30 November 2006

Manifestazione del 2-12: vado o non vado? Massì che ci vado...

E' vero che questa è una Finanziaria da rapina "interclassista" che tartassa brutalmente tutti gli strati sociali. E' vero che le masse si mobilitano solo se le tocchi nel portafoglio, molto più che per degli ideali. E' pure vero che la Rivoluzione Americana iniziò con la lotta alle gabelle imposte dalla madre patria inglese. Tutte cose vere. Ma io ho per la mente, un paio di fisse che trovo prioritarie perfino alla sottrazione delle mie risorse economiche, al Grande Fratello dei conti correnti bancari, all' ICI e ai ticket sanitari in aumento: l'immigrazione selvaggia e incontrollata proveniente dalle nostre coste, la guerra di religione mossaci dal fondamentalismo islamico, l'identità e la salvaguardia dell'Occidente: tutte cose che non fanno guadagnare suffragi né di qua né di là, tenuto conto che anche gli immigrati sono potenziali "bacini d'utenza" e voti. Perciò l'unica differenza che vedo oggi tra la destra e la sinistra, è che mentre quest'ultima lascia porte e finestre spalancate, la prima le lascia dischiuse. O semichiuse. C'è poi Fini che non ne dice una giusta: ora anche l'ora di Corano. Eh no, bello mio, il Corano nella nostra scuola te lo puoi scordare!
La faccio breve. Con le premesse fatte, vale o non vale la pena di andare alla manifestazione del 2 dicembre organizzata dalla CdL? E cosa può cambiare, realisticamente ragionando? Poco.
Non credo che il governo Prodi verrà spedito a casa prima del tempo da una manifestazione di destra, per imponente che sia. Mancano i sindacati e le loro legioni di adepti, i loro ricatti e ostruzionismi per far cadere un governo. Sappiamo bene la Trimurti da che parte sta. Mancano i casseurs, i disubbidienti, i Cobas e la loro massa d'urto rissosa e piazzaiola. Insomma, tutta la "gioiosa macchina da guerra" dell'agorà istituzionalizzata.
E allora cosa diavolo mi spinge a partecipare al corteo del 2 dicembre? il malore di Silvio Berlusconi? Sinceramente no, anche se gli faccio i miei migliori auguri di lunga vita. Dopo questo colpetto-avvertimento, il Cavaliere dovrebbe affrettarsi a strutturare il partito e ad organizzare il ricambio generazionale, visto che giovincello non è più.
Insomma qual è la molla che mi induce a fare una sfacchinata su un pullmann che parte dalla mia città, a dormire di notte su scomodi sedili, ad arrivare a Roma con gli occhi pesti e le occhiaie, facendo, durante il percorso, spuntini con paninazzi asciutti che mi fanno pure male ? Per poi ripartire l'indomani dello stesso giorno alle 21 e arrivare a casa con gli occhi ancora pesti, le occhiaie e tutto il resto? Ci dev'essere una ragione, perbacco!
Sì, che c'è. E sono le ripetute dichiarazioni di queste ore degli uomini politici di sinistra in tv. I quali hanno la faccia di tolla di fare boccucce schifate quando sentono parlare del raduno del 2 da parte dell'opposizione. Come osano fare di questi "raduni sediziosi", quelli? (si dice sempre così quando la manifestazione non è "rossa"). La vera opposizione, la si fa in Parlamento. Coi suggerimenti, i consigli, gli emendamenti da accogliere e bla, bla, bla...Ma venite qua, sediamoci intorno a un tavolo, parliamone...
Ah sì-ì-ì? E' così? E allora, signori miei, come mai che delle manifestazioni, dei cortei selvaggi, scioperi, ostruzionismi voi avete fatto per omnia saecula et saeculorum amen, il vostro sport nazionale preferito? E come mai che esiste pure il doppio binario del Partito di Lotta e di Governo? Il quale, oltre ad occupare tutte le cariche istituzionali, governative, amministrative pretende pure sguinzagliare i descamisados per le piazze italiane? Magari con la fronda dei bruciatori di bandiere, di fantocci, con gli scassa-lampioni, scassa-semafori dal volto coperto da passamontagna o kefiah e con le spranghe in mano ecc.? Per poi, magari, dover sentire il Mortadella dichiarare che , fatte salve le debite eccezioni, "era un corteo pacifico"?
E' una buona ragione per sfacchinare fino a Roma andata e ritorno? SI', la è.
E ce n'è un'altra. E' bello vedere la gente della mia Regione (la Lombardia), quella che lavora, si fa un mazzo grosso così, produce reddito, paga fino all'ultimo centesimo di tasse, paga per i soliti sussidi di un Sud che non vuole saperne di crescere; non perde mai una giornata di lavoro, non fa mai gite fuori porta in permesso sindacale prepagato con striscioni e fischietti, crede ancora nell'uomo e nella sua opera ed operosità, è bello - dicevo - vederla aderire in massa a un'idea, a un progetto, un sogno di libertà da lacci e lacciuoli dello stato e del parastato vampiresco e parassitario. Mobilitarsi pagando di propria tasca, vestita con decoro, senz'ombra di eskimi sessantottari addosso. Vuole dire una cosa: che c'è una parte sana d'Italia davvero resistente che ne ha piene le cosiddette, di lavorare e tacere, di farsi gabbare e gabellare. E che è giusto che la si veda fisicamente sui media (sciopero dei giornalisti permettendo). E questa è la seconda ragione.
Poi, se frugo nel mio cervello, ce n'è pure una terza. La sinistra non si vergogna mai dei suoi alleati anche quando sono nefandi come Diliberto, Caruso e altri rifondaroli ultrà. Perché a destra dobbiamo sempre avere tante puzzette sotto il naso? Bisogna fare i conti con quello che abbiamo, e pazienza. E se non funziona, dobbiamo dar loro delle tarellate e degli scrolloni affinché si mettano nella direttrice di marcia giusta. Perciò , vado o non vado alla manifestazione del 2 dicembre? Massì che ci vado. Magari poi lo racconterò pure ai miei parenti comunisti. Mi vedo già il film (una commedia all'italiana) a tavola mentre pranziamo insieme, io che parlo e loro con le facce schifate e disgustate. Forza Italia? Puah! Il Silviaccio? La Lega? Doppio puah! Ma dico, ma sei impazzita? E questa è la mia quarta e ultima ragione per esserci.
"Mia cara", mi disse un amico americano che certamente si riconoscerà in queste righe, "In Italia, chi non ha un parente comunista? Più facile che avere uno zio prete..." . E difatti è toccato pure alla sottoscritta.
Dalle brume della Padania fino a Roma, con furore...anticomunista. Il resoconto della giornata, prossimamente su questi schermi.

