli USA fanno gli amiconi del governo italiano e della sua maggioranza possono anche incassare anche un bel sonoro NO dell'opposizione.
Scarthorse

Nessie said...

Scart, è una ragione di più per mandarli a casa. Che si devono sopportare il sussiego e la protervia di un ministro degli esteri (D'Alema) il quale si sente pure un grande Mazzarino della politica, quando in realtà si comporta da magliaro da vicoli dei Quartieri Spagnoli, è davvero troppo.

Monica said...

Nessie,
andando sul gossip di bassa lega,
qualche sera fa l'autorevole Ministro è stato in grado anche di richiamare all'ordine Vespa.

La spocchia è come la speranza...

Ciao

Anonymous said...

Sauro ha perfettamente ragione.

Comunque credo appuntamento ore 20 in porta venezia.Ora controllo in giro.

Stella

Anonymous said...

da Il Giornale di oggi 26 marzo:

"Il corteo partirà alle 20 da corso Venezia. In programma anche due contromanifestazioni. La Gelmini (Fi): «Presto sfilate in tutta la Lombardia» «In piazza per dare sicurezza ai milanesi» La Moratti chiama a raccolta la città: «Facciamo sentire la nostra voce al governo». Con lei Berlusconi e altri 30 sindaci"

Stella

Occidentale said...

Cara Nessie,
i miei post piu' ispirati non riesco a farli arrivare al Loch...ci provai ieri e l'altro ieri ma forse è il mio computer e non la mano sinistra di Allah che li blocca...
Stando così le cose, mi limiterò a un saluto a te e ai naviganti del Loch che così egregiamente esprimete anche le "mie" idee così mi evito la fatica di scriverle personalmente...Come vorrei che presto, molto presto, altri uomini di governo sollevassero D'Alema e colleghi- stavo per dire complici- dalla fatica di mal governare gli Italiani!

Nessie said...

Monica, sotto la spocchia dalemiana....NIENTE.
Grazie Stella. Purtroppo non potrò esserci perché l'hanno indetta a tarda ora. Male. E già partita contro la Moratti una contromanifestazione dei soliti rossi piazzaioli e invidiosi, dove però si sono presi l'orario migliore: quello del pomeriggio. E senza nessun riguardo per intralciare il traffico.

Ciao Occidentale. Aspettiamo anche noi la caduta del duo Prodi-Baffino. Ma a quanto pare, devono avere un ottimo collante che li tiene attaccati alle poltrone. Il poltronismo è un male endemico italiota.