24 comments:

gabbianourlante said...

Urca!!! sai che quasi quasi mi hai stimolato a rivedere i miei programmi e venire pure io????

Nessie said...

Forza allora, Gabbiano! Mi sembrano valide ragioni quelle esposte, no?

liberaliperisraele said...

Ciao non so niente ho una spalla rotta e non lavoro nemmeno su tv, lo giro agli altri.
andate a Roma anche per me per favore

liberaliperisraele said...

se vai nella pagina principale di tv e metti il titolo nel riquadro "cerca nei titoli" vedi che è stato agregato.
ciao :)

Nessie said...

Urka, mi spiac eper la tua spalla, auguroni!

Lontana said...

Ottimo Nessie! Sono ragioni validissime, che effettivamente meritano il sacrificio.Sopratuttto per quelli come noi che non sono avvezzi alla piazza.Sei coerente con quello che hai sempre detto!

Lo PseudoSauro said...

Io ci vengo solo se mi lasciano portare il panzer.

Brutto periodo per le (s)palle :-(

Nessie said...

Sauro, non vorrai fare l'uomo senza (s)palle! :-) Che cos'è, vista anche la frattura di Liberale,una spallite acuta?

Lontana, manco a farlo apposta, subito dopo aver aggregato il post sul blog, prendo in mano Libero di Feltri che apre il suo editoriale a tutta pagina con un: "siamo brava gente, che vorrebbe passeggiare di sabato per botteghe e pasticcerie".
Essì, anche la brava gente alla fin fine ha un'anima.Incazzosa.

Nessie said...

Post Scriptum: oggi la Trimurti ha indetto uno sciopero di 24 ore degli autoferrotranvieri. Domani,i trimurtini di Trenitalia, lo faranno fino alle 21. A' li mortacci loro!!! :-(
Non c'è che dire: vogliono impedire all'altra metà d'Italia di esistere.Se questa è democrazia... E questa è la mia quinta ragione per andare a Roma.

liberaliperisraele said...

grazie Nessie :**

Anonymous said...

GRANDE NESSIE!

Monica said...

NESSIE!

Ma sì!!!!!

Sei grande!

Anonymous said...

Ciao Nessie, non ce la faccio a tempo a venire anche io a Roma. Son da poco tornata dall`Italia soffrendo anche del jet lag. Ti penso cara. A piu` presto Hugs.

Nessie said...

Anonimo donna, non so chi sei. Una firmettina sarebbe gradita. O magari un nick. Comunque grazie.

Monica, Simone: a Roma ci mettiamo il contrassegno col cartellino di riconoscimento? :-)

Orpheus said...

Cara Nessie, sarò con te con la mente, giuro ti penserò domani e mi aspetto un bell'articolo dove ci racconterai le tue emozioni.
Le tue ragioni come ben sai le condivido al 100%, anch'io sono molto più preoccupata per l'immigrazione selvaggia e l'unione immonda fra sinistra e fondamentalisti, e domani spero che venga un segnale forte e chiaro a questo esecutivo che mi/ci riempie di vergogna e di sdegno ogni santo giorno.
Anch'io ho visto le facce arroganti e sentito le loro querule dichiarazioni, francamente imbarazzanti per dei paladini della democrazia come si amano definire.
Un abbraccio e stai tranquilla per qui, vigilerò....
Ciao mary

gianfalco said...

Vai, vai...
magari potessi anch'io.
ciao
gianfalco

Elly said...

Mentalmente ci sarò anche io ed esattamente per le tue stesse ragioni. C'è ben poco da aggiungere.

Lo PseudoSauro said...

Ve lo dicevo che ci voleva almeno un panzer... faranno di tutto per ostacolare il viaggio. Dato che ci siete prendete il Colle, Montecitorio e tutto il resto. Io arrivo con i triumviri appena possibile. :-)

P.S.
Certo e' che sono proprio degli stronzi.

Orpheus said...

Concordo con lo Pseudosauro sono proprio S T R O N Z I:-)

Nessie said...

Sauro,visto l'ostruzionismo della "giosa macchina da guerra" sindacale, non avresti qualche missioncina speciale da effettuare sui 7 colli de Roma? :-)
Mary, stasera in tv c'era quello stramoscio di Fassino che dava evidenti segni di stizza. Non c'è che dire, vogliono il trust anche della piazza. Ciao Elly e Gianfalco. :-)

Lo PseudoSauro said...

Nessie: e' che sono infognati dappertutto: magari col napalm...

siro said...

Non ci posso essere, oggi.
Ma con il cuore sarò insieme a te e insieme a tutti gli altri.

Occidentale said...

Ciao Nessie,
e buona permanenza(breve) a Roma, il tempo di farti un'idea e di raccogliere materiale per il post che tutti ci attendiamo qui nel Loch...Non ho altro da aggiungere se non quanto detto da altri ospiti qui:cioè che non sarò lì con il corpo ma con lo spirito sì;volesse il cielo che questo governo di comunisti a parole e fascisti nei fatti tornasse a casa presto!
Lo so che gli altri facevano un mucchio di cavolate ma almeno non erano collusi con l'Islam(ometto di dire "integralista" perché sarebbe pleonastico).
Attendiamo tue news!
Un abbraccio

Nessie said...

Ciao a tutti Ragà, sono stanca ma felice. Adesso aggrego l'aggiornamento. Vi giuro che meglio di così non poteva andare: una vera lezione di civiltà e di legalità. Sono stata contenta d'esserci stata.